peyrani
Home » Authority, News, Nord » Porto di Venezia: richiesta certificazione Iso

Porto di Venezia: richiesta certificazione Iso

L’Autorità portuale di Venezia ha intrapreso l’iter per diventare un porto certificato Iso 14001; certificazione che attesta gli standard ambientali entro cui un’organizzazione deve operare per essere “green”.

Superata la prima fase, in autunno si chiuderà l’iter per ottenere la certificazione, che non è obbligatoria, ma è frutto della scelta volontaria dell’Autorità portuale veneziana, che ha deciso di stabilire, attuare e mantenere attivo il proprio sistema di gestione ambientale, con una serie di progetti, sia locali che a livello internazionale, come il Safeport, inserito nell’ambito della cooperazione

tra porti adriatici italiani e sloveni e forte di un co-finanziamento pari a 2,7 milioni di euro complessivi, che si pone l’obiettivo di promuovere e applicare, per la prima volta, una logica di sistema tra i porti dell’alto Adriatico sul tema della sicurezza in ambito portuale. Il programma individua come priorità la tematica Ambiente, trasporti e integrazione territoriale sostenibile, al fine di rafforzare la tutela dell’ambiente contro i rischi naturali e tecnologici e l’inquinamento.

Salvatore Carruezzo

© Riproduzione riservata

Leggi anche:

  1. Porto di Genova: Burlando chiede autonomia fiscale
  2. Porto di Venezia: inaugurato il Terminal Isonzo II
  3. Authority di Pireo è contro la privatizzazione del porto
  4. Porto di Ravenna: un accordo avvicina al Mar Baltico
  5. Porto di Venezia: inaugurato l’anno portuale

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=3163

Scritto da Salvatore Carruezzo su ago 8 2011. Archiviato come Authority, News, Nord. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 12 N°3

BRINDISI - In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato alle crociere, a livello nazionale ed internazionale, con i nuovi dati di Risposte Turismo: dalla classifica dei porti italiani in base al numero di croceristi alle previsioni per il 2018 con i programmi dei porti già fissati con le grandi compagnie. Poi un focus di Stefano Carbonara sul cyber crimine applicato al mondo dello shopping con lo contromosse necessarie. Da Assologistica arrivano anche le indicazioni per il mondo dei porti e non solo, con tendenze e lacune da colmare. Ad Ancona, Napoli, Trieste, Venezia, Brindisi e Livorno sono dedicati tanti servizi sulle ultime notizie che giungono da questi scali dopo la riforma dei porti..
poseidone danese

© 2017 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab