Home » Authority, News, Nord » Porti La Spezia-Carrara: per Roncallo la “vera sfida è l’integrazione”

Porti La Spezia-Carrara: per Roncallo la “vera sfida è l’integrazione”

LA SPEZIA – Mettere insieme i due scali di La Spezia e Marina di Carrara, dal punto di vista organizzativo e delle strategie, senza fermare la crescita. Carla Roncallo, dal 16 dicembre presidente della nuova Autorità di sistema portuale del Mar Ligure Orientale, dopo essere stata nominata commissario dell’Autorità portuale della Spezia in seguito all’inchiesta su corruzione e abuso d’ufficio in porto che portò a quattro misure cautelari e a iscrivere nel registro degli indagati l’allora presidente Lorenzo Forcieri, poi dimessosi, racconta il lavoro avviato e il futuro.

“L’integrazione è la sfida principale. Ci sarà molto da lavorare, ma possono esserci buone occasioni e sinergie per i due porti che dovranno essere messe a punto nei prossimi mesi e anni. Carrara è uno scalo molto piccolo ma ha grandi spazi alle spalle. Viceversa Spezia ha banchine e infrastrutture portuali più grandi ma non molte aree nel retroporto”, dice Roncallo.

Nessuno stop alla crescita dei due porti. “Non ho nessuna intenzione, nè per Spezia nè per Carrara di fermare progetti e investimenti previsti nei vecchi piani regolatori portuali, che stanno andando avanti o devono andare avanti nei prossimi mesi.

Dobbiamo fare un unico piano regolatore portuale ma non per questo blocchiamo tutto”, dice. Infatti alla Spezia procede l’iter autorizzativo per i piani di investimento di Contship e Terminal del Golfo, in modo da aprire a breve i cantieri per riempimenti e nuove banchine. “Abbiamo ripreso anche pratiche di investimento a carico dell’Autorità portuale bloccate a seguito delle vicende giudiziarie: nella gara per il fascio di nove nuovi binari abbiamo sostituito il presidente della commissione e pensiamo si chiudere entro metà marzo per partire con i lavori”.

Procede anche il progetto esecutivo per la darsena nautica a molo Pagliari e l’altro grande tema sono le crociere. La scelta del segretario generale? “Siamo indietro, ci penseremo”, dice. Le lettere per chiedere a Regioni, Comuni e Capitaneria i nomi per il Comitato di gestione sono partite il 20 dicembre, ma per ora nessuna indicazione.

Leggi anche:

  1. Signorini e Roncallo presidenti delle Authority di Genova e La Spezia
  2. Per i porti di Genova e La Spezia nomine dei presidenti a giorni
  3. I tre porti di Savona-Genova-La Spezia al CILF di Shenzhen
  4. Porto di La Spezia: dal Cipe 39 milioni di euro per nuovi binari
  5. Msc torna a La Spezia nel 2017

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=44233

Scritto da Redazione su gen 9 2017. Archiviato come Authority, News, Nord. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 13 N°2

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato ad Assologistica e alle idee per il futuro messe insieme dall’associazione di categoria: le commissioni interne hanno espresso i loro orientamenti in maniera dettagliata e su questo tracciato si disegnano le decisioni future. All’interno di questo numero troverete anche tante informazioni sui porti di Livorno, Piombino, Trieste, Civitavecchia, Venezia e Genova ma anche le direttive internazionali sull’utilizzo di Gnl per uso energetico e la Brexit.
poseidone danese

© 2018 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab