Melges World League: Nel Day 2 a Malcesine Siderval consolida la leadership

Malcesine- Seconda giornata di vela a Malcesine per la flotta Melges 20: nel campo di regata gardesano, la flotta ha oggi completato tre prove, tutte con Ora ben stesa sui 12-14 nodi.

Protagonista indiscusso della giornata è ancora una volta Siderval di Marco Giannini, equipaggio Corinthian che già nel 2019 aveva dimostrato di saper dare del filo da torcere anche ai professionisti e che, con le tre vittorie di oggi, consolida la sua posizione in vetta alla classifica provvisoria. Con un distacco di 5 punti, segue Sease di Franco Loro Piana, oggi 2-2-3, mentre il terzo posto provvisorio è di Fremito D’Arja di Dario Levi, oggi 5-3-2.

Kindako di Stefano Visintin, portacolori del Lightbay Sailing Team, continua a gravitare nella seconda metà della classifica, al settimo posto con 29 punti (6-7-5 i parziali odierni).

Le domani riprenderanno domani alle 8.30, per sfruttare il Peler mattutino: si potranno completare fino a tre prove, per arrivare a una serie completa di otto regate.

La stagione del Lightbay Sailing Team supportata da Calvi Network, Titanium International Group, Iconsulting, Officine Belletti, Biolab e Petrol Lavori.

Foto: Zerogradinord

Melges World League: Ripartita la vela agonistica italiana, anche Kindako al via

Malcesine- E’ ripartita la stagione della vela agonistica italiana e lo ha fatto da Malcesine, con la prima tappa della stagione Melges 20 World League.

Presente sulla linea di partenza gardesana anche Kindako di Stefano Visintin, che ha concluso le due prove completate nel corso della giornata al quinto e sesto posto, piazzandosi in settima posizione nella classifica generale.

Le regate, interrotte dal Presidente di Comitato Gabriella Gabrielli al termine della seconda prova a causa dell’imminente arrivo di un fronte temporalesco, vedono l’equipaggio di Siderval, già vincitore delle Melges World League Corinthian 2020, guidare la classifica, seguito da Sease di Franco Loro Piana e da Raya di Matteo Marenghi Vaselli.

Simon Sivitz Kosuta, tattico di Kindako, ha commentato: “Siamo molto contenti di questa prima giornata in cui abbiamo ripreso la navigazione a bordo del nostro Melges 20. Queste giornate a Malcesine sono per noi un importante allenamento, in alcuni momenti è emerso che bisogno di riprendere confidenza con la conduzione della barca e con le manovre, soprattutto durante le partenze: infatti, oggi abbiamo riscontrato proprio in questa fase le maggiori difficoltà. Comunque soddisfatti di questa prima giornata, ci prepariamo alle regate di domani”.

La stagione del Lightbay Sailing Team supportata da Calvi Network, Titanium International Group, Iconsulting, Officine Belletti, Biolab e Petrol Lavori.

Foto: Zerogradinord

Turismo, nautica e sport del mare protagonisti dell’ultima giornata del Blue Economy Summit 2020

Ultima giornata di lavori per il Blue Economy Summit 2020, la manifestazione organizzata dall’Assessorato allo sviluppo economico portuale e logistico del Comune di Genova. Alla mattina si è parlato di  turismo, comparto fondamentale, duramente colpito dall’emergenza sanitaria e dalle misure di distanziamento e di prevenzione.

“Nonostante quello che sta accadendo alle nostre infrastrutture abbiamo fiducia nel domani”  – ha esordito Laura Gaggero, assessore allo Sviluppo economico turistico e marketing del Comune di Genova in apertura di sessione. “Le crociere di prossimità riprenderanno presto, notizia importante per il turismo genovese perché i crocieristi spendono, fanno shopping, diventano dei promotori di Genova. Il 70% consiglierebbe ai famigliari di visitare la città. Il 20% tornerà. Con l’emergenza Covid il Comune in collaborazione con gli operatori economici ha colto l’occasione per rivedere i percorsi e le esperienze da offrire ai flussi turistici” ha concluso Laura  Gaggero.

Riallacciandosi al discorso crociere, Francesco Di Cesare, presidente di Risposte Turismo, società di ricerca e consulenza, ha ribadito che, se fosse possibile, oggi il 64,3% delle persone che avevano prenotato una crociera nel 2020 tornerebbe a bordo domani. Il 71,1% non ha neanche pensato lontanamente di sostituire questo tipo di vacanza”.

“Abbiamo dati ancora più incoraggianti. C’è voglia di crociera e quasi tutti gli ospiti già prenotati hanno posticipato il loro viaggio”, ha aggiunto Leonardo Massa, country manager Msc.  “Speriamo di poter iniziare a operare con qualche unità già da agosto. Nell’inverno opereremo con 14 navi, la prossima estate con 19 navi, due in più rispetto alla nostra flotta attuale”. Oggi il Mediterraneo potrebbe diventare un esempio mondiale per la ripartenza delle crociere: “Una best practice rispetto ad altre realtà, alla luce dell’attenzione registrata per questo tipo di turismo rispetto ad altre parti del mondo”, evidenzia Massa, che resta ottimista.

Un settore il turismo che dovrà quindi affrontare la sfida cercando nuovi percorsi di sviluppo, puntando sulla proposta di esperienze individuali e di piccolo gruppo, sulla programmazione e sulla valorizzazione di tutte le eccellenze del territorio.  “Nel 2021 le Cinque Terre hanno già registrato il tutto esaurito. I turisti vogliono venire” ha sottolineato Pietro Paolo Giampellegrini, commissario straordinario dell’Agenzia di promozione turistica In Liguria. “Noi dobbiamo seguire questo filone e fare un programma per i prossimi cinque anni”. In quest’ottica la Regione è già partita con una promozione da 800 mila euro focalizzata sulle regioni vicine e sugli stati esteri confinanti e ha lanciato un’app che unisce l’offerta di tutta la Liguria.

Assieme a Roberto Neglia, responsabile dei rapporti istituzionali di Confindustria Nautica, si è poi parlato di numeri e dell’importanza di questo settore per l’economia. “La filiera produce 12 miliardi di valore aggiunto, 183 mila occupati, 21 mila nel turismo nautico e nel charter. Un occupato della cantieristica produce 9 posti lavoro nella filiera e 7 euro di valore aggiunto”. La nautica ha riaperto prima di tante attività e oggi il charter nautico è ripartito alla grandissima. “Lavoreranno pieni solo ad agosto però – afferma Neglia – quello che chiediamo al governo non è denaro, ma che le aziende siano messe in condizione di lavorare. La Liguria è uno dei grandi player italiani – conclude Neglia -  tuttavia il tema della raggiungibilità è fondamentale”.

Al pomeriggio l’attenzione si è spostata sul tema della cultura nautica mediata dagli sport del mare, dove Genova si appresta a diventare meta privilegiata a livello internazionale, dall’arrivo della Ocean Race nel 2022 fino al 2024, anno di Genova Capitale Europea per gli Sport del Mare e della Pesca.  “Genova sarà sotto i riflettori e farà parlare di sé nel mondo per 9 mesi, stiamo lavorando su sfide  che porteranno benefici alla città. Oltre alle ricadute economiche, avremo anche la valorizzazione degli impianti sportivi che potranno essere sfruttati anche dalle prossime generazioni”. Così Paola Bordilli, assessore alle Politiche giovanili e Culturali del Comune di Genova, commentando il valore di Capitale Europea per gli Sport del Mare e della Pesca del 2024.

Anche Ilaria Cavo, assessore alla Formazione e Politiche Giovanili Regione Liguria, ha sottolineato l’importanza del legame sport-mare-città. “Lo sport è un importante fattore attrattivo e formativo, ma anche un’opportunità professionale e occupazionale, non è un caso che all’interno del Salone Nautico ci sia un evento come La Millevele, né che nel salone Orientamenti Summer ci siano eventi che riguardano gli sport di mare”.

E’ stato un anno difficile, abbiamo dovuto cancellare sei mesi di attività tra cui la tappa genovese delle World Cup Series, valevole per le qualificazioni alle Olimpiadi di Tokyo 2020, ma alla riapertura la richiesta e la risposta da parte del pubblico, soprattutto i giovani, è stata strepitosa”. Così Gerolamo Bianchi, presidente dello Yacht Club Italiano, commentando il difficile periodo dovuto all’epidemia di Covid-19. Il rilancio è atteso già a ottobre, con La Millevele manifestazione organizzata contestualmente al Salone Nautico. “Contiamo comunque di poter rendere La Millevele una vera e propria festa del mare – ha aggiunto Bianchi – invito tutti i proprietari di barche della Liguria a partecipare per rendere questo evento ancora più spettacolare degli altri anni”.

Il Lightbay Sailing Team ritorna tra le boe con Kindako

Malcesine – Terminato il periodo di forzata inattività, il Lightbay Sailing Team non perde tempo e si accinge a tornare tra le boe già nel corso del primo week end indicato dalla Federazione Italiana Vela come ‘regatabile’. Palcoscenico che sancirà la ripresa dell’attività agonistica per il team di Carlo Alberini sarà Malcesine dove, tra domani e domenica, i Melges 20 saranno impegnati nel primo appuntamento della stagione 2020.

Come avvenuto anche nel corso del 2019, a rappresentare il Lightbay Sailing Team tra i ‘mosquitos’ sarà Kindako, il Melges 20 armato da Stefano Visintin che al suo fianco avrà lo stesso equipaggio della passata stagione, ovvero Simon Sivitz Kosuta, Enrico Turrini e Francesca Russo Cirillo.

“Finalmente si riparte: la voglia di mettere alle spalle quanto vissuto nei mesi passati è davvero tanta. Almeno per noi non sarà una ripartenza al cento per cento, dato il poco allenamento ed il poco preavviso con cui abbiamo avuto l’ok per questo evento di Malcesine – spiega Stefano Visintin – Regateremo con le vele del 2019 e lo prenderemo come un allenamento competitivo, utile per levare la ruggine e per lanciarci verso la stagione con la necessaria ‘aggressività’. Il nostro obiettivo è arrivare al top della performance in occasione del Mondiale. Vista l’ottima progressione fatta registrare nel 2019, ho deciso di non cambiare nulla nell’assetto dell’equipaggio: del resto, guardando oltre i risultati, il feeling è sempre stato notevole, così come la voglia di stare insieme e divertirsi”.

A Malcesine, dove Melges Europe e la locale Fraglia Vela uniranno gli sforzi per consegnare ai partecipanti un evento al solito privo di sbavature, si regaterà da domani a domenica, sfruttando le tipiche condizioni gardesane, articolate sull’alternanza tra Peter, la brezza da nord del mattino, e l’Ora, il cui ingresso sul campo di regata benacense avviene solitamente verso l’ora di pranzo.

Esaurite le fatiche gardesane, Kindako sarà di scena a Scarlino verso la fine del mese di luglio per il primo atto delle Melges World League.

La stagione del Lightbay Sailing Team è supportata da Calvi Network, Titanium International Group, Iconsulting, Officine Belletti, Biolab e Petrol Lavori.

Al Circolo Velico Ravennate si riparte dai raduni federali Optimist e 29er

Marina di Ravenna - Entra nel vivo la stagione del Circolo Velico Ravennate che ritorna all’agonismo velico ospitando due importanti raduni federali riservati al mondo delle derive accogliendo gli specialisti delle classi Optimist (1-5 luglio) e 29er (29 giugno – 2 luglio) e, con essi, due coach federali di grande esperienza come Marcello Meringolo e Francesco Caricato.

Per quanto riguarda gli Optimist, di scena nelle acque di Marina di Ravenna sono sia Juniores che Cadetti, per un totale di una trentina di partecipanti, provenienti principalmente dal Circolo Velico Ravennate, ma anche dal Circolo Velico Punta Marina e dal Club Nautico Riccione. A coordinarne l’attività tre coach: Marcello Meringolo, allenatore tra i più quotati in ambito internazionale, Gianni ‘Spike’ Maioli, storico volto del sodalizio di via Molo Dalmazia, ed Elia Vitali, da poco nominato istruttore dei Cadetti.

Quattro, invece, gli equipaggio 29er impegnati a sud delle dighe foranee del porto di Ravenna e tra essi anche un binomio sloveno, composto da Rom Verderber e Daniel Cante, assistiti dal loro coach Sandi Dekleva. A comporre gli altri tre equipaggi Lorenzo Pezzilli (CVR) e Tobia Torroni (Club Nautico del Savio), Greta Marzocchi e Giada Babini (entrambe CVR) e Sofia Gabbricci e Raffaella Trucchi (entrambe Club Nautico del Savio). Anche in questo caso eccellente il supporto tecnico, garantito dal tecnico federale Francesco Caricato e de Carolina Rendano, coach in forze da diverse stagioni al Circolo Velico Ravennate.

“L’attività sportiva è alla base della vita del circolo, è quella che aiuta giovani e meno giovani a fare aggregazione, a vivere la nostra clubhouse ed è un piacere vedere come le cose stiano gradualmente tornando alla normalità – commenta Carlo Mazzini, consiglieri del Circolo Velico Ravennate – Siamo molto contenti di ospitare questo doppio raduno e di poter contare sulle capacità di coach navigati come Marcello Meringolo e Francesco Caricato: loro, come i vari Spike Maioli, Elia Vitali e Carolina Rendano, hanno tanto da trasmettere agli atleti e non passa uscita senza che sia possibile notare una crescita, un cambiamento nell’approccio di questi giovani atleti che apprendono divertendosi”.

Foto: Zerogradinord

La Vela agonistica riparte con i giovani: nel week end il VI Trofeo Ezio Astorri

Saranno le acque del lago di Massaciuccoli ad ospitare l’edizione 2020 del Memorial organizzato in collaborazione dal Circolo Velico Torre del Lago Puccini, dal Club Nautico Versilia e dalla Società Velica Viareggina

La manifestazione sarà valida anche come Selezione Zonale agonistica e preagonistica per gli appuntamenti clou della stagione Optimist

Torre del Lago/Viareggio-Dopo la lunga pausa imposta dall’emergenza sanitaria, la vela agonistica è pronta a ripartire nella massima sicurezza e i primi a scendere in acqua saranno i giovani timonieri della Classe Optimist che sabato 4 e domenica 5 luglio saranno impegnati nelle acque del lago di Massaciuccoli in una manifestazione che vale per tre.

L’appuntamento del week end, infatti, sarà valido come selezione zonale agonistica (che permetterà ai nati dal 2005 al 2009 di accedere al Campionato Italiano Giovanile e Coppa del Presidente), come selezione zonale pre agonistica (valida per l’ammissione alla Coppa Cadetti dei nati nel 2010 e alla Coppa Primavela dei nati nel 2011), e come Trofeo Memorial Ezio Astorri, la tradizionale manifestazione giunta alla sesta edizione e organizzata ad anni alterni nelle acque viareggine o in quelle di Torre del Lago con la collaborazione del Circolo Velico Torre del Lago Puccini, del Club Nautico Versilia e della Società Velica Viareggina.

L’ambito Trofeo, istituito dal figlio Raffaello per ricordare l’avvocato fiorentino, noto yacthtsman per tanti anni socio del Club Nautico Versilia, è una coppa messa in palio annualmente e destinata al Circolo primo classificato grazie ai risultati dei tre migliori atleti. La classifica utilizzata per l’assegnazione del Trofeo, infatti, è stilata attraverso la somma dei punteggi dei primi tre timonieri appartenenti allo stesso Sodalizio, di cui almeno uno deve essere Juniores ed almeno uno Cadetto. Il nome del Circolo vincitore e dei tre atleti viene inciso ogni anno dal Comitato Organizzatore alla base del Trofeo che rimane sempre esposto nella sede del Club Nautico Versilia.

Questa sarà sicuramente un’edizione speciale per tanti motivi e si svolgerà nel pieno rispetto delle disposizioni in materia di Covid-19: sabato, dopo il perfezionamento delle iscrizioni (ore 10-12) e il Coach meeting (ore 13), verrà data la partenza della prima prova (ore 14). Se possibile, saranno disputate complessivamente sei prove con un massimo di tre al giorno.

Domenica, invece, al termine delle regate, saranno premiati i primi tre classificati e la prima classificata femmina nella Selezione Agonistica per il Campionato Giovanile e Coppa del Presidente e nella Selezione Pre Agonistica per la Coppa Cadetti e Coppa Primavela. I premi verranno assegnati anche se verrà effettuata una sola prova valida. La famiglia Astorri metterà in palio anche una vela al primo classificato nella categoria Juniores.

Come previsto dal protocollo anticontagio da COVID 19, il Comitato Organizzatore ricorda che tutte le comunicazioni inerenti la regata saranno fatte esclusivamente tramite l’applicazione My Federvela e non ci saranno comunicati stampati.
Le Istruzioni di Regata saranno a disposizione degli iscritti al perfezionamento dell’iscrizione solo su esplicita richiesta all’apertura ufficiale della Segreteria di regata, altrimenti saranno disponibili on line sull’applicazione My Federvela.

Sarà consentito l’ingresso ai soli partecipanti alla regata e ai loro accompagnatori. All’ingresso del CVTLP sarà allestita un area per la misurazione della temperatura e per lasciare il modulo di autocertificazione protocollo di sicurezza già compilato.

Personale del CVTLP accompagnerà alla piazzola assegnata (riconoscibile da un cartellino con il numero velico). I regatanti dello stesso Circolo saranno assegnatari di piazzole consecutive e di uno scivolo per il varo degli Optimist dove saranno aiutati a scendere in acqua e a risalire a fine giornata da addetti del CVTLP.
Le barche saranno ad una distanza maggiore di 1m ma nel caso non sia possibile mantenere la distanza interpersonale richiesta, è obbligatorio indossare la mascherina.

Gli spogliatoi saranno aperti solo ed esclusivamente per utilizzare i servizi igienici, non si potranno utilizzare per cambiarsi e lasciare oggetti personali: bisognerà, infatti, cambiarsi al posto barca assegnato e riporre gli indumenti in una borsa.

Sarà quindi un’edizione particolare ma altrettanto entusiasmante grazie ai nostri giovani timonieri.

Swan 98 Live Streaming Press Conference

Nautor’s Swan is glad to invite you to the Swan 98 Live Streaming Press Conference on July 15th at 3pm CET, please find the Save the Date below.

Please confirm your attendance and an email with the link to connect will be sent in the next days.

Riva di Traiano: la grande altura riparte a fine settembre con una regata “doppia”

Partiranno insieme il 20 settembre 2020 la Garmin Marine Roma per 2 e la Roma-Giraglia


Roma- Riparte la vela d’altura a Riva di Traiano con due regate in contemporanea, la “Garmin Marine Roma per 2″ e la “Roma-Giraglia”, entrambe in programma nella settimana che va dal 20 al 27 settembre 2020. Uvai e Fiv hanno rivisto il calendario e rimodulato gli spazi delle regate non cancellate trovando, in pieno accordo con il CNRT, una soluzione innovativa che farà partire insieme queste due regate storiche del Tirreno, che potranno entrambe essere disputate in solitario, in doppio o in equipaggio.

Vista la concomitanza degli eventi il Comitato Organizzatore ha ritenuto di sostituire la regata Riva per Tutti, per Due e in Solitario, che prevedeva il percorso fino a Ventotene e ritorno, con la Roma-Giraglia con percorso fino allo scoglio della Giraglia e ritorno con equivalente  numero di miglia. Gli iscritti alla Riva potranno decidere in autonomia se confermare l’iscrizione in questa nuova regata. Anche gli iscritti alla “Roma” saranno confermati, se lo vorranno, nelle nuove date.

“La disponibilità della data della Giraglia -  spiega il presidente del CNRT Alessandro Farassino – ci ha spinto verso questa soluzione per riprogrammare la Garmin Marine Roma per 2, che non abbiamo voluto annullare sperando in una soluzione positiva che ora sembra profilarsi. Scegliere altre date più “estive”  non è nello spirito di questa regata né, in generale, nel Dna del circolo. Partiremo a cavallo dell’autunno e speriamo che ci siano condizioni ideali per una regata tosta come è da sempre la Roma”.

Il percorso della Garmin Marine Roma per 2 andrà da Riva di Traiano e Lipari con un passaggio a Ventotene per complessive 539 miglia, mentre la Roma Giraglia punterà a nord, verso Capo Corso e lo scoglio della Giraglia per 255 miglia attraverso gli splendidi scenari dell’arcipelago toscano.

A breve verranno pubblicate le modifiche al Bando di regata della Garmin Roma ed il Bando di regata della Roma-Giraglia.
Durante la manifestazione saranno garantite le disposizioni sanitarie nazionali di prevenzione Covid-19 e verranno adottate tutte le misure previste dalle Autorità Sportive al fine di svolgere la manifestazione in totale sicurezza.

Rolex Swan Cup 2020 opens a great regatta season for Nautor’s Swan

Yacht Club Costa Smeralda and Nautor’s Swan, together with its longstanding partner Rolex, are pleased to confirm the 2020 Rolex Swan Cup will take place from 7th to 13th September, in the amazing setting of Porto Cervo, Sardinia, in the full respect of the Govenment instructions for the safety and health of all participants.

Hosted biennially, in even years, in one of the most appealing venues in the world, the 21st edition of this unmissable regatta has all the ingredients to be spectacular: an international fleet, an array of passionate owners who are talented sailors, pros and amateurs, a stunning yacht club and a title sponsor, with over 60 years of committed involvement in the sport.

“The Rolex Swan Cup is one of the first sailing events after a season of forced rest and we are amazed by the response we’ve already had in terms of participation” Enrico Chieffi, Nautor Group Vice President states. “More than 50 yachts have already proceeded with  registration, confirming that our owners are thrilled to participate in the regatta and they can’t wait to start racing again all together in Sardinia, celebrating their love for the sea, the sport of sailing and our brand.”

The teams attending the event are willing to enjoy an electrifying week of challenges, pacing themselves against their friends, and relaxing in the Sardinian paradise with their families and guests.

The regatta, which will prove again to be one of the most awaited and spectacular experiences in the sailing panorama, is a showcase of all the Swan yachts built over the years, which will be divided into different classes: Swan Maxi Class (60ft and above), Swan Grand Prix Class (60 ft and below), Sparkman & Stephens Class, and the Swan One Design Classes (ClubSwan 36, ClubSwan 42, Swan 45 and ClubSwan 50).
The Rolex Swan Cup is a tradition, a weeklong feast of sportsmanship, camaraderie and spirited racing.

SWAN ONE DESIGN WORLDS 2020
The first the edition of Swan One Design Worlds has been confirmed from October 13th to 17th in the charming venue and challenging waters of Marina di Scarlino, Tuscany. This will be a true celebration of One Design, where the ClubSwan 50 and Swan 45 World Championship titles, together with the ClubSwan 42 and ClubSwan 36 European Championship title will be awarded, after 4 days of intensive racing

THE 2021 NATIONS LEAGUE CALENDAR
The 2021 One Design Calendar has been formalized with 5 exciting appointments:

Act #1 – Marina di Scarlino (ITA), May 25th -29th
(for ClubSwan 50 and ClubSwan 36 ONLY)
Act #2 – Costa Smeralda (ITA), June 29th  – July 3rd
Act #3  – Copa del Rey, Palma de Mallorca (SPA), August 2nd – 7th
Act #4 – The Nations Trophy, Palma de Mallorca (SPA), Sept 14th – 18th

The second edition of Swan One Design Worlds will be held in St. Tropez (FRA) from October 19th – 23rd

The teams will have the chance to meet and train for  the regattas, participating to a warm up event, which will be hosted at Marina di Scarlino  between the end of March and April

Moreover, the Nations League North Europe will be held during the Nord Stream Race (Kiel, Copenhagen, Stockholm, Helsinki, St. Petersburg in June/July 2021). Each leg hosted by the very best yacht clubs in each country to ensure the highest level of racing and lovely social settings.

The DRHEAM-CUP becomes the “DRHEAM-CUP GRAND PRIX DE FRANCE DE COURSE AU LARGE”

The third edition of the DRHEAM-CUP, starting on 19 July in Cherbourg-en-Cotentin and finishing in La Trinité-sur-Mer, will be the very first Grand Prix de France de Course au Large (French Offshore Racing Grand Prix). The competition will be strong, with over 80 boats expected on the three courses, including three Ultime multihulls, just as many Multi50s, 25 Figaro Bénéteau class boats, a dozen Class40s, several Multi 2000s and many IRC yachts, sailed double-handed and with crews.

There will be a French Grand Prix this summer! The Formula 1 Grand Prix, that should have been held on 28 June in Le Castellet, is cancelled, but the first Offshore Grand Prix will leave Cherbourg-en-Cotentin on Sunday 19 July. A new label for the DRHEAM-CUP, under the impetus of organiser Jacques Civilise: “Originally, the third edition was labelled Open de France de France de Course. Because the name “Open de France” already exists in dinghy sailing, to avoid confusion and with the agreement of the French Sailing Federation, we have decided to rename it the “Grand Prix de France de Course au Large”. The underlying idea is the same: reaffirm the specific character of ocean racing among the very different worlds of sailing.  An event open to all types of sailing boat, all sailors, professionals and amateurs, all formats, crewed, double handed and solo”.

There will be something for everyone in the first multi-class race this season, that will bring together over 80 boats between Cherbourg-en-Cotentin and La Trinité-sur-Mer. Three 32 metre Ultime trimarans, Edmond de Rothschild Maxi (Frank Cammas/Charles Caudrelier), Sodebo Ultim’ (Thomas Coville) and Actual Leader (Yves Le Blevec) will race on the largest course, the DRHEAM-CUP 1100 (1100 miles). Several Multi50 will take the start of the DRHEAM-CUP 700 (736 miles), including Thibaut Vauchel-Camus’ Peloton-ARSEP and Leyton (former Arkema, winner of the first edition of the DRHEAM-CUP in 2016), which will be raced for the first time by skipper Arthus Le Vaillant. Between 10 and 15 Class40s will also be joining in, including Swiss duo Valentin Gautier/Simon Koster’s on the recent Banque de Léman and the DRHEAM-CUP (and Route du Rhum) title holding Lombard plan, skippered at the time by Yohan Richomme, and now by Nicolas Jossier, as well as several Multi 2000s (raced by La Trinité-sur-Mer skippers Charlie Capelle and Yann Marilley).

Most of the fleet will take the start of the DRHEAM-CUP 400 (428 miles), between 35 and 40 IRC yachts, crewed and double-handed, and some 25 Figaro Bénéteau 3, as the DRHEAM-CUP-GRAND PRIX DE FRANCE DE COURSE AU LARGE is a qualifier for the 51thedition of the Solitaire du Figaro, starting in August. With a little over a month to go before the solo race, the current leaders of the class will take the start in Cherbourg-en-Cotentin to fine tune their boats, from Armel Le Cléac’h to Cherbourg native Alexis Loison, as well as Fabien Delahaye and Gildas Mahé. Let’s just say that as in the first two editions, the DRHEAM-CUP-GRAND PRIX DE FRANCE DE COURSE AU LARGE will once again reward great sailors.

It will also shine the spotlight on clubs, and in a nod to Formula 1 racing, boat builders, with special GRAND PRIX DE FRANCE DE COURSE AU LARGE trophies presented to those who stand out between Cherbourg-en-Cotentin and La Trinité-sur-Mer.

To better symbolise the open spirit that is in the DNA of the DRHEAM-CUP-GRAND PRIX DE FRANCE DE COURSE AU LARGE, the French Navy will join in the celebration, as the communications director of the Channel and North Sea maritime Préfecture has stated: “The French Navy is a close partner of the sailing world. With their common values, sailors and skippers understand each other, they all live and work in the same highly demanding environment, the sea. An appreciation of hard work, determination and team spirit are the key to success in an offshore race and in a rescue operation at sea. The French navy is ready to intervene 365 days a year, 24h a day, on all the seas in the world. For this first Grand Prix de France de Course au Large, the public service patroller Flamant, based in Cherbourg, will welcome onboard the French Sailing Federation race committee to give the start of all races in the Cherbourg outer harbour, before returning to its usual operations.”

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone danese

© 2020 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab