peyrani
Home »

A SESTRI VARATA “SEABOURN OVATION”

TRIESTE – Si è svolta oggi presso lo stabilimento di Genova Sestri Ponente la cerimonia di varo di “Seabourn Ovation”, la seconda nave da crociera extra-lusso, dopo “Seabourn Encore”, che Fincantieri sta realizzando per la società armatrice Seabourn Cruise Line, brand di Carnival Corporation.
Per la società armatrice, tra gli altri, era presente il Presidente Richard Meadows, mentre per Fincantieri ha presenziato Paolo Capobianco, Direttore dello stabilimento.

“Seabourn Ovation”, che entrerà a far parte della flotta di Seabourn nella primavera del 2018, sarà caratterizzata da un design moderno e innovativo e messa a punto secondo le caratteristiche e le soluzioni tecniche d’avanguardia che fanno di Seabourn uno fra i brand di maggior prestigio nel segmento extra-lusso e con essa continuerà l’ammodernamento della flotta cominciato nel 2009. L’unità gemella, “Seabourn Encore”, è stata consegnata a fine 2016 nel cantiere di Marghera.

L’unità avrà 40.350 tonnellate di stazza lorda, sarà lunga circa 210 metri, larga 28 e potrà raggiungere i 18,6 nodi di velocità di crociera. Potrà inoltre ospitare a bordo appena 600 passeggeri, in spaziose suite doppie tutte dotate di balcone privato. Il progetto di “Seabourn Ovation”, come quello della sua unità gemella, è particolarmente innovativo in quanto orientato all’ottimizzazione dell’efficienza energetica e al minimo impatto ambientale, e nella costruzione verranno adottate tecnologie avanzate con standard che superano le richieste delle normative di riferimento.

Fincantieri ha costruito dal 1990 ad oggi 78 navi da crociera (di cui 55 dal 2002), 63 delle quali per i diversi brand di Carnival, mentre altre 31 unità, compresi accordi, sono in costruzione o di prossima realizzazione negli stabilimenti del gruppo, di cui 8 per società armatrici del gruppo statunitense.

Prime regate per Ardi e per gli Juniores Optimist

CROTONE – Si è conclusa la prima giornata di regate a Crotone e a Mahon dove, rispettivamente, i tre juniores Optimist della Scuola Vela Valentin Mankin -Federico Lunardi, Tommaso Barbuti e Margherita Pezzella stanno tenendo alti i colori della Versilia ai Campionati Giovanili in programma sino a domenica 3 settembre, e lo stupendo One Tonner Ardi, l’ex Kerkyra II, è impegnato sino a sabato 2 settembre nella XIV Copa del Rey Panerai Vela Clásica Menorca, penultima tappa del Panerai Classic Yachts Challenge 2017.

Buona partenza, anche se in salita, per Ardi, barca scuola del Club Nautico Versilia e del CV Torre del Lago (con il quale il CNV è gemellato per la Scuola di Vela) impegnato nelle acque di Mahon sino a sabato 2 settembre nella XIV Copa del Rey Panerai Vela Clásica Menorca, penultima tappa del Panerai Classic Yachts Challenge 2017. “Sfortunatamente una rottura del genoa prima della partenza della regata d’apertura ci ha penalizzato costringendoci in una zona di bonaccia.- ha spiegato il Consigliere CNV Fabio Conti impegnato nella trasferta spagnola insieme a Gianluca Poli, Alberto Falcini, Roberto Pardini, Patrizio Cau, Alessio Chiaramonti, Francesca Pucci, Paolo Ciabatti e Simone Murri- Siamo riusciti comunque recuperare parzialmente e a finire la prova al terzo posto della Categoria B Classic e quinti in generale (Raggruppamento A+B). La vela è già in riparazione.

Meteo molto perturbato, più mare che vento, (sul 1,5 m/t), con continui salti a zone, alternato a bonacce. La partenza di oggi (venerdì 1 settembre) è fissata alle ore 12.30 con meteo in peggioramento ma più uniforme. Stessa cosa per domani (sabato), terza ed ultima giornata di regate molto impegnative, considerando anche il livello delle imbarcazioni presenti.” Al via, infatti, 67 barche suddivise in tre categorie, in maggioranza spagnole, italiane, francesi, inglesi ma anche portoghesi, argentine e monegasche. La più numerosa è la Classic alla quale appartiene Ardi e molte barche titolate e plurivincitrici.

Archiviata con successo la 32° Coppa Primavela con Manuel Scacciati sul podio e il 34° posto di Federico Querzolo, sempre nelle acque di Crotone hanno preso il via i Campionati Nazionali Giovanili della classi in singolo, organizzati dalla Federazione Italiana Vela e ospitati dal Club Velico Crotone. “Sono quasi 600 i giovani velisti che si sfideranno nelle acque della “città del vento e della vela” in sei diverse classi: Optimist, Laser 4.7, Laser Radial, RS:X e Techno 293, e per la prima volta anche il Kitesurf e l’O’Pen Bic. Nella prima giornata belle condizioni di vento da Sud-Ovest tra gli 11 ed i 14 nodi su tutti e cinque i campi di regata, un po’ più intenso su quelli a sud (Optimist e Radial) e meno sui tre più a nord (O’Pen Bic, tavole a vela e Kitesurf)- si legge nel comunicato dell’Ufficio Stampa FIV -I 129 giovani timonieri Optimist sono stati divisi in due flotte, ed entrambe hanno concluso tre prove. In testa, con tre primi, il campione del Mondo Marco Gradoni (Tognazzi Marine Village) seguito da Alfonso Palumbo (LNI Trani) e da Giulia Sepe (CV Roma).”

Al termine della prima giornata e delle prime tre regate la classifica provvisoria vede i tre juniores della Scuola Vela Valentin Mankin -creata lo scorso anno dall’impegno del Club Nautico Versilia, del Circolo Velico Torre del Lago Puccini e della Società Velica Viareggina- rispettivamente al 61° posto (Margherita Pezzella, 37,21,40 i parziali), al 73° (Federico Lunardi con 57,19,32) e al 106° (Tommaso Barbuti con 56,22,60). “Siamo i primi fra i toscani in classifica.” hanno sottolineato gli accompagnatori Stefano Querzolo, responsabile del progetto Vela Scuola per la Scuola di Vela Valentin Mankin, Massimo Bertolani presidente del CVTLP e Muzio Scacciati, Consigliere del CNV e promotore del Progetto Scuola Vela.

IL NAUTILUS Anno 12 N°2

BRINDISI - Lo speciale di questo nuovo numero de Il Nautilus è dedicato al porto di Trieste che, tra cambiamenti già effettuati e progetti con finanziamenti in arrivo, sta mutando la sua fisionomia e crescendo come scalo in Adriatico. Accanto a queste novità sullo scalo ci sono anche quelle che riguardano i porti di Livorno, Porto Torres, Savona, Cagliari, Ancona e Bari. In questo numero troverete anche un’intera pagina dedicata alla fiscalità legata al mondo del diportismo con gli aggiornamenti sulle ultime modifiche alle leggi.
poseidone danese

© 2017 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab