Home » Authority, News, Nord » D’Agostino: “Servono proposte per il dialogo con l’Oriente”

D’Agostino: “Servono proposte per il dialogo con l’Oriente”

TRIESTE – ”Se vogliamo aprire un dialogo efficace e produttivo con la Cina e con i Paesi dell’Asia centrale come l’ Uzbekistan e il Kazakistan che stanno facendo passi da giganti nel campo della comunicazione e della logistica dobbiamo agire per conto nostro e, coordinati come porti italiani, d’accordo con il Governo, dobbiamo avanzare nostre proposte ben precise”.

Lo ha detto Zeno D’Agostino, presidente dei porti italiani e del porto di Trieste, nel corso d’un convegno “La nuova via della seta” presso la sede di Telenord. D’Agostino ha ammesso che l’ Europa, come realtà politica ed economica, non ha una strategia unitaria in questo campo perchè ogni paese agisce per conto proprio.

“Inutile pensare a un progetto dell’Ue – ha ribadito -. Sopratutto i cinesi, che spesso tengono prudentemente al coperto le loro carte, aspettano proposte operative. Dobbiamo agire quindi in tempi stretti”. Il presidente dei porti italiani ha spiegato che siamo alla vigilia d’una autentica rivoluzione strategica, economica e culturale che cambierà la nostra mentalità e modificherà i rapporti tra Occidente e Oriente.

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=51370

Scritto da su Dic 16 2017. Archiviato come Authority, News, Nord. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone

© 2021 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab