Home » Authority, News, Nord » Porto di Venezia: firmato l’appalto per il piano della piattaforma offshore

Porto di Venezia: firmato l’appalto per il piano della piattaforma offshore

VENEZIA – Il presidente dell’Autorità portuale di Venezia, Paolo Costa, e il general manager di Overseas Marketing Development for Europe and Middle East di CCCG, Song Debin, hanno firmato a Ca’ Farsetti il contratto di appalto per la progettazione definitiva della piattaforma offshore destinata a servire il traffico merci nel porto di Venezia.

“Con questo atto – ha spiegato Costa – si entra nella fase decisiva di una lunga strada, avviata qualche anno fa, in cui il problema della difesa della laguna di Venezia dal mare è stato trasformato in una grande occasione. Tra le varie possibilità, abbiamo immaginato di risolvere l’aumento della difficoltà di accessibilità nautica al porto derivante dal sistema di paratoie mobili inventando un nuovo modo di fare porto, evitando di scavare ulteriormente i canali per renderli compatibili con le nuove navi e facendo a Venezia il regalo di far sì che la sua economia possa ancora puntare su porto e industria.

Al tempo stesso, in questo modo Venezia farà un regalo all’Italia e all’Europa, dando la certezza di avere tra una quindicina d’anni, quando queste navi saranno la normalità, un porto che consentirà di ricevere navi da 18.000 teu, cosa oggi non possibile in nessun porto italiano, rendendo l’Italia la porta occidentale efficiente per la via della seta”.

Il contratto siglato con il raggruppamento di imprese facente capo al colosso cinese CCCG ha un valore di quattro milioni di euro e prevede la redazione del progetto definitivo entro sei mesi. “Entro quella data – ha affermato Debin – consegneremo tutte le carte e, quando sarà fatto l’apposito bando di gara, siamo disponibili anche per costruire e gestire il nuovo porto”.

“Ringrazio mister Song – ha commentato il sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro, presente alla firma – che ci mette la faccia, dandoci la possibilità di raccontare come la città di Venezia può tornare importante nei rapporti con la Cina”.

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=44815

Scritto da su Feb 3 2017. Archiviato come Authority, News, Nord. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone

© 2021 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab