ARRIVATA A GENOVA MSC GRANDIOSA, NAVE TRA LE PIÙ AVANZATE AL MONDO DAL PUNTO DI VISTA AMBIENTALE

• Dal 1° gennaio 2020 MSC Crociere sarà la prima compagnia di crociera ad impatto zero di CO2 al mondo

• Giovanni Toti (Governatore Regione Liguria): “Il settore crocieristico è strategico per Regione Liguria, che ha puntato molto anche sulla formazione di quelle professionalità che possono trovare occupazione a bordo di questi gioielli: è un modello di sviluppo che sta dando risultati straordinari e su cui continueremo a lavorare insieme”

• Marco Bucci (Sindaco di Genova): “Vogliamo poter attrarre un turismo sempre più di qualità e faremo tutto il possibile per supportare le aziende, come MSC Crociere, che con uno sguardo attento alla sostenibilità contribuiscono alla crescita del territorio; vi sfido dunque a portare qui ancora più passeggeri e promettiamo di farvi trovare strutture all’altezza e una città sempre più accogliente”

• Leonardo Massa (Country Manager MSC Crociere): “La scelta di Genova come home port di MSC Grandiosa è un’ulteriore testimonianza della centralità di questa città e dell’intera Liguria per la nostra compagnia. A livello globale, non esiste porto in cui MSC Crociere movimenti un numero maggiore di passeggeri, che nel 2019 nel capoluogo ligure hanno raggiunto il record di 1,1 milioni”

Genova – Il porto di Genova ha dato oggi il benvenuto a MSC Grandiosa, nave tra le più avanzate al mondo dal punto di vista ambientale, che farà dello scalo genovese – come tutte le ammiraglie di MSC Crociere – il proprio “home port” dal quale salpare, ogni settimana, per le crociere nel Mediterraneo Occidentale.

L’arrivo della nuova ammiraglia, consegnata all’armatore il 31 ottobre dai Chantiers de l’Atlantique, consentirà alla compagnia crocieristica leader in Mediterraneo, Sud America, Sud Africa e Paesi del Golfo, di compiere un ulteriore passo in avanti nel percorso che la porterà a diventare un’azienda a emissioni zero. Tra le tappe più significative, in questa direzione, vi è la decisione di diventare dal 1° gennaio 2020 una compagnia totalmente “carbon neutral”, ossia a impatto zero di CO2, compensando tutte le emissioni di anidride carbonica generate dalla flotta attraverso progetti per l’ambiente di alta qualità basati sull’utilizzo dei Blue Carbon Credits.

Per celebrare il primo attracco di MSC Grandiosa, che può ospitare oltre 6.300 passeggeri, è stata organizzata a bordo della nave la tradizionale cerimonia del Maiden Call, alla presenza del top management di MSC Crociere, tra cui il Presidente Francesco Zuccarino e il Country Manager Leonardo Massa, e delle principali istituzioni e autorità locali e portuali, tra cui il Presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti, il Sindaco di Genova, Marco Bucci, il Prefetto Carmen Perrotta, il Presidente dell’Adsp del Mar Ligure Occidentale Paolo Emilio Signorini e il Capitano di Vascello Filippo Marini, Comandante in seconda della Capitaneria di Porto che hanno scambiato il crest con il Comandante Marco Massa. A bordo della nave si terrà, inoltre, una grande evento riservato a oltre 2.000 agenti di viaggio e tour operator per condividere le innovazioni della compagnia a livello di prodotto e dal punto di vista della gestione ambientale.

“Oggi diamo il nostro benvenuto a Msc Grandiosa – ha affermato il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti – la nuova ammiraglia della Compagnia, una delle navi più avanzate dal punto di vista ambientale e la più grande che sia mai arrivata a Genova. È un momento emozionante essere a bordo di questo straordinario concentrato di bellezza e tecnologia, in grado di offrire una vacanza raffinata ed esclusiva a migliaia di ospiti ogni anno. Siamo grati a Msc per il suo impegno su Genova e sulla Liguria: questo evento è il quarto in poco più di un anno, a testimonianza del lavoro straordinario che stiamo realizzando insieme. Nel 2020 – ha sottolineato il governatore – il porto di Genova movimenterà 1,38 milioni di passeggeri su navi da crociera, in crescita, nonostante le difficoltà. Il settore crocieristico è strategico per Regione Liguria, che ha puntato molto anche sulla formazione di quelle professionalità che possono trovare occupazione a bordo di questi gioielli: è un modello di sviluppo – ha concluso – che sta dando risultati straordinari e su cui continueremo a lavorare insieme”.

“Uno stretto rapporto con l’acqua è da sempre nel DNA di una città come Genova, una città che ha saputo approfittare del mare per costruire il suo futuro – ha dichiarato il Sindaco di Genova Marco Bucci – Sono convinto che continuando a lavorare con l’acqua e con il mare potremo continuare a fare la fortuna della nostra città. Vogliamo poter attrarre un turismo sempre più di qualità e faremo tutto il possibile per supportare le aziende, come MSC Crociere, che con uno sguardo attento alla sostenibilità contribuiscono alla crescita del territorio; vi sfido dunque a portare qui ancora più passeggeri e promettiamo di farvi trovare strutture all’altezza e una città sempre più accogliente.”

“La scelta di Genova come home-port di MSC Grandiosa è un’ulteriore testimonianza della centralità di questa città e dell’intera Liguria per MSC Crociere”, ha sottolineato Leonardo Massa. “A livello globale non esiste porto in cui la nostra Compagnia movimenti un numero maggiore di crocieristi. Nei prossimi 12 mesi la nuova ammiraglia effettuerà 51 scali nel capoluogo ligure, portando con sé ogni settimana circa 6.000 turisti con una capacità di spesa medio-alta, pronti a scoprire le numerose bellezze del territorio.

Complessivamente, nel corso del 2019, la Compagnia ha generato su Genova una movimentazione record pari a circa 1,1 milioni di passeggeri, oltre un terzo della movimentazione di MSC Crociere in Italia”. Ogni domenica la nave partirà da Genova per compiere suggestive crociere settimanali nel Mediterraneo Occidentale con il seguente itinerario: Civitavecchia, Palermo, Malta, Barcellona e Marsiglia durante la stagione invernale; Napoli, Messina, Malta, Barcellona e Marsiglia nella stagione estiva.

Sotto il profilo della tecnologia ambientale presente a bordo, MSC Grandiosa è dotata di un sistema avanzato di riduzione catalitica selettiva (SCR) che, grazie ad una tecnologia di controllo attivo delle emissioni, contribuisce a ridurre le emissioni di ossido di azoto dell’80%. L’ossido di azoto proveniente dalle operazioni del motore viene infatti condotto attraverso un catalizzatore – cioè un dispositivo ad alta densità realizzato con metalli nobili – che lo converte poi in azoto e acqua, entrambi composti innocui. La nave sarà dotata inoltre di un sistema che consente l’elettrificazione da terra, utilizzabile durante l’ormeggio, collegando la nave alla rete elettrica locale del porto e consentendo così di azzerare le emissioni durante la sosta.

Questa funzionalità è stata implementata su tutte le nuove costruite da MSC Crociere a partire dal 2017. Queste nuove funzionalità si aggiungono ad altre efficaci tecnologie ambientali implementate sulla nave e in tutta la flotta aziendale per ridurre al minimo l’impatto ambientale, tra queste: sistemi ibridi di pulizia dei gas di scarico (EGCS) che rimuovono fino al 97% di ossido di zolfo dalle emissioni delle navi; avanzati sistemi di gestione e trattamento delle acque reflue; sistemi di trattamento delle acque di sentina; sistemi di ultima generazione per la prevenzione degli sversamenti di petrolio dalla sala macchine e ulteriori sistemi di efficientamento energetico tra cui sistemi all’avanguardia per il recupero del calore e l’illuminazione a LED.

La cerimonia di consegna di MSC Grandiosa ha coinciso con il taglio della lamiera di MSC Europa, la prima nave della compagnia alimentata a gas naturale liquefatto (GNL) e dal design futuristico, la nave appartiene alla World Class e si unirà alla flotta il prossimi maggio 2022 come prima nave parte di un piano di costruzione di  ulteriori 5 navi alimentate a GNL.

In questo stesso contesto, MSC Crociere ha inoltre presentato l’innovativo progetto di ricerca PACBOAT in collaborazione con Chantiers de l’Atlantique, che si concentrerà sull’integrazione a bordo di MSC Europa di una nuova tecnologia a celle di combustibile alimentate a GNL. Una tecnologia innovativa, particolarmente adatta per le operazioni marittime ad alta potenza e in particolare per il settore della crocieristica. Si tratta di un’importante testimonianza dell’impegno della compagnia nel voler accelerare lo svoluppo di tecnologie ambientali di ultima generazione a vantaggio, non solo delle sue operazioni, ma per l’intero comparto.

MSC Grandiosa così come altre 10 navi della flotta MSC Crociere (che ad oggi conta 17 unità) sono dotate del sistema EGCS, una tecnologia ibrida a circuito chiuso per migliorare le emissioni. Le altre sei navi della flotta saranno adattate con la stessa tecnologia entro la fine del 2023 e fino ad allora si baseranno sull’uso di carburanti a basso contenuto di zolfo per rispettare sempre le più rigorose normative marittime vigenti e in via di applicazione.

MSC CROCIERE AUMENTA PASSEGGERI A PALERMO, 256 MILA NEL 2020

ARRIVA OGGI PER LA PRIMA VOLTA L’AMMIRAGLIA MSC SEAVIEW, LA NAVE PIÙ GRANDE E TECNOLOGICAMENTE AVANZATA MAI COSTRUITA IN ITALIA

-Cerimonia di benvenuto alla presenza di numerose istituzioni e autorità, tra cui il Vice Sindaco Fabio Giambrone, il Presidente dell’Autorità di Sistema Portuale Pasqualino Monti, il Comandante della Capitaneria di Porto, l’Ammiraglio Roberto Isidori, il Comandante della Polizia Municipale Vincenzo Messina, i rappresentanti della Guardia di Finanza e dell’Arma dei Carabinieri, il Presidente della Camera di Commercio Alessandro Albanese, il Capo dei Piloti Sebastiano Bartolotta, il Presidente degli Ormeggiatori Giovanni D’Angelo, Patrizia Abbate dell’Agenzia delle Dogane e Antonino Rubino della Sanità Marittima

-Beppe Lupelli, Area Manager di MSC Crociere: “Orgogliosi di incrementare il nostro traffico su Palermo, città di primaria importanza turistico-crocieristica, portando nello scalo siciliano la nostra ammiraglia, che è anche la nave più grande e tecnologicamente evoluta mai costruita in Italia”

-MSC Seaview è dotata delle più avanzate tecnologie ambientali e delle certificazioni internazionali più importanti, tra cui il riconoscimento “Green Star 3 Design” del RINA

Palermo- MSC Seaview, la nave più grande e tecnologicamente avanzata mai costruita in Italia, arriva oggi per la prima volta a Palermo. Nello scalo siciliano, durante la stagione 2020, MSC Crociere aumenterà sia le toccate (da 51 a 54) sia il traffico passeggeri, destinato a raggiungere quota 256 mila turisti movimentati, rispetto ai 248 mila di quest’anno: numeri che confermano la centralità rivestita dal porto palermitano, e dalla Sicilia intera, nelle strategie di crescita della compagnia crocieristica leader in Italia, Mediterraneo, Sud America, Sud Africa e paesi del Golfo.

Per celebrare il primo attracco di MSC Seaview, varata nel 2018 da una madrina d’eccezione come Sophia Loren, è stata organizzata a bordo della nave la tradizionale cerimonia del “Maiden Call”. Alla presenza del top management di MSC Crociere e di Salvatore Lo Re, Direttore Generale di MSC Sicilia, hanno scambiato il crest con il Comandante della nave, Giuseppe Galano, le principali istituzioni e autorità, tra cui il Vice Sindaco Fabio Giambrone, il Presidente dell’Autorità di Sistema Portuale Pasqualino Monti, il Comandante della Capitaneria di Porto, l’Ammiraglio Roberto Isidori, il Comandante della Polizia Municipale Vincenzo Messina, i rappresentanti della Guardia di Finanza e dell’Arma dei Carabinieri, il Presidente della Camera di Commercio Alessandro Albanese, il Capo dei Piloti Sebastiano Bartolotta, il Presidente degli Ormeggiatori Giovanni D’Angelo, Patrizia Abbate dell’Agenzia delle Dogane e Antonino Rubino della Sanità Marittima.

Beppe Lupelli, Area Manager di MSC Crociere, ha dichiarato: “Siamo particolarmente orgogliosi di portare a Palermo la nostra ammiraglia, che è anche la nave più grande e tecnologicamente evoluta mai costruita in Italia, dotata delle tecnologie ambientali più avanzate. Il capoluogo siciliano rappresenta una destinazione crocieristica di primaria importanza e dalle notevoli potenzialità, grazie alle numerose attrazioni turistiche e culturali che possiede e ai molteplici incantevoli luoghi che circondano la città. In quest’ottica MSC Crociere ha deciso di incrementare il proprio traffico su Palermo, che nel 2020 registrerà una movimentazione pari a circa 256 mila crocieristi, grazie a 54 scali delle nostre navi”.

Grazie al suo design iconico e innovativo, MSC Seaview offre un’esperienza di vacanza in forte simbiosi con il mare, particolarmente adatta a chi ami navigare le acque temperate. La nave segna un punto di svolta nell’architettura navale contemporanea, offrendo grandi spazi all’aperto e una promenade esterna che la abbraccia per intero, garantendo agli ospiti l’esperienza unica di vivere la vacanza sempre a contatto con la realtà marina. La realizzazione di MSC Seaview ha richiesto un investimento pari a circa 800 milioni di euro.

Con una stazza lorda superiore a 153 mila tonnellate e una lunghezza di 323 metri, MSC Seaview è la nave più grande e tecnologicamente avanzata ad essere mai stata progettata e costruita in Italia. Per la sua realizzazione sono state impiegate oltre 10.000 maestranze specializzate, per un totale di oltre 10 milioni di ore/uomo. MSC Seaview è entrata in servizio a giugno del 2018, come quindicesima nave della flotta di MSC Crociere, nell’ambito di un piano di investimenti da 13,6 miliardi di euro che prevede il raggiungimento di 29 unità entro il 2027, anno in cui la capacità del gruppo crocieristico raggiungerà quota 5,5 milioni di passeggeri.

MSC Seaview sarà una delle navi più innovative a solcare i mari anche per quanto riguarda la tecnologia ambientale presente a bordo. La nave rispetta infatti i più elevati standard ambientali internazionali e raggiunge i massimi livelli di eco-compatibilità grazie alle innovative misure che contribuiscono a ridurne in maniera significativa l’impatto ambientale complessivo. Queste misure includono, ad esempio, il sistema di depurazione dei gas di scarico, il trattamento avanzato delle acque reflue, i sistemi per la prevenzione dello scarico dell’olio dai locali macchine, il sistema di trattamento delle acque di zavorra e il piano di gestione ambientale generale della nave. Per questa attenzione dedicata all’ambiente, MSC Seaview è stata certificata con i più alti standard internazionali nonché con il riconoscimento “Green Star 3 Design” del RINA.

Di seguito, alcune importanti innovazioni tecnologiche e ambientali di MSC Seaview. Scafo efficiente dal punto di vista energetico e del design complessivo. MSC Seaview è la seconda nave della classe Seaside a entrare in servizio. Per sviluppare il progetto Seaside, MSC Crociere ha interamente ridefinito il design dello scafo e ha ripensato la distribuzione complessiva della coperta, nonché la distribuzione dei pesi. Il design complessivo della nave, lo scafo, il timone e la prua a bulbo sono configurati per raggiungere un’idrodinamica e un’aerodinamica ottimali e per massimizzare l’efficienza energetica e del carburante.

Sistema di pulizia del gas di scarico (EGCS) per ridurre al minimo le emissioni di zolfo e di sostanze particolari. Un sistema di EGCS rimuove fino al 97,1% del diossido di zolfo e riduce notevolmente il particolato. Per soddisfare i più elevati standard ambientali e supportare gli obiettivi ambientali dell’azienda, tutte le navi MSC Crociere di nuova generazione entrano in servizio già dotate di un EGCS. Le navi della flotta esistente verranno inoltre anch’esse dotate della tecnologia EGCS. Il sistema installato su MSC Seaview, in particolare, è stato sviluppato da Wartsilä.

Alimentazione della nave da terra. MSC Seaview, come tutte le navi MSC Crociere entrate in servizio a partire dal 2017, è già equipaggiata per ricevere energia da terra grazie al cosiddetto “cold ironing”, un sistema che collega la navi da crociera alla rete elettrica locale mentre sono ormeggiate in banchina. Inoltre, le navi MSC Crociere consegnate a partire dal 2006 (classe Fantasia e classe Musica) sono equipaggiate con un box adatto a collegarle agli interruttori dedicati alla connessione a terra. MSC Crociere sta già equipaggiando le sue navi con questa tecnologia che contribuisce a ridurre le emissioni nelle aree portuali. Sistema di trattamento dell’acqua di zavorra/scarico.

Per proteggere l’ecosistema marino in cui naviga, MSC Seaview è dotata di un sistema di trattamento delle acque di zavorra conforme alle regole in materia definite dall’International Maritime Organization (IMO).  Gestione ambientale. Ogni nave MSC Crociere dispone di uno specifico piano di gestione ambientale e prevede la figura dedicata del responsabile ambientale per assicurarsi che tale piano sia costantemente monitorato e correttamente eseguito. Il rgesponsabile ambientale ha inoltre il dovere di istruire e addestrare i membri dell’equipaggio a bordo riguardo alla gestione ambientale e dei rifiuti.

Trattamento avanzato delle acque reflue. MSC Seaview è dotata di un avanzato sistema di trattamento delle acque reflue che va ben oltre gli standard normativi e soddisfa i più elevati criteri di settore. Il sistema di Wartsilä/Hamworthy tratta infatti le acque reflue ad altissima qualità e le elabora poi ulteriormente attraverso processi di filtrazione molto fini. Il prodotto finale consiste in un effluente di alta qualità che può considerarsi di livello più elevato rispetto alla maggior parte degli standard dei rifiuti urbani prodotti a terra.

La nave è dotata inoltre di un sistema elettronico che assiste l’intero processo nel pieno rispetto di tutte normative ambientali nazionali e internazionali.  Assistenza all’assetto della nave. MSC Seaview è dotata di un’applicazione software per monitorare e ottimizzare l’assetto in tempo reale. Questa tecnologia supporta gli ufficiali di bordo per mantenere il trim della nave ottimizzato per ridurre il consumo di carburante e migliorare le prestazioni.  Illuminazione a LED a risparmio energetico. MSC Seaview e le altre navi di MSC Crociere utilizzano solo luci a LED e fluorescenti.

Sistema intelligente di riscaldamento, ventilazione e condizionamento dell’aria (HVAC). Riscaldamento e aria condizionata rappresentano una delle fonti di consumo energetico più importanti di una nave da crociera, ma il sistema di bordo MSC Seaview è progettato in maniera tale da ridurre sensibilmente i consumi. Distribuisce infatti in modo intelligente aria calda e fredda ed è pensato per recuperare, ad esempio, il calore sviluppato dalla lavanderia per riscaldare le piscine e le altre parti della nave.

Musement diventa partner ufficiale Tour & Travel della 36^ edizione di America’s Cup Challenger of Record

L’America’s Cup World Series partirà a Cagliari ad Aprile 2020. La piattaforma sarà responsabile dei pacchetti turistici e delle esperienze.
Milano, 19 novembre 2019. La piattaforma online Musement è Official Tour & Travel partner dell’organizzazione Challenger of Record (COR36) per la 36a edizione dell’America’s Cup, la più antica competizione sportiva internazionale del mondo.

COR36 è responsabile della gestione dell’America’s Cup World Series (ACWS) e della Christmas Race nel 2020, così come della Prada Cup, la Challenger Selection Series, nel 2021.
La prima regata della America’s Cup World Series si svolgerà a Cagliari, dal 23 al 26 aprile 2020, i tempi e il luogo delgli altri ACWS  non sono ancora stati confermati.

Inoltre, la speciale Christmas Race si svolgerà ad Auckland, Nuova Zelanda, nel dicembre 2020, in vista delle Prada Cup -  Challenger Selection Series – nei mesi di gennaio e febbraio 2021, per decidere quale squadra affronterà i campioni in carica dell’Emirates Team New Zealand, nel marzo 2021. In qualità di Official Tour & Travel Partner Musement è responsabile della pianificazione e dell’implementazione di tour, pacchetti di viaggio ed esperienze per il pubblico in tutte le regate organizzate da COR36.

L’America’s Cup, che ha origine nel 1851, è al tempo stesso la più antica competizione sportiva internazionale e l’apice delle regate professionistiche. Attira i migliori velisti e progettisti del mondo e per la 36a edizione quattro squadre sfidanti – due statunitensi e una britannica e una italiana – si contendono il diritto di affrontare i campioni in carica, Emirates Team New Zealand, ad Auckland nel marzo 2021.

I team sfidanti e i campioni in carica gareggeranno per la prima volta insieme a Cagliari, dal 23 al 26 aprile 2020, a bordo di rivoluzionari monoscafi da 75 piedi, capaci di sfrecciare sull’acqua a velocità fino a 50 nodi (57 miglia/ora, 92,6 Km/h).
Tramite Musement, gli appassionati di vela potranno acquistare biglietti ed esperienze per seguire queste regate a terra e in mare, oltre ad attività ed esperienze turistiche ed enogastronomiche. Gli appassionati potranno prenotare attraverso il sito ufficiale dell’America’s Cup, musement.com e sui canali digitali del Gruppo TUI.

“Per noi era essenziale avere un partner esperto ed affidabile che ci aiutasse ad offrire un’esperienza da spettatore di prima classe per gli appassionati che seguiranno gli eventi dell’America’s Cup World Series, la Christmas Race e la Prada Cup, e Musement si è rivelato essere l’ideale”, ha commentato Laurent Esquier, CEO di Challenger of Record – America’s Cup 36.

Con quest’ultimo accordo, Musement amplia ulteriormente il suo ventaglio di prodotti e di eventi sportivi di alta qualità. L’azienda italiana è già partner di oltre 40 eventi sportivi, tra cui Giro d’Italia, Audi R8 Tour, le Finali di Coppa Davis by Rakuten insieme alla Federtennis, F1 Abu Dhabi e Barcolana, la regata più affollata al mondo.

Complessivamente, Musement offre più di 150.000 prodotti. L’offerta spazia da pacchetti benessere ed esperienze ad alto tasso di adrenalina, da biglietti per visitare i musei, a visite guidate della città e tour guidati individuali/privati. “Siamo orgogliosi di essere partner del più grande evento velico del mondo, così ricco di tradizione”, afferma Paolo Giulini, VP Offer Development di Musement. “Offriremo ai visitatori della America’s Cup World Series, Christmas Race e Prada Cup un programma ricco di attività anche al di fuori delle regate”.

NEL 2020 MSC CROCIERE PORTERÀ A CIVITAVECCHIA 560.000 TURISTI

OGGI IL PRIMO ARRIVO DI MSC BELLISSIMA, NAVE INNOVATIVA E SOSTENIBILE

v Cerimonia di benvenuto e dello scambio dei Crest alla presenza delle principali istituzioni e autorità civili e militari, tra cui i sindaci di Civitavecchia, Santa Marinella, Tarquinia, Monte Romano e Tolfa e i rappresentanti di Guardia Costiera, Autorità di Sistema Portuale, Guardia di Finanza, Vigili del Fuoco, Vigili urbani, Polizia di frontiera, piloti, ormeggiatori, rimorchiatori

v Leonardo Massa, Country Manager di MSC Crociere: «Orgogliosi di portare a Civitavecchia uno dei fiori all’occhiello della nostra flotta. Nel 2020 movimenteremo in città circa 560.000 crocieristi, grazie a 117 scali che le navi della nostra flotta effettueranno in questo porto, segno della sua importanza per le strategie della nostra compagnia»

Civitavecchia– Arriva per la prima volta oggi a Civitavecchia con i suoi 5.700 passeggeri MSC Bellissima, una delle navi più moderne e tecnologicamente avanzate – anche sotto il profilo ambientale – della giovane flotta di MSC Crociere. Nel principale scalo crocieristico italiano, durante la prossima stagione 2020, la compagnia effettuerà complessivamente 117 scali, movimentando un totale di circa 560.000 passeggeri e confermando così la centralità rivestita da Civitavecchia e dal suo porto nelle strategie del gruppo crocieristico leader in Italia, Mediterraneo, Europa, Sud America, Sud Africa e Paesi del Golfo.

Per celebrare il primo attracco di MSC Bellissima è stata organizzata, a bordo della nave, la tradizionale cerimonia del «Maiden Call». Alla presenza del management di MSC Crociere, hanno scambiato il crest con il Comandante della nave, Mattia Manzi, le principali istituzioni e autorità civili e militari, tra cui il sindaco di Civitavecchia, Ernesto Tedesco, il sindaco di Santa Marinella, Pietro Tidei, il sindaco di Tarquinia, Alessandro Giulivi, il sindaco di Monte Romano, Maurizio Testa e il sindaco di Tolfa, Luigi Landi, il Presidente dell’Autorità di Sistema Portuale Francesco Di Majo, il Comandante della Capitaneria di Porto, Capitano di Vascello Vincenzo Leone, il Colonnello Armando Franza, Comandante del Reparto Aeronavale della Guardia di Finanza, il Tenente Colonnello Claudio Maria Sciarretta, Comandante del Gruppo di Civitavecchia della Guardia di Finanza, il Direttore delle Dogane, Luca Turchi, il Comandante dei Vigili Urbani Ivano Berti, la Responsabile della Polizia di Frontiera Lorenza Ripamonti, il Capo Distaccamento dei Vigili del Fuoco Cosimo Argentieri, il Capo Pilota di Civitavecchia, Michele Scotto Lavina, il Presidente dei Rimorchiatori Laziali Alessandro Russo, Presidente del Gruppo Ormeggiatori Angelo Bonomo, il Presidente dell’Agenzia Marittima Bellettieri Massimo Soppelsa.

“Siamo particolarmente orgogliosi di portare a Civitavecchia uno dei fiori all’occhiello della nostra flotta, a testimonianza della centralità rivestita dallo scalo laziale nella strategia di crescita di MSC Crociere”, ha spiegato il Country Manager Leonardo Massa. “Civitavecchia non rappresenta, infatti, solo la porta di ingresso per la Capitale, ma è anche una meta turistica di prim’ordine, grazie a un territorio ricco di siti archeologici, culturali e naturali da non perdere”.

Come le altre navi di MSC Crociere, anche MSC Bellissima ha contribuito a innalzare gli standard dell’ingegneria e del design navale. A testimonianza dell’impegno della Compagnia per la tutela dell’ambiente, la nave è dotata delle tecnologie ambientali più innovative attualmente disponibili, tra cui un sistema all’avanguardia per la depurazione dei gas di scarico, un impianto avanzato per il trattamento delle acque reflue, sistemi che evitano lo sversamento di carburante dalle sale macchine, un sistema di trattamento delle acque di sentina e una serie di soluzioni per il risparmio energetico, dai sistemi di recupero del calore all’illuminazione a LED.

NUOVE NOMINE INTERNAZIONALI PER CMC MARINE

Continua senza sosta la crescita internazionale di CMC Marine che implementa la sua strategia di espansione nei mercati stranieri con due nomine di prestigio. Buddy Morgan, manager di grande esperienza e riconosciute competenze, lascia Island Marine Electric per diventare Sales Director di CMC Marine USA, e Sam Crockford assume il ruolo di Managing Director della branch inglese, CMC Marine UK.

“Il mercato estero sta assumendo per la nostra azienda una rilevanza sempre maggiore: dall’Europa mediterranea a quella del Nord, fino alle due Americhe, senza dimenticare il continente asiatico, in questo momento siamo presenti in aree sempre più vaste ed eterogenee”, ha dichiarato Alessandro Cappiello, commentando gli ottimi risultati delle sedi estere dell’azienda toscana.
Il CEO di CMC Marine ha poi aggiunto: “La nomina di Buddy Morgan quale Sales Director di CMC Marine USA, di cui siamo molto orgogliosi, e il ruolo di sempre maggior rilievo di Sam Crockford quale Managing Director di CMC Marine UK ne sono la conferma”.

Buddy Morgan ha maturato un’esperienza di più di 35 anni nella nautica sia nelle vendite che in posizioni tecniche per diversi produttori di elettronica marittima nel Nord America e nel mondo.

Il Nord America, e in particolare la Florida, è un mercato particolarmente importante per CMC Marine che dalla sede di Fort Lauderdale ha di recente concluso un importante contratto con Marlow Yachts per l’installazione delle pinne stabilizzatrici Stabilis Electra HS40 su uno yacht di nuova costruzione, un Marlow Explorer 66 (oltre 21 metri di lunghezza e quasi 6 di larghezza).

Tra gli altri mercati particolarmente vivaci per l’azienda di Cappiello c’è anche il Nord Europa: è adesso a pieno regime la sede CMC Marine UK diretta da Sam Crockford, manager che collabora con CMC Marine da ormai due anni e che da Londra gestisce i clienti europei e inglesi dell’azienda tra i quali figurano Sunseeker, Moonen e Conrad.

Sam Crockford vanta una lunga esperienza nel mondo dello yachting e in particolare nello sviluppo di start-up e nuove opportunità. Sam ha vissuto negli stati Uniti e in numerosi paesi in Europa lavorando con successo sia nel settore della nautica da diporto sia nel settore della nautica commerciale.

SOMEC: nuove commesse Seascape in Finlandia, ordini per oltre 35 milioni di euro

Seascape – Marine Glazing: Somec ottiene una nuova commessa dai cantieri Meyer Turku, Finlandia per le navi Icon Series di Royal Caribbean
Gli ordini acquisiti dall’inizio del 2019 salgono a oltre 302 milioni di euro

 

San Vendemiano (TV)-Somec S.p.A., società specializzata nell’ingegnerizzazione, design e realizzazione di grandi progetti chiavi in mano nell’ambito navale e civile, relativi a involucri vetrati, progetti architettonici speciali, allestimento di aree pubbliche e catering per grandi cucine, quotata su AIM Italia, ha acquisito nuove commesse nella divisione Seascape – segmento Marine Glazing – per un valore complessivo di oltre 35 milioni di euro, considerando anche gli ordini in opzione.

L’ordine, commissionato dai cantieri Meyer Turku nell’ambito del progetto Icon Series per Royal Caribbean, riguarda la progettazione, la fornitura e la posa in opera dei serramenti per le cabine delle navi classe Icon e include gli innovativi serramenti automatizzati sviluppati dalla Ricerca e Sviluppo di Somec. La prima consegna è prevista già nel 2022.

Le nuove navi della classe Icon di Royal Caribbean, con capacità di 5.000 passeggeri, sono state sviluppate per essere alimentate a gas naturale liquefatto e con la tecnologia a celle combustibili. Il progetto si caratterizza per l’alto contenuto tecnologico e raccoglie tutte le più recenti innovazioni del settore, tra queste il serramento automatizzato verticale di Somec che permette di ottimizzare gli spazi della cabina offrendo al contempo il comfort delle tradizionali balcony.

Nel corso del primo semestre, Somec ha intrapreso lo sviluppo di una piattaforma web e cloud per la gestione dei serramenti automatizzati delle cabine passeggeri e delle aree comuni, che ottimizza il monitoraggio e l’utilizzo dei dispositivi a bordo della nave, al fine di favorire l’aumento del comfort dei passeggeri e la riduzione dei consumi energetici.

Somec ha comunicato nel primo semestre nuovi ordini per oltre 182 milioni di euro, raggiungendo un backlog[1] al 30.06.2019 di 552 milioni di euro, a cui si aggiungono dall’inizio del secondo semestre 2019 ad oggi ordini per 120 milioni di euro. Gli ordini acquisiti nel corso del 2019 ad oggi ammontano complessivamente a 302 milioni di euro.

PRESTIAMOCI SPONSOR DEL Verona Swimming Team

DOPO I GRANDI SUCCESSI DEI MONDIALI DI NUOTO PARAOLIMPICO DI LONDRA
Il team scaligero si prepara per le olimpiadi di tokyo 2020
I sogni possono avverarsi, con il lavoro e l’impegno

Milano-Prestiamoci ha rinnovato, anche per quest’anno, la sponsorizzazione della squadra paraolimpica che in pochi mesi ha già ottenuto importanti risultati.

Il team, presieduto da Marco Bovi e allenato da Marcello Rigamonti, è al momento composto da sette atleti: Tommaso Cusaro, Gabriele Fadini, Andrea Lobba, Davide Misuri, Misha Palazzo, Xenia Francesca Palazzo e Stefano Raimondi.

Dopo gli importanti successi raggiunti ai Campionati mondiali di Londra di nuoto paraolimpico dello scorso settembre – Xenia Francesca Palazzo, 21 anni, si è aggiudicata la medaglia d’argento nel 400 stile libero, e Stefano Raimondi, 21 anni, ha conquistato 3 medaglie d’oro (50 stile libero, 100 rana, staffetta 4×100 stile libero) e 5 medaglie d’argento (staffetta 4×100 misti, 200 misti, 100 stile libero, 100 farfalla, 100 dorso) – la squadra scaligera si prepara alle Olimpiadi di Tokyo.

Daniele Loro, amministratore delegato di Prestiamoci, nonché ex nuotatore allievo dello stesso Rigamonti, ha dichiarato: “Per Prestiamoci è entusiasmante seguire l’avventura umana e sportiva di questi atleti che hanno raggiunto il vertice internazionale del nuoto paralimpico. Ci riempie di orgoglio sapere che con il nostro sostegno economico abbiamo contribuito al loro successo e a dare una possibilità a Coach Rigamonti di proseguire nel progetto anche coinvolgendo nuovi ragazzi che potranno trarre enormi benefici dall’attività sportiva.

Il successo della Nazionale di Nuoto Paralimpico e del Verona Swimming Team dimostrano come l’impegno, la passione e la forza di volontà possano portarci a conquistare i nostri traguardi e rendere reali i nostri sogni. Tenacia, impegno, trasmissione dei valori e soprattutto la capacità di conseguire risultati sono tutti valori che Prestiamoci condivide e, proprio per questo, siamo ancora una volta felici di dare il nostro contributo ai sogni dei ragazzi del Verona Swimming Team in qualità di sponsor”.

Xenia Francesca Palazzo:
“Ho dato tutto quello che avevo. Pensavo di prendermi un bronzo, invece ho vinto l’argento. Dedico questo successo a tutti coloro che hanno collaborato assieme a me per farmi raggiungere questo obiettivo. Grazie al mio allenatore Marcello Rigamonti, alla mia Società Verona Swimming Team e a mio fratello Misha, con la speranza che possa qualificarsi per Tokyo 2020.”

Stefano Raimondi:
“Sto prendendo l’abitudine a questi arrivi super. Non posso negarlo, sono molto soddisfatto. Tutto questo è stato possibile grazie a un percorso e a degli allenamenti impeccabili. Ho portato avanti un lavoro pazzesco, non solo con il mio allenatore, ma con tutto lo staff che mi segue. Sto già studiando un programma per essere più in forma di quanto già lo sia in vista dei Giochi Paralimpici di Tokyo 2020. Questo successo vorrei condividerlo con il mio allenatore Marcello Rigamonti e con la mia Società, Verona Swimming Team”.

FINCANTIERI: CONSEGNA “CARNIVAL PANORAMA”

Trieste – Fincantieri comunica che è avvenuta la consegna contrattuale di “Carnival Panorama”, presentata il 29 ottobre scorso presso lo stabilimento di Marghera.

Fincantieri è uno dei più importanti complessi cantieristici al mondo e il primo per diversificazione e innovazione. È leader nella progettazione e costruzione di navi da crociera e operatore di riferimento in tutti i settori della navalmeccanica ad alta tecnologia, dalle navi militari all’offshore, dalle navi speciali e traghetti a elevata complessità ai mega-yacht, nonché nelle riparazioni e trasformazioni navali, produzione di sistemi e componenti meccanici ed elettrici e nell’offerta di servizi post vendita.

Con oltre 230 anni di storia e più di 7.000 navi costruite, Fincantieri ha sempre mantenuto in Italia il suo centro direzionale, nonché tutte le competenze ingegneristiche e produttive che caratterizzano il proprio know-how distintivo. Con oltre 8.900 dipendenti e un indotto che impiega quasi 50.000 addetti solo in Italia, Fincantieri ha saputo valorizzare una capacità produttiva frazionata su più cantieri facendone un punto di forza, riuscendo ad acquisire il più ampio portafoglio di clienti e di prodotti nel settore delle crociere. Per far fronte alla concorrenza e affermarsi a livello globale, ha ampliato il suo portafoglio prodotti raggiungendo nei settori in cui opera posizioni di leadership a livello mondiale.

Con l’internazionalizzazione, il Gruppo conta oggi 20 stabilimenti in 4 continenti, oltre 19.000 dipendenti, ed è il principale costruttore navale occidentale annoverando  tra i propri clienti i maggiori operatori crocieristici al mondo, la Marina Militare e la US Navy, oltre a numerose Marine estere, nonché è partner di alcune tra le principali aziende europee della difesa nell’ambito di programmi sovranazionali.  L’attività di Fincantieri è estremamente diversificata per mercati finali, esposizione ad aree geografiche e portafoglio clienti, con ricavi generati principalmente tra le attività di costruzione di navi da crociera, navi militari e unità offshore. Tale diversificazione permette di mitigare gli effetti delle possibili fluttuazioni della domanda dei mercati finali serviti rispetto a operatori meno diversificati.

CARGUP: LA STARTUP PUGLIESE CHE RIPORTA I TALENTI IN ITALIA

Il Ceo di CargUp, la startup che digitalizza i processi del trasporto su gomma, presente oggi al Forum di Global Investor Alliance e AISES alla Camera dei Deputati, annuncia l’apertura del capitale a nuovi investitori

Roma– 15 giovani talenti, alcuni dei quali emigrati negli anni scorsi a Roma, Londra, Parigi, Edimburgo e Dusseldorf e tornati in Puglia, stanno partecipando allo sviluppo della start up che promette di portare in Italia la trasformazione digitale del trasporto merci su gomma. È nella Murgia Valley, infatti, che è stata concepita CargUp, la piattaforma B2B in cloud, integrata da app mobile, sulla quale aziende, spedizionieri e trasportatori entrano in relazione alimentando processi che, finalmente, da analogici si stanno trasformando in digitali.

La tech company, fondata nel 2018 a Gravina in Puglia, è nata dall’idea del CEO Enzo Tucci che ha presentato oggi la sua iniziativa alla Camera dei Deputati nel corso dell’annuale Forum dedicato a una nuova visione strategica del sistema Paese, organizzato da Global Investors Alliance e AISES, l’Accademia Internazionale per lo Sviluppo Economico e Sociale, a cui hanno partecipato, tra gli altri, anche i presidenti di Poste Italiane Maria Bianca Farina, di SNAM Luca Dal Fabbro, i CEO di Terna Luigi Ferraris e di Leonardo, Alessandro Profumo, e il managing director di Google Italia Fabio Vaccarono.

CargUp, i cui vantaggi stanno già portando benefici a diversi operatori della filiera (tra cui, automazione dei processi di spedizione, abbattimento di tempi e costi di trasporto, diminuzione delle emissioni CO2), è stata selezionata per partecipare al Global Startup Program, il percorso di sviluppo all’estero organizzato e sostenuto dal Governo tramite l’ICE, grazie al quale ha vissuto un programma di ‘accelerazione’ in Plug and Play in Silicon Valley.

«Siamo nella Murgia Valley al confine tra Puglia e Basilicata – ha dichiarato il CEO Enzo Tucci – e competiamo in un mercato di circa 1.000 miliardi di euro con startup inserite in ecosistemi molto supportivi. Ci era stato proposto di lavorare in Silicon Valley, tuttavia intendiamo sviluppare qui in Italia il progetto col supporto dei giovani talenti rientrati dall’estero per realizzare il loro sogno, così come auspicato di recente anche dal presidente Mattarella. Per accelerare e sostenere l’utilizzo della nostra piattaforma in Italia e in Europa, abbiamo deciso di aprire il capitale a nuovi investitori».

RABEN SITTAM: QUANDO LA PLURIPREMIATA ESPERIENZA INTERNAZIONALE INCONTRA LO SPIRITO ITALIANO

Milano- A luglio 2019, Raben Group, uno dei protagonisti europei nel settore dei trasporti e della logistica, è diventato azionista di maggioranza di SITTAM, contribuendo così alla creazione di una nuova società – Raben Sittam. L’obiettivo è quello di intensificare la presenza di entrambe le realtà nel mercato italiano ed europeo.

Nuovi strumenti a supporto della digital transformation, approccio customer-oriented e una struttura organizzativa flat sono solo alcune delle innovazioni che caratterizzeranno la nuova realtà nel panorama logistico europeo.
Raben SITTAM nasce proprio dal connubio tra l’esperienza internazionale nel campo della logistica di Raben Group e lo spirito imprenditoriale, eccellenza italiana, di SITTAM: un mix di know-how e innovazioni che accresceranno i vantaggi per i clienti e conseguentemente anche per i consumatori finali.

“I primi mesi di Raben SITTAM sono dedicati all’adattamento della neo acquisita SITTAM al network internazionale di Raben tanto a livello operativo quanto tecnologico e commerciale” – ha dichiarato Mr. Wojciech Brzuska – Managing Director of Raben Sittam. “Le due aziende lavoreranno in modo sinergico, scambiandosi conoscenze e approcci che possono essere utili per entrambe le realtà. Uno dei primi step sarà quello di implementare un sistema tecnologico per una gestione più snella e trasparente dei processi operativi che dapprima SITTAM organizzava in maniera più tradizionale. Raben Group beneficerà invece di un accesso a nuovi paesi del Mediterraneo dei quali Sittam ha maggior conoscenza ed esperienza”. – aggiunge Brzuska.

Ma quali sono, concretamente, i vantaggi di questa acquisizione? E, in che modo Raben SITTAM risponderà alle esigenze del mercato moderno?
Il Gruppo sta introducendo nuovi strumenti che porteranno benefici tangibili e misurabili ai propri clienti.

In Raben SITTAM verrà implementata MyRaben.com, una piattaforma user-friendly che permette ai clienti di gestire in un unico tool sia le spedizioni che i relativi ordini di trasporto. Il sistema dà la possibilità di accedere facilmente alle informazioni, ai dati e ad analisi più dettagliate sotto forma di aggiornati report. Inoltre i clienti potranno monitorare, sempre attraverso la piattaforma, le fatture, i pagamenti e altri documenti. L’ interfaccia di MyRaben.com è ottimizzata e disponibile per tutti i dispositivi mobile (laptop, tablet, smartphone).

Raben SITTAM beneficerà anche del nuovo TMS (Transport Management System), un sistema fondamentale che supporta la pianificazione, il monitoraggio e tutte le varie fasi del processo di spedizione.

Un’altra straordinaria innovazione che Raben Group implementerà anche in Italia sarà un sistema di tracking in real time che si basa sul parametro ETA (estimated time of arrival) – il tempo stimato di arrivo a destino della merce. Questo sistema viene già utilizzato in 11 paesi europei in cui opera Raben Group ed utilizza le informazioni sulla posizione, in tempo reale, del driver basandosi sulla localizzazione GPS fornita dallo smartphone.

Queste soluzioni sono diventate realtà grazie ad un reparto dedicato di Ricerca e Sviluppo (Genius Lab) presente in Raben Group dal 2017. Le attività svolte dal dipartimento riguardano analisi di previsione, questioni relative allo smaltimento dei rifiuti, automazione industriale e, a livello più generale, lo studio del concetto di sviluppo di processi logistici senza la necessità di utilizzo di documentazioni cartacee.

Raben Group si contraddistingue, a livello europeo, non solo per le proprie innovazioni e competenza ma anche per il l’approccio a tematiche quali sostenibilità ed ecologia. Il Gruppo, di cui Raben SITTAM fa parte, ha come obiettivo quello di attuare anche in Italia il progetto “paperless logistics” che prevede l’eliminazione della carta in tutti i processi. Non solo, la volontà del Gruppo è anche quella di eliminare completamente la plastica dagli uffici italiani.

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone danese

© 2020 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab