Home » Authority, News, Nord » Porto di Trieste: presentate le linee strategiche di D’Agostino. Sommariva segretario

Porto di Trieste: presentate le linee strategiche di D’Agostino. Sommariva segretario

TRIESTE – La riunione odierna del Comitato Portuale è stata l’occasione ufficiale per il Commissario dell’APT Zeno D’Agostino di presentare le linee direttive del suo mandato. Il ruolo di una moderna Autorità Portuale e la governance da perseguire per un porto che guarda al futuro, sono i punti focali su cui D’Agostino ha incentrato il suo discorso.

“Approvazione del piano Regolatore Portuale. Rilancio dello scalo sui mercati internazionali, attraverso un nuovo piano di marketing promozionale dove il porto torna ad essere protagonista. Abolizione della doppia manovra. Appoggio agli enti locali sulla partita del rigassificatore. Sdemanializzazione del Porto Vecchio”. Questi i temi principali del lavoro dei prossimi mesi.

Il Commissario ha quindi proposto ai membri del Comitato la nomina di Mario Sommariva, come suo braccio destro per l’incarico di nuovo Segretario Generale dell’Autorità Portuale di Trieste. Il Comitato Portuale ha votato all’unanimità. Originario di Genova, 58 anni, Mario Sommariva è stato per due mandati Segretario Generale del porto di Bari dove ha contribuito in modo significativo alla riorganizzazione dei servizi portuali, nonché al rilancio del traffico crocieristico.

Ha curato inoltre l’ampliamento della circoscrizione territoriale promuovendo la costituzione dei “comitati territoriali” che hanno permesso la realizzazione di una governance partecipata con gli altri porti pugliesi di Barletta e Monopoli. Si tratta di organismi accessori e consultivi del Comitato Portuale, nei quali vengono istruite le pratiche di competenza dei singoli porti prima del passaggio nella sede deliberante che non può che essere, per legge, il Comitato portuale. Tale modello amministrativo ha consentito una gestione più ampia dei porti a livello territoriale. Una best practice spendibile anche in Friuli Venezia Giulia.

“Il Segretario Generale – ha affermato D’Agostino – ha un ruolo cruciale perché è il responsabile della segreteria tecnico operativa e quindi delle risorse umane, che sono il valore aggiunto dell’azienda-porto. Provvede agli adempimenti necessari al funzionamento dell’Ente che necessita ora più che mai di interventi di riorganizzazione che ne aumentino l’efficienza e l’economicità. Tra i vari compiti previsti dalla legge 84/94, cura anche l’elaborazione del Piano Regolatore Portuale, la cui approvazione finale è per noi fondamentale, e i rapporti con le altre amministrazioni pubbliche ai fini del coordinamento delle rispettive attività.

La scelta di un tecnico come Sommariva, conoscitore della portualità italiana, delle tematiche del lavoro portuale, delle relazioni industriali, dei rapporti istituzionale con altre Pubbliche Amministrazioni ed enti territoriali, non potrà che giovare sia per la riorganizzazione della struttura interna dell’ente, sia per l’avvio di un rapporto di collaborazione e fiducia con tutti le istituzioni locali e la città”.

“L’unanimità dei consensi ricevuti – ha commentato Sommariva – è un grande segnale di apertura e di fiducia che il Comitato Portuale e quindi la città intera ha dimostrato nei confronti del Commissario D’Agostino e in me. Il futuro di Trieste passa dal porto. Qui ci sono grandi possibilità di sviluppo che devono prevedere un ampliamento dell’occupazione ed una sempre maggiore integrazione tra il Porto ed il territorio triestino e regionale. Sono certo che lavoreremo proficuamente grazie all’appoggio della struttura dell’APT, creando nuove sinergie con gli enti e gli operatori.

La prossima settimana inizierò subito a prendere conoscenza degli aspetti interni e operativi del porto. Vorrei incontrare anche i terminalisti, le imprese ed i lavoratori ed i loro rappresentanti per ascoltare le loro esigenze ed aspettative nei confronti dell’Autorità Portuale.”

Leggi anche:

  1. Assoporti: ecco le linee strategiche per sviluppo portualità
  2. Porto di La Spezia: Santini confermato segretario generale
  3. Porto di Brindisi: come segretario, Haralambides ha scelto Giuffrè
  4. Sommariva: “A Bari contrattazioni ratificate dal comitato portuale”
  5. Sommariva: “Rinuncio all’incarico a Brindisi”

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=28321

Scritto da Redazione su apr 11 2015. Archiviato come Authority, News, Nord. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 13 N°3

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato a Canale Pigonati di Brindisi; la storia, le potenzialità, le attuali richieste per il suo allargamento al fine di agevolare l’entrata nel porto interno delle grandi navi da crociera. Poi articoli sulle Zes, porti di Ancona, Bari, Campania ma anche le professioni del mare, il lavoro portuale nelle sue specificità ed un interessante racconto del porto di Salerno che nel Mediterraneo rappresenta un ponte tra Oriente ed Occidente.
poseidone danese

© 2018 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab