Home » Authority, News, Sud » Porto di Brindisi: i depositi ex Pol della Marina passano all’Autorità portuale

Porto di Brindisi: i depositi ex Pol della Marina passano all’Autorità portuale

I depositi di carburante della Marina Militare di Brindisi diventano di proprietà dell’Autorità portuale grazie all’accordo siglato oggi. Alla Marina andranno invece 17 milioni di euro per la ristrutturazione della Caserma Carlotto.

Rispetto alla sottoscrizione del 1999 è stata approvata una variante proprio sullo scambio: nella prima stesura infatti, alla Marina era destinata l’area di Capo Bianco dove è già stata realizzata la colmata per il rigassificatore.

L’accordo comunque consentirà alla Marina di utilizzare fondi Cipe che erano stati accantonati e che costituiscono una parte corposa di quelli necessari (25 milioni di euro) necessari per apportare le modifiche alla caserma.

Durante la conferenza dei servizi, che si è svolta nella sede dell’Authority, non sono state apportate modifiche per inserire nell’accordo anche i capannoni ex Saca né l’area della banchina Posillipo.

Benchè queste aree siano considerate strategiche per realizzare strutture da dedicare al turismo, il Comune ha preferito rimandare la discussione sulla restituzione di queste aree ad accordi futuri.

Francesca Cuomo

Foto: Simone Rella

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=6720

Scritto da su Gen 18 2012. Archiviato come Authority, News, Sud. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone

© 2021 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab