peyrani

Il Trofeo Coni inaugura l’Adriatic Cup: appuntamento il 29 giugno a Brindisi

BRINDISI – Anche quest’anno sarà il Trofeo Coni ad inaugurare  le manifestazioni sportive organizzate nell’ambito dell’edizione 2017 dell’Adriatic Cup, evento di Motonautica, che si svolgerà in Puglia dal 29 giugno al 2 luglio prossimi nello specchio d’acqua del porto interno di Brindisi.Infatti, per volontà della Federazione Italiana Motonautica e di concerto con il Circolo Nautico Porta D’Oriente, comitato organizzatore, è stata confermata la tappa della città adriatica.

Obiettivo. Il Trofeo, evento multidisciplinare istituto ed organizzato con cadenza annuale dal Comitato Olimpico Nazionale Italiano, ha come obiettivo quello di diffondere iniziative volte a valorizzare la funzione promozionale dell’attività sportiva in ambito giovanile.

Fasi della competizione. La manifestazione si articola in 3 fasi: selezione provinciale, fase regionale, da disputarsi improrogabilmente entro il 30 giugno, e Finale Nazionale, che quest’anno si svolgerà nelle Marche, a Senigallia, dal 21 al 24 settembre, salvo eventuali variazioni.

Partecipanti. La manifestazione è rivolta ai tesserati under 14, limitatamente alla fascia d’età 10- 14 anni (nati dal 2003 al 2007).
Per quanto riguarda le discipline motonautiche, la competizione si svolgerà in due  giornate, mercoledì 28 e giovedì 29 giugno, sempre nello specchio d’acqua del porto interno, nei pressi della banchina Montenegro.

Dalle 10.30 alle 13.00 gli iscritti parteciperanno a lezioni teoriche tenute da tecnici federali che si svolgeranno nella Casa del Turista. I giovani atleti pranzeranno insieme in un locale sul Lungomare Regina Margherita accompagnati dalla dottoressa Tiziana Caprino, pedagogista.

Nel pomeriggio, dalle 14.30 alle 17.30 i ragazzi sosterranno le prove pratiche in mare.  Tutto si svolgerà con l’ausilio di istruttori federali di alta velocità, membri dello staff del Circolo Nautico Porta d’Oriente, in condizioni di assoluta sicurezza per i partecipanti ai quali saranno forniti caschi e attrezzature idonee per affrontare la competizione.

A Barcis gli azzurri Claudio Fanzini e Massimiliano Cremona vincono oro e bronzo

BARCIS – Si è appena conclusa sul Lago di Barcis, in provincia di Pordenone, la 33^ edizione della Barcis Motonautica, manifestazione che ha visto la disputa del Campionato Mondiale Circuito della classe O/250 e della tappa di apertura del Campionato Italiano della classe GT15. Grandi festeggiamenti per l’Italia, che ha visto due piloti azzurri vincere la medaglia d’oro e di bronzo nel Mondiale O/250 in prova unica e quindi valido per il titolo iridato 2017.

Sui 17 piloti partenti provenienti da 8 diverse Nazioni, il titolo iridato è andato infatti a Claudio Fanzini, caorsese di Monticelli d’Ongina, classe 1979, portacolori della Effeci Racing Team. Fanzini ha vinto con un dominio pressoché assoluto (1200 punti nella classifica finale), essendosi aggiudicato 3 delle 4 manches a disposizione, conquistando così il suo primo titolo mondiale di questa categoria.

Argento iridato all’ungherese Peter Bodor (825 punti), mentre Massimiliano Cremona, piacentino della Mot. San Nazzaro, si è aggiudicato la medaglia di bronzo (769 punti). Nella tappa di Campionato Italiano GT15, la vittoria finale di giornata (Gruppo A + Gruppo B) è andata al romano del cast Sub Roma, Ottavio Massimo Petroni. Petroni ha regolato il milanese Antonio Corrado e il napoletano Lorenzo Michele Palumbo (rispettivamente 2° e 3° classificati). Prossimo appuntamento con il Campionato Italiano GT15 a Brindisi dal 30 giugno al 2 luglio.

CAMPIONATO ITALIANO MOTO D’ACQUA

Si è conclusa oggi a Catanzaro Lido, la seconda tappa del Campionato Italiano Moto d’Acqua Circuito, Freestyle ed Endurance edizione 2017. Nella Ski F1 è arrivato il primo successo stagionale per il campione italiano in carica Alberto Monti. Il ravennate del Jet Revolution ha dominato entrambe la manches di gara, salendo sul gradino più alto del podio. Secondo classificato Daniele Piscaglia, riminese dell’H2O Racing Team, mentre Andy Trasmondi (marchigiano dell’H2O Racing Team) si è aggiudicato il 3° posto del podio.

Una giornata estremamente positiva soprattutto per Daniele Piscaglia, oggi in uno stato di forma eccezionale: non sazio del 2° posto nella classe regina, ha pensato bene di vincere sia la gara della Ski F2 che quella della Ski F3. Nelle classi Runabout, continua a mietere punti Angelo Bertozzi. Il toscano di Massa portacolori del Funjet; ha vinto la tappa calabrese della Runabout F1 mentre nella Runabout F2 ha chiuso con il 2° posto assoluto (a pari punti). Nella Run. F1 Bertozzi si è imposto sul romano Giorgio Viscione e sul ravennate Lorenzo Benaglia, rispettivamente 2° e 3° classificati.

Nella Run. F2 il pilota toscano ha ottenuto il 2° posto di giornata; ad aggiudicarsi la gara è stato però il napoletano Sabato Pontecorvo (Jet Revolution). Vittoria piuttosto agevole, invece, quella di Fabio Messere, il romano di Albano Laziale che gareggia per il Jet Revolution, salito sul gradino più alto del podio della classe Runabout F3. La classe Runabout F4 ha visto invece l’affermazione del veneto Juri Tiozzo, portacolori della ASD Kanarin Crazy Gang.

Per quanto riguarda il Campionato Italiano Freestyle, la classe Pro ha registrato tre piloti del Jet Revolution a podio: primo gradino del podio per Roberto Mariani, il romano del Jet Revolution campione italiano uscente; secondo posto per suo fratello Davide, mentre sul gradino più basso c’è salito Antonio Pontecorvo. Nell’Endurance Unica, primo successo stagionale per Alfio Donato Galiano; il pilota del Jet Motor Sport Race Aquabike (con due secondi posti ottenuti nelle due manches in programma) ha vinto la gara di Catanzaro, lasciando i gradini più bassi del podio ad Antonio Tadiello e a Fabio Guarda, portacolori entrambi del Jet Immagine Team (rispettivamente 2° e 3° classificato). La prossima gara prevista in calendario per il Campionato Italiano Moto d’acqua 2017 si svolgerà in Puglia, a Brindisi, dal 30 giugno al 2 luglio.

ICF SPRINT CANOE KAYAK INTERNATIONAL RACE 2017 AD AURONZO IL 30 GIUGNO-2 LUGLIO

AURONZO DI CADORE – Il consolidato binomio tra Auronzo di Cadore, le Dolomiti e lo spettacolare agonismo dello sport canoistico sta per rinnovarsi anche nel 2017. Da venerdì 30 giugno a domenica 2 luglio, infatti, il lago di Santa Caterina tornerà ad essere “casa” della Gara Internazionale di canoa/kayak.

Ai piedi delle Tre Cime di Lavaredo la canoa velocità richiamerà circa 750 atleti in rappresentanza di molti club italiani e delle Nazionali provenienti da 11 Paesi oltre all’Italia (Australia, Austria, Croazia, Francia, Irlanda, Israele, Lituania, Olanda, Pakistan, Slovenia e Svezia). Per i club italiani le iscrizioni chiuderanno il martedì antecedente lo start (27 giugno).

L’International Race 2017 vedrà impegnati sulle distanze dei 1000, 500 e 200 metri atleti delle categorie Under 16, Junior e Senior, ma grazie alla volontà del Comitato Regionale Veneto della FICK (Federazione Italiana Canoa Kayak) ci sarà spazio anche per le categorie Master e Canoa Giovani, grazie ai Campionati regionali di categoria.

«C’è molta attesa per l’ appuntamento che quest’anno fungerà da “test event” per gli Europei 2018 di canoa velocità  per le categorie Junior e Under 23 che il prossimo anno si svolgerà proprio ad Auronzo – spiega l’organizzatore Andrea Bedin –. Durante la manifestazione sarà presente il Delegato Tecnico ECA Elly Muller che dovrà verificare a che punto siamo e cosa manca per avere il passaggio a “race venue” per ospitare Europei e prove di Coppa del Mondo di canoa velocità».

«In questa precisa direzione vanno anche le migliorie infrastrutturali apportate al campo di gara, grazie all’imprescindibile appoggio dell’Amministrazione comunale auronzana – afferma Maria Balanos Presidente della Venice Canoe & Dragon Boat asd –. Non è semplice portare quasi un migliaio di persone dedite alla canoa, tra atleti e accompagnatori, sul lago di Santa Caterina ma come ogni anno, con il trend crescente delle ultime edizioni, avremo la partecipazione di molti equipaggi e la presenza di atleti di altissima qualità che hanno scelto la gara di Auronzo per prepararsi agli imminenti appuntamenti Europei e Mondiali».

A conferma di ciò è utile ricordare che molti atleti della giovane squadra australiana, ospitati ad Auronzo nel 2013, hanno partecipato alle Olimpiadi di Rio 2016, e che i K4 Junior italiano e ceco del 2015 sono arrivati rispettivamente primo e secondo agli Europei e Mondiali dello stesso anno.

Questo il programma della tre giorni:
-          Venerdì 30 giugno: dalle ore 8.30 eliminatorie, semifinali e finali sulla distanza dei 1.000 metri.
-          Sabato 1 luglio: dalle ore 8.30 eliminatorie semifinali e finali dei 500 metri. Eliminatorie 200 mt.
-          Domenica 2 luglio: dalle ore 8.30 semifinali e finali 200 metri (comprese le finali della Paracanoa, la canoa per gli atleti diversamente abili, disciplina inserita nel programma delle Paralimpiadi)

L’evento è organizzato dalla Venice Canoe & Dragon Boat in collaborazione con il Comune di Auronzo di Cadore, il Consorzio Turistico Tre Cime Dolomiti e con il patrocinio della Regione del Veneto.

Pallanuoto in Puglia, ultimo atto per l’under 15

BARI – Chi vince il titolo stacca il pass diretto per le semifinali nazionali in SiciliaSabato 17 e domenica 18 giugno allo Stadio del Nuoto di Bari si assegna il titolo interregionale under 15. Una sfida incrociata appulo calabrese, frutto di un lungo campionato che, sotto l’egida del comitato regionale pugliese della FIN, ha coinvolto le formazioni calabrese e lucane per una crescita sinergica del movimento pallanuotistico giovanile alle nostre latitudini.

I primi a scendere nella vasca scoperta dell’impianto barese, saranno i padroni di casa della Waterpolo Bari, primi in classifica, contro l’Amici Nuoto Puglia, classificata al quarto posto dopo la regular season. Questo primo incontro è in programma alle 18.15 di sabato 17 giugno mentre alle 19.30 è in programma la seconda semifinale, tra Rari Nantes Crotone, seconda per differenza reti, e Cosenza Nuoto, terza in classifica. Le perdenti dei due incontri si giocheranno il terzo posto l’indomani, domenica 18 giugno alle 18.15 mentre la finalissima che vale il titolo di campione interregionale andrà in scena, sempre nella vasca scoperta dello Stadio del Nuoto di Bari, alle 19.30. Qui il dettaglio degli accoppiamenti.Per tutti gli incontri, in caso di parità dopo i tempi regolamentari, sono previsti i tiri di rigore.

Vincere il titolo del campionato interregionale di pallanuoto under 15 significa anche avere accesso diretto alle semifinali nazionali di categoria in programma dal 26 al 28 luglio 2017. La prima classificata del girone Puglia-Calabria-Basilicata infatti andrà in Sicilia, dove incrocerà la prima classificata del girone abruzzese, della Sicilia, la seconda classificata del campionato under 15 del Lazio, la terza del girone lombardo e la vincente dello spareggio tra la terza classificata del campionato campano e la seconda del nostro girone appulo-calabro-lucano.

Alle finali nazionali in programma dal 3 al 6 agosto passano solo le prime due classificate di ognuno dei quattro gironi di semifinale nazionale.

Torna la Motonautica in Puglia: dal 29 giugno al 2 luglio nel Porto Interno di Brindisi

BRINDISI – La Puglia regina della Motonautica  con il Campionato Europeo di Off Shore e i campionati italiani di Moto D’Acqua, Hydrofly, Gt15 e il Trofeo Coni. Tornano, infatti, le iniziative di Motonautica, quinta edizione, di scena a Brindisi, nello specchio d’acqua del porto interno e sul  Lungomare Regina Margherita, dal 29 giugno al 2 luglio prossimi. L’evento è organizzato dal Circolo Nautico Porta D’Oriente in collaborazione con la Federazione Italiana Motonautica, il  Comune di Brindisi, la Camera di Commercio,  l’Autorità Portuale, la Capitaneria di Porto e gode del Patrocinio morale dell’amministrazione Provinciale.

Novità edizione 2017. Diverse e interessanti le novità dell’edizione 2017, a partire dal nome dell’evento “Adriatic Cup”, che conferisce alla manifestazione un forte elemento identitario. Ogni anno, per volere della FIM, prima in via sperimentale e poi definitiva, sono state introdotte nuove discipline. La spettacolare competizione delle Moto d’Acqua è la new entry dell’edizione 2017.

CAMPIONATO EUROPEO OFF SHORE.  Alla luce del successo dello scorso anno, tornano i catamarani classe 5000, quelli che in tutto il resto del mondo gareggiano fuori dai porti a causa delle dimensioni delle imbarcazioni e che a Brindisi, in via del tutto eccezionale, grazie alle particolari condizioni di sicurezza, possono sfidarsi nel porto interno e garantire al pubblico uno spettacolo unico. Appuntamento venerdì 30 giugno, ore18.30/ 19.30 (gara 1), domenica 2 luglio 19.00/19.45 (gara 2)

ENDURANCE. E’ una specialità agonistica riservata alle imbarcazioni monocarena con motore entrobordo o fuoribordo (sabato 1luglio- 18.45/19.30).

MOTO D’ACQUA. Ogni anno la FIM “sperimenta” nel campo di gara pugliese diverse discipline. Se nella passata edizione è toccato all’off shore, gara che con successo si è svolta in shore per garantire la partecipazione del pubblico, quest’anno toccherà alle MOTO D’ACQUA, certamente una disciplina che entusiasmerà il pubblico pugliese. Circa 100 piloti si alterneranno in batterie di 15/20 unità, garantendo uno spettacolo da non perdere. Sabato 1- domenica 2 luglio, ore 11.15/13.45

HYDROFLY. In questa categoria si sfideranno, in notturna per rendere più suggestivo lo spettacolo, atleti dotati di un’attrezzatura che permette di compiere incredibili evoluzioni in acqua. E’ una pratica che ha suscitato un interesse talmente elevato da meritare l’organizzazione di vere e proprie competizioni professionali.  Appuntamento venerdì 30 giugno (I manche- 20.30) e sabato 1 luglio (II manche- 20.30)

GT15.  Il Campionato Italiano di GT15 è la vetrina dedicata alle giovani promesse della Motonautica Mondiale, molto spesso “figli d’arte”, ma non solo. I vertici della FIM pongono grande attenzione a questa competizione e alla crescita dei giovani piloti che rappresentano il futuro della motonautica italiana. Appuntamento venerdì  30 giugno e sabato 1 luglio, 16.00/17.45 (gruppo A/B), e domenica 2 luglio 8.30/ 10.00 (A/B)

TROFEO CONI.  E’ un Progetto “Multisport” al quale aderisce anche la FIM. Si tratta di una competizione tradizionalmente suddivisa in due fasi, regionale e nazionale, dedicata ai ragazzi nati tra il 2003/2007. Appuntamento giovedì 29 giugno 10.30/ 17.30

Motonautica: Polonia-Campionato mondiale O.350-l’Italia c’è!

CHODIEZ -L’Italia c’è! Proprio così, dopo una stagione difficile e innumerevoli problemi con il motore del suo fuoribordo, Alessandro Cremona (Alex) con la glaciale compostezza e determinazione che lo contraddistinguono, è tornato sul podio, questa volta sul gradino più alto.

Si riconferma quindi campione del mondo, riportando in casa il titolo che mancava dal 2015. Una gara quella di Chodiez movimentata: imprevisti, incidenti (fortunatamente non gravi) e squalifiche, non hanno fatto perdere la concentrazione ad Alex che, nonostante costretto al ritiro durante la seconda manche, a causa di un guasto al piede di trasmissione, è riuscito a partire dalle retrovie insieme ai piloti Ilkka Rytkonen Mario Alex, Claudio Fanzini e ad avere la meglio.

Una manche la quinta e ultima, ricca di adrenalina perchè in corsa per il titolo mondiale si ritrovano in cinque piloti, tutti in balia della sorte e del cronometro.Al via gira per primo Rytkonen, e al secondo posto Cremona seguito da Fanzini e Mario Alex. A quel punto al campione piacentino basta arrivare secondo e il titolo è vinto, ma all’ultimo giro il pilota finlandese Rytkonen si rovescia ed essendo ormai al 70% della gara, la vittoria va a Cremona seuito “a ruota” da Fanzini, che si aggiudica un meritato argento. Terzo classificato Aderholt James.

“E’ l’inizio di una grande storia per la motonautica” le parole a caldo al telefono del Presidente Giovanni Malagò che si è congratulato col pilota piacentino.Una stagione dunque, quella in casa Cremona, partita ai massimi livelli: la settimana scorsa Massimiliano Cremona, fratello di Alex, si è infatti aggiudicato il secondo posto agli Europei cat. F.250 di Boretto. Il prossimo appuntamento per i campioni piacentini è a Barcis (PN) (17-18 giugno).

Per gli amanti della motonautica e degli sport acquatici, sarà possibile incontrare Alessandro e Max durante la manifestazione MAREINCITTA’ che avrà luogo nei giorni 24/25 giugno p.v. all’Idroscalo di Milano.

MONDIALE CIRCUITO O/350: in Polonia Cremona vince il Titolo iridato

CHODIEZ – La motonautica azzurra del Circuito festeggia oggi in Polonia, a Chodiez, la conquista della medaglia d’oro nel Campionato Mondiale Circuito della classe O/350. Un bellissimo risultato arrivato grazie al piacentino Alessandro Cremona, classe 1983, portacolori della A.M.D. San Nazzaro; Cremona, con due vittorie e un 3° posto nelle manches di gara è riuscito a salire sul gradino più alto del podio. Festeggia anche Claudio Fanzini, il pilota di Monticelli d’Ongina che corre per la Effeci Racing Team, che con il suo 2° posto sul podio polacco si è aggiudicato la medaglia d’argento.

Bronzo iridato per l’americano James Aderholdt. Per Alex Cremona si tratta del quarto titolo mondiale in carriera nella classe 350 (dopo quelli che ha vinto nel 2008, nel 2010 e nel 2015, oltre ai tre titoli europei ottenuti in questa categoria nel 2008, nel 2011 e nel 2013).

Gara sfortunata invece, per Massimiliano Cremona, pilota dell’A.M.D. San Nazzaro e fratello minore di Alex, che a causa della rottura del motore in prova non è riuscito a concludere tutte le manches previste. Un peccato perché l’azzurro era in ottima forma e si stava dimostrando molto veloce e competitivo.

A Chodiez, è stato assegnato anche il Campionato Europeo della classe O/700: il titolo 2017 è andato allo slovacco Marian Jung, che si è imposto su Attila Havas (Austria) e su Marcin Zielinski (Polonia), rispettivamente argento e bronzo continentale.

Primo tentativo di periplo della Sardegna su Kitesurf

CAGLIARI – Questa mattina sono partiti dal WCC di Cagliari i due riders sardi, Luca Marcis ed Enrico Giordano che si apprestano a percorrere le 500 miglia del periplo dell’isola in soli 5/7 giorni di navigazione a seconda dell’intensità e direzione del vento, costantemente seguiti da una equipe del Dipartimento di Scienze Mediche e Sanità Pubblica dell’Università di Cagliari.
Il Centro Velico Caprera ospita la loro seconda tappa a Porto Palma domani, sabato 10 giugno.

In occasione del cinquantesimo anno dalla sua nascita, il Centro Velico Caprera riconferma la sua attenzione alle imprese sportive ed alle evoluzioni tecnologiche dei mezzi di navigazione a vela supportando  KAS2017 e la sua sfida.

KAS2017 (Kitesurf Around Sardinia) è il primo periplo della Sardegna su kitesurf dotati di hydrofoil, appendici idrodinamiche ad alta efficienza che consentono al mezzo  con soli 8 kt di vento, di “volare” a 20 kt in tutte le andature.Sono 500 le miglia nautiche che i due riders sardi, Luca Marcis ed Enrico Giordano, affermati atleti di livello internazionale, si apprestano a percorrere in soli 5/7 giorni di navigazione a seconda dell’intensità e direzione del vento.

Luca ed Enrico, costantemente seguiti da una equipe del Dipartimento di Scienze Mediche e Sanità Pubblica dell’Università di Cagliari, dovranno navigare sulle loro tavole per oltre 6 ore al giorno per effettuare il periplo dell’isola nei tempi prestabiliti.Il programma prevede la partenza nella mattina di venerdì 9 dal WCC di Cagliari in direzione est mentre l’arrivo a Porto Palma, sede del Centro Velico Caprera è previsto per sabato 10, dove gli atleti ed il loro team saranno calorosamente accolti ed ospitati per questa loro seconda tappa del KAS2017, per poi continuare il giorno seguente nella loro impresa sportiva.

Il Centro Velico Caprera, la più grande scuola di vela del Mediterraneo fondata nel 1967, è da cinquant’anni il punto di riferimento per la formazione velica, dove il rispetto e la passione per la classica tradizione marinara si fondono con la conoscenza e l’apertura alle nuove tecnologie ed ai più innovativi mezzi di navigazione a vela, facendo del CVC uno dei più accreditati motori della cultura e della pratica velica a 360 gradi del nostro Paese.

Pallanuoto in Puglia, è final six per gli under 13

BARI – Sabato 10 giugno con la Final six si assegna il titolo di campione regionale under 13. Teatro degli ultimi ed epici scontri tra i giovanissimi pallanuotisti pugliesi, sarà la vasca scoperta dello Stadio del Nuoto di Bari.

Si inizia con il doppio campo alle 10.30: in acqua Mediterraneo Taranto e Waterpolo Bari da un lato e dall’altro Otré-Airon Club. Alle 12.30 le semifinali, con la vincente della prima sfida attesa dalla Fimco Sport e la vincente della seconda sfida chiamata a fronteggiare la Payton 1 di mister Maurizio Chiechi, che arriva alla finale da prima della classe, e dopo aver vinto tutti gli incontri della regular season. Nel pomeriggio, a partire dalle 15.00, le finali per determinare la classifica. Alle 18.00 si scende in acqua per decidere chi sarà il campione regionale 2017 del campionato under 13. I dettagli degli accoppiamenti qui.

UNDER 15

In acqua domenica 11 giugno alla comunale di Crotone per il recupero della terza giornata d’andata del campionato under 15. Scontro tra la prima e la seconda in classifica, la Waterpolo Bari e il Crotone.

GUG PUGLIA

Patrizia Zappatore, presidente del Gruppo ufficiali di gara del comitato pugliese della Federazione italiana Nuoto, sarà sabato 10 giugno commissario speciale per il primo incontro valido per i play out del campionato di serie A2 maschile, in programma a Frosinone alle 15.30 tra la Rari Nantes Frosinone e la Rari Nantes Sori.

HABAWABA

Tre giorni di HaBaWaBa a Scanzano Jonico, dal 9 all’11 giugno 2017, dai cugini del comitato regionale della FIN Basilicata. Alla manifestazione, dedicata alle bambine e ai bambini tra i 9 e gli 11 anni che si avvicinano alla pallanuoto, parteciperanno 20 squadre provenienti da cinque regioni del Mezzogiorno. Per la Puglia saranno presenti al torneo nazionale sette società: Waterpolo Bari, Pianeta Benessere Altamura, Airon Club, Nuoto Castellana, Sport Project, Olimpica Salentina, Impero Fasano.

Sul Po con il Campionato Europeo di motonautica: tornano in acqua i fratelli Cremona

BORETTO – Boretto (RE): 3-4 giugno non manca proprio nulla per un inizio davvero adrenalinico. Ancora una volta Boretto capitale indiscussa dell’inizio di stagione della motonautica. Tutti presenti per il 57esimo Gran Premio motonautico Hidro GP, il Campionato Europeo e la Formula F/250.

In acqua per l’Italia Alessandro e Massimiliano Cremona provenienti da una stagione non poco facile, che li ha visti in difficoltà con i motori dei loro fuoribordo. Per i fratelli Cremona trattasi della prima prova del Campionato Europeo F250, un appuntamento questo dei fratelli, che utilizzeranno come test in previsione del Campionato Mondiale a Barcis (Pordenone). “Durante le prove libere i motori hanno risposto bene, grazie al lavoro meticoloso dei nostri meccanici fatto durante l’inverno”, il commento a caldo di Alessandro, già secondo in classifica, dopo l’esito della prima e unica prova cronometrata.

Non sono mancati però momenti di alta tensione durante la terza manche disputata ieri, quando il pilota Tosi Denny (Motonautica Boretto), in fase di virata è entrato dall’esterno in collisione con lo scafo di Alex Cremona, tamponandolo sul lato destro e costringendolo al ritiro.

Inzio dunque impegnativo quello del campione piacentino; ottimo invece il piazzamento del fratello Max che ha “aperto le danze” della sua stagione agonistica, con un meritatissimo secondo posto. Davanti a lui, sul gradino più alto del podio, il pilota ungheresePeter Bodor.

Crescono anche le giovani leve del team piacentino: sul podio per la prima prova del campionato Italiano OSY 400 Finotti Luca (primo) e Ghiraldi Mattia
A sfidare in acqua i nostri campioni, i piloti di Ungheria, Germania, Bulgaria, Repubblica Ceca, Regno Unito, e Finlandia.

IL NAUTILUS Anno 12 N°1

BRINDISI - In questo numero lo speciale è destinato alle crociere con i dati di Rsiposte Turismo e le previsioni per il 2017 di un settore ormai fondamentale per l’economia del Paese. Ma anche le importanti novità sulla safety portuale e sui regolamenti dell’Unione Europea sui servizi portali e la trasparenza finanziaria dei porti. Poi i porti di Napoli. Ancona, Trieste, Piombino e Olbia con gli investimenti e le nuove infrastrutture previste nei diversi scali italiani.
www.brindisi-corfu.it telebrindisi.tv poseidone danese

© 2017 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab