Profumo di Legno: tutti gli appuntamenti organizzati dal Circolo Velico Ravennate

MARINA DI RAVENNA – Nell’ambito del programma della regata Profumo di Legno, il Circolo Velico Ravennate, organizzatore dell’evento, annuncia altri due importanti appuntamenti aperti al pubblico.
Sabato 30 giugno, alle ore 18.30, presso la sede del circolo, si svolgeranno infatti due incontri per ripercorrere la storia del sodalizio bizantino.

In Barca con Raul: un ricordo di Raul Gardini armatore, con i ragazzi che hanno fatto parte dei suoi equipaggi e l’amico Vanni Balestrazzi. Non mancheranno Tommaso Chieffi e Andrea Merani, protagonisti sul Moro di Venezia durante l’America’s Cup di San Diego, Alberto Perdisa, impegnato sul Maxi IOR, e altri che vorranno partecipare portando il loro contributo. Una dimensione intima per ricordare un marinaio vero;

Strale, 50 anni di piccole storie di una grande barca ravennate: il giornalista Antonio Vettese curerà la presentazione del libro dedicato allo Strale. Il ricavato della vendita delle copie del libro andrà all’associazione Marinando.

SOLUZIONI E PERCORSI POSSIBILI PER UNA VERA LOGISTICA 4.0

MILANO – Procedere in una evoluzione della logistica e delle infrastrutture in ottica di Industria 4.0 non è solo urgente, è inderogabile. Ma quali sono le difficoltà oggettive che le aziende devono fronteggiare per un reale percorso verso l’adozione di modelli di Logistica 4.0?  Quali sono le soluzioni possibili, i percorsi attesi e desiderati che le aziende italiane possono compiere?

A queste domande risponde il convegno “Flussi logistici e 4.0: le reali opportunità per le imprese di settore” organizzato il 16 maggio 2018 a Palazzo Stelline di Milano (C.so Magenta 61) da Assologistica Cultura e Formazione (ramo formativo di Assologistica) e NetConsulting cube (società specializzata nel settore delle analisi di mercato e della consulenza ICT).

Casi di eccellenza di Comune di Milano, De Girolami, Kuehne + Nagel, Number1 racconteranno le loro ricette di successo. Engineering, Oracle, Reply Logistic, con Panasonic illustreranno le risposte offerte dalle tecnologie e dalle loro esperienze, mentre GI Group tratteggerà le nuove professionalità richieste. PonyU sarà la startup innovativa presente e lo Studio Tributario e Societario Deloitte, inoltre, svelerà i segreti legati ai temi di super e iper ammortamento nonché degli altri incentivi previsti dal Piano Calenda.

VELA OCEANICA: PHELIPON PRESENTA A LUCCA LA SUA GRANDE ROTTA

PISA – Domani 19 aprile 2018 Patrick Phelipon, il più italiano dei navigatori francesi sarà a Lucca – ore 20.00 aperitivo e cena a Villa Elisabeth, via di Piaggia 12, Vorno – per presentare la sua avventura “Sulla lunga rotta di Bernard Motessier”.

L’impresa di Phelipon prenderà il via il prossimo 22 agosto con il suo ketch “Elbereth” (Endurance 35) dal porto di La Rochelle dove il Museo Marittimo proprietario del mitico “Joshua”, l’imbarcazione di Moitessier, lo ha affidato all’Associazione degli Amici del Museo Marittimo per la sua gestione e manutenzione.La data, il 22 agosto, è la stessa in cui il navigatore francese partì da Plymouth per navigare sugli oceani del mondo seguendo quella che sarebbe poi diventata la sua famosa “lunga rotta”.
La serata è organizzata da Sailing Oceans, l’associazione nata per sostenere l’avventura di Patrick Phelipon e dal CN Vela e Via Lucca.

Nella sua avventura Patrick Phelipon è sostenuto dall’Associazione Sailing Oceans (sul sito www.sailingoceans.it si può aderire all’associazione con 100€ che serviranno per finanziare l’impresa), può già contare sul supporto di Adria Sail, Antal, Bamar, Plastimo. Porto di Pisa, La Hulotte, Navigatlantique, XPO La Rochelle, F. M. Lubrificanti, Varta batterie, VMG-Soromap, Di Gabbia srl, Veleria Zaoli Sanremo, Tecnoinox di Bertozzi e Fusai, C-Catamarans e porterà con sè le insegne della Fondazione Francesca Rava-NPH Italia cui devolverà il 5% dei contributi raccolti a sostegno di progetti di aiuto ai bambini in condizioni di disagio in Italia e nel mondo (www.nph-italia.org).

“BAIA E PORTO DI BRINDISI” UNA PRIMA IN ASSOLUTO PER L’OPERA DI HACKERT IN CITTÀ

 

“BAIA E PORTO DI BRINDISI”
UNA PRIMA IN ASSOLUTO PER L’OPERA DI HACKERT IN CITTÀ

“Brindisi: porto d’Oriente” è il titolo della mostra che, nell’ambito del progetto S.A.C. “La Via Traiana”, verrà inaugurata domani, martedì 20 marzo, alle ore 18.30, presso Palazzo Granafei – Nervegna a Brindisi.

La mostra, organizzata dal CETMA in collaborazione con Sistema Museo, rientra nell’azione del SAC “La Via Traiana” (promossa dai Comuni di Brindisi, Carovigno, Ceglie Messapica, Fasano, Ostuni e San Vito dei Normanni, insieme al Parco Naturale Regionale Dune Costiere da Torre Canne a Torre San Leonardo e alla Riserva Naturale dello Stato di Torre Guaceto) e punta ad approfondire lo stretto rapporto tra Brindisi e il mare attraverso l’esposizione dell’opera pittorica del vedutista prussiano Jakob Philipp Hackert, custodita nella Pinacoteca della Reggia di Caserta.
La tela, che sarà esposta per la prima volta in assoluto a Brindisi, rappresenta una veduta del porto, realizzata nella seconda metà del ‘700 su incarico del re Ferdinando IV di Borbone.
La mostra e le attività correlate sono completamente gratuite e fruibili sino al 30 giugno 2018 (dal lunedì alla domenica 9,00-13,00/15,30-20,30 – chiusura giovedì).

L’opera principale, Baia e Porto di Brindisi, rientra in un percorso di visita che mira a ricostruire la storia della città attraverso alcune vedute settecentesche del porto, cortesemente concesse dalla Biblioteca Pubblica Arcivescovile Annibale De Leo di Brindisi.
Per la prima volta in assoluto sarà presentata al pubblico una tela dipinta dal vedutista settecentesco Luigi Mayer, concessa per l’occasione da una collezionista privato e accuratamente descritta da Clara Gelao, direttrice della Pinacoteca di Bari.

L’apparato illustrativo della mostra è arricchito da un’App, realizzata dal CETMA in Augmented Reality, scaricabile sul proprio dispositivo tramite gli store Google Play ed App Store, con la quale il visitatore potrà interagire con l’opera e acquisire ulteriori informazioni sul quadro e altre opere dello stesso autore. Sistema Museo svolgerà inoltre servizi di visita guidata e laboratori didattici rivolti ad ogni target di utenza.

Alla cerimonia di inaugurazione parteciperanno il Sindaco  del Comune di Ostuni – ente capofila del progetto SAC “La Via Traiana” – , Gianfranco Coppola,  il Commissario Straordinario del Comune di Brindisi, Santi Giuffrè, il Presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Meridionale, Ugo Patroni Griffi, il Direttore della Reggia di Caserta, Mauro Felicori, la Direttrice della Pinacoteca di Bari, Clara Gelao, la Direttrice della Biblioteca Pubblica Arcivescovile “Annibale De Leo”, Katiuscia Di Rocco, il responsabile dell’Area Virtual, Augmented Reality & Multimedia del CETMA Italo Spada, Candida Bitetto della Profin Service  e Simone Mirto di Sistema Museo.

Per la realizzazione della mostra si ringraziano: la Reggia di Caserta, l’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Meridionale, il Comune di Brindisi, la Biblioteca Pubblica Arcivescovile “Annibale De Leo”, l’Associazione OPS (Operatori Portuali Salentini) di Brindisi, gli operatori della BMS e la società Eliconarte che hanno offerto il loro contributo per la buona riuscita dell’iniziativa.

Brindisi, 19 marzo 2018

Info e prenotazioni attività:
Call center Sistema Museo
Numero Verde 800 -961993
dal lunedì alla domenica 9-18 (festivi esclusi)
Per chiamate da cellulare 0744 422848
info@laviatraiana.it – www.laviatraiana.it

Presentato il libro “Io, il mare e il mio sogno atlantico” di Sergio Davì

VENEZIA – È stato presentato ufficialmente ieri sera 15 marzo, in occasione della festa di chiusura della Ocean RIB Experience, il nuovo libro di Sergio Davì, “Io, il mare e il mio sogno atlantico”, edito da Elpìs. Un affascinante viaggio per il mondo attraverso i racconti in prima persona del gommonauta palermitano che in soli sette anni ha realizzato ben quattro avventure a bordo di normalissimi gommoni di tipo RIB, di lunghezza entro i 10 metri, solcando i mari del Nord e l’Oceano Atlantico, navigando in condizioni estreme e sperimentando particolari incontri con la fauna marina.

Il libro è un vero e proprio percorso autobiografico, in cui Davì racconta se stesso attraverso il suo rapporto con il mare, sperimentato sin dai primi anni di vita, e coltivato con estrema passione e costanza, al punto da riuscire a “scrivere” una nuova pagina nella storia della nautica mondiale. Un crescendo di emozioni che svelano i retroscena di avvincenti imprese come la transoceanica in gommone da Palermo al Brasile, portata a termine con enorme successo nel giugno del 2017.

Il libro è acquistabile presso le principali librerie di mare e nautica, presso la casa editrice oppure contattando direttamente la CCM attraverso la pagina Facebook “Ciuri Ciuri Mare Not only adventures”.

“Amalfitani e città marinare di Puglia e Barletta. Dai Normanni al Viceregno, sec. XVI”, di Nicola Palmitessa

 

Sarà presentato venerdì 16 marzo ore 9.30 a Barletta, presso l’Auditorium della Chiesa di S. Antonio il volume di Nicola Palmitessa dal titolo: “Amalfitani e città marinare di Puglia e Barletta. Dai Normanni al Viceregno, sec. XVI” L’evento è organizzato dal Centro Culturale La Cittadella Innova di Barletta.
Dalla revisione storica di lungo periodo del regno di Napoli, l’identità marinara di Barletta nel contesto a identità “minori” di altre città di Puglia (Trani, Brindisi e Taranto), sono emersi alcuni interrogativi. Quali gli adeguati attrezzi di lavoro e di scavo lungo cinque secoli – dai normanni al Vice-regno spagnolo? Quale sarebbe il tassello di congiunzione con la ‘madre’ delle città marinare, ossia Amalfi?
Alla luce delle quattro ex-repubbliche marinare (Amalfi, Venezia, Genova e Pisa) e cinque città marinare italiche (Ragusa, Gaeta, Ancona, Noli e barletta), quali le possibili fonti storiche, storiografiche e codici diplomatici, capaci di rischiarare il ruolo delle istituzioni e delle autorità preposte al governo dell’economia del tempo? La rilettura storiografica dell’Ottocento pugliese con quella degli ‘amalfitani’, ha rischiarato infatti una rete di profonde relazioni da tempo lasciate in ombra.

Le strette relazioni tra i centri urbani amalfitani e quelli pugliesi, in primis Barletta, risalgono sin dai tempi normanni, e si intensificheranno lungo i secoli. Anche durante le anarchie sociali nel ‘300, a reggere le sorti del regno, accanto alle istituzioni dei Secreti e regio Portulano di Puglia con sede in Barletta, saranno gli instancabili judices della costa amalfitana, preposti anche nelle complicate controversie giuridiche.
D’altronde, a ripartire da una sistematica lettura di senso unitario dei Codici Diplomatici – da quello Barlettano a quello Barese – si giungerebbe a puntualizzare la trama di relazioni (intercettando numerose citazioni e frequenze): a) tra Barletta e le città costiere amalfitane; b) tra Barletta e le stesse città pugliesi (dal Gargano, a Siponto, Barletta, Trani, Bisceglie, Molfetta e Bari); c) e tra Barletta con quelle del regno insieme a quelle italiche ex-repubbliche. Si configurerebbe in questi termini, un altro primato che confermerebbe Barletta, come città marinara proiettata negli scenari di economia mondiale di quell’epoca, dall’ XI al XVI secolo.
Barletta è attualmente porto del Sistema Portuale dell’Adriatico Meridionale ma in passato è stata sede
del Regio Portulanato di Puglia.
Tra Amalfitani e Puglie ci sono stati intensi e proficui rapporti commerciali e giuridici.
Nella Tabula de Amalpha e negli Ordinamenta Maris Civitatis Trani è contenuto il diritto marittimo consolare vigente al tempo rispettivamente nel Tirreno e nell’Adriatico.
Nella prima sessione si parlerà di aspetti tecnico-nautici e cultura marittima e nella seconda sessione di
diritto marittimo e portuale tra passato, presente e futuro con la necessità di professionalizzare amministrazione
dei porti e giustizia marittima.

Interverranno:

Avv. Riccardo Figliolia – Segretario Propeller Club Port of Bari

Dott. Michele Claudio Masciopinto – Responsabile CRESTA Puglia

Dott.ssa Irene Masciopinto – Avvisatore Marittimo del Levante

Avv. Nicoletta De Mango del Foro di Trani

Avv. Alfonso Mignone del Foro di Vallo della Lucania.

Sarà presente l’Autore Nicola Palmitessa

L’ evento é accreditato dall’Ordine degli Avvocati di Trani in collaborazione con AGIFOR, Propeller Club Port of Bari, Centro Studi la Cittadella Innova e CRESTA Puglia, Avvisatore Marittimo del Levante.

Al Circolo Velico Ravennate si parla di Volvo Ocean Race

MARINA DI RAVENNA – Con il Campionato Invernale ormai concluso, il Circolo Velico Ravennate si prepara alla stagione primaverile e diventa ospite di un grande appuntamento in cui si parlerà di vela, il Vela E-Vento 2018.

Nella serata di domani, venerdì 2 marzo, alle ore 20.30 nella Sala Minardi, presso la sede del Circolo in Via Molo Dalmazia 89, il giornalista sportivo Fabio Colivicchi condurrà una serata il cui argomento centrale sarà una delle regate più dure ed impegnative al mondo: la Volvo Ocean Race. Ospite sarà Stefano Rizzi, già protagonista di tre giri del mondo a vela, mentre Matteo Plazzi, velista ravennate vincitore dell’America’s Cup con BMW Oracle Racing, farà gli onori di casa.

Dopo le serate di Palermo, Bari, Roma e Trieste, il CEO di Volvo Ocean Race Richard Brisius ed i velisti italiani attualmente impegnati nella sopracitata regata saranno in collegamento con il Circolo Velico Ravennate per raccontare in diretta la loro avventura e rispondere alle domande degli ospiti, supportati da immagini video esclusive che accompagneranno la serata.

Dopo l’appuntamento con Vela E-Vento del 2 marzo, al Circolo Velico Ravennate prenderà il via la stagione 2018: tra i primi eventi in programma, il Campionato Zonale Optimist (11 e 16 marzo) e il Campionato Zonale Snipe (24 marzo).

«INNOVAZIONI SOSTENIBILI PER LA LOGISTICA DELL’AGRIFOOD: BEST PRACTICES A CONFRONTO»

PADOVA – Nell’ambito di GREEN LOGISTICS EXPO, il nuovo Salone Internazionale della Logistica Sostenibile, in programma a Padova dal 7 al 9 Marzo 2018 presso i Padiglioni della Fiera, si svolgerà nel pomeriggio di Giovedì 8 marzo dalle ore 14.30 alle ore 17.00 il Convegno dal titolo INNOVAZIONI SOSTENIBILI PER LA LOGISTICA DELL’AGRIFOOD: BEST PRACTICES A CONFRONTO.

L’appuntamento – organizzato in collaborazione con Assologistica e l’Osservatorio Food Sustainability del Politecnico di Milano, che si terrà al Centro Congressi della Fiera di Padova (Via N. Tommaseo 59) –  sarà una preziosa occasione per discutere sui grandi temi di innovazione e sostenibilità della Logistica del Food.La logistica sta vivendo una fase particolare di importante trasformazione e l’impatto sull’economia, sull’ambiente e anche sull’opinione pubblica necessita di un momento di confronto che coinvolga tutti gli stakeholder. In questo contesto, il Convegno s’inserisce all’interno di un evento innovativo e unico poiché si rivolge all’intera catena logistica e coinvolge tutti i maggiori player nazionali e internazionali.

Vi prenderanno parte importanti esponenti dell’industria alimentare ed esperti di politiche alimentari europee che porteranno le loro riflessioni ed esperienze per comprendere le opportunità e gli impatti che l’innovazione, in senso lato, potrà avere nell’ottica di una trasformazione sostenibile del sistema agroalimentare e su quali siano le migliori pratiche per accelerare questo processo.

Il Convengo sarà preceduto dal Workshop dell’Osservatorio Food Sustainability dal titolo “Le startup Agrifood: motore di innovazione per la sostenibilità” che si terrà nella mattinata di giovedì 8 marzo, alle ore 10.30, durante il quale verranno presentati i risultati della Ricerca: il contributo innovativo delle startup Agrifood e i nuovi modelli di business per la sostenibilità alimentare.

Programma e Ospiti

Ore 14.45  Saluti  di RENZO SARTORI  Vice Presidente Assologistica e Presidente Number1, e di ALESSIA BARDUCA Vice Presidente sezione Alimentari Confindustria Padova
Ore 15.00  Intervento JEAN-FRANÇOIS DAHER Segretario Generale Assologistica.
ore 15.15 Intervento INNOVARE NEL RETAIL:IL CASO EASYCOOP di MARCO DI FALCO Direttore Operations, Digitail s.r.l.
Ore 15.30 Relazione di ANDREA FOSSA Responsabile Scientifico dell’Osservatorio Contract Logistics, Politecnico di Milano, sul tema GREEN LOGISTICS COME REQUISITO DELL’AGRIFOOD DI QUALITÀ

Ore 16.00 BEST PRACTICES A CONFRONTO con LUCA FERNANDO RUINI Vice Presidente Sicurezza, Ambiente & Energia del Gruppo Barilla; LUCA SAPORETTI Supply Chain Director Gruppo Campari;  ALBERTO FRAUSIN CEO Carlsberg Italia.Ore 16.45 Conclusioni a cura di PAOLO DE CASTRO Europarlamentare, Primo Vice Presidente della Commissione Agricoltura  e Sviluppo Rurale del Parlamento Europeo.Modera  ANTONIO QUAGLIO  Giornalista de  “IL SUSSIDIARIO”

Al via la terza edizione del corso di meteorologia applicata alla navigazione

PALERMO – Dopo il successo delle precedenti edizioni, CCM (Ciuri Ciuri Mare) ripropone il corso di meteorologia applicata alla navigazione, ancora una volta a cura dell’esperto meteorologo e capitano dell’A.M. Paolo Sottocorona, di LA7.

Novità di quest’anno è l’abbinamento con un workshop sulla navigazione elettronica con dimostrazione pratica sull’utilizzo dei vari dispositivi (VHF, chart plotter, ecc.), quest’ultimo a cura dell’esperto tecnico Riccardo Fantozzi, della Marine Pan Service.Una “due giorni” dai contenuti molto interessanti, soprattutto per gli appassionati di nautica.

Il corso ed il workshop si terranno rispettivamente sabato 3 e lunedì 5 febbraio 2018 dalle ore 8.30 alle 14.00 a Palermo, presso l’hotel Ibis Styles di via Francesco Crispi 230.Tra i contenuti del corso e del workshop:
·         L’atmosfera e i suoi parametri fondamentali: come si misurano e come variano.
·         Circolazione generale dell’atmosfera e teoria frontale.
·         Le carte meteorologiche, al suolo e in quota. Le prime letture.
·         Epirb: Tecnologia, Regolamentazione, COSPAS-SARSAT,SBM.
·         Nav-Station: Carteggio, Navigazione, Interfaccia.

PRESENTAZIONE DEL “MUSEO NAVIGANTE”: BRINDISI, 1 FEBBRAIO 2018 – ORE 15:00

BRINDISI – Il mare e la marineria sono un patrimonio culturale da far conoscere e valorizzare. Con questo obiettivo, nell’Anno Europeo del Patrimonio Culturale, è partito il 9 gennaio 2018 da Cesenatico il Museo Navigante, che gode del riconoscimento di ICOM Italia, comitato nazionale dell’International Council of Museums, l’organizzazione internazionale dei musei e dei professionisti museali presente in cinque continenti e gode del patrocinio del Ministero dei Beni Culturali e l’adesione della Marina Militare e della Guardia Costiera.

Il Museo Navigante, ospitato a bordo della goletta Oloferne, imbarcazione d’epoca costruita nel 1944 a Messina, navigherà lungo tutta la penisola.Il viaggio del Museo Navigante si concluderà a fine marzo 2018 a Sète, in Francia, al Festival del Mare, Escale à Sète, il più importante evento di tradizioni marinare del Mediterraneo dove la goletta Oloferne sarà ospite in rappresentanza dei musei italiani.Il viaggio ha un unico obiettivo: far conoscere l’importanza del mare nella storia collettiva passata e futura dell’Italia e dell’Europa.

Durante le tappe il Museo Navigante realizzerà attività di comunicazione per promuovere una filiera del mare sostenibile per i lavoratori e per l’ambiente. Al progetto hanno aderito le associazioni di categoria del mondo della Blue Economy: Assoporti – Italian Ports Association, l’associazione che riunisce le Autorità di Sistema Portuale; Assorimorchiatori, associazione delle società concessionarie del servizio di rimorchio nei porti italiani; RINA, la società di classificazione e certificazione internazionale.

Per il settore della nautica da diporto hanno aderito: Assonautica la struttura di Unioncamere che promuove la nautica da diporto e il turismo nautico e Assonat, l’associazione nazionale approdi e porti turistici ma anche l’Unione Italiana Vela Solidale che promuove l’ educazione e inclusione sociale attraverso la navigazione a vela. Per il settore della pesca ha aderito Legacoop Agroalimentare – Dipartimento Pesca con 300 cooperative e 95 imprese, 3.100 barche (il 25% del totale delle barche italiane), 8.600 soci, pari al 27% degli addetti italiani nella pesca e acquacoltura.

Il Museo navigante approda a Brindisi grazie all’impegno di Assonautica Brindisi e della CCIAA di Brindisi per incentivare la creazione e la fruizione di musei legati alla cultura del mare.

IL NAUTILUS Anno 13 N°2

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato ad Assologistica e alle idee per il futuro messe insieme dall’associazione di categoria: le commissioni interne hanno espresso i loro orientamenti in maniera dettagliata e su questo tracciato si disegnano le decisioni future. All’interno di questo numero troverete anche tante informazioni sui porti di Livorno, Piombino, Trieste, Civitavecchia, Venezia e Genova ma anche le direttive internazionali sull’utilizzo di Gnl per uso energetico e la Brexit.
poseidone danese

© 2018 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab