Home » Authority, News, Nord » PROGETTO EUROPEO “INTESA” ITALIA-CROAZIA: AL VIA SISTEMA INTEGRATO

PROGETTO EUROPEO “INTESA” ITALIA-CROAZIA: AL VIA SISTEMA INTEGRATO

VENEZIA – Il porto di Venezia, grazie alla sua esperienza nel settore degli ausili alla navigazione e delle tecnologie dell’informazione, è capofila del progetto “INTESA” co-finanziato dal Programma europeo INTERREG Italia-Croazia per la collaborazione transfrontaliera in ambito portuale. Il progetto sarà presentato nel corso di un seminario che si terrà:

Venerdì 29 marzo alle ore 10:00Terminal 103, Stazione Passeggeri Marittima, Venezia

Interverranno:
Pino Musolino, Presidente Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Settentrionale
Piero Pellizzari, Direttore Marittimo del Veneto, Comandante della Capitaneria di porto di Venezia
Santo Romano, Regione del Veneto, Direttore area capitale umano, cultura e programmazione comunitaria
Luigi Sinapi, Direttore Istituto Idrografico Italiano

INTESA, con il coinvolgimento dei Ministeri dei Trasporti di Italia e Croazia e del Comando Generale delle Capitanerie di Porto, mira a far emergere le migliori pratiche tra i porti adriatici di Venezia, Chioggia, Trieste, Monfalcone, Ravenna, Ancona, Bari, Brindisi, e porti croati di Rijeka, Ploce, Split, con l’obiettivo ambizioso di implementare un sistema integrato di gestione e monitoraggio del traffico marittimo in Adriatico. Nel corso del Seminario Tecnico “Information technology for Safety: a joint Italian and Croatian perspective for the Adriatic Sea“ organizzato dall’Autorità di Sistema Portuale, speaker di alto profilo, inclusi rappresentanti degli organismi internazionali del settore marittimo (IALA, EMSA), discuteranno di come gli ausili alla navigazione, le tecnologie dell’informazione, lo scambio di dati e le migliori pratiche internazionali possano contribuire aumentare la sicurezza della navigazione e l’efficienza e la competitività dei porti dell’Adriatico. In una sessione specifica del Seminario verranno illustrate le iniziative già realizzate o in corso di implementazione presso i porti di Venezia e Chioggia.

Leggi anche:

  1. PROGETTO NETWAP: ASSE ITALIA-CROAZIA NELLA GESTIONE DEI RIFIUTI MARINI
  2. PROGETTO BEAT: A VENEZIA B2B ITALIA-CROAZIA PER LE IMPRESE DELLA NAUTICA
  3. PROGETTO BEAT: SVILUPPO DELLA CANTIERISTICA NAVALE SULL’ASSE ITALIA-CROAZIA
  4. Porto di Venezia: capofila del progetto europeo Talknet
  5. L’Autorità Portuale di Trieste partecipa al Progetto Europeo INWAPO

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=59466

Scritto da Redazione su mar 27 2019. Archiviato come Authority, News, Nord. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 14 N°2

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato alla portualità con un focus sulle identità marinare e sul futuro dei lavori portuali, la figura dello skipper e il trattamento dell’acqua di zavorra. Poi una riflessione sul concetto di “Porto come mondo” (prendendo come esempio il porto di Brindisi, tra tutela, valorizzazione ed innovazione). E ancora, approfondimenti sul motto lanciato dal Ministero delle Infrastrutture e Trasporti: #IOSONOMARE, per valorizzare tutte le attività svolte sul mare.
poseidone danese

© 2019 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab