Windsurf: Campionato Italiano Windfoil. Bruno Martini sempre leader

In evidenza anche il cagliaritano Michele Cittadini

La seconda giornata del Campionato Italiano Windfoil , organizzato dal Windsurfing Club Cagliari, è stata caratterizzata da una bella brezza di mare che ha permesso lo svolgimento di ben cinque prove: tre nella mattinata e due, dopo una sosta di qualche ora, nel primo pomeriggio.

Continua a guidare la classifica il windsurfista trentino Bruno Martini, che con cinque le vittorie parziali in tutto il Campionato, mantiene a tre punti il suo distacco sulla seconda posizione, occupata dal friulano Andrea Ferin.

Si fa notare l’atleta del Windsurfing Club Cagliari Michele Cittadini che è sembrato più a suo agio con il vento fresco: “Sono molto contento delle mie prestazioni perchè non ho l’attrezzatura specifica per il Windfoil. Non vedo l’ora di regatare domani(ieri ndr) perchè sono previsti circa venti nodi di vento. Spero proprio che la prossima tavola Olimpica sia il foil, perchè penso che il futuro sia questo.”

Fuori classifica troviamo Antonio Cozzolino, atleta dal doppio passaporto (Italiano/Neozelandese), in gara con l’attrezzatura raccomandata per le Olimpiadi di Parigi 2024 che purtroppo non rientra nel regolamento applicato in questo Campionato. In mare però ha mostrato tutte le sue potenzialità vincendo (ma fuori classifica) diverse prove. ” Sto regatando con il materiale olimpico, quello che è stato raccomandato dal working party di World Sailing (la federazione vela internazionale) e che andrà al Consiglio Generale di World Sailing a Novembre a Bermuda, dove speriamo votino appunto per il Foil. Stamattina(ieri ndr) ho fatto tre primi poi un secondo ed un terzo nel pomeriggio. In teoria dovrei essere in testa, ma qui si regata con le regole IFCA, nelle quali non rientra la mia tavola, quindi mi sono dovuto ritirare in tutte le prove. Peccato! Abbiamo avuto delle belle condizioni e speriamo che si replichi anche domani. E’ tutto molto piacevole”

Oggi ultima giornata che assegnerà il primo titolo italiano di questa nuova disciplina

CLASSIFICA

MARINA MILITARE: A BORDO DI NAVE VESPUCCI PRESENTATA LA SETTIMANA VELICA INTERNAZIONALE ACCADEMIA NAVALE 2020

Durante la presentazione spazio anche per la manifestazione Vienna sul Lago e per il calendario della Marina 2020

Trieste- Si è svolta oggi, a bordo di nave Vespucci, la conferenza stampa di presentazione della “Settimana Velica Internazionale Accademia Navale e Città di Livorno 2020” in programma dal 25 Aprile al 3 Maggio 2020.

Ormeggiata presso il molo dei Bersaglieri nel Porto di Trieste, Nave Vespucci è per il secondo anno consecutivo alla Barcolana di Trieste, la manifestazione velica Internazionale giunta alla 51^ edizione.

Il comandante dell’Accademia Navale, Ammiraglio Flavio Biaggi, la vice Sindaca del Comune di Livorno, Dott.ssa Monica Mannucci ed il rappresentante dei Circoli Velici livornesi Dott. Andrea Mazzoni, hanno illustrato il programma delle regate e delle manifestazioni.

Una competizione appassionante articolata su 10 diverse classi di regata (Tridente 16, Optimist, Laser BUG, HAnsa 303, 2.4 Mr, Martin 16, Contender, Altura, Vele Latine e Vele d’Epoca).

La Settimana Velica Internazionale si prepara ad ospitare anche per questa edizione la “Regata dell’Accademia Navale”, la regata d’altura di oltre 600 miglia per marinai desiderosi di condividere un’impresa entusiasmante, e la “Regata delle Vele d’Epoca”, organizzata dalla Lega Navale Italiana sezione di Livorno.

La presenza di alcuni allievi provenienti dall’Accademia ha fatto da spunto per raccontare un’iniziativa di solidarietà e cultura, il gran ballo della Venaria Reale con le appassionate parole del notaio Claudio Limontini, presidente dell’associazione“Vienna sul Lago” .

Al termine, ospiti e giornalisti hanno potuto scoprire dalle immagini presentate dal capo Ufficio Immagine e Promozione della Marina militare, capitano di vascello Alessandro Dionigi, e dal racconto del fotografo d’eccezione Massimo Sestini il calendario istituzionale 2020, a tema: “La Marina militare vista attraverso gli occhi della Brigata Marina San Marco”. Quest’anno la Marina ha dedicato il calendario all’associazione “Lega del Filo d’oro”.

Alla Barcolana, le Star della Fine Art Sails

In mare, anche le Star, nella ormai tradizionale regata dedicata alla Andrew Simpson Foundation, la Fine Art Sails.

Una serie di famosi artisti, delle vele da Star diventate uniche per essere state dipinte, i grandi campioni di questa leggendaria classe, il charity. Sono questi gli ingredienti di Fine Art Sails, un progetto internazionale che unisce vela, arte e charity, e celebra la signora delle derive, la Star, per una manifestazione nel segno della vela e dell’arte.

La vittoria è andata a Danelon e Gazzetta (Yacht Club Adriaco) vincitori anche della scorsa edizione, secondi Planine e Armenio (Società Nautica Pietas Julia – Società Velica di Barcola e Grignano), Zlatich e Simoni (Società triestina della Vela) terzi.

Windsurf: Iniziato a Cagliari il primo Campionato Italiano Windfoil

Iniziato a Cagliari, organizzato dal Windsurfing Club Cagliari, il primo Campionato Italiano Windfoil, categoria di Tavola a Vela dotata di foil che le consente di navigare a pelo d’acqua.

La nuova disciplina, che ha recentemente ricevuto il benestare dai tests internazionali appena conclusi al Lago di Garda, sembra catturare sempre più l’attenzione di tutti i windsurfisti nazionali e internazionali.

In condizioni al limite minimo ( vento di poco superiore ai 5/6 nodi) i 20 iscritti al Campionato sono comunque riusciti a portare a termine tre prove che hanno evidenziato l’ottimo stato di forma del gardesano Bruno Martini, autore di tre vittorie. “È stata una giornata dura per tutti, perché avevamo un vento molto leggero tra i cinque e gli otto nodi. Nelle prove disputate sono stato in vantaggio da subito. Solo nell’ultima sono stato, ad un giro di boa, dietro Antonio Cozzolino. È stata sicuramente molto dura per gli altri atleti che usavano vele più piccole della mia. Io avevo una 10 (mq) Challenger che è la vela più grande che ho e una tavola Novenove”

Molto buone le prestazioni di Andrea Ferin che centra tre secondi posti. Sia Martini che Ferin sono due surfisti professionisti che partecipano costantemente alla Coppa del Mondo.

Ottimo il local Michele Cittadini che occupa attualmente la terza posizione. “La regata è stata proprio faticosa e con la vela che avevo io (più piccola di quelle dei primi due) dovevo pompare tanto per stare sul foil”

Da segnalare l’ottima prestazione di Nicolò Spanu giovanissimo windsurfista già con un ricco curriculum in altre specialità windsurfistiche

Domani la classifica potrebbe avere qualche novità, grazie all’arrivo di venti meridionali un po’ più consistenti rispetto a quelli odierni

Classifica: https://www.windsurfingclub.it/wp-content/uploads/2019/10/Classifica-Provvisoria.pdf

Marina Militare: Entra nel vivo la terza edizione del Trofeo del Mare

L’imbarcazione a energia solare SUN RAZOR 01, gli eventi celebrativi per i 150 anni del faro di San Vito, e tanto altro, alla III edizione del Trofeo del Mare

​Dopo la cerimonia d’apertura, la terza edizione del Trofeo del Mare Città di Taranto è entrata nel vivo dello svolgimento con le attività sportive, in particolare con l’aquathlon, specialità del triathlon, che ha avuto il Castello Aragonese come base logistica e per le premiazioni, con oltre 100 atleti delle varie categorie che si sono confrontati nella frazione a nuoto nel suggestivo percorso tracciato al centro del canale navigabile, e in quella di corsa, da percorre due volte lungo la banchina di via Garibaldi.

Numeroso il pubblico presente, che dal corso Due Mari ha potuto ammirare la gara e lo spettacolo agonistico.

Gli atleti, i familiari e il pubblico hanno espresso unanime apprezzamento sia per la location che per l’organizzazione che si è rivelata efficiente e all’altezza dell’evento. Sempre sul lato Mar Piccolo, un‘altra competizione ha suscitato la curiosità del pubblico, le regate di canottaggio organizzate dalla Federazione Italiana Canottaggio, tappa regionale del campionato italiano.

Il Comandante Marittimo Sud, ammiraglio di divisione Salvatore Vitiello, ha presenziato alla cerimonia di chiusura e alle premiazioni, complimentandosi con gli organizzatori e con i giovani vincitori entusiasti per aver vogato in uno specchio d’acqua molto suggestivo come quello del primo seno del Mar Piccolo.

Non solo sport, ma anche blue economy, tecnologia e ricerca scientifica, con la squadra della Blue Matrix che ha presentato al Castello Aragonese il proprio gioiello ipertecnologico, l’imbarcazione a energia solare SUN RAZOR 01, che sarà esposta in Piazza d’Armi e sarà visitabile dal pubblico fino al 12 ottobre.

Dopo l’indirizzo di saluto dell’ammiraglio Vitiello e del presidente della provincia ionica, dott. Giovanni Gugliotti, la parola è andata all’ammiraglio Ugo Bertelli, vice presidente della Blue Matrix, che ha illustrato l’opera di realizzazione dell’avveniristica imbarcazione che ha coinvolto alcune aziende locali, la COMES GROUP, e giovanissimi ricercatori universitari. L’auspicio dell’ammiraglio Bertelli, confermato dal dott. Vincenzo Cesareo, presidente della COMES, e dal dott. Antonio Marinaro, presidente di CONFINDUSTRIA Taranto, entrambe sponsor del Trofeo del Mare, è che l’anno prossimo Taranto e il Mar Piccolo ospitino una regata internazionale di queste imbarcazioni ad energia solare.

Proseguono intanto le visite al faro di San Vito e le iniziative volte a celebrare i suoi 150 anni.

Ma il Trofeo del Mare ha dato anche la possibilità a circa 500 giovani studenti di 13 istituiti scolastici secondari di secondo grado di Taranto provincia di prendere lezioni teoriche e pratiche, di vela, canottaggio, canottaggio a sedile fisso, canoa, canoa polo e stand up paddle, presso le sedi della sezione velica della M.M., della Lega Navale Italiana, del Palio di Taranto, e presso il Molo Sant’Eligio, impartite da istruttori federali e atleti delle ASD e Circoli Velici partner della manifestazione.

Infine, due importanti appuntamenti al Castello Aragonese con la presentazione dell’Associazione MAREVIVO, con relatori dell’Università del Salento, CNR e Lega Navale, sulle attività svolte e il convegno di pittori di Marina con una mostra di quadri fino al 13 ottobre.
AT

Circolo della Vela Bari: Stella d’oro al merito sportivo, XIII Trofeo Pino Carabellese

13 ottobre 2019, Bari – sede Teatro Margherita

Il Circolo della Vela Bari organizza per domenica 13 ottobre il XIII Trofeo “Pino Carabellese” per la classe Optimist valido come tappa del campionato zonale juniores e per l’assegnazione della Coppa del Presidente tra i cadetti. Fortemente voluto dalla famiglia Carabellese, in memoria di Pino, grande appassionato di mare e navigazione, è uno degli appuntamenti più attesi della vela barese.

Circa 50 gli atleti provenienti da tutta la Puglia che vi prenderanno parte. Il solo Circolo della Vela Basi scenderà in acqua con ben 20 dei suoi optimisti tra juniores e cadetti. La prossima si preannuncia come una domenica densa di emozioni per il tutto il sodalizio barese. Sei dei suoi atleti vivranno infatti l’esordio in una regata. In quattro, invece, daranno l’addio all’Optimist per passare nelle classi superiori. Claudia Quaranta, Augusta Carbonara, Gabriele Porcelli e Gabriele Amodio, che in questi anni hanno profuso il loro impegno nella squadra dei più piccoli sono infatti ormai pronti per lasciare spazio alle nuove leve e proseguire il loro cammino altrove, sempre con e per i colori del CV Bari.

La regata si svolgerà sullo specchio d’acqua antistante il Lungomare Sud di Bari. Il primo segnale di via sarà dato alle 11.00. Si potranno disputare fino a tre prove sia per gli juniores sia per i cadetti, ma la regata sarà considerata valida anche con una sola prova conclusa. Potranno partecipare i timonieri tesserati FIV nati negli anni 2004 – 2005 – 2006 – 2007- 2008 (Juniores), i nati negli anni 2009 – 2010 (Cadetti). Il Trofeo Pino Carabellese sarà assegnato al 1° classificato della categoria Juniores. Ci saranno poi premi per i primi tre classificati Juniores, i primi tre classificati Cadettil, la prima femmina Juniores e la prima femmina Cadetti.

Arrivata Vicky Song in Barcolana

PRESENTATO IL NUOVO TROFEO DELL’ULTIMO ARRIVATO
SBARCA IN BARCOLANA IL NASTRO ROSA MIXED OFFSHORE EUROPEAN CHAMPIONSHIP
IN ARRIVO LA NAVE SCUOLA AMERIGO VESPUCCI
VILLAGGIO BARCOLANA: APERTURA DI TUTTI GLI SPAZI E VIABILITÀ
PROSEGUONO LE ATTIVITÀ A TUTELA DEI MARI INSIEME A ONE OCEAN FOUNDATION

Trieste- Giovane, sorridente, curiosa di scoprire come sia fatta la regata più grande del mondo. E’ sbarcata a Trieste Vicky Song, la prima velista cinese ad aver compiuto il giro del mondo a vela, e anche la prima velista cinese in Barcolana. “Ho sentito tanto parlare di Barcolana – ha raccontato Vicky Song – la vela in Cina è giovane, si pratica dal punto di vista sportivo da circa vent’anni. Dieci anni fa avevamo forse tre regate in totale, oggi in un anno sono un centinaio: stiamo crescendo a un ritmo molto veloce”.

Su Barcolana Vicky Song ha le idee molto chiare: “Ho sentito parlare tanto di questa regata, l’ingresso nel Guinness dei primati ha contribuito alla popolarità della regata e come velista cinese sono molto curiosa. In questi anni in Cina è aumentata la popolarità della vela e guardiamo alla Barcolana con un evento che può ispirarci, anche nell’ottica delle accresciute relazioni tra l’Italia e la Cina”.

TROFEO DELL’ULTIMO ARRIVATO - Barcolana ha presentato questo pomeriggio un nuovo trofeo, aggiunto in questa edizione. Si tratta del Trofeo per l’ultimo arrivato, che verrà consegnato con tutti gli onori, all’ultimo arrivato al traguardo della Barcolana.

“E’ un trofeo nella tradizione e nel pieno spirito della Barcolana – ha dichiarato il presidente della SVBG Mitja Gialuz – nato per sottolineare l’impegno di chi partecipa alla regata con lo spirito originario, con la volontà di esserci, di divertirsi senza lasciare a casa l’agonismo puro, quello di partecipare e tagliare il traguardo entro il tempo limite. In Barcolana vincono tutti tranne l’ultimo; ma in realtà anche l’ultimo batte il tempo massimo. Spesso guardiamo con grande focalizzazione alla lotta per la testa della classifica, ma la Barcolana ha un contenuto più ampio: adesso chiediamo al popolo della Barcolana di indicarci un nome adeguato per questo trofeo. Si tratta di un simbolo, che si somma ai premi che diamo ai primi tre di ogni categoria, regata e crociera.

E’ la sintesi dell’omaggio alla partecipazione e non alla spasmodica lotta alla vittoria, è l’omaggio a tutte le persone che investono energie, tempo ed entusiasmo per partecipare alla Barcolana: senza di loro, la vittoria dei primi sarebbe solo la vittoria di una regata come tante, e auspico che gli skipper delle barche che concorrono per il primo posto assoluto siano assieme a noi in questo progetto, solidali a dare valore alla partecipazione”. Domani, intanto, è prevista la cerimonia di restituzione del trofeo per il primo assoluto dal team Fast and Furio all’organizzazione.

APERTO TUTTO IL VILLAGGIO – Inizia intanto la grande festa lungo tutte le Rive di Trieste: da stamani e fino a domenica 13 ottobre tutti gli 200 stand lungo le Rive, oltre a quelli in piazza dell’Unità, sono aperti al pubblico. Gli orari per i prossimi giorni sono i seguenti: domani il Villaggio Barcolana sarà aperto al pubblico dalle 10 alle 22, venerdì 11 ottobre dalle 10 alle 24, mentre sabato la grande festa inizierà alle 9 per concludersi alle 24, mentre domenica il villaggio resterà aperto dalle 9 e fino alle 20, quando la Barcolana chiuderà ufficialmente l’edizione 51.

ISCRIZIONI - A quattro giorni dal via, sono 1491 gli scafi già iscritti. Si tratta di un trend molto positivo, superiore in numero, al momento, a quello dell’edizione 2017 dove le iscrizioni avevano chiuso il sabato a quota 2101. “Non stiamo guardando al numero – ha dichiarato il presidente della SVBG Mitja Gialuz – nel senso della ricerca di nuovi record, ma guardiamo ai numeri con l’obiettivo di garantire a tutti i partecipanti quel +1 che rappresenta questa edizione: accoglienza, attenzione, eventi di qualità”.

BARCOLANA NASTRO ROSA MIXED OFFSHORE EUROEPAN CHAMPIONSHIP – E dopo il foil, sbarca in Barcolana un tradizionale scafo di 30 piedi, ma con un innovativo programma che condurrà fino alle Olimpiadi del 2024. Venerdì la Barcolana accoglierà l’arrivo della prima edizione del Mixed Offshore European Championship, il campionato europeo che mette in acqua sette equipaggi misti che dovranno affrontare, per la prima volta, la nuova specialità olimpica che verrà sperimentata a Parigi 2024, una regata d’altura su uno scafo a chiglia di 30 piedi, in equipaggio ridotto composto da un uomo e una donna.

L’Europeo, patrocinato da Eurosaf, la federazione europea della Vela e dalla Fiv, parte oggi da Venezia per raggiungere Trieste dopo 187 miglia di navigazione: l’arrivo sarà dato di fronte a Barcola, e gli scafi parteciperanno domenica alla Barcolana con gli stessi equipaggi arricchiti di ulteriori persone a bordo. L’evento è organizzato da SSI e Barcolana, con il marchio Nastro Rosa, l’evento che raccoglierà a breve l’eredità del Giro d’Italia a vela. In acqua sette team da Austria, Belgio, Francia, Australia, Italia, Spagna e Usa: attivo il tracking per seguire la regata, www.ssi.events/tracking-nastrorosa-offshore.

Gli equipaggi al via:
Team Austria – Lisa Berger and Christian Kargl
Team Belgium – Jonas Gerckens and Sophie Faguet
Team France – Mathilde Geron and Pierre Leboucher
Team Australia – Alberto Sonino and Liz Wardley
Team Italy – Andrea Pendibene and Giovanna Valsecchi
Team Spain – Guillermo Altadill and Ana Santamaria
Team USA – Peter Beker and Barbara Karpinska

E-SAILING - Sono 4018 gli skipper che stanno, al momento, partecipando alle regate virtuali di e-sailing. Da tutto il mondo, gli appassionati di vela su virtualregatta.com stanno aumentando in vista delle ultime qualificazioni.

VIABILITÀ - Il Comune di Trieste ha pubblicato in questi giorni l’ordinanza relativa alla gestione del traffico cittadino nei giorni di Barcolana. Tra i provvedimenti, quello principale riguarda l’istituzione dell’integrale divieto di transito per tutti i veicoli, con orario ininterrotto, a partire dalle ore 14 di venerdì 11 e fino alle ore 17 di domenica 13 ottobre (e comunque fino a cessate necessità) sulle Rive centrali più prossime a piazza dell’Unità, ovvero Riva del Mandracchio, Riva Caduti per l’Italianità e Riva Tre Novembre, nel tratto complessivamente compreso tra l’intersezione con via Mercato Vecchio e piazza Nicolò Tommaseo. Si tratta di una scelta che permette di collegare direttamente la piazza dell’Unità al Villaggio, e garantire sicurezza a tutto il pubblico.

Trieste Trasporti ha inoltre potenziato il sistema di autobus cittadino: chi invece raggiungerà Trieste in automobile, oltre a essere informato dai pannelli a messaggio variabile presenti in autostrada di eventuali code o problemi di viabilità, troverà attivo un sistema di interscambio automobile-autobus urbano: grazie all’intervento di Trieste Trasporti, saranno attivi 6 parcheggi periferici dove lasciare l’automobile e scambiare con l’autobus urbano, pagando un biglietto unico (peraltro con grafica personalizzata, praticamente da collezione!) di 1 euro a persona al giorno. I parcheggi di scambio in cui sarà attivo il servizio sono quelli situati a Barcola-Bovedo, BarcolaPiazzale 11 settembre, Quadrivio Opicina, Chiarbola (via Carnaro) e Montedoro.

Una volta parcheggiata l’automobile, si potrà acquistare dal personale di Trieste Trasporti presente in loco il biglietto giornaliero  – venerdì 11 ottobre dalle 15 alle 20, sabato 12 ottobre dalle 10 alle 20 e domenica dalle 8.30 alle 20 -  al costo di un euro a persona che consentirà di raggiungere il centro città in bus. Il parcheggio con maggiore capienza è quello di Montedoro: l’autobus navetta per Barcolana, la numero 20, impiega 20 minuti per raggiungere il centro città. In occasione della Barcolana, e per favorire tutte le persone che dal centro città raggiungono la sede della SVBG per andare a iscriversi alla regata, Trieste Trasporti attiverà da venerdì 11 a domenica 13 ottobre degli autobus-navetta elettrici che collegheranno piazza Tommaseo con piazzale 11 settembre a Barcola transitando anche per il parcheggio di Bovedo.

ONE OCEAN FOUNDATION – In Barcolana oggi approda anche One Ocean, la Fondazione che condivide con Barcolana l’impegno a tutela dei mari, dall’emergenza plastica e da ogni forma di inquinamento. One Ocean sarà presente nella sede della Società Velica di Barcola e Grignano con l’obiettivo di invitare gli armatori in attesa di iscriversi alla Barcolana a conoscere e sottoscrivere la Charta Smeralda, per condividere con il resto del loro equipaggio l’impegno assunto. Tutti possono fare altrettanto al seguente link: https://www.1ocean.org/charta-smeralda/ A Trieste sarà presente il vicepresidente della Fondazione One Ocean e commodoro dello Yacht Club Costa Smeralda, Riccardo Bonadeo, che parteciperà alla regata a bordo del maxi 100′ Arca SGR di Furio Benussi, barca portabandiera della Fondazione.

L’intero team vincitore delle ultime tre edizioni della regata ha sposato appieno la missione di One Ocean, in Barcolana così come nelle abitudini quotidiane di ciascun componente. Sabato mattina 40 ragazzi saranno a bordo di Arca SGR per una lezione sulla tutela del mare a cura di One Ocean, mentre il commodoro Bonadeo è atteso sull’Amerigo Vespucci per la presentazione della Regata dell’Accademia Navale, manifestazione da sempre legata a One Ocean Foundation e alla Charta Smeralda.

APPUNTAMENTI DI DOMANI – Domani mattina arriverà a Trieste anche la nave scuola a vela della Marina Militare Amerigo Vespucci che resterà ormeggiata a Trieste fino a domenica 13 ottobre e dedicherà questo lungo fine settimana al pubblico della Barcolana, ospitando eventi e visite guidate. In arrivo da Salerno, il “Vespucci” dovrebbe giungere a Trieste nelle prime ore del mattino. Nel pomeriggio, alle 17.30, si terrà nel Villaggio Barcolana la cerimonia di restituzione del trofeo Barcolana: a consegnarlo nelle mani del presidente della SVBG Mitja Gialuz sarà Furio Benussi, a capo del team che ha vinto la scorsa edizione. Nell’occasione, la SVBG presenterà anche il trofeo “Gli ultimi sono i primi” che da quest’anno è in palio per l’ultimo classificato.

ARRIVA LA VESPUCCI - Dal 10 al 13 ottobre la nave scuola Amerigo Vespucci sosterà per la diciannovesima volta nel porto giuliano in occasione della “Barcolana 51”, la regata internazionale che si svolge tradizionalmente nel golfo di Trieste e giunta quest’anno alla cinquantunesima edizione.
La nave sarà aperta alle visite della popolazione nei giorni: Giovedì 10 Ottobre: dalle ore 16.00 alle ore 20.30; Venerdì 11 Ottobre: dalle ore 10.00 alle ore 12.30 (solo per scolaresche) e dalle ore 14.00 alle ore 18.00; Sabato 12 Ottobre: dalle ore 14.00 alle ore 18.00; Domenica 13 Ottobre: dalle ore 08.30 alle ore 13.00.

RAI IN BARCOLANA – La Rai sale nuovamente a bordo della Barcolana per raccontare – da Main Media Partner – emozioni, suggestioni e protagonisti della più affollata regata internazionale del mondo organizzata dalla Società Velica di Barcola e Grignano.  Anche stavolta la Rai sarà presente a Trieste per tutto il periodo della manifestazione, con  Rai Sport che trasmetterà – dallo studio allestito in loco – la regata conclusiva domenica prossima (13 ottobre).  Giulio Guazzini, insieme ai colleghi della Tgr, condurrà la diretta della gara in onda su Rai Sport +HD e in simulcast su Rai3.

La diretta sarà disponibile anche su Rai Play e sarà ritrasmessa in tutto il mondo da Rai Italia.  Il giorno prima, sabato 12 ottobre, “Linea Blu” (Rai1) tornerà con una puntata speciale live, in onda dal palco in piazza dell’Unità d’Italia per raccontare attraverso la voce di Donatella Bianchi e i suoi ospiti il grande spettacolo di Barcolana e il rapporto che lega da sempre uomini e mare. E ancora Rai1, grazie alle telecamere di UnoMattina (venerdì 11 ottobre, in diretta da Piazza Unità d’Italia) e “Vita in diretta”, accenderà i riflettori sul porto con interviste, servizi e approfondimenti.

A Trieste anche molteplici eventi collaterali, di cultura e di sport che precedono la gara finale. Un crescendo di immagini, voci e colori proposto al pubblico da Rai1, Rai Sport, Radio1, Radio2, Rainews24, Tgr, Rai Friuli Venezia Giulia, e Rai Radio Live con un’ampia copertura televisiva, radiofonica e social dell’intero evento con servizi, interviste e collegamenti nei loro programmi come nei Tg e Gr nazionali e regionali. Rai Radio live, infine, sarà a Trieste per approfondire il rapporto unico che la città di Trieste e la sua gente ha con il mare e il mondo della vela.

Proprio la sede Rai regionale, con la struttura in lingua Italiana, insieme a Radio1 a diffusione regionale, realizzerà i programmi del mattino o alternativamente del pomeriggio da Barcolana, approfondendo ogni giorno un tema inerente al mare: dalle prospettive di lavoro alla sicurezza.  Di grande impatto lo spazio che i Tg daranno alla Barcolana garantendo una copertura variegata e puntuale. Venerdì 11 ottobre, dallo stand della Rai, in diretta da Trieste ci sarà ‘Tg2 Italia’ e verrà, una volta terminata la regata, confezionato uno spazio all’interno della rubrica ‘Si viaggiare’.

Per vivere l’atmosfera e conoscere da vicino i protagonisti della grande kermesse, Radio2, sabato e domenica, dalle 13.45 alle 16.00, con Pippo Lorusso, Antonio Mezzancella e Dj Osso, offrira’ una edizione speciale di ‘Tutti Nudi’, per uno sguardo attento e ironico sulla storica regata, in diretta da Piazza Unità d’Italia. Due ore e un quarto di narrazione dal taglio tanto giocoso quanto originale, di uno degli eventi sportivi più interessanti e longevi del panorama italiano. Alla fine delle dirette, il “villaggio Barcolana” ballerà al suon dei dj set a cura di Rai Radio2, il sabato dalle 16 alle 18 e la domenica dalle 10 alle 12.

Barcolana51 sarà anche in streaming su RaiPlayRadio.it/Radio2, sulla App RaiPlayRadio e con contenuti speciali su Instagram, Facebook e Twitter di @RaiRadio2. Radio di bordo, il programma di Rai Radio1 dedicato al mare (alle 10.05), con la voce di Germana Brizzolari sarà interamente incentrato sulla Barcolana, e ‘L’aria che respiri’, programma dedicato all’ambiente, in onda tutti il sabato alle 6.05, si occuperà delle buone pratiche in mare.

Previsti inoltre collegamenti durante il weekend sportivo di Radio1.  La Struttura in lingua slovena, sempre dallo studio allestito in villaggio, nel corso di tre appuntamenti concentrati verso il fine settimana, incontrerà gli autori sloveni che hanno scritto di Barcolana e di Trieste, i partecipanti alla gara provenienti da oltre confine protagonisti dell’amichevole competizione con i velisti del Friuli Venezia Giulia.  La Rai parteciperà, come in passato, alla Barcolana: un equipaggio salirà sullo scafo firmato Rai e Radio2 per prendere parte alla regata.

Demis Albertacci photostudio

Barcolana insieme a One Ocean Foundation per la tutela dei mari

In Barcolana oggi approda anche One Ocean, la Fondazione che condivide con Barcolana l’impegno a tutela dei mari, dall’emergenza plastica e da ogni forma di inquinamento

In Barcolana oggi approda anche One Ocean, la Fondazione che condivide con Barcolana l’impegno a tutela dei mari, dall’emergenza plastica e da ogni forma di inquinamento. One Ocean sarà presente nella sede della Società Velica di Barcola e Grignano con l’obiettivo di invitare gli armatori in attesa di iscriversi alla Barcolana a conoscere e sottoscrivere la Charta Smeralda, per condividere con il resto del loro equipaggio l’impegno assunto. Tutti possono fare altrettanto al seguente link: https://www.1ocean.org/charta-smeralda/

A Trieste sarà presente il vicepresidente della Fondazione One Ocean e commodoro dello Yacht Club Costa Smeralda, Riccardo Bonadeo, che parteciperà alla regata a bordo del maxi 100′ Arca SGR di Furio Benussi, barca portabandiera della Fondazione. L’intero team vincitore delle ultime tre edizioni della regata ha sposato appieno la missione di One Ocean, in Barcolana così come nelle abitudini quotidiane di ciascun componente. Sabato mattina 40 ragazzi saranno a bordo di Arca SGR per una lezione sulla tutela del mare a cura di One Ocean, mentre il commodoro Bonadeo è atteso sull’Amerigo Vespucci per la presentazione della Regata dell’Accademia Navale, manifestazione da sempre legata a One Ocean Foundation e alla Charta Smeralda.

Progetto didattico sperimentale studente-atleta di alto livello

La Federazione Italiana Vela comunica che è stato emanato il progetto didattico sperimentale studente-atleta di alto livello volto a implementare il sostegno ed il supporto alle scuole nella programmazione di azioni efficaci che permettano di promuovere concretamente il diritto allo studio e il successo formativo degli studenti impegnati in attività sportive agonistiche di alto livello.

In allegato lettera del Ministero e modulistica.

Regione Liguria-Muzio: “Uno sport che coniuga amore per il mare, tecnica fotografica e attività fisica”

Gara di Safari Fotografico Subacqueo
Il consigliere segretario dell’Ufficio di presidenza ha partecipato oggi alla premiazione dei vincitori del 39° campionato italiano che si è svolto a Sestri Levante

Claudio Muzio, consigliere segretario dell’Ufficio di presidenza, ha partecipato oggi pomeriggio, in rappresentanza dell’Assemblea legislativa della Liguria, alla premiazione dei vincitori del 39° campionato italiano di Safari Fotografico Subacqueo, che si è svolto nelle acque che circondano Sestri Levante.

“Questa disciplina sportiva rappresenta un’efficace lezione – dichiara – che dimostra come si può coniugare amore per il mare, tecnica fotografica e attività fisica. Quest’ultima competizione ha richiamato in Liguria decine di concorrenti da tutta Italia e rappresenta, indubbiamente, un vanto per tutta la Regione perché associa al momento competitivo altre occasioni di approfondimento e di informazione rivolte ai più giovani.

La conoscenza del mondo marino e, dunque, la consapevolezza dell’immenso patrimonio custodito in questo universo – ha concluso – sono il primo passo verso il suo rispetto e la sua tutela in un cammino che arricchisce ciascuno di noi”.

Muzio ha espresso agli organizzatori della manifestazione i complimenti e il ringraziamento di tutto il Consiglio regionale.

IL NAUTILUS Anno 14 N°2

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato alla portualità con un focus sulle identità marinare e sul futuro dei lavori portuali, la figura dello skipper e il trattamento dell’acqua di zavorra. Poi una riflessione sul concetto di “Porto come mondo” (prendendo come esempio il porto di Brindisi, tra tutela, valorizzazione ed innovazione). E ancora, approfondimenti sul motto lanciato dal Ministero delle Infrastrutture e Trasporti: #IOSONOMARE, per valorizzare tutte le attività svolte sul mare.
poseidone danese

© 2019 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab