Home » Authority, News, Sud » AUTORITA’ PORTUALE DEL LEVANTE: APPROVATO IL BILANCIO DI PREVISIONE 2014

AUTORITA’ PORTUALE DEL LEVANTE: APPROVATO IL BILANCIO DI PREVISIONE 2014

Infrastrutture strategiche, incremento degli indici di sicurezza, razionalizzazione e miglioramento delle attività di governance, per garantire risposte adeguate ai traffici marittimi e alle loro rapide trasformazioni. Queste le linee guida fondamentali del Bilancio di previsione 2014, approvato stamani all’unanimità, in sede di Comitato Portuale, assieme con l’allegato bilancio pluriennale 2014-2016, il documento che schematizza in termini finanziari le linee di indirizzo strategiche dell’Autorità Portuale del Levante nei prossimi tre anni, nei tre porti facenti parte del network.

Entrambi i documenti rappresentano le basi imprescindibili della programmazione annuale e delle azioni di governo del porto, nel pieno rispetto della Legge 84/94, legge di riferimento delle Autorità Portuali, in relazione alla quale entro il 31 ottobre di ogni anno viene redatto il bilancio di previsione annuale e pluriennale, in conformità al Regolamento di Amministrazione e Contabilità. Il documento tiene conto delle reali esigenze dello scalo e del rispetto dei limiti imposti dalle vigenti leggi governative sulla spesa pubblica.

“I programmi presentati nella Relazione Previsionale e Programmatica individuano, tra gli altri, gli obiettivi generali che saranno perseguiti nel corso dell’esercizio 2014  – ha detto il Presidente dell’Autorità Portuale del Levante, Francesco Mariani -  con l’obiettivo di innalzare i livelli di competitività dei tre porti del network, a partire dal grande progetto di riqualificazione funzionale e ampliamento del terminal crociere.

Il nostro documento finanziario- ha spiegato Mariani – rispecchia una politica gestionale rivolta alla razionalizzazione e ottimizzazione delle risorse, mentre, sul versante degli investimenti, la strategia di sviluppo del sistema dei tre porti, Bari-Barletta-Monopoli , mira a  perseguire un’ambiziosa programmazione nelle direttrici di sviluppo, dei traffici passeggeri e commerciale, ambiti per i quali, nel piano sono stati previsti interventi infrastrutturali in grado di renderne fortemente competitive le rispettive aree”.

Il bilancio di previsione 2014 prevede un avanzo di 10 milioni e 35 mila euro.

L’esercizio 2014 vedrà impegnata l’AP Levante nella realizzazione o appalto di nuove opere per un importo totale previsto di 8milioni e 628mila euro. Tra le opere previste nell’elenco annuale figurano prioritariamente i lavori di dragaggio del Porto di Barletta, per l’ammontare di 2 milioni di euro, finanziati con risorse proprie; opere varie di adeguamento dei tre porti per l’innalzamento dei livelli di sicurezza, per circa 100 mila euro; la realizzazione o ultimazione di opere già previste dal POT, per la somma di 1 milione e 200 mila euro, oltre al saldo per i lavori di completamento della Darsena di Ponente, per l’importo di 3 milioni e 220 mila euro.
Nell’esercizio finanziario 2014 sono stati inseriti anche i lavori di ristrutturazione e ampliamento del Terminal Traghetti e Crociere del porto di Bari, per un ammontare di 4 milioni di euro.

Leggi anche:

  1. Autorità portuale del Levante: nasce il primo Comitato Tecnico Scientifico Internazionale – Agenda per lo sviluppo -Relazioni diplomatiche e commerciali
  2. Autorità portuale del Levante: accordo con Durazzo
  3. Porto di Civitavecchia: approvato bilancio 2012
  4. Porto di Trieste: approvato il Piano operativo triennale-industriale
  5. Autorità portuale del Levante presente a Coas Expo 2011

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=18260

Scritto da Redazione su ott 31 2013. Archiviato come Authority, News, Sud. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 13 N°1

In questo nuovo numero de Il Nautilus vi proponiamo uno speciale sul porto di Trieste con gli ultimi dati e provvedimenti che riguardano le recenti attività dell’Autorità di sistema. Si parla anche dei porti di Civitavecchia, Ancona, Venezia, Napoli, La Spezia, Genova, Cagliari e Porto Torres. Ma si parla anche dei risultati della manifestazione NauticSud che si è svolta a Napoli e di come vengono smaltiti i rifiuti prodotti dalle navi secondo le ultime direttive internazionali.
poseidone danese

© 2018 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab