Home » Authority, News, Sud » Porto di Taranto: terminati i lavori della Piattaforma logistica

Porto di Taranto: terminati i lavori della Piattaforma logistica

TARANTO – È stata posata oggi l’“ultima pietra” che sancisce la fine dei lavori avviati nell’agosto 2013 per la realizzazione della Piattaforma Logistica nel Porto di Taranto.  L’infrastruttura portuale – che si estende lungo un’area di 150.000 mq – si configura come modello di piattaforma logistica integrata, centro di interscambio e unificazione tra le diverse modalità di trasporto (marittimo, terrestre, aereo).
Con l’ultimazione della Piattaforma – la cui realizzazione è stata a carico del Concessionario per un investimento pari a € 37.544.000,00 – il porto si arricchisce di nuove dotazioni tra cui magazzini merci, magazzini refrigerati e capannoni per le operazioni logistiche, nonché di un terminal ferroviario che connetterà lo scalo ionico alla rete nazionale e a quella europea. La gestione della Piattaforma Logistica è affidata alla concessionaria Taranto Logistica S.p.A. per un periodo di 30 anni.
La Piattaforma Logistica si inserisce nel più ampio progetto della “Piastra Portuale del Porto di Taranto” – al tempo realizzato con la formula del project financing – intervento volto al miglioramento della dotazione infrastrutturale complessiva del porto attraverso la realizzazione di una serie di cinque opere strategiche di preminente interesse nazionale per complessivi 219 milioni di euro, il cui cronoprogramma prevede il seguente termine dei lavori: per la strada dei moli luglio 2016, per l’ampliamento del IV sporgente e per la Darsena a Ovest del IV sporgente aprile 2018, unitamente alla realizzazione della vasca di colmata per il contenimento dei fanghi derivanti dalle opere marittime.
Con la progressiva entrata in operatività della Piattaforma Logistica prende forma, quindi, e si struttura il più ampio progetto di hub portuale logistico intermodale nel porto di Taranto, il cui funzionamento non sarà legato esclusivamente al transhipment ma, in misura maggiore, in import/export – 20% del traffico complessivo del terminal – modificando in maniera sostanziale l’aspetto e l’efficienza del porto, a vantaggio della diversificazione dei traffici e del raggiungimento dello status di “porto di terza generazione”.

Tale obiettivo ben si integra con la serie di azioni che l’Autorità Portuale di Taranto, in sinergia con il Governo, sta portando avanti per il rilancio del terminal contenitori e l’individuazione di un nuovo operatore che garantisca una gestione competitiva del terminal.
L’Autorità Portuale, unitamente al Concessionario, riservano di organizzare una sobria cerimonia di inaugurazione dell’opera in occasione dell’auspicata prossima visita al Porto di Taranto da parte del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti.

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=32426

Scritto da su Set 16 2015. Archiviato come Authority, News, Sud. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone

© 2021 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab