Home » Authority, News, Nord » Porto di Trieste: Clini punta anche sulla sostenibilità

Porto di Trieste: Clini punta anche sulla sostenibilità

L’approccio dei ministri, dell’Ambiente Corrado Clini e dello Sviluppo economico Corrado Passera, per rilanciare l’economia italiana e quindi anche il porto di Trieste, «è di incardinare lo sviluppo con la sostenibilità, perchè sappiamo che questo è il fattore trainante della crescita».

Lo ha ribadito a Trieste lo stesso Clini, in occasione della presentazione del Protocollo d’intesa sul “Rilancio sostenibile delle aree del porto di Trieste” che si è svolta presso la sede dell’Autorità portuale. L’accordo, sottoscritto a Roma lo scorso 13 dicembre, ha spiegato Clini, «punta a riqualificare e rilanciare l’area portuale di Trieste in un quadro di sostenibilità».

Che tradotto in termini pratici significa, ha detto il ministro, che «possiamo immaginare lo sviluppo del porto anche come luogo che attiri gli investimenti per l’innovazione tecnologica». Clini non dimentica di essere anche il presidente di Area Science Park Trieste e quindi presta particolare attenzione anche alla ricerca applicata.

Altro punto sostanziale indicato da Clini è quello di semplificare la normativa che rende al momento difficili utilizzare velocemente le aree da bonificare.

Leggi anche:

  1. Porto di Trieste: domani firma dell’accordo con il ministro Clini
  2. Porto di Trieste: progetto su salute e sicurezza nel lavoro portuale
  3. Trieste Porto Blu: workshop il 25 novembre
  4. Porto di Trieste: progetto INAIL sulla sicurezza sul lavoro al Molo IV
  5. Porto di Trieste: Authority sigla accordo con il porto di Rostock

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=6281

Scritto da Redazione su dic 24 2011. Archiviato come Authority, News, Nord. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 13 N°3

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato a Canale Pigonati di Brindisi; la storia, le potenzialità, le attuali richieste per il suo allargamento al fine di agevolare l’entrata nel porto interno delle grandi navi da crociera. Poi articoli sulle Zes, porti di Ancona, Bari, Campania ma anche le professioni del mare, il lavoro portuale nelle sue specificità ed un interessante racconto del porto di Salerno che nel Mediterraneo rappresenta un ponte tra Oriente ed Occidente.
poseidone danese

© 2018 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab