peyrani
Home » Authority, Centro » Porto di Ancona: i dirigenti di Bar in visita

Porto di Ancona: i dirigenti di Bar in visita

Il progetto di collaborazione tra l’Autorità portuale di Ancona e quella di Bar, ha portato oggi alcuni dirigenti dell’ente montenegrino a visitare lo scalo italiano: sono ospiti in questi giorni in città per studiare la legislazione italiana in materia di Authority, verificare la sua applicazione nello scalo, visitare l’infrastruttura e apprenderne i programmi di sviluppo. L’iniziativa, fa sapere l’Autorità portuale di Ancona, “si inquadra in un programma più vasto, che tende a sviluppare i rapporti tra i porti delle due sponde adriatiche, mettendo a confronto le modalità di gestione, le diverse procedure che regolamentano l’interscambio commerciale nei Paesi, in un’ottica di sviluppo reciproco delle relazioni internazionali con i Balcani”. Da alcuni anni, ma solo nei mesi estivi, ad Ancona è attiva una linea di collegamento marittimo con il porto di Bar. Fra oggi e domani, i delegati dell’ente di Bar incontreranno anche alcuni imprenditori del porto anconetano per discutere di possibili sviluppi dei rapporti commerciali. Il progetto prevede che una delegazione di Ancona e di operatori commerciali ricambi la visita per “approfondire progetti commerciali e prospettive di penetrazione, con ferrovia, fino a Belgrado”.

Salvatore Carruezzo

© Riproduzione riservata

Leggi anche:

  1. Porto di Genova: avviato progetto “Il porto del Nord Ovest”
  2. Ancona dice NO al rigassificatore
  3. Porto di Ancona: adeguamento anche per San Benedetto
  4. Porto di Ancona: l’Interporto nel cda Istao
  5. Porto di Ancona: parte il progetto della passeggiata “da mare a mare”

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=373

Scritto da Salvatore Carruezzo su mar 21 2011. Archiviato come Authority, Centro. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 12 N°1

BRINDISI - In questo numero lo speciale è destinato alle crociere con i dati di Rsiposte Turismo e le previsioni per il 2017 di un settore ormai fondamentale per l’economia del Paese. Ma anche le importanti novità sulla safety portuale e sui regolamenti dell’Unione Europea sui servizi portali e la trasparenza finanziaria dei porti. Poi i porti di Napoli. Ancona, Trieste, Piombino e Olbia con gli investimenti e le nuove infrastrutture previste nei diversi scali italiani.
poseidone danese

© 2017 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab