Home » Authority, News, Nord » Porto di Livorno: per Assoporti servono interventi concreti

Porto di Livorno: per Assoporti servono interventi concreti

«In un momento come questo abbiamo bisogno di fare scelte precise, concrete, anche a costo zero: piani regolatori, escavi dei fondali, capacità di coordinamento delle autorità portuali sono riforme a costo zero». Il presidente di Assoporti, Francesco Nerli, a Livorno, ha espresso le proprie preoccupazioni sul momento di crisi che attraversa il settore.

«L’unica che costa è l’autonomia finanziaria, però invito a riflettere che da zero all’1 per cento il salto non è così grande». L’autonomia finanziaria delle autorità portuali, che da tempo viene invocata da Assoporti come riforma fondamentale, è un tema che Nerli ha di nuovo sottolineato in modo particolare.

“La riforma della legge sui porti – ha detto – si è arenata sull’autonomia finanziaria che è l’unico sistema di garanzia. Infatti non è un caso che sia stata adottata da tutti i Paesi d’Europa, compresa l’Estonia rimasta l’ultima a non averla. L’autonomia finanziaria è un meccanismo per il quale un porto produce ricchezza di cui gli lascio una quota per svilupparsi.

Significa che a seconda della capacità è un meccanismo che discrimina, perchè, ad esempio, a Genova potrebbe andare 10, a Spezia e Livorno 7, a Carrara 1, a Piombino 1,5. Quindi da una parte l’autonomia finanziaria premia i porti che sono ‘in grado dì; dall’altra parte toglie di mano a ministri, sottosegretari, parlamentari e a chiunque altro la possibilità di fare clientele con i finanziamenti”.

Salvatore Carruezzo

© Riproduzione riservata

Leggi anche:

  1. Porto di Livorno: ecco il nuovo Livorno refeer terminal
  2. Festa del Mare di Salerno: Nerli critica la manovra
  3. Porto di Livorno: pronto il veliero a emissioni zero
  4. Porto di Livorno: accordo con università del Marocco
  5. Assoporti: secondo Nerli serve impegno sulla logisitica

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=4178

Scritto da Salvatore Carruezzo su set 23 2011. Archiviato come Authority, News, Nord. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 13 N°3

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato a Canale Pigonati di Brindisi; la storia, le potenzialità, le attuali richieste per il suo allargamento al fine di agevolare l’entrata nel porto interno delle grandi navi da crociera. Poi articoli sulle Zes, porti di Ancona, Bari, Campania ma anche le professioni del mare, il lavoro portuale nelle sue specificità ed un interessante racconto del porto di Salerno che nel Mediterraneo rappresenta un ponte tra Oriente ed Occidente.
poseidone danese

© 2019 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab