Home » Authority, News, Sud » Autorità portuale del Levante: nella circoscrizione entra anche Molfetta

Autorità portuale del Levante: nella circoscrizione entra anche Molfetta

BARI – Dopo la decisione del  Consiglio Comunale di conferire la gestione del Porto di Molfetta all’Autorità Portuale del Levante, il voto favorevole a maggioranza, del Comitato portuale al protocollo d’intesa per la realizzazione di sinergie di sistema finalizzate all’allargamento della circoscrizione territoriale dell’APLevante al porto molfettese.

L’idea strategica di un unico grande sistema portuale integrato, avviata già nel 2007 con l’allargamento della circoscrizione territoriale ai porti di Barletta e Monopoli, è oggi più che mai una realtà.  Un modello di sviluppo che ha assunto consistenza tappa dopo tappa a partire da quel lontano 22 febbraio del 2007, data in cui venne approvato il POT, Piano Operativo Triennale, documento che in base agli indirizzi della Regione Puglia, si proponeva di realizzare un sistema portuale da Manfredonia a Monopoli.

In conseguenza di ciò, a giorni, sarà firmato il protocollo d’intesa tra AP Levante, Assessorato ai Trasporti della Regione Puglia e l’Amministrazione Comunale di Molfetta, ulteriore ed importante tappa nell’attuazione di sinergie di sistema finalizzate all’istituzione di sub-sistemi regionali in grado nei prossimi anni di offrire un’offerta integrata di infrastrutture e servizi e  rispondere alle nuove sfide dei mercati internazionali. Successivamente la richiesta sarà inoltrata al Ministro delle Infrastrutture  e dei Trasporti che dovrà adottare il decreto di allargamento.

L’integrazione del porto di Molfetta nel sistema logistico e di trasporti terrestri e marittimi della Puglia, rappresenta una opportunità strategica per risolvere in maniera strutturale le carenze logistiche e di infrastrutture che da diversi decenni limitano pesantemente lo sviluppo di tutte le attività presenti nel porto di Molfetta, sia quelle direttamente connesse alle funzioni di trasporto marittimo e terrestre, che quelle relative alla pesca e alle attività diportistiche.

Soddisfatto il presidente di AP Levante Francesco Mariani che ha così commentato  “Si tratta di una scelta conforme alle linee programmatiche per lo sviluppo dell’economia marittimo – portuale pugliese  tracciate dalla Regione Puglia, che ci auguriamo possa aprire la strada all’incremento dei traffici via mare ed alla correlata offerta d’infrastrutture e servizi dell’area interessata”.

Leggi anche:

  1. Autorità Portuale del Levante: presentazione del progetto GAIA
  2. AUTORITA’ PORTUALE DEL LEVANTE: APPROVATO IL BILANCIO DI PREVISIONE 2014
  3. Autorità portuale del Levante: nasce il primo Comitato Tecnico Scientifico Internazionale – Agenda per lo sviluppo -Relazioni diplomatiche e commerciali
  4. Autorità portuale del Levante: accordo con Durazzo
  5. Autorità portuale del Levante presente a Coas Expo 2011

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=27020

Scritto da Redazione su feb 12 2015. Archiviato come Authority, News, Sud. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone danese

© 2020 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab