60° SALONE NAUTICO, PRESIDENTE TOTI: SALONE DEL CORAGGIO E DELL’INTRAPRENDENZA

SUGELLATO UN PATTO TRA POLITICA E IMPRESA

GENOVA-“Questo è stato il Salone del coraggio, dell’intraprendenza della volontà di non farsi sopraffare dalla paura e anche della capacità organizzativa, visto che è andato tutto bene, nonostante il Covid e un’allerta rossa che ha fatto molti danni” Lo ha detto oggi il presidente di Regione Liguria Giovanni Toti in occasione della chiusura del 60° Salone Nautico di Genova.

“Questo Salone è anche la prova della resilienza di questo territorio e delle sue imprese – ha continuato Toti – Un salone di cui siamo particolarmente soddisfatti: sono anni che celebriamo Saloni Nautici particolarmente importanti, ma quest’anno lo è anche di più visto che è l’unico salone che si è svolto nel mondo”.

“Abbiamo usato per questo evento una serie di aggettivi: coraggio, intraprendenza, ma soprattutto resilienza, cioè la capacità di adattarsi ai tempi difficili e saperli trasformare in opportunità – ha proseguito Toti -  Il fatto che si è celebrato questo 60° Salone, mentre altre se ne chiudevano  ha dato prova del grande coraggio degli imprenditori, della Pubblica amministrazione e del pubblico che non ha perso un’occasione per venire a vedere pezzi unici di design senza farsi annichilire dalla paura. Infatti ogni giorno del Salone ha fatto registrare la massima capienza possibile, tenendo conto delle norme anti-Covid.

E’ stata una grande e magnifica occasione per dimostrare quanto siamo stati capaci. Dal prossimo anno dobbiamo ambire ad altro, visto che questo Salone si svolge su una delle più importanti aree di rigenerazione urbana del Paese, grazie alla politica urbanistica illuminata del Comune di Genova che trasformerà questa in una delle zone più importanti del Mediterraneo. E non è un caso se ospita l’unico Salone del Mediterraneo che ha avuto il coraggio di rischiare fino in fondo”.

Secondo il governatore ligure questo salone è stato “quasi un momento catartico e ha sugellato un nuovo patto tra politica, pubblica amministrazione e impresa italiana. Un patto che diventerà la stella polare di ciò che di meglio si puo’ fare nel Paese. Grazie al fatto che tutti si sono rimboccati le maniche e hanno deciso di andare avanti, dando vita a un mirabile sforzo collettivo”.

CONFERENZA STAMPA DI CHIUSURA DEL 60°SALONE NAUTICO

SONO 71.168 I VISITATORI DEL 60° SALONE NAUTICO

SAVERIO CECCHI, PRESIDENTE CONFINDUSTRIA NAUTICA: LE AZIENDE AVEVANO BISOGNO DEL SALONE, MA ANCHE DI NORME A SALVAGUARDIA DELLA COMPETITIVITA’ DEL SETTORE. DELUSIONE PER LE SCELTE DELLA PRESIDENZA SENATO

MARINA STELLA, DG CONFINDUSTRIA NAUTICA: ABBIAMO SAPUTO METTERE AL CENTRO LA SICUREZZA E LE IMPRESE, PERCHE’ DALLE IMPRESE PASSA LA RIPARTENZA DEL PAESE

ALESSANDRO CAMPAGNA, DG “I SALONI NAUTICI“: IL 60° NAUTICO HA RAPPRESENTATO UN CAMBIO DI PARADIGMA, PUBBLICO QUALIFICATO E SPECIALIZZATO

LUIGI ATTANASIO, PRESIDENTE CAMERA DI COMMERCIO DI GENOVA: 60° EDIZIONE INDIMENTICABILE, grande prova di determinazione della nostra città

MARCO BUCCI, SINDACO DI GENOVA: GENOVA DEVE DIVENTARE IL PRIMO SALONE NAUTICO DI EUROPA, ABBIAMO PROGETTI AMBIZIOSI

GIOVANNI TOTI, PRESIDENTE REGIONE LIGURIA: E’ STATO IL SALONE DEL CORAGGIO E DELL’INTRAPRENDENZA, SUGELLATO UN PATTO TRA ISTITUZIONI DEL TERRITORIO E IMPRESE.

Si è svolta oggi alle ore 13.00 la Conferenza stampa di chiusura del 60° Salone Nautico di Genova, la manifestazione organizzata da Confindustria Nautica e da “I Saloni Nautici” che dal 1 al 6 ottobre, un’edizione simbolo di coraggio, qualità, saper fare italiani e forte un segnale per la ripartenza dell’economia, che ha acceso i riflettori di tutto il mondo sull’evento e sulla Città

Le dichiarazioni finali.

Saverio Cecchi, Presidente Confindustria Nautica: “Ringrazio tutti gli espositori e gli oltre 71.000 visitatori che sono venuti al Salone Nautico di Genova. Questi numeri parlano del miracolo che è stato fatto nell’organizzare questa 60esima edizione che ha consentito alle nostre aziende di lavorare quasi come se nulla fosse successo. Entro la fine di ottobre presenteremo alle Istituzioni un progetto collegato al Waterfront per disegnare l’evento dei prossimi dieci anni.

Le aziende hanno bisogno di questo strumento, hanno anche bisogno di interventi infrastrutturali, innanzitutto collegamenti aerei e stradali, e importanti misure normative.

Riguardo a queste ultime, constato con sconcerto che il pacchetto approvato dalla Commissione Bilancio nel DL Agosto, inserito nel maxi emendamento del Governo e approvato dalla Ragioneria dello Stato, è stato cassato dalla Presidente Casellati a seguito delle polemiche politiche degli scorsi giorni.

Anche dopo questi mesi difficili, la contrapposizione politica prevale sulle azioni concrete volte ad annullare il gap fra norme italiane e francesi, che spinge le nostre aziende a delocalizzare a oltralpe o a Malta le loro sedi legali e, di conseguenza, anche il versamento delle imposte, e mortifica la capacità delle aziende, del territorio e delle istituzioni locali di dare una prova di resilienza che ci è riconosciuta dal mondo”.

Marina Stella, Direttore Generale Confindustria Nautica: “Si chiude oggi un Salone che non può essere confrontato con nessun altra edizione precedente. Un Salone che ha saputo mettere al centro la sicurezza e le imprese, perché dalle imprese passa la ripartenza del Paese attraverso la creazione di valore e occupazione. Ci siamo misurati con un modello di manifestazione completamente differente, nel segno dell’efficacia e della qualità dei contatti per gli espositori, in compliance con le raccomandazioni dell’Organizzazione mondiale della sanità e del Comitato tecnico scientifico nazionale.

Il 60° Salone Nautico ha potuto contare sul supporto delle Istituzioni, dall’Agenzia ICE, che ha reso possibile la presenza di 22 giornalisti esteri provenienti da 20 Paesi attraverso l’organizzazione di corridoi verdi dedicati, di Simest, che ha permesso alle imprese di attivare strumenti di finanziamento anche a fondo perduto della partecipazione ai saloni internazionali.

I sei giorni di manifestazione hanno visto 73 eventi tra convegni, seminari, workshop tecnici, conferenze e presentazioni. 18 le anteprime mondiali di imbarcazioni, tra cui “Mambo”, la prima barca al mondo interamente realizzata con tecnologie di stampa 3D.

Un ringraziamento speciale va alle forze dell’ordine, alla Polizia, ai Carabinieri, alla Guardia di Finanza, alla Marina Militare, alla Capitaneria di Porto, alla Protezione civile, alla ASL, che ci hanno supportato nell’applicazione del protocollo di sicurezza e hanno fatto in modo che visitatori ed espositori si sentissero sicuri, dentro e fuori.”

Sul fronte della comunicazione, sono stati 820 i giornalisti accreditati, 1.300 gli articoli dal 17 settembre, 6 ore di servizi tv e oltre un’ora di servizi radio dedicati alla manifestazione. Numeri   da   record   anche   per   la   TV   del   Salone   Nautico   che, all‘indirizzo https://sntv.salonenautico.com/ e sul sito del Sole24Ore http://bit.ly/60°_SaloneNautico_sole_24_ore ha trasmesso ogni giorno dirette in streaming, interviste, servizi su convegni, prodotti e novità, per un totale di 40 ore di diretta streaming.

Alessandro Campagna, Direttore Generale I Saloni Nautici: “Il 60° Salone Nautico ha accolto 71.168 visitatori e 824 brand in esposizione su una superficie di oltre 200.000 mq tra spazi a terra e in acqua di cui il 90% all’aperto, un unicum rispetto ad altri eventi, che ha reso possibile realizzare una manifestazione che ha coniugato sicurezza ed efficienza.”

“È stata un’edizione unica – ha aggiunto Alessandro Campagna – espressione di un cambio di paradigma, che ha registrato una forte presenza di pubblico qualificato, specializzato e orientato al business. Abbiamo messo al centro la qualità del prodotto, con l’obiettivo di mettere in condizione le aziende di raggiungere il loro target. Il momento dell’inaugurazione del Salone Nautico è stata la vera celebrazione di questo 60° anno, abbiamo messo a fattor comune tutti gli sforzi compiuti in questi mesi. C’è molto orgoglio, sono stati 6 giorni importanti ed efficaci, sia per gli espositori, sia per i visitatori. Il clima è stato positivo, emozionante ed esperienziale, un risultato ottenuto attraverso un grande lavoro di squadra.

Il Presidente di Camera Commercio di Genova, Luigi Attanasio: “E’ stata un’edizione difficile da dimenticare, in un anno difficile. Si è trattato di una grande prova di determinazione della nostra città. Ringrazio Confindustria Nautica e comprendo la fatica e lo sforzo per raggiungere il risultato. Noi italiani siamo al massimo livello in questo settore, grazie al saper fare degli imprenditori italiani del comparto. Come genovesi, abbiamo dimostrato una volta di più la determinazione assoluta nel perseguire lo scopo, e il parlamento dovrebbe accompagnare lo sforzo che le nostre imprese fanno”.

Il Sindaco di Genova Marco Bucci, ha dichiarato: “E’ stato definito il Salone del coraggio e ce l’abbiamo fatta, abbiamo dimostrato al mondo che Genova è capace di fare sistema. Confindustria Nautica ha fatto un grande lavoro, di livello mondiale. Le amministrazioni si sono date da fare: Genova è forte per questo, siamo tutti allineati, abbiamo carattere e ci siamo rimboccati le maniche, lavorando in sinergia.  I veri marinai si vedono quando c’è il mare grosso. Per il Salone Nautico abbiamo un programma ambizioso: con l’accordo decennale che abbiamo firmato, lavoriamo alla nuova di darsena, al Waterfront di levante, avremo e a 400 mila mq qualificati per diventare il primo Salone Nautico del mondo.

Presidente di Regione Liguria, Giovanni Toti: “Abbiamo usato per questo evento una serie di aggettivi: coraggio, intraprendenza, ma soprattutto resilienza, cioè la capacità di adattarsi ai tempi difficili e saperli trasformare in opportunità. Il fatto che si è celebrato questo 60° Salone, mentre altre se ne chiudevano ha dato prova del grande coraggio degli imprenditori, della Pubblica amministrazione e del pubblico che non ha perso un’occasione per venire a vedere pezzi unici di design senza farsi annichilire dalla paura. Infatti ogni giorno del Salone ha fatto registrare la massima capienza possibile, tenendo conto delle norme anti-Covid. E’ stata una grande e magnifica occasione per dimostrare quanto siamo stati capaci. Dal prossimo anno dobbiamo ambire ad altro, visto che questo Salone si svolge su una delle più importanti aree di rigenerazione urbana del Paese, grazie alla politica urbanistica illuminata del Comune di Genova che trasformerà questa in una delle zone più importanti del Mediterraneo. E non è un caso se ospita l’unico Salone del Mediterraneo che ha avuto il coraggio di rischiare fino in fondo”.

60° SALONE NAUTICO GENOVA – GIORNO 6: GLI EVENTI DI OGGI

WORKSHOP SULLA BLUE ECONOMY ORGANIZZATO DALLA REGIONE LIGURIA

LA CONFERENZA RINAUTIC LIVE DEL RINA CHIUDE GLI EVENTI DEL 60° SALONE NAUTICO

Palinsesto nutrito oggi al 60° Salone Nautico a Genova per l’ultima giornata della manifestazione.

La giornata è stata caratterizzata da presentazioni, convegni e workshop tecnici, che hanno fatto il punto su diverse tematiche che riguardano il mondo della nautica e del mare a 360°.

Seminario Strategos

L’ultima giornata degli Eventi del Salone Nautico è stata inaugurata al Breitling Theatre dal Workshop Strategos Blended Icebreaker Meeting, organizzato dal corso di Laurea Magistrale in ingegneria strategica, una nuova disciplina, introdotta circa 5 anni fa al MIT di Boston e che oggi vede l’Ateneo Genovese tra i leader del settore a livello Internazionale.

Workshop sulla Blue Economy

E’ tornato anche quest’anno, organizzato dalla Regione Liguria, il convegno riguardo la Blue Economy, un ambito in cui l’Italia eccelle rispetto al resto d’Europa. “L’esempio italiano di blue economy è molto invidiato ed usato come benchmark perché mette insieme tutti i settori, mentre nel mondo le diverse attività non sono così correlate. Per crescere l’economia del mare deve lavorare in maniera congiunta. Bisogna fare rete, promuovere il settore e trovare nuovi business”. Così ha dichiarato Giovanni Caprino, vicepresidente del cluster tecnologico BIG – Blue italian growth, sottolineando l’importanza di lavorare insieme per la crescita dell’economia del mare al convegno “La blue economy come opportunità e acceleratore dell’economia territoriale e nazionale”- Il Salone Nautico di Genova è la vetrina ideale per il convegno sulla Blue Economy, l’economia del mare, organizzato dalla Regione Liguria, perché qui si incontrano le realtà che partecipano alla BIG: università, industrie, centri di ricerca, enti e distretti regionali proprio per dare più peso a un ambito che attraversa trasversalmente dalla cantieristica alla nautica, dallo shipping all’ambiente marino alla pesca.

Seminario NOx addio?

Sempre in mattinata, al piano Mezzanino del Padiglione Blu, ha preso via “NOx addio?”, il seminario tecnico realizzato da ATENA Lombardia con il patrocinio di Confindustria Nautica dedicato all’abbattimento delle emissioni inquinanti nella nautica da diporto. Sono intervenuti Paolo Bertetti, (Sanlorenzo Spa), Andrea Piccione (Volvo Group Italia Spa), Francesco Cito – (MAN – SCR): Be Ready For The Future, Daniele Bottino, (ABS).

A nuoto sotto i ghiacci

Emozionante appuntamento al Breitling Theatre con Paolo Chiarino, nuotatore estremo specialista di ice swimming, che ha raccontato al pubblico presente la sua avventura in Antartide, dove ha percorso 1.000 a nuoto sotto i ghiacci, senza muta. La prossima sfida si sposta al Polo Nord.

Rinautic Live

Nel pomeriggio, con il seminario RINAUTIC LIVE, organizzato dal RINA al Breitling Theatre, si è concluso il programma di eventi collaterali del 60° Salone Nautico.

Ad aprire l’evento Francesco Michienzi, direttore del magazine Barche. La prima sessione si è dedicata al rapporto tra l’organismo di certificazione e il diportista, con contributi tecnici di Andrew Cutrì (Surveyor Italy Operational Yachting RINA), Alberto Carmagnani (Manager Certification CE Scheme RINA), Danilo Frulla (Tecnico qualificato), Giovanni D’Aloia (Tecnico qualificato). La seconda parte ha spostato il focus sull’attività assicurativa nell’ambito dello yachting, con l’intervento di Angelo Sticchi Damiani, Presidente ACI e Sara Assicurazioni. L’attività associativa è stato al centro del contributo di Piero Vatteroni, delegato regionale della Lega Navale Italiana. In chiusura, il responsabile dell’Ufficio Studi di Confindustria Nautica Stefano Pagani ha parlato dei numeri del settore della nautica.

REPORT EVENTI FIV AL 60° SALONE NAUTICO

Ricordato il successo delle Scuole Vela federali e premiate le migliori 10 della stagione.
Con il Presidente Francesco Ettorre presentI anche Alessandra Sensini e l’azzurra Chiara Benini.
Nel pomeriggio presentato il progetto di formazione e-learning con l’Università La Sapienza.
Domenica il FIV PARTNER DAY, incontro con le aziende che supportano l’attività federale.

Un grande weekend al 60° Salone Nautico di Genova per la Federazione Italiana Vela, con numerosi eventi, presenze e ospiti allo stand nell’area Sailing World. Si è parlato di Scuole Vela FIV, giovani, formazione, altura, promozione. Alla presenza del presidente Francesco Ettorre, di alcuni consiglieri federali, di ospiti illustri a partire da Alessandra Sensini, vicepresidente CONI e DT Giovanile FIV, a Flavia Tartaglini, ex azzurra olimpica a Rio 2016, dalla nazionale della classe olimpica Laser Radial Chiara Benini Floriani, ai rappresentanti di ben 10 Società veliche affiliate, premiate come le migliori nella speciale classifica delle Scuole Vela FIV.

FENOMENO SCUOLE VELA – Si è partiti dall’analisi dei numeri del successo di una stagione straordinaria delle Scuole Vela. La scelta della vela come sport di assoluta sicurezza nel delicato periodo sanitario è stata ulteriormente aiutata dalla campagna di comunicazione della FIV che ha lanciato il progetto “Ritrova la bussola”, con testimonial come la stessa Alessandra Sensini, Giovanni Soldini e Max Sirena. Il risultato è stato un boom di iscritti alle Scuole Vela federali, confermato dai dati illustrati dal presidente Ettorre.

“In soli due mesi e mezzo le Scuole Vela hanno superato il numero di iscritti che facevano solitamente in un anno intero, oltre quota 35.000. Un risultato molto importante che abbiamo inseguito fortemente perchè sapevamo quanto fosse determinante per i Circoli velici fare la scuola vela questa estate. Devo fare i miei complimenti a tutti se siamo andati anche oltre le aspettative.”

Anche Alessandra Sensini ha detto: “Ampliare la base è il punto di partenza per poter poi cercare il talento, il giovane che abbia voglia di continuare. La costruzione di un campione è sempre molto difficile ed è frutto di tanti fattori, compresa la famiglia, il club, gli allenatori, ma avere una base più larga senz’altro ci aiuterà.”

LE PRIME 10 SCUOLE VELA D’ITALIA – Dopo le parole, i fatti, con il giusto riconoscimento alle migliori 10 Scuole Vela d’Italia nel 2020, secondo una serie di parametri stabiliti dalla Federazione. Una classifica che comprende ben 745 Società affiliate, con 544 che hanno almeno 1 punto. Si parte dal 10° posto dello Yacht Club Cagliari (ha ritirato la targa Marta Magnano), al 9° del Circolo Nautico Cervia (rappresentato da Gianalberto Palmeri e Franco Minotti), per proseguire con l’8° dello Yacht Club Italiano (c’era l’atleta e istruttore Matteo Capurro), il 7° del Planet Sail Bracciano (ha ritirato il premio il presidente della IV Zona Giuseppe D’Amico), il 6° del Varazze Club Nautico (con Marcella Ercoli e Veronica Rocca), il 5° del Circolo Nautico Brenzone (con Giuseppe Viel e Franco Mantovani), il 4° del Circolo Velico 3V (ancora D’Amico), e quindi i primi tre della classifica: terzo posto per il Tognazzi Marine Village (ha ritirato Giorgia Talucci), il secondo della Lega Navale Italiana di Ostia (con la presidente Carola Di Fazio), per finire con la prima scuola vela d’Italia 2020: il Windsurfing Club Cagliari (con il presidente Andrea Caproni e il responsabile della scuola Checco Meloni). A tutti è stato chiesto un breve intervento per raccontare una stagione che per molti versi resterà indimenticabile.

FORMAZIONE: PARTE IL PROGETTO E-LEARNING FIV CON UNIVERSITA’ DI ROMA LA SAPIENZA – Nel pomeriggio altro momento importante per la FIV al Salone nautico: nella sala stampa si è svolta la presentazione della nuova piattaforma di formazione e-learning per dirigenti, tecnici e ufficiali di regata FIV, realizzata in collaborazione con l’Università di Roma La Sapienza. Un passo avanti significativo su un’idea dello stesso presidente Ettorre, finalizzata dal presidente della IV Zona Giuseppe D’Amico con l’accordo che ha coinvolto una delle più prestigiose Università italiane. La Professoressa Barbara Mazza, direttore del Dipartimento Comunicazione e Ricerca Sociale presso la facoltà di Scienze Politiche, Sociologia e Comunicazione de La Sapienza, preside del corso di laurea in Organizzazione e Marketing per la Comunicazione d’impresa, ha illustrato nel dettaglio come funzioneranno i corsi online, la cui particolarità sarà quella di essere divisi per le citate categorie: dirigenti, tecnici, UDR, con specifici percorsi formativi, mentre i docenti saranno in parte accademici e in parte esperti del settore. La durata dei corsi è libera e dipende dai partecipanti e al termine, dopo un esame conclusivo, si ottiene una certificazione che comporta il riconoscimento dei crediti formativi.

Formato, iscrizioni e piattaforma saranno prossimamente resi disponibili attraverso i canali FIV.

Entrambi gli eventi odierni della FIV al Salone sono stati trasmessi in diretta social sulla pagina facebook FIV con migliaia di visualizzazioni, e possono essere rivisti a questo indirizzo: https://www.facebook.com/federvela/

DOMENICA CON IL PARTNER DAY – Domenica 4 ottobre altro momento importante per la FIV al Salone nautico con il Partner Day che la Federvela ha voluto dedicare alle aziende che la sostengono nelle sue attività. Presenti rappresentanti delle aziende partner della FIV (Falconeri, Garmin, Yamaha, Kinder Joy of Moving, Mercedes-Benz, Cetilar, Usail, Bimar, Armare), e due giovanissimi atleti azzurri di particolare rilevanza: Giorgia Speciale, windsurfista marchigiana vincitrice della medaglia d’oro alle Olimpiadi Giovanili nel 2018 e oggi nella squadra nazionale in campagna per i Giochi di Tokyo 2020 per il 2021, e Marco Gradoni, 16enne romano velista mondiale e velista dell’anno in Italia 2020, tre volte iridato Optimist.

Dal palco del Teatro del Mare, tornato agibile a tempo record, hanno parlato Antonio Castiglia per Kinder Joy of Moving, Luca Cornali di Garmin e Alessandro Russo di Yamaha. E’ stato utile ripercorrere le fasi, le motivazioni e i valori che sono alla base delle partnership di importanti aziende al fianco della Federvela, così come il confronto ravvicinato con due atleti “millennials” molto attivi nella comunicazione moderna e sui social. Il riconoscimento della reciproca importanza tra mondo della vela sportiva, atleti e sponsor è stato la chiave dell’incontro, terminato proprio mentre sul Salone tornava a piovere copiosamente. Interviste ai protagonisti, presenti e assenti, sono state realizzate allo stand FIV e sono trasmesse sui canali social della stessa Federazione.

Lo stand FIV resta il riferimento per gli appassionati fino a martedi 6, giorno di chiusura del Salone, con la presenza di un altro atleta nazionale, l’olimpico ed ex campione europeo del windsurf Mattia Camboni, e con la distribuzione di materiale informativo sull’attività periferica e sui partner.

Dopo il Salone di Genova, la FIV si sposta a Trieste per la Barcolana, dove sono previsti altri momenti importanti: la finale del Campionato Italiano E-sailing in concomitanza con la celebre regata, e la consegna di una tessera d’onore FIV a un grande personaggio della vela italiana. Appuntamento al prossimo weekend a Trieste.

DOMANI MARTEDI’ 6 OTTOBRE CONFERENZA DI CHIUSURA DEL 60° SALONE NAUTICO ALLE ORE 13.00 PRESSO LA SALA FORUM AL PIANO MEZZANINO DEL PADIGLIONE BLU

Domani martedì 6 ottobre alle ore 13.00, presso la Sala Forum del Piano Mezzanino del Padiglione Blu, si terrà la Conferenza Stampa di chiusura del 60° Salone Nautico di Genova.

Interverranno:

·         Saverio Cecchi, Presidente di Confindustria Nautica

·         Luigi Attanasio, Presidente della Camera di Commercio di Genova

·         Marco Bucci, Sindaco di Genova

·         Giovanni Toti, Presidente della Regione Liguria

·         Marina Stella, Direttore Generale di Confindustria Nautica

·         Alessandro Campagna, Direttore Generale de I Saloni Nautici

60° SALONE NAUTICO GENOVA – GIORNO 5: GLI EVENTI DI OGGI

CONVEGNI E WORKSHOP ORGANIZZATI DA ASSILEA E ATENA LOMBARDIA

NAUTICA E FISCO: IL PUNTO SU normativa fiscale di settore

L’IMPEGNO DI BREITLING PER LA SOSTENIBILITA’ AMBIENTALE

DOMANI ALLE ORE 13.00 ALLA SALA FORUM CONFERENZA STAMPA DI CHIUSURA DEL 60° SALONE NAUTICO

Giornata di sole e tanti appuntamenti oggi al 60° Salone Nautico a Genova nella penultima giornata della manifestazione.

La giornata è stata caratterizzata da una serie di importanti convegni e workshop tecnici, che hanno fatto il punto su diversi aspetti legati al mondo della nautica e del mare.

CONVEGNO ASSILEA – LEASING FORUM

Si è parlato di opportunità e strumenti per lo sviluppo al Leasing Forum: “Lease: il motore per lo sviluppo del Paese”, l’annuale Convegno a cura di Assilea – Associazione Italiana Leasing che ogni anno fa il punto sulle più recenti novità normativa a supporto degli investimenti delle imprese.

Luigi Macchiola, Direttore Generale di Assilea: “Ritengo molto importante il Leasing come strumento di sviluppo economico del Paese. E’ un tema che abbiamo deciso di affrontare al 60°Salone Nautico perché è uno dei primi, e più significativo, strumento di ripartenza del Paese”.

Stefano Esposito, Consigliere Delegato BPER Leasing: “A supporto della campagna associativa che si è posta l’obiettivo di rilanciare lo strumento del Leasing, quest’oggi è l’occasione per confrontarci su temi e progetti specifici”.

NAUTICA E FISCO

Nel pomeriggio il Convegno Nautica e Fisco, organizzato da Confindustria Nautica, si è concentrato su normativa fiscale di settore.  Hanno preso parte all’incontro l’Europarlamentare Tiziana Beghin, l’On. Massimo Misiti (Commissione Bilancio), Angelo Brigatti A.D. SelmaBipiemme Leasing spa, Vincenzo Aloe, Direttore Generale di Crédit Agricole Leasing Italia, Luigi Macchiola, Direttore Generale Assilea, Ezio Vannucci, Moores Rowland Partners, Maurizio Balducci – Vicepresidente di Confindustria Nautica. Ha moderato l’incontro Roberto Neglia, responsabile Rapporti Istituzionali di Confindustria Nautica.

Il nuovo regime del leasing nautico, che l’Agenzia delle Entrate dovrà stato definire entro il 1 novembre prossimo, è stato al centro del dibattito.

“Nella sola incertezza delle scorse settimane il mio gruppo aveva oltre 30 milioni di euro di contratti che si sono sbloccati”, ha spiegato Angelo Brigatti AD di SelmaBpiemme Leasing. “La Circolare dell’Agenzia dello scorso 30 settembre che ha chiarito la posizione die contratti in corso e di quelli stipulati fin o al 1 novembre ha sbloccato queste commesse”.

Il punto è esattamente questo, lo Stato incassa ogni anno oltre 72 milioni di euro di IVA dal leasing nautico, senza contare l’indotto collegato all’immatricolazione della barca sotto bandiera italiana. “Sono denari che possono sparire in un momento perché se il nostro sistema fiscale non sarà competitivo a fare quei contratti saranno le banche di altri Paesi e l’IVA sarà versata nei loro Stati” -  gli ha fatto eco Vincenzo Alone, DG di Credit Agricole leasing Italia.

On. Tiziana Beghin: “Come noto, il Parlamento non ha potere di iniziativa legislativa, tuttavia mi impegno per promuovere presso parlamentari europei italiani, al di là degli schieramenti, una interrogazione al Commissione per appurare che nell’adozione delle nuove regole non vi sia distorsione della concorrenza e danni per la competitività dell’insieme dei Paesi UE.”

On. Massimo Misiti: “Il peso del leasing non è legato solo al valore dell’industria nautica, ma anche a tutto l’indotto che le ruota intorno, in termini di posti di lavoro, indotto, PIL, ricerca. Ho avuto autorizzazione dal Vice Ministro Castelli di rappresentare l’impegno per sostenere lo sviluppo del leasing nautico italiano, con una normativa che sia chiara e competitiva. Siamo consapevoli che ci affacciamo sul Mediterraneo e dobbiamo gestire la concorrenza con gli altri Paesi”.

Al convegno hanno preso parte anche il dott. Ezio Vannucci di Moores Rowland Partners, che ha fatto il punto sulle recenti novità normative, e il Dott. Luigi Macchiola, Direttore Generale Assilea, che ha ricordato come nell’anno del calo del 25% di tutti i finanziamenti in leasing causato dalla contrazione dell’economia, il nautico è stato l’unico settore in controtendenza, che nei primi nove mesi dell’anno ha già raggiunto lo stipulato dell’intero 2019.

CONVEGNI TECNICI DI ATENA LOMBARDIA

Non chiamateli gommoni

Primo appuntamento con i seminari tecnici organizzati da ATENA Lombardia questa mattina con “Non chiamateli gommoni: le innovazioni tecnologiche, di design e dei processi produttivi”, incontro patrocinato da Confindustria Nautica e dedicato ad un comparto fondamentale della nautica da diporto e da lavoro italiana.

Piero Formenti (ZAR Formenti), Vicepresidente di Confindustria Nautica ha aperto i lavori: “Quest’edizione del Salone Nautico è importante per tutta la filiera della nautica da diporto e i risultati sia in termini di affluenza sia di qualità di pubblico lo dimostrano. Ringrazio tutti gli espositori che hanno avuto il coraggio di esserci e che rappresentano la forza di questo Salone Nautico. Sono molto contento di introdurre questo convegno poiché come Vice Presidente rappresento tutte le nove Assemblee, ma la mia delega è per la Piccola Nautica. Questo momento di riflessione che sia un dovuto tributo ad un comparto italiano che, insieme a quello dei Superyacht, è primo al mondo. Ed è per questo che al Salone Nautico di Genova vengono da tutto il mondo per vedere i trend e l’evoluzione del comparto”.

Ad introdurre il seminario è stato William Breventani (BWA – Ribitaly), Presidente di Settore – Unità Pneumatiche di Confindustria Nautica, e sono intervenuti Vincenzo Nappo (MV Marine), Antonio Pane (Nautica Salpa), Aldo Drudi (LG – Anvera), Andrea Piccione (Volvo Group Italy) e Alessandro Suardi (Enave).

Convegno Foiling the Future

Nel pomeriggio, il Convegno Foiling the Future, anch’esso organizzato da ATENA Lombardia, in collaborazione con il Master in Yacht Design del Politecnico di Milano e The Foiling Week, con il patrocinio di Confindustria Nautica, ha permesso di approfondire il tema dei sistemi folianti, con un focus sulle più recenti evoluzioni, alla presenza di progettisti, aziende e velisti.

CAMPAGNA DI RICERCA HIGH NORTH – MARINA MILITARE

Oggi si è tenuta anche l’interessante Conferenza organizzata dall’ Istituto Idrografico della Marina, “La Marina Militare negli abissi dell’Oceano Artico – presentazione dei risultati scientifici della Campagna di ricerca High North 20”, che ha illustrato i dati relativi all’importante missione della Marina Militare nell’area polare artica. High North20 è parte del programma di ricerca pluriennale in Artico della Marina Militare, iniziato nel 2017, denominato High North, quale strumento di supporto alla Comunità scientifica nazionale ed internazionale nello studio dell’Oceano Artico in relazione ai cambiamenti globali.

VARO “MAMBO”

Oggi è stata varata “Mambo”, l’imbarcazione realizzata con tecnologia di stampa 3D realizzata dalla start up italiana MOI Composites. Madrina dell’evento Carla Demaria, Amministratore Delegato de I Saloni Nautici: “Il varo è sempre un momento importante ed ho avuto la fortuna di fare da madrina a diverse imbarcazioni, ma questo è più speciale degli altri – racconta Carla DeMaria – Realizzare un’imbarcazione con stampa 3D sembrava impossibile, così impossibile che abbiamo deciso di crederci e abbiamo fatto bene, oggi Mambo è stata ufficialmente varata al Salone di Genova e ci ricorda un importante insegnamento: dobbiamo ricordarci di ascoltare e imparare dai giovani”.

BREITLING FOR THE OCEANS – L’impegno della Casa svizzera per la difesa del mare

Prosegue l’impegno per l’ambiente di Breitling, che al “Breitling Theater” del 60° Salone Nautico ha presentato le sue ultime iniziative a difesa del mare. L’evento della Casa dell’orologio ufficiale del 60° Salone Nautico ha visto la partecipazione di Giulio Bonazzi, CEO e Presidente di AQUAFIL, azienda che produce materiali in tessuto ottenuto dal riciclo delle plastiche recuperate negli Oceani, e il campione italiano di surf Roberto D’Amico. A seguire è stato presentato il nuovo orologio Superocean Automatic 44, nell’edizione limitata per il 60° Salone Nautico di Genova con il fondello celebrativo personalizzato.

Nella giornata di oggi il Senatore Matteo Salvini è stato presente al Salone Nautico in visita privata.

GLI APPUNTAMENTI DI DOMANI MARTEDI’ 6 OTTOBRE

Ancora presentazioni e seminari tecnici per l’ultima giornata del 60° Salone Nautico di Genova.

La Conferenza stampa di chiusura della manifestazione è prevista per le ore 13.00 presso la Sala Forum – Piano Mezzanino Padiglione Blu. Intervengono: Saverio Cecchi, Presidente Confindustria Nautica, Marina Stella, Direttore Generale Confindustria Nautica, Alessandro Campagna, Direttore Generale I Saloni Nautici, Luigi Attanasio, Presidente della Camera Commercio di Genova Marco Bucci, Sindaco di Genova, Giovanni Toti, Presidente della Regione Liguria.

Alle ore 15.00 presso il Breitling Theatre, l’evento RINAUTIC LIVE, organizzato dal RINA, chiuderà il programma degli eventi del 60° Salone Nautico di Genova.

Il calendario degli eventi di martedì 6 ottobre

Ore 11.00 – 12.30: La Blue Economy come opportunità ed acceleratore dell’economia territoriale e nazionale – A cura di Regione Liguria, Breitling Theatre

Ore 10.30 – 12.30: 2021: NOx addio? L’abbattimento delle emissioni inquinanti nella nautica da diporto – A cura di ATENA Lombardia, con il patrocinio di Confindustria Nautica – Sala Forum Mezzanino Pad. Blu

Ore 13.00: Conferenza Stampa di chiusura 60° Salone Nautico di Genova – Sala Forum, Piano Mezzanino Pad. Blu

Ore 13.30 – 14.30: Paolo Chiarino – 1.000 mt a nuoto sotto i ghiacci dell’Antartide senza muta, Breitling Theatre

Ore 15.00: RINAUTIC LIVE – a cura di RINA, Breitling Theatre

SOLD OUT PER IL QUARTO GIORNO DEL 60° SALONE NAUTICO DI GENOVA

PRESENTAZIONE NOVITA’: MAMBO, LA PRIMA BARCA AL MONDO REALIZZATA CON STAMPANTE 3D DALLA START UP ITALIANA MOI COMPOSITES

DIFESA AMBIENTE MARINO: LA CAMPAGNA SLOW FOOD PER CAPIRE GLI OCEANI E LA 24ESIMA OPERAZIONE DELPHIS

GIACOMO AGOSTINI IN VISITA ALLA MANIFESTAZIONE

Il quarto giorno del 60esimo Salone Nautico di Genova si è aperto con un Sold out per la seconda giornata consecutiva. Tanti i visitatori che, nel rispetto delle norme per il contenimento della pandemia covid-19, hanno visitato gli stand e le banchine della manifestazione.

Numeri da record anche per la TV del Salone Nautico che trasmette online all’indirizzo https://sntv.salonenautico.com/ e sul sito del Sole24Ore.com http://bit.ly/60°_SaloneNautico_sole_24_ore. Ogni giorno dirette in streaming, interviste, servizi su convegni, prodotti e novità.

Unico Salone Nautico in Europa nell’era dell’’emergenza COVID, l’evento è divenuto il simbolo di responsabilità sociale, determinazione, volontà e saper fare italiani.

All’insegna dell’innovazione e dell’audacia il progetto “Mambo” della start up italiana MOI Composites presentato quest’oggi nel corso della tavola rotonda “The art of making impossible vessels possible – Mambo project”.

Hanno partecipato al dibattito Marinella Levi – Politecnico di Milano e Co-founder di Moi Composites srl, Chairwoman della tavola rotonda, Michele Tonizzo – CTO e Co-founder di Moi Composites srl, Gabriele Natale – CEO e Co-founder di Moi Composites srl, Francesco Fiorentino – Composites Specialist di Micad srl, Gabriele Totisco – CEO di Catmarine srl, Alberto Emilio Osculati – Executive Director di Osculati srl, Alessandro Conti – Direttore Generale di Brunswick Marine Italia spa, Stefano Pagani Isnardi – Responsabile Ufficio Studi Confindustria Nautica.

Mambo è un trimarano a motore lungo 6,50 metri realizzato con il processo della manifattura addittiva, la modalità di produzione che consente la realizzazione di parti componenti, semilavorati o prodotti finiti attraverso stampanti 3D. La costruzione di Mambo non ha richiesto, contrariamente a quanto avviene di solito, la costruzione di un modello e quindi di uno stampo in cui laminare l’imbarcazione. Questo ha reso possibile la realizzazione di uno scafo che presenta forme concave e convesse che, nello stampaggio tradizionale, richiederebbero la realizzazione di stampi e relative sezioni di scafo poi da unire per ottenere il manufatto completo: un problema superato dalla stampa 3D e dalla manifattura addittiva. Domani, lunedì 5 ottobre, alle ore 16.00, è previsto il varo dell’imbarcazione. A fare da madrina, Carla Demaria Amministratore Delegato de I Saloni Nautici.

La tematica dell’ambiente marino e della sua tutela è stata invece al centro del convegno di Slow Food, in collaborazione con Regione Liguria, “SLOW FISH. Una campagna Slow Food per capire gli oceani”. Al cuore della strategia di Slow Food sulla pesca vi è il concetto degli oceani, fiumi e laghi e le loro risorse come un bene comune dell’umanità, che implica il recupero del senso di responsabilità collettiva per rispondere all’impatto di tutti i settori, comprese le attività terrestri sull’ambiente marino, e alla necessità di accesso e di gestione equa e sostenibile delle risorse acquatiche.

In difesa dell’ambiente marino anche la mobilitazione internazionale di marinai e diportisti radunatasi in occasione della presentazione della 24^a edizione di Operazione Delphis 2020, organizzata dall’Associazione Battibaleno con il patrocinio del Parlamento Europeo, della Città di Imperia, della Regione Liguria, della Presidenza Nazionale della Lega Navale Italiana, di Assonautica Italiana e della Federazione Italiana Vela.

Tra gli stand del Nautico, anche Giacomo Agostini, vincitore di 15 titoli iridati nel moto mondiale, che ha visitato la manifestazione accolto dai visitatori. “Io al Salone Nautico vengo quasi tutti gli anni perché in fondo i motori, di qualunque tipo, sono la mia passione – ci ha raccontato un entusiasta Agostini – anche se, mi trovo più a mio agio sulle due ruote e infatti sull’acqua non vado troppo veloce. Ho abitato per anni sul lago d’Iseo e il lago con l’acqua piatta mi piace molto, però il mare è diverso, e in barca con mia moglie non rinunciamo alle crociere sul mare.”

Italia e Made in Italy che sono stati protagonisti della presentazione di “Incontriamo l’eccellenza. Il Gruppo Boero con Padiglione Italia a Expo Dubai 2020”. Special guest dell’evento Giovanni Soldini, skipper e navigatore oceanico, e Elisabetta Maffei, volto noto del web e navigatrice solitaria.

Innovativa anche l’Hydrofoil Bike, la prima e-bike acquatica al mondo, prodotta in Nuova Zelanda dall’azienda Manta5, ed esposta al Nautico dalla start-up Italiana Aquaride, distributore esclusivo per l’Italia e la Svizzera. Per metà bicicletta e per metà aliscafo, la Hydrofoil Bike è stata pensata per riprodurre fedelmente l’esperienza ciclistica sull’acqua.

Gli eventi di lunedì 5 ottobre

Ore 11.00 – 12.30: Conferenza La Marina Militare negli abissi dell’Oceano Artico – presentazione dei risultati scientifici della Campagna di ricerca High North 20 – a cura di Istituto Idrografico della Marina Militare (Breitling Theatre)

Ore 11.30: Leasing Forum: “Lease: il motore per lo sviluppo del Paese” – L’annuale Convegno che fa il punto sulle recenti novità normativa a supporto degli investimenti delle imprese – A cura di ASSILEA – Associazione Italiana Leasing (Convegni Padiglione Blu – Mezzanino) – in diretta streaming

Ore 12.30 – 14.30: Non chiamateli Gommoni – Le innovazioni tecnologiche, di design e dei processi produttivi applicati a questo importante comparto della nautica da diporto e da lavoro italiana – Seminario tecnico a cura di ATENA Lombardia, con il patrocinio di Confindustria Nautica (Breitling Theatre) – in diretta streaming

Ore 14.30: Nautica e Fisco: l’atteso appuntamento per fare il punto sulla normativa fiscale, doganale e di settore – a cura di Confindustria Nautica (Convegni Padiglione Blu – Mezzanino) – in diretta streaming

Ore 15.00 – 17.00: Foiling the Future: Approfondimento e dibattito sulle più recenti evoluzioni dei sistemi folianti, con progettisti, aziende e velisti – Seminario tecnico a cura di ATENA Lombardia in collaborazione con il Master in Yacht Design del Politecnico di Milano e The Foiling Week e il patrocinio di Confindustria Nautica (Breitling Theatre) – in diretta streaming

Ore 16.00: Varo “Mambo”, imbarcazione realizzata con la tecnologia di stampa 3D (Banchina)

Ore 17.00 – 18.30: Evento Breitling for the Ocean, con la partecipazione di Giulio Bonazzi, CEO Aquafil, e Roberto D’Amico, campione italiano di surf (Breitling Theatre).

La TV del 60° Salone Nautico

Questo il programma delle dirette streaming di domani lunedì 5 ottobre:

Ore 11.30: Leasing Forum: “Lease: il motore per lo sviluppo del Paese”

Ore 12.30 – 14.30: Non chiamateli Gommoni – Le innovazioni tecnologiche, di design e dei processi produttivi applicati a questo importante comparto della nautica da diporto e da lavoro italiana

Ore 14.30: Nautica e Fisco

Ore 15.00 – 17.00: Foiling the Future: Approfondimento e dibattiti sulle più recenti evoluzioni dei sistemi folianti, con progettisti, aziende e velisti

DESIGN INNOVATION AWARD: TUTTI I PREMIATI DEL CONCORSO PROMOSSO DA CONFINDUSTRIA NAUTICA

PRESENTATA RETIMPRESA REGISTRY, LA NUOVA PIATTAFORMA DI OPEN INNOVATION PER CONDIVIDERE IDEE DI RETE TRA LE IMPRESE

GLI EVENTI FEDERAZIONE ITALIANA VELA

L’ASSEMBLEA GENERALE DI CONFINDUSTRIA NAUTICA: NASCE LA 9^a ASSEMBLEA DI SETTORE

Calendario ricco di eventi oggi al Salone Nautico di Genova.

Design Innovation Award

La terza giornata del 60°Salone Nautico si è aperta con la premiazione del “Design Innovation Award”, il nuovo premio istituito in occasione di questa 60esima edizione da Confindustria Nautica e I Saloni Nautici, con l’obiettivo di sostenere e incoraggiare l’eccellenza della Nautica e valorizzare l’innovazione promossa dagli espositori attraverso i loro più recenti prodotti. Il premio è dedicato ai prodotti esposti al Salone Nautico presentati nell’ultimo anno.

A decretare i vincitori, una Giuria internazionale composta da Silvia Piardi, Professore di prima fascia in Disegno Industriale presso il Politecnico di Milano, Franco Michienzi, Direttore rivista Barche, Andrea Pagnin, Innovation Strategist Istituto Italiano di Tecnologia, Justin Ratcliffe, Editor in Chief Yachts International, Philip Easthill, Segretario Generale European Boat Industry. Presidente di Giuria, l’Architetto Luisa Bocchietto – Senator WDO – World Design Organization.

“Quella di quest’anno – ha spiegato Luisa Bocchietto – è l’edizione zero di un premio che si consoliderà nei prossimi anni per mettere in evidenza i prodotti più innovativi. I valori che abbiamo voluto esprimere attraverso la premiazione sono la ricerca, l’innovazione, la qualità tecnica, la qualità formale e la sostenibilità”.

Queste le aziende premiate del Design Innovation Award 2020. Per la categoria Imbarcazioni a vela da crociera vince il premio il Swan 65 di Nautor’s Swan mentre, per le Imbarcazioni a vela da regata, il Mylius 80 FD di Mylius Yachts.

Il Coaster 650 Plus di Joker Boat vince per la categoria Unità pneumatiche, mentre per le imbarcazioni a motore (da 10 a 24 mt.) il TT 460 Invictus di Invictus.

Per la categoria Superyacht (oltre 24 mt.) riceve il Design Innovation Award l’SX112 di Sanlorenzo.

Il Seadrive Electric POD di Seadrive, esposto al Salone Nautico da SAIM, vince per la categoria Accessori ed equipaggiamenti nautici.

Il Design Innovation Award 2020 ha assegnato, inoltre, una Menzione d’Onore a Ecoprimus della start up Northern Light Composites e un Premio speciale all’Innovazione a MAMBO – Motor Additive Manufacturing Boat di MOI Composites Srl.

Il Premio speciale alla Carriera è andato a F.lli Razeto & Casareto che celebra quest’anno i suoi cento anni di attività.

Seminario Le Reti d’impresa della nautica

Il seminario “Le Reti d’impresa della nautica – Dall’analisi degli scenari a una piattaforma blockchain per proporre idee digitali di rete” ha costituito un momento di approfondimento e confronto con gli operatori del settore nautico sul fenomeno delle reti d’impresa e sulle opportunità che tale strumento offre per la crescita innovativa e competitiva della filiera. Nel corso del seminario sono stati presentati i principali risultati dell’indagine “Le imprese della filiera nautica in Rete”, realizzata da RetImpresa e Confindustria Nautica in occasione della 60° edizione del Salone di Genova. Nella seconda parte dell’evento è stata presentata in anteprima nazionale “RetImpresa Registry”, la piattaforma di open innovation per condividere idee di rete tra imprese tramite blockchain e favorire la creazione di identità digitali di rete.

Alessandro Gianneschi, Vice Presidente Confindustria Nautica e Consigliere RetImpresa: “Con questo incontro abbiamo voluto fornire ai nostri imprenditori nuovi spunti per possibili collaborazioni tra le aziende, nella prospettiva di una sinergia per la valorizzazione del Made in Italy. Le reti di impresa dimostrano grande potenzialità, in particolare in funzione di sostegno all’internazionalizzazione e della partecipazione a bandi e finanziamenti, per cui la rete costituisce un plus.”

Carlo La Rotonda, Direttore Retimpresa: “I dati ci dicono che 662 imprese nella filiera nautica sono in rete con 409 contratti di rete e che la nautica fa rete anche con le altre filiere, soprattutto al nord. I numeri sono importanti in percentuale: dal 19 agosto 2019 al 19 agosto 2020 la crescita è stata del 19—20 % nelle reti, con la prevalenza della parte commerciale e tendente al mercato.”

Davide Ippolito (Selda Informatica): “Far parte di una rete è una garanzia. Con Internet e il passaggio dalla dimensione locale a quella globale il livello di garanzia tra le connessioni è fondamentale e prioritario. La piattaforma RetImpresa Registry permette operazione di matching certificato tre idee e imprese.”

Angelo Lippolis, (Selda Informatica): “Blockchain è una tecnologia con un trend in crescita, capace di assicurare grande di sicurezza a livello di identità digitale certificabile e inviolabile, dove le imprese possono proporre idee di rete o proporsi per un’idea.”

Eventi collaterali

Quella odierna è stata anche la giornata dedicata agli eventi organizzati dalla Federazione Italiana Vela, presente, come ogni anno, con un suo stand nell’area Sailing World sotto la grande tensostruttura davanti alla darsena e protagonista oggi di una serie di appuntamenti che si sono svolti tra lo stesso stand Federale e la sala stampa.

Nella prima parte della giornata, spazio alle scuole di vela, nell’incontro “La Bussola Ritrovata, il boom estivo delle scuola vela federali”, con il Presidente della FIV Francesco Ettorre e la Vicepresidente del CONI, nonché responsabile dell’attività giovanile federale, Alessandra Sensini. A fine evento, sono state premiate le dieci migliori Scuole Vela dei Circoli Velici FIV, con primo premio consegnato allo Windsurfing Club Cagliari.

A seguire, sono state presentate la Regata delle Torri Saracene, evento a tappe riservato alle barche d’altura, e il progetto e-learning in collaborazione tra la Federazione Italiana Vela e l’Università di Roma La Sapienza, rappresentata per l’occasione dalla Prof. Barbara Mazza.

Tra le presentazioni delle novità di prodotto odierne anche il Grand Soleil 44, per la prima volta presentato al pubblico. Il 13,40 del Cantiere del Pardo completa la gamma Performance di Grand Soleil Yachts, dedicata agli armatori più sportivi e alla ricerca di un’imbarcazione dalle alte prestazioni, capace di dare risultati anche in regata.

Assemblea Generale di Confindustria Nautica

La sessantesima edizione del Salone Nautico è stata anche l’occasione per un momento importante di confronto e di intensa attività di organizzazione associativa di Confindustria Nautica.

Si è svolta questo pomeriggio l’Assemblea Generale dell’Associazione, nel corso della quale è stata sancita la costituzione della 9^a Assemblea di Settore, dedicata alle Aziende di locazione e noleggio delle unità da diporto. La nuova Assemblea ha poi votato il proprio Presidente e i componenti del Consiglio di Presidenza. Simone Morelli della North Sardinia Sail è stato quindi nominato Presidente dell’Assemblea del Settore 9. Come Consiglieri sono stati eletti Santi Ilacqua di Sunsicily, Sebastiano Iuculano di Mediterranean Blue Services, Alessandro Picciau di Cagliari Sailing Charter e Stefano Pizzi di Spartivento Group.

Si è riunita, infine, l’Assemblea del settore 8 – Aziende di Reti di vendita e assistenza nautiche, alla presenza del Presidente di Confindustria Nautica Saverio Cecchi, del Vicepresidente di Confindustria Nautica Piero Formenti e del Direttore Generale di Confindustria Nautica Marina Stella, per votare Presidente e Consiglieri. Sei i consiglieri eletti: Salvatore Grasso – Fimarsud, Peter Mancini – Calpasen, Nunzio Daniele Lombardi – Nautica Rio Martino, Emanuele Messina – Nautica Ispra, Stefano Napoli – Milnautica, Lorenzo Piazzolla – Nauty Sport. Eletto Presidente dell’Assemblea Luca Pavia – Maresport Team.

Saverio Cecchi, Presidente di Confindustria Nautica: “Confindustria Nautica è fortemente impegnata nella sua missione di rappresentanza di tutta la filiera della nautica da diporto, aziende grandi e piccole. Oggi abbiamo compiuto un ulteriore passo in avanti in funzione di una sempre maggior rappresentatività per le aziende associate, con la costituzione della 9^a Assemblea di settore in seno all’Associazione, che fa seguito alla costituzione della 8^a Assemblea di settore, riconoscendo l’importante ruolo del charter per il comparto nautico. “

Gli eventi di oggi domenica 4 ottobre

MEZZANINO PAD. BLU

Ore 12.00: Convegno SLOW FISH. Una campagna Slow Food per capire gli oceani – Sala Forum

THE BREITLING THEATRE

Ore 10.30 – 11.30: Evento AQUARIDE: presentazione di Manta5

Ore 11.30 – 12.30 Presentazione Operazione Delphis – 24^a edizione/ Marinai e diportisti in difesa dell’ambiente – A cura di Battibaleno

Ore 12.30 – 14.00: FIV Partner Day – a cura di FIV – Federazione Italiana Vela

Ore 14.00 – 15.00: Evento Incontriamo l’eccellenza.  Il Gruppo Boero con Padiglione Italia a EXPO DUBAI 2020– Special guests Giovanni Soldini ed Elisabetta Maffei.

Ore 15.00 – 16.30: L’arte di rendere possibili imbarcazioni impossibili: Presentazione “Mambo” (barca realizzata con stampante 3D) a seguire il Varo dell’imbarcazione – A cura di MOI Composites in collaborazione con Confindustria Nautica

Ore 16.30: Evento The Best of Ocean Race/ Proiezioni – Evento culturale

60° SALONE NAUTICO DI GENOVA – GLI EVENTI COLLATERALI DEL 2 OTTOBRE

PRESENTAZIONE UFFICIALE DI GENOVA THE GRAND FINALE, ULTIMA TAPPA DELL’OCEAN RACE 2022-2023

TUTTO ESAURITO VII CONFERENZA NAZIONALE SUL TURISMO COSTIERO

“INCONTRI” IN BLU ALL’ACQUARIO DI GENOVA: LORENZO FERRAGAMO PROTAGONISTA

DOMANI ALLE ORE 12.00 PREMIAZIONE DEI VINCITORI DEL 1° DESIGN INNOVATION AWARD

La giornata di oggi 2 ottobre al Salone Nautico si è svolta regolarmente, nonostante le condizioni avverse. Per domani sabato 3 ottobre è previsto un miglioramento della situazione meteorologica, con venti moderati e assenza di pioggia.

La giornata degli eventi al Salone Nautico è stata oggi caratterizzata dalla presenza dell’Ocean Race che aveva già fatto tappa al Salone nel 2014 e nel 2018. Questa mattina è stato presentato il gran finale di The Ocean Race 2022-2023, che si concluderà a Genova nell’estate del 2023. All’evento, introdotto dalle parole del Presidente di Confindustria Nautica Saverio Cecchi, erano presenti il Presidente della Regione Liguria Giovanni Toti, il Sindaco di Genova Marco Bucci e il Presidente di The Ocean Race Richard Brisius, che hanno evidenziato l’importanza di questa scelta che premia Genova come capitale mondiale della vela agonistica, considerato che la Ocean Race è la regata oceanica più famosa e iconica al mondo. Un appuntamento, preceduto dalla Ocean Race Europe – evento preparatorio in programma nell’estate del 2022, che coinvolgerà le stesse barche che saranno impegnate nel giro, evento che avrà una forte e positiva ricaduta sul territorio, come sottolineato sia dal Governatore sia dal Sindaco.

Alle ore 13.00 si è tenuta la Conferenza stampa di Sanlorenzo Yachts presso la Sala Forum del Padiglione Blu. Presente il CEO Massimo Perotti. “Genova è stata coraggiosa e se prima pensavamo che sarebbe stato l’unico salone nautico europeo per il 2020, potrebbe anche essere l’unico al mondo. Noi ci siamo sempre stati, per noi Genova è una tradizione e non potevamo certo mancare quest’anno che è il sessantesimo anniversario. Confindustria Nautica e tutti gli organizzatori con le autorità hanno lavorato bene e hanno creato le condizioni necessarie perché potesse passare le nuove ferree regole di sicurezza, siamo anche positivi che aumenterà la partecipazione, oggi il meteo non è dalla nostra parte”.

“Sanlorenzo ha organizzato dei micro saloni interni al cantiere di La Spezia – continua il presidente Perotti – invitando i clienti a venire a vedere le imbarcazioni. Per quest’anno abbiamo sopperito così, ma speriamo vivamente che l’anno prossimo si torni alla normalità e ad incontrare i nostri clienti nei saloni, come accade qui in questi giorni”. Sanlorenzo è presente al Salone di Genova con uno degli yacht più grandi, l’SX112 di oltre 37 metri di eleganza.

Tutto esaurito alla Sala Forum per la VII Conferenza Nazionale sul Turismo Costiero, l’appuntamento annuale dedicato al turismo costiero e marittimo, a cura di Federturismo, in collaborazione con Confindustria Nautica. Partecipano l’On. Umberto Buratti – Commissione Finanze Camera dei Deputati, Marina Lalli – Presidente di Federturismo Confindustria, Paolo Emilio Signorini – Presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Occidentale, Prof. Avv. Stefano Zunarelli – Studio Zunarelli, Fabrizio Licordari – Presidente di Assobalneari-Confindustria, Roberto Perocchio – Presidente di Assomarinas. Ha moderato l’incontro Antonio Macaluso, editorialista del Corriere della Sera.

Alle ore 18.30 per gli Incontri in Blu. Uomini, donne e storie di mare, iniziativa di Mu.MA Istituzione Musei del Mare, all’ Auditorium Acquario di Genova Fabio Pozzo, giornalista de La Stampa ha intervistato Leonardo Ferragamo, azionista dell’omonima maison e Presidente dei cantieri navali Nautor’s Swan. I personaggi blu sono donne e uomini fuori dell’ordinario legati al mare. Atleti che compiono grandi imprese, sportivi che prendono parte a importanti competizioni, imprenditori che si misurano con le onde e con il vento oltre che con il mercato, uomini di cultura che sul blu affinano il loro pensiero. Persone che credono e si battono per la salvaguardia dei mari. E gli “Incontri in blu” sono il palco sul quale si raccontano.

Gli appuntamenti di domani 3 ottobre

Padiglione Blu

Ore 11.00 – 12.00: Premiazione Design Innovation Award – A cura di Confindustria Nautica e I Saloni Nautici – Sala Forum

Ore 11.00 – 12.00 – Le Reti d’impresa della nautica – Dall’analisi degli scenari a una piattaforma blockchain per proporre idee digitali di rete – Sala Riunioni Confindustria Nautica

Ore 16.00 – 17.00: Azimut Yachts: Open your eyes – proiezione del cortometraggio di Gabriele Muccino che ha come protagonista il nuovo Magellano 25 Metri. Un elogio della bellezza e dell’arte. Segue conferenza– Terrazza Pad. Blu

Alle ore 17.00 Presentazione Grand Soleil 44 Performance e Grand Soleil Custom line, presso la Sala Riunioni Confindustria Nautica al Padiglione Blu.

Breitling Theatre

Ore 11.00 – 12.00: Conferenza Stampa TORQEEDO/ H2BOAT

Ore 12.00– 16.00: Eventi FIV – Federazione Italiana Vela

•          Anywave: Il progetto R.Eco per la salvaguardia del mare

•          Premiazione della Scuole Vela FIV

•          Presentazione Regate: NARC, regata Torri Saracene

•          Presentazione progetto E-learning con l’Università La Sapienza

Ore 16.00 – 17.00: Azimut Yachts: Open your eyes – cortometraggio di Gabriele Muccino

Ore 17.00 – 18.00: Evento FIV: Evento speciale: La Bussola ritrovata: il successo della Vela e delle Scuole Vela nell’estate 2020

PRESENTATI I DATI DEL SETTORE DELLA NAUTICA AL CONVEGNO “BOATING ECONOMIC FORECAST”

L’INDUSTRIA NAUTICA ITALIANA TIENE GRAZIE ALLA VOCAZIONE INTERNAZIONALE E AL RINNOVATO INTERESSE DEL MERCATO INTERNO
+12% NEL 2019, CRESCE L’EXPORT, ITALIA SECONDO ESPORTATORE GLOBALE
IL RUOLO DEL LEASING E DEL 60° Salone Nautico STRATEGICI PER LO SVILUPPO EFFETTIVO DEL MERCATO.

La seconda giornata del 60° Salone Nautico si è aperta con il tradizionale momento dedicato ai dati del settore presentati nell’ambito del convegno Boating Economic Forecast/ La resilienza della nautica. Quali scenari per il settore nell’era del new normal?, a cura dell’Ufficio Studi di Confindustria Nautica, con Fondazione Edison, Assilea e EBI – European Boating Industry.

Relatori del convegno Saverio Cecchi, Presidente Confindustria Nautica, Carlo Mescieri, Presidente Assilea, Marco Fortis, Fondazione Edison – Università Cattolica, Francesco Tilli, Chief External Relations Officer SIMEST, Philip Easthill, Segretario Generale EBI – European Boating Industry. A moderare l’evento, Stefano Pagani Isnardi, Responsabile dell’Ufficio Studi di Confindustria Nautica.

La Nautica in Cifre, la pubblicazione di Confindustria Nautica, patrocinata dal Ministero delle Infrastrutture e Trasporti, giunta alla 41esima edizione si trasforma da annuario statistico in collana editoriale. “Con l’ingresso di Monitor, il rapporto previsionale edito a metà dell’anno nautico, la storica edizione autunnale prende il nome di LOG. – spiega Stefano Pagani Isnardi – Come il log indica la velocità dell’imbarcazione, LOG mostra l’andamento del mercato dell’industria nautica, analizzandone con precisione i dati di consuntivo, in questa edizione relativi alla chiusura dell’anno 2019”.

+17%, +19%, +13%, +10%, +12%: questa è la straordinaria performance di crescita dell’industria nautica italiana negli ultimi cinque anni. Anche il 2019 si chiude con un incremento a doppia cifra, portando il fatturato del comparto a 4,78 miliardi di euro (+12% rispetto 2018), un valore quasi doppio rispetto ai minimi del 2013/2014 e superiore alle stime effettuate nel mese di febbraio.

Aumenta anche il numero degli addetti effettivi del comparto industriale (per un totale di 23.510, + 5,4% sul 2018, e parte degli oltre 180.000 addetti della filiera), così come il contributo della nautica al PIL (2,22‰, in aumento del 11,9% rispetto all’anno precedente). La ripartizione del fatturato per comparto vede il 64,4% alla cantieristica, il 27% agli accessori e l’8,6% per i motori.

Carlo Mescieri, Presidente Assilea: “Nel 2020 tutti i settori del leasing e del noleggio a lungo termine hanno un segno negativo, come lo ha il PIL del nostro Paese, e lo stipulato complessivo segna un -25%. Tutti tranne la Nautica che, nei primi nove mesi del 2020, ha già fatto tutti i volumi del 2019 (+30%). E’ un forte segnale anche per il Governo, chiamato a disciplinare il nuovo regime fiscale del leasing nautico.

Per quanto riguarda le tendenze, emerge come i contratti diretti a persone fisiche crescano mentre sono in calo quelli diretti a società di noleggio, un ulteriore elemento che nasce da uno scarso appeal fiscale che deve far riflettere il decisore pubblico.

Riguardo alla distribuzione sul territorio, se prima il Nord dominava, oggi, è in netta crescita al Sud e le Isole (+30%) favorito dalle politiche di investimenti infrastrutturali nel Meridione.  In questo modo, il leasing nautico contribuisce all’obiettivo di “coesione territoriale” fissato dal Governo all’interno delle principali aree di intervento di cui al Recovery Fund”.

Saverio Cecchi: “Come accennava il collega Mescieri, abbiamo 19 giorni alla scadenza del 1 novembre per determinare le nuove regole fiscali. E’ una sfida per il Paese che dal leasing introita poco meno di 75 milioni di euro di IVA l’anno, che potrebbero essere dirottati in altri Paesi UE. Intanto tutti i contratti di leasing che verranno stipulati entro il 30 ottobre beneficeranno delle regole attuali, grazie al provvedimento dell’Agenzia delle Entrate dello scorso 30 settembre”.

Il prof. Marco Fortis ha delineato il quadro del commercio con l’estero che conferma le imbarcazioni da diporto italiane nella top ten dei prodotti – con saldo commerciale superiore al miliardo – il cui export è cresciuto di più negli ultimi vent’anni, con un nono posto assoluto.

Le elaborazioni di Fondazione Edison su dati Istat e ITC-UN Comtrade, nella classifica 2019 degli esportatori mondiali nel settore della cantieristica nautica, posizionano l’Italia al secondo posto, con 2,6 miliardi di dollari e il 15% di quota export mondiale, in crescita del 19,6% rispetto al 2018. Per quanto riguarda il saldo commerciale nel settore della cantieristica nautica, l’Italia si classifica invece prima, con un totale complessivo 2,2 miliardi di dollari.

Per quanto riguarda i principali mercati esteri, al primo posto si trovano gli USA con il 15,9% delle esportazioni dall’Italia di unità da diporto, per un valore di 386 milioni di dollari.

Per l’anno nautico appena concluso (31 agosto), emerge una distribuzione dei trend di variazione di fatturato molto eterogenea: l’11,5% del campione stima una crescita oltre il 15%, il 17,9% fino al 15%, il 21,7% una sostanziale stabilità, il 32,6% una riduzione di fatturato fino al 15% e il 16,3% oltre tale soglia.

L’Ufficio Studi di Confindustria Nautica ha realizzato un’indagine su un campione significativo di aziende associate rappresentative dell’industria nautica italiana per valutare il trend dell’anno 2020.

Rispetto alle stime effettuate durante il lockdown, che ipotizzavano una riduzione del fatturato di almeno il -13%, questa distribuzione dimostra una forte differenziazione degli impatti dell’emergenza sanitaria sulle nostre imprese. E’ pertanto ancora possibile una chiusura dell’anno solare 2020 con una tenuta complessiva del settore.

Il periodo compreso fra il Salone Nautico di Genova e quello di Düsseldorf a gennaio, con la prenotazione degli stock per la prossima stagione e i nuovi ordinativi per il segmento dei grandi yacht, risulta pertanto strategico per determinare il trend finale per l’anno solare 2020, nonché per creare le basi necessarie per la prossima stagione. Sempre dall’indagine campionaria, emerge inoltre un quadro di maggiore fiducia per il 2021: 8 imprese su 10 vedono il prossimo anno su livelli di stabilità o di crescita del fatturato.

In questo quadro, il ruolo del 60° Salone Nautico si rivela strategico per lo sviluppo effettivo del mercato che da Genova può trovare la spinta necessaria per assicurare fiducia agli operatori ed entusiasmo nei diportisti.

Anche a livello europeo, come confermato da Philip Easthill, Segretario Generale EBI – European Boating Industry, l’associazione che rappresenta l’industria nautica europea, l’impatto dell’emergenza sanitaria sulla stagione turistica estiva è stato meno negativo di quanto temuto e ha registrato un crescente interesse per le attività diportistiche, anche da parte di nuovi  utenti

Francesco Tilli, Chief External Relations Officer di SIMEST, ha delineato i nuovi strumenti a disposizione delle imprese che possono essere usati in questo momento di incertezza. “Era essenziale – ha dichiarato – adeguare gli strumenti a questi tempi rinnovati. Strumenti che hanno una lunga storia ma che sono stati in questi mesi adeguati alle necessità delle aziende in un’ottica di ampliamento, potenziamento, digitalizzazione.

Non solo, il decreto emanato ad agosto, di cui aspettiamo gli strumenti attuativi, prevede espressamente delle misure di sostegno per gli enti fieristici, con l’obiettivo di sostenere e dare nuovo slancio alle aziende”.

A conclusione, Marco Fortis, riguardo alle aspettative per il futuro, ha dichiarato: “Gli scenari sono ancora molto incerti. Le stime sono costantemente adeguate. La pandemia è ancora un’incognita.

Dal 2015 al 2018, e una parte del 2019, abbiamo avuto una fase molto importante di ammodernamento, l’Industria 4.0. Siamo arrivati alla pandemia con il nostro export che è stato l’ultimo a doversi scontrare con la realtà. Abbiamo un sistema molto competitivo che si è orientato sempre più sull’innovazione, anche a livello delle piccole e medie imprese. Le  nostre imprese sono in pole position non appena riprenderà il mercato internazionale.

La vera sfida dei prossimi anni è la crescita di tutto il tessuto economico, nonché la digitalizzazione e ammodernamento della pubblica amministrazione”.

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone danese

© 2020 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab