READY STEADY TOKYO, PRIMO GIORNO DI REGATE DEL TEST EVENT OLIMPICO A ENOSHIMA

BENE I NACRA 17 ITALIANI, TITA/BANTI SONO PRIMI E BISSARO/FRASCARI QUINTI

BUON INIZIO ANCHE PER MATTIA CAMBONI/RS:X, TERZO

 

Sono iniziate oggi in Giappone, nella futura sede olimpica per la vela di Enoshima, le regate del Test Event Ready Steady Tokyo. Il programma si è svolto regolarmente, con tutte le classi in acqua seppur con condizioni di vento sostenuto e onda formata, dovute alla coda del tifone sommate ai venti sinottici, oggi quindi vento tra i 16-18 nodi dai quadranti meridionali.

Le condizioni hanno avuto come spiacevole effetto che le due prodiere dei Nacra 17 italiani, Caterina Banti e Maelle Frascari (entrambe CC Aniene), sono state messe parecchio alla prova fisicamente e sono piuttosto doloranti, avranno bisogno di una lunga sessione con il fisioterapista della squadra, il palermitano Luciano Marchese. Il vero evento spiacevole arriva dagli RS:X femminili, dove il problema alla spalla di Flavia Tartaglini (SV Guardia di Finanza) si è aggravato a tal punto da costringerla a ritirarsi dalla seconda prova, dopo un quarto posto nella prima. L’atleta romana si ritira quindi ufficialmente dalla regata di Enoshima e rientrerà domani stesso in Italia e sono già in programma ecografia e visite  al CONI per recuperare la forma fisica in previsione del Mondiale di classe che avrà luogo tra un mese.

Nonostante gli acciacchi alle prodiere, sono partiti bene i Nacra 17 italiani. Ruggero Tita e Caterina Banti (SV Guardia di Finanza/CC Aniene) sono primi con due primi ed un terzo posto che scartano, e Vittorio Bissaro e Maelle Frascari (GS Fiamme Azzurre/CC Aniene) sono quinti dopo tre prove (2, 10, 6). Tra i due equipaggi azzurri troviamo in seconda posizione i tedeschi Paul Kohlhoff e Alica Stuhlemmer, i britannici Ben Saxton e Nicola Boniface terzi, e gli argentini campioni olimpici a Rio, Santiago Lange e Cecilia Carranza Saroli in quarta posizione.

Parte bene anche Mattia Camboni (GS Fiamme Azzurre) negli RS:X maschili: è terzo con due terzi posti ed un ottavo, che scarta. Daniele Benedetti (GS Guardia di Finanza) è dodicesimo con 8, 18 e 13. Davanti a Camboni sul podio provvisorio, il francese Thomas Goyard è primo seguito dal britannico Tom Squires.

Negli RS:X femminili Marta Maggetti (SV Guardia di Finanza) è ottava con i parziali di 10, 15 e 5. Da domani sarà lei l’unica rappresentante italiana nelle tavole a vela femminili a causa del ritiro di Flavia Tartaglini. Il podio virtuale dopo tre prove è composto dalla cinese Lu Yunxlu con la polacca Maja Dziarnowska seconda, e la britannica Emma Wilson terza.

I due equipaggi azzurri del 470, Giacomo Ferrari e Giulio Calabrò (Marina Militare) e Benedetta Di Salle e Alessandra Dubbini (Marina Militare/SV Guardia di Finanza), sono entrambi dodicesimi nelle rispettive classifiche provvisorie. I ragazzi registrano oggi un 18 ed un 5, mentre le ragazze chiudono con 11 e 10. I podi provvisori del doppio olimpico sono occupati dalle giapponesi Ai Yoshida e Miho Yoshioka, seguite dalle polacche Agnieszka Skrzypulec e Jolanta Ogar e dalle britanniche Edith McIntyre e Hannah Mills, nelle ragazze, e dagli spagnoli Jordi Xammar e Nicolas Rodriguez con gli australiani Matthew Belcher e Will Ryan e gli svedesi Anton Dahlberg e Fredrik Bergsrom, nei ragazzi.

Le due laseriste italiane, Silvia Zennaro (SV Guardia di Finanza) e Carolina Albano (RYCC Savoia), sono rispettivamente 19esima e 23esima nella classifica dei Radial. La Zennaro registra un 26 ed un 16, la Albano non è mai troppo distante con un 27 ed un 21 di giornata. A condurre la classifica provvisoria dopo due prove, troviamo l’ungherese Maria Erdi, seguita dall’olandese Marit Bouwmeester, oro a Rio e argento a Londra, e dalla danese Anne-Marie Rindom.

Le regate continuano domani nella baia di Hayama con partenza alle 12 per la maggior parte delle dieci classi olimpiche, fatta eccezione per tavole e skiff maschili che partiranno alle 14, ora locale (ITA +7).

Per seguire l’evento, il sito ufficiale è:
https://tokyo2020.org/en/special/readysteadytokyo/sailing/

Brindisi-E’ iniziato il conto alla rovescia. Dal 23 al 25 agosto sul Lungomare Regina Margherita torna l’Adriatic Cup

I presidenti di UIM e FIM, Chiulli e Iaconianni, sottolineano l’importanza di Brindisi nel circuito mondiale

“Quello che fate a  Brindisi è straordinario, è straordinaria l’organizzazione della tappa. Per la motonautica internazionale Brindisi è una tappa molto importante e non è casuale che le sia stata assegnata una prova del campionato del mondo di F2. Un plauso va agli organizzatori, in primis a Giuseppe Danese, ed un ringraziamento alla Federazione Italiana Motonautica che da sempre è molto vicina alla città di Brindisi”.

Sono le parole del Presidente della UIM, l’Unione National Motonautique, Raffele Chiulli, nei giorni che precedono lo svolgimento della tappa pugliese del Campionato Mondiale di F2, che torna a  Brindisi dopo due anni di stop per volere della Federazione Italiana Motonautica, appuntamento che si terrà dal 23 al 25 agosto sul Lungomare Regina Margherita, nell’ambito dell’Adriatic Cup organizzata dal Circolo Nautico Porta d’Oriente.

“La UIM ha la sede a Montecarlo ed è supportata dal governo monegasco, dal Principe Alberto, quindi puntiamo in qualche modo alle eccellenze in tutto quello che facciamo- ha spiegato Chiulli- l’Italia è una delle nostre Federazioni Nazionali ed è uno dei nostri fiori all’occhiello nel senso che la cantieristica italiana è di eccellenza, ci sono team e piloti che sono assolutamente il top e, dal punto di vista personale, ho un senso di stima e rispetto nei confronti della Federazione Italiana ed in particolare nei confronti del suo Presidente”.

Il Presidente Chiulli ha sottolineato che nell’ ultimo periodo grande attenzione è stata posta nei confronti dei temi ambientali:
“In questi anni è cresciuta l’attenzione nei confronti degli sport motonautici perché le istituzioni che,  a livello internazionale, si occupano della motonautica hanno fatto degli sforzi concreti, visibili e tangibili soprattutto dal punto di vista della tutela dell’ambiente e della sostenibilità ambientale.

I giovani che si sono avvicinati a  queste discipline hanno compreso l’importanza del rispetto delle regole e dei competitor, dell’ambiente e della sicurezza e questo credo che sia un elemento essenziale perché lo sport, in questo caso quello motonautico, possa essere un veicolo di promozione, sviluppo e crescita dei valori non solo abbinabili al mondo dello sport ma più in generale alla società civile”.

Colui che storicamente, insieme  Giuseppe Danese, ha puntato su Brindisi è Vincenzo Iaconianni, Presidente della FIM, che in occasione dell’Adriatic Cup sarà in città.

“La Federazione Italiana Motonautica voleva un format all’altezza di Brindisi, la F2 ma per l’accavallarsi  di una serie di date internazionali, abbiamo dovuto posticipare tutto a fine agosto, dopo le competizioni che si sono svolte in Norvegia e Portogallo. Alla fine sarà valsa la pena attendere perché quello di F2 è uno dei campionati più importanti nel panorama internazionale con una media di 25 barche e con piloti provenienti da diversi Paesi.

Nell’ambito del circuito questa categoria, a mio parere, è più importante della F1 che attualmente presenta gravissimi limiti tecnici dal punto di vista dell’impatto ambientale. La F1 in questo momento ha una motorizzazione talmente obsoleta ed inquinante da renderla impresentabile sul territorio nazionale italiano. La F2, invece, ha un motore molto più moderno ed attento all’impatto ambientale”.

“Nel futuro- ha anticipato Iaconianni-  ci sono altri progetti per Brindisi che ospiterà il Festival della Super Boat, la nuova categoria inventata dall’Italia che sta avendo una rilevanza internazionale, molto di più di quanto potessimo immaginare. Questo successo è dovuto al fatto che è un’imbarcazione moderna, tecnologica, sicura e con un impatto ambientale inesistente.

E’ la prima vera barca costruita facendo attenzione, dal punto di vista della motorizzazione, all’ambiente. Nel 2020  Brindisi ci sarà la Super Boat, vi anticipo questa novità. E sarà un grandissimo evento sia dal punto di vista dello spettacolo che per le caratteristiche dell’imbarcazione. Quest’anno non è stato possibile centrare l’obiettivo per ragioni tecniche”.

READY STEADY TOKYO, DOMANI INIZIANO LE REGATE DEL TEST EVENT OLIMPICO A ENOSHIMA

Tutto pronto ad Enoshima per Ready Steady Tokyo, il test event ufficiale dei Giochi Olimpici 2020 di Tokyo. Dopo Rio 2016, la vela torna ad avere una sede distaccata, come a Weymouth per Londra 2012, Qingdao per Pechino 2008 e altre edizioni prima di queste. Per Tokyo 2020 sarà Enoshima, una piccola isola a circa 50 km a sud di Tokyo, raggiungibile dall’isola principale giapponese da un ponte.
Qui ci sarà la base logistico-organizzativa delle regate olimpiche tra meno di un anno, e proprio qui domani inizieranno le regate della prova generale dei Giochi 2020 per la vela, mentre a Tokyo, nelle sedi ufficiali, ci saranno i test event di quasi tutti gli sport olimpici.

Ready Steady Tokyo è il nome ufficiale del test event, molto utile sia ad atleti, allenatori e comitati nazionali, che agli organizzatori stessi, per valutare strutture, logistica e sicurezza delle diverse sedi olimpiche – per alcuni sport sarà ammesso anche il pubblico, per testare anche quell’aspetto.

Domani, sabato 17 agosto alle 12 partiranno le prove delle prime classi, Nacra 17, 49er, 470 maschili, Finn e Laser, ed alle 15,30 l’ultima classe, l’RS:X femminile. L’ordine di partenza verrà poi modificato per i giorni successivi, fino mercoledì 21 agosto e giovedì 22, quando cinque delle dieci classi saranno impegnate nelle medal race: prima quelle ‘veloci’ (Nacra 17, 49er, FX, RS:X maschile e femminile) e a seguire quelle ‘lente’ (Laser, Laser Radial, Finn, 470 maschile e femminile).

Le previsioni meteo per la compagine italiana ad Enoshima sono realizzata dal meteoman spagnolo Miguel Sanchez Cuenca, uno dei migliori a livello internazionale, che dal 2017 lavora in esclusiva per le attività olimpiche con la FIV studiando la baia di Hayama nei vari periodi dell’anno per arrivare preparati ai Giochi tra 12 mesi.

“Domani per la prima giornata ci aspettiamo vento sui 12-18 nodi da sud-ovest – dichiara Sanchez Cuenca – legato al tifone tropicale che ha colpito le coste est del Giappone in questi giorni. Nei giorni successivi dovrebbe girare più a sud per la tipica termica della zona, che, con il vento da nord-est, è uno degli scenari probabili anche per agosto 2020, anche se quest’anno ancora non si è verificato.”

In generale sembra che si regaterà in regime di alta pressione pacifica, il che significa venti dai quadranti meridionali con interazioni tra brezza e sinottico e l’onda caratterizza fortemente il piano d’acqua. Le cose poi si complicano nel caso del passaggio di un tifone, possibilità da considerarsi parte della normalità estiva, e lo scenario varia notevolmente a seconda di intensità e percorso del ciclone tropicale. Per i dati raccolti sinora, le probabilità di avere condizioni cicloniche nei giorni delle regate Olimpiche sono rilevanti.

La squadra italiana sarà rappresentata da uno o due equipaggi per classe:

Doppio Maschile 470 M
Giacomo Ferrari e Giulio Calabrò (Marina Militare)
Doppio Femminile 470 F
Benedetta Di Salle e Alessandra Dubbini (Marina Militare/SV Guardia di Finanza)
Catamarano Misto Nacra 17 foiling
Ruggero Tita e Caterina Banti (SV Guardia di Finanza/CC Aniene)
Vittorio Bissaro e Maelle Frascari (GS Fiamme Azzurre/CC Aniene)
Windsurf Maschile RS:X M
Mattia Camboni (GS Fiamme Azzurre)
Daniele Benedetti (SV Guardia di Finanza)
Windsurf Femminile RS:X F
Flavia Tartaglini (SV Guardia di Finanza)
Marta Maggetti (SV Guardia di Finanza)
Singolo Femminile Laser Radial
Carolina Albano (RYCC Savoia)
Silvia Zennaro (SV Guardia di Finanza)

Gli atleti sono pronti ed in forma, solo un piccolo infortunio al piede di Caterina Banti, avvenuto proprio nei giorni scorsi in Giappone, e il riacutizzarsi di un problema alla spalla che sta affliggendo Flavia Tartaglini da qualche settimana, fanno preoccupare il Direttore Tecnico Michele Marschesini, ad Enoshima con il Presidente della FIV Francesco Ettorre.

Per seguire l’evento, il sito ufficiale è:
https://tokyo2020.org/en/special/readysteadytokyo/sailing/

Terza giornata per i Youth Match Racing World Championship in Russia

Poco vento a Ekaterinburg in Russia per la terza giornata del Mondiale Giovanile Match Racing, attualmente il comitato di regata è riuscito a concludere il primo round robin e parte del secondo con una classifica che vede gli australiani dello skipper Tom Grimes in testa alla classifica con 13 vittorie su 14, in seconda posizione i danesi dello skipper Jeppe Borch (8/12) e in terza i neozelandesi con Nick Egnot-Joohnson al timone (11/14), il team italiano dello skipper Rocco Attili (CV 3V) occupa attualmente la settima posizione con 6 vittorie su 12 prove disputate.

Oggi il comitato di regata ha anticipato il programma con la prima partenza alle 9,30 ora locale.
Domani ultimo giorno di match race con la cerimonia di premiazione prevista per le 17 ora locale.

ELBA: IL CIRCOLO DELLA VELA MARCIANA MARINA FESTEGGIA LA PATRONA S.CHIARA

Marciana Marina– Anche quest’anno il Circolo della Vela Marciana Marina ha festeggiato la patrona cittadina con il Trofeo S. Chiara regata riservata alle derive.

In una giornata particolarmente calda il vento ha stentato distendersi sullo specchio di mare antistante il porto dove era posizionato il campo di regata ma, seppur con un vento leggerissimo è stato possibile disputare una prova per una flotta di una ventina di imbarcazioni fra cui gli equipaggi della squadra agonistica giovanile locale locale.

Gli equipaggi portacolori CVMM hanno conquistato la prima posizione nelle classi L’equipe categoria Under 12 con l’equipaggio composto da Albert Ribeiro e Ana Carolina Allori che hanno preceduto sulla linea d’arrivo Zion Mattei e Riccardo Coppo; nella classe 420 con Lorenzo Paolini ed Eva Gipponi e nella classe Libera con Giulia Costanzo/Eva Paolini (L’Equipe Evo) davanti a William Gazzera (Laser Radial) e Matteo Peria/Alessio Caldarera (29er) rispettivamente al secondo e terzo posto.

Nelle altre classi i migliori sono stati il riese Cristian Mititelu (C.V.E.) nella classe Optimist categoria Cadetti; Caterina Castelli (Y.C.P.A.) nella classe Optimist categoria Juniores; Francesco Castelli (Y.C.P.A.) nella classe Laser 4.7; Andrea Ceredi/Chiara Friggi/Guidara Greta/Guidara Guido/Elisabetta Innamorati (LNI Portoferraio) nella classe Trident.

Con il Trofeo S. Chiara si chiude la prima parte della stagione agonistica delle squadra CVMM che nel mese di luglio ha conquistato la vittoria nel Campionato Elbano disputatosi a Marina di Campo con la nuova formula a squadre con le imbarcazioni della classe Trident. Sempre a luglio i ragazzi della squadra hanno partecipato al Campionato Zonale a Passignano sul Trasimeno valido come selezione per i Campionati Italiani Giovanili Campionati “Classi in doppio” che si svolgeranno a Bari dal 5 al 9 settembre prossimi.

Nella seconda parte del mese di agosto i ragazzi della squadra agonistica CVMM completeranno gli allenamenti in vista dell’importante appuntamento tricolore in Puglia.

RS500 Worlds – Iacopo e Federico Roncuzzi secondi overall e primi Under23

Concluso sul Lago Lipno in Repubblica Ceca il Mondiale della classe RS500 con la vittoria degli inglesi Peter e James Curtis

In seconda posizione e primi nella classifica riservata agli Under 23 i fratelli Iacopo e Federico Roncuzzi (CN Savio), in settima posizione Tommaso Marchesi con Isaia Del Rosso (Persport SSD) e in ottava Giulia Rossi con Adriana Campanella (Persport SSD) che sono medaglia di bronzo nella classifica femminile vinta dalle locali Sara Tkadlecova e Klara Houskova.

Iniziati a Ekaterinburg in Russia i Mondiali Giovanili Match Racing

Sono iniziati ieri a Ekaterinbug, in Russia, i Mondiali Giovanili della disciplina Match Racing


Sono 12 gli equipaggi che si contenderanno il titolo mondiale Match Race Under 23, tra di loro il team italiano capitanato da Rocco Attili (CV 3V).

Le altre nazioni iscritte sono: Nuova Zelanda, Inghilterra, Svezia, Australia, Francia, Danimarca, USA, Polonia, Giappone, Repubblica Ceca e Russia.

Il programma prevede una serie di Round Robin seguiti da semifinali e finali con la cerimonia di premiazione prevista per sabato 17 agosto.
Nella prima giornata il Team italiano ha vinto 4 voli su 7 disputati, in testa alla classifica il team australiano seguito dagli inglesi e dai polacchi.

Il programma prevede per il secondo giorno di regate altre batterie per determinare i primi quattro equipaggi che entreranno in semi-finale.

Al via il Test Event Olimpico Ready Steady Tokyo in programma a Enoshima dal 15 al 22 agosto

Si avvicina il Test Event Olimpico Ready Steady Tokyo in programma a Enoshima dal 15 al 22 agosto. Il Test Event è di fatto la prova generale delle Olimpiadi vere e proprie e avviene un anno prima dei Giochi Olimpici nella location che le ospiterà, infatti la vela non sarà l’unico sport di Ready Steady Tokyo, ma quasi tutte le gare degli sport dei cinque cerchi andranno in scena per testare la macchina olimpica. Certo, la vela, sarà l’unica ad essere nella sede staccata di Enoshima, con tutte e dieci le classi olimpiche, per le quali ogni nazione porterà uno o al massimo due atleti.

Questa la squadra italiana, la FIV ha confermato la partecipazione in tutte le classi già qualificate per i Giochi di Tokyo 2020.

Doppio Maschile 470 M
Giacomo Ferrari e Giulio Calabrò (Marina Militare)
Il team romano ha da poco concluso il Campionato del Mondo di classe proprio ad Enoshima, e ha chiuso in sesta posizione dopo una bella Medal Race.

Doppio Femminile 470 F
Benedetta Di Salle e Alessandra Dubbini (Marina Militare/SV Guardia di Finanza)
Anche Di Salle e Dubbini hanno da poco concluso il Mondiale ad Enoshina, la loro prestazione sotto tono non va ad intaccare un anno di successo durante la quale hanno conquistato la qualifica olimpica per la classe ad Aarhus e, più recentemente, un bronzo alla tappa World Cup Series di Genova.

Catamarano Misto Nacra 17 foiling
Ruggero Tita e Caterina Banti (SV Guardia di Finanza/CC Aniene)
Vittorio Bissaro e Maelle Frascari (GS Fiamme Azzurre/CC Aniene)
Due gli equipaggi azzurri nella classe Nacra 17, entrambi arrivano da mesi di grandi regate, nelle quali Tita/Banti e Bissaro/Frascari si sono alternati sui più alti gradini del podio.

Windsurf Maschile RS:X M
Mattia Camboni (GS Fiamme Azzurre)
Daniele Benedetti (SV Guardia di Finanza)
Entrambi di Civitavecchia, entrambi giovani e talentuosi: alla finale di World Cup Series a Marsiglia, c’erano due tricolori sul podio, quello di Camboni, primo, e di Benedetti, secondo, dopo un meraviglioso sprint negli ultimi metri della Medal Race.

Windsurf Femminile RS:X F
Flavia Tartaglini (SV Guardia di Finanza)
Marta Maggetti (SV Guardia di Finanza)
A Marsiglia la Tartaglini ha conquistato la medaglia di bronzo, mentre la Maggetti, un anno fa ad Aarhus ha qualificato la nazione ad Enoshima.

Singolo Femminile Laser Radial
Carolina Albano (RYCC Savoia)
Silvia Zennaro (SV Guardia di Finanza)
Se la Zennaro ha già partecipato alle Olimpiadi di Rio nel Laser Radial, per i prossimi Giochi è stata la Albano a conquistare la qualifica ad Aarhus l’agosto scorso.

Tutte le classe regateranno dal 17 al 25 agosto, con le medal race previste nell’ultima giornata. Per le classi ‘veloci’ sono in programma 12 prove di qualificazione, mentre per quelle ‘lente’ le prove sono 10.
La squadra italiana ha la possibilità di scendere in acqua con due equipaggi nelle tavole a vela, sia maschile che femminile, nei Nacra 17 e nei Laser Radial. Questa è un’ottima opportunità per far testare le acque olimpiche in flotte con numero ridotto, proprio come alle Olimpiadi, a più atleti.

Nei prossimi giorni la Cerimonia d’Apertura e le prime prove sabato 17, sempre che il programma non venga intaccato dall’imminente tifone che sta raggiungendo le coste nipponiche.

Agosto mondiale a Brindisi: Tutto pronto per il World Powerboat di F2

“Emozioni”, concerto di Mogol e Gianmarco Carroccia. Presentato nel Porticcioto Marina di Brindisi il grande evento sportivo, turistico e cuLturate che si terrà dal 23 at 25 agosto


Adriatic Cup 2019, due le principali novità di quest’anno, una sportiva e relativa al programma di iniziative cuLturali che fa da cornice alla competizione che si svolgerà, come da tradizione, nel porto interno di Brindisi: it ritorno del campionato mondiale di F2 e il grande concerto di Mogol e Gianmarco Carroccia, tappa del tour “Emozioni”, che sta facendo rivivere all’Italia i grandi successi di Ludo Battisti, interpretato dal giovane artista laziale. Evento, donato alla città di Brindisi dalla famiglia Danese, che si terrà sabato 24 agosto a partire dalle ore 21:00 in Piazza Santa Teresa.

E’ tutto pronto per it Campionato Mondiate di Motonautica, organizzato dal Circolo Nautico Porta d’Oriente  in  cottaborazione  con l’Unione  Mondiate  Motonautica  e  la  Federazione Italiana Motonautica, presiedute rispettivamente da Raffaele Chiulli e Vincenzo laconianni.

Un evento di portata mondiale, dunque, divenuto un appuntamento imperdibile dell’estate in Puglia. Negli anni, infatti, La grande partecipazione di pubblico ha dato ragione alla famiglia Danese che, sette anni fa, ha investito su un progetto che nel tempo si è rivelato vincente non solo perchè ha partato nel sud Italia una delle più belle e avvincenti competizioni fra gli sport acquatici mondiaLi, ma anche perchè, vista la massiccia partecipazione di team e pitoti provenienti da ogni parte del mondo, ha avuto un importante ritorno anche sotto il profilo turistico e di marketing a livello regionale.

Anche per questo, le istituzioni e gli enti Locati da sempre sostengono un progetto destinato a crescere ancora.

Il Circolo Nautico Porta d’Oriente può contare, infatti, suLl’apporto del Comune e della Provincia di Brindisi, della Regione Puglia, di Pugliapromozione, della Camera di Commercio, dell’Autorità di Sisterna del Mare Adriatico Meridionale, della Capitaneria di Porto.

A proposito di novità, per volere di UIM e FIM, sulla base delle naturali ed uniche caratteristiche dello specchio d’acqua del porto interno, teatro in cui da sempre si svolge la competizione, nonchè alla luce dell’apprezzata organizzazione garantita dal Circolo Nautico Porta d’Oriente, quest’anno tornano i bolidi dell’F2 (F2 World Powerboat Championship) oltre aLLe confermate imbarcazioni di F4 (F4 European Powerboat Championship) e ai giovani del GT15 (Formula Junior Elite- Trofeo Foresti & Suardi).

Dopo due anni di stop dunque, nel Porto di Brindisi, neLla parte antistante il Lungomare Regina Margherita, torneranno a sfrecciare i potenti motori che tanto, nel recente passato, hanno affascinato il pubblico.

Venerdi 23 agosto. E’ la giornata dedicata atrarrivo del team ed at conseguente controilo tecnico delle relative imbarcazioni, sistemate nei paddoc ai quali è destinata un’area che insiste su piazzale Lenio Flacco.

Sabato 24 agosto. invece, si svolgeranno le prove libere di F2, dalle 10:00 alle 13:00, di F4, dalle 13:00 alle 15:30, e della Formula Junior Elite, dalle 15:30 alLe 18:30. A seguirà si svolgera la prima manche di F4.

La serata si concluderà con l’attesissimo concerto “Emozioni” di Gianmarco Carroccia, tra i più importanti eventi del cartellone estivo organizzato dal Comune di Brindisi. Sul patco, ad affiancare !’artista, il Maestro Mogol che racconterà aneddoti e storie delle quali, insieme a Ludo Battisti, è stato protagonista nella loro lunga carriera artistica caratterizzata da una salda amicizia.

Domenica 25 agosto. Sarà la giornata clou sotto il profilo sportivo. A partire dalle 9:30, si terranno le manche di Formula Junior, le prove libere del WC F2 (10:45- 11:30), le manche di F4 (12:15-17:15). A seguire, a partire dalle 17:45, la suggestiva sfilata delle imbarcazioni di F2 che precede la vera e propria competizione delle stesse che inizierà alle 18:30. La serata si concluderà con la cerimonia di premiazione degli equipaggi che inizierà  alle 20:30.

Foto: Claudia De Donno

A Brindisi “Emozioni” estreme di fine estate. Per l’edizione 2019 dell’Adriac Cup torna l’F2 World Powerboat Championship

Dal 23 al 25 agosto, spazio alle competizioni sportive mondiali, europee e italiane, ma anche alla musica di qualità con il concerto di Mogol e Carroccia

La città si prepara a vivere un agosto mondiale. Si terrà martedì 13 agosto, ore 11:00, nel Porticciolo Turistico Marina di Brindisi, la conferenza stampa di presentazione dell’edizione 2019 dell’Adriatic Cup, evento sportivo con evidenti risvolti di natura turistica e di promozione del territorio, organizzato dal Circolo Nautico Porta d’Oriente in collaborazione con l’Unione Mondiale Motonautica, con la Federazione Italiana Motonautica, Comune di Brindisi, Autorità di Sistema del Mare Adriatico Meridionale, Camera di Commercio di Brindisi e Assonautica Italiana, Capitaneria di Porto di Brindisi, Regione Puglia, Pugliapromozione.

Sarà l’occasione per illustrare il programma aggiornato delle competizioni che si terranno dal 23 al 25 agosto prossimi sul Lungomare Regina Margherita di Brindisi:

• F2 World Powerboat Championship
• F4 European Powerboat Championship
• Formula Junior Elite “Trofeo Foresti & Suardi” Italian Championship

Durante la conferenza stampa saranno illustrati i dettagli della tappa brindisina del tour “Emozioni”, dell’artista Gianmarco Carroccia, che sta riscuotendo notevole successo di pubblico e critica in tutta Italia. Sul palco insieme al giovane artista, che proporrà i brani più celebri di Lucio Battisti, ci sarà Mogol che racconterà aneddoti e fatti di vita personale e professionale del quale è stato protagonista in tanti anni di collaborazione con lo stesso Battisti. Il concerto che si terrà in Piazza Santa Teresa, sabato 24 agosto, a partire dalle ore 21:00, è stato donato alla città dalla famiglia Danese. L’evento fa parte del cartellone estivo organizzato dal Comune di Brindisi.

Alla conferenza di presentazione interverranno Giuseppe Danese, Circolo Nautico Porta D’Oriente, Riccardo Rossi, Sindaco di Brindisi e Presidente della Provincia, Alfredo Malcarne, Presidente della Camera di Commercio di Brindisi  e  di Assonautica Italiana, Giovanni Canu, Comandante della Capitaneria di Porto, Vincenzo Iaconianni, Presidente della Federazione Italiana Motonautica, Nino Schiano, Presidente del settore giovanile della FIM, Rocky Malatesta, Responsabile Sviluppo Prodotti Turistici di Pugliapromozione.

Il concerto “Emozioni”, invece, sarà presentato dal Maestro Mogol e da Gianmarco Carroccia che, per l’occasione, saranno a Brindisi a disposizione dei giornalisti.

IL NAUTILUS Anno 14 N°2

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato alla portualità con un focus sulle identità marinare e sul futuro dei lavori portuali, la figura dello skipper e il trattamento dell’acqua di zavorra. Poi una riflessione sul concetto di “Porto come mondo” (prendendo come esempio il porto di Brindisi, tra tutela, valorizzazione ed innovazione). E ancora, approfondimenti sul motto lanciato dal Ministero delle Infrastrutture e Trasporti: #IOSONOMARE, per valorizzare tutte le attività svolte sul mare.
poseidone danese

© 2019 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab