SOMEC: prima commessa Seascape in Cina

Acquisita la prima commessa Seascape in Cina per la costruzione di una nuova nave Carnival a Shanghai

San Vendemiano (TV) – Somec S.p.A., società specializzata nell’ingegnerizzazione, design e realizzazione di grandi progetti chiavi in mano nell’ambito navale e civile, relativi a involucri vetrati, progetti architettonici speciali, allestimento di aree pubbliche e catering per grandi cucine, quotata su AIM Italia, ha acquisito la prima commessa in Cina, per un valore complessivo di circa 7 milioni di euro, nella divisione Seascape – segmento Marine Glazing.

L’ordine riguarda la progettazione e la fornitura delle vetrate per le cabine e le aree pubbliche di una nuova nave da crociera del gruppo Carnival destinata al mercato cinese, commissionata da Shanghai Waigaoqiao Shipbuilding Co., Ltd. La consegna è prevista entro il 2023.

La commessa rappresenta un importante passo nell’ambito della strategia di espansione internazionale del Gruppo, condivisa con il mercato in sede di IPO. A conferma della concreta attuazione di tale strategia, che includeva la Cina quale mercato di sviluppo per il Seascape, nel marzo 2019 è stata costituita la filiale Somec Shanghai Co. Ltd. anticipando le esigenze del mercato e le opportunità di crescita dell’industria crocieristica cinese. La presenza di Somec in Cina consentirà di ampliare l’attività navale, sfruttando il potenziale di crescita nelle nuove costruzioni di navi da crociera nei porti cinesi, offrendo altresì servizi tecnici in loco di refitting e manutenzione per le navi che operano nelle rotte asiatiche.

Nell’ambito della propria strategia di espansione in Asia, il Gruppo Somec intende rafforzare la propria presenza con un’offerta allargata, comprensiva di tutti i servizi attinenti alla divisione Seascape, promuovendo attivamente, in aggiunta al Marine Glazing, l’offerta di servizi nel Marine Cooking Equipment e Public Areas,

Un importante appuntamento in tale direzione è rappresentato dalla partecipazione di Somec, dal 3 al 6 dicembre 2019, al Marintec China, presso lo Shanghai New International Expo Centre, la fiera più importante per l’industria navale e crocieristica asiatica.

Dati di mercato confermano le crescenti opportunità di business sul mercato Asiatico per il settore navale. Nel 2018 le rotte asiatiche delle crociere hanno rappresentato circa il 9% delle rotte globali, gli studi di settore prevedono per il 2030 tra le 80 e le 100 navi da crociera nel mercato cinese, che porterebbe ad una stima prudenziale di 20 milioni di passeggeri all’anno.[1]

Da inizio anno il gruppo Somec ha comunicato ordini ricevuti per oltre 267 milioni di euro, che si aggiungono al backlog[2] al 31.12.2018 di 431 milioni di euro.

MICHAEL UNGERER NOMINATO CEO DEL NUOVO MARCHIO DI CROCIERE DI LUSSO DEL GRUPPO MSC

Ginevra- Oggi il Gruppo MSC ha annunciato la nomina di Michael Ungerer nel ruolo di CEO del nuovo marchio di lusso della compagnia MSC. Ungerer ha maturato un’esperienza trentennale nelle delle crociere e nell’ospitalità del settore lusso. Opererà prevalentemente dal quartier generale di Ginevra, riportando direttamente a Pierfrancesco Vago, Executive Chairman della divisione crociere e passeggeri del Gruppo MSC.

“Questa nomina segna un importante passo in avanti nella creazione di una struttura organizzativa solida che guiderà lo sviluppo del nostro nuovo marchio di lusso” ha commentato Pierfrancesco Vago. “Per noi si tratta di un passaggio naturale, frutto del lavoro svolto sin dall’inizio all’interno di MSC Crociere, che ci ha permesso di realizzare l’MSC Yacht Club, la nostra idea di luxury brand per far vivere ai passeggeri un’esperienza esclusiva in una sorta di nave nella nave”.

“Sono onorato di avere la possibilità di portare avanti un progetto unico nel suo genere” ha aggiunto Michael Ungerer. “Si tratta del coronamento di un percorso professionale che completa la mia esperienza nei settori  dell’ospitalità di lusso e delle crociere. Sono entusiasta di poter lavorare a stretto contatto con un leader visionario come Pierfrancesco Vago e con un nome storico nel settore dello shipping come quello della famiglia Aponte, che è riuscita a costruire nel corso degli anni un business sostenibile, portando avanti una cultura incentrata sulle persone, con valori che condivido profondamente”.

All’inizio del 2019, MSC ha confermato a Fincantieri un ordine per la costruzione di quattro navi per le crociere di lusso. Le navi, il cui valore complessivo sarà superiore a 2 miliardi di euro, avranno una stazza lorda di circa 64.000 tonnellate e saranno dotate delle più recenti e avanzate tecnologie ambientali e marittime. Questi super-yacht avranno un design altamente innovativo e introdurranno nel segmento del lusso un’ampia gamma di nuovi servizi e attività per i passeggeri, oltre che nuovi spazi da condividere.

La prima delle quattro navi sarà consegnata entro la primavera del 2023. Le restanti tre entreranno in servizio negli anni successivi fino al 2026.

Michael Ungerer, 53 anni e di cittadinanza austriaca, ha conseguito un MBA presso l’INSEAD Business School e ha partecipato con successo all’Independent Director Program (IDP).

Gennaro Amato riconfermato presidente ANRC

L’Associazione Nautica Regionale Campana, alle elezioni per termine del mandato del Consiglio direttivo, modifica lo statuto per dare forza all’azione programmatica associativa

Napoli– Sono bastati poco più di sessanta minuti per completare le elezioni del nuovo consiglio direttivo dell’Associazione Nautica Regionale Campana e per modificare diversi articoli dello statuto associativo. Il notaio Giuseppe Cioffi, assistito dal commercialista Alberto Bruno, ha così sancito l’elezione dei sei componenti del nuovo direttivo e la riconferma alla presidenza di Gennaro Amato, titolare dell’azienda Italiamarine, eletto all’unanimità dai votanti.

Si prosegue dunque nel segno della continuità con solo due nuovi consiglieri, uno per le quote rosa con la scelta di Vincenza Gallo (Nautica Salpa) 41 voti e l’atro con l’inserimento di Giuseppe Maiello (Idea Mare) 21 voti. Riconfermati: Ugo Lanzetta (Nautica Mediterranea Yachting) 41, Antonio Di Cola Schiano (Hi-Performance Italia) 38, Vincenzo Castagnola (Software Marine) 37 e Salvatore Marinelli (Centro Nautico Marinelli) 34.

“L’associazione ha un progetto ben stabilito che portiamo avanti già da tempo, perciò proseguiremo nel segno della continuità ed in particolare puntiamo a dare una identità professionale alle aziende iscritte all’ANRC  ed il riconoscimento di un ruolo di riferimento sul territorio per la filiera nautica che rappresentiamo – ha dichiarato il neo presidente Gennaro Amato – Per questo motivo continueremo la nostra battaglia per portare la nautica regionale a mare a Napoli con un salone che esalti la produttività del nostro territorio”.

Nel conclave associativo sono state definite anche alcune modifiche dello statuto, come la durata del mandato del consiglio direttivo e della carica del presidente, che passa da due a 4 anni, ma soprattutto i contenuti dell’operatività della stessa associazione. Le modifiche consentiranno così operatività e flessibilità economiche per la gestione ed organizzazione di fiere e mostre e di partecipazione ad iniziative di promozione della filiera nautica.

Tra gli obiettivi principali del nuovo direttivo appare infatti la necessità di allargare la piattaforma di promozione della produzione e distribuzione dei cantieri campani, attraverso nuovi progetti come il salone nautico sul lungomare partenopeo, ma allo stesso tempo di programmare azioni delle aziende associate fuori dai confini regionali attraverso l’associazionismo.

“L’ANRC a breve regolarizzerà un percorso di associazionismo al CNA (Confederazione dell’Artigianato e della Piccola e media industria) perché le nostre aziende sono prevalentemente artigianali e promuovono il made in Italy del settore – afferma Gennaro Amato – questo ci consentirà di avere una visibilità associativa più forte grazie ad una struttura che ha lo scopo di rappresentare, promuovere e proteggere gli interessi della piccola e media impresa di fronte agli organi che effettuano le scelte politiche”.

Tra le immediate operatività dell’ANRC la preparazione dell’esposizione nautica “Navigare” in programma dal 19 al 27 ottobre prossimo al Circolo Nautico Posillipo di Napoli.

Camera dei Deputati-Commissione Trasporti: Audizioni su nautica da diporto

Martedì dalle 9,30 diretta webtv


La Commissione Trasporti, nell’ambito dell’esame dello schema di decreto legislativo recante disposizioni integrative e correttive al decreto legislativo 3 novembre 2017, n. 229, concernente revisione ed integrazione del decreto legislativo 18 luglio 2005, n. 171, recante codice della nautica da diporto ed attuazione della direttiva 2003/44/Ce, svolge le seguenti audizioni: ore 9.30 rappresentanti di Unione nazionale autoscuole e studi di consulenza automobilistica (Unasca); ore 10.00 rappresentanti di Assonautica Italiana; ore 10.30 rappresentanti della Federazione italiana vela (Fiv); ore 11.00 rappresentanti di Ucina – Confindustria nautica.

Martedì 10 settembre 2019 ore 09:30
Audizioni su nautica da diporto

L’IMPRESA DI SERGIO DAVÌ IN RITARDO PER L’URAGANO DORIAN

Ore di tensione per Sergio Davì che, con il suo Nautilus Explorer, è in sosta nel porto canadese di Halifax, esattamente presso l’Armdale Yacht Club, il cui staff ha tempestivamente provveduto alla messa in sicurezza di tutte le imbarcazioni per l’arrivo dell’uragano Dorian che già nella notte scorsa non ha tardato a fare sentire i suoi effetti.

Il comandante rassicura che non ci sono stati danni. Fortunatamente Dorian ha perso forza, è declassato a ciclone post-tropicale, ma non ha smesso di fare danni: Halifax è blindata, è rimasta senza elettricità per tantissime ore ed è stata abbattuta una gru di un grattacielo in costruzione.

Si auspica un miglioramento delle condizioni per le prossime ore. Ormai manca poco al compimento della Palermo-New York in gommone.

Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Settentrionale: Iscrizioni aperte fino al 10 settembre all’ITS Marco Polo Academy

Venezia-C’è tempo fino a martedì 10 settembre per iscriversi al biennio formativo 2019-2020 dell’ITS Marco Polo Academy. L’Istituto Tecnico Superiore veneziano offre dei percorsi formativi rivolti a giovani in possesso del diploma di scuola media superiore che intendono investire in due anni di formazione nel settore dei trasporti marittimo-portuali e aeroportuali o nel settore ferroviario conseguendo l’abilitazione di macchinista. Al termine dei due anni, la percentuale dei diplomati che trova un lavoro nel settore entro sei mesi è più del 90%.

Il Presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Settentrionale, Pino Musolino dichiara: “Ci apprestiamo a formare secondo i più elevati parametri internazionali una nuova classe di operatori portuali, aeroportuali e ferroviari. I ragazzi avranno l’opportunità di studiare attingendo all’enorme giacimento di sapere e saper fare che è la comunità portuale di Venezia. Un’occasione per crescere professionalmente e per confrontarsi con successo con il mondo della logistica internazionale”.

Il Porto di Venezia è il principale polo occupazionale della Città Metropolitana di Venezia: con circa 15.000 tra addetti diretti ed indiretti e più di 1.200 aziende che operano nell’indotto, generando ricchezza e opportunità su tutto il territorio veneto.

Per informazioni e per iscrizioni: www.itsmarcopolo.it

Windstar taglia la prima lamiera con Fincantieri della seconda unità della classe Star

Con Star Legend prosegue il piano Star Plus da 250 milioni di dollari dell’armatore

Trieste– Il taglio della prima lamiera delle nuove sezioni per Star Legend, la seconda unità ad essere ammodernata nell’ambito del piano Star Plus di Windstar del valore di 250 milioni di dollari, ha avuto luogo presso il cantiere navale Fincantieri di Palermo. A dare avvio alle operazioni è stato Christopher Prelog, Vice President of Fleet Operations di Windstar Cruises.

“Questo è un giorno importante per Windstar perché raggiungiamo un altro traguardo importante. Un progetto di questa portata richiede tempo per realizzarsi”, afferma Prelog. “Abbiamo già realizzato così tanto sulla prima nave, Star Breeze, insieme ai nostri partner di Fincantieri, che siamo ancora più entusiasti per Star Legend. Oggi mi sento orgoglioso anche a titolo personale, poiché Star Legend è stata la prima nave su cui abbia mai lavorato nel settore delle crociere, due decenni fa. È una splendida unità e le prossime trasformazioni saranno davvero sorprendenti, per i nostri ospiti e tutti i fan di Windstar.”

Andrew Toso, responsabile Ship Repair & Conversion della Divisione Services di Fincantieri, ha dichiarato: “Come punto di riferimento in tutto il mondo per questo tipo di operazioni altamente complesse, siamo molto orgogliosi di collaborare con Windstar per un programma così ambizioso e il traguardo che stiamo celebrando oggi è la migliore prova possibile del nostro impegno e della proficua gestione dei progetti che stiamo portando avanti”.

Il progetto Star Plus, che prevede l’allungamento, la sostituzione dell’apparato motore e il rinnovamento di tre unità, è il più complesso e completo del suo genere. Windstar sottoporrà in successione metà della sua flotta – Star Breeze, Star Legend e Star Pride – a questo genere di ammodernamento. I lavori sulla prima delle tre navi, Star Breeze, inizieranno nell’ottobre 2019 e termineranno con la partenza della terza, Star Pride, nel novembre 2020.

Le navi, infatti, saranno tagliate a metà per consentire l’installazione di una nuova sezione nella parte centrale che allungherà ogni unità di circa 26 metri. La capacità totale delle “nuove” navi ingrandite porterà a 312 il numero di passeggeri, e per mantenere il rapporto tra staff e ospiti di 1,5 a 1 sarà assunto nuovo personale.

Le nuove sezioni per Star Legend e Star Pride, che richiederanno ciascuna circa sei mesi per la loro realizzazione, saranno costruite ed inserite nelle navi Windstar insieme ai nuovi motori a ridotto impatto ambientale presso lo stabilimento di Palermo.

Comune di Genova-Celebrerà la Città della Nautica l’edizione numero 59 del Salone Nautico internazionale di Genova

Cresce a doppia cifra il settore della nautica. Bucci: è un’eccellenza italiana nel mondo e Genova ne è la capitale

Nel salone di rappresentanza di palazzo Tursi giovedì 5 settembre, presenti il sindaco Marco Bucci e il governatore Giovanni Toti, si è tenuta la conferenza stampa di presentazione dell’edizione numero 59 del Salone Nautico Internazionale di Genova, in programma dal 19 al 24 settembre. «Per il terzo anno consecutivo il Salone Nautico viene presentato nella ‘casa dei genovesi’, a sottolinearne il legame indissolubile con la città» ha detto il giornalista Andrea Ferro che ha condotto l’evento.

«’La città della nautica’ è lo statement coniato da Ucina per questa edizione del Salone Nautico, uno slogan che rappresenta veramente la testa e il cuore di quello che a Genova stiamo facendo: ricordiamoci che l’Italia è numero uno al mondo nella nautica e Genova ha l’onore e l’onere di essere la capitale della nautica –. ha affermato il sindaco Marco Bucci nel suo intervento di saluto – Ci aspettiamo grandi numeri da questo Salone e puntiamo a diventare la capitale mondiale della nautica. Vorrei che tutta la città dimostrasse quanto Genova sia accogliente, i servizi efficienti e come a Genova si stia bene».

Saranno oltre mille le imbarcazioni esposte, 986 gli espositori, 14 i nuovi brand di cui il 48% proviene dall’estero e 763 i giornalisti accreditati da tutto il mondo: sono questi i numeri dell’edizione 2019 del Salone nautico.

«A 15 giorni dall’apertura – ha detto la presidente de I Saloni Nautici Carla Demaria – posso darvi certezze: i numeri sono interessantissimi, il settore è in crescita e in crescita è il Salone. Il 4 giugno (data della presentazione a Milano n.d.r) avevamo fatto una promessa di eccellenza: quella di trasformare un evento della città nella ‘Città della nautica’. Vogliamo che il Salone esca dai padiglioni e dalle darsene della Fiera e invada la città diventando un fatto culturale, come già da anni accade a Milano con il Salone del Mobile. All’ingresso un urban wall da 1.500 metri quadri  accoglierà i visitatori del salone nella ‘Città della nautica’. Avremo l’installazione “From shipyard to courtyard” dell’archistar Piero Lissoni e ancora arte con ‘il giardino segreto’ di Davide Dall’Osso, il ‘light mirror’ di Marco Nereo Rotelli e le sculture monumentali di Igor Mitoraj. Vivremo un Salone che ha davvero cambiato pelle».

«Sarà un salone bellissimo – aggiunge il presidente di Ucina Saverio Cecchi –, chi vuol vedere il bello e il ben fatto deve venire in Italia, perché il mare italiano è il più bello al mondo».

m.s.

PRESENTATO OGGI A GENOVA IL 59° SALONE NAUTICO

IN PROGRAMMA DAL 19 AL 24 SETTEMBRE 986 ESPOSITORI E OLTRE 1.000 IMBARCAZIONI
150 TRA GIORNALISTI E BUYER ESTERI PROVENIENTI DA 25 NAZIONI
+136% DI PREVENDITE ONLINE RISPETTO AL 2018
98 EVENTI IN PROGRAMMA AL SALONE: CONVEGNI, TAVOLE ROTONDE, INIZIATIVE SPECIALI
TANTI APPUNTAMENTI IN CITTA’ CON GENOVAINBLU
BMW, BREITLING E FASTWEB I MAIN SPONSOR DELL’EVENTO

È stato presentato oggi a Genova il 59° Salone Nautico organizzato da UCINA Confindustria Nautica, che dal 19 al 24 settembre accoglierà nel capoluogo ligure gli operatori del settore e gli appassionati del mare con un’offerta espositiva completa e ricca di attività e di eventi speciali, per vivere un’esperienza a 360° e conoscere le ultime novità della nautica internazionale.

L’edizione 2019 si apre in un quadro economico dell’industria nautica da diporto che, per l’anno in corso, conferma lo stato di salute del settore. Anche per la 59esima edizione è confermato il format vincente dell’evento “multispecialista” come contenitore di quattro Saloni: un Salone TechTrade dedicato alla componentistica e agli accessori, un Salone della Vela (Sailing World), un Salone del mondo del fuoribordo (Boat Discovery) e un Salone con area Yacht e Superyacht.

Un nuovo Urban Wall accoglierà gli espositori e i visitatori nella “Capitale della Nautica”: 1.500 metri quadrati di superficie per un benvenuto speciale al mondo della nautica e agli appassionati riuniti per sei giorni al Salone Nautico a Genova.

Alessandro Campagna, Direttore Commerciale Salone Nautico: “Il denominatore comune dell’edizione di quest’anno è la richiesta da parte degli espositori di spazi espositivi ben superiori alla disponibilità attuale (28% di richieste in più per quanto riguarda la categoria yacht & superyacht, 48% per la vela, ben 73% per le imbarcazioni fuoribordo, 35% per gli accessori). Gli espositori arrivano a quota 986, oltre 1.000 le imbarcazioni, con la presenza di nuovi brand tra cui Gulf Craft, Canados, Sunbeam, Franchini Yachts, Maxi Dolphin, Greenline, Axopar, Nadir Yacht, Solaris Power, Cayman Yachts, Coming Solutions, Excess Catamaran, Leopard Catamaran, Delta Catamarans. Il 48% delle nuove richieste di partecipazione proviene dall’estero, confermando la tendenza degli ultimi Saloni. Il grande fermento trova riscontro nel dato relativo alle prevendite online, +136% rispetto al pari data del 2018.”

A testimoniare la valenza internazionale della manifestazione saranno presenti 150 tra giornalisti delle più importanti testate internazionali e buyer esteri, provenienti da 25 nazioni, risultato del progetto di incoming organizzato da UCINA Confindustria Nautica e ICE – Agenzia, nel quadro del Piano Straordinario di Promozione del Made in Italy varato dal Ministero dello Sviluppo Economico. Inoltre, in un apposito spazio dell’area espositiva, l’Agenzia ICE ospiterà per la prima volta 5 start-up selezionate da UCINA, appartenenti ai settori dei materiali, delle App per la navigazione e del design che potranno così beneficiare di visibilità e dell’opportunità di partecipare ai business matching.

Le Ammiraglie

Le ammiraglie del Salone Nautico 2019 saranno, per la vela, lo Swan 78 del Cantiere Nautor’s Swan con i suoi 25,66 metri fuori tutto e, per il motore, il Sanlorenzo SD126 del Cantiere Sanlorenzo, di 37,95 metri. Tra le imbarcazioni pneumatiche a primeggiare sarà il Black Shiver 220jet del Cantiere Novamarine, che raggiunge i 22 metri di lunghezza. Sarà presente in banchina per la categoria Charter la Signora del Vento, con i suoi 85 metri fuori tutto, il veliero italiano più grande secondo solo alla “Amerigo Vespucci” della Marina Militare.

Convegni ed Eventi

Il Salone Nautico rappresenta da sempre anche il momento per fare il punto sui valori e sulle sfide del settore, con un’intensa attività organizzativa di convegni istituzionali, seminari, tavole rotonde, eventi collaterali svolta dall’Associazione di categoria nell’ambito del ForumUCINA. Giovedì 19 settembre, giornata di apertura della manifestazione, sarà dedicato all’analisi dei dati dell’industria nautica da diporto: la mattina, nella Terrazza del Padiglione Blu, con il convegno inaugurale e la presentazione della ricerca completa di Fondazione Symbola “Le Capitali della Nautica”, il pomeriggio nella Sala ForumUCINA con i dati aggiornati de “La Nautica in Cifre”, la pubblicazione annuale realizzata dall’Ufficio Studi di UCINA in collaborazione con il Centro Studi Confindustria, Fondazione Edison e Assilea – Associazione Italiana Leasing. Nelle sei giornate di appuntamenti, in programma workshop, eventi e premiazioni sportive, tra le quali, domenica 22 settembre al Breitling Theatre, quella della regata Millevele organizzata dallo Yacht Club Italiano.

Tra le collaborazioni più importanti quelle con Ministero dell’Ambiente e Legambiente per la sostenibilità ambientale, con Federturismo per fare il punto sul Turismo costiero, con l’Università di Genova per il progetto “Università del Mare”, con il Comune di Genova per Genova Hub del mare, con Confindustria Bruxelles per i finanziamenti europei e con Retimpresa per le opportunità per le aziende di sistema. Si chiude martedì 24 settembre con il tradizionale appuntamento con Nautica & Fisco e con gli incontri B2B organizzati in collaborazione con Confindustria Giovani Imprenditori.

A queste iniziative si affiancano le attività del Sea Experience, con l’iniziativa Navigar m’è dolce di FIV – Federazione Italiana Vela e il “battesimo del mare” per provare le ultime novità in fatto di sport acquatici. E per quanto riguarda gli eventi di Experience in città, lo spettacolo è assicurato con la regata Ocean Race, quattro giorni di challenge nel mare davanti a Corso Italia.

Nutrito anche quest’anno il programma di eventi fuori Salone, GenovaInBlu, tra cui l’appuntamento al Museo del Mare nell’ambito della rassegna “Incontri in Blu” nella giornata inaugurale, Light in the Blue, serata benefica a favore dell’Istituto Giannina Gaslini riservata agli espositori venerdì 20 settembre e l’evento Radio Deejay Time – Il Salone Nautico per Genova in Piazza De Ferrari domenica 22 settembre, l’evento clou dedicato a Genova e ai genovesi.

Nuove facilities

Tra le novità di quest’anno il nuovo servizio Vip di elitrasporto, che permetterà di raggiungere il Salone Nautico in elicottero, atterrando sulla elisuperficie all’interno dell’area espositiva, e la biglietteria online con fast lane, una corsia preferenziale per accedere direttamente alla manifestazione. La ristorazione, che vede confermata la partnership con Eataly, punterà all’esperienza del territorio.

Nuovo il format Lounge Liguria sulla Terrazza Colombo, in partnership con la Regione Liguria che sarà riservato agli espositori della kermesse, per offrire loro un momento di incontro e confronto tutte le sere dopo l’orario del Salone Nautico. La partecipazione a questa iniziativa dei vertici dei più rilevanti cantieri nazionali e internazionali costituisce per Regione Liguria un’importante opportunità di stringere relazioni e confrontarsi sulla crescita e lo sviluppo di un settore strategico per tutto il territorio.

Partner e Sponsor

Di primario rilievo i partner e gli sponsor della 59esima edizione del Salone Nautico, che ne condividono visione e progetto: BMW è l’auto ufficiale dell’evento e Breitling l’orologio ufficiale che scandirà le giornate all’insegna del mare. Main sponsor del Salone Nautico 2019 sono Fastweb e Banca Carige, sponsor RINA, Grohe, Leffe. Partner tecnici: Eataly, Compagnia dei Caraibi, Euthalia Fragrances, Corpo Italiano di Soccorso dell’Ordine di Malta. Clothing partner: Slam. Partner e sponsor svolgono un ruolo attivo nell’ambito della manifestazione, offrendo servizi dedicati agli espositori e ai visitatori.

Partner istituzionali del 59° Salone Nautico sono Ministero dello Sviluppo Economico, ICE-AGENZIA, Comune di Genova, Camera di Commercio di Genova, Regione Liguria.

VIP Lounge

Ricnfermato il format VIP Lounge, un format pensato per accogliere ospiti nazionali e internazionali, moltiplicare le occasioni di networking e di business in uno spazio raffinato ma informale, con una programmazione ricca di eventi e performance artistiche. I partner della Vip Lounge saranno Circle Dynamic Luxury Magazine, Marchesi Antinori, Gaggenau, Fontana Arte, Malo, Giorgetti, Sandrini, Champagne Perrier-Jouët, Angiolini, Ars Italica Caviar, Bevande Futuriste, Swiss Logic Center, Banci Firenze, Trial.

Regione Liguria-Piana: “Un brand legato indissolubilmente a Genova e a tutta la liguria”

Il presidente saluta la 59 esima edizione dell’esposizione del settore più importante del Mediterraneo che si svolgerà a Genova fra il 19 e 24 settembre

Il presidente del Consiglio regionale Alessandro Piana ha partecipato oggi alla presentazione della 59 esima edizione del Salone Nautico, che si volgerà fra il 19 e il 24 settembre prossimo. «Ancora una volta Genova – dichiara il presidente – si trasforma nella splendida vetrina di quanto l’industria cantieristica è in grado di produrre, coniugando le migliori innovazioni tecnologiche con lo stile e il design più raffinati.

La versatilità dell’industria nautica non trascura i diversi tipi di clientela e riesce, dunque, a richiamare ogni anno a Genova decine di migliaia di appassionati rappresentando uno degli eventi più attesi in tutto l’anno e il maggiore del Mediterraneo in questo settore». Piana sottolinea l’ampia gamma di prodotti offerti: dai mega yacht alle barche a vela, dalle motorizzazioni fuori bordo alla componentistica:

«Il Salone Nautico è considerato ormai da decenni un marchio indissolubilmente legato a Genova e a tutta la Liguria e, se non sono riusciti negli anni tutti i tentativi di sottrarre questo brand, è soprattutto merito degli organizzatori e delle istituzioni, che hanno saputo fare squadra perché il Salone Nautico resti il “nostro Salone Nautico”».

IL NAUTILUS Anno 14 N°2

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato alla portualità con un focus sulle identità marinare e sul futuro dei lavori portuali, la figura dello skipper e il trattamento dell’acqua di zavorra. Poi una riflessione sul concetto di “Porto come mondo” (prendendo come esempio il porto di Brindisi, tra tutela, valorizzazione ed innovazione). E ancora, approfondimenti sul motto lanciato dal Ministero delle Infrastrutture e Trasporti: #IOSONOMARE, per valorizzare tutte le attività svolte sul mare.
poseidone danese

© 2019 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab