peyrani
Home »

LA LEGA NAVALE BRINDISI AI CAMPIONATI ITALIANI DI CANOTTAGGIO DI TRIESTE

Quello che si è svolto il 27 e 28 settembre è stato un Campionato Italiano in Tipo Regolamentare che lascerà  il segno nel cuore di chi vi ha partecipato,  un evento che ha appassionato, divertito, coinvolto un po’ tutti sul lungomare di Barcola a Trieste, accompagnato dalle buonissime condizioni meteo con gare spesso risoltesi sul filo del traguardo.

Il titolo di Campioni d’Italia nell’otto jole master E è stato vinto dalla Lega Navale di Brindisi nel misto con Monopoli 2005 e Cavallini FI i quali ottenevano una splendida vittoria sulla Canottieri Napoli e l’Irno Salerno con l’equipaggio composto dai brindisini Libetta Pasquale, Ciscutti Antonio, Montanaro Maurizio Giaquinto Omar (timoniere), Scanferlato Mario del Cavallini Firenze ma brindisino doc e dai monopolitani Pugliese Angelo, Carparelli Augusto, Barletta Giulio ed Alba Francesco.

L’intensa giornata  di sport remiero  proseguiva per la Lega Navale di Brindisi con la conquista della medaglia d’argento nel 4 jole Master D con gli atleti Montanaro Maurizio, Ricci Diego, Libetta Pasquale, Ciscutti Antonio e Giaquinto Omar (timoniere) e la medaglia di Bronzo nel canoino  donne master D con Spinelli Daniela.

A completare il successo degli atleti di Giovanni e Pasquale Libetta arrivavano i buonissimi i piazzamenti nelle finali  del singolo canoino senior  con Toscano Damiano (5° posto) autore di una  vincente ma molto dispendiosa gara di  semifinale, Diego Ricci nel canoino Master C (6° posto), del promettente doppio canoe di Alessandro Stanisci e Marco De Micheli nella categoria junior (7° Posto) e del doppio canoe femminile nella categoria senior con Pamela Scarciglia e Federica Romanelli (8° posto) che completavano così il successo degli atleti  di Giovanni e Pasquale Libetta.

 

Pronti per il secondo Challenge Trophy Marina di Pescara per Optimist

Due giorni di regata, cento imbarcazioni provenienti da tutta Italia, atleti dagli 8 ai 14 anni della classe Optimist, sei prove da sostenere e sei giudici nazionali. Questi i numeri della seconda edizione del Challenge Trophy Marina di Pescara, il Trofeo nazionale che si svolgerà l’11 e il 12 ottobre prossimi, organizzato dalla sezione pescarese della Lega Navale Italiana e dal Marina di Pescara.

L’evento, supportato dalla Camera di Commercio di Pescara con il patrocinio del Comune, della Provincia, della Regione e del CONI, è stato presentato in conferenza stampa. “E’ con orgoglio che presentiamo la seconda edizione di questo evento velico”, ha esordito il presidente del Porto, Riccardo Colazilli, “il Trofeo targato Marina che dallo scorso anno ha segnato l’inizio di una lunga serie di manifestazioni sportive, perché il nostro porto non è solo luogo di promozione, di accoglienza e di eventi culturali, ma è sempre in prima linea per lo sport”.

Per la seconda volta, dunque, un evento velico nazionale al Marina: nella piazzetta, cuore pulsante del Porto, saranno ospitate le imbarcazioni dei regatanti. “La Lega Navale italiana, tra le associazioni sportive pescaresi più antiche, con il suo staff qualificato punta in alto e fa il bis con questa regata”, ha commentato il presidente Giuseppe D’Orazio. Roberto Lachi, direttore tecnico della Lega Navale ed ideatore del I Challenge Trophy Marina di Pescara, si è detto molto soddisfatto della location che ospiterà i piccoli atleti e pronto, assieme al suo team, ad accogliere le numerosissime presenze previste. “Il Trofeo è stato ufficialmente inserito nel calendario nazionale della classe Optimist”, ha aggiunto Fabio Caporale, presidente del Comitato organizzatore dell’evento.

“La struttura”, ha detto Bruno Santori, amministratore delegato del Porto, “deve essere considerata come patrimonio della città di Pescara e dell’intera regione. Solo quando si avrà questa consapevolezza potremmo dire di aver compiuto appieno il nostro lavoro”.
Per maggiori info logistiche e non, è possibile contattare l’organizzazione attraverso l’indirizzo e-mail: challenge@marinape.com.
Foto: Taccola

Aperte le iscrizioni alla Barcolana di Trieste

Si aprono oggi, primo ottobre, le iscrizioni alla 46ma edizione della Barcolana di Trieste, la regata velica internazionale con il maggior numero di barche al mondo sulla stessa linea di partenza. In programma il prossimo 12 ottobre, la Barcolana inizia il proprio programma di eventi collaterali venerdì 3 ottobre, con l’avvio di FuoriRegata e Salotto.Vienna@Barcolana, i due eventi a terra che assieme al Villaggio Barcolana (8-12 ottobre, lungo le Rive), sono pronti ad accogliere oltre 300mila persone tra velisti e pubblico, creando il contesto a terra della regata.

Dall’eccezionale presenza dei catamarani Extreme 40 nell’evento Land Rover Extreme 40@Barcolana alle evoluzioni di kitesurf, windsurf e – per la prima volta – degli atleti di wakeboard di Barcolana FUN, alle regate ad armi pari tra Ufo 28, Meteor, 2.4, alla tappa speciale del circuito Este 24 (Barcolana TriEste) fino alla Barcolana Classic e alle regate “young” dedicate agli Optimist: dal 4 all’11 ottobre Trieste si conferma capitale internazionale della vela, offrendo spettacolo e divertimento agli appassionati di questo sport presenti in città in attesa della regata del 12 ottobre.

Confermato il nuovo percorso con arrivo di fronte alla piazza dell’Unità d’Italia (partenza invariata di fronte al lungomare di Barcola, domenica 12 ottobre alle ore 10, nuove coordinate delle Boe) la Barcolana vedrà a Trieste la presenza dei grandi campioni di vela italiani e stranieri, e di tutti gli appassionati di questo sport, perché proprio il mix tra passione e agonismo è l’ingrediente unico di questo evento.

Un evento che da oltre trent’anni è sostenuto da Generali, Main Sponsor della manifestazione. “Disciplina, competizione, internazionalità. Sono queste le caratteristiche dello sport che Generali sostiene, anche attraverso gli atleti che supporta”, ha affermato il Group Director of Communications and Public Affairs di Generali, Simone Bemporad, “la Barcolana a Trieste è tutto questo: una manifestazione che coniuga tradizione e innovazione, coinvolgendo appassionati da tutta Europa che hanno trasformato una festa del mare in un evento di portata internazionale”.

Le iscrizioni alla Barcolana si aprono formalmente oggi (1 ottobre) alle ore 10 nella sede della Società velica di Barcola e Grignano, ma non si parte dal primo iscritto, perché il servizio on line e l’invio, grazie al partner DHL, di oltre 3500 inviti a partecipare agli armatori iscritti alle precedenti edizioni ha fatto sì che siano già oltre 220 i partecipanti alla regata. Merito anche dei bellissimi gadget che verranno donati agli armatori in occasione dell’iscrizione, a partire dalla macchina del caffè (riservata ai primi 1800 iscritti) prodotta da Illy, Indesit e Kimbo, e alla polo SLAM dedicata agli armatori.

“Abbiamo raggiunto gli obiettivi che ci eravamo prefissati”, ha dichiarato il presidente della SVBG Mitja Gialuz, “allungando il periodo di permanenza a Trieste grazie alla crescita degli eventi collegati, ai quali in totale in dieci giorni parteciperanno ben 1800 velisti, ai quali si sommano i 20mila partecipanti attesi alla Barcolana. Dodici regate in mare e oltre 150 eventi a terra caratterizzeranno la 46ma edizione della regata, un vero e proprio lavoro di squadra tra Istituzioni, sponsor, volontari e circoli velici”.

Al via il Salone Nautico di Genova: il settore cerca una svolta

Scafi di tutte le taglie e tipologie, accessori e impianti, ma anche eventi, convegni e dibattiti per approfondire i temi della nautica accompagnati da appuntamenti per gli appassionati degli sport acquatici: è questo il Salone Nautico Internazionale di Genova, al viaoggi alla presenza del ministro dei Trasporti e delle Infrastrutture Maurizio Lupi. Su circa 180.000 mq di superficie di cui 100.000 in acqua, saranno presenti 760 espositori e 1.000 imbarcazioni.

Sei giorni (fino al 6 ottobre, un giorno in più rispetto all’edizione passata) dedicati alla promozione dell’industria nautica italiana e alle tematiche del mare a 360 gradi. Il settore cerca la svolta dopo anni di flessione dei fatturati (da 6,2 miliardi di euro nel 2008 a 2,4 del 2013 in Italia) e i segnali sono positivi: il 2014 dovrebbe registrare fatturati in crescita del 2,5%. Gli organizzatori del Salone Nautico, sperano che da Genova, dopo Cannes e Montecarlo, arrivino conferme per la ripresa. Assente quest’anno, fra i grandi cantieri, Azimut, che ha deciso di puntare sui mercati esteri.

Ma sono presenti, con anteprime nazionali, altri grandi nomi del made in Italy nautico quali Ferretti, San Lorenzo, Monte Carlo Yacht (parte del Colosso mondiale Bénéteau). Si conferma il grande successo della vela con molte “première”, ma è in fermento anche il mondo degli scafi a motore e dei battelli pneumatici. Sono quasi 100 le novità annunciate. Fra le “regine”: la barca a motore più grande è il Sanlorenzo SL118 di 36,50 metri di lunghezza, presentata in anteprima nazionale.

Nella vela “vince” il Vismara V80 Easy Cruising, di 24 metri, un concentrato di tecnologia dalle linee innovative. Tra gli scafi rigidi (escludendo quindi i battellini pneumatici) la barca più piccola è il Vergaplast 220 T (2,2 metri). Spicca, fra gli altri, nel design il cantiere austriaco Frauscher i cui motoscafi sono importati in Italia dal Cantiere Nautico Feltrinelli. Numerose le novità in arrivo quest’anno tra le imbarcazioni pneumatiche.

Ma la grande protagonista dell’edizione 2014 del Salone di Genova, con il 22% di barche in più esposte rispetto all’edizione passata e alcune anteprime mondiali, è il mondo della vela a cui è stata riservata la posizione centrale del salone. Tantissime le novità, soprattutto italiane. Tra le altre: l’Italia Yacht 15,98, l’Advanced 44 al loro debutto mondiale, e l’elegantissimo Solaris 58.

NAVE PALINURO, LA NAVE GOLETTA DELLA MARINA MILITARE, IN SOSTA NELLA CITTA’ DI BRINDISI

Dal 3 al 6 ottobre la nave Scuola Palinuro della Marina Militare sosterà nel porto di Brindisi presso la banchina Dogana nel pieno centro cittadino.

La sosta si svolge all’interno di una attività d’istruzione a favore dei giovani provenienti dalle Associazioni Sailing Training Association – Italia, Associazione Nazionale Marinai d’Italia e Lega Navale Italiana. I novelli marinai affrontano  in questa fase una concreta esperienza di vita di bordo per apprendere i primi rudimenti delle scienze nautiche e marinaresche e delle tradizioni marinare e l’amore per il mare.

Quest’anno la Nave Goletta della Marina Militare è stata impegnata in due campagne d’istruzione: la prima tra giugno e luglio, svolta a favore degli allievi del 1° Corso della Scuola Navale Militare “Morosini” di Venezia, la seconda tra fine luglio e settembre con gli allievi del XVI Corso Normale Marescialli della Scuola Sottufficiali di Taranto.

Venerdì 3 ottobre, dalle ore 15:00 alle ore 16:00, il Comandante di Nave Palinuro ospiterà i rappresentanti della stampa a bordo per illustrare loro le caratteristiche, i compiti e le attività svolte dall’Unità.

I cittadini potranno visitare nave Palinuro nei seguenti orari:
Venerdì     3     dalle 16:00     alle 18:00
Sabato        4     dalle 15:00    alle 18:00
Domenica    5    dalle 16:00    alle 18:00

IL NAUTILUS Anno 9 N°3

Si parte dalle strategie per Europa 2020, all'interno dell'editoriale di Salvatore Carruezzo, per arrivare fino agli investimenti delle diverse Authority italiane passando per l'iter legale necessario ad affittare yacht a Malta. Si snoda così il nuovo numero de Il Nautilus che affronta anche altre tematiche internazionali. In Cina il Gran Canal dal Pacifico all'Atlantico, in Europa il comparto del turismo costiero e marittimo, ad Ancona le opportunità che derivano dalle Autostrade del Mare fino al nuovo Piano regolatore per i porti di Olbia e Golfo Aranci. A cura dell'avvocato Nicola De Giosa, insieme allo studio Mamo Tcv di Malta, i vantaggi dell'utilizzo della bandiera maltese a bordo di uno yacht. Ma occhi aperti anche sul traffico nel Mediterraneo. In questo numero, con la pagina dedicata alla tappa brindisina del Campionato Mondiale di Motonautica, si celebra anche il sodalizio tra la nostra testata e la Federazione Italiana Motonautica: da giugno, infatti, Il Nautilus è federato con la Fim. Infine un aggiornamento sullo smantellamento della Costa Concordia e i dettagli del rapporto Srm che incorona i nuovi leader dei porti del Nord Europa.
guardiacostiera.it telebrindisi.tv poseidone danese bocchedipuglia

© 2014 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab