Home » Archivio Autore
Storie scritte da Redazione

Melges 24 European Sailing Series: Arkanoè by Montura sale sul podio Corinthian a Scarlino

Scarlino- Nove prove all’attivo, tutte disputate in condizioni di brezza leggerissima, e un unico leader sin dalla prima regata della serie, che risponde al nome di Maidollis: con una scoreline sempre entro la top-ten, l’equipaggio di Gian Luca Perego si laurea Campione Italiano Melges 24 2019, centrando il terzo successo consecutivo nella stagione.

Il bilancio della quarta frazione del circuito di regate Melges 24 European Sailing Series, valida anche come Campionato Italiano Melges 24, è positivo anche per Arkanoè by Montura di Sergio Caramel: con piazzamenti constanti, sempre entro la prima metà della classifica, ed un prezioso bullet centrato nella seconda regata della serie, il giovanissimo equipaggio chiude la manifestazione all’ottavo posto nella classifica generale, salendo sul terzo gradino del podio Corinthian.

La vittoria, nella divisione riservata a velisti non professionisti, è andata ai pluri-iridati a bordo di Taki 4 di Marco Zammarchi (quarti overall), seguiti sul podio da Seven-Five-Nine di Akos Csolto (quinto overall).

La flotta Melges 24, dopo un break estivo di due mesi, si riunirà a Villasimius, dove tra settembre e ottobre si disputeranno i Pre-Worlds e il Campionato del Mondo: si stima saranno presenti oltre cinquanta imbarcazioni, con tutti i top team della Classe che si riuniranno, anche da oltreoceano, per competere in uno dei campi di regata più spettacolari del mondo e stabilire chi succederà ad Altea, che ha conquistato il titolo iridato in Canada nel 2018, nell’albo d’oro dei Campioni del Mondo Melges 24.

Classifica completa di Scarlino a questo link.

Tutti gli aggiornamenti sono disponibili sul sito www.arkanoe.net e sulle relative pagine Facebook e Instagram.

Foto: Zerogradinord


Melges 24 Tour 2019: Maidollis fa sua anche Scarlino e si laurea Campione Italiano Melges 24

Marina di Scarlino- Si conclude con nove prove in attivo, il massimo previsto dal bando di regata, la terza frazione del circuito di regate Melges 24 Tour 2019, organizzata dalla Classe Italiana Melges 24 e valida anche come Campionato Italiano Open di questo monotipo che, a oltre vent’anni dal lancio, continua a confermarsi una delle imbarcazioni più competitive e avvincenti del panorama velico internazionale.

Sin dal primo giorno di regate a Scarlino, i Campioni Europei in carica a bordo di Maidollis (Fracassoli-Fonda) dettano il proprio ritmo e, con risultati parziali di 1-3-3-2-1-6-2-1-DNC, si aggiudicano la vittoria della tappa con una prova d’anticipo, lasciandosi alle spalle sul podio Melgina di Paolo Brescia, che nel corso del weekend ha sempre gravitato all’interno della top-3, e Bombarda di Andrea Pozzi, medaglia di bronzo a un solo punto dai secondi classificati.

Per Maidollis, quella di Scarlino rappresenta la terza vittoria consecutiva nella stagione 2019: gli uomini di Gian Luca Perego hanno infatti fino ad oggi messo il sigillo su tutti gli eventi a cui hanno partecipato, dimostrando una costanza e velocità sull’acqua difficilmente attaccabile dagli avversari.

Carlo Fracassoli, timoniere di Maidollis, ha commentato: “Felicissimi di come sia andata questa tappa, anche perché le condizioni di vento leggerissimo che abbiamo trovato qui a Scarlino ci hanno messo a dura prova. Con brezza così leggera, ogni movimento in barca poteva fare la differenza, ma l’equipaggio si è sempre mosso in sincronia, dimostrando nel complesso un buon boat handling. La costanza nei piazzamenti è però ciò che ci ha permesso di fare risultato in vetta alla classifica. Il bello della stagione deve ancora arrivare: per il Mondiale scenderanno in acqua, arrivando anche da oltreoceano, equipaggi molto competitivi, con cui siamo certi si accenderà una bella sfida”.

La classifica Corinthian di Scarlino vede trionfare i pluricampioni a bordo di Taki 4 di Marco Zammarchi, che si aggiudicano anche il titolo di Campioni Italiani Corinthian 2019. L’equipaggio di Zammarchi è seguito sul podio dagli Ungheresi di Seven-Five-Nine e da Arkanoè by Montura di Sergio Caramel.

Lasciata la Toscana e dopo la pausa estiva, la flotta Melges 24 si prepara all’evento clou di stagione, il Campionato del Mondo di Villasimius: si scenderà in acqua dal 20 al 22 settembre per i Pre-Worlds, mentre dal 5 al 12 ottobre si regaterà per scoprire chi succederà ad Altea di Andrea Racchelli nell’albo d’oro dei Campioni del Mondo Melges 24.

Foto: Zerogradinord

Melges 24 European Sailing Series: A Scarlino arriva il terzo podio di stagione per Bombarda

Scarlino- Tre eventi disputati finora nella stagione 2019 e tre piazzamenti sul podio: è questo il bilancio positivo con cui l’equipaggio di Bombarda lascia Scarlino, dove oggi ha chiuso la quarta frazione del circuito internazionale di regate Melges 24 European Sailing Series al terzo posto.

Andrea Pozzi e i suoi uomini hanno dimostrato costanza e solidità nella serie di regate toscane, tutte caratterizzate da vento leggero mai sopra i dieci nodi: con risultati parziali di 5-6-5-9-6-2-(16)-2-6, Bombarda ha chiuso l’evento in terza posizione, staccato di un solo punto da Melgina di Paolo Brescia, medaglia d’argento.

La vittoria è andata, per la terza volta consecutiva in questa stagione, a Maidollis di Gian Luca Perego, che con il tandem Fracassoli-Fonda al timone e alla tattica, ha dettato il proprio ritmo a tutta la flotta sin dalla prima giornata di regate, mettendo il sigillo sul successo e guadagnando il titolo di Campione Italiano Melges 24 2019 con una prova d’anticipo.

Archiviato l’evento di Scarlino, la flotta Melges 24 si prepara a fare rotta sulla Sardegna, dove dopo due mesi di pausa estiva si preparerà ai Campionati del Mondo con i Pre-Worlds (20-22 settembre) a Villasimius, per poi competere nello stesso campo di regata ad ottobre, dove si incoronerà il Campione del Mondo Melges 24 2019.

A bordo di Bombarda Racing, per la stagione 2019, regatano Andrea Pozzi, Matteo Ivaldi, Stefano Ciampalini, Carlo Zermini e Nicholas Dal Ferro. L’attività del team è coordinata dal coach Giulio Desiderato.

Foto: Zerogradinord


Conclusa ad Anzio la Finn Silver Cup 2019 Paolo Freddi secondo tra gli Under 19

Con l’ultima prova di oggi si è concluso ad Anzio il Campionato Mondiale Finn Under 23.

Il vincitore del Mondiale Under 23 della classe Finn è il finlandese Oskari Muhonen, medaglia d’argento per lo spagnolo Joan Cardona e medaglia di bronzo allo svizzero Nils Theuninck.

Rammarico per Federico Colaninno (YC Gaeta) che chiude in quarta posizione dopo un mondiale regatato sempre nelle prime posizioni e che ieri, ad una sola prova dal termine, lo vedeva occupare il secondo posto.

Paolo Freddi (LNI Ancona) chiude in 17esima posizione e secondo tra gli Under 19, Roberto Rinaldi (CDV Roma) in 18esima e terzo tra gli Under 19 e Matteo Guglielmo (CDV Roma) al 28esimo posto.

La Finn Silver Cup 2020 si svolgerà in Polonia a Gdynia nelle ultime settimane di agosto.

Motonautica: Abu Dhabi 4 vince Gara 1 dello Stresa Grand Prix of Italy – UIM XCAT World Championship 2019

Successo per Abu Dhabi 4 (UAE) in Gara 1 dello Stresa Grand Prix of Italy – UIM XCAT World Championship 2019. L’imbarcazione condotta da Shaun Torrente e Faleh Al Mansoori si è imposta sul Lago Maggiore davanti a Maritimo (AUS) di Tom Barry-Cotter e Ross Willaton che aveva conquistato la Pole Position. A completare il podio, dopo una lunga bagarre e tanto spettacolo, è Dubai Police (UAE) di Arif Al Zaffain e Nadir Bin Hendi.

La classifica parziale dopo Gara 1 vede Abu Dhabi 4 (UAE) al comando con 35 punti, seguita da Maritimo (AUS) 30, Dubai Police (UAE) 26, Blue Roo (AUS) 22, 222 Offshore (ITA-AUS) 18, HPI Racing Team (ITA) 15, Abu Dhabi 5 (UAE) 12, Swecat Racing (SWE) 10, Videx (ITA) 8, New Star Racing (RUS) 6, Consulbrokers (ESP) 5, De Mitri (ITA) 4 e Kuwait (KUW) 0.

Entusiasta del successo di pubblico che l’UIM XCAT sta riscontrando a Stresa, Raffaele Chiulli (Presidente UIM) ha dichiarato: «Siamo molto contenti dell’accoglienza che ci ha riservato, anche quest’anno, la città di Stresa. C’è molta passione e molto calore da parte dei tifosi: tutto ciò è meraviglioso. Lo Stresa Grand Prix of Italy – UIM XCAT World Championship 2019, del resto, è un appuntamento molto importante a livello internazionale, visti i tanti paesi che sono qui rappresentati. Questo è anche un modo per esportare un modello di made in Italy nel mondo».

Oggi, domenica 20 luglio, alle ore 17:20, via a Gara 2 che decreterà il vincitore dello Stresa Grand Prix of Italy – UIM XCAT World Championship 2019.

CAMPIONATO ITALIANO ASSOLUTO VELA D’ALTURA 2019: ULTIMO GIORNO DI REGATE

Ultimo giorno del Campionato Italiano Assoluto di Vela d’Altura 2019 – trofeo BPER Banca, organizzato dalla Federazione Italiana Vela insieme al Club Velico Crotone e all’Unione Vela d’Altura Italiana, dal 16 al 20 luglio.

Ultima prova in acqua per l’assegnazione del titolo nelle acque di Crotone.
Con la regata di oggi, si chiudono le 8 prove del Campionato Italiano Altura 2019.

I risultati parlano chiaro e le poche novità in classifica confermano l’impegno di diversi equipaggi nella volontà di aggiudicarsi il titolo nazionale.
Grande soddisfazione da parte del Vela Club Crotone che è riuscito nel difficile compito di portare a casa tutte le regate in programma, nonostante le difficili condizioni meteo dei primi giorni.

Al termine dei 4 giorni di regate, ecco i risultati overall di ogni classe:

Classe 0 R: Altair 3 di Sandro Paniccia – Scuderia 50
Classe 0 C: Milù III di Andrea Pietrolucci – Mylius 14E55
Classe 1 R: Blue Sky di Claudio Terrieri – GS 43
Classe 1 C: Pazza Idea, di Pierluigi Bresciani – Arya 41.5
Classe 2 R: Guardamago II di Massimo Romeo Piparo – Italia Yachts 11:98
Classe 2 C: Morgan IV di Nicola De Gemmis – GS 39
Classe 3 R: Scugnizza di Vincenzo de Blasio – Italia Yachts 11:98
Classe 3 C: South Kensington di Massimo Licata D’Andrea – First 35
Classe 4 C: Vlag di Luca Baldino – Vismara 34

Il Trofeo “Carlo De Zerbi” per i Titoli di Campione Italiano delle Classi Regata e Crociera/Regata è stato assegnato a:
Gruppo A: Milù III di Andrea Pietrolucci
Gruppo B: Vlag di Luca Baldino
Regata (Classi A,1,2,3): Blue Sky di Claudio Terrieri

Il Trofeo “Bper Banca” messo in palio dallo sponsor al primo classificato overall del Gruppo A a Blue Sky di Claudio Terrieri e al primo classificato overall del Gruppo B, Sugar III dell’estone Ott Kikkas.

Il Trofeo “Dei Tre Mari”, messo in palio dall’UVAI, assegnato alle imbarcazioni qualificate risultate prime nelle classifiche di ciascuno dei due Gruppi, ovvero:
Gruppo A: Blue Sky di Claudio Terrieri
Gruppo B: Vlag di Luca Baldino

Quindi i Premi Uvai ai migliori armatori timonieri di ciascuno dei due Gruppi:
Gruppo A: Blue Sky di Claudio Terrieri
Gruppo B: Scugnizza di Vincenzo de Blasio

Il Campionato si è chiuso ufficialmente oggi pomeriggio alle ore 16, con la cerimonia di premiazione; alla cerimonia – che si è svolta all’interno del villaggio Magna Grecia Life Style, nel porto vecchio ed autentico polo di attrazione dell’evento – erano presenti il presidente della Federvela Francesco Ettorre, i consiglieri federali Fiv Donatello Mellina e Fabio Colella, il presidente dell’Uvai Fabrizio Gagliardi, il vicepresidente Bartolo Maugeri, il presidente del Club Velico Crotone Francesco Verri, il sindaco di Crotone Ugo Pugliese, il presidente del comitato organizzatore dell’evento sportivo Salvatore Gaetano.

Francesco Ettorre, presidente Federazione Italiana Vela:
“E’ stato un Campionato molto ben organizzato e sono stati gli atleti stessi a riconoscere un’organizzazione fatta bene e con tanto spirito di sacrificio. Grande accoglienza da parte della città e del Club Velico. I nostri eventi devono essere sì delle regate ma devono essere anche degli eventi per le città che li accolgono. Da questo punto di vista soddisfazione massima.
In mare alta la qualità degli equipaggi, complimenti ai vincitori e un grazie a tutti coloro che hanno contribuito in mare e a terra a rendere questo evento unico.”

Francesco Verri, presidente Club Nautico Crotone:
“La città del vento non ci ha tradito con le sue 8 prove su 8, sono stati giorni magnifici in cui gli equipaggi si sono integrati con il Circolo e hanno vissuto la regata a 360°. In questi anni a Crotone abbiamo organizzato importanti regate nazionali e internazionali, questo è stato il nostro primo cimento con l’Altura, dobbiamo molto alla fiducia che ci è stata concordata da FIV e da UVAI, abbiamo cercato di ripagarla con la professionalità e il grande impegno di tutti.”

Appuntamento il prossimo anno a Gaeta per il Campionato Italiano Vela d’Altura 2020.

Classifiche complete sul sito dell’evento: https://www.campionatoitalianoaltura2019.it

Melges 24 European Sailing Series: A Scarlino, Bombarda lotta per il podio

Scarlino- Il ritmo della seconda giornata di regate a Scarlino, dove la flotta Melges 24 è impegnata nella quarta frazione delle Melges 24 European Sailing Series, anche valida come Campionato Italiano Open, è dettato da una brezza da 220-225 che sfiora i 10 nodi di intensità.

Protagonista di giornata è Altea, Campione del Mondo in carica dopo il titolo conquistato in quel di Victoria (Canada) nel 2018, che con risultati parziali di 1-2-3 recupera punti importanti nella classifica generale risalendo, dopo il day 2, dal settimo al secondo posto del ranking, alle spalle solo di Maidollis, che mantiene saldamente la leadership conquistata già ieri. La top-three provvisoria è completata da Melgina di Paolo Brescia (3-8-1 i parziali di oggi).

Per Bombarda Racing di Andrea Pozzi è un’altra buona giornata: con parziali di 9-6-2, di cui il primo poi scartato come peggior risultato della serie finora, gli uomini di Pozzi occupano il quarto posto della classifica generale, lasciando del tutto aperta la sfida per il podio, che si risolverà domani con un massimo di tre prove ancora da completare.

Giulio Desiderato, coach di Bombarda Racing: “Siamo soddisfatti dei risultati ottenuti finora in questa serie di regate: i ragazzi a bordo hanno dimostrato grande solidità nei piazzamenti, riuscendo a chiudere tutte le prove in top ten e hanno saputo leggere bene sia le condizioni di vento leggerissimo di ieri, sia quelle di brezza un po’ più consistente di oggi. Con tre regate ancora da completare, la classifica può cambiare rapidamente: domani si dovrà regatare con attenzione cercando di ambire ad un altro piazzamento sul podio”.

A bordo di Bombarda Racing, per la stagione 2019, regatano Andrea Pozzi, Matteo Ivaldi, Stefano Ciampalini, Carlo Zermini e Nicholas Dal Ferro. L’attività del team è coordinata dal coach Giulio Desiderato.

Classifiche dell’evento di Scarlino disponibili a questo link.

Foto: Zerogradinord

ADsP MAS-PONTE MOLIN: CHIUSURA ALLA CIRCOLAZIONE PEDONALE

Venezia-Stamane si è svolto un sopralluogo tecnico al Ponte Molin da parte dell’ing. Andrea Marascalchi dell’omonimo studio veneziano di ingegneria in qualità di perito terzo incaricato da AdSP di verificare la sicurezza della struttura. L’esperto, rilevando un grave ammaloramento del ponte, ha evidenziato la necessità di interdire completamente la viabilità pubblica.

L’AdSP, che svolge regolarmente attività di verifica sullo stato delle infrastrutture di sua competenza, ha dunque transennato il ponte chiudendolo al pubblico per garantire la sicurezza degli utenti. Ulteriori verifiche verranno svolte nei prossimi giorni per capire se sarà necessario adottare nuove misure relativamente al traffico acqueo in transito sotto al manufatto.

Il sopralluogo, svolto stamane è stato richiesto dall’AdSP al fine di verificare lo stato della struttura del sotto-impalcato. La perizia, la seconda svolta nel corso di questa settimana, risponde anche ad alcune segnalazioni giunte da parte di privati che si sono trovati a transitare sotto la campata del ponte in barca e hanno riportato una situazione di potenziale pericolo per i pedoni.

L’AdSP ha già incaricato uno studio di ingegneria affinché si attivi per ricostruire il ponte esattamente “com’era e dov’era”. L’Ente ha già avviato un’interlocuzione con l’Amministrazione comunale e garantisce una piena collaborazione con il Comune di Venezia per definire la collocazione di adeguate rampe di accesso sul ponte ristrutturato e per individuare nel più breve tempo possibile eventuali percorsi alternativi nella fase di realizzazione dell’opera.

L’Autorità, conscia del fatto che l’opera si trovava in stato precario, aveva rivolto in data 28 giugno 2019 al Consiglio comunale di Venezia una richiesta di audizione in Commissione Urbanistica per riferire sullo stato dell’opera e per avere aggiornamenti sull’iter autorizzatorio del progetto presentato dall’Ente per la realizzazione di un nuovo manufatto.

Marittimi: incidente mortale a Savona. Comunicato delle Segreterie Nazionali

L’incidente avvenuto ieri al porto di Savona sulla M/N Llektra ha causato la morte di un lavoratore marittimo originario delle Filippine.
Le segreterie nazionali Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti esprimono il loro cordoglio alla famiglia e ai compagni di lavoro.

Questo ennesimo grave incidente ricorda a tutti che la prevenzione sui luoghi di lavoro è un fattore di assoluta deterrenza di questi accadimenti e che i controlli sulle procedure con le quali vengono svolte le attività a bordo alle navi devono essere costanti.
Per raggiungere l’obiettivo di ridurre al massimo i rischi nei luoghi di lavoro è necessario un approccio culturale diverso, più orientato alla salvaguardia della salute che alla ricerca del mero profitto.

Abbiamo ancora davanti agli occhi le immagini di qualche settimana fa dei due marittimi imbragati e appesi ad una gru di bordo per essere calati tra le stive di containers per il recupero di materiale. Immagini che danno la netta sensazione che il settore marittimo è una zona franca in cui le regole valgono meno, dove la vita dei lavoratori comunitari o extracomunitari che siano può essere considerata diversamente da quella dei lavoratori di imprese terrestri.

Proviamo un grande dolore per la perdita di un’altra vita umana sul lavoro e vorremmo non accadesse mai più, ma sappiamo che senza un reale impegno di tutti i soggetti coinvolti questo auspicio potrebbe rimanere tale.
Le scelte economiche delle aziende e le mancate risposte da parte del governo sui temi della sicurezza, purtroppo complicano il quotidiano impegno del sindacato nella difesa della salute e della sicurezza nel mondo del lavoro.

È indispensabile e vitale investire nel lavoro sicuro, certo, stabile e tutelato ma soprattutto dare avvio con urgenza all’apertura di un confronto continuo con tutte le controparti, governo e aziende per costruire un tavolo permanente sulla sicurezza.

Campionato Mondiale Laser Radial Day2. Joyce Floridia vince la prova di giornata in flotta Gialla

Day 2 del Mondiale Laser Radial nelle acque giapponesi di Sakaiminato. Condizioni di vento moderate e di forte corrente consentono una sola prova di giornata. Joyce Floridia (SV Guardia di Finanza) vince la prova di giornata in flotta Gialla.

Il 2019 ILCA Laser Radial Women’s World Championship è cominciato con una partecipazione di tutte le atlete più forti del mondo: 111 iscritti (a fronte di un numero chiuso di 120) in rappresentanza di 49 bandiere diverse. L’importanza di questo Campionato è dato dalla possibilità di staccare il ticket per le Olimpiadi di Tokyo 2020, qualificazione che l’Italia ha già conquistato lo scorso anno con Carolina Albano ad Aahrus in occasione del Mondiale 2018.

La squadra italiana è guidata dal Coach Egon Vigna e vede la partecipazione di Carolina Albano (CV Muggia) – Joyce Floridia (SV Guardia di Finanza), Francesca Frazza (FV Peschiera) e Silvia Zennaro (SV Guardia di Finanza). Le atlete sono scesa in acqua questa mattina per le 3 prove previste, poi ridotte a una singola regata per via della corrente molto forte nella baia di Miho.
Anche il vento ha fatto la sua parte, con condizioni rafficate tra i 10 e i 15 nodi e frequenti salti di direzione. Insomma: condizioni particolarmente complicate.

In flotta Gialla: ottima prestazione di Joyce Floridia che si porta a casa una prima posizione e che sommata alla 24ma piazza di ieri si assesta a 25 punti in classifica generale.

Nella stessa flotta, Carolina Albano chiude con una posizione di svantaggio rispetto a ieri, 19ma, mentre Francesca Frazza, dopo l’ottimo 10 di ieri, si piazza 34ma.

In flotta Blu: buon risultato per Silvia Zennaro, che chiude questa giornata complicata in nona posizione.
Oltre alla vittoria di giornata per Joyce Floridia, in flotta Blu, la regata odierna è stata vinte dalla francese Marie Bolou, autrice anche ieri di un’ottima prova – si è classificata 3°.

Le regate proseguono dunque domani, nuovamente previste 3 prove di giornata invece di 2 per recuperare queste due prime giornate di condizioni irregolari. Il Campionato continua fino a mercoledì 24 luglio.

Foto: Hirai

IL NAUTILUS Anno 14 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato ai porti con un focus sulla Via della Seta e sulla via Traiana, il concetto dello IoT-Internet of Things, il contratto di ormeggio e il nuovo concetto di New-Port. Poi una riflessione sul principio di passaggio inoffensivo(riprendendo vicende come quella dell'Aquarius, Open Arms e Sea Watch 3). E ancora, approfondimenti sul potere amministrativo delle AdSP, Mare 2.0 e sulla navigazione delle navi e non delle merci.
poseidone danese

© 2019 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab