Home » Authority, News, Sud » IONIAN SHIPPING DAYS: il 15 e il 16 settembre al Castello Aragonese di Taranto

IONIAN SHIPPING DAYS: il 15 e il 16 settembre al Castello Aragonese di Taranto

TARANTO – Oggi la presentazione della due giorni organizzata da Ionian Shipping Consortium che si svolgerà nel Castello Aragonese della Marina Militare Italiana i prossimi 15 e ??16 settembre.L’evento rappresenta un momento di riflessione sui temi del trasporto marittimo e, più in generale, su quelli inerenti la portualita e la retroportualità ionica.

Nella prima giornata, con inizio alle ore 9, si affronteranno temi di stringente attualità come ha ribadito il Presidente di ISC Rinaldo Melucci :”IL PORTO DI TARANTO. SICUREZZA, SHIPPING E NUOVI MERCATI”, dove il primo degli elementi è proprio quella sicurezza ormai persa nel Nordafrica e nel parte orientale del Mediterraneo. A Taranto la presenza storica della Marina Militare dota la grande infrastruttura di una protezione indotta che non può che favorire l’interesse delle grandi compagnie di navigazione compreso quel settore crocieristico che proprio nel 2017 aprirà a Taranro nuove chances di sviluppo. Nel corso della prima giornata, oltre a esponenti del settore di altissimo rilievo, prende risalto la presenza e la testimonianza, confermata dal C.F. Benedetto Esposito addetto stampa del Comando Marittimo Sud, dell’Ammiraglio di squadra Donato Marzano responsabile nazionale della logistica della Marina Militare Italiana che proprio il giorno dopo, a bordo della capital ship della Marina, la portaerei Cavour, assumerà il prestigioso comando della Flotta.

Ancora nella prima giornata, come ha ricordato il vicepresidente Arcangelo Santamato, ci sarà il conferimento dei Premi di Laurea voluti da ISC in collaborazione con l’Università.
Uno degli aspetti fondamentali nei quali si identifica l’opera di Ionian Shipping Consortium è, infatti, quello culturale, inteso come generale impegno per una elevazione complessiva della “cultura marittima” della nostra città.

In questo senso, il management di ISC ha voluto stringere un proficuo raccordo con l’Università agli Studi di Bari finalizzato a promuovere, soprattutto nelle nuove generazioni, la conoscenza e quindi la qualificazione professionale nei confronti delle dottrine collegate al “lavoro” sul mare.

È stata così accettata la richiesta avanzata da ISC per l’istituzione di tre premi in denaro a favore di laureati nei corsi di studio afferenti al Dipartimento Ionico in ” Sistemi giuridici ed economici del Mediterraneo: società, ambiente, culture” e da titolari di master in “Diritto e tecnica doganale e del commercio internazionale dell’Università agli Studi di Bari ‘Aldo Moro’.”
Numerosi i lavori pervenuti alla Commissione Giudicatrice composta dai Professori Mario Aulenta Presidente; Laura Tafaro, Nicolò Giovanni Carnimeo, Sergio Prete Componenti e da Adolfo Melucci e Arcangelo Santamato in rappresentanza di ISC.

Al termine della valutazione degli elaborati questa la graduatoria di merito espressa dalla Commissione all’unanimità :

Primo Classificato il Dr. Kukaj Ermal con la tesi : ” NATIONAL MARITIME SINGLE WINDOW PROTOTIPO ARGES ED EVOLUZIONE DEL PCS NEI PORTI ITALIANI” ; Seconda Classificata la Dott.ssa Eva Mongelli con la tesi: ” THE ROLE OF THE PORT OF TARANTO IN THE SCANDINAVIAN -MEDITERRANEAN CORE NETWORK “; Terza Classificata l’Avv. Carla Mellea con la tesi: ” LO ‘STATUS’ DI OPERATORE ECONOMICO AUTORIZZATO”.

Inoltre una menzione di merito è andata alla quarta classificata la Dott.ssa Federica Caracuta con la tesi: ” LA SAFETY E LA GESTIONE DELLA NAVE”.

Le Borse di Studio saranno consegnate nel ??corso del convegno del prossimo 15 Settembre al Castello Aragonese alla presenza del Magnifico Rettore dell’Università agli Studi di Bari, Prof. Antonio Felice Uricchio.
Nella seconda giornata che sarà moderata come la prima da Nicla Pastore e che avrà inizio alle ore 09,00,  si entrerà nel vivo di argomenti assolutamente strategici dal punto di vista tecnico-operativo. “OIL & GAS. PROSPETTIVE DI SVILUPPO SOSTENIBILE PER TARANTO” , questo il titolo del convegno che vedrà, come nel primo, la presenza indispensabile dell’Autorità Portuale di Taranto con il Commissarrio Straordinario Prof. Sergio Prete che proprio in queste settimane vive la riforma voluta dal Ministro Del Rio. Una riflessione a più esperienze su un settore assolutamente non trascurabile dell’economia complessiva del Porto di Taranto che, trattandosi di energia, non potrà che sintetizzare necessità strategiche con sostenibilità. Vi prenderanno parte in un confronto di sicuro grande interesse, esperti e responsabili di grandi gruppi industriali.

Nel corso della conferenza stampa, il Presidente Rinaldo Melucci ha ringraziato gli sponsor privati dell’evento mettendo in evidenza l’importanza che la coesione tra gli operatori a vario livello del territorio detiene nel tentativo di riportare Il Porto di Taranto e tutte le attività connesse a quei livelli di crescitache dovrebbero essere dovuti al più grande hub infrastrutturale del’Italia Meridionale.

E così un ringraziamento speciale va a ULYSSES MULTIPURPOSE TERMINAL e a BCC SAN MARZANO DI SAN GIUSEPPE, RACCOMAR PUGLIA, BASILE PETROLI , CNT Consorzio Navalmeccanico Taranto, TAGARELLI ASSICURAZIONI e  gli enti ed associazioni che hanno accordato il proprio patrocinio. Infine, una dichiarazione del Dott. Francesco Cavallo Presidente di BCC San Marzano : “Il Porto è un grande Hub da sfruttare per il rilancio del territorio, in quanto dotato di tutti i requisiti strutturali per attrarre investimenti. Gli istituti bancari possono certamente essere parte integrante di un ampio progetto di sviluppo dell’area portuale e del territorio di Taranto. Dobbiamo solo crederci di più e fare sistema”.

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=41356

Scritto da su Set 12 2016. Archiviato come Authority, News, Sud. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone

© 2021 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab