SRM presenta il 7° Italian Maritime Economy Report: Giovedì 1° ottobre

il Convegno nell’ambito della Naples Shipping Week
SRM presenta il nuovo Italian Maritime Economy Report | Napoli, 1° ottobre 2020

Napoli - SRM (Centro Studi collegato al Gruppo Intesa Sanpaolo) presenterà il 1° ottobre il Settimo Rapporto Annuale “Italian Maritime Economy” che quest’anno analizza gli impatti della pandemia Covid-19 sui trasporti marittimi e la logistica, offrendo anche una visione strategica incentrata su intermodalità e sostenibilità, quali driver di resilienza agli shock economici e sanitari.

La presentazione si svolgerà in presenza, previa registrazione e fino ad esaurimento posti, presso la Stazione Marittima di Napoli dalle 11.30 alle 13.30 nell’ambito della Naples Shipping Week, di cui SRM è il Knowledge Partner. Sarà inoltre possibile seguire il convegno in modalità live streaming.

Apriranno i lavori: Giuseppe Nargi, Direttore Regionale Campania, Basilicata, Calabria e Puglia di Intesa Sanpaolo, e il Presidente di SRM, Paolo Scudieri, che ha dichiarato:

“Siamo lieti di presentare il nostro nuovo Rapporto sull’Economia dei trasporti marittimi e la logistica nell’ambito di una manifestazione internazionale come la Naples Shipping Week. Il Mezzogiorno viene posto al centro in un settore dove possiede asset che possono dare notevole impulso alla modernizzazione e allo sviluppo del Paese per superare questo momento difficile.

Il Rapporto è inoltre dedicato all’impatto del Covid-19 sul nostro sistema marittimo e analizza, anche attraverso l’uso di geomappe, quali possono essere i driver per la ripartenza. Illustreremo i nuovi modelli portuali e un focus sarà dedicato ai nuovi fenomeni che stanno caratterizzando il Mediterraneo anche in relazione a come i Paesi hanno reagito agli effetti della Pandemia”.

Di questi argomenti – dopo la presentazione del Rapporto a cura di Massimo Deandreis, Direttore Generale SRM, e Alessandro Panaro, Responsabile Maritime & Energy SRM – ne discuteranno: Andrea Angelino, CFO Country Italia Enel e AD Enel Logistics; Ferdinando Nelli Feroci, Presidente IAI – Istituto Affari Internazionali; Paolo Garonna, Segretario Generale FeBAF – Federazione Banche, Assicurazioni e Finanza; Mario Mattioli, Presidente Confitarma; e Daniele Rossi, Presidente Assoporti.

È previsto l’intervento in video del Presidente di Intesa Sanpaolo, Gian Maria Gros-Pietro.

ISCRIVITI ALL’EVENTO IN PRESENZA

REGISTRATI ALLO STREAMING

Waterfestival Viverone 2020: Oleg Bocca debutta in Formula 4

Il giovane talento del Rainbow Team, figlio dell’allenatore ed ex campione del mondo Fabrizio Bocca, inizia la sua corsa nella finale del Mondiale di Motonautica

Il Rainbow Team è lieto di annunciare il debutto di Oleg Bocca in Formula 4 al Waterfestival Viverone 2020. Alla sesta edizione della manifestazione sportiva organizzata per la seconda volta di fila proprio dal Rainbow Team Association asd – la scuderia di motonautica dell’ex campione mondiale di Motonautica F1 H20 nel 1992 Fabrizio Bocca che è anche presidente dell’associazione e allenatore delle leve giovanili – il figlio dell’allenatore di soli 17 anni raccoglie il testimone per iniziare la sua carriera tra i driver europei.

«Per me è un sogno che si realizza – dice Oleg Bocca – dopo anni di frenetica attesa e sei di preparazione. Sto usando tutte le mie capacità per rimanere calmo e lucido e devo dire di sentirmi molto compreso dalle persone che mi stanno vicine. Mi sento libero di impegnarmi in primis per dimostrare qualcosa a me stesso. E poi ho l’opportunità di portare alto il nome della mia famiglia. È un onore per me e un grandissimo impegno, soprattutto perché corro anche in Formula Junior. Ma mi sento pronto per entrambe le categorie, perché nella giovanile ormai ho la giusta dose di esperienza. Per l’altra c’è l’emozione del sogno che si realizza».

Oleg Bocca ha acquistato la barca con cui correrà nella finale del Mondiale di Formula 4 da un driver francese. È andato a provarla qualche weekend proprio in Francia insieme al papà Fabrizio che, con un po’ di sorpresa, ha subito riscontrato nel figlio il giusto talento per poter affrontare con fermezza e coraggio la competizione. «Non è facile – spiega l’ex campione –. Ci vuole sangue freddo e concentrazione. Non bisogna farsi sovrastare dalle emozioni e bisogna avere in mente solo l’obiettivo. Oleg ha tutte queste qualità e siamo fiduciosi per il suo debutto».

Dopo il successo dell’anno scorso del Gran Premio che tornava a sei anni di distanza dall’ultima edizione biellese, reso possibile dalla collaborazione con il Comune di Viverone, la Regione Piemonte, U.I.M. (Union International Motonautique) e FIM (Federazione Italiana Motonautica), il Waterfestival 2020 sarà un’occasione non solo per confermare la presenza del Rainbow Team a livello nazionale e internazionale, ma per riportare turismo e attenzione al territorio biellese utili per la rinascita post-Covid.
Sebbene tutto verrà organizzato secondo le norme anti virus, questo non vieterà di poter non solo assistere alle gare di uno sport che oggi, dopo i successi degli anni ’80, torna in auge, ma permetterà anche di partecipare alle varie iniziative collaterali create apposta per turisti e ospiti.

Come nel 2019, anche quest’anno ci saranno manifestazioni culturali e folkloristiche che permetteranno a turisti amanti della motonautica, e non solo, di godersi due giorni di relax immersi tra la tipica enogastronomia piemontese e le tradizioni del luogo. La promozione turistica del territorio sarà racchiusa nel nome di Discovery Viverone & Serra Morenica, l’insieme di eventi promozionali realizzato in collaborazione con il Comune di Viverone, La Regione Piemonte, i Comuni del Territorio e l’Agenzia di Sviluppo della Serra. Verranno organizzati eventi di intrattenimento turistico e sportivo con itinerari enogastronomici alla scoperta del territorio.

Vero protagonista del weekend sarà, però, lo sport con il Gran Premio di Motonautica. Memori dei grandi successi che vanno dal 2009 al 2019, le acque del Lago di Viverone si prestano a essere nuovamente terreno di sfida per i drivers impegnati nel Gran Premio di Motonautica per l’assegnazione del titolo Mondiale di Formula 4, del titolo Mondiale di Formula 350 che si disputeranno in prova unica con quattro brevi manches, e della tappa del Campionato Italiano Formula Junior Elite.

«Sarà un evento unico e importante per tutto il Nord d’Italia – dice Fabrizio Bocca –, perché finora è la prima gara confermata». Al Waterfestival di Viverone seguirà una a Baveno, sempre in Piemonte, il weekend successivo, mentre le precedenti a Brindisi e in Calabria per cui anche i ragazzi del Rainbow Team si stavano allenando sono state annullate. È un bel segno di rinascita che arriva proprio dalla regione piemontese, tra le più colpite a livello sanitario durante l’emergenza sanitaria.

«Per noi – continua il presidente Bocca – anche lo sport deve e può ripartire. In più il nostro lo fa con tutte le precauzioni per il Covid: il distanziamento in acqua tra gli atleti è garantito e ognuno di loro è isolato a bordo della propria imbarcazione. Anche sul paddock saranno garantite tutte le misure necessarie. Avremo con noi igienizzanti e mascherine. Gli ospiti, i parenti dei driver che verranno dall’estero e tutti i turisti saranno al sicuro, tutto come indicato nel nuovo protocollo sicurezza della Federazione Italiana Motonautica a seguito delle disposizioni nazionali del CONI. E in più ci divertiremo e porteremo turismo a un luogo che in questo periodo ha tanto patito la crisi portata dalla pandemia. Siamo orgogliosi e lieti che proprio la motonautica possa servire per risollevare il biellese».

Straordinario scenario, unico per bellezza e atmosfera, ideale per ospitare nel suo anfiteatro morenico piloti provenienti da tutto il mondo che si sfideranno in una competizione ricca di adrenalina e all’insegna del divertimento e dello spettacolo a massimi livelli. Anche per questa edizione, il Rainbow Team è onorato di essere stato designato direttamente dalla Federazione Italiana Motonautica F.I.M. come organizzatore ufficiale dell’evento.

Venerdì 2 ottobre dalle 11.30 alle 13.00, nell’ambito della Naples Shipping Week (28 settembre-3ottobre), si terrà una conferenza dal titolo: #GNL infrastructures & Logistics

Nel corso del dibattito saranno affrontati i seguenti temi:
Cosa succede nel Mediterraneo sul GNL?
Disponibilità dell’LNG in Italia a breve-medio termine
I progetti in corso per infrastrutture di approvvigionamento, stoccaggio e distribuzione GNL nei porti italiani
GNL: il futuro a medio termine del bunkeraggio e palestra per i vettori energetici non carbon-based
Certificazione di impianti e personale per l’operatività GNL in ambito portuale
Gli impianti a servizio del retroporto logistico.

Trattandosi di una tematica di strettissima attualità, l’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Meridionale ha chiesto e ottenuto dall’organizzazione dell’evento la possibilità di consentire la diffusione gratuita della conferenza, al fine di favorire un’ampia conoscenza di benefici e impatti del combustibile più ecologico attualmente in uso.

Gli Organi di informazione o i cittadini che volessero assistere alla conferenza possono accedere attraverso il link: https://www.nsweek.com/partecipa/

Pagina di dettaglio conferenza sul sito: https://www.nsweek.com/programma-pst2020/gnl-infrastructures-logistics/

Link al post sulla pagina Facebook di P&ST -https://www.facebook.com/portshippingtech/photos/a.302748056419528/3860681540626144/

La prima edizione del Salone Nautico di Bologna

MERCOLEDI’, 30 SETTEMBRE 2020 – ORE 11.00

Volvo Congress Center – Sala Italia

Piazza Costituzione 4/A Bologna

Mercoledì 30 settembre, alle ore 11.00 in sala Italia del Volvo Congress Center, sarà presentata la prima edizione del Salone Nautico di Bologna che si svolgerà nel capoluogo emiliano dal 17 al 25 ottobre p.v.

Le Istituzioni e gli organizzatori dell’evento, che accoglieranno i giornalisti, illustreranno i contenuti della prossima edizione del Salone dedicato alla filiera nautica ed in particolare alla produzione di imbarcazioni tra i 5 e 18 mt.

INTERVERRANNO:

Stefano Bonaccini – Presidente Regione Emilia Romagna

Claudio Mazzanti – Assessore alle Politiche per la mobilità Comune di Bologna

Gennaro Amato – Presidente SNIDI (Saloni Nautici Internazionali d’Italia)

Giampiero Calzolari – Presidente BolognaFiere

CORSO DI ISTRUZIONE TECNICA SUPERIORE (ITS) “TRASPORTI – LOGISTICA SUPPLY CHAIN MANAGEMENT”

ORGANIZZATO DA FONDAZIONE ITS MOBILITÀ SOSTENIBILE (BG) E ComoNExT – Innovation Hub LOMAZZO (CO): APERTE FINO AL 31 OTTOBRE LE ISCRIZIONI ALLA EDIZIONE 2020/21 DELL’INIZIATIVA

AL VIA IN QUESTI GIORNI, NONOSTANTE L’EMERGENZA OVID, ANCHE I TIROCINI AZIENDALI PER GLI STUDENTI DELLO SCORSO ANNO

LOMAZZO (CO)– Fino al 31 ottobre 2020 sono aperte le nuove iscrizioni al corso di Istruzione Tecnica Superiore (ITS) per la mobilità delle persone e delle merci Industria 4.0 – Trasporti Logistica e Supply Chain Management, partito a novembre 2019 grazie alla collaborazione tra Fondazione ITS Mobilità Sostenibile (BG) e l’Innovation Hub ComoNExT a Lomazzo (CO). Il corso, che si svolge tra Lomazzo (presso ComoNExT – Innovation Hub) e Cantù (presso la sede Enaip), è declinato su due annualità. Come nell’edizione precedente, il 40% circa della durata totale sarà impegnata in esperienze di tirocinio presso aziende leader, con possibilità di esperienze anche all’estero.

Inoltre, durante il percorso formativo è prevista la possibilità di un inserimento lavorativo attraverso contratti di apprendistato in alta formazione.

Il titolo di studio rilasciato al termine dell’offerta formativa è un “Diploma di Tecnico Superiore per la mobilità delle persone e delle merci” riconosciuto a livello europeo (V livello Quadro Europeo delle Qualifiche). Al corso sono ammessi al massimo 30 partecipanti fino a 29 anni ed in cerca di occupazione; per chi arriva da più lontano è possibile usufruire di una foresteria convenzionata Enaip Lodge (www.enaiplodge.it).

Il tecnico di Logistica e Supply chain management, così come viene formato nel Corso, è la figura che all’interno delle aziende di produzione e/o distribuzione si occupa della gestione degli spostamenti dei materiali dal ricevimento alla spedizione dei prodotti finiti

I ruoli che può occupare in azienda la figura formata alla fine del corso sono molteplici, tra cui:

Addetto ufficio Acquisti, gestione delle trattative di acquisto
Addetto ufficio Spedizioni
Addetto alla logistica, nello specifico gestione del magazzino e movimentazione delle merci
Addetto alla pianificazione e programmazione della produzione
Addetto alla gestione degli approvvigionamenti
Addetto all’implementazione dei sistemi informatizzati di un magazzino

Parallelamente, nonostante l’emergenza Covid, si apre la fase dei tirocini aziendali per i 17 studenti del corso. Come da programma, le esperienze nelle aziende proseguiranno fino a metà novembre. Si è, infatti, appena conclusa la sessione teorico-pratica (svoltasi in parte in presenza ed in parte in modalità a distanza a causa dell’emergenza sanitaria) delle 700 ore di lezione del primo anno.

“Nonostante le difficoltà economiche che un po’ tutti i settori stanno attraversando – ha dichiarato Stefano Soliano, Direttore Generale di ComoNExT – abbiamo constatato con soddisfazione che la risposta delle imprese interessate a formare i tirocinanti è stata maggiore di quanto ci aspettassimo. Ciò è segno di un duplice fenomeno: da una parte la solida rete costruita da Fondazione ITS negli anni e la percezione presso le aziende del territorio dello standard qualitativo elevato della formazione offerta agli studenti del corso ITS in logistica; dall’altra la consapevolezza diffusa che la fase del talent scouting sta diventando sempre più strategica per chi vuole competere nello scenario competitivo attuale. Ciò spiega come mai l’apertura delle imprese al mondo della scuola/formazione rimanga costante anche in una fase critica come quella che stiamo tutti vivendo”.

Giuseppe Longhi, Presidente della Fondazione ITS Mobilità Sostenibile (BG), dal canto suo ha voluto sottolineare che: “il Made in Italy richiede, come elemento distintivo e necessario, la salvaguardia della componente qualitativa delle lavorazioni e dell’organizzazione aziendale. In questo senso il terreno della logistica va assumendo un peso sempre maggiore per mantenere livelli dell’offerta adeguati alle richieste sempre più esigenti e personalizzate del cliente. Il fattore pandemia, nello stesso tempo, ha stressato ancora di più le performance della logistica in quasi tutti gli ambiti produttivi. Il corso svolto dalla Fondazione ITS di Bergamo assieme all’innovation hub ComoNExT si colloca a questo livello della filiera produttiva e intercetta la domanda di profili adeguatamente formati delle imprese del territorio”.

Le seguenti aziende, che ricoprono settori diversi, non solo logistica e trasporti ma anche manifatturiero come legno-arredo, metalmeccanico, e chimico, si sono mostrate interessate a dare spazio ai tirocinanti del Corso ITS:
BLM SPA

BOFFI SPA

CALONI TRASPORTI SRL

COLUMBUS S.R.L.

ELBO CONTROLLI SRL

FP TECHNOLOGY SRL

FUMAGALLI INDUSTRIA ALIMENTARI SPA

GRUBER LOGISTICS SPA

LECHLER SPA

MAPPY ITALIA SPA

MONIER S.R.L.

PLANZER TRASPORTI SRL

PORRO SPA

STANTE ECOTRANS SRL

T.M.L S.R.L. TRASPORTI MAGAZZINI E LOGISTICA

Marco Gradoni ed Ettore Cirillo, esordio sul podio nella classe olimpica

Nel Windsurfer Francesco Bianchi vince fra gli Juniores, Edoardo Journo e Dario Saveriano “sfiorano” il podio nello skiff 29er.
Esordio sul podio per Marco Gradoni ed Ettore Cirillo ai Campionati Italiani Classi Olimpiche di vela che si sono chiusi domenica a Follonica. L’equipaggio del Tognazzi Marine Village con al timone il pluricampione del mondo nella classe Optimist ha esordito nella classe olimpica 470 portando a casa un bronzo assoluto ed un oro per la categoria Under 24. Un risultato che conferma le capacità dell’equipaggio romano che ha iniziato il suo percorso in vista dei Giochi Olimpici di Parigi 2024.

“E’ stato un campionato impegnativo – ha detto l’atleta del Tognazzi Marine Village, Marco Gradoni – abbiamo avuto le prime due giornate con vento sostenuto che non ci ha certo aiutato, ma non ci ha neanche scoraggiato. Abbiamo dato il massimo fino alla fine e le arie leggere delle ultime giornate ci hanno permesso di raggiungere il terzo gradino del podio assoluto e di vincere l’oro nella categoria Under 24”. Vittoria assoluta per l’equipaggio formato da Giacomo Ferrari e Giulio Calabrò con cui il team del circolo velico romano si è preparato all’appuntamento a cinque cerchi: “Con Giacomo e Giulio abbiamo uno splendido rapporto, è anche grazie ai loro suggerimenti che siamo riusciti a mettere a punto la barca e a perfezionare le manovre sul 470. Hanno meritatamente conquistato il titolo italiano e saremo loro grandi sostenitori a Tokyo 2020” ha aggiunto Ettore Cirillo.

La Toscana è stato anche il campo di regata che ha segnato il successo in ambito giovanile dell’atleta del Tognazzi Marine Village, Francesco Bianchi, che nei giorni scorsi ha partecipato al Campionato Italiano della tavola a vela Windsurfer, con in acqua vecchie e nuove glorie del windsurf azzurro. I velisti hanno dovuto affrontare diverse prove: la long distance, con oltre 140 concorrenti, ha visto dominare l’ex atleta azzurra Flavia Tartaglini, mentre il giovane Francesco Bianchi ha chiuso ottavo e primo posto fra gli equipaggi Juniores. Un risultato che gli è valso anche la prima posizione Juniores nella classifica generale della manifestazione.

I risultati degli atleti del Tognazzi Marine Village sono arrivati anche dalla classe 29er che, negli stessi giorni del campionato di Follonica, ha disputato a Napoli una tappa del circuito nazionale. Edoardo Journo e Dario Saveriano hanno chiuso le regate partenopee in quarta posizione, per pochi punti fuori dal podio. “Abbiamo fatto le regate sempre nei primi dieci” ha commentato Edoardo, 17 anni, studente del quarto anno del Liceo scientifico internazionale cinese del Convitto Nazionale Vittorio Emanuele II . La sua esperienza sullo skiff nasce da lontano: “Ho iniziato a meno di sei anni sull’O’Pen Bic e il passaggio al doppio 29er per me è stato quasi naturale” ha detto Edoardo.

Alle manovre di prua c’è Dario Saveriano, 16 anni che, dopo periodo di lockdown, ha ripreso a dedicarsi alla preparazione fisica con allenamenti in bicicletta e di corsa: “Il ruolo del prodiere richiede un intenso impegno fisico, pertanto una adeguata preparazione fa la differenza! Dopo un inizio un po’ incerto siamo riusciti a recuperare posizioni, sino a chiudere quarti. Ora il nostro obiettivo è il Campionato Italiano in programma a ottobre”.

Francesco Bianchi in regata nel Windsurfer e la coppia Journo-Saveriano nel 29er. Sotto il podio della classe 470 ai Campionati Italiani con Gradoni-Cirillo in terza posizione.

Roma per 2: match race verso Lipari tra Libertine e Nuova

Roma-Giraglia a 60 miglia da Riva guida Palinuro
Un lungo match race tra Libertine e Nuova sta caratterizzando l’avvicinamento a Lipari.

Loli Fast passa per prima la Giraglia ma poi cede il passo a Palinuro e Guardamago


Riva di Traiano -  Si fa sempre più serrata alla Roma per 2 la lotta per conquistare il primato e passare per primi a Lipari tra Nuova e Libertine. Nuova, OT 40 di Sergio Mazzoli e Andrea Donato ha dovuto, nelle ultime miglia, cedere il passo a Libertine, Comet 45S di Marco Paolucci e Lorenzo Zichichi dopo un lungo match race che, si suppone, continuerà almeno fino a Lipari.

Diciamo che entrambi sono in testa, perché tutto potrebbe essere ribaltato in pochi minuti. Al terzo posto, invece, Triple9 di Andrea Gancia e Sito Aviles, i quali devono ora guardarsi dai ritorni prepotenti di Amapola II, Sun Odissey 49 di Gherardo e Mattia Maviglia,  e di Uma Fast, SunFast 3200 di Francesco Mengucci e Stefano Greco.

A nord, “nell’altra regata”, ovvero la Roma-Giraglia, gli equipaggi hanno passato ieri sera la Giraglia e si stanno velocemente dirigendo verso Riva di Traiano. Alla Giraglia è passato per primo Loli Fast, SunFast 3600 di Davide Paioletti e Giovanni Bonzio, alle 20:52, seguito da Guardamago II, Italia Yacht 11.98 di Massimo Romeo Piparo alle 21:04  (in equipaggio) e da Palinuro, J99 di Gianluca Lamaro (in equipaggio) alle 21:06.

La discesa verso Riva di Traiano sta raccontando però tutta un’altra storia, con le scelte tattiche dei partecipanti che si rivelano decisive. L’Elba è stata lasciata da tutti a sinistra ma poi, su Pianosa e Montecristo le flotta si è divisa ed ancora si sta dividendo.
All 17:30 al comando c’è Palinuro,  seguito da Guardamago II e da Cygnus,  First 36.7 della Marina Militare con a bordo i “ministi” Andrea Pendibene e Giovanna Valsecchi. Ma qui la situazione è talmente variabile che in queste ultime 60 miglia può accadere di tutto.

CIRCOLO DELLA VELA BARI: ALESSIO MUCIACCIA PRIMO NELLA SECONDA TAPPA DEL CIRCUITO MELGES 14

Altro ottimo risultato arriva per il Circolo della Vela Bari con Alessio Muciaccia primo classificato in categoria Gold nella seconda tappa del circuito italiano di classe Melges 14. Una barca moderna e veloce, con una classe in crescita esponenziale, che era stata inserita nella short list per i prossimi Giochi Olimpici. L’atleta biancorosso, unico pugliese in gara, ha affrontato un campo di regata con poca aria, peraltro instabile, e pioggia insieme ad altri 15 equipaggi provenienti dal resto d’Italia restando saldo nelle posizioni di testa in tutte e tre le prove portate a termine sulle sei previste e conquistando così il gradino più alto del podio. Alle sue spalle, al secondo posto, il giovanissimo Leopoldo Sirolli, seguito al terzo posto da Guido Sirolli.

Foto: Zerogradinord


Progetto Black Dolphin Scuola di vela e sport del mare dei Campi Flegrei

Waterfestival Viverone 2020: l’elenco dei driver di Formula Junior Elite

Tra i piloti presenti alla Manifestazione Sportiva di Motonautica Nazionale e Internazionale del lago biellese anche i più piccoli. Sei sono leve del Rainbow Team

Il Watefestival di Viverone è sempre più vicino. È tutto pronto per la sesta edizione della manifestazione sportiva che per la seconda volta di fila viene organizzata dal Rainbow Team Association asd, la scuderia di motonautica dell’ex campione mondiale di Motonautica F1 H20 nel 1992 Fabrizio Bocca, presidente dell’associazione e allenatore delle leve giovanili.

Dopo il successo dell’anno scorso del Gran Premio che tornava a sei anni di distanza dall’ultima edizione biellese, reso possibile dalla collaborazione con il Comune di Viverone, la Regione Piemonte, U.I.M. (Union International Motonautique) e FIM (Federazione Italiana Motonautica), il Waterfestival 2020 sarà un’occasione non solo per confermare la presenza del Rainbow Team a livello nazionale e internazionale, ma per riportare turismo e attenzione al territorio biellese utili per la rinascita post-Covid.

Sebbene tutto verrà organizzato secondo le norme anti virus, questo non vieterà di poter non solo assistere alle gare di uno sport che oggi, dopo i successi degli anni ’80, torna in auge, ma permetterà anche di partecipare alle varie iniziative collaterali create apposta per turisti e ospiti.

Vero protagonista del weekend sarà, però, lo sport con il Gran Premio di Motonautica. Memori dei grandi successi che vanno dal 2009 al 2019, le acque del Lago di Viverone si prestano a essere nuovamente terreno di sfida per i drivers impegnati nel Gran Premio di Motonautica per l’assegnazione del titolo Mondiale di Formula 4, del titolo Mondiale di Formula 350 che si disputeranno in prova unica con quattro brevi manches, e della tappa del Campionato Italiano Formula Junior Elite.

Di seguito l’elenco complete dei driver di Formula Junior Elite di cui ben sei sono leve del Rainbow Team: il terzo posto del Campionato Italiano 2019, Oleg Bocca, figlio dell’allenatore e campione del mondo Fabrizio, Ettore Bo, Giulio Rimondotto, Giovanni Merlo, Federico Temporin e Clement Kalondero.

Ettore Bo – RAINBOW TEAM ASS. ASD
Oleg Bocca – RAINBOW TEAM ASS. ASD
Christian Spatola – A.S.D. POLISPORTIVA ARGO
Biagio Capuano – A.S.D. AMMUINA
Federico Oldanini – C&B RACING TEAM A.S.D.
Anja Regonelli – SSD CLUB NAUTICO GABBIANE
Mauro Cavalloni – SSD CLUB NAUTICO GABBIANE
Leonardo Pascali – YACHT CLUB COMO MILA CVC
Andrea Cavalloni – SSD CLUB NAUT.GABBIANE
Guglielmo Martinelli SSD CLUB NAUTICO GABBIANE
Stefano Garofalo – MARECAMP
Alberto Pistorio – MARECAMP
Antonio Carannante – ASD OLIMPIA MONTE DI PROCIDA
Clement Kalondero – RAINBOW TEAM ASS. ASD
Antonio Friscuolo – A.S.D. ONDA
Stefano Genova – A.S.D. MISENUM
Giuseppe Carannante – ASD OLIMPIA MONTE DI PROCIDA
Mattia Andreani – SSD CLUB NAUTICO GABBIANE
Michele Ferrara – SSD CLUB NAUTICO GABBIANE
Giulio Rimondotto – RAINBOW TEAM ASS. ASD
Federico Temporin – RAINBOW TEAM ASS. ASD
Giovanni Merlo – RAINBOW TEAM ASS. ASD
Antonio D’Angelo – CAST SUB ROMA 2000 ASD

Come nel 2019, anche quest’anno ci saranno manifestazioni culturali e folkloristiche che permetteranno a turisti amanti della motonautica, e non solo, di godersi due giorni di relax immersi tra la tipica enogastronomia piemontese e le tradizioni del luogo. La promozione turistica del territorio sarà racchiusa nel nome di Discovery Viverone & Serra Morenica, l’insieme di eventi promozionali realizzato in collaborazione con il Comune di Viverone, La Regione Piemonte, i Comuni del Territorio e l’Agenzia di Sviluppo della Serra. Verranno organizzati eventi di intrattenimento turistico e sportivo con itinerari enogastronomici alla scoperta del territorio.

«Sarà un evento unico e importante per tutto il Nord d’Italia – dice Fabrizio Bocca –, perché finora è la prima gara confermata». Al Waterfestival di Viverone seguirà una a Baveno, sempre in Piemonte, il weekend successivo, mentre le precedenti a Brindisi e in Calabria per cui anche i ragazzi del Rainbow Team si stavano allenando sono state annullate. È un bel segno di rinascita che arriva proprio dalla regione piemontese, tra le più colpite a livello sanitario durante l’emergenza sanitaria.

«Per noi – continua il presidente Bocca – anche lo sport deve e può ripartire. In più il nostro lo fa con tutte le precauzioni per il Covid: il distanziamento in acqua tra gli atleti è garantito e ognuno di loro è isolato a bordo della propria imbarcazione. Anche sul paddock saranno garantite tutte le misure necessarie. Avremo con noi igienizzanti e mascherine. Gli ospiti, i parenti dei driver che verranno dall’estero e tutti i turisti saranno al sicuro, tutto come indicato nel nuovo protocollo sicurezza della Federazione Italiana Motonautica a seguito delle disposizioni nazionali del CONI. E in più ci divertiremo e porteremo turismo a un luogo che in questo periodo ha tanto patito la crisi portata dalla pandemia. Siamo orgogliosi e lieti che proprio la motonautica possa servire per risollevare il biellese».

Straordinario scenario, unico per bellezza e atmosfera, ideale per ospitare nel suo anfiteatro morenico piloti provenienti da tutto il mondo che si sfideranno in una competizione ricca di adrenalina e all’insegna del divertimento e dello spettacolo a massimi livelli. Anche per questa edizione, il Rainbow Team è onorato di essere stato designato direttamente dalla Federazione Italiana Motonautica F.I.M. come organizzatore ufficiale dell’evento.

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone danese

© 2020 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab