Home » Authority, News, Sud » Porto di Taranto: il Consiglio di Stato blocca la progettazione del dragaggio

Porto di Taranto: il Consiglio di Stato blocca la progettazione del dragaggio

TARANTO – In data 23.01.2015, il TAR Puglia Lecce – Sez. I – con Ordinanza cautelare nr. 36/2015, aveva respinto l’istanza di sospensiva richiesta con il ricorso proposto dal costituendo RTI Grandi Lavori Fincosit S.p.A./Jan de Nul N.V./G.R.L. Cave e Conglomerati S.r.l.  (classificatosi al secondo posto della graduatoria) avverso il provvedimento dell’Autorità Portuale di aggiudicazione definitiva – disposta nei confronti di Astaldi S.p.A. – della Procedura aperta per l’affidamento dell’appalto di progettazione esecutiva ed esecuzione dei lavori denominati “Interventi per il dragaggio di 2,3 Mm³ di sedimenti in area Molo Polisettoriale per la realizzazione di un primo lotto della cassa di colmata funzionale all’ampliamento del V sporgente del Porto di Taranto”.

Nella mattinata odierna, è stato notificato il Decreto monocratico cautelare del Consiglio di Stato n. 397/15, richiesto dalla Grandi Lavori Fincosit S.p.A. e, pertanto, l’Autorità Portuale, contrariamente a quanto aveva programmato, non potrà riavviare le attività precedentemente sospese ex lege, non potendo procedere alla stipulazione del contratto con la Astaldi SpA.

Il citato decreto fissa al 10 febbraio p.v. la data per l’esame in Camera di Consiglio delle misure cautelari richieste.Solo dopo l’udienza, in caso di mancato accoglimento delle istanze cautelari, l’AP potrà procedere alla stipula del contratto ed al riavvio delle attività.

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=26638

Scritto da su Gen 26 2015. Archiviato come Authority, News, Sud. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone

© 2021 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab