peyrani

La Rete FVG Marinas Network: 19 Marina nel Friuli Venezia Giulia

TRIESTE – La Rete FVG Marinas Network, costituita a giugno 2016, comprende i 19 principali Marina della regione Friuli Venezia Giulia ed è in grado di offrire al diportista circa 7000 posti barca dai 6 ai 100 metri di lunghezza, in un ambiente estremamente vario, meta turistica d’eccellenza: dalle rinomate spiagge, alla suggestiva costa a strapiombo, alle lagune navigabili, tutto arricchito da un’offerta culturale ed eno-gastronomica d’eccellenza, senza scordare la dimensione sportiva.

La stagione 2017 si annuncia carica di eventi, con i massimi campionati di vela agonistica organizzati in Regione –il Campionato Italiano ORC dal 20 al 24 giugno presso il Marina Hannibal e il Campionato Mondiale ORC dal 30 giugno all’8 luglio presso Porto San Rocco- ma anche di interessanti iniziative di svago all’interno dei Marina della Rete.

Lo standard qualitativo dei 19 Marina membri della Rete è estremamente elevato, ben sei sono Marina Resort secondo l’impegnativa legge regionale, molti hanno servizi cantieristici d’eccellenza, utilizzati anche da alcuni cantieri navali italiani e stranieri come centroassistenza.

I servizi al diportista sono adeguati ad uno standard che fa della ricerca dell’eccellenza un punto irrinunciabile: a disposizione degli ospiti lavanderie e servizi igienici, sale relax, bar, ristoranti -alcuni segnalati nelle principali guide gastronomiche- piscine, palestre, hotels o appartamenti sia all’interno che nelle immediate vicinanze, in Marina di diverse dimensioni, attrezzati per accogliere al meglio la clientela, con facilitazioni per gli alaggi e vari e comodi ormeggi, adatti sia per grandi yacht che per piccole imbarcazioni.

A garantire ulteriormente la qualità per chi sceglie gli ormeggi e i servizi dei Marina della Rete, sono arrivati anche quest’anno i prestigiosi riconoscimenti della Bandiera Blu F.E.E., che in Friuli Venezia Giulia ha visto premiare oltre alle spiagge, anche numerosi approdi turistici: il Marina Hannibal di Monfalcone, Dry Marina Aprilia Marittima 2000 e Marina Punta Gabbiani ad Aprilia Marittima, Marina Sant’Andrea a San Giorgio di Nogaro, Darsena Porto Vecchio, Marina Uno, Marina Punta Verde e Marina Punta Faro a Lignano Sabbiadoro.

“A Lignano Sabbiadoro e nel suo comprensorio c’è la più alta concentrazione di Bandiere Blu F.E.E. del mondo: 7 alle marine e 1 alla spiaggia! Siamo molto soddisfatti di questo riconoscimento arrivato anche ad Aprilia Marittima, Monfalcone e San Giorgio di Nogaro” Dichiara Giorgio Ardito, uno degli amministratori della Rete FVG Marinas “La qualità dell’acqua, il risparmio energetico, le politiche ambientali, la gamma e il livello dei servizi resi ai diportisti e ai bagnanti sono alcuni dei parametri utilizzati dalla F.E.E. per l’assegnazione di questo vessillo. Siamo fieri di dire che la qualità, l’impegno e la sensibilità ambientale sono una priorità per la nostra Rete, che perseguiamo con attenzione e rispetto per il cliente”.

Portare la propria imbarcazione in uno dei Marina della Rete, permette di scoprire un territorio di grande fascino, dalle foci del Tagliamento a Muggia:
- Lignano Sabbiadoro, Aprilia Marittima e fiume Stella: Porto Turistico Marina Uno, Marina Punta Faro, Marina Punta Gabbiani, Marina Punta Verde, Darsena Porto Vecchio, Dry Marina Aprilia Marittima 2000, Marina Stella;
- San Giorgio di Nogaro e laguna di Marano: Portomaran, Marina Sant’Andrea, Cantieri Marina San Giorgio, Marina Planais;
- Grado: Darsena San Marco, Marina Primero, Porto San Vito;
- Monfalcone: Marina Hannibal e Marina Lepanto;
- Trieste e costa triestina: Marina Portopiccolo, Porto San Rocco, Marina San Giusto.

Protocollo d’intesa per un salone d’eccellenza al Versilia Yachting Rendez-vous a Viareggio

VIAREGGIO – È stato siglato questa mattina il protocollo d’intesa di tre anni tra Regione Toscana, Comune di Viareggio e Distretto Tecnologico per la Nautica e la Portualità per la realizzazione di un salone d’eccellenza. Ammonta a 400mila euro, invece, il supporto da parte di Regione Toscana dedicato alla prima edizione del Versilia Yachting Rendez-vous, il nuovo appuntamento internazionale dedicato alla nautica dell’alto di gamma, in scena a Viareggio da oggi fino a domenica.

L’annuncio è stato dato oggi dal presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, nel corso della cerimonia di inaugurazione dell’esposizione nautica. “Abbiamo firmato un’intesa triennale con il Comune di Viareggio per far diventare questa fiera la prima al mondo – ha dichiarato Rossi. Mi auguro che il Versilia Yachting Rendez-vous aiuti soprattutto il settore produttivo e turistico territoriale. Ringrazio infine gli organizzatori che hanno pensato e realizzato questa manifestazione in così poco tempo”.

Grande soddisfazione per l’accordo raggiunto anche da parte del sindaco di Viareggio, Giorgio Del Ghingaro. “Un protocollo triennale fondamentale per la nostra città e per la nostra industria – ha dichiarato il primo cittadino a margine del taglio del nastro – oggi inauguriamo una manifestazione importantissima per Viareggio e soprattutto per l’artigianalità che ci appartiene e che ci lega alla nautica d’eccellenza. Per realizzare un’imbarcazione occorrono settanta diverse professionalità, tra artigiani e piccoli imprenditori, tutte espresse nella darsena viareggina”.

Anche per Lamberto Tacoli, presidente di Nautica Italiana, il Versilia Yachting Rendez-Vous rappresenta la vetrina ideale per dare la giusta importanza a un settore produttivo strategico per l’intero Paese. “Nonostante anni di crisi e di carenza legislativa nel comparto nautico siamo ancora leader mondiali sulla produzione di imbarcazioni sopra i 24 metri, sulla gommonautica e sull’accessoristica. La nautica ha oggi quindicimila addetti diretti che diventano oltre centomila se contiamo anche l’occupazione indiretta. L’Italia deve diventare sempre più attrattiva per la tante imbarcazioni che vogliono avvicinarsi alle nostre coste e il Versilia Yachting Rendez-vous rappresenta la giusta occasione di rilancio”.

“Questa mattina – ha dichiarato Vincenzo Poerio, presidente del Distretto Tecnologico della Nautica e della Portualità – abbiamo firmato un protocollo con Regione Toscana e Comune di Viareggio che apre una fase decisamente interessante per il distretto nautico di Viareggio e dell’intero comparto in Toscana. I segnali positivi di ripresa della produzione, abbinati ad un progetto di lungo respiro internazionale, permettono ad un settore fondamentale per questa regione di proseguire sulla strada imboccata, grazie anche a questo evento dedicato alla nautica d’eccellenza”.

Assonat: assemblea a Cala Galera

CALA GALERA – Venerdì 5 maggio 2017, presso il Marina Cala Galera, si è tenuta l’Assemblea dell’Assonat – Associazione Nazionale Approdi e Porti Turistici di Confcommercio – Confturismo, che ha visto la partecipazione di numerosi associati provenienti da diverse Regioni d’Italia.La seduta si è aperta con i saluti del Presidente del Marina Dott. Cesare d’Amico, che ha ringraziato l’Associazione per aver accettato l’invito e per la sua attività a sostegno della categoria. A seguire è stato consegnato un riconoscimento per l’impegno profuso in questi anni al Vice Presidente Arch. Gianfranco Sigismondi.

Per il rinnovo delle cariche sociali è stato confermato per acclamazione Presidente l’Avv. Luciano Serra per il triennio 2017-2020 e quali Consiglieri sono stati eletti Daniele Cossu, Michela Fucile, Antonello Gadau, Andrea Marozza, Eugenio Michelino, Giacomo Pileri, Bruno Santori e Angelo Siclari.

“La fiducia dimostrata con questa riconferma – ha commentato Serra – è uno stimolo ulteriore per proseguire il lavoro di squadra che vede il nuovo Consiglio all’insegna della continuità, a dimostrazione della forza e del dinamismo dell’Associazione.

La linea principale che perseguiremo sarà da un lato quella del dialogo e della più ampia collaborazione con le istituzioni per sostenere quelle azioni necessarie su importanza e valore delle concessioni demaniali ad uso di diporto nautico delle quali i marina sono un elemento rilevante per la “crescita” del settore dell’economia del mare, che, come dimostrato anche con la stabilizzazione dell’IVA al 10% per i “Marina Resort”, offre importanti ricadute in termini di valore aggiunto (occupazione e turismo) e dall’altro di continuare quel percorso di valorizzazione dell’attività della portualità turistica in tutte le sue componenti di filiera, dalla qualità dei servizi alla sicurezza alla professionalità e al rispetto dell’ambiente”.

Porto Lotti al Versilia Yachting Rendez Vous

LA SPEZIA – E’ uno dei pochi porti italiani capace di offrire ormeggio e servizi adeguati a superyacht fra i 60 e gli 80 metri di lunghezza, otre a un posto transito che ospita unità fino a 180 metri; questa rinnovata condizione di Porto Lotti è la conseguenza del completamento della nuova banchina che proietta il porto ligure nel gotha delle marine più importanti del mediterraneo.

Concluso da poco alla Spezia, il Porto Lotti Superyachts Captains’ Day, un importante meeting a tema metereologico che ha riunito 50 fra comandanti e addetti ai lavori, arriva la partecipazione al Versilia Yachting Rendez Vous nel padiglione delle marine della liguria.

Porto Lotti, membro fin dagli inizi di Nautica Italiana, ha intrapreso una importante attività di marketing a livello internazionale per promuovere la nuova disponibilità di ormeggi attraverso una stretta collaborazione con primarie società che operano nel booking e nella vendita di posti barca, oltre ad attività di servizi e gestione imbarcazioni charter.

Marina Cala de’ Medici: vincitrice del bando per una colonnina intelligente

ROSIGNANO – Presentati stamani al Comune di Rosignano Marittimo i 3 progetti vincitoriIl Porto turistico di Rosignano Marina Cala de’ Medici è fra le aziende che hanno presentato progetti di insediamento produttivo a Rosignano Marittimo, nell’ambito del bando regionale sui Protocolli di insediamento, e che hanno ottenuto il finanziamento per l’intero importo richiesto.

Presentato stamani in conferenza stampa, presso la sede del Castello del Comune di Rosignano Marittimo, il suo progetto, assieme a quelli delle altre aziende vincitrici, alla presenza del Sindaco di Rosignano Marittimo Alessandro Franchi, dell’Assessora al lavoro e formazione professionale della Regione Toscana Cristina Grieco, del Consigliere per il lavoro del Presidente della Regione Toscana Gianfranco Simoncini ed ai rappresentanti delle imprese.

«Marina Cala de’ Medici si è imbarcata in questo progetto di rilancio industriale perché i nostri Soci chiedono di avere il maggior servizio ad un costo sostenibile – ha affermato l’AD e Direttore portuale di Cala de’ Medici Matteo Italo Ratti – La nostra è una società che si trova a dover rispondere a queste esigenze in un contesto che è comunque quello territoriale. La linea che abbiamo scelto è quella di qualificare Marina Cala de’ Medici non come un semplice “posteggio” di imbarcazioni, ma come un Marina Resort».«Il progetto fa parte di un percorso più ampio – ha puntualizzato Ratti – riteniamo sia imprescindibile esser precisi nel capire quali sono i costi davvero sostenibili. Ciò che dobbiamo fare è rendere più smart il Porto.

Per noi metterci in gioco in un progetto industriale significa parteciparvi con la nostra esperienza nella gestione di una struttura portuale, creando un prodotto che risponda ad esigenze concrete, che possa nascere da qui, ma anche essere duplicato ed allargato, mediante un protocollo, arrivando fino ai produttori di imbarcazioni, per poi, in un futuro non troppo lontano, essere esportato all’estero. L’obiettivo è quello di creare un’interconnessione diretta in primis fra Porto e utente, ma non solo, anche fra utente e imbarcazione», ha concluso l’AD e Direttore portuale del Marina.

«Caen, Cala de’ Medici e Net7 si sono unite per realizzare un progetto che parte da un dato – ha affermato Pietro Angelini, coordinatore del Distretto Nautica Toscana e Direttore di Navigo – la nautica sta ripartendo. Perché Cala de’ Medici? Perché Cala de’ Medici ha dato inizio ad un’operazione importante: il Marina come un hotel di lusso, il che prevede una expertise importante. L’obiettivo è il Porto 4.0. Rosignano e Cala de’ Medici diventano così una culla sperimentale non solo toscana, ma italiana, attraverso la realizzazione di un prodotto vero che potremo internazionalizzare», ha concluso Angelini.

Marina Cala de’ Medici hub di ricerca della comunicazione 2.0

ROSIGNANO – Il 5 maggio, a partire dalle ore 10.30, presso la sala “Mistral” del Porto turistico di Rosignano Marina Cala de’ Medici, si terrà un incontro aperto alla cittadinanza e a tutti gli operatori del settore ricettivo dal titolo “Territorio e futuro: la riscoperta della narrazione”, sul tema del come adeguare le tecniche di narrazione per promuovere la bellezza del nostro territorio e rilanciare il turismo sfruttando i moderni mezzi di comunicazione e gli ambienti digitali che oramai fanno sempre più parte della nostra vita. Il Porto diventa così hub di ricerca della comunicazione 2.0 e punto di incontro per tutti quegli operatori del settore ricettivo interessati ad approcciarsi, o ad approfondire, l’utilizzo del marketing e del web marketing per promuovere le proprie attività.

«Cala de’ Medici, da sempre, punta ad essere una porta aperta sul territorio – commenta la Direzione Portuale – siamo felici di ospitare quest’incontro e speriamo in una folta partecipazione, dal momento che riteniamo che il sistema dell’accoglienza e le infrastrutture debbano per forza di cose “stare al passo coi tempi” per poter essere competitive. La Toscana, in generale, e la nostra costa e l’entroterra possiedono indubbiamente delle bellezze e potenzialità che pochi altri territori hanno la fortuna di possedere, ma non dobbiamo mai dimenticare l’importanza di comunicare in maniera efficace e attraverso i linguaggi e i canali giusti, quelli del futuro, ciò che abbiamo», conclude la Direzione.

Sono queste alcune delle tematiche che verranno trattate nel corso dell’incontro, in cui verrà, inoltre, presentato il libro di Emilio Casalini “Rifondata sulla bellezza”, recente riedizione cartacea del fortunato omonimo e-book. A dare il benvenuto ai partecipanti e ad aprire l’incontro sarà l’AD e Direttore Portuale del Cala de’ Medici Matteo Italo Ratti. Interverranno, oltre all’autore – fotogiornalista RAI, collaboratore di “Report” e del “Corsera”, vincitore, nel 2012, del premio giornalistico televisivo “Ilaria Alpi” con il reportage “Spazzatour” – Giuseppe Mondì, il più seguito fotografo su Instagram del momento, appassionato di temi legati al territorio, Sabrina Busato, Presidente delle Federazione Europea Itinerari Storici Culturali e Turistici, Stefania Pigoni, Food blogger toscana e membro del Direttivo Associazione Italiana Food Blogger, e Paolo Franchini, uno dei fondatori di “Outdoor Sports Festival”. Moderatore Marco Maltinti, pianista, fotografo, che da sempre per passione si occupa di web marketing e comunicazione e che, in questi ultimi anni, si è dedicato al marketing territoriale.

Questo, nelle intenzioni della Direzione Portuale, sarà soltanto il primo incontro in cui gli operatori del settore avranno l’opportunità di venire in contatto con aziende ed esperti di marketing 2.0. L’incontro è patrocinato, fra gli altri, da Confindustria Livorno e Massa Carrara.

Questo il programma dell’incontro nel dettaglio:10:30 Benvenuto – Apre l’incontro l’AD e Direttore Portuale di Marina Cala de’ Medici Matteo Italio Ratti; 10:45 Apertura del confronto“L‘accoglienza” come base per la valorizzazione di un territorio“Il prodotto turistico” tra storia, cultura, sport, colline e mare“La narrazione e la condivisione” come dobbiamo raccontare il nostro territorio? “Terrotorio, esperienza turistica e social network” quali strumenti usare e come; 12:30 Chiusura del confronto e saluti.

Marina Cala de’ Medici presente dall’11 al 14 maggio al Versilia Yachting Rendez-vous

ROSIGNANO – Il Porto turistico di Rosignano Marina Cala de’ Medici è fra i primi Marina Toscani ad aderire al Versilia Yachting Rendez-vous, il nuovo appuntamento internazionale dedicato alla nautica dell’alto di gamma (www.versiliayachtingrendezvous.it) che si svolgerà dall’11 al 14 maggio intorno alle darsene di Viareggio. Organizzatori della kermesse, che nasce con l’intento di valorizzare le potenzialità dell’industria nautica d’eccellenza, Fiera Milano in collaborazione con il Distretto Tecnologico per la Nautica e la Portualità Toscana, e Nautica Italiana, partner strategico.

Hanno dato il loro supporto il Comune di Viareggio e la Regione Toscana, enti che considerano l’evento espositivo cruciale per il territorio e in grado di valorizzare il meglio della produzione cantieristica di eccellenza.

A fianco alle imbarcazioni in acqua, il percorso espositivo si svilupperà in tre aree tematiche, dedicate a selezionati operatori legati alla grande nautica: “Tender&Toys” ospiterà produttori di tender tecnolgici e altre soluzioni “leisure” per i grandi yacht;; nel “Superyacht Marina” si presenteranno i porti turistici che offrono strutture e servizi di qualità espressamente dedicati alle unità di grandi dimensioni; “Superyacht Equipment and Component” riunirà in modo innovativo e inedito una selezione di produttori di accessori e componenti dedicati ai super yacht.

Protagonista la filiera della grande nautica, con oltre 60 marchi internazionali presenti. Fra questi, Marina Cala de’ Medici, proprio in virtù della qualità delle strutture e servizi espressamente dedicati anche alle unità di grandi dimensioni. «In quanto Marina Resort a 5 stelle, è per noi da subito stata imprescindibile la partecipazione con un nostro stand al salone – afferma Matteo Italo Ratti, AD e Direttore Portuale di Cala de’ Medici – come membro del Comitato di Presidenza di Nautica Italiana, che ha ideato e fortemente voluto questo evento, sono stato infatti fra i sostenitori di un salone toscano che riunisse gli operatori del made in Italy di eccellenza, essendo la Toscana in primis una location d’eccellenza».

Parte integrante del Versilia Yachting Rendez-vous saranno gli eventi, programmati sia all’interno che all’esterno della manifestazione, con l’obiettivo di contaminare il territorio. Ognuna delle quattro giornate svilupperà un tema dominante: il design (giovedì 11 maggio), l’eccellenza gastronomica (venerdì 12 maggio), l’arte (sabato 13 maggio) e la moda (domenica 14 maggio). Nella costruzione del programma degli eventi è coinvolta Fondazione Altagamma, che rappresenta l’alta industria culturale e creativa del Paese e a cui Nautica Italiana è affiliata.Questa prima edizione sarà visitabile dal giovedì al sabato dalle ore 11 alle ore 21,30 e domenica dalle ore 11 alle ore 18.

Marina Cala de’ Medici: eseguito test di trazione su anelli di ormeggio

ROSIGNANO – Marina Cala de’ Medici ha di recente sottoposto gli anelli di ormeggio a test di trazione. Il Porto si conferma così laboratorio innovativo e tecnologico, non limitandosi a utilizzare materiali e oggetti, ma preoccupandosi di verificarne qualità e prestazioni.

«Negli anni i materiali sono soggetti a usura e rientra, quindi, nella normalità prevedere un loro ripristino – commenta la Direzione portuale – Per quanto riguarda le attrezzature di ormeggio, gli anelli sono una delle parti più soggette a usura. Per la loro sostituzione è quindi fondamentale utilizzare materiali di ottima qualità, prevedere lavorazioni di costruzione a regola d’arte e far verificare il prodotto finito con test di laboratorio.

Nel caso specifico, i componenti, cioè gli anelli, sono stati affidati a un laboratorio di verifica e certificazione che ha eseguito delle prove di trazione superiori alle 14 tonnellate», conclude la Direzione.

Il materiale per la realizzazione degli anelli è arrivato dalla Germania attraverso un grossista ed importatore toscano. L’anello modello è stato realizzato da un fabbro, che si è occupato della calandratura, cioè di piegare la barra dritta ad anello, e da una carpenteria inox, che si è occupata di completare la costruzione dell’anello, agganciandovi il perno avvitato, cioè la parte a vite che entra nel basamento.Pronto l’anello modello, è stato contattato il laboratorio di certificazione.

Per la prova di trazione, l’anello è stato inserito in una macchina che simula la trazione: è presente un blocco, che costituisce il basamento della macchina, in cui viene inserito il perno avvitato dell’anello; all’estremità opposta viene inserito un grillo o golfare. La macchina ha poi dei pistoni che si allungano e che sviluppano una trazione, che in questo caso specifico è arrivata fino a 140 KN (kilonewton). Eseguito il test, il laboratorio ha rilasciato a Marina Cala de’ Medici un verbale.

Porto Lotti Superyachts Captains’ Day

LA SPEZIA – Sono 32 i Comandanti di superyacht che hanno preso parte, a Porto Lotti, al Captains’ Day, di mercoledì 5 aprile. Una giornata intensa di full immersion, nelle problematiche delle previsioni meteo-marine, sapientemente illustrate da Gianfranco Meggiorin e dal suo staff di Navimeteo.

Partner della giornata anche Telemar, che ha contribuito al collegamento satellitare con il mega yacht SOKAR, in navigazione nello Stretto di Messina, per la consegna “via etere” del “Porto Lotti Superyachts Captains’ Award” al suo Comandante Fabio Boccardi, introdotto ai presenti da Gino Battaglia, Presidente Italian Yacht Master.I comandanti hanno poi visitato la nuova darsena superyacht, da poco realizzata, destinata a unità fra i 60 e gli 80 metri di lunghezza, le cui caratteristiche sono state illustrate da Pier Mario Capurro, managing director e Carlo Agliardi, commercial advisor di Porto Lotti.

Oltre ai Comandanti, presenti molte personalità del settore, come lo staff al gran completo di Camper&Nicholsons, Bureau Veritas Italia, Berth for Yacht, DTY Yacht Transport, Penisola Petroleum Monaco, Sanlorenzo, per un totale di oltre 50 presenze.
Grande soddisfazione generale culminata in un momento conviviale, a metà giornata, sulla spettacolare terrazza del piano ristorante, a bordo piscina e vista mare, in occasione del lunch.

Foto: Greta Ferrari

Porto Marina Cala de’ Medici: tavola rotonda sull’integrazione porto-territorio

VIAREGGIO – Si è tenuta stamani, presso il Porto turistico di Rosignano Marina Cala de’ Medici, la tavola rotonda alla presenza dell’Assessore regionale al Turismo e attività produttive Stefano Ciuoffo che ha avuto come temi cardine l’integrazione Porto-territorio e il prossimo salone di Viareggio, il Versilia Yachting Rendez-vous, che si terrà dall’11 al 14 maggio, ma da cui sono emersi anche la necessità di attrarre investimenti, la problematica dei contenziosi sulle imposte e il delicato tema della sicurezza/controllo in ambito della diportistica.

Presenti alla discussione, oltre all’AD e Direttore di Cala de’ Medici Matteo Italo Ratti, anche Pietro Angelini, coordinatore del Distretto Nautica Toscana e Direttore di Navigo, e gli Assessori del Comune di Rosignano Marittimo Margherita Pia e Licia Montagnani.

Subito emersa dal confronto la necessità, nonché la richiesta, di aprire dei tavoli di confronto nell’ambito della nautica capaci di dare risposta concrete e far chiarezza su questioni rilevanti che incidono profondamente sulle strutture portuali. «All’interno di Cala de’ Medici, lavorano di media all’incirca 100 persone, un indotto importante, una vera e propria azienda del turismo nautico, che ha bisogno di riposte concrete per poter essere competitiva – ha affermato Matteo Italo Ratti – Da questo punto di vista, invece, purtroppo, il Governo in alcuni casi ha scelto di non scegliere, non fornendo una linea interpretativa concreta e unica agli operatori del settore su tematiche di carattere fiscale».

Pietro Angelini ha esordito ringraziando l’Assessore Ciuoffo per l’attenzione che presta al settore della nautica ed, entrando nel tema dell’evento di Viareggio, ha sostenuto che «si è deciso di fare una scommessa, cioè quella di organizzare già nel 2017 un salone». «Nel VYR – ha aggiunto – il target che ci interessa intercettare è quello degli armatori, anche se ci vorranno degli anni per poter essere considerati veramente un’alternativa a saloni come quello di Monaco. Il gioco è vendere la barca nel Mediterraneo: costruirla qui, venderla qui e ormeggiarla nel Porto di domani».

«Il territorio, in questo contesto – ha continuato Angelini – è fondamentale, poiché i clienti internazionali oltre ad acquistare la barca, “comprano” il Mediterraneo. La nostra idea è quella di trovare dei contenuti per agganciarli, innanzitutto con l’innovazione tecnologica e la sostenibilità. Come regione Toscana – ha concluso – fondamentale è tenere uniti tutti i soggetti della filiera della nautica».Angelini e Ratti hanno poi sottolineato l’importanza di Cala de’ Medici in quanto hub super tecnologica e super innovativa, citando il progetto delle boe e colonnine intelligenti, in cui sono partner.

In merito al progetto, Ratti ha messo in evidenza come «dando la possibilità alle imbarcazioni di ormeggiarsi ad una boa nella baia, si creerebbe un mercato alternativo parallelo a quello di chi preferisce ormeggiarsi all’interno del Porto. Altro aspetto da non trascurare – ha aggiunto Ratti – è quello della sicurezza. Avere colonnine intelligenti, ci darebbe, infatti, la possibilità di un controllo da remoto».Altro tema affrontato nel corso della discussione, in connessione con le recenti visite dell’Assessore Ciuoffo a Seoul e di Angelini in Corea del Sud, è stato quello dell’internazionalizzazione, cioè la necessità di essere noi ad andare all’estero a portare le tecnologie, perché siamo in grado di farlo e, in questo modo, non corriamo il rischio di essere semplicemente “acquistati”.

L’Assessore Ciuoffo ha messo poi in evidenza come sia fondamentale rendersi conto che «la nautica che fa sistema può essere la nostra grande forza». «Raccontiamo la nostra storia, il nostro territorio – ha proseguito – Qui non abbiamo che tracce della promozione del mare e della nautica che non sia quella degli stabilimenti balneari. Noi non abbiamo mai pensato alla promozione dei charter, dei diving, delle attività marine».

È in questo contesto che gli Assessori Pia e Montagnani sono intervenuti, ponendo l’accento l’Assessore Pia, dal punto di vista delle politiche di programmazione del territorio, sul fatto che quando è stato creato il Distretto il primo problema che è stato posto nelle riunioni d’impianto è stato proprio quello del legame col territorio. Da questo punto di vista, l’Assessore Pia ha sottolineato come occorra, intanto, valorizzare i tavoli di lavoro e discussione già presenti, come il Distretto. L’Assessore Montagnani, dal canto suo, ha messo in evidenza il suo impegno dal punto di vista del turismo nel diffondere e nel comunicare ciò che di bello c’è sul nostro territorio. Territorio di cui il Porto è un elemento fondamentale.

L’Assessore Ciuoffo ha, infine, affermato come «dovremmo valorizzare tutte le occasioni di lavoro che il mare offre, promuovendo investimenti e coinvolgendo le aziende locali». Su questo ha concordato anche Pietro Angelini, secondo cui «il mare è una risorsa e, se abbiamo una mente aperta, più trasversale, capiamo che sono molteplici le realtà della nautica che si possono e, anzi, si devono mettere in connessione».

L’AD e Direttore di Marina Cala de’ Medici Matteo Ratti ha, infine, concluso affermando la necessità, per tutti i soggetti coinvolti nella filiera della nautica e del turismo di «sedersi ad un tavolo con dei temi comuni».

IL NAUTILUS Anno 12 N°1

BRINDISI - In questo numero lo speciale è destinato alle crociere con i dati di Rsiposte Turismo e le previsioni per il 2017 di un settore ormai fondamentale per l’economia del Paese. Ma anche le importanti novità sulla safety portuale e sui regolamenti dell’Unione Europea sui servizi portali e la trasparenza finanziaria dei porti. Poi i porti di Napoli. Ancona, Trieste, Piombino e Olbia con gli investimenti e le nuove infrastrutture previste nei diversi scali italiani.
www.brindisi-corfu.it telebrindisi.tv poseidone danese

© 2017 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab