Home » Authority, News, Nord » NUOVE TECNOLOGIE PER RENDERE IL TRASPORTO INTERMODALE: AL VIA IL PROGETTO COMODALCE

NUOVE TECNOLOGIE PER RENDERE IL TRASPORTO INTERMODALE: AL VIA IL PROGETTO COMODALCE

TRIESTE – Ha preso avvio nei giorni scorsi a Trieste il progetto COMODALCE “Enhancing COordination on multiMODAL freight transport in CE”, che mira a rendere il trasporto intermodale più efficiente e  competitivo attraverso l’adozione di tecnologie innovative.

COMODALCE, co-finanziato dal Programma Interreg Central Europe, ha un budget di 1.960.000 euro, di cui 281.000 a favore dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Orientale capofila del progetto, e una durata di 36 mesi. Tra i partner i principali porti e interporti europei: La Spezia, Koper, Rostock, Gdynia, Verona e Budapest.

Sulla base dell’analisi della situazione attuale e utilizzando come benchmark le migliori pratiche internazionali nel settore, i partner di progetto elaboreranno dei piani di sviluppo a medio e lungo termine che verranno attuati tramite concrete azioni pilota. Sfruttando le nuove tecnologie e lo scambio dati tra diversi attori, il trasporto delle merci via treno diventerà più efficiente, facilitando lo shift modale dalla strada alla rotaia, con conseguenti ricadute positive in termini di emissioni di gas inquinanti e CO2.

Leggi anche:

  1. Trasporto intermodale: Pizzimenti, 4 mln per il porto di Trieste
  2. PROGETTO EUROPEO CREA PIATTAFORMA ONLINE AL SERVIZIO DEL TRASPORTO MULTIMODALE
  3. Progetto AlpInnoCT: fondi europei per lo sviluppo del trasporto combinato attraverso le Alpi
  4. FINCANTIERI OIL & GAS PARTNER NEL PROGETTO DI INNOVAZIONE “SIDRAN”
  5. Authority di Trieste e Dogana presentano le nuove disposizioni per Punti Franchi

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=60178

Scritto da Redazione su apr 12 2019. Archiviato come Authority, News, Nord. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 14 N°2

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato alla portualità con un focus sulle identità marinare e sul futuro dei lavori portuali, la figura dello skipper e il trattamento dell’acqua di zavorra. Poi una riflessione sul concetto di “Porto come mondo” (prendendo come esempio il porto di Brindisi, tra tutela, valorizzazione ed innovazione). E ancora, approfondimenti sul motto lanciato dal Ministero delle Infrastrutture e Trasporti: #IOSONOMARE, per valorizzare tutte le attività svolte sul mare.
poseidone danese

© 2019 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab