peyrani
Home »

VENEZIA PORTO APERTO

VENEZIA – L’Autorità portuale di Venezia rilancia il progetto “Venezia Porto Aperto! Navigando tra le banchine di ieri e di oggi”, aprendo le porte alle scuole elementari del territorio nel mese di maggio.

Il progetto è un’evoluzione del programma di attività “Porto Aperto”, che da più di 15 anni viene messo in atto per promuovere il dialogo tra la città e il suo porto: in questa nuova e originale versione, gli alunni delle scuole elementari sono protagonisti di un viaggio attraverso i secoli, di una storia raccontata tramite libri, mappe, valigie ricche di soprese, che li porta a scoprire il fascino “marittimo” della loro città.

A partire dall’edizione del 2015, ogni anno l’Autorità Portuale dedica il progetto ad una municipalità veneziana, e quest’anno è il turno della Municipalità di Venezia-Murano-Burano.

Il programma prevede un laboratorio seguito da un’esperienza sul campo: grazie alla collaborazione con esperte educatrici professioniste, oltre che con Piloti, Rimorchiatori e Ormeggiatori del porto di Venezia, 6 classi (quarte o quinte) degli istituti primari potranno aderire al progetto, e trascorrere così una mattinata all’insegna della conoscenza della storia e del divertimento.

Pallanuoto in Puglia: si riparte dal girone di ritorno in serie B

BARI – Dopo la pausa pasquale riprendono in Puglia i campionati nazionali e regionali di pallanuoto. Per il girone 3 della serie B maschile la GP Modugno, ancora orfana del suo impianto, dovrà giocare allo Stadio del Nuoto di Bari sabato 2 aprile alle ore 13.45 (arbitra Scillato) contro la seconda forza del campionato, il Latina Pallanuoto.

I ragazzi di Francesco Carbonara ripartono con sette punti in classifica e la volontà di salvarsi senza passare dai play out mentre il Latina di mister Tofani vuole conquistare assolutamente l’A2. L’obiettivo per la prima di ritorno per i gialloblu è mettere in acqua determinazione e ordine, senza cadere nelle trappole degli esperti giocatori laziali e sfruttare la velocità per mettere a segno reti preziose.

Trasferta da maneggiare con cura per la capolista Waterpolo Bari: nella prima di ritorno sabato 2 aprile Di Pasquale e compagni sono attesi al centro sportivo Le Cupole di Acilia, alle porte di Roma, dove giocheranno alle ore 18.00 (arbitra Acierno) contro la Tyrsenia a caccia di punti salvezza. All’andata non ci fu storia, e i biancorossi vinsero facilmente per 16-7 la prima delle nove partite del girone d’andata. Al rientro dalla sosta pasquale però bisogna far attenzione ai cali di attenzione e alla tenuta atletica: la formazione di Antonello Risola non può permettersi passi falsi a metà campionato, deve continuare a mantenere un largo vantaggio sulla seconda in classifica per arrivare serenamente ai play off.

Per la serie B femminile la seconda giornata di campionato prevede l’esordio della Mediterraneo Taranto guidata quest’anno da mister Mauro Birri: il posticipo di sabato 2 aprile alle 21.15 per Lussuoso e compagne in programma il match casalingo contro il Potenza Nuoto.

Previsto il tutto esaurito nel catino bollente della vasca tarantina. Durissima trasferta invece attende domenica 3 aprile le ragazze della Flipper: appuntamento alle 14.15 a Pozzuoli, nella piscina di Monteruscello contro il Posillipo. Le delfinette guidate da Fabio Guarini hanno pagato duramente il battesimo di fuoco in serie B contro l’Azzurra 99, perdendo per 2-24 la prima partita in casa. Sulla carta il match di domenica è tutto a favore delle campane, ma in acqua c’è tanto da imparare per queste giovanissime novizie della pallanuoto.

Sabato 2 aprile spazio nelle vasche pugliesi alla settima e ultima giornata d’andata del campionato di serie C maschile: allo Stadio del Nuoto di Bari si gioca alle 12.15 Payton-Master Valenzano mentre alle 15.15 in acqua Bio Sport e Rari Nantes Taranto. Trasferta a Crotone per la Fimco Sport, in acqua alle 14.00 mentre in serata alle 20.15 a Taranto la Mediterraneo ospita la Sport Project. Sempre sabato 2 aprile prende il via, con un anticipo, il campionato di Promozione organizzato dal comitato regionale della FIN: in acqua alla comunale di Monopoli alle 20.15 Adriatika-Nuoto Castellana.

Prima di ritorno anche per l’under 17 maschile, che propone per domenica 3 aprile nella serie A due belle partite allo Stadio del Nuoto di Bari: alle 12.00 in acqua Mediterraneo Taranto-Cosenza Nuoto mentre alle 13.30 spazio a Waterpolo Bari-Auditore Crotone. Riposa la GP Modugno. Per la serie B c’è una partita a Bari alle 10.45 tra Master Valenzano e Rari Nantes Taranto menre alle 12.45 in acqua alla Masseriola di Brindisi Fimco Sport-Basilicata Nuoto 2000. Riposa l’Impero Fasano. Terza giornata di ritorno invece per la serie C dell’under 17, con in acqua domenica 3 aprile presso la piscina Meridiana alle 9.30 i padroni di casa contro il Nuoto Giovinazzo. Si gioca a Bari, alle 9.15 il match tra Dharmha Casamassima e Nadir Putignano.

Tornano in acqua dopo la pausa pasquale anche i ragazzi under 13: in serie A si gioca la quinta e ultima giornata d’andata domenica 3 aprile. Alle 12 alla piscina Meridiana di Taranto i padroni di casa incontrano la Sport Project mentre allo Stadio del Nuoto di Bari si gioca alle 16.30 Bio Sport-Payton Bari e alle 17.30 Gp Modugno-Mediterraneo Taranto.

Per la serie B under 13 invece seconda giornata d’andata con il concentramento a Brindisi: alla Masseriola in acqua alle 10.15 Flipper-Fimco Sport mentre alle 11.15 Castellana-Otré Noci. Per la serie C prima giornata di ritorno domenica 3 aprile con base ad Altamura: in acqua alle 9.15 Rn Taranto-Impero Fasano mentre alle 10.15 Sport Club-Pianeta Benessere.

SCALFITTURE & MARITIME TECHOLOGIES 2016: THE HUB OF YOUR BUSINESS AT SEA

ROMA – Si svolgerà Mercoledì 6 aprile alle 11.00 presso la sede dell’Associazione Stampa Estera a Roma la conferenza stampa di presentazione del SCALFITTURE & MARITIME TECHOLOGIES 2016, evento italiano, di rilevanza internazionale, che avrà luogo presso la Base Navale della Spezia dal 24 al 27 maggio.

La manifestazione si afferma come piattaforma di business e confronto tecnico-scientifico tra i big player dell’economia del mare, la Marina Militare e le piccole e medie imprese e si pone l’obiettivo di attivare e implementare tutte le relazioni ed interconnessioni tra imprese che hanno il mare come core business: cantieri, shipping, nautica, porti, Marine Militari Estere, tecnologie del mare, ambiente e pesca.

La presenza delle Marine Militari Estere è un fattore determinante per la conoscenza diretta delle tecnologie e delle soluzioni proposte dal sistema impresa Italia. I nuovi mercati, in particolare nel comparto Difesa, hanno visto l’affermarsi di grandi investitori, come Cina, Brasile, Turchia, e di una fascia di Paesi che hanno bisogno di coniugare l’esigenza di dotazioni militari e civili con la disponibilità di budget contenuti e tempi di consegna ridotti. In questo senso l’offerta di refitting da parte del sistema industriale italiano rappresenta un forte appeal.
Le navi dismesse dalla Marina Militare rappresentano un buon affare per le marine estere più piccole perché sono garanzia di affidabilità nel tempo in quanto progettate e costruite in Italia dove la cantieristica ed il suo indotto sono espressione di altissimo livello di tecnologia e innovazione, manifesto del Made in Italy nel mondo. L’attuazione del  programma navale d’emergenza  garantisce il mantenimento e l’incremento del vantaggio tecnologico nazionale ed internazionale nel settore della cantieristica.

Il refitting e la vendita delle unità della Marina non più in linea, costituiscono un’alternativa vantaggiosa rispetto alla demolizione, poiché generano lavoro per la cantieristica nazionale. L’impiego degli arsenali della Marina Militare nelle attività di refitting costituisce un ulteriore valore aggiunto in termini di competenze e strutture. Per la Marina Militare partecipare al SeaFuture&MT 2016 significa supportare le imprese nazionali e, di conseguenza, il sistema Paese.

I bacini degli Arsenali, con il proprio personale militare e civile, diventano sempre di più propulsori non solo di sicurezza, ma anche di benessere e prosperità per il Paese: valorizzare al massimo le potenzialità degli stabilimenti e impianti della Marina, per renderli redditizi per lo Stato, facendo divenire gli Arsenali siti “duali e produttivi” il più possibile autonomi dal punto di vista finanziario, aperti al mondo mercantile ed industriale.
Alla conferenza stampa interverranno: Cristiana Pagni, Presidente di La Spezia EPS, Azienda speciale della Camera di Commercio della Spezia, l’Ammiraglio di Divisione Roberto Camerini, Comandante del Comando Marittimo Nord, il Senatore Lorenzo Forcieri, Presidente dell’Autorità Portuale della Spezia e del Distretto Ligure delle Tecnologie del Mare. Alla conferenza stampa saranno presenti i Main Sponsor della manifestazione.

Porto di Ancona: concessioni sulle banchine della darsena Marche

ANCONA – In data odierna il Comitato Portuale, previo parere favorevole rilasciato dalla Commissione Consultiva in mattinata, ha esaminato la domanda di concessione della banchina 23. Delle due proposte inizialmente pervenute, una è stata ritirata dal richiedente in sede di istruttoria. Il Comitato Portuale ha pertanto esaminato solamente la proposta presentata da I.Co.P. Srl ed ha espresso parere favorevole al rilascio della concessione demaniale per 18 mesi.

La durata inferiore della concessione, rispetto a quella di 24 mesi rilasciata per la banchina 25, dipende dalla necessità di eseguire alcuni lavori di consolidamento della banchina, che dureranno circa 6 mesi e che saranno svolti al termine del periodo concessorio.

“Con l’atto odierno concludiamo la definizione temporanea dell’assetto degli spazi del porto per la movimentazione delle merci” ha dichiarato il Presidente Giampieri. “Questo ci consente ora di focalizzare l’attenzione sull’ulteriore potenziamento e sviluppo delle infrastrutture portuali.

Mi riferisco in particolare all’adeguamento strutturale della banchina 22 e al secondo stralcio della banchina rettilinea, che la porterà ad una lunghezza complessiva di circa 617 metri. I procedimenti aggiudicatori di queste opere stanno proseguendo con la massima attenzione. Un primo risultato è stato comunque già conseguito con la realizzazione, in tempi molto rapidi, del palancolato provvisorio di fronte al nuovo tratto della banchina rettilinea, indispensabile per consentire l’immediato avvio del cantiere una volta affidati i lavori.

Inoltre, la nostra struttura interna è impegnata, insieme alle competenti Autorità e con la fattiva collaborazione della Capitaneria di Porto, della Vice Presidente della Regione Marche Anna Casini e dei tecnici della Regione, per assicurare tempi certi, trasparenza e tutela dell’ambiente nelle operazioni di dragaggio che saranno effettuate nella Darsena Marche, nel bacino Fincantieri e nel porto turistico di Marina Dorica”.

“Sportello del porto” presso il Comune di Vado Ligure

SAVONA – Con l’obiettivo di illustrare in maniera trasparente la variante tecnica al progetto della piattaforma multipurpose di Vado Ligure e per raggiungere la maggior parte delle persone che vogliano informarsi in maniera diretta sugli elementi che hanno costituito lo Studio di impatto ambientale propedeutico alla richiesta di VIA, l’Autorità Portuale di Savona ha chiesto al Comune di Vado la disponibilità di uno spazio all’interno della sede municipale da adibire a “sportello del porto” per il cittadino.

Nelle giornate di mercoledì 13 aprile (al mattino dalle 10 alle 12) e giovedì 14 aprile (al pomeriggio dalle 15 alle 17) l’Autorità Portuale sarà dunque a Vado presso il Comune con propri tecnici per illustrare la parte di piattaforma in variante ovvero la struttura realizzata in terrapieno e non completamente con cassoni a basamento a colonne. Terminata, infatti, la parte di radicamento a terra (30% dell’opera) e dopo un esaustivo studio di impatto ambientale, la soluzione progettata prevede l’utilizzo dei cassoni in calcestruzzo lungo il perimetro della banchina e all’interno un riempimento con materiale di risulta del tutto identico a quello già utilizzato in radice.

Le modifiche tecnico-strutturali, che non creano sostanziali e rilevanti differenze di impatto sull’ambiente marino rispetto alla precedente progettazione, sono già state oggetto della Conferenza dei Servizi convocata a Genova una decina di giorni fa tra i soggetti interessati alla realizzazione dell’infrastruttura e potranno essere spiegate anche ai cittadini in maniera trasparente.

Dopo il primo appuntamento, ne seguiranno altri per circa quattro settimane in modo da consentire a tutti gli interessati all’approfondimento del progetto di variante di avere risposte tecniche dirette.

Delrio: “Giornata positiva per economia e occupazione”

ROMA – Le norme sono passate “con l’intesa di tutte le Regioni e questo per noi era molto importante. Siamo convinti che questo tipo di riforma dia una competitività molto maggiore ai porti italiani; abbiamo lasciato sempre ampi spazi di autonomia e di iniziativa, il Paese deve correre, i porti italiani devono correre perché altrimenti perderanno ulteriore traffico in futuro, come già hanno fatto in questi anni”.

Lo ha detto il ministro per le Infrastrutture Graziano Delrio al termine della conferenza Stato-Regioni e Unificata che hanno approvato alcuni provvedimenti relativi alla riforma delle attività portuali. I porti italiani, ha aggiunto il ministro, “devono diventare sempre più competitivi; pensate che Copenaghen e Malmoe si sono uniti in un’unica autorità portuale pur essendo in paesi diversi perché la competitività sia a livello globale”.

Per questa ragione, ha osservato, “quella di oggi è una giornata positiva per l’economia italiana e per l’occupazione dei nostri porti perché sono convinto che con un forte coordinamento centrale, le autorità di sistema e la modernizzazione della portualità ci mettiamo in condizioni molto migliori rispetto a mesi fa”.

Delrio ha poi affermato di essere soddisfatto per “la posizione delle Regioni, che hanno espresso grande senso di responsabilità. In ogni caso noi concediamo aperture anche con i periodi transitori, ma abbiamo fiducia che il sistema si muova tutto in questa direzione, perché va bene l’Autonomia, ma deve andare di pari passo anche la cooperazione, e proprio questo deve diventare il motto della riforma della portualità italiana”.

Il ministro ha giudicato con favore il fatto che sia stato condiviso “il piano della logistica e della portualità, che dà un quadro generale per lo sviluppo della digitalizzazione, lo sdoganamento delle merci, i fast corridor e i collegamenti con gli interporti, tutte cose in cui l’Italia e’ stata molto debole e che ora diventano centrali”.

Relativamente alla moratoria di 36 mesi chiesta dalle Regioni per valutare le procedure da seguire per gli accorpamenti di alcune autorità portuali, Delrio ha spiegato che si tratta “di una facoltà che lasciamo aperta per coloro che lo riterranno opportuno. Ma spero che tutti comprendano che stare insieme aumenterà le potenzialità. Questa facoltà fa parte del rispetto che abbiamo dell’Autonomia, ma questo governo è abituato a correre sulle riforme e a fare in fretta: mi auguro che nessuno si prenda troppo tempo”, ha concluso Delrio.

IL NAUTILUS Anno 10 N°5

BRINDISI - Lo speciale di questo nuovo numero de Il Nautilus è dedicato al porto di Livorno con alcune importanti novità per lo scalo: dal nuovo Port Center alle banchine ancorate a -20 metri della Piattaforma Europea. Poi il porto di La Spezia con l’inaugurazione del terminal crociere a Largo Fiorillo e i dati del settore crocieristico evidenziati da Italian Cruise Day. Le competenze nel settore marittimo sono il tema di un interessante articolo curato dal direttore scientifico Abele Carruezzo. Un focus sul Piano operativo triennale dei porti del Nord Sardegna, ma anche ciò che accade tra Calabria e Sicilia Orientale con gli scali pronti a coordinarsi, i mezzi utilizzati dalla Guardia costiera, la Torre Piloti nel porto di Genova, la piattaforma logistica di Trieste, le mega navi, l’accorpamento dei porti campani completano il quadro delle informazioni più importanti del settore.
www.brindisi-corfu.it telebrindisi.tv poseidone danese

© 2016 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab