Home » Authority, Centro, News » Porto di Salerno: la sicurezza dell’ultimo miglio con il Progetto Habitat

Porto di Salerno: la sicurezza dell’ultimo miglio con il Progetto Habitat

SALERNO – L’Autorità Portuale di Salerno in collaborazione con il partenariato del Progetto HABITAT (HArBourtraffIcopTimizAtionsysTem) ha presentato, alle Istituzioni ed agli operatori portuali, le implementazioni realizzate nell’ambito del progetto.

Il progetto, che rientra nel Programma Operativo Nazionale “Ricerca e Competitività 2007-2013” Regioni Convergenza, finanziato dal Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca seguito dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, riguarda il monitoraggio del traffico navale dell’ultimo miglio ed ha visto, durante l’ultimo anno, la sua fase di sperimentazione presso l’Autorità Portuale di Salerno.

Scopo del progetto è l’innovazione dei sistemi di controllo del traffico navale portuale, sia in termini di efficienza che di sicurezza e salvaguardia dell’ambiente, mediante lo sviluppo di nuove funzionalità ad alto contenuto tecnologico quali, ad esempio, il Blue Port Awareness, il supporto alla navigazione in prossimità dell’accesso in porto, il supporto all’attracco, un sistema di simulazione per addestramento ed esercitazione dei piloti.

In particolare è stata allestita, all’interno del Porto, al Molo Manfredi la Sala T&E Habitat, una vera e propria torre di controllo virtuale e due simulatori “real time” delle plance di comando di una nave e di un rimorchiatore, immerse in uno scenario 3D con le immagini del Porto di Salerno.

Tali funzionalità saranno rese disponibili sia su dispositivi fissi che mobili, quali tablet o smartphone, a supporto delle attività dei vari operatori portuali.

Habitat propone un sistema integrato, prevalentemente lato Porto, per il controllo e supporto della navigazione nell’ultimo miglio marittimo di tipo “allvessel, allweather, allday”, ovvero è in grado di fornire la situazione del traffico nell’ultimo miglio marino con modalità grafiche evolute, per tutti i tipi di navi ed imbarcazioni (all vessel), in tutte le situazioni meteorologiche (allweather) e sulle 24 ore (allday).

Habitat è, inoltre, in grado di fornire a tutte le navi ed imbarcazioni in navigazione nell’ultimo miglio marino, un sistema di supporto alla navigazione in grado di migliorare la precisione, la velocità e la sicurezza delle manovre e dell’attracco, nonché un sistema avanzato di simulazione per l’esercizio e il training dei piloti e di tutti gli operatori coinvolti nel controllo del traffico portuale.

Il Progetto HABITAT si evidenzia quale promotore di innovazione, a tutto vantaggio di efficienza ed incremento della sicurezza e dell’ambiente, quindi Porto, Città e Regione, in un sistema di gestione integrato ed ottimizzato delle risorse che ogni giorno vedono coinvolte le istituzioni, gli operatori portuali, gli utenti e i cittadini.

Al Porto di Salerno ed alla portualità campana, dunque, ancora più servizi per offrire agli armatori strumenti per una sempre maggiore competitività ed ai diportisti più sicurezza, il tutto in un ambiente ancor più tutelato.

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=35020

Scritto da su Dic 28 2015. Archiviato come Authority, Centro, News. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone

© 2021 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab