Home » Authority, Italia, News, Nord » Porto di Ravenna: ordigno bellico trovato da una draga

Porto di Ravenna: ordigno bellico trovato da una draga

Esplorando il fondale davanti al porto di Ravenna, una draga ha tirato a bordo un ordigno bellico. Questo l’avviso che la scorsa notte, poco prima dell’una, la capitaneria di porto della città romagnola ha ricevuto dall’imbarcazione Marieke. La bomba, lunga 40 centimetri per un diametro di 12, in mattinata, grazie all’intervento del nucleo Sdai (Servizio difesa antimezzi insidiosi) della Marina militare, è stata quindi messa in sicurezza e portata a 1,5 miglia nautiche dalla costa. Nell’area, con un raggio di un miglio, è stata vietata la navigazione e la pesca e nei prossimi giorni l’oggetto sarà fatto brillare.

Francesca Cuomo

© Riproduzione riservata

Leggi anche:

  1. Porto di Taranto: continuano i lavori finanziati dal ministero con 10 milioni di euro
  2. Porto di Genova: i rilevi idrografici saranno effettuati con la Magnaghi
  3. A Ravenna la Offshore Mediterranean Conference&Exhibition
  4. Porto di Fano: grazie a Marina dei Cesari diventa snodo per la Croazia
  5. La via “Castello di Mare” che unisce il porto turistico

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=584

Scritto da Francesca Cuomo su apr 17 2011. Archiviato come Authority, Italia, News, Nord. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 13 N°3

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato a Canale Pigonati di Brindisi; la storia, le potenzialità, le attuali richieste per il suo allargamento al fine di agevolare l’entrata nel porto interno delle grandi navi da crociera. Poi articoli sulle Zes, porti di Ancona, Bari, Campania ma anche le professioni del mare, il lavoro portuale nelle sue specificità ed un interessante racconto del porto di Salerno che nel Mediterraneo rappresenta un ponte tra Oriente ed Occidente.
poseidone danese

© 2018 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab