A Como eletti i Campioni Italiani 2018 di Offshore ed Endurance

COMO – Si è chiusa domenica 21 ottobre, sulle acque del Lago di Como, la manifestazione  valida quale 69^ Centomiglia e quale 5^ e ultima tappa del Campionato Italiano Endurance classi Sport e Boat Production e del Campionato Italiano Offshore classe 5000.

A vincere la 69^ edizione della Centomiglia del Lario sono stati Lorenzo e Andrea Bacchi: i due emiliani portacolori della Mot. Boretto Po (team “Gasbeton”) hanno completato i 12 giri del percorso previsto su scafo Offshore classe 5000 in 45’34.3, seguiti da Roberto Lo Piano e Mario Petroni, del team Associazione Motonautica Venezia, su scafo Offshore classe 5000, con 12 giri in 47’10.6 (secondi classificati) e dai napoletani del D&D Team Offshore Diego Cardazzo e Andrea Chiarenza, su scafo Offshore classe 5000, terzi classificati con 12 giri in 48’27.5.

Nella tappa conclusiva dell’Offshore, la vittoria di giornata è andata sempre a Lorenzo Bacchi, che ha corso in coppia con il figlio Andrea; i Bacchi si sono imposti rispettivamente su Roberto Lo Piano e Mario Petroni (secondi classificati) e su Diego Cardazzo e Antonio Chiarenza, terzi a podio. A Como, il Titolo di Campioni Italiani 2018 Offshore della classe 5000 è andato, con 1800 punti totali, a Lorenzo Bacchi e Giovanni Carpitella (oggi assente sul lago lariano poiché, come anche Serafino Barlesi, impegnato a Hangzhou in Cina nel 4° round del Mondiale Offshore X-Cat 2018). Argento tricolore Offshore 5000 a Serafino Barlesi e Alessandro Barone (Yatch Club Como MILA – CVC) con 1500 punti; bronzo a Roberto Lo Piano e Mario Petroni (ASD Tommy Offshore), a quota 525 punti.

Per l’Endurance, nella classe B – Sport, campioni italiani con 1800 punti finali, Rosario Longo e Mauro Cucurnia, l’equipaggio portacolori dello Yatch Club Como MILA – CVC.Si è lottato per l’argento e il bronzo tricolore. La gara comasca è stata vinta dai belgi Alain Coppens e Francis Notschaele, che si sono imposti rispettivamente su Longo – Cucurnia e su Simone Cesati e Sebastiano Guerini, chiudendo in tal modo la loro stagione italiana con la medaglia d’argento (1400 punti). Quarti classificati a Como e Bronzo tricolore 2018 a Francesco Musti e Emanuela Procaccini, equipaggio della Motonautica Partenopea Dilettantistica (p.919)

Nella classe B – Boat Production, a vincere la gara di Como è stato lo spagnolo Javier Garcia Plazuelo, che ha regolato rispettivamente il duo Cristiano Segnini – Carmine Cuomo e la veneta Caterina Croze. Il titolo di Campioni Italiani 2018 di categoria è andato comunque ai leader di classifica Christian Cesati e Matteo Berardi, il duo del Club Nautico Gabbiane (a quota 1425 punti), Argento a Caterina Croze (1325 p.), mentre il bronzo tricolore è finito nelle mani del duo Segnini – Cuomo, arrivati a quota 1000 punti.

Week-end sul Lago di Como con la 69^ Centomiglia del Lario

COMO – E’ tutto pronto a Como, per uno dei più importanti appuntamenti in chiusura della stagione motonautica Offshore ed Endurance 2018. Organizzatore dell’Evento è lo Yacht Club Como MILA – CVC. Da domani a domenica 21ottobre, sulle acque del Lario si correranno la storica Centomiglia, arrivata quest’anno alla 69^ Edizione e le 5^ e ultime tappe del Campionato Italiano Endurance classi Sport e Boat Production e del Campionato Italiano Offshore classe 5000.

Per l’Endurance, un titolo italiano è già arrivato, con una gara di anticipo nella classe B – Sport, ad opera dell’equipaggio dello Yatch Club Como MILA – CVC, con Rosario Longo e Mauro Cucurnia; gli altri equipaggi in gara a Como si sfideranno per l’argento e il bronzo tricolore. Nella classe B – Boat Production, leader di classifica sono Christian Cesati e Matteo Berardi, il duo del Club Nautico Gabbiane (a quota 1425 punti), seguito dalla veneta Caterina Croze (1125 p.).
Nella tappa conclusiva dell’Offshore, la lotta per il titolo tricolore è tra due equipaggi: quello leader di classifica provvisoria di Campionato (a 1500 punti) composto da Serafino Barlesi e Alessandro Barone (Yatch Club Como MILA – CVC) e quello della Mot. Boretto Po, con Lorenzo Bacchi, Giovanni Carpitella e Andrea Bacchi (a quota 1300 punti). Una sfida accesa per questi due forti equipaggi: Barlesi e Barone, che già nel 2017 avevano conquistato la Centomiglia, puntano a fare il bis nella Classica comasca e a vincere il Titolo Italiano Offshore, un titolo che lo scorso anno era finito proprio nelle mani di Bacchi e Carpitella.

Sabato dalle ore 13.30 alle ore 18.00 prove libere di tutte le categorie; le gare si disputeranno domenica dalle ore 14.00 alle ore 15.00, con partenza unica di tutte le imbarcazioni Endurance e Offshore. Premiazioni a seguire.

Alex Cremona: “Il terzo posto a Boretto ha dato buone indicazioni per il futuro”

BORETTO PO – “Il terzo posto finale ci ha dato buone indicazioni sul lavoro svolto negli ultimi tempi, siamo vicini ai piloti più veloci”
Questo il commento di Alex Cremona sul terzo posto ottenuto nel fine settimana a Boretto Po, in provincia di Reggio Emilia, nell’ultima tappa del Campionato Mondiale di Motonautica F250 vinta dal piacentino Claudio Fanzini che si è aggiudicato anche il titolo Mondiale.

E’ un buon risultato – prosegue Alex Cremona – a Boretto Po siamo stati vicini a dei piloti che hanno fatto tutta la stagione, quindi competitivi e a caccia del podio come Fanzini e l’ungherese Bodor, mentre io invece venivo da alcuni mesi di stop per impegni lavorativi. Essere riuscito, in questo contesto, a stare davanti a Andrea Ongari, Matteo Gandolfi e Marco Malaspina che andavano molto forte è stato molto importante.

Il risultato ottenuto mi fa ben sperare per la prossima stagione – conclude il campione piacentino –  e con il mio team ci metteremo immediatamente all’opera per migliorare e per arrivare il più possibile vicino alle prestazioni di Fanzini che va forte, ma crediamo che con il lavoro si possa raggiungerlo”.

Cremona torna in gara nell’ultima prova del Campionato Mondiale di Motonautica F250

BORETTO PO – Sabato 13 e domenica 14 ottobre a Boretto Po, in provincia di Reggio Emilia, è in programma l’ultima tappa del Campionato Mondiale di Motonautica F250.
In testa alla classifica dopo le prime due tappe c’è il piacentino Claudio Fanzini con due vittorie, seguito dall’ungherese Peter Bodor. Per Alex Cremona, che ha saltato i due precedenti appuntamenti per impegni lavorativi, si tratta di un ottimo test per lo sviluppo del motore e delle eliche nuove del mezzo.

“Abbiamo lavorato molto negli ultimi tempi – sottolinea Alex Cremona – quindi questa è un’ottima occasione per misurare il nostro livello in mezzo ad avversari storici degli ultimi anni. Franzini sarà sicuramente un avversario agguerrito perché è in testa al campionato e quindi si appresta a vincere il Mondiale a chiusura di un’ottima stagione, visto che ha vinto già il Mondiale 350, l’Europeo della 350 e sta per vincere un altro titolo. Io comunque sono pronto per questa prova perché i test degli ultimi giorni ci hanno dato sensazioni positive, anche se c’è ancora da lavorare, in vista della nuova stagione”.

Alla tappa reggiana saranno presenti anche altri piloti piacentini: Andrea Ongari, Matteo Gandolfi e Marco Malaspina.

Podio su podio per il G.S dei Vigili del Fuoco Canottaggio Carrino di Brindisi

BRINDISI – I colori di Brindisi ed il rosso dei Vigili del fuoco sul podio nazionale con l’atleta Daniele Crastolla.Il   G.S  Canottaggio dei Vigili del Fuoco  Carrino di Brindisi  vince a Mondello  il titolo di campione d’Italia nella categoria senior sul singolo di  Coastal Rowing  con  Daniele Crastolla , atleta che anche sul Lago di Candia in Provincia di Torino, domenica 15 luglio  ha vinto il titolo di campione d’italia al  campionato Italiano Master sia sul singolo che sul 4 di coppia misto con la società C.C. Lazio.Podio su podio quindi per il gruppo sportivo canottaggio Carrino  di Brindisi  che conclude la stagione agonistica con grandi soddisfazioni e vittorie.

“Posso ritenermi abbastanza  soddisfatto..” dichiara Antonio Coppola –allenatore del Gruppo sportivo e capo squadra dei Vigili del Fuoco di Brindisi “ …. Daniele è in perfetta forma fisica e sta raccogliendo i frutti del suo impegno costante e determinato. Possiamo dire ironicamente che abbiamo chiuso il triangolo: campioni  a Candia in Piemonte , vice campione  a  San Giorgio di Nogaro in Friuli e campioni a Mondello in Sicilia. E’ sempre emozionante vedere i nostri colori sul podio soprattutto quando a conquistare il titolo sono giovani atleti che  hanno ancora grande possibilità di crescita e perché no,  anche di possibilità a livello mondiale. A San Giorgio di Nogaro erano presenti del gruppo sportivo dei Vigili del Fuoco di Brindisi oltre a Daniele Crastolla anche il giovanissimo Niccolò Golizia – 17 anni – che in finale ha conquistato il sesto posto nel singolo canoe categoria junior  e Giuseppe Bottacci   quinto in finale singolo canoe categoria master .”Tanti programmi, tanti progetti, tanta energia, questo è il Gruppo sportivo Canottaggio dei Vigili del Fuoco che non si ferma mai. Da lunedi  riprendono  i corsi gratuiti di avviamento al canottaggio, sono già partite le lezioni di indoor rowing  ( canottaggio in palestra  sul remoergometro) e  riabilitazione delle donne operate di tumore al seno con la pratica del canottaggio.

“Il canottaggio non è uno sport  solo per  giovanissimi  o ancora peggio, come molti pensano, solo per uomini. Noi stiamo lavorando e devo dire anche con grandi soddisfazioni  su più fronti. Il canottaggio purtroppo è uno sport impegnativo, una disciplina, ma noi stiamo riuscendo a far appassionare a questo sport sia i più piccoli sia i più grandi . Tanti fiori all’occhiello dei quali siamo orgogliosi ma c’è uno in particolare che ci sta molto a cuore e che vorremmo avesse massima diffusione: quello della riabilitazione delle donne operate di tumore al seno. “ afferma Lucia Buongiorno, aiuto allenatrice del gruppo sportivo“.

Il Gruppo sportivo canottaggio dei Vigili del fuoco domenica 14  ottobre  sarà presente con tutta la squadra, anche quella dei piccoli allievi e cadetti  alla gara regionale che si terrà a Taranto e l’11 novembre pronti per la gara internazionale di Torino.“ Tutte lontanissime le nostre trasferte. “  “ ..Ma per fortuna abbiamo il supporto sia di tutti i genitori ma soprattutto del comandante dei Vigili del Fuoco Ing. Antonio Panaro al quale va il nostro ringraziamento per il suo costante impegno  e contributo nel sostenere i nostri sforzi. “

IL SORBINO P24 DI DIEGO E MASSIMILIANO TESTA PUNTA AL TITOLO MONDIALE

FORIO D’ISCHIA – Riparte dal bronzo europeo il Sorbino P24 di Diego e Massimiliano Testa, che sabato 6 e domenica 7 ottobre sarà impegnato a Forio d’Ischia nella rassegna iridata del circuito Endurance di motonautica. Due giorni di gare che decreteranno il vincitore del Mondiale 2018 in uno scenario unico al largo dell’“isola verde”.

Lo scafo dei piloti partenopei, padre e figlio, ha dimostrato nelle acque di Chioggia di essere altamente competitivo portando a casa il terzo gradino del podio nella prima gara ufficiale. Servirà far crescere ulteriormente l’affidabilità per poter puntare a un risultato ancora più prestigioso, ma le velocità mostrate dallo scafo maltese Chaudron (25 piedi di lunghezza, chiglia a V e un unico motore Mercury da 150 cavalli capace di spingere la barca fino a 70 nodi di velocità) sono una garanzia in vista delle prossime gare. Il programma prevede due prove sabato (ore 11.30 e 16) su un circuito più breve e la terza prova domenica (ore 14) su una distanza maggiore.

“A Chioggia era la prima esperienza a bordo di questo scafo e abbiamo visto che risponde bene – spiega Diego Testa -. Dovremo fare un altro step per puntare a vincere il Mondiale e sicuramente ci aiuterebbe trovare delle condizioni di mare formato, più adatte alla nostra barca. Correremo in casa e questo sarà un ulteriore stimolo, sia perché sono legato a Forio e la sento come una seconda casa sia perché so che avremo tanti tifosi a sostenerci. La spinta del pubblico sarà un valore aggiunto ma per puntare al massimo risultato dobbiamo mettere a punto al meglio la barca in questi giorni che precedono le gare. Faremo le ultime prove e poi tenteremo l’assalto al titolo mondiale”.

Dal 4 al 7 ottobre il “Grand Prix Isola d’Ischia Città di Forio”

FORIO – E’ in corso a Forio, sull’Isola di Ischia, uno dei più importanti appuntamenti della parte conclusiva della stagione motonautica 2018 di Endurance e Offshore.Organizzatore dell’Evento è la società Olimpia Monte di Procida.Da oggi a domenica 7 ottobre, si corrono il Campionato Mondiale Endurance Gruppo B (in foto start Endurance ©2016Raffaello Bastiani), la Gara Internazionale Offshore V2 e il Campionato Italiano di Formula Junior.

Il Mondiale Endurance Gruppo B è in tappa unica e dunque i piloti di questi potenti scafi lotteranno per la conquista del titolo 2018.In totale, a sfidarsi saranno 20 equipaggi provenienti da 5 diverse Nazioni (Belgio, Kuwait, Spagna, Portogallo e Italia).A Forio, è prevista inoltre la disputa dell’ultima tappa della Gara Internazionale Offshore V2, con 6 equipaggi partecipanti, provenienti da Francia, Belgio e Malta.Le gare Endurance si disputeranno come da programma orario allegato; sabato 6 ottobre 2018: ore 12.00 gara 1 (short); ore 16.00 gara 2 (short). Domenica 7 ottobre 2018: ore 14.00: gara 3 (long). Premiazioni ore 18.00.

A Forio, tre gare per da disputare nella classe V2, la prima venerdì, la seconda sabato e l’ultima domenica. Premiazioni V2 alle ore 18.30.Il Campionato Italiano di Formula Junior, giunto qui alla 5^ e penultima tappa stagionale, vede in azione 15 piloti, tra cui il leader di classifica Samuele Gianluca Basile. Ultima tappa stagione del C.I. Formula Junior sarà quella piacentina di San Nazzaro il 3 e 4 novembre.

Salvamento Brindisi-Carovigno: aperte le iscrizioni

BRINDISI – Sono aperte, presso la Sezione Territoriale della Provincia di Brindisi della Società Nazionale di Salvamento di Genova, le iscrizioni al Corso Professionale per Bagnini di Salvataggio. Il corso avrà inizio nella seconda metà di ottobre.
Il Brevetto è un titolo Professionale valido a tutti gli effetti di legge, è titolo equipollente alla prova di nuoto e voga per il rilascio del libretto di navigazione (iscrizione nelle matricole della “gente di mare” – dp. Prot. n.° 4135556 del 17/06/1998 Min. dei Trasporti e della Navigazione – Direzione Generale del Lavoro Marittimo e Portuale), è titolo di merito per l’arruolamento come VFP1 (DM 01/09/2004, art. 8), da diritto a crediti formativi per gli esami di Stato della Scuola Secondaria di 2° grado (DPR 23/07/1998 n. 323 art. 12 e DM n. 49 del 24/02/2000), inoltre può essere trascritto in forma permanente nei fogli matricolari del personale militare dell’Esercito, Marina, Aeronautica, Arma dei Carabinieri e per il personale della Polizia di Stato. L’acquisizione del Brevetto di Bagnino di salvataggio offre possibilità di lavoro.
Il Brevetto abilita ambo i sessi, a partire da 16 anni, alla “professione” di Bagnino di Salvataggio lungo i litorali marittimi, le piscine, i fiumi e i laghi.A seguito delle attuali norme legislative, durante il corso, oltre al Brevetto di Bagnino di Salvataggio, verrà rilasciata una certificazione di Esecutore BLSD (Basic Life Support Defibrillation) per Operatori Sanitari, finalizzata ad acquisire le tecniche di Rianimazione Cardiopolmonare con l’Uso del Defibrillatore semiautomatico esterno secondo le linee guida internazionali ILCOR. Il Corso sarà svolto da un Centro di Formazione Accreditato alla Regione Puglia. Un ulteriore vincolo alla necessità dell’utilizzo del Defibrillatore è stato sancito dalla Regione Puglia sull’Ordinanza Balneare 2017 che ha previsto l’obbligo dell’uso del defibrillatore in tutti gli stabilimenti balneari. Anche l’attestazione di Esecutore BLSD è titolo di merito per l’arruolamento nelle forze armate.
I Bagnini di Salvataggio sono dei professionisti del soccorso, altamente specializzati e in grado di organizzare e gestire il servizio pubblico di vigilanza e salvataggio in qualsiasi condizione.Il Bagnino di Salvataggio è in grado di:organizzare e gestire l’emergenza balneare in qualsiasi condizione;operare per la tutela dell’ambiente naturale interessato all’attività balneare;prevenire, promuovere, valorizzare, educare in tema di sicurezza balneare;gestire i rapporti con le Capitanerie di Porto, il 118 e altre associazioni/enti ai fini della sicurezza della balneazione.

Il Corso di Bagnino di Salvataggio permette di acquisire le seguenti capacità e conoscenze:tecniche di soccorso in acqua (mare, fiumi, laghi, piscine);tecniche marinaresche (voga, ecc.);nozioni di meteorologia;tecniche di primo soccorso e rianimazione cardiopolmonare con l’uso del defibrillatore;norme comportamentali per il bagnante;norme legislative del settore.

La Società Nazionale di Salvamento a garanzia degli standard formativi ha acquisito la certificazione di qualità ISO 9001 dal R.I.NA. (Registro Italiano Navale) ed è membro dell’International Maritime Rescue.Per informazioni ed iscrizioni 335.5860402 – pagina Facebook @snsbrindisi

DIEGO E MASSIMILIANO TESTA VINCONO IL BRONZO ALL’EUROPEO ENDURANCE A CHIOGGIA

CHIOGGIA – Arriva una medaglia di bronzo per Diego e Massimiliano Testa, padre e figlio, alla prima esperienza nel circuito Endurance. Le due gare del Campionato Europeo che si sono concluse oggi a Chioggia hanno portato i due piloti del Circolo Canottieri Napoli sul grandino più basso del podio, dopo aver mostrato segnali di grande crescita.

Nella gara lunga di sabato, infatti, lo scafo Sorbino P24, dopo aver tenuto a lungo la terza posizione ha superato la barca della coppia spagnola Lopez-Garcia, chiudendo secondo alle spalle dell’altro team spagnolo Garcia-Pardo. La seconda gara, invece, ha visto i due piloti napoletani prendere la testa della corsa con ampio vantaggio già nei primi giri ma, purtroppo, a causa del mare formato incontrato sul circuito è saltata la calandra del motore e questo li ha costretti al ritiro lasciandoli sul terzo gradino del podio finale.

“Per noi era la prima esperienza con questa barca – spiega Diego Testa -. Ho visto già una discreta crescita e credo sia stato un buon allenamento in vista del mondiale di Ischia che si terrà a ottobre e che rappresenta il vero obiettivo stagionale. Dispiace per l’inconveniente di oggi perché avremmo potuto portare a casa una vittoria parziale e conquistare l’argento ma possiamo essere soddisfatti lo stesso e fiduciosi in vista del prossimo appuntamento”.
Il Sorbino P24 tornerà in mare dal 5 al 7 ottobre a Forio d’Ischia per le gare valide per il Campionato del Mondo Endurance.

FINALE CAMPIONATO ITALIANO MOTO D’ACQUA E CAMPIONATO GIOVANILE ANZIO 8-9 SETTEMBRE

ANZIO – Al via la quinta ed ultima Tappa del Campionato Italiano Moto d’acqua, dopo l’incredibile successo di stampa e di pubblico della prime quattro tappe  (5/6 maggio Bacoli Na, 19/20 maggio Caorle Ve e il 30/06/ Brindisi, 21- 22 luglio Milano ) il Campionato Italiano Moto d’Acqua 2018, organizzato dalla Federazione Italiana Motonautica, unico riconosciuto dal CONI, si concluderà l’8/9 settembre dalle ore 11,00 nello specchio d’acqua antistante la Riviera Zanardelli ad Anzio (Roma).

La grande novità di questa tappa sarà il: CAMPIONATO GIOVANILE  in  TAPPA UNICA che si disputerà per la prima volta, sempre ad Anzio e che coinvolgerà giovani rider tra i 14 ed i 18 anni.

IL NAUTILUS Anno 13 N°3

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato a Canale Pigonati di Brindisi; la storia, le potenzialità, le attuali richieste per il suo allargamento al fine di agevolare l’entrata nel porto interno delle grandi navi da crociera. Poi articoli sulle Zes, porti di Ancona, Bari, Campania ma anche le professioni del mare, il lavoro portuale nelle sue specificità ed un interessante racconto del porto di Salerno che nel Mediterraneo rappresenta un ponte tra Oriente ed Occidente.
poseidone danese

© 2018 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab