peyrani
Home » Authority, Centro, News » Il Water Front di Marina di Carrara protagonista a Cannes

Il Water Front di Marina di Carrara protagonista a Cannes

È il progetto di eccellenza individuato dalla Regione Toscana per illustrare agli investitori internazionali un grande intervento di riqualificazione che cambierà profondamente il territorio. Giovedì 14 il sindaco Angelo Zubbani assieme al presidente dell’autorità portuale Francesco Messineo al MIPIM incontreranno operatori immobiliari di tutto il mondo e stampa internazionale.

Se in occasione delle presentazioni ai consiglieri comunali e agli operatori economici di Carrara il progetto di Water Front di marina di Carrara aveva riscosso consensi e larghi apprezzamenti la scelta della Regione Toscana di presentarlo al MIPIM di Cannes come uno degli interventi di maggior prestigio per la riqualificazione del territorio, conferma la sua assoluta qualità e tanto da farne un esempio di pianificazione moderna e sostenibile per creare un rapporto nuovo fra il tessuto urbano e le aree portuali.

La Toscana torna in forma ufficiale al MIPIM con uno spazio prestigioso nel quale Toscana Promozione assieme a Invest in Tuscany, in linea con le caratteristiche dell’evento, presentano progetti di particolare valore che dimostrano come l’Amministrazione Regionale abbia intrapreso un processo di ammodernamento delle infrastrutture per rendere più appetibile e competitivo il territorio tanto nelle grandi aree urbane quanto sulla costa sia per le attività industriali e commerciali sia per i servizi e il turismo.

L’appuntamento ufficiale con la stampa internazionale e i grandi investitori internazionali, che sono i protagonisti naturali del salone, è fissato per giovedì 14 quando il rigorosissimo programma ufficiale prevede un incontro della durata di trenta minuti che avrà come protagonisti l’amministrazione comunale di Carrara, con il sindaco Angelo Zubbani, e Francesco Messineo, presidente dell’Autorità Portuale, che presenterà il progetto di Water Front, assieme a Leonardo Piccini per l’IRPET l’istituto toscano che studia l’economia regionale e propone interventi di sostegno e pianificazione. La scelta della Regione Toscana di presentare il progetto di Water Front di Marina di Carrara alla conferenza di Cannes sottolinea una condivisione sia della filosofia dell’intervento sia delle linee progettuali ispirate ad un basso impatto ambientale con l’obiettivo di rispettare e valorizzare la storica impostazione urbanistica e socio-economica della città mettendola in comunicazione con l’area portuale e le attività correlate.

“A Cannes inizieremo un percorso di comunicazione innovativo attraverso il quale faremo conoscere un progetto destinato a cambiare profondamente non solo lo scenario presente ma anche i fondamentali dell’economia e dell’ambiente nella nostra città. Il water front di Marina di Carrara rispetta l’impegno programmatico che abbiamo assunto con i cittadini – ha detto il sindaco Angelo Zubbani – per dare all’intera area un assetto moderno con soluzioni studiate per valorizzare il territorio e le attività legate all’economia del mare che vedrà così collegati organicamente i suoi epicentri: dalla fiera alle attività turistico balneari, dallo scalo commerciale alla cantieristica in attesa di completare il percorso per l’adozione del Piano Regolatore del Porto, strumento principe per pianificare tutte le attività della costa ma anche delle aree industriali del retroterra”.

La scelta di Cannes e del MIPIM (che si tiene dal 12 al 17 marzo nel Palais des Festivals et des Congrès) non è casuale perché ha lo scopo di intercettare l’interesse del pubblico dell’evento leader per gli attori più influenti di tutti i settori immobiliari mondiali che operano nei settori del residenziale come in quello della logistica industriale, della sanità come dello sport oltre che delle grandi società di costruzione: gli interlocutori naturali non solo nel momento della realizzazione dell’infrastruttura ma anche in quello successivo della valorizzazione del territorio attraverso investimenti di qualità.

I dati numerici anticipati ufficialmente dagli organizzatori testimoniano l’importanza dell’evento:
19.000 m 2 di superficie espositiva, 1.650 amministratori delegati e presidenti di gruppi internazionali, 1.850 aziende espositrici, 4.300 Investitori privati e istituzionali oltre che 415 giornalisti e 20.000 visitatori singoli da 80 paesi.

Le linee e gli spetti più moderni e qualificanti del progetto, firmato dallo studio Policreo di Parma, sono stati illustrati dal presidente dell’autorità Portuale Francesco Messineo che ha sottolineato, prima di tutto che “il progetto, nella sua stesura attuale è in linea con le richieste esplicite dei cittadini e delle categorie, risponde in termini aperti e propositivi alla richiesta di trasformazione della città in un’ottica di fruizione moderna del territorio. Il progetto è il risultato finale di una lunga e profonda fase di confronto e concertazione con tutti gli attori economici e sociali del territorio che l’Autorità Portuale ha affrontato con spirito positivo, tenendo conto anche dei limiti e delle incongruenze emerse nelle valutazioni di proposte precedenti.

Oggi, e poi a Cannes, presentiamo un progetto vero e cantierabile – ha detto ancora Messineo – a basso impatto ambientale, che ha come scopo quello di sviluppare l’economia e il terziario preservando le aree di pregio e prefigurando un modello di sviluppo per il quale il concetto di “sostenibile” e di “condiviso” sono elementi reali, frutto d’indirizzi progettuali e di scelte ispirate al confronto. Tutto questo, ha concluso il presidente dell’Autorità Portuale – nella prospettiva di inserire compiutamente il Water Front nella cornice del Piano regolatore del Porto che è ormai nella dirittura finale che dovrà portare all’adozione”.

La scheda tecnica del Water Front è il documento che sarà studiato, prima di ogni altro elemento, da quanti parteciperanno al meeting di Cannes per valutare attentamente le opportunità che si aprono per chi vuole investire per diventare “partner” di Carrara e, più in generale, della Toscana.

Leggi anche:

  1. Porto di Carrara: convegno sullo sviluppo del settore nautico
  2. Mastodontico imbarco nel porto di Marina di Carrara
  3. “Nautica Formazione e Ricerca”: convegno a Carrara il 9 febbraio
  4. Gramillano: “Porto di Ancona presto libero e pronto a diventare water front per la città”
  5. Porto di Ostia: pronto il progetto per il water front

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=14228

Scritto da Redazione su mar 8 2013. Archiviato come Authority, Centro, News. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 12 N°3

BRINDISI - In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato alle crociere, a livello nazionale ed internazionale, con i nuovi dati di Risposte Turismo: dalla classifica dei porti italiani in base al numero di croceristi alle previsioni per il 2018 con i programmi dei porti già fissati con le grandi compagnie. Poi un focus di Stefano Carbonara sul cyber crimine applicato al mondo dello shopping con lo contromosse necessarie. Da Assologistica arrivano anche le indicazioni per il mondo dei porti e non solo, con tendenze e lacune da colmare. Ad Ancona, Napoli, Trieste, Venezia, Brindisi e Livorno sono dedicati tanti servizi sulle ultime notizie che giungono da questi scali dopo la riforma dei porti..
poseidone danese

© 2018 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab