peyrani
Home » Authority, News, Sud » Authority di Taranto incontra Crotone per traffici nel Mar Ionio

Authority di Taranto incontra Crotone per traffici nel Mar Ionio

CROTONE – “Intraprendere una collaborazione che favorisca i traffici di merci e passeggeri nel mar Ionio”. E’ stato l’obiettivo – è detto in un comunicato della Camera di commercio di Crotone – dell’incontro che si è tenuto a Taranto nella sede dell’Autorità del Sistema Portuale del Mar Ionio.

“All’incontro – è detto nel comunicato – erano presenti il consigliere di Giunta della Camera di Commercio di Taranto, Luca Lazzaro, il presidente dell’Autorità del Sistema Portuale del Mar Ionio Sergio Prete, il presidente e il consigliere della Camera di Commercio di Crotone con delega alle infrastrutture rispettivamente Alfio Pugliese e Francesco Lagani e Piero Castelliti e Marco Tricoli in rappresentanza degli imprenditori con interessi sul porto”.

“La riforma delle autorità portuali – hanno spiegato in una dichiarazione congiunta i presidenti degli Enti camerali di Taranto e Crotone, Luigi Sportelli e Alfio Pugliese – sta procedendo verso un sistema che incentiva le aggregazioni di più porti a livello regionale ed extraregionale, in tal senso è stata costituita l’Autorità portuale del Sud Tirreno composta da Gioia Tauro e Messina con vocazione territoriale sul versante tirrenico, mentre per quanto riguarda lo Ionio permane solo quella con sede in Taranto.

Visti gli attuali investimenti per la viabilità, in particolare sul tratto Sibari-Roseto Capo Spulico, e per le ferrovie, saranno facilitati e incentivati gli spostamenti di persone e cose tra Calabria, Basilicata e Puglia. Per tale motivo le Camere di commercio di Taranto e Crotone, unitamente all’Autorità del Sistema Portuale del Mar Ionio, intendono avviare una collaborazione che incentivi il traffico di merci e passeggeri sul versante Ionico”.

“L’Autorità del Sistema Portuale del Mar Ionio – è detto ancora nel comunicato – ha quantificato in 500 milioni di euro gli interventi infrastrutturali programmati ed in parte già realizzati. Considerando che il porto di Taranto è a forte vocazione industriale e commerciale, mentre Crotone ha una portualità maggiormente orientata verso il turismo e il diportismo, emergono i margini per una integrazione proficua e vantaggiosa per entrambi i territori.

Da più fronti emerge la necessità di superare i campanilismi per lanciare il versante Ionico come un unico brand, anche in considerazione che vi è la disponibilità delle amministrazioni comunali e provinciali a sviluppare e rafforzare politiche economiche condivise a beneficio del territorio, promuovendo le caratteristiche distintive e, al contempo, valorizzando le complementarietà tale incontro va in questa direzione e, siamo certi che, lavorando in tal senso, attuando una pianificazione congiunta delle attività dei porti di Crotone e Taranto, ne beneficerà tutto il Sud”.

Leggi anche:

  1. Autorità di Sistema Portuale del Mar Ionio: Di Blasio alla guida della segreteria
  2. TROFEO MAGNA GRECIA 2015: conferenza stampa a TARANTO il 15 settembre
  3. Prete: “Accorpamento Taranto-Brindisi? Non spetta ai presidenti delle Authority decidere”
  4. Porto di Taranto: Authority e Comune chiedono la banchina Torpediniere alla Marina
  5. Porto di Taranto: Prete incontra il Ministero per lo Sviluppo economico

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=48832

Scritto da Redazione su ago 7 2017. Archiviato come Authority, News, Sud. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 12 N°3

BRINDISI - In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato alle crociere, a livello nazionale ed internazionale, con i nuovi dati di Risposte Turismo: dalla classifica dei porti italiani in base al numero di croceristi alle previsioni per il 2018 con i programmi dei porti già fissati con le grandi compagnie. Poi un focus di Stefano Carbonara sul cyber crimine applicato al mondo dello shopping con lo contromosse necessarie. Da Assologistica arrivano anche le indicazioni per il mondo dei porti e non solo, con tendenze e lacune da colmare. Ad Ancona, Napoli, Trieste, Venezia, Brindisi e Livorno sono dedicati tanti servizi sulle ultime notizie che giungono da questi scali dopo la riforma dei porti..
poseidone danese

© 2017 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab