Home » Authority, News, Nord » Porto di La Spezia: primo porto regionale in Italia con gru da 23 file

Porto di La Spezia: primo porto regionale in Italia con gru da 23 file

LA SPEZIA – La Spezia Container Terminal (LSCT), il gateway del Gruppo Contship italia per in Nord/Centro Italia, e il Sud Europa è il primo terminal container regionale italiano ad essersi dotato di gru di banchina in grado di operare sulle navi di ultima generazione.

Due nuove gru di banchina capaci di operare sino alla 23ma fila di container, il cui contratto di acquisto risale al Novembre 2013, sono arrivate presso il terminal alla fine di Marzo 2015 per effettuare le operazioni di montaggio finale e la messa in operatività.Gli ultimi test tecnico-operativi sono stati effettuati tra il 17 e il 18 Luglio, dopodiché le gru sono state spostate nella loro posizione finale, nella banchina est del molo Fornelli (guarda il time-lapse). Altri test sono stati effettuati tra il 20 e il 31 Luglio.

Il design personalizzato di queste macchine è stato realizzato dal partner Italiano OMG-MGM per adattare le nuove mega-gru alla banchina del terminal; con un peso di 1300 tonnellate (-20% rispetto ad altre macchine sul mercato da 23 file), le gru pesano infatti solo 150 tonnellate in più di quelle che vanno a sostituire.

La messa in opera di queste gru da 23 file è complementare rispetto alle macchine già in operatività presso LSCT; con esse il numero di gru totale arriverà a 11 unità entro il quarto trimestre del 2015, di fatto permettendo ad LSCT di accogliere e operare 2 navi ULCC da 150.000 tonnellate di stazza in simultanea.

Sul molo Est Fornelli sono ora disponibili 2 gru da 23 file e 3 gru da 20 file. Sul molo Ovest Fornelli saranno presto disponibili 4 gru da 20 file e 2 gru da 18 file.

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=31383

Scritto da su Ago 4 2015. Archiviato come Authority, News, Nord. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone

© 2021 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab