Home » Authority, Centro, News » Porto di Livorno: invertita tendenza, +1,4 traffico merci

Porto di Livorno: invertita tendenza, +1,4 traffico merci

LIVORNO – Con 28 milioni di tonnellate di merce sul fronte dei traffici, +1,4% rispetto ai valori del 2013, il 2014 ha evidenziato per il porto Livorno una inversione di tendenza. In crescita sia la merce in sbarco (+1,5%) sia in imbarco (+1,2%), che si è attestata rispettivamente su 17.182.104 tonnellate e 11.153.052 tonnellate.

A trainare il porto sono stati i rotabili (+7,8%), le rinfuse solide (+14.3%), i contenitori (+3,3%) e le auto nuove (+11,5%).

In flessione invece le crociere (-15% sul 2013), le rinfuse liquide (-6,2%) e la merce in break bulk (-4,3%), tra cui i prodotti forestali (-3,3%), che hanno comunque raggiunto volumi considerevoli, prossimi alle 1,4 milioni di tonnellate. “Siamo sulla buona strada – ha commentato il presidente dell’Authority, Giuliano Gallanti – l’analisi dei dati annuali mostra che è stato invertito quel trend negativo che si era progressivamente accentuato nel corso del 2012.

Il 2015 potrà essere veramente l’anno della svolta. Il punto di partenza è il Piano regolatore portuale, che auspichiamo venga approvato in tempo utile; la priorità rimane la Piattaforma Europa, l’unica vera risposta a chi chiede un porto moderno ed efficiente”. Il traffico contenitori si è attestato a 577.471 Teus, segnando una crescita del +3,3% rispetto al 2013. Il traffico dei Ro/Ro con 329.386 mezzi movimentati in sbarco/imbarco (161 mila in imbarco e 168 in sbarco) e un nuovo incremento percentuale del 7% rispetto al 2013, risulta essere una delle punte di diamante dello scalo labronico. Bene anche il comparto delle auto nuove che, con una crescita dell’11,5%, ha raggiunto una movimentazione complessiva di 388.031 unità.

Anche il traffico dei passeggeri traghetti ha registrato dati di consuntivo positivi con un traffico totale di 1.878.057 unità (+3,1%). In negativo, per il secondo anno consecutivo è risultato invece il traffico crocieristico. I crocieristi sono ammontati complessivamente a 626.356 unità (-15% sul 2013) mentre le toccate nave sono state 341, 79 in meno rispetto allo scorso anno (-18,8 in valori percentuali). In calo infine anche il movimento navi, con 6.479 arrivi, in diminuzione del 4,1%.

Leggi anche:

  1. Porto di Ravenna: traffico merci in crescita dell’8,8% nel 2014
  2. Porto di Venezia: nel primo semestre -13,9% del traffico merci
  3. Porto di Taranto: a gennaio aumento del 38,6% del traffico
  4. Porto di Taranto: ad ottobre traffico in calo
  5. Porto di Palermo: flessione nel traffico merci

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=26850

Scritto da Redazione su feb 4 2015. Archiviato come Authority, Centro, News. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 12 N°3

BRINDISI - In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato alle crociere, a livello nazionale ed internazionale, con i nuovi dati di Risposte Turismo: dalla classifica dei porti italiani in base al numero di croceristi alle previsioni per il 2018 con i programmi dei porti già fissati con le grandi compagnie. Poi un focus di Stefano Carbonara sul cyber crimine applicato al mondo dello shopping con lo contromosse necessarie. Da Assologistica arrivano anche le indicazioni per il mondo dei porti e non solo, con tendenze e lacune da colmare. Ad Ancona, Napoli, Trieste, Venezia, Brindisi e Livorno sono dedicati tanti servizi sulle ultime notizie che giungono da questi scali dopo la riforma dei porti..
poseidone danese

© 2018 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab