Home » Authority, Isole, News » Porto di Cagliari: San Bartolomeo diventerà polo vela d’altura

Porto di Cagliari: San Bartolomeo diventerà polo vela d’altura

Un polo per la vela d’altura. Ma anche un centro di formazione della sicurezza in mare. E un punto di partenza per le escursioni a Molentargius con postazione-ristoro e spazio giochi per i bambini. Tutto questo nella banchina di San Bartolomeo, angolo semisconosciuto di Cagliari e del suo porto, pronto a trasformarsi nel giro di pochi mesi: una società, la Medsolo (amministratore è Hiroshi Marras, 37 anni, cagliaritano che lavora per una multinazionale in Svizzera), si è aggiudicata la gara per la concessione dell’area.

In corsa c’erano quattro progetti. “Un progetto – assicura il commissario dell’Autorità portuale di Cagliari, Piergiorgio Massidda – destinato a trasformare tutta l’area e a diventare un punto di riferimento non solo per mare e diportismo, ma anche per Molentargius”.

L’obiettivo dichiarato della società aggiudicataria è quello di recuperare uno spazio dimenticato e in parte degradato per metterlo a disposizione della città. Un’area “viva”, insomma, con servizi a disposizione, ad esempio noleggio di canoe, per gite nel parco. Un progetto lontano dall’idea di banchina-parcheggio per le barche. Con possibilità di occupazione. In alta stagione dovrebbe garantire anche una quindicina di posti di lavoro.

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=19309

Scritto da su Gen 11 2014. Archiviato come Authority, Isole, News. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone

© 2021 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab