Home » Authority, Centro, News » Porto di Ancona: fuori da Assoporti

Porto di Ancona: fuori da Assoporti

L’Autorità portuale di Ancona uscirà da Assoporti «in tempi brevi», insieme ad altre sette Authority italiane. Lo conferma il presidente Luciano Canepa, che già ad inizio anno aveva espresso critiche nei confronti della politica dell’associazione, non escludendo di seguire la stessa via già intrapresa dall’Authority di Trieste.

Canepa non ha voluto entrare nel merito la vicenda: «è una questione interna all’Assoporti, non un atteggiamento negativo nei confronti dell’associazione e del presidente Francesco Nerli» ha detto.

«Ne parleremo direttamente con lui – ha aggiunto Canepa -, la decisione non riguarda solo Ancona ma otto Autorità (anche Augusta, Cagliari, Civitavecchia, Napoli, Olbia, Taranto oltre a Trieste), tra cui Napoli, la seconda in Italia».

Nei mesi scorsi Canepa aveva affermato che l’Authority non si sentiva adeguatamente rappresentata dall’associazione. Le perplessità si erano appuntate in particolare sull’utilità dei rapporti tra Assoporti e il ministero, soprattutto in relazione ai 226 milioni di euro di fondi che Ancona ancora attende per progetti come le dighe sopraflutto, sottoflutto, la banchina rettilinea, il terminal container e il porto turistico.

Francesca Cuomo

© Riproduzione riservata

Leggi anche:

  1. Porto di Ancona: Interporto nel Ten-T
  2. Porto di Ancona: osservatorio su Piattaforma logistica
  3. Porto di Ancona: accordo tra Authority e regione su dragaggi
  4. Porto di Ancona: Canepa assicura i livelli occupazionali
  5. Porto di Ancona: l’Interporto nel cda Istao

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=6052

Scritto da Francesca Cuomo su dic 16 2011. Archiviato come Authority, Centro, News. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone danese

© 2020 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab