peyrani
Home »

IL PUNTO SU MASERATI MULTI70 ALLA RORC

CANARIE – Al quinto giorno della RORC Transatlantic Race, Maserati Multi70 si trova in centro Atlantico con metà del percorso della regata alle spalle e un distacco di 266 miglia dal diretto e unico avversario Phaedo3 che guida la flotta. Sulla rotta ortodromica che porta a Grenada, Maserati Multi70 è a 1611 miglia dall’arrivo e naviga a 13 nodi (rilevamento delle 12 GMT) per agganciare il flusso da N/NW dell’alta pressione.

Nelle prossime ore, sfruttando al meglio la rotazione in senso orario dell’alta pressione dell’Atlantico, seguirà una rotta sempre più diretta verso il traguardo caraibico.Giovanni Soldini nel collegamento delle 13 GMT spiega così la situazione: “Stiamo ancora lottando per entrare nel vento pulito. Dopo aver passato la depressione con venti leggeri e piovaschi, spero sia la volta buona.

Ci aspettano 700 miglia sulle mura del foil a L che ci permette di volare, sarà interessante cercare di capire se si riesce a fare velocità e angoli competitivi anche con onde grosse. Fino a oggi le sensazioni che abbiamo sono molto positive”.

La RORC Transatlantic Race, giunta quest’anno alla terza edizione, prevede una rotta di 2865 miglia da Lanzarote (Canarie) a Grenada (Mar dei Caraibi). In corsa 14 barche divise fra IRC, Class 40 e Mocra Multihull. Il record dei multiscafi è quello stabilito dal trimarano Phaedo3 lo scorso anno con un tempo di 5 giorni, 22 ore, 46 minuti e 3 secondi.

Foto: Tiziano Canu

IL NAUTILUS Anno 11 N°2

BRINDISI - Uno speciale su porto di Venezia, dagli accordi internazionali con Tianjin e Rostock alla crescita dei traffici grazie alla “cita del ferro”, è tra gli argomenti di questo nuovo numero della rivista Il Nautilus. All’interno anche i porti del Nord Sardegna in continua crescita sul fronte dei passeggeri. A cura di Stefano Carbonara, le ultime novità sul pronunciamento dell’Aja nell’arbitrato delle Filippine. Poi i dati Nomisma sul porto di Genova, l’autostrada del mare di Livorno verso Fujairah, l’adeguamento dei porti rispetto alla pesatura dei container e la piattaforma di Vado Ligure finanziata dall’Unione europea. Infine i costi dei porti green, da Adriatic Sea Tourism Report un focus sui porti dell’Adriatico, l’importanza dell’acquacoltura, il piano regolatore di Salerno e le gare di motonautica che si sono svolte a Brindisi a luglio.
www.brindisi-corfu.it telebrindisi.tv poseidone danese

© 2016 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab