Home » Authority, News, Sud » Porto di Taranto: accordo con la Cina

Porto di Taranto: accordo con la Cina

Si è concluso il viaggio in Estremo Oriente del Presidente dell’Autorità Portuale, il quale la scorsa settimana oltre alla partecipazione alla China International Logistics Fair 2011, tenutasi a Shenzhen – nell’ambito della quale è stato sottoscritto, come previsto, un Memorandum of Understanding tra il Porto di Taranto e la Municipality Ports Administration di Shenzhen – ha anche incontrato i vertici della Hutchison Port Holding, ad Hong Kong e della Evergreen a Taipei.

Nel corso degli incontri con il gruppo Evergreen sono state affrontate le problematiche che attualmente riguardano il terminal di Taranto, sia da un punto di vista infrastrutturale che dal punto di vista della produttività del terminal stesso.

In particolare, nell’ambito degli incontri con la Evergreen Line, ossia con i clienti diretti utilizzatori del terminal, responsabili quindi delle scelte operative e della politica di gestione della linea di navigazione, è emersa la disponibilità da parte della Compagnia a rivedere le proprie scelte relative agli scali a Taranto dei servizi di linea spostati al Pireo, a condizione che la TCT superi celermente le problematiche organizzative interne, in merito alle quali l’AP non farà mancare il proprio
contributo.

Nel corso dell’incontro con la Hutchison e con l’investment department di Evergreen, inoltre, sono state ribadite le richieste di adeguamento infrastrutturale del terminal in merito alle quali l’Autorità Portuale si è impegnata ad intervenire presso le sedi competenti sia a livello regionale che nazionale per individuare la possibilità di accelerare le procedure per la realizzazione dei più urgenti interventi a favore del Terminal, ossia la Diga foranea e i dragaggi.

Quanto sopra nella consapevolezza della centralità e dell’importanza che il Terminal Contenitori riveste per il porto di Taranto sia per gli attuali traffici commerciali che per i progetti di sviluppo già pianificati nel settore della logistica e dell’intermodalità.

Leggi anche:

  1. Porto di Taranto: Invitalia promuove intesa con Shenzen
  2. Porto di Taranto: presente anche al China International Logistics Fair 2011
  3. Porto di Taranto: accordo con la Cina
  4. Porto di Taranto: domani firma per la Piastra logisitica
  5. Porto di Taranto: continuano i lavori finanziati dal ministero con 10 milioni di euro

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=4769

Scritto da Redazione su ott 17 2011. Archiviato come Authority, News, Sud. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 13 N°2

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato ad Assologistica e alle idee per il futuro messe insieme dall’associazione di categoria: le commissioni interne hanno espresso i loro orientamenti in maniera dettagliata e su questo tracciato si disegnano le decisioni future. All’interno di questo numero troverete anche tante informazioni sui porti di Livorno, Piombino, Trieste, Civitavecchia, Venezia e Genova ma anche le direttive internazionali sull’utilizzo di Gnl per uso energetico e la Brexit.
poseidone danese

© 2018 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab