Da Venezia a Cartagena. Il lavoro di Cruise 2030 presentato a una platea mondiale di operatori crocieristici

Individuare il bilanciamento corretto tra sviluppo e conservazione in una relazione sostenibile con il territorio, incrociare la crescita economica e i fragili equilibri ambientali, riunire i maggiori porti crocieristici europei per discutere del futuro sostenibile del settore.

Questi gli obiettivi che hanno alimentato l’azione del porto di Venezia a partire dall’estate 2019 e che ha portato alla costituzione del gruppo di lavoro Cruise 2030, cui hanno aderito i porti di Bergen, Cannes, Dubrovnik, Malaga, Marsiglia e Palma.

Il presidente dell’Autorità di Sistema Portuale veneziana Pino Musolino, invitato a Cartagena in Colombia alla conferenza internazionale “Cruise, Ports and Cities”, evento organizzato dall’Universidad de los Andes in collaborazione con l’University of the Aegean e l’Università di Genova, ha presentato al pubblico di operatori e amministratori pubblici e privati i passi compiuti negli ultimi mesi dal gruppo Cruise 2030.

A partire dall’individuazione delle criticità condivise da tutti gli amministratori dei porti crocieristici europei coinvolti: la reputazione calante del settore crocieristico, il sovraffollamento generato dal flusso dei turisti nelle città destinazione e i problemi di mobilità, oltre ovviamente all’inquinamento acustico, atmosferico e marino. Da questo punto di partenza condiviso, i porti del gruppo Cruise 2030, supportati dalla raccolta di dati scientifici e attraverso una costante collaborazione con gli stakeholder locali, stanno lavorando alla definizione di nuovi standard per l’industria crocieristica del futuro che dovrà necessariamente evolvere verso una flotta di “classe Europa” compatibile con le città storiche del vecchio continente.

Il presidente Musolino ha commentato: “L’attenzione a livello globale rispetto all’iniziativa Cruise 2030 dimostra la difficoltà, condivisa dalla maggior parte degli amministratori di porti, nel coniugare efficacemente l’attività del settore crocieristico con gli equilibri delle città destinazione dei flussi turistici. La nostra presenza al summit di Cartagena è segnale che abbiamo imboccato la via giusta che ci porterà a un rinnovamento del comparto e a un suo riposizionamento all’interno di equilibri più sostenibili e accettabili per le città portuali e per la popolazione che le abita”.

DA 20 ANNI IL POLITECNICO DI MILANO FORGIA I PROFESSIONISTI DELLA NAUTICA ATTIVI IN TUTTO IL MONDO

METODO E TECNICA SONO I VALORI ALLA BASE DEL MASTER YACHT DESIGN GESTITO DA POLI.DESIGN

Il 20 febbraio in Aula Castiglioni al Politecnico di Milano – Campus Bovisa si è tenuta la conferenza sugli ambiti sperimentali e applicativi dal mondo del foiling.

Costante aggiornamento e confronto diretto con le aziende e i professionisti del settore: sono i punti chiave alla base del Master Yacht Design del Politecnico di Milano, gestito da POLI.design, giunto alla sua XX edizione in partenza a febbraio 2021.

Più di 500 studenti, 20 riconoscimenti internazionali e oltre 200 aziende in contatto con l’università sono i numeri che distinguono il percorso formativo a livello internazionale.
Sono infatti 800 le ore annuali che, tra lezioni frontali, workshop, visite in cantiere e stage in azienda, permettono agli studenti di avere una visione a 360°, di aggiornarsi costantemente sulle tendenze di settore e relazionarsi con partner di fama mondiale, toccando con mano il mondo al di fuori dell’università.

“Foiling the future” è stata l’ennesima occasione per incontrare volti noti come Juan Kouyoumdjian e Patricia Izaguirre Alza, progettisti di numerosi progetti di successo tra cui il nuovo Club Swan 36, tra i primi progetti di barca foiler di produzione in serie, Horacio Carabelli di Luna Rossa Prada Pirelli Design Team, Simone Bartesaghi e Franco Lovato impegnati nella ottimizzazione di appendici foil dalle competizioni di Volvo Ocean Race al Kite Foiling, e tanti altri. Dalle esperienze di progettazione e costruzione dei foil arm AC75, al centro del dibattito con Gianni e Paola Cariboni di Cariboni srl e Edoardo Bianchi di Persico Marine, alla progettazione delle vele per nuovi carichi e modalità di conduzione con OneSails. Una giornata di approfondimento e dibattito sulle evoluzioni degli ultimi anni che si conclude con un round-table con i campioni della vela olimpica e di Foil Freestyling, organizzata grazie anche alla collaborazione con The Foiling Week e Atena.

È anche da questa forte vicinanza con il mondo del lavoro instaurata dal Master in Yacht Design che deriva il suo grande successo, confermato dall’elevato tasso di inserimento nel mondo del lavoro, con oltre il 90% di ex-studenti occupati nel settore della nautica, in cantieri italiani e stranieri tra cui: Sanlorenzo, Azimut | Benetti, Perini Navi, Feadship, Omega yacht, Ares Shipyard, Antalya, Turkey, Stand By Marijana Radovic, Montecarlo Yacht, Rossinavi, Slyder catamarans, Partner ship design, Luca Dini Design, Cantieri del Pardo, Mylius, Adria Sail, Dufur, Studio PYD Picco Yacht, Vismara Marine, Altman Marine, Palmer Johnson.

Il lancio della XX edizione del Master è prevista per febbraio 2021, con una Faculty altamente qualificata e un approccio didattico pensato per spaziare in ambiti disciplinari differenti, dall’ingegneria all’architettura e design, con l’obiettivo di fornire tutti gli strumenti per gestire il percorso progettuale e costruttivo di una imbarcazione, a vela e a motore, dal brief di progetto fino alla definizione dei piani generali, ai calcoli idrostatici e idrodinamici, all’allestimento degli interni, della coperta e delle attrezzature di bordo, alla dotazione impiantistica, alla produzione in cantiere e al controllo delle fasi esecutive.

IEG: A PESCARE SHOW L’IMPEGNO #PESCAREPLASTICFREE CONTRO L’INQUINAMENTO DA PLASTICA DELLE NOSTRE ACQUE

Il Salone internazionale della pesca sportiva e della nautica da diporto di Italian Exhibition Group, in programma nel quartiere fieristico IEG di Vicenza da venerdì a domenica, sarà il volano delle iniziative contro l’inquinamento da plastica messe in campo dai principali player del settore. Un’area dedicata sarà teatro di incontri, convegni e installazioni sul tema dei rifiuti plastici e della salvaguardia delle acque.

www.pescareshow.it

Vicenza - Pescare Show chiama, industria e mondo dell’arte rispondono. Il Salone Internazionale della pesca sportiva e della nautica da diporto di Italian Exhibition Group (IEG) diventa l’amplificatore delle iniziative di sostegno alla salvaguardia delle acque. Da venerdì 21 a domenica 23 febbraio 2020 nei padiglioni del Quartiere Fieristico di Vicenza la campagna di sensibilizzazione #PescarePlasticFree con incontri, convegni e installazioni sul tema.

#PESCAREPLASTICFREE. LA CAMPAGNA DI SENSIBILIZZAZIONE

In Italia, ogni anno, dei 4 milioni di tonnellate di rifiuti prodotti, quasi circa mezzo milione viene disperso nell’ambiente (WWF Report 2019 «Fermiamo l’inquinamento da plastica. Italia: una guida pratica per uscire dalla crisi della plastica»). Nel Mar Mediterraneo nell’arco del 2016 sono state disperse 53mila tonnellate di plastica, delle quali l’80% terminerà il proprio viaggio sulle coste danneggiando sia l’ambiente che le specie ittiche che lo abitano. Per questo il salone di IEG ha lanciato l’iniziativa aperta “Pescare Plastic Free”, per dare risalto all’impegno per l’ambiente di aziende e associazioni. La campagna di sensibilizzazione si svilupperà in fiera attraverso un’area dedicata (Hall 7 – Stand 430) e una sezione informativa sul sito di manifestazione, aggiornata tutto l’anno con l’obiettivo di sensibilizzare la community della pesca e della nautica da diporto. I primi ad aderire sono stati il mondo dell’industria e quello dell’arte.

Suzuki Italia ha risposto all’appello di IEG portando a Pescare Show l’esperienza di Clean Sea Life, progetto europeo di sensibilizzazione sulla problematica dei rifiuti marini co-finanziato dal programma LIFE, che illustrerà sabato 22 febbraio dalle 13.30 alle 14.30 (Hall 7 – Fishing Arena). L’iniziativa mira promuovere un impegno attivo e costante per l’ecosistema, vede come capofila il Parco Nazionale dell’Asinara ed è promossa da CoNISMa, Fondazione Cetacea, Legambiente, MedSharks e MPNetwork. I visitatori potranno così unirsi alle oltre 16.000 persone, 2.000 studenti, 220 circoli nautici, di subacquea e pesca e 120 operatori turistici e balneari che hanno già fatto la propria “promessa al mare”, firmando il Manifesto di Clean Sea Life. Il brand giapponese, che guarda sempre più ad un business sostenibile e plastic free, presenterà inoltre “A pesca d’immondizia”, iniziativa promossa dall’associazione TLM Nautica Fishing Team di Fabio Storelli che vedrà tanti volontari unirsi ai dipendenti della filiale italiana di Suzuki per raccogliere immondizie dalle spiagge e dai fondali marini di Santa Margherita Ligure il prossimo 8 marzo.

L’INSTALLAZIONE ARTISTICA REALIZZATA CON PLASTICHE DI RIFIUTO

Approda nell’area Pescare Plastic Free di Pescare Show anche il fragile territorio della laguna di Venezia con “La scena del crimine”, installazione artistica galleggiante realizzata con plastiche di rifiuto raccolte in mare per il progetto “Laguna pulita” dell’Associazione Pesca Sportiva in Mare “Peschiamo Insieme” di Chioggia (Ve). L’opera raffigurante una sagoma umana è stata realizzata dagli artisti Sandro Varagnolo, Emilio Pregnolato e Roberto Doria e già esposta per 6 mesi davanti a Palazzo Goldoni a Chioggia.

I CONVEGNI SULLA SALVAGUARDIA DELLE ACQUE

L’iniziativa di sensibilizzazione di Pescare Show sarà portata avanti anche da una serie di convegni sulla salvaguardia delle acque. Nella Fishing Arena (Hall 7) il dibattito “Lo stato dei popolamenti ittici nelle acque del Veneto” (sabato 22 dalle 14.30 alle 16) e il convegno “Opportunità di sviluppo del turismo ittico nel territorio Veneto” (domenica 23 dalle 14.30 alle 16), entrambi a cura della Regione Veneto, e l’incontro “La governance dei fiumi, minacce ambientali e soluzioni ecosistemiche” organizzato dall’Associazione Pesca Sportiva Dilettantistica n. 8 Belluno, assieme a Italia Nostra Onlus tv, l’Associazione Free Rivers, Natis Natura e Civis (Domenica 23, dalle 10 alle 11).

VELISTA DELL’ANNO FIV – La 26ma edizione degli Oscar della Vela Italiana

In programma a Villa Miani – Roma, martedì 24 marzo

Al via il prossimo 24 marzo a Villa Miani (Roma) la 26ma edizione de Il Velista dell’Anno FIV, la manifestazione che dal 1991 celebra tutti imigliori atletiei risultati sportividella stagione velica dell’anno precedente. L’evento, ideato e organizzato da Acciari Consulting, vede protagonista la Federazione Italiana Vela in veste di partner istituzionale e ha il patrocinio e il supporto di Confindustria Nautica e quello di Mercedes-Benz Vans in qualità partner tecnico.

I finalisti del premioVelista dell’Anno FIVsono: Ambrogio Beccaria, Vittorio Bissaro e Maelle Frascari, Marco Gradoni, Mauro Pelaschier,Giulio Calabrò e Giacomo Ferrari.  Atleti che non hanno bisogno di presentazioni e che si sono distinti nel corso del 2019 a livello internazionale con risultati di valore assoluto.

Nel corso della serata saranno assegnati anche: il premio Armatore/Timoniere dell’anno per il quale sono in lizza Gianrocco Catalano, Roberto Lacorte e Alessandro Rombellie il premio Barca dell’Anno – Trofeo Confindustria Nautica, per il quale le tre imbarcazioni finaliste sono: l’Elan 400 Andromeda, l’AC 75 Luna Rossa e ilTP52 Xio.

Come da tradizione nel corso della serata, la Federazione Italiana Vela premierà gli atleti e i tecnici delle classi Olimpiche che hanno conseguito risultati di rilievo internazionale nel corso del 2019.

Il voto on line

Il grande pubblico della vela sarà ancora una volta protagonista de Il Velista dell’Anno FIV ed esprimerà le sue preferenze on line sul sito velistadellanno.it a partire dal 24 febbraio fino a 23 marzo alle ore 24.00.

La Giuria, si riunirà a Villa Miani il 24 marzo, due ore prima della cerimonia di premiazione. Dopo aver preso atto del voto del pubblico ed esaminato i risultati sportivi dei candidati, i giurati decreteranno il vincitore di ogni categoria. La Giuria è presieduta per regolamento dal Presidente della Federazione Vela, con Alberto Acciari in veste di segretario. Al loro fianco siederanno Saverio Cecchi, Presidente di Confindustria Nautica e Carlo Mornati, Segretario Generale del CONI.

La Tavola Rotonda de Il Velista dell’Anno FIV

ll Velista dell’Anno FIV, momento d’incontro istituzionale e sportivo di riferimento del mondo della vela italiana, organizza per il terzo anno consecutivo la sua tavola rotonda sui grandi temi della vela internazionale. L’argomento di quest’anno, tutti i particolari e gli ospiti saranno annunciati ufficialmente a breve.

I partner

La Federazione Italiana Vela è partner istituzionale del premio, Mercedes-Benz Vansè sponsor tecnico. L’evento, inoltre, ha il patrocinio e il sostegno di Confindustria Nauticacon Maxi Dolphine Bellavistafornitori ufficiali.

I media partner

i media partner che affiancano il Velista dell’Anno FIV sono: Telesia (Gruppo Class Editori), che per il sesto anno consecutivo trasmetterà le immagini dell’evento attraverso i propri canali televisivi digitali degli aeroporti italiani e delle metropolitane.  Tra i media partner ci sono anche le più importanti testate di settore: Bolina, Fare Vela, Nautica, Nautica Report, Pressmare, Sailbiz.it, Saily.it, Vela e Motore, VelaItalia mare e Zerogradinord.

Il Velista dell’Anno FIV nasce nel 1991 da un’idea di Alberto Acciari, giornalista, professore di marketing all’Università di Roma Foro Italico e presidente di Acciari Consulting società specializzata in marketing e Comunicazione dello Sport. Il Velista dell’Anno è il più importante e ambito riconoscimento nel settore della vela italiana. Tutti i più grandi nomi della vela italiana hanno ricevuto questo premio: da Francesco de Angelis a Giovanni Soldini, da Tommaso Chieffi a Vasco Vascotto, Vincenzo Onorato, Lorenzo Bressani, Andrea Mura, Tita – Banti, Gianfranco Pedote e Alessandra Sensini, detentrice di ben quattro titoli. Nelle altre categorie sono stati premiati negli anni personaggi quali Ernesto Bertarelli, Paul Cayard, Fabio Perini e Pasquale Landolfi. Già dalla sua seconda edizione è stata aggiunta una nuova sezione, quella delle Barche e più recentemente la categoria dell’Armatore/Timoniere. Il Premio copre così tutta l’eccellenza della vela italiana, costituendo il vero punto di riferimento qualitativo della vela sportiva italiana.

www.velistadellanno.it

European Shipping Week 2020 opens with the latest figures on European shipping

The European Shipping Week 2020 – the biggest shipping event in Brussels and the flagship event of ECSA – opens today with the release of the latest figures on European shipping by Oxford Economics.

According to the latest information from 2018, European shipping directly contributed €54 billion to the Gross Domestic Product (GDP) of the EU. Taking into account the spill over effects to other sectors of the EU economy, the total contribution stands at €149 billion.

The European shipping industry directly employs 685,000 people. In total, taking into account the effects on other sectors of the EU economy, the European shipping industry is supporting 2 million jobs.

A direct comparison with the previous 2015 figures is difficult, due to changes in methodology and data sources. However, the trends are clear. The European shipping industry, with a few exceptions, is still under severe pressure from difficult market conditions, leading to a decline of the contribution to the EU’s GDP. As a result also the number of jobs created by the European shipping industry remains under pressure.

“Shipping is and should always remain one of the most valuable assets of Europe, economically, socially and culturally. There are many opportunities as well as challenges facing the sector. Especially the continued depressed market conditions for many EU shipowners pose extra challenges for the industry that wants to decarbonise as quickly as possible and to contribute to safe and highly skilled jobs in Europe. For European shipping to stay in business, regulators have to adopt a global perspective and ensure a global level playing field,” concluded Mr Dorsman.

“The current tensions between the global trading powers, the rise of piracy in the Gulf of Guinea and the insecurity along the Gulf of Hormuz all contribute to difficult and uncertain market conditions,” commented Martin Dorsman, ECSA’s Secretary General.

Mr Dorsman also added that Brexit is  a contributing factor to the uncertainties faced by the European shipping industry.

The 2020 update of the ‘Economic Value of the EU Shipping Industry” by Oxford Economics is available for download here.

Da aprile a ottobre la vela d’altura a Caorle

Da oggi sono aperte le iscrizioni 2020 alle regate offshore del Circolo Nautico Santa Margherita che compongono il Trofeo Caorle X2 XTutti: La Ottanta (4-5 aprile), La Duecento (1-3 maggio), La Cinquecento Trofeo Pellegrini (31 maggio-6 giugno) e La Cinquanta (24-25 ottobre).
Quattro regate, quattro percorsi di diversa difficoltà, dalla costiera all’altura più impegnativa, che porteranno gli appassionati a solcare le acque adriatiche da aprile a ottobre, per un totale di circa 830 miglia.

L’edizione 2020 delle regate d’altura di Caorle è stata presentata il 15 febbraio scorso dal Presidente del Circolo Nautico Santa Margherita, Gian Alberto Marcorin, ai soci riuniti per la tradizionale cena sociale nello splendido International Beach Hotel, situato sulla spiaggia del ponente cittadino.

Il Presidente nel corso della serata è intervenuto anche in merito all’installazione del trasponder AIS per regate di categoria 3 (La Duecento e La Cinquecento), come richiesto dalle nuove OSR 2020/2021, informando i soci armatori che il sodalizio di Caorle, valutati i tempi necessari per ottemperare a quanto richiesto, ha deciso di inserire una deroga nei bandi delle regate 2020 all’uso di tali dispositivi.
“Stiamo lavorando con i nostri partner tecnici per offrire strumenti a prezzi agevolati” ha dichiarato Marcorin “insieme ai necesssari corsi e supporto per completare il percorso richiesto dalla normativa, già da quest’anno per quanti lo desiderano.”

Il Presidente si è poi soffermato sull’anno appena trascorso, festeggiando con i soci i loro successi nei campi di regata, da Paolo Favaro tra i protagonisti del Campionato Italiano Offshore 2019 con il Team Skip Intro ai fratelli Alessio e Cristiano Verardo, Campioni Italiani Offshore classe 0 con il loro Class40 Kika Green Challenge, da sempre tra i più affezionati partecipanti delle regate CNSM.

Il percorso offshore 2020 a Caorle inizierà con La Ottanta il 4 e 5 aprile, una regata costiera che in pochi anni ha saputo ritagliarsi un posto speciale nel cuore di molti velisti, grazie al suggestivo percorso da Caorle alla bella baia di Pirano, con passaggio a Grado e ritorno.

Maggio e giugno saranno dedicati ai due appuntamenti clou di Caorle, La Duecento e La Cinquecento Trofeo Pellegrini, valide entrambe per il Campionato Italiano Offshore della Federazione Italiana Vela con i coefficienti 2.5 e 3.0.

Dal 1 al 3 maggio si correrà la ventiseiesima edizione de La Duecento, nelle categorie X2 e XTutti, lungo percorso Caorle-Grado-Sansego (Croazia) e ritorno, molto tecnico e mai scontato. Il record da battere appartiene dal 2012 ad E1, Vor70 di Aegyd Pengg che ha impiegato poco più di 26 ore per concludere la regata.

Dal 31 maggio al 6 giugno vele spiegate per la quarantaseiesima edizione de La Cinquecento Trofeo Pellegrini, la prima regata in doppio del Mediterraneo che nella sua lunga storia ha tenuto a battesimo molti campioni che si sono cimentati nella corsa lungo il Mar Adriatico da Caorle alle Isole Tremiti, passando per l’isola croata di Sansego.

La chiusura di stagione sarà affidata a La Cinquanta, la più veloce delle regate del Trofeo, che si disputerà il 24 e 25 ottobre sulla rotta Caorle-Lignano-Grado. Al termine della regata saranno premiati anche i vincitori assoluti del Trofeo Caorle X2 XTutti edizione 2020, al meglio di tre prove.

Le regate offhsore 2020 sono supportate dal Comune di Caorle e godono della partnership di Pellegrini Costruzioni Srl, Birra Paulaner, Cantina Colli del Soligo, Vennvind, Wind Design, Sailing Point, Dial Bevande, Up Wind by Aurora, Antal, Astra Yacht, Trim, Darsena dell’Orologio e Marina Sant’Andrea.

Bandi e moduli d’iscrizione: cnsm.org.

IEG: A PESCARE SHOW PROTAGONISTA LO SPORT, CON FIPSAS E LE COMPETIZIONI INTERNAZIONALI

Il Salone internazionale della pesca sportiva e della nautica da diporto di IEG ospiterà, dal 21 al 23 febbraio 2020 a Vicenza, le presentazioni del Campionato Italiano Bass Fishing 2020 e le premiazioni dell’Italy Bass Nation Championship 2019

Presente anche la Federazione Italiana Pesca Sportiva e Attività Subacquee con un ricco calendario di eventi, tra convegni sul settore alieutico, dimostrazioni e annunci di importanti competizioni nazionali ed internazionali

www.pescareshow.it

Vicenza – Conto alla rovescia per gli appuntamenti sportivi più importanti, dimostrazioni e momenti di confronto per gli esperti, ma anche per i neofiti della pratica agonistica. Da venerdì 21 a domenica 23 febbraio, presso il quartiere fieristico di Vicenza, torna Pescare Show, il Salone Internazionale della pesca sportiva e della nautica da diporto di Italian Exhibition Group SpA (IEG), manifestazione punto di riferimento nazionale per appassionati, sportivi e operatori del settore.

Pescare Show 2020 sarà il palcoscenico di premiazioni e presentazioni di importanti gare nazionali e internazionali grazie alla presenza delle più importanti associazioni del settore e di FIPSAS – Federazione Italiana Pesca Sportiva e Attività Subacquee. Riferimento dell’intero comparto con oltre 180.000 tesserati, FIPSAS conta un palmarès che la colloca ai primi posti della classifica delle federazioni più medagliate del CONI. Solo nel 2019, ottantaquattro le medaglie conquistate dagli Azzurri, di cui 34 d’oro, 22 d’argento e 28 di bronzo.

A Pescare Show le attività della Federazione avranno inizio sabato 22 all’interno della Fishing Arena (Hall 7) con la conferenza stampa di presentazione del Mondiale per Nazioni di Pesca al Colpo 2020, in programma nella magnifica cornice di Peschiera del Garda (VR), e il Campionato Italiano Assoluto di Drifting per Equipaggi, di scena a Pescara (PE). Domenica 23, ancora Fishing Arena con “Pesca sportiva e ricreativa in mare: linee guida per una nuova legge”, convegno nel quale interverranno il Presidente FIPSAS Ugo Claudio Matteoli, l’Avvocato marittimista Filippo Cassola, l’Avvocato dello Stato – Consulente giuridico commissione agricoltura Camera dei Deputati Cristina Gerardis, la Coordinatrice Gdl pesca ricreativa del MEDAC – Mediterranean Advisory Council (Consiglio Consultivo del Mediterraneo)  Laura Pisano e Guido Beltrami della Tecnoreef, per un incontro moderato da Francesco Ruscelli, ad e Direttore di FIOPS – Federazione Italiana Operatori Pesca Sportiva.

Grazie a FIPSAS, nella tre giorni di Pescare Show saranno presenti alcuni atleti della Nazionale Italiana Fly casting, accompagnati dal Commissario Tecnico Riccardo Carrara, e dell’Italian Flycasting Team. Gli sportivi, oltre ad un tu per tu con i visitatori nel quale illustreranno l’attività nazionale ed internazionale, saranno protagonisti numerose presentazioni e dimostrazioni di lancio nella Casting Pool 2 (Hall 1) e nello scenografico Acquademo (Hall 7), lo spettacolare acquario mobile più grande d’Europa. Durante gli incontri gli appassionati potranno imparare tutti i segreti delle discipline Trout Distance, Trout Accuracy, Sea Trout Distance, Salmon Distance, Plug Distance, Plug Accuracy, Fly Distance e Fly Accuracy. Negli stessi spazi della Hall 7, in collaborazione con l’ASD Nuoto Pinnato Vicenza, saranno effettuate dimostrazioni di Casting Sport per under 18 – Plug Distance, Plug Accuracy, Fly Distance, Fly Accuracy – e mini corsi di introduzione alle varie tecniche sia per adulti che per bambini.

FLW Italy sabato 22 presenterà nel FLW Pro Center (Hall 7), il Campionato Italiano Bass Fishing 2020 mentre nel pomeriggio, nella Fishing Arena, spazio alle premiazioni dell’Italy Bass Nation Championship 2019 e alla presentazione del calendario della stagione 2020 di Italy Bass.

Non solo. A Pescare Show sono attese anche superstar della pesca mondiale con la possibilità offerta ai visitatori di conoscere, intervistare e confrontarsi, tra gli altri, con Niklaus Bauer, guru della pesca a mosca con oltre 30mila follower su Instagram e ospite dello stand Alps Store (stand 211 – Hall 1). Bauer, pro-staff della Vision, azienda austriaca di materiale per la pesca a mosca e co-proprietario di Fly-Dressing, il più grande grossista per la pesca a mosca svedese, con le sue creazioni ha contribuito a sviluppare le più moderne mosche a tubo per la pesca al luccio, nuovi materiali e tecniche di legatura.

Aperte le iscrizioni alle regate offshore del Circolo Nautico Santa Margherita

Save the date: da aprile a ottobre la vela d’altura a Caorle

Da oggi sono aperte le iscrizioni 2020 alle regate offshore del Circolo Nautico Santa Margherita che compongono il Trofeo Caorle X2 XTutti: La Ottanta (4-5 aprile), La Duecento (1-3 maggio), La Cinquecento Trofeo Pellegrini (31 maggio-6 giugno) e La Cinquanta (24-25 ottobre).

Quattro regate, quattro percorsi di diversa difficoltà, dalla costiera all’altura più impegnativa, che porteranno gli appassionati a solcare le acque adriatiche da aprile a ottobre, per un totale di circa 830 miglia.

L’edizione 2020 delle regate d’altura di Caorle è stata presentata il 15 febbraio scorso dal Presidente del Circolo Nautico Santa Margherita, Gian Alberto Marcorin, ai soci riuniti per la tradizionale cena sociale nello splendido International Beach Hotel, situato sulla spiaggia del ponente cittadino.

Il Presidente nel corso della serata è intervenuto anche in merito all’installazione del trasponder AIS per regate di categoria 3 (La Duecento e La Cinquecento), come richiesto dalle nuove OSR 2020/2021, informando i soci armatori che il sodalizio di Caorle, valutati i tempi necessari per ottemperare a quanto richiesto, ha deciso di inserire una deroga nei bandi delle regate 2020 all’uso di tali dispositivi.

“Stiamo lavorando con i nostri partner tecnici per offrire strumenti a prezzi agevolati” ha dichiarato Marcorin “insieme ai necesssari corsi e supporto per completare il percorso richiesto dalla normativa, già da quest’anno per quanti lo desiderano.”

Il Presidente si è poi soffermato sull’anno appena trascorso, festeggiando con i soci i loro successi nei campi di regata, da Paolo Favaro tra i protagonisti del Campionato Italiano Offshore 2019 con il Team Skip Intro ai fratelli Alessio e Cristiano Verardo, Campioni Italiani Offshore classe 0 con il loro Class40 Kika Green Challenge, da sempre tra i più affezionati partecipanti delle regate CNSM.

Il percorso offshore 2020 a Caorle inizierà con La Ottanta il 4 e 5 aprile, una regata costiera che in pochi anni ha saputo ritagliarsi un posto speciale nel cuore di molti velisti, grazie al suggestivo percorso da Caorle alla bella baia di Pirano, con passaggio a Grado e ritorno.

Maggio e giugno saranno dedicati ai due appuntamenti clou di Caorle, La Duecento e La Cinquecento Trofeo Pellegrini, valide entrambe per il Campionato Italiano Offshore della Federazione Italiana Vela con i coefficienti 2.5 e 3.0.

Dal 1 al 3 maggio si correrà la ventiseiesima edizione de La Duecento, nelle categorie X2 e XTutti, lungo percorso Caorle-Grado-Sansego (Croazia) e ritorno, molto tecnico e mai scontato. Il record da battere appartiene dal 2012 ad E1, Vor70 di Aegyd Pengg che ha impiegato poco più di 26 ore per concludere la regata.

Dal 31 maggio al 6 giugno vele spiegate per la quarantaseiesima edizione de La Cinquecento Trofeo Pellegrini, la prima regata in doppio del Mediterraneo che nella sua lunga storia ha tenuto a battesimo molti campioni che si sono cimentati nella corsa lungo il Mar Adriatico da Caorle alle Isole Tremiti, passando per l’isola croata di Sansego.

La chiusura di stagione sarà affidata a La Cinquanta, la più veloce delle regate del Trofeo, che si disputerà il 24 e 25 ottobre sulla rotta Caorle-Lignano-Grado. Al termine della regata saranno premiati anche i vincitori assoluti del Trofeo Caorle X2 XTutti edizione 2020, al meglio di tre prove.

Le regate offhsore 2020 sono supportate dal Comune di Caorle e godono della partnership di Pellegrini Costruzioni Srl, Birra Paulaner, Cantina Colli del Soligo, Vennvind, Wind Design, Sailing Point, Dial Bevande, Up Wind by Aurora, Antal, Astra Yacht, Trim, Darsena dell’Orologio e Marina Sant’Andrea.

Bandi e moduli d’iscrizione: cnsm.org.

Foto: A. Carloni/CNSM

Politecnico di Milano: “FOILING the FUTURE” una giornata di approfondimento e dibattito sulle evoluzioni dei sistemi foilanti

20 febbraio 2020 – ore 9:00
Aula F.lli Castiglioni – Politecnico di Milano
Campus Bovisa, via Durando 10, Milano
Edificio B1, III piano

Partecipazione libera

ISCRIVITI ALL’EVENTO

Non esiste in questo momento all’interno della nautica alcun ambito sperimentale e applicativo che possa vantare la stessa intensità di energie, investimenti, numero di progetti avviati e iniziative paragonabile a quanto attualmente innescato dal mondo del foiling.

Il Politecnico di Milano, nell’ambito del Master in Yacht Design, The Foiling Week e Atena, hanno quindi deciso di dedicare al tema “FOILING the FUTURE” una giornata di approfondimento e dibattito sulle evoluzioni dei sistemi foilanti attraverso il coinvolgimento di progettisti, aziende e velisti di altissimo livello. Dall’America’s Cup alle innovazioni sulle imbarcazioni di serie, dalla vela olimpica ai campioni mondiali di Foil Freestyling.

L’appuntamento è per il prossimo 20 Febbraio 2020 presso il Politecnico di Milano sede Bovisa, Aula Castiglioni.

IL PROGRAMMA
9:00 Registrazione partecipanti

9:30 Saluti di benvenuto
Andrea Ratti, Politecnico di Milano, Dipartimento di Design
Luca Rizzotti, Foiling Week
Alessandro Scarpellini e Clelia Sessa, Polimi Sailing Team

10:00 DESIGN
Lorenzo Bordone, Politecnico di Milano – “Il foiling a supporto della propulsione elettrica”
Luna Rossa Design Team – “Traguardi e frontiere dei nuovi AC75”
Juan Kouyoumdjian, Patricia Izaguirre Alza – “Foiling experience: from one-off racer to serial production”

11:30 PRODUZIONE
Design & Engineering Dept. Persico Marine – “Testing e affidabilità di strutture one-design”
Gianni e Paola Cariboni, Cariboni srl – “L’innovazione nei sistemi idraulici a supporto dell’evoluzione del foiling”

12:30 Dibattito

14:15 Ripresa dei lavori

14:30 SAILMAKERS
Daniele De Luca, OneSails – “Foiling e piano velico: l’esperienza del 69F”

14:30 KITE-FOILING
Simone Bartesaghi, Fluid4engineering – “Road to Olympic Games Paris 2024: kite foiling design”
Franco Lovato, Performance prediction Engineering – “VPP-based foil design”
Luca Filippi, Chubanga Foil – “Passione, ricerca, mercato”

15:30 VELISTI – ROUND TABLE
Heemskerk Mischa – World Champion Class A
Laura Marinoni Giovannetti – SSPA-Chalmers – British Olympic Team Nacra 17
Balz Müller – World Champion Wind Foil Freestyle

16:30 Chiusura

Mondiale Aquabike 2020: in Kuwait, 4 i piloti azzurri impegnati nella 1^ tappa stagionale

È in corso a Kuwait City (Kuwait), per concludersi sabato 15 febbraio, “l’UIM-ABP Aquabike Class Pro Circuit World Championship – Grand Prix of Kuwait”, valido quale 1^ tappa del Mondiale Moto d’Acqua 2020.

Un evento che unisce agonismo a spettacolo, con uno straordinario parterre di campioni provenienti da diverse nazioni.

Quattro i piloti italiani in gara: Mattia Fracasso e Lorenzo Benaglia affrontano la gara della classe Runabout (moto a guida seduta); la classe Ski Division (moto a guida in piedi) vede in azione Andrea Guidi, mentre Roberto Mariani sarà invece tra i protagonisti del Freestyle.

Il programma di gara prevede per oggi: prove libere, qualifiche e Pole Position.

Oggi e domani prove libere e poi le gare. Cerimonia di Premiazione dei vincitori alle ore 17.00.

Programma, Calendario gare e ulteriori informazioni, su: http://www.aquabike.net e www.uim.sport.

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone danese

© 2020 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab