IEG: AL VIA DOMANI PESCARE SHOW, IN MOSTRA IL MONDO DELLA PESCA SPORTIVA E DELLA NAUTICA DA DIPORTO CHE APPASSIONA OLTRE 1,25 MILIONI DI ITALIANI E VALE 350 MILIONI DI EURO

Si apre domani in fiera a Vicenza il Salone internazionale della pesca sportiva e della nautica da diporto di Italian Exhibition Group. Fino a domenica 23 febbraio tutte le ultime novità dai brand, eventi, presentazioni e premiazioni per una tre giorni di puro coinvolgimento. Focus su salvaguardia dell’ambiente e delle acque con l’Assessore all’Agricoltura, Caccia e Pesca della Regione Veneto Giuseppe Pan, Il presidente Fipsas Ugo Claudio Matteoli e il progetto #Pescareplasticfree.

www.pescareshow.it

Vicenza– Inizia il conto alla rovescia per l’appuntamento con Pescare Show 2020, il Salone Internazionale della pesca sportiva e della nautica da diporto di Italian Exhibition Group (IEG) in scena nel quartiere fieristico di Vicenza da domani 21 fino a domenica 23 febbraio.

La 21ª edizione è l’occasione per conoscere nei quattro padiglioni fieristici del capoluogo berico tutte le novità del settore: dagli strumenti di pesca alle imbarcazioni da diporto, ai dati più aggiornati sulle popolazioni ittiche delle nostre acque. Non solo. Vetrina di un settore che in Italia coinvolge oltre 1,25 milioni di praticanti per un giro d’affari di circa 350 milioni di euro (dati AC Nielsen), Pescare Show è sempre più un evento esperienziale per vivere appieno la propria passione, grazie al ricco programma di eventi, dimostrazioni e momenti di confronto tecnico e sportivo, oltre ad approfondimenti su tematiche quali la tutela e la conservazione dell’ambiente con le istituzioni più autorevoli, quali Regione Veneto e FIPSAS – Federazione Italiana Pesca Sportiva e Attività Subqcauee. Inoltre è l’occasione ideale per i neofiti di tutte le età per avvicinarsi al mondo della pesca sportiva, incontrando in fiera le scuole più rinomate, le principali associazioni nazionali e internazionali e le aziende leader di settore.

Il Salone Internazionale di IEG con cui si inaugura la stagione della pesca, infatti, da oltre 20 anni è l’appuntamento preferito dalla community degli sportivi e degli appassionati per incontrare il top di gamma per ogni specialità. Presenti i maggiori produttori, gli importatori e i rivenditori italiani ed esteri affiancati da artigiani impegnati in creazioni uniche, che scelgono questa vetrina di riferimento internazionale per presentare i propri prodotti e per la sua capacità di richiamare visitatori dall’Italia e anche dall’estero.

Fitta l’agenda di eventi dedicati agli sportivi. Nella Fishing Arena (Hall 7), FIPSAS presenta il Mondiale per Nazioni di Pesca al Colpo 2020 che si terrà a Peschiera del Garda e il Campionato italiano assoluto di drifting per equipaggi di scena invece a Pescara. FLW Italy presenta il Campionato italiano Bass Fishing 2020 mentre Italy Bass premia i vincitori dell’Italy Bass Nation Championship 2019. Ogni giorno dimostrazioni tecniche degli esperti della Fishing League Worldwide e ancora presentazioni, dimostrazioni, prove di lancio e stage con i Pro Staff delle aziende. I visitatori possono cimentarsi anche nella scuola di lancio aperta a grandi e piccoli del “Fly Fishing: i bambini sono attesi sabato e domenica dalle ore 10.00 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 17.00. E con la promo speciale le mamme che accompagnano la famiglia entrano gratis.

Torna a grande richiesta lo spettacolare Acquademo (Hall 7), l’acquario mobile più grande d’Europa. Con i suoi 14 metri di lunghezza e una capacità di 22.400 litri, è teatro di stage di spinning con i Pro Staff e dimostrazioni di lancio dove imparare tutti i segreti direttamente dagli atleti della Nazionale FIPSAS di Flycasting e di molti atleti dell’Italian Flycasting Team. La Hall 1 è invece il paradiso per gli amanti della pesca a mosca dove incontrare i venti migliori costruttori italiani e stranieri di mosche artificiali nell’area attrezzata Fly Tying Experience e assistere, anche lì, a prove di lancio nelle due Casting Pool allestite per l’occasione. Agli appassionati del Fly Fishing è dedicato un corso gratuito pensato sia per principianti che per pescatori più esperti, organizzato in collaborazione con la SIM Scuola italiana di pesca a mosca. Nella Pescare Shopping Area, lungo le Hall 1 e2, la possibilità di testare il meglio delle attrezzature, degli accessori e dell’abbigliamento tecnico per la pesca, mentre il Boating Show della Hall 6 e 7 offrono le ultime novità in fatto di imbarcazioni, motori, componentistica ed elettronica e corsi di aggiornamento presso gli stand dei top brand della nautica da diporto.

Il focus sull’ambiente si apre domani, tra gli altri, con Suzuki Italia e Legambiente che presentano nella Fishing Arena “Clean Sea Life”, progetto europeo di sensibilizzazione sui rifiuti marini co-finanziato dal programma europeo LIFE. L’evento è promosso all’interno di “Pescare Plastic Free”, iniziativa che testimonia quest’anno l’impegno di Pescare Show per la salvaguardia delle acque dall’inquinamento da plastica. Nel pomeriggio, invece, il convegno “Lo stato dei popolamenti ittici nelle acque del Veneto” organizzato dalla Regione del Veneto, con la presenza dell’Assessore all’Agricoltura, Caccia e Pesca Giuseppe Pan. Domenica 23 febbraio spazio a temi quali “La governance dei fiumi, minacce ambientali e soluzioni ecosistemiche”, “Pesca sportiva e ricreativa in mare: linee guida per una nuova legge” con il Presidente FIPSAS Ugo Claudio Matteoli.

Attenzione anche alle prospettive di sviluppo del turismo alieutico con l’incontro della Regione Veneto su “Opportunità di sviluppo del turismo ittico nel territorio Veneto” e con l’area dedicata della Hall 1, arricchita dopo il grande successo del 2019 con le migliori offerte delle agenzie turistiche specializzate in proposte di viaggio, destinazioni ed itinerari di pesca, in Italia e nel mondo.

Nella Hall 2 si rinnova l’appuntamento con la Mostra-mercato dedicata alle Antiche Attrezzature da Pesca realizzata in collaborazione con Antipes, Associazione nazionale collezionisti antiche attrezzature da pesca: vero e proprio viaggio nella memoria per ripercorrere la storia di questa disciplina sportiva attraverso rarità e curiosità dal mondo.

L’acqua è fonte di nutrimento, e a Pescare Show si impara anche a valorizzare il cibo con Fishing Academy & Cuisine, la prima e unica scuola di pesca e cucina in alto mare d’Italia. Nata da un’idea dello chef padovano Andrea Bottacin, offre un saporito programma di showcooking e degustazioni, dall’acqua alla pentola, assieme agli “chef del mare” Antonio Stabellini, formatosi con Gualtiero Marchesi, Elisa Nalotto, dell’Osteria L’Anfora di Padova e Rosaria Romano.

IEG: A PESCARE SHOW PROTAGONISTA LO SPORT, CON FIPSAS E LE COMPETIZIONI INTERNAZIONALI

Il Salone internazionale della pesca sportiva e della nautica da diporto di IEG ospiterà, dal 21 al 23 febbraio 2020 a Vicenza, le presentazioni del Campionato Italiano Bass Fishing 2020 e le premiazioni dell’Italy Bass Nation Championship 2019

Presente anche la Federazione Italiana Pesca Sportiva e Attività Subacquee con un ricco calendario di eventi, tra convegni sul settore alieutico, dimostrazioni e annunci di importanti competizioni nazionali ed internazionali

www.pescareshow.it

Vicenza – Conto alla rovescia per gli appuntamenti sportivi più importanti, dimostrazioni e momenti di confronto per gli esperti, ma anche per i neofiti della pratica agonistica. Da venerdì 21 a domenica 23 febbraio, presso il quartiere fieristico di Vicenza, torna Pescare Show, il Salone Internazionale della pesca sportiva e della nautica da diporto di Italian Exhibition Group SpA (IEG), manifestazione punto di riferimento nazionale per appassionati, sportivi e operatori del settore.

Pescare Show 2020 sarà il palcoscenico di premiazioni e presentazioni di importanti gare nazionali e internazionali grazie alla presenza delle più importanti associazioni del settore e di FIPSAS – Federazione Italiana Pesca Sportiva e Attività Subacquee. Riferimento dell’intero comparto con oltre 180.000 tesserati, FIPSAS conta un palmarès che la colloca ai primi posti della classifica delle federazioni più medagliate del CONI. Solo nel 2019, ottantaquattro le medaglie conquistate dagli Azzurri, di cui 34 d’oro, 22 d’argento e 28 di bronzo.

A Pescare Show le attività della Federazione avranno inizio sabato 22 all’interno della Fishing Arena (Hall 7) con la conferenza stampa di presentazione del Mondiale per Nazioni di Pesca al Colpo 2020, in programma nella magnifica cornice di Peschiera del Garda (VR), e il Campionato Italiano Assoluto di Drifting per Equipaggi, di scena a Pescara (PE). Domenica 23, ancora Fishing Arena con “Pesca sportiva e ricreativa in mare: linee guida per una nuova legge”, convegno nel quale interverranno il Presidente FIPSAS Ugo Claudio Matteoli, l’Avvocato marittimista Filippo Cassola, l’Avvocato dello Stato – Consulente giuridico commissione agricoltura Camera dei Deputati Cristina Gerardis, la Coordinatrice Gdl pesca ricreativa del MEDAC – Mediterranean Advisory Council (Consiglio Consultivo del Mediterraneo)  Laura Pisano e Guido Beltrami della Tecnoreef, per un incontro moderato da Francesco Ruscelli, ad e Direttore di FIOPS – Federazione Italiana Operatori Pesca Sportiva.

Grazie a FIPSAS, nella tre giorni di Pescare Show saranno presenti alcuni atleti della Nazionale Italiana Fly casting, accompagnati dal Commissario Tecnico Riccardo Carrara, e dell’Italian Flycasting Team. Gli sportivi, oltre ad un tu per tu con i visitatori nel quale illustreranno l’attività nazionale ed internazionale, saranno protagonisti numerose presentazioni e dimostrazioni di lancio nella Casting Pool 2 (Hall 1) e nello scenografico Acquademo (Hall 7), lo spettacolare acquario mobile più grande d’Europa. Durante gli incontri gli appassionati potranno imparare tutti i segreti delle discipline Trout Distance, Trout Accuracy, Sea Trout Distance, Salmon Distance, Plug Distance, Plug Accuracy, Fly Distance e Fly Accuracy. Negli stessi spazi della Hall 7, in collaborazione con l’ASD Nuoto Pinnato Vicenza, saranno effettuate dimostrazioni di Casting Sport per under 18 – Plug Distance, Plug Accuracy, Fly Distance, Fly Accuracy – e mini corsi di introduzione alle varie tecniche sia per adulti che per bambini.

FLW Italy sabato 22 presenterà nel FLW Pro Center (Hall 7), il Campionato Italiano Bass Fishing 2020 mentre nel pomeriggio, nella Fishing Arena, spazio alle premiazioni dell’Italy Bass Nation Championship 2019 e alla presentazione del calendario della stagione 2020 di Italy Bass.

Non solo. A Pescare Show sono attese anche superstar della pesca mondiale con la possibilità offerta ai visitatori di conoscere, intervistare e confrontarsi, tra gli altri, con Niklaus Bauer, guru della pesca a mosca con oltre 30mila follower su Instagram e ospite dello stand Alps Store (stand 211 – Hall 1). Bauer, pro-staff della Vision, azienda austriaca di materiale per la pesca a mosca e co-proprietario di Fly-Dressing, il più grande grossista per la pesca a mosca svedese, con le sue creazioni ha contribuito a sviluppare le più moderne mosche a tubo per la pesca al luccio, nuovi materiali e tecniche di legatura.

Oltre 100 mila presenze per il 47° Nauticsud a Napoli

De Sieno MdO:“Contratto rinnovato per tre anni”.

Gennaro Amato: “Ora puntiamo al 50° anno, tre anni di lavoro”. Nasce accordo nazionale tra Afina ed Aicast

Napoli – “Abbiamo realizzato una edizione del Nauticsud, in collaborazione con Afina, che ha superato ogni aspettativa. La crescita del 25% degli ingressi, che porta il totale dei visitatori in nove giorni espositivi ben oltre le centomila presenze, sottolinea il successo ottenuto”.

Le parole della consigliera delegata di Mostra d’Oltremare Valeria De Sieno, rilasciate questa mattina nella giornata conclusiva della 47.ma edizione del Salone nautico internazionale di Napoli, fanno seguito a quanto già nei giorni scorsi era trapelato durante la serata di gala dei Nauticsud Award. In questa occasione l’amministratrice di MdO, insieme al presidente di Afina Gennaro Amato, aveva ricevuto un premio dal direttore de Il Mattino, Federico Monga e dichiarato: “Sono felice di questo premio e colgo l’occasione per dire a tutti i presenti del rinnovato accordo con Afina”.

Dalle parole alla realtà con un contratto tra le parti per proseguire nel connubio organizzativo per diversi anni. “Il contratto era una formalità, ma comunque importante per pianificare il futuro dell’esposizione – ha confermato Gennaro Amato, presidente Afina – e giungere almeno alla 50.ma edizione con un progetto che possa prevedere a Napoli un padiglione speciale con la partecipazione di tutte le nazioni che si affacciano sul Mediterraneo”.

Oltre le attuali 107mila presenze, a poche ore dalla chiusura, il dato che rilancia ulteriormente il Nauticsud giunge dalle compravendite. Tra i 220 espositori presenti la soddisfazione è alta, tutti hanno effettuato contrattazioni e vendite, tanto da presentare già domanda di adesione all’edizione 2021.

Il lavoro di Afina, per il futuro della nautica, non ha sosta. Questa mattina Gennaro Amato ha accolto al Nauticsud il presidente nazionale di Aicast, Antonino Della Notte, per aderire alla confederazione Associazione Industria Commercio, Artigianato, Servizi e Turismo.

“Siamo contenti di accogliere in Aicast l’associazione nazionale Afina – ha confermato il presidente Della Notte – e contiamo su una collaborazione che ci consenta di rilanciare la nautica da diporto e l’intera filiera nautica a livello nazionale. Organizzeremo, dopo un confronto collaborativo con Gennaro Amato, una sezione nazionale della nautica al più presto visto anche il successo di questo Nauticsud”.

Foto: Stefano Renna / Roberta De Maddi

Nauticsud: accordo per il futuro del salone della nautica

Paillettes e premi nella serata di gala dei Nauticsud Award alla presenza del gotha dei produttori nautici italiani. Sul palco anche un riconoscimento alla cultura

Napoli –  Weekend conclusivo per il Nauticsud, il salone internazionale della nautica in svolgimento alla Mostra d’Oltremare di Napoli. Intanto ieri, al teatro Mediterraneo dell’ente fieristico, si è svolta la serata di gala dei Nauticsud Award, i riconoscimenti ai personaggi che per impegno professionale si sono distinti quest’anno nella promozione della nautica e del “pianeta” mare.

Sul palco del galà si è celebrato anche il “matrimonio” per il futuro del Nauticsud, tra MdO titolare del brand dell’evento e Afina, che gestisce da 5 anni la manifestazione. Durante la consegna degli Award alla consigliera delegata Valeria De Sieno ed al presidente di Afina, Gennaro Amato, è stato proclamato il prosieguo del connubio organizzativo per i prossimi anni.

Award per i titolari di cantieri, costruttori, giornalisti, campioni sportivi, designer e istituzioni, che hanno ricevuto la statuetta ideata dall’artista e scultore Lello Esposito, e che hanno assistito allo spettacolo dell’attore Gino Rivieccio con le esibizioni canore di Marianna Corrado accompagnata al piano dal maestro Antonello Cascone, mentre moda e cultura hanno completato lo show.

Tra i premiati tutti i grandi cantieri italiani come: Rizzardi (Gianfranco Rizzardi), Cranchi Yachts (Paola Cranchi), Airon Marine (Paolo Molinari) e Ranieri Group (Antonio Ranieri), che con le loro imbarcazioni di prestigio hanno evidenziato la crescita dell’immagine del made in Italy nel mondo. Per la stampa, invece, diversi gli award consegnati, al direttore de Il Mattino, Federico Monga, ma anche all’editore e al direttore della rivista nazionale Nautica, Paolo Sonnino Sorisio e Corradino Corbò.

L’eleganza di cinque modelle dello stilista Bruno Caruso, con gli abiti della sua ultima collezione, ha dato allure al galà. L’occasione ha visto la consegna di un premio alla moda, per l’artigiano e stilista partenopeo, ed alla cultura, al cavaliere del lavoro Stefania Brancaccio, per aver creato una sinergia tra il Mann e la Mostra d’Oltremare attraverso il mare con l’evento Nauticsud e l’esposizione Thalassa. A loro è andata una targa in marmo, realizzata con una fusione di polveri di marmo di Carrara e pietra leccese dall’azienda pugliese “Le bomboniere di Angie”.

Il presidente di Afina, Gennaro Amato, ha consegnato personalmente l’award a Ciro Fiola, presidente della Camera di Commercio di Napoli, per aver attivato un processo camerale di promozione, in Italia e all’estero, in favore dei cantieri nautici campani.

Tra gli altri premiati Luigi Selva (Selva Marine) e due premi alla memoria di Fabio Buzzi, grande campione di motonautica recentemente scomparso in un disastroso incidente al termine della gara di offshore ed a Pietro Gargiulo, titolare dell’azienda di gommoni Master, ritirato dalla figlia Annalisa.

Per lo sport, premio al campione di motonautica e costruttore Tullio Abbate ed al pluricampione di nuoto Massimiliano Rosolino, mentre per il design premio all’architetto Fulvio De Simoni.

Il Salone sarà aperto sabato e domenica dalle 10.30 alle 20.30. Per informazioni www.nauticsudofficial.it

Foto: Stefano Renna / Roberta De Maddi

AQUABIKE, IL TEAM FLY MOTOR SHOW DOMANI AL NAUTICSUD

I piloti presenteranno la stagione 2020 allo stand Sea-Doo (padiglione 1) alle ore 16

Napoli-Partirà dal Nauticsud la stagione 2020 del team Fly Motor Show di Aquabike. Sarà lo stand Sea-Doo, partner tecnico del team, a ospitare la presentazione in programma domani, giovedì 13 febbraio, alle ore 16, al padiglione 1 della Mostra d’Oltremare.

Interverranno all’incontro i piloti del team con il presidente Dino Pontecorvo e il vicepresidente Salvatore Babo, il dirigente di Nautica Sea-Doo, Emiddio Romano, il presidente di AFINA, Gennaro Amato, il presidente del CONI Campania, Sergio Roncelli, il presidente della Federazione Italiana Motonautica della Campania, Antonio Schiano di Cola, e il sindaco di Monte di Procida, Giuseppe Pugliese.

Nota per i colleghi giornalisti: per accedere alla fiera e raggiungere lo stand è necessario mostrare il tesserino dell’ODG al botteghino riservato agli accrediti stampa e ritirare il relativo pass.

Nauticsud, partenza positiva per visitatori e imbarcazioni vendute

Folla di spettatori nel primo weekend di esposizione alla Mostra d’Oltremare di Napoli.

In fiera venduto yacht da 2 milioni di euro, ma anche gozzi, gommoni e motori marini

Napoli– Continua il trend positivo per la nautica italiana. Al Nauticsud, Salone internazionale della nautica in svolgimento alla Mostra d’Oltremare di Napoli sino a domenica 16, il dato vendite evidenzia che il mercato è in pieno fermento e a Napoli si ottiene un +30%. Nel primo weekend espositivo venduta l’imbarcazione più grande in fiera: il modello In Six 62 del Cantiere Rizzardi, seguito da numerosi acquisti di gommoni, gozzi e motori marini.

“Siamo contenti che i nostri espositori trovino al Nauticsud opportunità di vendite, ma la cosa non ci stupisce – afferma Gennaro Amato, presidente Afina – da cinque anni a questa parte Napoli è diventata una piazza importante per il mercato della piccola e media nautica, qui il settore produttivo trova terreno fertile perché si lavora al loro fianco. A Genova invece il segmento delle imbarcazioni tra i 4 e 18 metri viene lasciato a se stesso e messo in disparte rispetto ai cantieri che producono navi oltre i 30 metri”.

Il pubblico delle grandi occasioni ha premiato il lavoro svolto dal binomio Mostra d’Oltremare ed Afina che hanno organizzato la 47.ma edizione del Nauticsud. Il dato di affluenza è nettamente in crescita se paragonato alle stesse due giornate iniziali dello scorso anno con un +10% di partecipazione. Ma in particolare la qualità dei partecipanti ha alzato l’asticella delle adesioni e di conseguenza degli acquisti.

Il riscontro giunge dai dati vendita registrati da diversi espositori che hanno concluso affari e sottoscritto contratti di acquisto di barche. A parte la vendita della barca “regina” del salone il 62 piedi di casa Rizzardi, l’IN Six 62, che sarebbe stato acquistato da un armatore napoletano, si registrano vendite di gozzi, gommoni e motori marini.

Italiamarine, noto cantiere di gommoni, ha venduto un 34 ed un 32 piedi ma anche ben due contratti di acquisto per il neo nato Positano 31 Cabin provato a secco anche dal ministro Gaetano Manfredi nella sua visita il giorno di apertura. Così come due motoscafi Beneteau Flyer 8 e Flyer 8.8 Sundeck rappresentati da Centro Nautico Marinelli. Anche l’espositore Nautica Salpa ha venduto due modelli, 28 e 30 piedi, della serie Soleil. Numerosi gli espositori che hanno trovato clienti e formulato commissioni di acquisto nelle prime due giornate espositive, come il Cantiere Mimì che ha venduto il gozzo di 11 metri presentato in anteprima, per un volume di affari al Salone che supera i 20 milioni di euro.

Tra i motori marini, sempre più al centro degli interessi dei visitatori del Nauticsud, spiccano le vendite di HI Performance Italia, distributore di Mercury, che ha venduto tra i modelli anche il nuovo 450R e registra ben due definizioni contrattuali per il gommone gioiello di casa Sacs di 11 metri. Anche Nautica Mediterranea Yachting, distributrice dei motori Suzuki, ha concluso diversi contratti di vendita. Honda, Yamaha, Evinrude, Selva marine e Tohatsu registrano, tutti insieme, ottimi dati.

Domani, martedì 11 alle ore 15, al Nauticsud anche il convengo dei Giovani Dottori Commercialisti sul tema “Fisco & Nautica”. Il salone sarà aperto tutti i giorni sino a domenica 16, dal lunedì al giovedì 12.30 – 19.00 mentre il venerdì, sabato e domenica 10.30 – 20.30. per informazioni www.nauticsudofficial.it

Foto: Stefano Renna

Ports of Genoa: Fruit Logistica 2020

Fruit Logistica 2020 – Berlino-Si è conclusa con successo la partecipazione dei Ports of Genoa alla 27ma edizione di Fruit Logistica, principale evento espositivo mondiale della filiera dell’ortofrutta (produzione, trasporto, logistica e distribuzione), che ha visto la presenza di 3.300 espositori e 80.000 visitatori, con l’Italia a svolgere un ruolo preminente (tre padiglioni dedicati).

Lo stand Ports of Genoa, organizzato dall’Autorità di Sistema Portuale insieme a CISCO e ai partner della shipping community (Spediporto, Assagenti, Isomar e Unione Utenti SV) ha consentito al cluster logistico-portuale di Genova e Savona, leader nel Mediterraneo per numeri e know how, di presentare la propria variegata offerta di servizi per il settore ortofrutticolo e dei prodotti refrigerati.

Attraverso i terminal di Vado Ligure, Savona, Pra’ e Genova nel 2019 sono transitati 400.000 tonnellate di frutta e oltre 120.000 contenitori refrigerati, per l’importazione di frutta tropicale e in contro stagione da West Africa, Caribe e Paesi dell’emisfero sud, e di ortaggi dai Paesi della sponda sud del Mediterraneo, segmento che negli ultimi anni mostra una significativa crescita.

Nei tre giorni di fiera lo stand Ports of Genoa ha ospitato una serie di eventi di approfondimento dei vari aspetti della filiera di trasporto (nuove soluzioni tecnologiche, servizi portuali e intermodali, formazione specialistica) e momenti di networking offerti dalla shipping community (Spediporto, Assagenti, Isomar Unione Utenti e le associazioni dei terminal operators), presente in fiera con una trentina di rappresentanti fra commerciali e direttivi.

Ports of Genoa ha anche partecipato al seminario “Liguria, the new hub for reefer logistics services” organizzato da Confcommercio International presso lo stand della Regione Liguria, che per la prima volta ha preso parte alla manifestazione di Berlino, fornendo una brillante vetrina per la valorizzazione delle eccellenze liguri. Presentati in questa occasione anche le novità relative ai due principali terminal del sistema portuale ligure: APM Terminals Vado  Gateway, inaugurato lo scorso dicembre, e PSA Genova Prà, primo terminal in Italia per movimentazione di contenitori.

Livorno Cold Chain: Chi dorme non piglia frutti

La gestione della catena del freddo è uno degli aspetti più importanti della supply chain agroalimentare. E questo a Livorno lo sanno bene.

Al Fruit Logistica 2020 di Berlino la comunità portuale livornese si è presentata al gran completo mettendo a frutto le proprie competenze e, soprattutto, la capacità di sfruttare al meglio le infrastrutture di cui dispone il porto.

Il Terminal darsena Toscana (Tdt), con più di 860 prese per lo stoccaggio dei container refrigerati; il Livorno Reefer Terminal (Lrt), sul canale industriale, che si estende su una superficie di 11mila mq; l’interporto Vespucci, che ospita 4.500 mila metri quadrati di magazzini frigo più altri 2000 mq in via di realizzazione, e diverse case di spedizione.

Eccoli gli asset su cui può contare lo scalo labronico, e grazie ai quali, nel tempo, si sono potute attivare relazioni commerciali solide.

È da qui che nasce il concetto di Livorno Cold Chain: «Tutti gli attori della catena de freddo sono in grado di operare in perfetta sinergia permettendo al cliente di godere di un servizio integrato». Ha dichiarato il direttore commerciale di GIP, Massimiliano Cozzani.

Non ci sono insomma rotture di carico o disservizi legati a problemi di comunicazione tra gli attori coinvolti: «E’ questo il nostro punto di forza», prosegue Cozzani.

E non è una cosa scontata: «In molte altre realtà la catena del freddo risulta gestita da operatori che devono fare ricorso ad altri partner logistici per supportare la rete distributiva. A Livorno riusciamo già oggi a integrare funzioni logistiche diverse, che vanno dal trasporto alla gestione del magazzino e dell’ordine».

Nel 2018 il porto ha movimentato complessivamente oltre 60 mila container refrigerati (che valgono quasi il 14% del totale dei contenitori pieni imbarcati e sbarcati dallo scalo). L’obiettivo è quello di traguardare nuovi ulteriori risultati grazie anche alle potenzialità de Tuscan Port Community System, la piattaforma digitale messa a punto dalla Adsp che consente oggi alle istituzioni e a tutti gli attori della catena logistica di comunicare tra di loro in tempo reale: il potenziamento del PCS e la conseguente digitalizzazione della cold chain (con soluzioni innovative nel campo del tracking e dell’IOT) potrebbero insomma aprire nuovi orizzonti in ordine all’efficientamento dei servizi al cliente.

Sotto questo punto di vista il Fruit logistica di Berlino rappresenta per Livorno un punto di partenza fondamentale per lanciare un nuovo modello di gestione della catena del freddo. Se il buon giorno si vede dal mattino, ci sono tutte le promesse perché la Livorno Cold Chain possa diventare presto un case study: le buone idee germogliano e crescono rapidamente. A breve saremo in grado di valutare se avranno dato i frutti sperati.

L’AdSP MTCS a Berlino per l’edizione 2020 del Fruit Logistica

Civitavecchia - Anche quest’anno l’Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Centro Settentrionale, rappresentata dai funzionari dell’Ufficio Programmi Strategici, Luca Lupi e Giovanni Marinucci, partecipa al Fruit Logistica 2020, il salone leader mondiale della promozione dei prodotti ortofrutticoli, che si sta svolgendo a Berlino dal 5 al 7 febbraio.

Nella capitale tedesca si sono dati appuntamento 3200 espositori e oltre 78 mila visitatori provenienti da 135 Paesi nel mondo.

Il porto di Venezia con la Regione Veneto alla fiera Fruit Logistica di Berlino

Berlino-ll sistema portuale veneto è presente a Berlino dal 5 febbraio fino al giorno 7 per proporre i propri asset competitivi nel comparto dei deperibili ai visitatori di Fruit Logistica, Salone internazionale che copre ogni singolo comparto del commercio del fresco.
Tra le novità di quest’anno si segnala che il presidio dei porti lagunari si colloca fisicamente all’interno dell’ampio spazio espositivo della Regione del Veneto che, oltre ad accogliere i produttori ortofrutticoli di eccellenza, ha creduto nella presentazione di un’offerta completa che affiancasse a questi i servizi logistici a supporto del loro commercio con l’estero.

Oltre alle linee marittime con i Paesi del Mediterraneo (container e RoRo) e il servizio intermodale che collega la Germania con la Grecia trasportando anche deperibili, il sistema portuale veneto può contare sul Venice Green Terminal, operatore specializzato che dispone di strutture per stoccaggio e lavorazione di prodotti a temperatura controllata.
Per presentare ai clienti questi asset, la delegazione dell’Autorità di Sistema Portuale veneziana è composta da spedizionieri, agenti marittimi e terminalisti che operano specificamente in questo comparto.

Berlino è inoltre un’occasione per rilanciare il marchio “Masters of Fresh”, che ha visto il suo debutto proprio a Fruit Logistica qualche anno fa. Il brand è un chiaro richiamo internazionale alla storia di Venezia, partendo dal duplice significato del termine Master; i veneziani infatti erano “Masters” del fresco, ovvero comandanti delle navi che hanno tracciato e percorso le Vie delle Spezie, nonché Maestri dell’arte della conservazione dei deperibili, grazie anche all’uso delle spezie. Altro richiamo all’eccellenza della Serenissima è quello ai Fondaci, luoghi di stoccaggio della merce e di veloce gestione delle pratiche commerciali, così come oggi strutture dedicate e controlli unificati nell’hub veneto favoriscono il traffico veloce dei deperibili.

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone danese

© 2020 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab