peyrani

Motonautica: Campionato del mondo UIM XCAT 3 posto per il team italiano Al&Al

ZHENGZOU – Il Campionato del Mondo XCAT, la disciplina più prestigiosa e combattuta nel mondo offshore, ha visto l’inizio della stagione  a Zhengzou in Cina. Il campionato, patrocinato dalla Federazione mondiale della Motonautica (UIM),vede 14 team iscritti rappresentanti di 8 paesi di 3 continenti diversi per un totale di 28 piloti. E’ subito podio per la barca 22 Caccia Engineering del team italiano Al&Al che si onora di portare nel mondo anche il patrocinio della Reggia di Caserta.

Un risultato eclatante per il team che alla prima tappa del mondiale centra subito un terzo posto, dopo una partenza sfortunata che ha costretto la barca a terra sia giovedì che venerdì  a causa di alcuni problemi di elettronica sui 2 motori Mercury da 400 hp che equipaggiano l’imbarcazione.

La giornata di sabato e’ iniziata con un ottimo quarto tempo nella pole, conclusasi poi con il 6° tempo finale per un allarme al motore sinistro.In gara, i piloti Diego Testa e Daniele Martignoni per la prima volta insieme e senza mai aver provato la barca, rimontano dal 6 posto fino al traguardo realizzando un eccellente terzo posto che proietta subito il Team tra i top competitor del campionato mondialeLa gara si è dimostrata da subito avvincente con un susseguirsi di emozionanti sorpassi tra i diversi catamarani.

Grazie ad una strategia  perfetta e dopo una serrata battaglia di 2 giri con il team svedese e quello australiano, la 22 ha avuto la meglio tagliando  il traguardo con un terzo posto dietro a Victori di Dubai e la barca di Abudabi che ben ripaga dell’enorme lavoro dei tecnici e meccanici del team italiano che hanno messo a punto la barca.

Le gare quest’anno saranno 8; iI Circus continuerà in Cina a Weihai e a Xiamen e si sposterà poi per le ultime 2 gare conclusive del Mondiale negli Emirati agli inizi di dicembre.

A Napoli fino a domenica il Campionato Europeo ed italiano della classe 3D

NAPOLI – Da oggi a domenica 8 ottobre, torna nella città di Napoli un grande appuntamento di motonautica agonistica: l’Offshore Fiftieth Anniversary Grand Prix. L’evento, che conclude la stagione italiana 2017 dell’Offshore, è organizzato dal Circolo Canottieri Napoli.

Nello specchio d’acqua antistante il Circolo, si parte oggi alle ore 14.30 con le prove ufficiali dei potenti bolidi di motonautica Offshore impegnati nel Campionato Europeo della classe 3D e nel Campionato Italiano della classe 5000.

Gli equipaggi iscritti (Francesi ed Italiani) nella giornata di venerdì 6 ottobre affronteranno alle ore 11.30 la prima (Long Race) delle due gare previste per il Campionato Europeo, in tappa unica e dunque valido per l’assegnazione del titolo continentale 2017. La seconda gara Offshore (Short Race) si correrà domenica 8 ottobre alle ore 11.30. Premiazioni al termine delle gare.

Grand Prix of Italy: campioni in Class 1 Marco,in V1 Chaudron, in Offshore3D Yachting Club Como

CHIOGGIA – Ultima giornata di gare a Chioggia che ha ospitato per una settimana ben 3 campionati del mondo di motonautica organizzati da Giampaolo Montavoci, presidente dell’Associazione Motonautica Venezia  che ha visto scendere in acqua le più importanti classi vale a dire Class 1, V1 e Offshore 3D. Il pubblico numeroso che ha seguito tutte le gare, ha dimostrato la grande vitalità della motonautica a livello mondiale. Hanno assistito a tutte le gare sia il Presidente Mondiale UIM Raffaele Chiulli che il capo dell’Ufficio di presidenza UIM Riccardo La Cognata.

In gara 3 in Class 1 il catamarano Tencara motorizzato Lamborghini pilotato dalla coppia Giampaolo Montavoci e Roberto Lo Piano si è ritirato nel corso del primo giro, ma l’imbarcazione Marco, grazie ai risultati conseguiti nelle due gare precedenti che lo hanno visto tagliare il traguardo al primo posto si è laureato campione del mondo.

In Class V1, specialità riservata ai monocarena, ha laureato campione del mondo il maltese Aaron Ciantar in coppia con il Corso Dominique Martini su Chaudron. Seconda posizione e vice campioni del mondo i romani Maurizio Schepici e Federico Montanari su Tommy One e terzi i napoletani Antonio Schiano di Cola con il figlio Giuseppe di Cola su  Novofil Rg87. Sfortunati i tedeschi Gross e Podolski su Searex Baltec costretti al ritiro per noie meccaniche.

Nella Class 3D vittoria al foto finish di Marco di Lo Piano Baroni su GasBeton di Carpitella Bacchi, che però è stato squalificato a seguito delle verifiche tecniche. A seguire Yacht Club Como di Barlesi Barone.

Nella Categoria Endurance, valida per il campionato italiano vittoria in gara 3 nella classe Boat Production di Albatro di Christian Cesati e Natascha Chiossi e, nella Classe S si è imposto alla grande Silver Racing 888 di Alain Coppens e Francis Notschaele.

IL TEAM NOVOFIL BRONZO AL MONDIALE CLASS V1

CHIOGGIA – Si chiude con la medaglia di bronzo  il campionato mondiale di Class V1 di Chioggia per il team Novofil Rg87. Anche oggi, nella terza e ultima prova del programma, Antonio e Giuseppe Schiano, supportati da terra dal terzo pilota, Rosario Schiano, hanno concluso la gara al terzo posto, confermando la terza posizione nella classifica generale e conquistando, così, il bronzo iridato. Un fine settimana difficile per l’equipaggio partenopeo del Circolo Canottieri Napoli, che ha dovuto fare i conti con alcuni problemi elettronici allo scafo, che non hanno però impedito al team di portare a termine le tre prove riuscendo a conquistare una medaglia prestigiosa, alle spalle del pluricampione del mondo, il maltese Chaudron, e dell’altro team italiano Tommy One.

“Abbiamo incontrato anche oggi mare formato al largo e nonostante i problemi siamo riusciti a chiudere anche questa gara sul podio conquistando un bronzo che ci rende orgogliosi” ha spiegato a fine gara Giuseppe Schiano, al timone di Novofil nelle ultime due prove. “Sono soddisfatto per il risultato – ha aggiunto Antonio Schiano, che ha tenuto le manette in tutte le gare del Gran Prix di Chioggia -. Giuseppe si è confermato ai massimi livelli e Rosario, nella prima gara, è stato una piacevole sorpresa, anche se ero certo che sarebbe stato all’altezza della situazione. Grazie al lavoro di Hi-Performance Italia, con i tecnici Vincenzo Alessio e Vincenzo Guidone, siamo riusciti a salire tre volte sul podio nonostante tante difficoltà”.

L’uomo nuovo di questo mondiale è stato Rosario Schiano, che nella prima prova di giovedì ha sfiorato il secondo posto, portando a casa il primo podio iridato all’esordio: “Siamo stati sfortunati perché eravamo riusciti a tenere testa a un campione assoluto come Aaron Chantar su Chaudron per quasi tutta la gara e siamo stati frenati da un banale inconveniente tecnico che ci ha fatto perdere una posizione – ha spiegato il più giovane degli Schiano -. Mi sono comunque divertito molto, ho voglia di crescere ancora e provare già il prossimo anno a migliorare questo piazzamento”.

Grand Prix of Italy: terza giornata di gare del mondiale Class 1

CHIOGGIA – Giornata all’insegna del bel tempo che sta accompagnando dall’inizio l’evento ma con le condizioni del mare che in parte hanno pregiudicato  il corretto svolgimento delle gare. Infatti le imbarcazioni iscritte al Campionato Italiano della categoria Endurance  hanno dovuto accontentarsi di una gara di soli 5 giri anziché i 12 previsti e su un percorso ridotto, proprio a causa delle onde di oltre 1 metro che hanno costretto i giudici di gara a fermare la gara.

Trionfo belga con l’ottima prestazione della coppia Buby Bertels e Frederick Bastin su Bernico, nella classe Boat Production a pari merito dopo due gare con Cristiano Segnini e Giovanni Di Meglio su Top Line e di Alain Coppens insieme con Francis Notscheale su Silver Racing 888 nella classe S.

Tutto più semplice nella Class 1 e V1 dove il maltese Aaron Chantar insieme con il francese Dominique Martini su Chaudron ha dominato gara 2 e alle sue spalle si è piazzata l’imbarcazione italiana Tommy One di Schepici – Montanari e  terzo Antonio Schiano di Cola con il figlio Giuseppe di Cola su Novofil Rg87.  Problemi tecnici invece per Searex Baltec di Gross Podolsky, campione del mondo fuori classifica. Netta vittoria in Class 1 di Giampaolo Montavoci e Roberto Lo Piano su Marco.

Oggi scenderanno in mare tutte le categorie in gara a partire dalle 14.30. E’ stato presente a tutte le gare sia il Presidente Mondiale UIM Raffaele Chiulli che il capo dell’Ufficio di presidenza UIM Riccardo La Cognata.

SECONDO PODIO CONSECUTIVO PER NOVOFIL AL MONDIALE CLASS V1

CHIOGGIA – Terzo gradino del podio anche oggi per il team partenopeo Novofil Rg87 nella seconda prova del mondiale Class V1 di motonautica a Chioggia. A bordo, questa volta, al fianco di Antonio Schiano c’era il figlio maggiore, Giuseppe, che ha sostituito il fratello più giovane, Rosario, dopo l’ottima prova della gara d’esordio. La maggiore esperienza di Giuseppe, però, non è bastata allo scafo del Circolo Canottieri Napoli per migliorare il risultato di giovedì.

Un problema tecnico manifestatosi in partenza, infatti, ha limitato la potenza della barca durante la gara, che oggi era ancora più lunga rispetto alla prima prova. Nonostante questo, però, la regolarità dell’andatura e le capacità alla guida sulle onde dell’Adriatico hanno permesso al team Novofil di chiudere la prova sul podio, alle spalle, come giovedì, dello scafo maltese Chaudron e di quello italiano Tommy One, blindando per ora il podio in classifica generale.

Il programma del Grand Prix of Italy-Trofeo Città di Chioggia, organizzato da Giampaolo Montavoci, presidente dell’Associazione Motonautica Venezia, vedrà gli scafi della Class V1 tornare in mare per l’ultima prova domani, domenica 1° ottobre, alle 17.

Grand Prix of Italy: nella Class 3D vince gara 2 La Vida Loca di Carpitella Bacchi

CHIOGGIA – Seconda giornata di competizioni spettacolari a Chioggia capitale  della motonautica, con grande vento e mare molto mosso che ha messo a dura prova tutte le imbarcazioni ma, che ha anche messo in evidenza il grande valore sportivo della competizione organizzata da Giampaolo Montavoci (Presidente dell’Associazione Motonautica Venezia). La gara 2 della class 3D, è, infatti, partita con oltre 30 minuti di ritardo e con il percorso ridotto a 10 giri ( in origine 15), ed ha visto le 7 imbarcazioni, lottare contro le onde e le raffiche di vento.

Subito, il grande pubblico presente ha assistito ad un entusiasmante testa a testa tra La Vida Loca, n.10, di Carpitella-Bacchi e Marco di Lo Piano- Petroni mentre Bimba di Pinelli-Baccellini, imbarcazione campione del mondo in carica, è stata costretta al ritiro ed è rientrata in porto subito dopo la partenza.  Già dopo un paio di giri la situazione è apparsa subito chiara con il duo Carpitella-Bacchi saldamente in testa con alle spalle Marco  do Lo Piano-Petroni e terzo Yacht Club Como di Barlesi -Barone. Quando la situazione si presentava ormai ben delineata i giudici di gara hanno deciso di fermare la gara al settimo giro.

Intanto anche  le imbarcazioni iscritte al campionato italiano endurance hanno iniziato a scaldare i motori. Oggi gara 1 per loro a partire dalle ore 11.15. Pole position e gara 2 per la class 1 e V1.

La classifica della Class 3D UIM vede dopo 2 prove al comando l’italiano YACHTING CLUB COMO (Serafino Barlesi-Alessandro Barone) con 700 punti, seguito dal connazionale MARCO (Roberto Lo Piano-Mario Petroni) con 525, 3 l’equipaggio italiano La Vida Loca con punti 400 e dall’emirtino ABU DHABI (Al Mansoori Faleh-Saul Bubacco) con punti 394. 5 posto in classifica l’italiano PINK VENICE (Andrea Comello-Piero Scaramal) con p. 254, 6 il francese BIMBA (Francois Pinelli-Mathieu Bacellini) con punti 169.

NOVOFIL SUL PODIO NELLA PRIMA PROVA DEL MONDIALE CLASS V1

CHIOGGIA – Orgoglio e sfortuna nella prima prova del mondiale Class V1 di motonautica per il team Novofil Rg87 a Chioggia. L’equipaggio partenopeo ha visto oggi l’esordio al timone in Class V1 del giovanissimo Rosario Schiano, accanto al padre Antonio, ed è stata una prova esaltante per larga parte della gara. Dopo il secondo posto nella Pole Position alle spalle della barca maltese Chaudron, fin dalla partenza lo scafo partenopeo ha tenuto testa ai battistrada, girando appaiato le prime due boe e mantenendo, poi, per oltre otto giri la seconda posizione a stretto contatto con gli avversari.

Proprio sul finale della gara, però, la rottura della cinghia di un motore ha rallentato lo scafo che batte bandiera del Circolo Canottieri Napoli, permettendo agli italiani di Tommy One di superarlo e chiudendo, così, la prima delle tre gare del mondiale al terzo posto.

“Sono molto soddisfatto dell’esordio al timone di Rosario – ha spiegato a fine gara Antonio Schiano -. Il circuito era difficile, le condizioni del mare cambiavano tra la zona interna e quella in mare aperto, dove abbiamo trovato anche un metro d’onda. Nonostante questo, però, Rosario ha governato la barca in modo impeccabile, con una partenza perfetta, tenendo testa all’esperto Aaron Ciantar di Chaudron. Purtroppo siamo stati sfortunati nel finale, ma il mondiale è ancora lungo e iniziare con un podio è sempre positivo, da domani ci prepareremo alla gara lunga di sabato”. In quell’occasione potrebbe tornare a bordo Giuseppe Schiano, l’altro figlio di Antonio, già campione del mondo in coppia col padre nel 2015.

Il programma del Grand Prix of Italy-Trofeo Città di Chioggia, organizzato da Giampaolo Montavoci, presidente dell’Associazione Motonautica Venezia, vedrà gli scafi della Class V1 tornare in mare per la gara lunga sabato 30 settembre alle 17.30. L’ultima prova, invece, è in programma domenica 1° ottobre alle 17.

Grand Prix of Italy: vincono Yachting Club Como (Class 3D), Marco (Class 1) e Chaudron (Class V1)

CHIOGGIA – Chioggia, per il secondo anno consecutivo, è tornata ad essere la capitale mondiale UIM. Dal 28 settembre al 1 ottobre 2017, infatti, la città ospiterà il Grand Prix of Italy – Trofeo “Città di Chioggia” valido per il campionato mondiale UIM della Class 1, Class V1 e Class 3D. Quattro giorni ricchi di gare, che vedranno sfidarsi oltre 25 team provenienti da tutto il mondo nelle differenti categorie.

Il servizio di cronometraggio è stato svolto per tutte le gare da una equipe composta da crono delle Associazioni di Venezia e Napoli della Federazione Italiana Cronometristi e verrà utilizzato il software federale dedicato alla motonautica che consente la pubblicazione live dei tempi e delle classifiche delle varie gare. Con detto sistema sia i team che gli appassionati possono  consultare in diretta i tempi giro di ogni equipaggio e le classifiche aggiornata giro dopo giro.

Inoltre sono installati sulle imbarcazioni delle Class 1, Class V1 e Class 3D i Tracker per consentire  il rilevamento  del tracciato di gara di ciascun equipaggio con sistema di Tracking a ciò dedicato.
Nelle giornata di sabato e domenica sarà installato il sistema di rilevamento con un FINISH LINK che consentirà di avere le immagini  dei transiti ed arrivi sulla linea di traguardo.

Già in occasione del mondiale 2016, sempre sul traguardo di Chioggia, l’utilizzo di detta apparecchiatura ha risolto e consentito l’assegnazione di un titolo al termine di una manche con un arrivo in simultanea tra due imbarcazioni.

Nella gara d’esordio della Class 3D, successo per l’italiano YACHTING CLUB COMO (Serafino Barlesi-Alessandro Barone), che con il tempo di 45’19.1 vince davanti al connazionale MARCO (Roberto Lo Piano-Mario Petroni) con 46’57.5 e all’emiratino ABU DHABI (Al Mansoori Faleh-Saul Bubacco) con 48’06.8.

La classifica della Class 3D UIM vede al comando l’italiano YACHTING CLUB COMO (Serafino Barlesi-Alessandro Barone) con 400 punti, seguito dal connazionale MARCO (Roberto Lo Piano-Mario Petroni) con 300 e dall’emirtino ABU DHABI (Al Mansoori Faleh-Saul Bubacco) con 225. Chiudono il francese BIMBA (Francois Pinelli-Mathieu Bacellini) con 169 e l’italiano PINK VENICE (Andrea Comello-Piero Scaramal) a 127.

Prima della gara di categoria, la pole position è stata conquistata dall’italiano MARCO (Giampaolo Montavoci-Roberto Lo Piano) con il tempo di 3’13.6 in Class 1 e dal maltese CHAUDRON (Aaron Ciantar-Dominique Martini) per la Class V1 con un buon 3’09.6.
L’italiano MARCO (Giampaolo Montavoci -Roberto Lo Piano) ha poi confermato il primo posto in gara con 39’16.8, prendendo anche il comando della classifica di categoria con 20 punti.
Conferma in Class V1 anche per il maltese CHAUDRON (Aaron Ciantar-Dominique Martini) con 36’21.2, seguito dall’italiano TOMMY ONE (Maurizio Schepici-Stefano Bonanno) con 38’03.0. Completa il podio l’altro italiano KAREL PIÙ (Antonio Schiano di Cola-Giuseppe Schiano di Cola-Rosario Schiano di Cola) con il tempo di 38’47.4 (68.67 NM/H).

La classifica della Class V1 vede al comando il maltese CHAUDRON (Aaron Ciantar-Dominique Martini) con 20 punti, seguito dal duo italiano TOMMY ONE (Maurizio Schepici-Stefano Bonanno) con 15 e KAREL PIÙ (Antonio Schiano di Cola-Giuseppe Schiano di Cola-Rosario Schiano di Cola) con 12. Chiude il tedesco SEAREX BALTEC (Udo Gross-Andreas Podolsky) a 9.

Il programma del Grand Prix of Italy-Trofeo “Città di Chioggia” UIM, organizzato da Giampaolo Montavoci (Presidente dell’Associazione Motonautica Venezia), vedrà oggi l’impegno in gara lunga per la Class 3D. Tornano di nuovo in acqua sabato e domenica, invece, la Class 1 e la Class V1.

A Chioggia motonautica Offshore ed Endurance con i Campionati Mondiali e Italiani 2017

CHIOGGIA – E’ tutto pronto a Chioggia (Venezia), per uno dei più importanti appuntamenti in chiusura della stagione motonautica 2017 di Offshore ed Endurance. Organizzatore dell’Evento è l’ASD Associazione Motonautica Venezia. Da domani e domenica 1 ottobre, si correranno i Campionati Mondiali del Classe1 e del V1 e il Mondiale Offshore classe 3D.

I Mondiali Offshore sono in tappa unica e dunque i piloti di questi potenti scafi lotteranno per la conquista del titolo 2017. In totale, a sfidarsi nel Mondiali Offshore saranno 13 equipaggi suddivisi nelle varie classi e provenienti da 7 diverse Nazioni (Germania, Belgio, Malta ed Italia nel Class1 e V1; UAE, Francia e Italia nella 3D). A Chioggia, si disputeranno inoltre la 1^ tappa Campionato Italiano Offshore classe 5000 (la 2^ ed ultima tappa è prevista a Napoli dal 4 all’8 ottobre) e la 3^ ed ultima tappa del Campionato Italiano Endurance Gruppo B classi Sport e Boat Production e della Suzuki FIM Pro, con l’elezione dei vincitori di categoria.

Lotta apertissima nella classe Sport tra l’equipaggio leader di classifica (quello di Rosario Longo-Enrico Marani), e Achille Mazzucottelli, secondo a pari punti nella classifica provvisoria. Seguono a punti gli equipaggi di Francesco Musti-Fulvio De Simone e di Simone Cesati-Sebastiano Guerini. Maggiore differenza di punteggio invece nella classe Boat Production, che vede al comando l’equipaggio di Christian Cesati e Natascia Chiossi, seguito da quello di Cristiano Segnini e Gianmaria Di Meglio e da quello degli spagnoli Francisco Javier Plazuelo Garcia eJosè Manuel Pardo Herrera.

Nella Suzuki FIM Pro, Daniele Molaschi, Christian Speciale e Stefano Scagliotti sono in lizza per la conquista dell’argento e del bronzo tricolore, dato che il titolo italiano è già stato matematicamente vinto da Simone Balducci, pilota romano della SSD Tommy Racing.   Le gare si articoleranno come da programma orario allegato: giovedì 28/9/2017: ore 14.30 Race 1 short classe 3D; ore 15.30 Race 1 short classe Class1/V1.

Venerdì 29/9/2017: ore 15.30 Race 2 short classe 3D. Sabato 30/9/2017: ore 11.15 Race 1 short Endurance/Suzuki F.P.; ore 15.30 Race 2 long Endurance/Suzuki F.P.; ore 17.30 Race 2 long classe Class1/V1. Domenica 1/10/2017: ore 14.00 Race 3 short Endurance/Suzuki F.P.; ore 15.40 Race 3 short classe 3D; ore 17.00 Race 3 long classe Class1/V1 Premiazioni ore 19.00.

IL NAUTILUS Anno 12 N°2

BRINDISI - Lo speciale di questo nuovo numero de Il Nautilus è dedicato al porto di Trieste che, tra cambiamenti già effettuati e progetti con finanziamenti in arrivo, sta mutando la sua fisionomia e crescendo come scalo in Adriatico. Accanto a queste novità sullo scalo ci sono anche quelle che riguardano i porti di Livorno, Porto Torres, Savona, Cagliari, Ancona e Bari. In questo numero troverete anche un’intera pagina dedicata alla fiscalità legata al mondo del diportismo con gli aggiornamenti sulle ultime modifiche alle leggi.
poseidone danese

© 2017 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab