Home » Authority, Centro, News » Autorità portuale di Ancona: ISA e approvazione del bilancio

Autorità portuale di Ancona: ISA e approvazione del bilancio

ANCONA – Nella riunione odierna il Comitato portuale di Ancona ha affrontato la questione relativa alla richiesta di concessione presentata da ISA Group e Frittelli Maritime Group, uno degli elementi ritenuti essenziali dall’offerente per procedere all’acquisto.

Il Comitato ha analizzato la domanda pervenuta, approfondendo il piano industriale e valutandone la coerenza rispetto alla richiesta di concessione per 35 anni. Il piano di investimenti di 9,3 milioni di Euro complessivi, il proseguimento delle attività cantieristiche e i conseguenti risvolti sociali complessivi dell’operazione sono stati ritenuti coerenti con il periodo concessorio richiesto, con il conseguente accoglimento della domanda per l’area attualmente in concessione di mq 16.395 dotata di banchine, pontili e scali di alaggio e varo.

“Il Comitato portuale – ha dichiarato il Presidente Giampieri – ha discusso con responsabilità una problematica molto rilevante per il futuro di ISA Group, azienda che opera in un settore importante per l’economia del territorio. E’ stato riconosciuto il valore della cantieristica, asset strategico per lo sviluppo economico della regione e che continua ad assicurare la capacità di mantenere e sviluppare professionalità esperte e di alto profilo nelle aziende operanti nel settore e nell’indotto”.

Altro tema trattato il bilancio dell’Autorità portuale: il Comitato Portuale ha approvato ad unanimità il bilancio consuntivo per l’esercizio 2015 dell’Ente. L’Autorità Portuale di Ancona, individuata dal Ministero dell’Economia e Finanze tra tutte le AP per la sperimentazione della tenuta della contabilità finanziaria “potenziata” di cui al Decreto 1 Ottobre 2013, ha presentato il primo rendiconto secondo i principi e gli schemi sperimentali.

Il bilancio approvato presenta spese per investimenti sostenute nel 2015 per oltre 21 milioni di €uro, relativi in particolare alla ultimazione del Molo di Sopraflutto e agli escavi effettuati nell’estate per la messa in esercizio la banchina 26.L’esercizio finanziario 2015 chiude con un avanzo di amministrazione di circa 88 milioni di €uro, in gran parte già destinati a specifici interventi di rafforzamento infrastrutturale, in corso di progettazione e affidamento: completamento e funzionalizzazione della banchina rettilinea, demolizione parziale del Molo Nord, adeguamento strutturale della banchina 22. L’avanzo disponibile corrisponde a circa 12 milioni di €uro che verrà utilizzato per la realizzazione di altri interventi già programmati per l’anno in corso.

Grande soddisfazione ha espresso il Segretario generale Paroli che sottolinea la professionalità della struttura che, pur affrontando una situazione di riorganizzazione amministrativa complessa, ha portato l’Autorità Portuale ad essere l’undicesimo Ente pubblico, su 7.000 monitorati, per rapidità di pagamento ed efficienza delle procedure amministrative in Italia.

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=37869

Scritto da su Apr 29 2016. Archiviato come Authority, Centro, News. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone

© 2021 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab