Home » Authority, News, Nord » Il porto di Trieste alla fiera Transport Logistic di Monaco di Baviera

Il porto di Trieste alla fiera Transport Logistic di Monaco di Baviera

TRIESTE – ”La vocazione di Trieste è servire la Baviera. Puntiamo tutto sui collegamenti ferroviari.  Questo è il messaggio chiave che assieme ai nostri operatori stiamo dando ai partner e potenziali investitori alla Fiera Transport Logistic di Monaco”. Parole di Zeno D’Agostino, Commissario dell’Autorità Portuale di Trieste che sta tracciando la nuova rotta per il porto giuliano: integrare lo scalo con i sistemi logistici del territorio della Regione Friuli Venezia Giulia in un’ottica di port-regionalization e investire tutto sui collegamenti ferroviari per rilanciare Trieste su scala internazionale con un occhio di riguardo verso il Centro Est Europa.

Visione business-oriented  quella di D’Agostino: “I porti sono solo il primo anello di una catena logistica  ben più complessa. Le infrastrutture a potenziamento del porto sono importanti. Senza i collegamenti a terra un porto non si può sviluppare.  Per questo stiamo lavorando sia all’ottimizzazione della rete ferroviaria interna, sia al potenziamento del settore intermodale e combinato con l’obiettivo di migliorare la frequenza dei servizi ferroviari verso  il Nord-Est Italia e Centro-Est Europa per offrire le migliori tariffe e tempistiche di percorrenza”.

Il Porto di Trieste dispone di una rete ferroviaria interna (70 km di binari) integrata con la rete nazionale e internazionale, che permette a tutte le banchine di essere servite da binari con possibilità di smistamento e/o composizione dei treni direttamente nei vari terminali. Adriafer, la società controllata dall’APT che gestisce le manovre ferroviarie nel porto, ha movimentato 4.500 treni nel 2014 e prevede di  manovrarne più di  4.800 nel 2015. Entro maggio inoltre partirà un nuovo treno di collegamento con Budapest via Villa Opicina, e  vi sarà un incremento dei treni container per Monaco e Ulm.

“Ben evidente quindi – continua D’Agostino – che la nostra promozione in fiera sia in chiave ferroviaria. Abbiamo tre giorni fitti di appuntamenti per promuovere il nostro porto ed il sistema logistico regionale.

Ieri abbiamo incontrato i rappresentanti delle Ferrovie polacche con cui stiamo definendo una partnership per lo sviluppo di un nuovo collegamento diretto per Katowice”.

Tra i vari appuntamenti di oggi, D’Agostino ha incontrato l’amministratore delegato di  Rail Cargo Austria Eric Regter, con il quale ha discusso sui futuri sviluppi del traffico ferroviario sulle direttrici  del Centro-Est Europa. Sono seguiti dei meeting con Trenitalia, l’interporto di Norimberga, la DB Schenker, il porto di Duisburg, l’associazione degli spedizionieri del Baden-Wuerttemberg.

Rilevante anche la  presenza degli operatori turchi in fiera. Ciò dimostra il loro crescente interesse  verso l’Europa Centrale, e di conseguenza il ruolo strategico che Trieste gioca quale principale porta di accesso della Turchia verso questi mercati. “La progressiva crescita del trasporto ferroviario dei semirimorchi e delle casse mobili, grazie alla repentina ripresa dell’interscambio commerciale tra il Centro Europa e la Turchia, attuata in particolare dai principali gruppi logistici  che operano attraverso i terminal RO-RO del nostro scalo, non fa che dimostrare la fiducia su Trieste” spiega D’Agostino.

“Da evidenziare che ci sono state anche molte richieste di approfondimento per i nostri futuri piani di sviluppo. A molti partner stranieri  interessa investire sul nostro porto, ma vogliono tempi certi. Per questo la partita del piano regolatore è fondamentale”.

Nel pomeriggio presso lo stand della Regione FVG, è avvenuta la consegna della bandiera del Porto di Trieste  ai vertici del DUSS-Terminal Muenchen-Riem, a sottolineare il legame che unisce lo scalo giuliano con il principale terminal ferroviario di Monaco. A seguire un appuntamento di networking con intermezzo musicale  per i clienti, partner e le istituzioni organizzato dagli operatori triestini, tutti molto soddisfatti dell’esito della kermesse che si concluderà domani.

Leggi anche:

  1. Authority di Trieste: il presidente D’Agostino alla guida di Trieste Terminal Passeggeri
  2. L’Autorità portuale di Trieste alla Fiera Transrussia di Mosca
  3. Il network dei porti del Levante in mostra al Logitrans Transport Logistic di Istanbul
  4. Porto di Trieste: firmato Memorandum d’intesa con Busan
  5. Porto di Trieste: Authority sigla accordo con il porto di Rostock

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=28927

Scritto da Redazione su mag 7 2015. Archiviato come Authority, News, Nord. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone danese

© 2020 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab