Home » Authority, News, Nord » Porti di Venezia e Trieste: Agenzia delle Dogane autorizza il pre-clearing

Porti di Venezia e Trieste: Agenzia delle Dogane autorizza il pre-clearing

Per i porti di Venezia e Trieste l’Agenzia delle Dogane ha autorizzato l’1 settembre, l’avvio sperimentale della procedura di sdoganamento delle merci in mare, conoscono in gergo dagli addetti ai lavori come “pre-clearing”.

Questa procedura accelera notevolmente la messa a disposizione delle merci in arrivo, e vale solo per le spedizioni containerizzate. In pratica le autorità preposte ai controlli dei documenti che accompagnano ogni container, disponibili fin dal momento della partenza, verificano il nulla osta allo sdoganamento mentre la nave è ancora in navigazione.

In questo modo i container con documenti in regola e che non debbono essere sottoposti ad un controllo materiale del contenuto possono lasciare il porto immediatamente dopo lo sbarco. “Con questa procedura il tempo di resa delle merci – spiega Paolo Salvaro, presidente di Confetra Nord Est, l’associazione delle imprese di spedizioni e pratiche doganali – diminuisce sensibilmente, anche di 36 ore. Oltre ad essere un grande vantaggio per le imprese nostre clienti, aumenta l’efficienza ed attrattività dei nostri porti.

Purtroppo fino ad oggi capitava che merci destinate ai nostri mercati, impiegassero meno tempo attraverso i porti del nord Europa. Una situazione paradossale, e che oltretutto crea un danno anche all’erario, perché una parte delle tasse di ogni spedizione paga rimane al Paese che per primo sdogana le merci all’ingresso nell’Unione Europea”.

La procedura di pre-clearing riguarda tutte le navi provenienti da un porto del Mediterraneo o da fuori del Mediterraneo una volta superati gli stretti di Suez, Gibilterra e Dardanelli, dirette ai Porti di Venezia e Trieste senza scali intermedi.

Leggi anche:

  1. Porto di Genova: sbarcato primo container in “pre clearing”
  2. Porto di La Spezia: al via progetto per sdoganamento pre clearing
  3. Agenzia delle Entrate: per noleggio imbarcazioni procedura semplificata
  4. Porto di Bari: Il Comando Generale delle Capitanerie autorizza la sperimentazione di uno sportello unico marittimo
  5. Grandi navi: strategia comune per i porti di Trieste e Venezia

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=23754

Scritto da Redazione su set 3 2014. Archiviato come Authority, News, Nord. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone danese

© 2020 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab