Due medaglie continentali per l’Italia nel Circuito F/350 in Germania: Claudio Fanzini si laurea Campione Europeo 2019. Argento per Massimiliano Cremona

In Portogallo, medaglie d’argento e di bronzo per 4 piloti azzurri nel Campionato Europeo Moto d’Acqua Endurance

Grandi festeggiamenti a Bad Saarow (Germania), per due piloti italiani nel Campionato Europeo F/350 in tappa unica.

Claudio Fanzini, il campione monticellese di Caorso portacolori dell’Effeci Racing Team (foto in apertura), ha dominato la gara vincendo tutte e tre le manches disputate e chiudendo l’Europeo con 1200 punti e la medaglia d’oro.

Sui 9 partenti nell’Europeo, gli unici piloti in grado di tenergli testa sono stati il piacentino Massimiliano Cremona (AMD San Nazzaro) e il ceco David Loukotka.

Cremona ha incamerato l’argento (con 825 punti) mentre il bronzo è finito nelle mani di Loukotka (525 punti).

Appena fuori podio, il piacentino Marco Malaspina (Circolo Nautico Chiavenna), che ha chiuso al 4° posto della classifica finale (a 394 punti).

Una grande soddisfazione per Claudio Fanzini, che, oltre al titolo mondiale di questa categoria conquistato lo scorso 8 settembre a Jedovnice in Repubblica Ceca, può aggiungere al suo ricco palmares anche il titolo europeo F/350 stagione 2019 (il terzo ottenuto in carriera dopo quelli del 2015 e del 2018).

A Bad Saarow si è disputato anche l’Europeo F/500 in tappa unica.

Il titolo 2019 F/500 è andato al polacco Marcin Zielisnki con 1100 punti; argento all’ungherese Attila Havas che corre con licenza austriaca (punti 925); bronzo allo slovacco Robert Hencz, che ha chiuso a quota 869 punti.

Sesto posto nella classifica finale (con 395 punti) per Giuseppe Rossi, il piacentino portacolori del Circolo Nautico Chiavenna.

Classifiche complete su: www.uim.sport

Il Presidente David Sassoli plaude alla Biennale della Logistica – BILOG 2019 e concede il patrocinio del Parlamento UE alla manifestazione

Il Presidente David Sassoli plaude a BILOG 2019 Biennale della Logistica e concede il patrocinio del Parlamento UE alla manifestazione che si terrà alla Spezia il 16 e 17 ottobre 2019 nel complesso fieristico LaSpeziaExpò

“ Il Parlamento Europeo – si legge nella lettera di Sassoli – apprezza molto un evento che esaminerà le esigenze locali nel più ampio contento del mondo dei trasporti e mi congratulo per la scelta dei temi principali tra cui l’innovazione, la digitalizzazione, la cybersicurezza, i biocarburanti”. Particolare apprezzamento per il fatto che i partecipanti all’evento avranno l’opportunità di migliorare la propria conoscenza delle politiche dell’UE in materia di trasporti ed investimenti.

La mostra-convegno è promossa dall’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Orientale a seguito di un accordo siglato nel 2015 con il Comune di Piacenza su proposta del Consorzio Servizi Infrastrutture e Logistica Piacenza, con l’intento di promuovere la componente internazionale della connessione tra il porto della Spezia e il polo logistico piacentino.

Organizzato dalla Camera di Commercio Riviere di Liguria attraverso la propria azienda speciale Blue Hub, assieme a Circle, l’edizione di BILOG 2019 approfondirà le diverse esigenze del mondo marittimo e logistico.

BILOG si aprirà mercoledì, 16 Ottobre alle ore 9 col il benvenuto delle Autorità ed il discorso introduttivo da parte di Iveta Radičová Coordinatrice UE per il Corridoio Mediterraneo. Seguirà poi il panel dedicato a “Marittimo e Logistica di fronte alle tendenze del 2030. Le sfide del mercato dei container e della logistica” con , tra gli altri,  Alessandro Panaro, SRM;  Daniele Testi, LSCT;   Danilo Ricci, Tarros; Andrea Bardi, ITL. Seguirà la tavola Rotonda dal titolo: “Guardando al settore marittimo e navale nel 2030.

Come rafforzare la competitività salvaguardando un futuro sostenibile e resiliente” con la nota introduttiva di Axel Wenblad – WWF, Matteo Gasparato – Presidente UIR;  Guido Nicolini – Presidente Confetra; Stefano Messina – Presidente Assarmatori; Zeno D’Agostino – ESPO; Christian Colaneri – RFI. A seguire la conferenza West Med sulla Crescita blu e la tavola Rotonda: “Il nuovo regolamento TEN-T e le opportunità CEF 2 “con Wojtek Sopinski – DG MOVE. A seguire “Ultimo miglio ferroviario ed e-logistica” con, tra gli altri, Livio Ravera – Amministratore Delegato Mercitalia Shunting & Terminals; il Presidente di Fercargo; “L’estensione TAF TSI alla e-logistica”, con Lard Deiterling, Hacon;   Piero Solcà di Hupac.

Poi la sezione dedicata alla “Port Community System, la strada da seguire”; “Portnet e l’approccio all’International Fast and Secure Trade Lane” con l’intervento di Tarik Maoouni, Agencie National de Ports, Marocco; “Il Porto di La Spezia”, Federica Montaresi ADSP.

Il giorno seguente, giovedì, 17 Ottobre , riprenderanno le sessioni a partire dalle ore 9. In programma la Tavola Rotonda su “Il sistema portuale di La Spezia ed il ruolo del retroporto di Santo Stefano” con nota introduttiva di Pablo Hoya – Zaldesa e Europlatform e rappresentanti degli operatori locali tra cui Alessandro Laghezza, Confindustria La Spezia; Giorgio Bucchioni, Presidente Agenti Marittimi; Andrea Fontana, Presidente Spedizionieri; Giovanni Cassone, Agenzia delle Dogane; Carla Roncallo, Presidente dell’AdSP; Paola Sisti, Sindaco di Santo Stefano.

Tutta dedicata a “La Logistica più sostenibile con BioLNG”, a cura di SoS Log con Daniele Testi, Presidente SOS-LOGistica. Atena organizza un panel dal titolo “Dalle navi intelligenti alle navi autonome” con , tra gli altri, Vincenzo Galati di Carnival Corporation e Matteo Masi di Wärtsilä.

A seguire la Tavola Rotonda:  “Il porto connesso e la sua logistica”.
Si terrà anche una sessione a cura degli Avvocati Marittimisti ed una dedicata a “Il Porto del Futuro”.

Le sessioni saranno parte in lingua italiana e parte in lingua inglese con servizio di traduzione simultanea a disposizione dei partecipanti .

Per maggiori informazioni ed iscrizioni www.bilog.it

Melges 32 World League: Calvi Network chiude la stagione europea al settimo posto

Barcellona- L’ultima giornata di regate a Barcellona è un no-race day imposto dall’inconsistenza della brezza nelle acque antistanti Barceloneta: la classifica del quarto ed ultimo evento del circuito Melges 32 World League resta quindi immutata rispetto a ieri, con l’entry tedesca La Pericolosa che si aggiudica la vittoria, seguita sul podio dall’Italiana Giogi e da Caipirinha di Martin Reintjes, medaglia di bronzo.

E’ proprio Caipirinha a conquistare la vittoria, dopo quattro eventi, del circuito Melges 32 World League, che nel 2019 ha fatto tappa a Villasimius, Puntaldia, Riva del Garda e Barcellona. L’equipaggio di Martin Reintjes sottrae il perpetual trophy delle Melges 32 World League a Giogi di Matteo Balestrero, vincitore del circuito nel 2018.

Calvi Network di Carlo Alberini, nono nel ranking finale di Barcellona, chiude la stagione al settimo posto della classifica.

“Al rientro nella Classe Melges 32 dopo diversi anni di assenza, ci siamo trovati a fare i conti con un nuovo equipaggio tutto da rodare e con una flotta che ha continuato a migliorarsi e a crescere di livello. In corso di stagione abbiamo man mano trovato conferme importanti sulla velocità della barca, seppur lasciandoci sempre andare a qualche sbavatura di troppo. Non ci lasciamo scoraggiare dal risultato stagionale e a testa alta puntiamo a far bene il mese prossimo, nel Campionato del Mondo di Valencia” ha commentato Carlo Alberini, armatore di Calvi Network.

A bordo di Calvi Network regatano Carlo Alberini, Karlo Hmeljak, Dede De Luca, Jas Farneti, Marco Furlan, Stefano Visintin, Matteo Savelli e Irene Bezzi.

La stagione del Lightbay Sailing Team è supportata da Calvi Network, Titanium International Group, TiFast, Lift-Tek, Ilva Glass, Iconsulting, Mureadritta, Officine Belletti, Biolab, Petrol Lavori e Meteomed.

Entry list e classifiche a questo link.

Melges 32 World League: E’ Caipirinha di Martin Reintjes il vincitore della stagione 2019

Barcellona- Dopo quattro eventi disputati a Puntaldia, Villasimius, Riva del Garda e Barcellona tra marzo e settembre, cala il sipario sulle Melges 32 World League 2019.

L’epilogo è tutto a favore di Caipirinha di Martin Reintjes che, facendo della costanza nei piazzamenti la propria forza, si afferma come vincitore del prestigioso circuito internazionale organizzato da Melges Europe.

L’equipaggio di Martin Reintjes chiude la tappa catalana al terzo posto della classifica generale, alle spalle dell’entry tedesca La Pericolosa e dell’Italiana Giogi, alla quale Caipirinha sottrae il Perpetual Trophy conquistato al termine della stagione 2018.

“Grandissima emozione salire sul gradino più alto del podio al termine di una stagione entusiasmante e difficile, in una flotta che, come da miglior tradizione, si è sempre dimostrata estremamente equilibrata e competitiva” ha commentato l’armatore di Caipirinha, Martin Reintjes.

“La transizione dalla Corinthian division al ranking generale che abbiamo compiuto tra la stagione 2018 e quella 2019 è sicuramente stata un grande stimolo per la crescita dell’equipaggio. Al secondo anno di attività con il Capirinha Sailing Team, vedo l’equipaggio migliorare giorno per giorno. Ora bisogna rimanere con i piedi ben saldi a terra e concentrarsi sul prossimo obiettivo, il Campionato del Mondo di Valencia” il commento del tattico del team, Gabriele Benussi.

Lasciata Barcellona, Caipirinha volge lo sguardo a Valencia, dove dal 24 ottobre il team sarà impegnato in una quattro giorni di regate valida come Campionato del Mondo Melges 32 2019.

A bordo di Caipirinha regatano Martin Reintjes, Alessandro Agostinelli, Gabriele Benussi, Alberto Bolzan, Manuel Modena, Alessandro Tonelli, Federico Buscaglia e Alessandro Siviero.

La stagione del Caipirinha Sailing Team è supportata da Ottica Valentino Leonardi & Figli, Leonv Multiutility concessionario Enel, Glisoni Consulting, Delta Elettronica e Studio A Web&Creative Solutions.

Per entry list e classifiche di Barcellona clicca qui.

Per il ranking di stagione clicca qui.

Melges 32 World League: Alla vigilia del gran finale, guida La Pericolosa. Calvi Network nono

Barcellona - Dopo due giornate di regate, arriva al giro di boa la frazione conclusiva delle Melges 32 World League in quel di Barcellona.

Il difficile campo di regata, caratterizzato da brezza termica leggera o moderata, onda formata e corrente forte, alla vigilia del gran finale premia La Pericolosa di Christian Schwoerer che occupa la vetta della classifica provvisoria con 15 punti. A sole tre lunghezze di distanza, lo insegue Giogi di Matteo Balestrero e, con un ritardo di un altro punto, Caipirinha di Martin Rentjes, arrivato a Barcellona come leader del ranking stagionale e tra i più quotati per la vittoria del circuito.

Le condizioni locali mettono alla prova Calvi Network di Carlo Alberini che, con un’alternarsi di risultati in top-five e altri a doppia cifra, al termine della seconda giornata di regate è al nono posto in classifica generale.

“Ad oggi siamo consapevoli che la velocità della barca è in linea con quelle degli altri equipaggi, purtroppo continuiamo a commettere degli errori di troppo che non ci permettono di incrociare sempre con i top team di questa competitiva flotta” ha commentato l’armatore Carlo Alberini.

Le regate si concluderanno domani, quando oltre al vincitore dell’evento catalano si scoprirà l’equipaggio che, dopo Giogi, vincerà il titolo di Campione delle Melges 32 World League.

A bordo di Calvi Network regatano Carlo Alberini, Karlo Hmeljak, Dede De Luca, Jas Farneti, Marco Furlan, Stefano Visintin, Matteo Savelli e Irene Bezzi. L’attività del team è coordinata dal sails specials One Sails Samuele Nicolettis.

La stagione del Lightbay Sailing Team è supportata da Calvi Network, Titanium International Group, TiFast, Lift-Tek, Ilva Glass, Iconsulting, Mureadritta, Officine Belletti, Biolab, Petrol Lavori e Meteomed.

Entry list e classifiche a questo link.

L’UE per ripulire i mari dai rifiuti

Bruxelles. L’Europa ricorderà quest’anno 2019 come quello dedicato alla tutela dell’ambiente in generale e alla salvaguardia di quello marino in particolare. La campagna di azioni strategiche, realizzata dall’Ue con le comunità locali di ottanta Paesi membri, ha come obiettivo di ripulire le spiagge dai rifiuti marini: #EUBeachCleanUp è il motto della campagna lanciata a fine agosto e durerà fino a ottobre. Quest’anno, grazie alle innovative partnership con le Nazioni Unite e gli Smurfs Blu (Puffi Blu), la campagna di sensibilizzazione sta ottenendo risultati soddisfacenti perché è legata ad azioni concrete.

L’Unione europea da anni è impegnata con delle politiche ambiziose per combattere l’inquinamento marino nel mondo. Insieme alle Nazioni Unite, si vuole che gli oceani siano più puliti e più sani. Eventi che si stanno svolgendo in queste settimane, fino a ottobre, hanno accumulato tonnellate di rifiuti dai mari e dalle coste e consegnate alle comunità locali per la gestione; molti di questi eventi sono organizzati dalle ambasciate dell’Ue e dagli Uffici delle Nazioni Unite in tutto il mondo, in collaborazione con comunità locali, scuole, ONG e società private.

La collaborazione con i Puffi Blu è stata eccezionale per grandi e piccini ed importante per costruire un’ondata globale di attivismo oceanico. Quando si raccolgono i rifiuti dalla spiaggia, le persone, piccini e grandi, riconosceranno oggetti monouso: bastoncini di cotone, sacchetti di plastica o posate. La Rappresentanza in Italia della Commissione europea ha fatto la propria parte con l’evento Ostiense “Ostia acchiappa la plastica” e lungo le rive del Tevere a Roma.

Ogni anno, otto milioni di tonnellate di rifiuti di plastica vengono scaricate in mare e le pulizie della spiaggia non saranno sufficienti da sole per affrontare questa enorme sfida. La prevenzione è la chiave! Per questo, l’Ue ha adottato una strategia europea per la plastica nell’economia circolare insieme a misure legislative per ridurre la produzione e il consumo dei dieci articoli in plastica monouso più comunemente presenti nei rifiuti marini.

Abele Carruezzo

© Riproduzione riservata

Trasferta tedesca a Bad Saarow per 4 piloti azzurri di motonautica Circuito in vista degli Europei F/500 e F/350. A Crotone, 48 giovani piloti di motonautica impegnati nella Finale del Trofeo CONI 2019

Dal 27 al 28 settembre 2019 alcuni tra i più forti piloti azzurri di motonautica Circuito saranno impegnati a Bad Saarow (Germania), nei Campionati Europei F/500 e F/350 in tappa unica.

Quattro i piloti azzurri partecipanti (rappresentati da Roberto Gandolfi).

Il piacentino Giuseppe Rossi (Circolo Nautico Chiavenna) è l’unico azzurro in gara nell’Europeo della 500; Claudio Fanzini (monticellese di Caorso portacolori dell’Effeci Racing Team e campione europeo F/350 in carica), il piacentino Massimiliano Cremona (AMD San Nazzaro) e il piacentino di Caorso Marco Malaspina (Circolo Nautico Chiavenna), correranno invece nell’Europeo F/350.

Entrambe gli Europei sono in tappa unica, per cui i piloti partecipanti lotteranno per aggiudicarsi i Titoli continentali 2019.

Come da programma allegato, a Bad Saarow si effettueranno 3 manches per la classe 350 e 4 per la classe 500; prove libere e cronometrate venerdì e sabato mattina; gare al via venerdì a partire dalle 15:15 e sabato dalle 10:30.

Ulteriori info su www.uim.sport

APnew Advance Programme Bad Saarow 2019

Finale del Trofeo CONI 2019

A Crotone (KR), dal 26 al 28 settembre, si svolgeranno le finali nazionali del “Trofeo C.O.N.I. Kinder + Sport 2019”, kermesse riservata agli atleti under 14 che, in rappresentanza delle varie Regioni, prenderanno parte alle gare in diverse specialità negli impianti e nelle aree all’aperto della città e dell’hinterland.

L’evento calabrese avrà inizio giovedì 26 con l’allestimento del campo gara, l’arrivo dei Team e la cerimonia d’apertura.

Le gare della Motonautica si svolgeranno a Crotone, presso la sede dello Yachting Club in Via Molo Foraneo – Porto Vecchio, venerdì 27 e sabato 28 settembre.

Quarantotto piloti partecipanti suddivisi in due categorie in base alla fascia di età, in rappresentanza di dodici delegazioni regionali FIM (Calabria, Campania, Emilia-Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Piemonte, Puglia, Sardegna, Sicilia e Veneto).

Ogni delegazione regionale è composta da 4 piloti.

Inizio gara come da programma orario allegato, venerdì dalle ore 10.00, sabato dalle ore 9.00. A seguire premiazione atleti FIM sul campo gara della regione.

Info sul Trofeo CONI 2019 su: https://www.coni.it/it/trofeoconi.html

Trofeo CONI 2019 FIM programma orario

Calvi Network a Barcellona per le Melges World League Finals

Barcellona - Rush finale per le Melges 32 World League 2019. Sotto gli occhi del Gaudì, si deciderà il vincitore del circuito organizzato da Melges Europe.

Calvi Network, nono in classifica dopo le prima tre frazioni stagionali, giunge a Barcellona con un occhio alla classifica generale e uno al Melges 32 World Championship di Valencia, evento che, tra poco di poco più di un mese, chiuderà la stagione agonistica 2019.

Dopo due mesi di inattività, dovuta alla pausa estiva, sarà interessante vedere come il team di Carlo Alberini riuscirà a incrociare con il resto della flotta, attualmente guidata nel ranking stagionale da Caipirinha di Martin Renitjes, con Gabriele Benussi alla tattica.

Le regate prenderanno il via giovedì 26 settembre alle 13.30: dopo Barcellona, rotta su Valencia, dove la flotta si sfiderà nel Campionato del Mondo Melges 32 per determinare chi succederà a Russian Bogatyrs nell’albo dei campioni iridati.

A bordo di Calvi Network regatano Carlo Alberini, Karlo Hmeljak, Dede De Luca, Jas Farneti, Marco Furlan, Stefano Visintin, Matteo Savelli e Irene Bezzi. L’attività del team è coordinata dal sails specials One Sails Samuele Nicolettis.

La stagione del Lightbay Sailing Team è supportata da Calvi Network, Titanium International Group, TiFast, Lift-Tek, Ilva Glass, Iconsulting, Mureadritta, Officine Belletti, Biolab, Petrol Lavori e Meteomed.

Entry list e classifiche a questo link.

Foto: Zerogradinord

Consiglio UE dei Trasporti-De Micheli: “Ampio sostegno su transizione ambientale”

La Ministra a Bruxelles chiarisce che la legge salva-bebè sarà presto operativa

La Ministra De Micheli ha partecipato al Consiglio UE dei Trasporti. Nel corso dei lavori si è parlato soprattutto della transizione ambientale per tutto il settore. In particolare, la Ministra ha evidenziato alcuni aspetti finanziari utili per accompagnare sia le strutture pubbliche che gli operatori privati nel passaggio. “Abbiamo registrato un’ampia convergenza – ha sottolineato De Micheli – da parte degli altri Paesi: ritengo sia un inizio molto importante per il lavoro che dobbiamo fare in Italia e in Europa. Nel programma con il quale ci siamo presentati alle Camere, la questione ambientale è prioritaria”.

De Micheli ha aggiunto di aver riscontrato con la presidente finlandese di turno Marin e l’attuale commissaria UE ai Trasporti Bulc una comune sensibilità sulla questione dei combustibili e sull’idea di una transizione inclusiva, che abbia un impatto sociale positivo.

A margine dei lavori, la Ministra si è anche soffermata sul tema dei seggiolini antiabbandono, chiarendo che la legge cd ‘salva bebè’ sarà operativa nei prossimi giorni: “L’Europa – ha spiegato De Micheli – ha dato il via libera al decreto attuativo della norma approvata dal Parlamento. Quel testo è stato trasmesso dal Mit agli inizi di agosto al Consiglio di Stato che si esprimerà entro la settimana. Immediatamente dopo il parere del Consiglio, il testo verrà pubblicato e sarà operativo“.

Successo al Seatrade di Amburgo per l’Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Settentrionale

Si è chiuso oggi il Seatrade Europe 2019, vetrina internazionale dedicata all’industria delle crociere che si tiene ogni due anni ad Amburgo.

L’Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Settentrionale ha partecipato alla manifestazione presentandosi assieme al vice sindaco di Piombino, Giuliano Parodi, e ai due terminalisti di riferimento, la Porto di Livorno 2000 e il Tuscany Terminal di Piombino.

La delegazione ha avuto una lunga serie di incontri con gli armatori e ha potuto presentare la proposta di un sistema portuale integrato, consolidando le partnership con i leader del settore.

«Livorno, Piombino, ma anche Portoferraio e Rio Marina: l’AdSP può contare su porti di primissimo livello, che da anni registrano trend positivi sia in termini di scali che di passeggeri» ha dichiarato il dirigente promozione e comunicazione, Gabriele Gargiulo «La fiera è stata l’occasione per promuovere i nostri porti, indirizzandoli verso una solida prospettiva di crescita».

IL NAUTILUS Anno 14 N°2

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato alla portualità con un focus sulle identità marinare e sul futuro dei lavori portuali, la figura dello skipper e il trattamento dell’acqua di zavorra. Poi una riflessione sul concetto di “Porto come mondo” (prendendo come esempio il porto di Brindisi, tra tutela, valorizzazione ed innovazione). E ancora, approfondimenti sul motto lanciato dal Ministero delle Infrastrutture e Trasporti: #IOSONOMARE, per valorizzare tutte le attività svolte sul mare.
poseidone danese

© 2019 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab