Home » Authority, News, Nord » Porto di Trieste: collegamento di Trenitalia

Porto di Trieste: collegamento di Trenitalia

Trenitalia annuncia il via a un nuovo collegamento ferroviario fra il porto di Trieste e il polo logistico lussemburghese di Bettembourg, ”anello” ferroviario di un collegamento multimodale tra l’Asia e il Centro Europa. Il nuovo servizio, che gestira’ i flussi merci da e per la Turchia dal porto giuliano, e’ stato realizzato da Trenitalia e Cfl (Ferrovie Lussemburghesi), con le controllate Cfl Multimodal e Elo (Eco Logistics Operator), in collaborazione con TX Logistik (Gruppo Fs) e Alpe Adria.

I semi-rimorchi ”Mega” provenienti al porto di Trieste dalla Turchia vengono caricati sul treno e confluiscono sul polo di Bettembourg, gestito da Cfl Multimodal, per poi proseguire verso Lussemburgo, Belgio, Paesi Bassi, Regno Unito, Francia, Germania. Analoga movimentazione e percorso avverra’ in direzione Trieste e Turchia.

La frequenza dell’attuale servizio (tre coppie di treni, andata e ritorno) permette di trasportare oltre 100 unita’ per settimana; il piano di sviluppo prevede di arrivare nei primi mesi del 2013 a una capacita’ di oltre 300 unita’ settimanali, pari a circa 15 mila semirimorchi all’anno. Ciascuno di essi percorre piu’ di 2.500 chilometri e nel primo anno e’ previsto il trasporto di piu’ di 10 mila semirimorchi, che vengono cosi’ tolti dalla strada. In base al modello di calcolo EcoTransIt si prevede una riduzione del 75% di emissioni di CO2 (circa 590 mila alberi in un anno) e un risparmio energetico del 65% (pari al fabbisogno mensile di oltre centomila famiglie medie italiane).

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=11839

Scritto da su Set 26 2012. Archiviato come Authority, News, Nord. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone

© 2021 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab