Bando di gara per l’assegnazione servizio dei bacini di carenaggio nel porto di Genova

GENOVA – Al centro del nuovo bando dell’Adsp di Genova i bacini di carenaggio nella zona delle riparazioni navali del porto di Genova. La concessione, di anni 25, ha per oggetto l’affidamento del servizio di interesse generale costituito dall’esercizio di cinque bacini articolati nei due principali segmenti costituiti da “naviglio commerciale” e “yacht”.

La procedura ha come duplice obiettivo di stimolare l’intervento privato per rilanciare e consolidare la competitività del  segmento strategico della riparazione/costruzione navale genovese e orientare la gestione verso un modello in grado di corrispondere alle evoluzioni nel frattempo intervenute nel mercato.

Porto di Ravenna: riunione a Roma del pre-CIPE sul Progetto “HUB PORTUALE”

RAVENNA – Si è tenuta mercoledì pomeriggio a Roma, presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri, una importante riunione, in vista della seduta del Cipe del 19 febbraio prossimo, che avrà all’Ordine del Giorno l’approvazione del Progetto “Hub portuale di Ravenna”.

Durante la riunione di oggi, il cosiddetto pre-Cipe che predispone l’ordine del giorno della riunione ufficiale,  il Presidente dell’Adsp ravennate Daniele Rossi, ha fornito tutte le ulteriori informazioni che in questa fase istruttoria di approfondimento erano necessarie per arrivare all’esame definitivo del Cipe in programma il 19 prossimo.

“L’incontro è stato positivo” , ha dichiarato Rossi, “e con il parere favorevole espresso oggi dal Comitato Interministeriale si è compiuto un altro passo verso l’appuntamento decisivo della prossima settimana che segnerà la conclusione dell’iter avviato con la consegna del Progetto al Ministero delle Infrastrutture e Trasporti il 18 settembre scorso”.  Il Progetto, ricordiamo, è poi passato al vaglio del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici che il 15 dicembre ha formalmente espresso il proprio parere positivo, ed è già stato oggetto di una precedente, positiva, riunione pre-Cipe prima di Natale.

Assegnati i premi ANRC Award 2018 al circolo Posillipo

NAPOLI – Assegnati al circolo Posillipo, in occasione della cena di gala dell’Associazione Nautica Regionale Campana, gli ANRC Award 2018, i riconoscimenti destinati ai personaggi protagonisti della filiera del mare. Tra i premiati diversi costruttori d’imbarcazioni, giornalisti e sportivi che hanno ricevuto una scultura, un’ancora in acciaio con un cuore in bronzo, realizzata dal maestro Lello Esposito.

Alla fine della cerimonia Gennaro Amato, presidente ANRC, ha devoluto un assegno di 4.000 euro in favore della fondazione per i bambini dell’azienda ospedaliera Santobono-Pausilipon. Ha ritirato la donazione Flavia Matrisciano, direttrice della Fondazione Santobono-Pausilipon.

Tra i tredici premi consegnati  ben 5 award sono andati ad aziende produttrici come Fiart (Ruggero Di Luggo) nella categoria yacht, Italiamarine (Antonio Amato) nella categoria gommoni, mentre per i gozzi premiate le aziende Esposito Mare (Stanislao Esposito) di Torre del Greco e Cantieri Mimì (Domenico Senese) di Napoli, nella sezione rifiniture e tappezzeria Softmarine di Vincenzo Castagliola.

Alla serata di gala presenti anche la presidente della Mostra d’Oltremare, Donatella Chiodo che, unitamente al presidente Gennaro Amato (ANRC), organizzano il Nauticsud in corso sino al 18 febbraio.  Tra gli invitati anche i giornalisti Gianfranco Coppola (Rai) e Sergio Troise (Gruppo Caltagirone) che hanno ricevuto l’ANRC award per l’impegno giornalistico. Tra i premiati anche i campioni del mondo di motonautica in classe V1 2015 e recenti vincitori della medaglia di bronzo ai mondiali 2017, Rosario e Giuseppe Schiano del  RS87 Racing Team.

ANRC Award 2018 a Gamar (Carlo Gaeta) nella sezione accessoristica e per il ramo rivenditori a: Performance Mare gommoni (Salvatore Marinelli), Autosalone Italia barche (Salvatore Barra); Centro Nautico Marinelli (Vincenzo Marinelli) e Nautica Mediterranea Yachting motori (Ugo Lanzetta). Una torta di oltre 25 chilogrammi offerta da Ciro a Mergellina, ha salutato gli ospiti.

Da venerdì 16 al Nauticsud si torna con l’esposizione full time con orari dalle 10.30 alle 20.30. Mentre proprio nella prima serata del weekend si celebrerà il galà della 45.ma edizione del Nauticsud, al Teatro Mediterraneo, con una show condotto dalla giornalista Claudia Mercurio con protagonista Gigi Finizio. Durante la serata saranno consegnati i premi Nauticsud 2018 al miglior progetto tecnologico/innovativo, a quello ecosostenibile ed al miglior studio di progettazione del settore nautico.

Nel fine settimana al padiglione 10 (Caboto) si svolgeranno l’evento “E’ vela in Campania”, a cura del Comitato regionale FIV della V zona con la  presentazione dei calendari sportivi regionali  alla presenza dell’assessore Allo Sport e Patrimonio Comune di Napoli, Ciro Borriello.Mentre alle 15.30 si svolgerà il workshop “MARE, PORTO, RETROTERRA.  Un paradigma economico di crescita territoriale”, a cura dell’Università Federico II, nell’ambito del Master in Pianificazione e progettazione sostenibile delle aree portuali organizzato da arch. Giuseppe Schiattarella.

A chiudere il fitto calendario eventi, sabato 17 con inizio alle ore 9.30 al padiglione 10 la lezione congiunta agli studenti del Master ed agli alunni dell’Istituto Nautica Duca D’Aosta di Bagnoli, tenuta dai professori della Federico II dal titolo: “Master Pianificazione e progettazione sostenibili delle aree portuali”

Riunione del consiglio di Confitarma

ROMA – Il 14 febbraio a Roma, presieduto da Mario Mattioli, si è riunito il Consiglio della Confederazione Italiana Armatori che ha esaminato le principali problematiche del settore in trattazione a livello nazionale e internazionale. Per l’occasione è stato invitato a partecipare Mauro Coletta, Direttore generale del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti per la vigilanza sulle autorità portuali, le infrastrutture portuali ed il trasporto marittimo e per vie d’acqua interne.

Il Presidente Mattioli, ha illustrato le attività che sin dai primi giorni dell’anno hanno scandito il lavoro della Confederazione impegnata in numerosi incontri e riunioni.In proposito, ha ricordato che tutte le Commissioni confederali hanno già tenuto le loro prime riunioni, completando le nomine al loro interno e delineando le linee da seguire sulle varie tematiche di loro competenza. A fine gennaio poi, si è tenuta la riunione del Tavolo Tecnico ABI-Confitarma-Banche a cui hanno partecipato le principali banche attive nel comparto dello shipping, e a febbraio il Presidente Mattioli si è incontrato con Antonio Patuelli, Presidente dell’ABI.

In particolare, il Presidente Mattioli si è soffermato sugli esiti positivi derivanti dai colloqui con le principali imprese armatoriali italiane, associate e non, nel corso degli incontri tenutisi a Genova, Ravenna, Napoli e Roma. “In totale – ha affermato Mario Mattioli – ho avuto modo di confrontarmi con circa 50 armatori, condividendo con loro le attuali principali questioni.

Si è trattato di occasioni molto costruttive che mi hanno dato conferma della forte coesione all’interno dell’associazione, nella generale convinzione che l’unità è indispensabile affinché Confitarma possa proseguire con forza e autorevolezza nella sua costante azione a tutela degli interessi della categoria”.

Riguardo al nuovo scenario venutosi a creare a seguito della nascita di nuove realtà associative nel settore armatoriale, in considerazione soprattutto delle trattative con le Organizzazioni Sindacali avviate a fine gennaio per il rinnovo del CCNL dei marittimi, è emersa l’esigenza di dare priorità ai principi da sempre sostenuti da Confitarma che si basano sulla difesa delle imprese italiane, delle navi battenti bandiera nazionale e sull’occupazione italiana/comunitaria, in linea con gli orientamenti e le vigenti normative dell’Unione europea.

MARINA MILITARE: ALLA BRIGATA MARINA SAN MARCO IL PREMIO QUALITA’ DELLA VITA

TARANTO – Giovedì 15 febbraio 2018, alle ore 09.00 presso la “Ex Sala a Tracciare” dell’Arsenale Militare Marittimo di Taranto, il “Comitato per la Qualità della Vita”, presieduto dal Prof. Carmine Carlucci, consegnerà il premio Qualità della Vita 2017, giunto alla sua 33^ Edizione, alla Brigata Marina San Marco della Marina Militare. Il premio verrà consegnato alla Brigata Marina San Marco per “Le attività operative ed umanitarie svolte nei cento anni della sua istituzione”.

La cerimonia vedrà la partecipazione delle rappresentanze di numerosi Istituti scolastici di Taranto, di autorità civili, militari, tra cui l’Ammiraglio Comandante Marittimo Sud, ammiraglio di divisione Salvatore Vitiello.

Tra gli ospiti di eccezione il contrammiraglio (in congedo) Romano Sauro, nipote di Nazario Sauro, medaglia d’oro al valor militare della prima guerra mondiale, che illustrerà ai presenti il progetto “Sauro 100” che lo vede impegnato in un giro lungo le coste italiane con la sua imbarcazione a vela per promuovere le iniziative legate all’eroe della Grande Guerra sul mare.

Alla Cerimonia seguirà un Convegno di studi sulla Grande Guerra, dal titolo “Le gesta dei MAS e dei Fanti di Marina” volto a mantenere vivo il ricordo dell’importanza ricoperta dalla Regia Marina durante il primo conflitto mondiale.Tra i relatori, moderati dalla giornalista, Maristella Massari, il Comandante della Brigata Marina San Marco, contrammiraglio Cesare Bruno Petragnani, l’ammiraglio (in congedo) Claudio Confessore, il capitano di vascello (in congedo) Fabrizio Maltinti e il prof. Antonio Fornaro del comitato Qualità della Vita.

MARINA MILITARE: OPEN DAY DELLA SCUOLA NAVALE “FRANCESCO MOROSINI” DI VENEZIA

VENEZIA – La Scuola Navale Militare “Francesco MOROSINI” di Venezia apre le porte in previsione dell’imminente uscita del Bando di concorso per l’Anno Scolastico 2018/2019 per svelare le peculiarità dell’Istituto in piena attività e per permettere ai giovani e ai loro famigliari di conoscere la vita degli allievi. Le aperture si protrarranno per ben 3 fine settimana: il 17 e 18 febbraio, 24 e 25 marzo, 7 e 8 aprile.

Il MOROSINI è una Scuola d’istruzione di secondo grado dove si svolgono gli ultimi tre anni dei Licei Scientifico e Classico tradizionale il cui obiettivo è quello di istruire i giovani e suscitare in loro l’interesse alla vita sul mare orientandoli verso le attività ad esso connesso, integrando la preparazione con una formazione pre-universitaria di eccellenza che consenta ai frequentatori sbocchi professionali di prestigio, non esclusivamente indirizzati all’arruolamento nelle Forze Armate, ma anche all’impiego nel mondo civile.

Il percorso educativo e didattico richiede un’applicazione costante e determinata in tutte le attività che scandiscono il ritmo quotidiano della vita dell’Allievo, in cui correttezza, ordine e senso del dovere devono essere posti al servizio della collettività. Le lezioni scolastiche sono sviluppate secondo il piano di studi del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e l’intero Corpo docente è costituito da Insegnanti civili del MIUR. I frequentatori si confrontano nelle discipline marinaresche, quali vela, canoa, canottaggio, nuoto e voga veneta, e sportive in genere (atletica leggera, basket, pallavolo, calcio e palestra), tutte sviluppate all’interno dell’Istituto stesso che, con i suoi impianti, mezzi ed imbarcazioni, rappresenta un riferimento sportivo e addestrativo di assoluto livello.

Gli Allievi fanno parte delle rappresentative d’Istituto e partecipano ai Campionati Studenteschi ed a vari tornei extra – scolastici. All’interno dell’Istituto sono presenti sistemi multimediali rispondenti alle rinnovate esigenze didattiche attuali. Completano questo bagaglio di esperienze le attività formative ed addestrative invernali ed estive tra le quali: la settimana di ambientamento montano, la visita a Comandi ed Enti delle varie Forze Armate nonché le Campagne d’Istruzione navali estive sulle Navi Scuola della Marina Militare (“Nave Amerigo VESPUCCI” e “Nave PALINURO”) ed il modulo “Force Protection” presso la Brigata Marina San Marco di Brindisi. Tali attività rappresentano un momento di crescita personale ed un’occasione di conoscenza e contatto con diverse realtà militari per una scelta più consapevole al termine del percorso scolastico triennale.

Sempre più sono gli studenti che ogni anno decidono di avvicinarsi a questo avvincente percorso formativo ed educativo cimentandosi nel selettivo iter concorsuale su scala nazionale, che quest’anno consentirà l’ingresso a ben 70 Allievi, 52 per il Liceo scientifico e 18 per il Liceo classico. Un’avventura che comincia con la presentazione della domanda, ma che di fatto accompagna i ragazzi nel futuro e spalanca loro orizzonti lontani. Alcuni di loro culmineranno infatti il percorso formativo presso il Morosini scegliendo di concorrere per l’ammissione all’Accademia Navale di Livorno e diventare dei veri professionisti del mare. Oggi l’Accademia Navale conta tra i suoi frequentatori ben 70 allievi provenienti dalla prestigiosa Scuola Navale Militare, dei quali 17 hanno partecipato e vinto l’ultimo concorso di ammissione relativo al bando 2017-2018.

La Scuola Navale Militare “Francesco MOROSINI”, insieme all’Accademia Navale di Livorno ed alle Scuole Sottufficiali di Taranto e La Maddalena, appartiene al novero degli Istituti di formazione della Marina Militare. L’ingresso dei visitatori sarà consentito, in due gruppi separati, alle ore 09.30 ed alle ore 11.30, senza necessità di prenotazione.

Il pubblico premia la 45.ma edizione del Nauticsud

NAPOLI – Concluso il primo weekend al Nauticsud, la fiera internazionale della nautica in svolgimento alla Mostra d’Oltremare di Napoli sino a domenica 18 febbraio, e l’afflusso di visitatori indica che la 45.ma edizione del Salone gode di ottima salute. Gli organizzatori rivelano infatti che il pubblico nei primi due giorni di apertura, dei nove totali dell’esposizione, supera le 25mila presenze con una crescita rispetto allo scorso anno del 20%.

“Con soddisfazione possiamo dire di aver riportato il Nauticsud ai fasti di un tempo – afferma il presidente dell’ANRC Gennaro Amato, organizzatore con la Mostra d’Oltremare della fiera – a dimostrazione che il lavoro di questi ultimi anni è stato svolto nella giusta direzione. Napoli deve diventare, per la nautica, la capitale del diportismo sia a terra, con i suoi 50mila mq espositivi, che a mare con un salone che possa consentire le prove in acqua. La qualità delle aziende presenti in fiera alza l’asticella dell’offerta ed il pubblico intervenuto sino ad oggi ha apprezzato l’impegno organizzativo profuso”.

Da oggi sino a giovedì 15 febbraio cambiano gli orari di accesso al Nauticsud. L’esposizione nautica resterà aperta dalle 12.30 alle 19.00, mentre nel prossimo fine settimana si tornerà al full time 10.30/20.30. Apprezzamenti giungono dai visitatori per le proposte in esposizione, in particolare l’attenzione del pubblico è rivolta ai natanti  <10 mt. con gozzi e gommoni che la fanno da padrona.

Per il “fuori salone”, in vista della cena di gala dell’Associazione Nautica Regionale Campana, in programma martedì 13 al Circolo Posillipo, cresce l’attesa per conoscere i nomi dei vincitori degli ANRC Award 2018, i riconoscimenti destinati ai personaggi protagonisti della filiera del mare, sportivi e giornalisti.

Mentre al Nauticsud prende il via la sessione congressuale al padiglione 10 (Caboto) nella sala incontri che da mercoledì 14 proporrà il convegno dal titolo “Nuovo Codice Ucina e la fiscalità del mare”, a cura dell’ANRC, organizzato dal delegato Antonio Pane con relatore il responsabile delle relazioni esterne dell’Ucina Roberto Neglia, dedicato al nuovo codice nautico ed al sistema fiscale del mare (ore 15.30). Mentre il workshop “La Nautica ed il redditometro, a cura dell’Ordine dei Commercialisti di Napoli, presieduto da Vincenzo Moretta, illustrerà i nuovi parametri fiscali della nautica e i collegamenti dei diportisti con lo strumento del redditometro.

Radio e Televisione protagonisti al Nauticsud. Radio Marte trasmette in diretta tutti i giorni dall’esposizione nautica alla Mostra d’Oltremare con approfondimenti ed incipit sul mondo della nautica, mentre Canale 21 effettua servizi giornalistici e collegamenti in diretta per il VG21 dalla fiera. Orari Nauticsud: 10.30 – 20.30 (venerdì, sabato e domenica); 12.30 – 19.00 (lunedì – giovedì).Biglietti: a 10 euro, 6 euro scolaresche. Gratis ai bambini under 12 con accompagnatore pagante.

MARINA MILITARE: IL 13 FEBBRAIO LA FASE CONCLUSIVA DEL “20° CORSO DI MEDICINA DI COMBATTIMENTO”

MASSAFRA – Il 13 febbraio 2018 presso l’Area Addestrativa della Brigata Marina San Marco di Massafra, si terrà l’esercitazione di soccorso ed evacuazione feriti in scenario bellico, che conclude il Corso di Medicina di Combattimento di quest’anno svolto a favore del personale sanitario della Marina Militare.

Durante l’attività, al fine di poter mostrare l’expertise maturata dalla forza armata in tale contesto formativo, saranno presenti sul campo sia osservatori esterni delle sanità delle altre Forze Armate italiane ed estere sia rappresentanti del mondo clinico e universitario ed in particolare personalità di vertice del Corpo Sanitario dell’Esercito Italiano, del Corpo Militare della Croce Rossa, della 6^ Flotta della US NAVY, del Dipartimento di Protezione Civile e del Ministero della Salute.

Il Corso, giunto alla sua 20° edizione, è un importante momento formativo e addestrativo della durata di circa 3 settimane che viene svolto presso le strutture della Brigata Marina San Marco con, affiancati al personale sanitario della Marina Militare, frequentatori di altri dicasteri, nell’ottica di condivisione delle risorse e delle conoscenze.

I frequentatori affrontano un intenso periodo di preparazione durante il quale sono addestrati a conoscere ed utilizzare i dispositivi attualmente impiegati in teatri operativi complessi e caratterizzati da contesti ambientali difficili e potenzialmente ostili, per la gestione delle vie aeree, l’infusione di liquidi per via intraossea, il trattamento delle ferite e delle emorragie esterne con applicazione di medicazioni avanzate, emostatici o tourniquet, il trattamento dei traumi toracici aperti e delle ustioni, l’estrazione da un veicolo di un traumatizzato e l’immobilizzazione di fratture oltre che a realizzare l’evacuazione aerea medicalizzata (MEDEVAC) di militari feriti.

“L’esercitazione finale consente di valutare la preparazione acquisita dai partecipanti, in attività di soccorso ed evacuazione di feriti in uno scenario realistico di combattimento e in condizioni di stress psico-fisico, aspetti che rendono il Corso di Medicina di Combattimento unico nel suo genere nel panorama formativo italiano e, soprattutto, momento fondamentale per la preparazione professionale del personale sanitario della Marina Militare”, come dichiarato dall’ammiraglio ispettore, Mauro Barbierato, Capo del Corpo Sanitario della Marina Militare.

Alla fine del corso gli allievi acquisiscono le conoscenze e le capacità per effettuare, con un alto livello di autonomia, tutte le attività di soccorso a personale ferito/traumatizzato in un contesto operativo diversificato, ad alto rischio, facendo riferimento ai concetti del “Tactical Combat Casualty Care” e in aderenza alla dottrina medica nazionale e della NATO.

Partita da Taranto l’8 febbraio raggiungerà le altre Unità NATO a Cartagena

TARANTO – Giovedì 8 febbraio, la fregata Euro della Marina Militare, ha lasciato la Stazione Navale Mar Grande di Taranto, per partecipare all’Operazione Sea Guardian della NATO.

Nei prossimi giorni la nave raggiungerà il porto di Cartagena, in Spagna, per ricongiungersi al gruppo navale NATO. Nave Euro dopo una fase di integrazione e addestramento con le altre navi alleate, lascerà il porto spagnolo martedì 13 febbraio, per iniziare le operazioni di pattugliamento nel Mediterraneo centrale fino al 4 marzo prossimo.

Nata dopo il summit NATO di Varsavia del luglio 2016, l’operazione Sea Guardian  è una operazione altamente flessibile che è in grado di assolvere un ampio spettro di compiti nell’ambito della sicurezza marittima che includono la sorveglianza degli spazi marittimi di interesse (Maritime Situational Awareness) e il contrasto al terrorismo marittimo, assicurando nel contempo la formazione a favore delle forze di sicurezza dei paesi rivieraschi (Maritime Security Capacity-Building).

Oltre a queste attività, le forze navali assegnate all’operazione possono effettuare attività di interdizione marittima, di tutela della libertà di navigazione, di protezione delle infrastrutture marittime sensibili e il contrasto alla proliferazione delle armi di distruzione di massa.La fregata Euro, al comando del capitano di fregata Nicolò Pisani, ha un equipaggio di circa 190 uomini e donne, comprensivo di un team di sicurezza della Brigata Marina San Marco e di piloti e specialisti delle componenti  aeree della Marina.

Al via il 45° Nauticsud alla Mostra d’Oltremare di Napoli

NAPOLI – Inaugurata la 45.ma edizione del Nauticsud, la fiera internazionale della nautica, in programma sino a domenica 18 febbraio alla Mostra d’Oltremare di Napoli. La manifestazione, organizzata dalla Mostra in collaborazione con l’ANRC del presidente Amato, che vede presenti oltre 200 espositori con circa 800 barche esibite al pubblico, espone numerose novità per il segmento nautico e rappresenta oramai la fiera nautica a terra più grande d’Italia con i suoi 50mila metri quadri di esposizione.

Al tradizionale taglio del nastro hanno partecipato il presidente e il consigliere delegato dell’ente espositivo, Donatella Chiodo e Giuseppe Oliviero, con il presidente ANRC, Gennaro Amato, unitamente agli assessori alle Attività Produttive della Regione Campania, Amedeo Lepore del Comune di Napoli, Enrico Panini, oltre il questore di Napoli Antonio De Iesu ed anche il presidente della commissione attività produttive della Regione, Nicola Marrazzo.
Al Nauticsud 2018 molte le realtà produttive italiane note nel mondo, dal ritorno dell’azienda Imbarcazioni d’Italia nota come Apreamare che tra le novità presenta Gozzo 33 – un’imbarcazione planante di 11 metri (immatricolabile come natante <10 mt) – frutto di una visione di Cataldo Aprea, sviluppata dal progettista Brunello Acampora di Victory Design. Un progetto che reinterpreta magistralmente la tradizione ultra-centenaria del gozzo Sorrentino arricchendola di innovazione, prestazioni, comfort e tecnologia, pur mantenendo lo charme delle linee originali anche se riviste in chiave assolutamente contemporanea.

Un felice ritorno a Napoli anche per l’azienda toscana Azimut, primo gruppo privato al mondo nella nautica di lusso. Al Nauticsud il distributore romano Danimar  espone il nuovo AZIMUT 55  della linea FLY e l’ ATLANTIS 51 presentato in anteprima mondiale  di  Boat Show di Düsseldorf  a fine gennaio.

Tra le novità nel segmento ecologia: Coastal Boat che presenta, in collaborazione di Newtak in qualità di partner per l’engineering, in anteprima HEB (Hybrid Ecological Boat) che dà la possibilità di rendere la propria imbarcazione a propulsione ibrida, ovvero con alimentazione tradizionale ed a gas (gpl e metano) che consentirebbe di risparmiare più del 50% del carburante e di abbattere le emissioni inquinanti del 90%. Ed il progetto FRB (Foil Rubber Boat), che applica la tecnologia foil alle imbarcazioni a motore con un kit di appendice mobile brevettato che consente il sollevamento di imbarcazioni durante la navigazione su ali portanti (foil), retraibili in manovra e alla fonda, con un risparmio di carburante del 40 %.

Anteprima per Il Soleil 33 del cantiere campano Salpa, un maxi  gommone di dimensioni calibrate per consentire di ricavare una comoda cabina con due posti letto e un locale toilette separato, progettato da Alessandro Chessa (Akesdesign). Ma anche nel campo delle imbarcazioni senza patente, una nuova versione  della Salpa S 570 una barca fuoribordo che  si rivolge ad un vastissimo pubblico.

Sempre nel segmento gommoni spiccano quelli del cantiere Italmarine, in anteprima assoluta al Nauticsud, con il modello Positano 31. Un gommone della gamma dei sei modelli dell’azienda campana, arricchito di accurati dettagli e con grandi possibilità di personalizzazione. Corredato persino di tendaggio per campeggio nautico e di bagno sotto la consolle ad altezza uomo con un capiente serbatoio d’acqua, può essere dotato di due motori da 350Hp cad. e raggiungere la velocità di 41 nodi. Per i motori novità assoluta proposta da Nautica Mediterranea Yachting, concessionario Suzuki, con il DF350A Dual Prop System, la star dei motori fuoribordo della stagione 2018. Il design ricercato, le dimensioni compatte, la dotazione tecnologica insieme alla doppia elica con eliche controrotanti, ne fanno un motore unico con un sistema che può essere paragonato alla trazione integrale nelle auto.
Orari del Nauticsud: 10.30 – 20.30 (venerdì, sabato e domenica); 12.30 – 19.00 (lunedì – giovedì). Biglietto: a 10 euro, 6 euro scolaresche e gratuito per i bambini sino a 12 anni con accompagnatore pagante.

IL NAUTILUS Anno 12 N°3

BRINDISI - In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato alle crociere, a livello nazionale ed internazionale, con i nuovi dati di Risposte Turismo: dalla classifica dei porti italiani in base al numero di croceristi alle previsioni per il 2018 con i programmi dei porti già fissati con le grandi compagnie. Poi un focus di Stefano Carbonara sul cyber crimine applicato al mondo dello shopping con lo contromosse necessarie. Da Assologistica arrivano anche le indicazioni per il mondo dei porti e non solo, con tendenze e lacune da colmare. Ad Ancona, Napoli, Trieste, Venezia, Brindisi e Livorno sono dedicati tanti servizi sulle ultime notizie che giungono da questi scali dopo la riforma dei porti..
poseidone danese

© 2018 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab