peyrani
Home » Authority, News, Sud » Nomine Authority: Matteoli chiede intesa a Vendola e Polverini

Nomine Authority: Matteoli chiede intesa a Vendola e Polverini

I decreti di nomina arriveranno solo dopo aver raggiunto l’intesa con gli enti territoriali coinvolti. L’attenzione ministeriale, ed in particolare del dicastero a Infrastrutture e Trasporti di Altero Matteoli, è rivolta a Puglia e Lazio: dovranno infatti essere decise le nomine per le Autorità portuali di Brindisi, Taranto, Bari e Civitavecchia. Le rispettive Camere di commercio, Comuni e Province hanno espresso le terne al ministro che ha già apposto la prima firma per procedere alla nomina: a Brindisi, successore di Giuseppe Giurgola sarà Hercules Haralambides; a Taranto, al posto del commissario Salvatore Giuffrè, Sergio Prete; a Bari si attende la conferma di Francesco Mariani mentre a Civitavecchia la nomina di Pasquale Monti. Oggi il ministro Matteoli ha chiesto “l’intesa alle Regioni” su questi candidati. Se, in parte, si tratta di nomine ampiamente previste e gradite, per altre – in particolare quella del professore greco a Brindisi – la comunità e la politica hanno espresso perplessità. Primo tra tutti, sarà proprio Giurgola a far valere il proprio diritto facendo ricorso se Haralambides sarà confermato: secondo l’ormai ex presidente dell’Authority brindisina, uno dei requisiti fondamentali per gestire concessioni demaniali, e dunque proprietà dello Stato italiano, è la cittadinanza italiana. Ma quella di Giurgola, nome che figura nella terna proposta al ministro su segnalazione della Provincia, non è la sola voce contro il greco. “In attesa del concerto della Regione Puglia e dei successivi pareri delle competenti Commissioni parlamentari – ha sottolineato in una nota il senatore del Pd Salvatore Tomaselli – non possiamo che prendere atto con stupore della pervicacia con cui il centrodestra brindisino ha inteso perseguire l’obbiettivo di “conquistare” politicamente la importante postazione di guida del porto di Brindisi ricorrendo per la prima volta nella storia delle authority portuali italiane alla designazione di un cittadino straniero. Non possiamo non ribadire che, nel metodo, tale scelta risulta oltremodo “offensiva” verso un territorio ritenuto, evidentemente, incapace di esprimere alcuna professionalità e competenza utile a guidare il porto di Brindisi dopo anni di gestioni fallimentari: verrà il tempo dei giudizi di merito, se la nomina andrà a buon fine”. Sulla stessa linea anche il consigliere regionale dell’Udc Euprepio Curto. “Non è una intesa politica – ha commentato – ma una vera e propria sciagurata lottizzazione spartitoria quella consumatasi tra il Governo nazionale e quello regionale sui nuovi Presidenti delle Autorità Portuali di Bari, Brindisi e Taranto”. Solo dopo aver ricevuto anche le firme di Nichi Vendola e Renata Polverini, Matteoli potrà emanare i decreti attuativi delle nomine.

Salvatore Carruezzo

© Riproduzione riservata

Leggi anche:

  1. Nomina Autorità portuale di Brindisi: Giurgola non farà ricorso
  2. Porto di Taranto: Sergio Prete verso la nomina all’Autorità portuale
  3. Convegno Porti e ambiente: a Brindisi si parla di riforma della 84/94
  4. Porto di Taranto: La Provincia indica Giuffrè per la presidenza
  5. DEL NOBILE NUOVO SEGRETARIO GENERALE DELL’AUTHORITY DI BRINDISI

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=31

Scritto da Salvatore Carruezzo su apr 20 2011. Archiviato come Authority, News, Sud. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 12 N°3

BRINDISI - In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato alle crociere, a livello nazionale ed internazionale, con i nuovi dati di Risposte Turismo: dalla classifica dei porti italiani in base al numero di croceristi alle previsioni per il 2018 con i programmi dei porti già fissati con le grandi compagnie. Poi un focus di Stefano Carbonara sul cyber crimine applicato al mondo dello shopping con lo contromosse necessarie. Da Assologistica arrivano anche le indicazioni per il mondo dei porti e non solo, con tendenze e lacune da colmare. Ad Ancona, Napoli, Trieste, Venezia, Brindisi e Livorno sono dedicati tanti servizi sulle ultime notizie che giungono da questi scali dopo la riforma dei porti..
poseidone danese

© 2017 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab