peyrani
Home » Authority, News, Sud » Porto di Taranto: Minervini convoca il tavolo tecnico per domani

Porto di Taranto: Minervini convoca il tavolo tecnico per domani

“Le problematiche che in questi ultimi giorni investono le questioni relative alla Taranto Container Terminal, necessitano di un urgente confronto per l’individuazione di adeguati interventi condivisi per realizzare le condizioni che consentano un pieno sviluppo delle potenzialità del porto di Taranto”.

Si apre così la lettera di convocazione che l’assessore regionale alle infrastrutture e mobilità Guglielmo Minervini ha inviato al Presidente della Provincia Gianni Florido, al sindaco di Taranto Ippazio Stefano, all’amministratore delegato di Rfi Michele Elia, al Presidente dell’autorità portuale Sergio Prete, ai segretari generali dei sindacati confederali e ai responsabili della TCT.

Il tavolo tecnico si terrà domani, giovedì 24 novembre, alle 14 presso la sede dell’assessorato alle infrastrutture ed è frutto dell’impegno che il presidente Vendola e l’assessore Minervini hanno assunto martedì scorso per superare i rallentamenti burocratici e riprogrammare tutti gli interventi pubblici e privati per il definitivo rilancio del Porto di Taranto.

Foto: Simone Rella

Leggi anche:

  1. Porto di Taranto: comitato portuale sui licenziamenti del Tct
  2. Porto di Taranto: domani firma per la Piastra logisitica
  3. Porto di Bari: Minervini presenta “Crocieristi in treno”
  4. Porto di Bari: domani Minervini presenta “Crocieristi in treno”
  5. Puglia Corsara: domani incontro con Minervini

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=5554

Scritto da Redazione su nov 23 2011. Archiviato come Authority, News, Sud. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 12 N°1

BRINDISI - In questo numero lo speciale è destinato alle crociere con i dati di Rsiposte Turismo e le previsioni per il 2017 di un settore ormai fondamentale per l’economia del Paese. Ma anche le importanti novità sulla safety portuale e sui regolamenti dell’Unione Europea sui servizi portali e la trasparenza finanziaria dei porti. Poi i porti di Napoli. Ancona, Trieste, Piombino e Olbia con gli investimenti e le nuove infrastrutture previste nei diversi scali italiani.
poseidone danese

© 2017 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab