peyrani

Pallanuoto: Basile-Bellino, due campioni made in Bari per l’under 17 A

BARI – Per Matteo Basile e Luca Bellino, i due giovani pallanuotisti classe 2001, questa estate si tinge d’oro. A Fiuggi infatti hanno vinto con la Canottieri Napoli il titolo italiano di categoria, battendo per 6-9 la Roma Nuoto in finale. I due atleti baresi, quest’anno in prestito alternativo alla Fimco Sport in serie C, sono cresciuti nel vivaio della GP Modugno.

“Con me hanno esordito l’anno scorso in serie B – spiega il tecnico Francesco Carbonara – e per la stagione 2017 hanno affrontato le trasferte con la blasonata compagine partenopea della Canottieri Napoli e dato il loro contributo in serie C con la Fimco. Confido che la vittoria del campionato under 17 A sia di buon auspicio per il futuro prossimo di questi giovanissimi e talentuosi pallanuotisti baresi”. La pallanuoto pugliese quindi con le sue giovani leve non smette di vincere in giro per l’Italia.

Intanto sempre sul fronte della pallanuoto giovanile pugliese, l’Amici Nuoto Puglia, campione interregionale under 15, guidata dal duo Francesco Carbonara – Giuseppe Marzulli, si sta preparando per raggiungere la Sicilia. All’Olimpica di Palermo dal 26 al 28 luglio Masciopinto e compagni affronteranno le semifinali nazionali del campionato under 15.

Un girone tostissimo per i pugliesi, che dovranno vedersela con i padroni di casa del Telimar Palerno, con la Rari Nantes Salerno, la Roma Vis Nova, il Pescara Pallanuoto e il Busto Pallanuoto. Solo le prime due classificate del girone potranno accedere alle finali nazionali in programma a Savona dal 3 al 6 agosto 2017. L’obiettivo è dare il massimo, sbagliando il meno possibile.

Gli oceani sul palco del Festival Cala Gonone Jazz con Gaetano Mura Solo

CALA GONONE – Cosa ci fa un velista oceanico sul palco di un festival internazionale di Jazz? Porta i suoni degli oceani dove ha navigato in solitario. Lo spettacolo prende il nome di Gaetano Mura Solo, l’autore è il navigatore di Cala Gonone, località marina della costa orientale della Sardegna, che mette in scena il vento, le onde, sensazioni ed emozioni ma pure i rumori di una piccola barca di 12 metri nelle distese degli oceani del Sud.

Immagini e colonna sonora dello spettacolo, l’ingresso è gratuito, in programma domani, domenica 23 luglio (alle 21.30), sul palco del Festival Cala Gonone Jazz, giunto alla XXX edizione. Una manifestazione – a cura dell’associazione Intermezzo, del Comune di Dorgali e il sostegno della Regione Autonoma della Sardegna – che nei decenni ha richiamato e ospitato i più importanti jazzisti al mondo – Wynton Marsalis per ricordare uno dei tanti mostri sacri della musica afro-americana che hanno calcato le scene del festival – e che negli ultimi anni ha valorizzato alcune location marine d’eccezione come la Grotta del Bue Marino o l’Acquario di Cala Gonone  trasformate in teatri per concerti e spettacoli.

In Gaetano Mura Solo il navigatore oceanico ha incrociato diversi linguaggi artistici. Al racconto dell’impresa “Giro del Mondo” è associata la lettura dei diari di bordo, a cura dell’attore Giacomo Casti, e il dub elettronico del musicista Arrogalla, poi le proiezioni video della navigazione estrema in oceano.

L’appuntamento è  impreziosito da un progetto sonoro originale ed innovativo, ideato da Gaetano ed elaborato a partire dalle registrazioni audio in oceano e montato dal sound designer Stefano Guzzetti, per la regia di Gianfranco Mura. Infine il racconto del navigatore attraverso il dialogo con lo scrittore/giornalista Giovanni Maria Bellu.

A due passi dal Teatro dove andrà in scena lo spettacolo, nel giardino della pizzeria Due Pi sono esposte dieci immagini – la gran parte scattate dal navigatore oceanico durante il tentativo di giro del mondo – che ripercorrono la sua navigazione negli oceani. Scatti di onde oceaniche, della barca, della vita a bordo, del lavoro di preparazione con i medici dell l’Università di Cagliari.

Gaetano Mura sarà poi presente il 2 agosto ad Alghero nel festival Cinema delle terre del mare–Rassegna itinerante per cinefili in movimento dove presenterà il suo filmato e racconterà del suo rapporto con l’oceano.

Ad Antwerp domani e domenica la 2^ tappa del Mondiale Circuito F2

ANTWERP – È tutto pronto oggi ad Antwerp il ”Belgian Grand Prix, manifestazione valida quale 2^ tappa stagionale dell’”U.I.M. F2 World Championship”, il Campionato Mondiale inshore riservato ai potenti catamarani di Formula 2. Sono quattro i piloti azzurri impegnati questo sabato e domenica in Belgio: Alberto Comparato, il veneto del Woodstock Yachting Club; David Del Pin e Luca Fornasarig, i due piloti friulani del Club Motonautico Tuttamarano, e il piemontese Paolo Longhi (Rainbow Team Association).

Tanti e forti gli avversari in gara nel Mondiale; tra loro l’arabo Rashed Mubarak Alquemzi, leader di classifica provvisoria, al termine della gara di apertura disputata il 10-11 giugno scorso a Kaunas in Lituania.
Ad Antwerp, domani pomeriggio dalle 10.25 alle 11.55 prove libere; dalle ore 14.30 al via Qualifiche ed Eliminatorie. Domenica 23 luglio, stessi orari del sabato per prove libere; La Gara del Mondiale F2 prenderà il via alle ore 14.30, al termine del giro di parata. Premiazioni a seguire. Il successivo appuntamento con il Mondiale F2 (sui 6 totali previsti in calendario) sarà quello norvegese di Tonsberg (il 5 e 6 agosto).

FIM: a San Nazzaro d’Ongina, due medaglie per l’Italia nell’Europeo della O/500

SAN NAZZARO D’ONGINA – Grandi festeggiamenti per i colori azzurri a San Nazzaro d’Ongina, in provincia di Piacenza, dove si è concluso ieri il “16° Grand Prix Motonautico del Po”; manifestazione valida quale Campionato Europeo O/500 e quali 2^ prove del Campionato Europeo Circuito F/350 e dei Campionati Italiani GT15 e OSY/400.

Nell’Europeo O/500 l’Italia festeggia con la conquista di due medaglie: oro e bronzo. Splendido successo per Giuseppe Rossi che vince l’oro. Sugli 11 piloti partecipanti (provenienti da 6 diverse Nazioni), il piacentino di Caorso, che corre per il Circolo Nautico Chiavenna, ha conquistato il suo primo titolo europeo in questa importante categoria.

Un titolo prestigioso per Rossi (classe 1965), che gareggia in motonautica Circuito dal 1994 e che proprio lo scorso anno si era aggiudicato il titolo mondiale della classe 500. A San Nazzaro argento europeo 2017 della O/500 ad Attila Havas, il campione ungherese che corre con i colori austriaci. L’altra medaglia azzurra è quella di Robert Hencz, il pilota ungherese che anche quest’anno corre con licenza italiana per il Circolo Nautico Chiavenna. Il terzo gradino del podio ha fatto guadagnare ad Hencz la medaglia di bronzo. Claudio Fanzini (monticellese di Caorso dell’Effeci Racing Team) è salito invece sul podio della seconda tappa del Campionato Europeo Circuito classe F/350, che si è disputata nella località piacentina.

Fanzini (unico italiano in gara in questa categoria) si è aggiudicato questa importante tappa dell’Europeo, regolando il ceco David Loukotka e il tedesco Alex Mario (rispettivamente 2° e 3° classificati). L’Europeo F/350 si concluderà a Jedovnice in Repubblica Ceca il 2 e 3 settembre con l’assegnazione del titolo continentale 2017.

Nella gara di Campionato Italiano GT 15 (qui al suo 3° appuntamento stagionale), successo per il leader di classifica provvisoria milanese Antonio Corrado. Corrado si è aggiudicato la gara piacentina, imponendosi rispettivamente sui napoletani Cristian Spatola e Michele Lorenzo Palumbo. Nella tappa Campionato Italiano Osy/400, ennesimo successo del leader di classifica, Luca Finotti: il monticellese della AD Motonautica San Nazzaro ha vinto infatti sia Gara1 che Gara2.

In gara 1 ha regolato rispettivamente il pavese Federico Polloni e il piacentino Igor Vallisa; in gara 2, saranno invece nell’ordine Polloni e il legnanese Diego Bacchiega a chiudere la gara dietro a lui. Il Campionato Italiano Osy/400 terminerà a Cremona il 15-17 settembre, mentre l’Italiano del GT 15 si concluderà sul Lago di Como nello stesso week-end.

MONDIALE CIRCUITO O/125

A Chelmza, in Polonia si è concluso ieri, domenica 16 luglio, il Mondiale Circuito classe O/125, in prova unica e dunque valido per il titolo iridato 2017. Sono state quattro le manche di gara disputate dai piloti, con la possibilità di scartarne una a livello di punteggio.

Per Michele Gardini, il pilota emiliano di Borgo Val di Taro, classe 1993, che vive a Boretto e gareggia per la Motonautica Boretto Po, è stata una trasferta molto positiva. Su 6 Nazioni partecipanti (Estonia, Polonia, Italia, Ungheria, Germania e Stati Uniti) con un totale di 12 piloti in gara, il pilota italiano ha vinto la medaglia d’argento. La lotta per il titolo è stata fondamentalmente tra Gardini, che per pochissimo ha sfiorato il Titolo iridato, e il polacco Henryk Synoracki.

L’emiliano infatti ha chiuso a pari punti con Synoracki: due vittorie ed un 2° posto per entrambi nelle manches di gara (e 1100 punti finali), ma il polacco ha fatto meglio dell’azzurro perché si è aggiudicato la 1^ manche. Il titolo Mondiale della O/125 è finito così nelle mani di Synoracki; bronzo all’estone Marek Peeba (p.694).

Fim: sabato e domenica a San Nazzaro (PC) le prove di Campionato Europeo ed Italiano

SAN NAZZARO – L’appuntamento con la motonautica inshore è fissato da sabato 15 a domenica 16 luglio a San Nazzaro (località Monticelli d’Ongina), in provincia di Piacenza. La manifestazione “16° Grand Prix Motonautico del Po” è organizzata dall’AD Motonautica San Nazzaro ed è valida quale Campionato Europeo O/500 e quale 2^ prova del Campionato Europeo Circuito della classe F/350 e 2^ tappa dei Campionati Italiani classe OSY/400 e GT15.

Prevista domenica anche una prova del Campionato Italiano Radiocomandata della classe F1, organizzata dall’ASD C&B Racing Team. Molto fermento in tutte le classi, tanti i campioni in gara. Il Campionato Europeo O/500 è in tappa unica e quindi valido per l’assegnazione del titolo continentale 2017. Undici piloti impegnati, provenienti da 6 diverse Nazioni. A rappresentare i colori azzurri nell’Europeo ci saranno Giuseppe Rossi (campione mondiale in carica in questa categoria) e l’ungherese Robert Hencz, entrambi portacolori del Circolo Nautico Chiavenna.

Sarà una competizione molto accesa, dato il gran numero di forti avversari in gara, tra cui il campione europeo in carica, Attila Havas (l’ungherese che corre con licenza austriaca). Nella 2^ tappa del Campionato Europeo F/350 (che conta oltre 8 piloti di 7 diverse Nazioni), unico pilota italiano in gara è Claudio Fanzini, il piacentino dell’Effeci Racing Team; tra i piloti stranieri a San Nazzaro, il ceco David Loukotka, attuale leader di classifica provvisoria dell’Europeo.

Nei Campionati Nazionali: 13 iscritti nella GT 15, categoria che vede al comando della classifica provvisoria il milanese Antonio Corrado, seguito nell’ordine dal romano Ottavio Massimo Petroni, dai napoletani Michele Palumbo e Cristian Spatola e dal campione italiano in carica Massimiliano Testa. Meno numerosa la categoria Osy/400, la cui classifica provvisoria vede al comando Luca Finotti (monticellese della AD Motonautica San Nazzaro).

Come da avanprogramma allegato, a San Nazzaro previste 4 manches di gara da 8 giri per il C.E. O/500, 3 manches per il C.E. F/350 e 2 gare per GT 15 e Osy/400. Le prove libere e cronometrate per tutte le categorie si effettueranno il sabato; le gare vere e proprie iniziano al termine delle prove libere del sabato e proseguiranno nella giornata di domenica. Premiazioni previste al termine delle gare, dopo le ore 18.00. Prossimi appuntamenti con i Campionati Circuito: ultima tappa dell’Europeo F/350 sarà quella di Jedovnice in Repubblica Ceca il 2 e 3 settembre.

Il Campionato Italiano Osy/400 terminerà invece a Cremona il 15-17 settembre, mentre l’Italiano del GT 15 si concluderà sul Lago di Como nello stesso week-end.

MONDIALE CIRCUITO O/125

A Chelmza, in Polonia, sabato 15 e domenica 16 luglio, si disputerà il Mondiale Circuito classe O/125, in prova unica e dunque i piloti lotteranno per aggiudicarsi il titolo iridato 2017. Il Mondiale vede la partecipazione di 2 piloti italiani, sul totale dei 13 piloti iscritti (in rappresentanza di 7 nazioni): si tratta di Manuel Mazzoni e Michele Gardini, entrambi portacolori della Mot. Boretto Po. Delegato Piloti italiani è Lorenzo Zilioli.

Tanti i forti piloti che lotteranno per aggiudicarsi il Titolo Mondiale della O/125, titolo che appartiene all’Italia (che lo ha vinto nel 2016 grazie a Manuel Zambelli). Quattro le manches di gara da disputare per tutte le classi in gara sul Lago Chelmzynskie: sabato mattina, prove libere e cronometrate. Le gare inizieranno sabato pomeriggio, con le prime due manches. Le due restanti manches verranno effettuate la domenica, al termine delle prove libere. Premiazioni alle ore 15.30, ora locale.

DOPO 336 GARE INTERNAZIONALI AURONZO SALUTA IL FUTURO DELLA CANOA ITALIANA

AURONZO DI CADORE – È carico di entusiasmo e ottimismo l’arrivederci che Auronzo dà alla canoa velocità. Oggi con la raffica di sfide sulla distanza sprint dei 200 metri l’ICF Sprint Canoe Kayak International Race 2017 ha passato virtualmente il testimone all’Europeo Junior e Under 23 che il prossimo anno porterà nel cuore delle Dolomiti il meglio della canoa giovanile continentale. Sul lago di Santa Caterina è calato il sipario dopo 336 gare in tre giorni, 78 solo nella sola domenica conclusiva comprese 33 finali e 13 finali tra i Campionati regionali della categoria Master e le Gare Regionali CanoaGiovani.

Doveroso uno sguardo agli azzurri in acqua per i colori della Nazionale: nella canadese Junior ottima prova e medaglia d’oro per il quartetto formato da Dawid Szela, Federico Ghenda (primi anche in coppia nel C2 Junior), Christian Falagario ed Edoardo Luciano Calò che hanno rifilato ampi distacchi agli avversari. Nel C1 Junior rosa, invece, stesso podio dei 500 metri con Eleonora Bianchi e Alice Bassi (seconde in tandem nel C2 Junior) alle spalle della straripante croata Totva. Nel K4 Junior uomini o donne non fa differenza, con un doppio successo degli equipaggi misti: all’oro di Linda Scarpa, Alessandra Cavallarin, Federica Siena e Petra Giuliano ha fatto seguito, infatti, quello di Simone Bernocchi, Antonio Ciboldi, Dylan Paliaga e Giacomo Bolzonella, con i campioni europei Bernocchi-Bolzonella dominanti sul loro K2 anche sulla distanza corta dopo aver vinto sabato sui 500.

«Per Auronzo sta passando il futuro della canoa italiana – afferma Andrea Bedin, vicepresidente del Comitato Regionale Veneto e candidato alla presidenza della FICK (Federazione Italiana Canoa Kayak) –. La Gara Internazionale è una manifestazione in costante crescita, in cui gli organizzatori dimostrano di essere capaci di saper affrontare tutte le situazioni. Ma il futuro, in particolare, è quello degli atleti che spesso gareggiano ad Auronzo per poi solcare le acque di bacini mondiali e olimpici. Nel 2018, finalmente, avranno l’opportunità di dimostrare “in casa” il loro valore agli Europei».

«Va in archivio con soddisfazione una kermesse molto intensa – sorride Maria Balanos presidente Venice Canoe & Dragon Boat e del Comitato Organizzatore –. Positiva la partecipazione di 700 atleti, ha funzionato la novità dell’esordio a livello internazionale della categoria Under 16. La gara ha avuto risalto sul piano tecnico-agonistico anche grazie alla partecipazione in acqua dei neo campioni europei Junior nel K2 Simone Bernocchi-Giacomo Bolzonella e, per la categoria Senior, dell’olimpionico di Rio 2016 Manfredi Rizza». All’intensa sequenza di premiazioni hanno partecipato i candidati alla presidenza della Federcanoa Andrea Bedin, Antonio Rossi e Daniele Scarpa, assieme ai rappresentanti dell’Amministrazione comunale auronzana.

«Questa manifestazione è una tradizione che continua ad essere motivo di vanto per tutta la Val d’Ansiei – le parole di Tatiana Pais Becher, neo sindaco di Auronzo – anche grazie alla partecipazione di 11 paesi stranieri, tra i quali Pakistan e Israele.

L’organizzazione merita sicuramente un plauso e il pensiero va già agli Europei del prossimo anno». «Auronzo si conferma “città dello sport” e da parte nostra – aggiunge il vicesindaco Enrico Zandegiacomo – c’è un forte impegno ad investire sulle strutture sportive, per tutte le numerose discipline a disposizione di chi arriva ad Auronzo. Gli stranieri partecipanti alla Gara Internazionale ammettono di sentirsi in paradiso tra le nostre montagne, inoltre fa piacere aver destato una buona impressione al supervisor Elly Muller (delegato tecnico canoa velocità ECA-European Canoe Association, ndr)».

I minori di NewSardiniasail a lezione dai campioni della GC32 Racing Tour a Villasimius

VILLASIMIUS – I ragazzi dell’Associazione NewSardiniasail con i grandi campioni della vela internazionale per acquisire tutte le competenze utili per il loro futuro da skipper. Una vera lezione sul campo di regata per i giovani del progetto “La rotta della Legalità” grazie all’ospitalità concessa dagli organizzatori della tappa mondiale dei GC32 Racing Tour in corso a Villasimius, nella costa orientale della Sardegna, dove i ragazzi, affidati all’associazione dal Dipartimento di Giustizia Minorile, hanno potuto studiare con attenzione le dinamiche di una regata.

“E’ stata un’occasione unica quella di poter osservare dal vivo come lavora un team di professionisti, sottolinea Simone Camba, presidente di New Sardiniasail, lo scopo della rotta della legalità infatti, è proprio quello di formare un team con minori che hanno commesso degli errori e che con la pratica della vela cercano un proprio riscatto sociale lontano dalla strada dell’ illegalità”.

I ragazzi hanno da pochi giorni ripreso le attività di preparazione, a breve devono misurarsi con  le 500 miglia di trasferimento  Grecia – Cagliari  della barca scuola Azuree, e da Villasimius hanno portato a casa tanti insegnamenti utili. Mirco Babini, race manager della manifestazione – già componente del team Luna Rossa e presidente internazionale della classe kite surf – ha spiegato l’importanza di “fare squadra”, dell’ affiatamento e della fiducia reciproca dell’equipaggio, sopratutto su una barca come i GC32 che raggiungono altissime velocità. I ragazzi sono stati ospiti a bordo di Movistar con lo skipper Iker Martinez (2 medaglie olimpiche sul 49er e 4 giri del mondo nella prestigiosa Volvo Ocean Race), che ha trasmesso importanti nozioni e valori ai ragazzi.

Il tour – reso possibile grazie a Sergio Ghiani, presidente della lega Navale di Villasimius ed organizzatore della manifestazione, si è concluso con l’incontro di Pierre Casiraghi, della famiglia reale di Monaco, skipper del Team Malizia: “ha accolto i nostri ragazzi come un fratello maggiore – ha sottolineato il presidente Simone Camba – trasmettendo i valori dell’arte della navigazione, a iniziare dallo spirito di gruppo: in barca tutti devono sapere che possono contare su tutti.

La giornata di Villasimius è stata un’importante prova formativa per i ragazzi che giorno dopo giorno stanno acquisendo non solo le nozioni tecniche, ma pure gli importanti valori umani alla base di questo sport che per loro rappresenta una preziosa opportunità di riscatto sociale e di futuro professionale”. Il progetto di New Sardiniasail, Associazione Sportiva Dilettantistica e di Promozione Sociale, ha il Patrocinio della Polizia di stato, CONI Sardegna, Yacht Club Costa Smeralda ed è in collaborazione con il Dipartimento di Giustizia Minorile e Lega Navale

Foto: Roberto Marci

ICF SPRINT CANOE KAYAK INTERNATIONAL RACE: PRIMA GIORNATA DEDICATA AI 1000 METRI

AURONZO DI CADORE – Fino a domenica 2 luglio Auronzo di Cadore (Belluno) è la capitale della canoa velocità con l’ICF Sprint Canoe Kayak International Race 2017. La Gara Internazionale di canoa e kayak ha preso il via quest’oggi con cento gare in sequenza sul lago di Santa Caterina, sulla distanza dei 1000 metri, con sfide eliminatorie e semifinali al mattino, mentre le 35 finali delle categorie Under 16, Junior, Senior e Master hanno tenuto banco per tutto il pomeriggio. Un grande appuntamento (organizzato dalla Venice Canoe & Dragon Boat in collaborazione con Comune di Auronzo, Consorzio Turistico Tre Cime Dolomiti e il patrocinio della Regione Veneto) partito con il piede giusto nonostante le poco confortanti previsioni meteorologiche, “minaccia” che non ha certo scoraggiato i 700 atleti saliti nel cuore delle Dolomiti provenienti da 12 paesi e 11 regioni italiane.

Tra i risultati da sottolineare le medaglie dei Nazionali azzurri, dall’oro nella canadese Junior del quartetto Dawid Szela-Federico Ghenda-Christian Falagario-Luciano Edoardo Calò, all’argento nel K2 Junior di Niccolò Neri-Davide Franco, battuti però da Leonardo Borsoi-Luca Boscolo Meneguolo del Canoa Kayak Chioggia. A seguire bis d’oro nella canadese Junior per Szela-Ghenda davanti a Giacomo Cremaschi-Marco Josè Melzi (CUS Pavia) e ai compagni di azzurro Falagario-Calò, mentre al femminile nel K2 Junior Anna Tapetto-Linda Scarpa sono arrivare seconde alle spalle di Zoe Faiman-Ilenia Pieri (Marina Mercantile Nazario Sauro). Argento anche per la nazionale Eleonora Bianchi nella canadese Junior che ha registrato il successo della croata Nesa Totva.

Il programma di sabato 1 luglio prevede dalle ore 8.30 eliminatorie, semifinali e finali sulla distanza dei 500 metri e le eliminatorie sui 200 metri. Domenica 2 luglio, sempre dalle ore 8.30, semifinali e finali 200 metri (compresa Paracanoa) nonché Campionati regionali veneti Master e CanoaGiovani.

Nella seconda giornata di domani, sabato 1° luglio, al termine delle gare (ore 18 circa) i riflettori saranno puntati su Andrea Bedin, Antonio Rossi e Daniele Scarpa i quali, oltre a dare risalto ai risultati degli atleti Azzurri ai recenti Europei, illustreranno agli sportivi i motivi della loro candidatura alla presidenza FICK (Federazione Italiana Canoa Kayak). La data segnata in agenda è quella del prossimo 6 agosto, quando si terranno le elezioni-bis dopo l’annullamento da parte della Corte Federale d’Appello della FICK delle precedenti elezioni del 22 ottobre 2016 per “violazione delle regole minime ed essenziali tese a garantire la genuinità dell’espressione della volontà degli elettori nella scelta, e così ad assicurare la segretezza e la correttezza delle operazioni di voto”.

ICF SPRINT CANOE KAYAK INTERNATIONAL RACE – 30 GIUGNO-2 LUGLIO 2017

AURONZO DI CADORE – Non c’è estate ad Auronzo di Cadore (Belluno) senza lo spettacolo della Gara Internazionale di canoa e kayak. Manca davvero poco, infatti, all’edizione 2017 dell’attesa kermesse canoistica che da venerdì 30 giugno a domenica 2 luglio, sull’acqua piatta del lago di Santa Caterina, vedrà protagonisti circa 700 atleti.

L’ICF Sprint Canoe Kayak International Race 2017 (che fungerà da “test event” per gli Europei 2018 di canoa velocità Junior e Under 23) vedrà impegnati sulle distanze dei 1000, 500 e 200 metri atleti delle categorie Under 16, Junior e Senior, ma grazie alla volontà del Comitato Regionale Veneto della FICK (Federazione Italiana Canoa Kayak) ci sarà spazio anche per le categorie Master e Canoa Giovani con i Campionati regionali.

Il programma della tre giorni organizzata dalla Venice Canoe & Dragon Boat in collaborazione con Comune di Auronzo, Consorzio Turistico Tre Cime Dolomiti e il patrocinio della Regione Veneto, è il seguente:
- Venerdì 30 giugno: dalle ore 8.30 eliminatorie, semifinali e finali sulla distanza dei 1.000 metri.
- Sabato 1 luglio: dalle ore 8.30 eliminatorie semifinali e finali dei 500 metri. Eliminatorie 200 metri.
- Domenica 2 luglio: dalle ore 8.30 semifinali e finali 200 metri (comprese le finali della Paracanoa, la canoa per gli atleti diversamente abili, disciplina inserita nel programma delle Paralimpiadi)

Ma la Gara Internazionale di Auronzo sarà importante non solo sul piano agonistico: nel pomeriggio di sabato 1° luglio, al termine della giornata di gare (ore 18 circa), Andrea Bedin, Antonio Rossi e Daniele Scarpa daranno risalto ai risultati degli atleti Azzurri ai recenti Europei e, contestualmente, presenteranno le rispettive candidature alla guida della FICK. Il prossimo 6 agosto, infatti, si terranno le nuove elezioni per la presidenza della Federazione, necessarie dopo che la Corte Federale d’Appello della FICK ha accolto i ricorsi presentati da Antonio Rossi e Daniele Scarpa annullando gli esiti delle precedenti elezioni del 22 ottobre 2016, che avevano visto la conferma del presidente uscente Luciano Buonfiglio. Alla base dell’annullamento c’era stata “la violazione delle regole minime ed essenziali tese a garantire la genuinità dell’espressione della volontà degli elettori nella scelta, e così ad assicurare la segretezza e la correttezza delle operazioni di voto”.

Tornando all’aspetto tecnico-agonistico in gara si sfideranno gli equipaggi delle Nazionali provenienti da 12 paesi (Australia, Austria, Croazia, Francia, Irlanda, Israele, Italia, Lituania, Olanda, Pakistan, Slovenia e Svezia) e i seguenti Club provenienti da 11 regioni italiane: Piemonte – Polisportiva Verbano, Canottieri Intra, Canoa Città di Omegna, CUS Torino, Lago di Candia Sport; Liguria – Canottieri Sabazia Savona, Canottieri Sanremo, Shock Wave Sports; Lombardia – Canottieri Ticino Pavia, Canottieri Leonida Bissolati, CUS Pavia, Canottieri Mincio, CUS Milano, Canottieri Baldesio, Circolo Sestese Canoa Kayak, Canottieri Lecco, Canoa LNI Mantova, Navigliosport Club; Veneto – Reale Società Canottieri Querini, Canottieri Mestre, Canoa Club Mestre, Circolo Canottieri Diadora, Canottieri Padova, Gruppo Canoe Polesine Rovigo, Canoa Club San Donà, Associazione Remiera Peschiera, Canoa Kayak Chioggia, Padova Canoa, Canoa Club Sile; Friuli Venezia Giulia –Marina Mercantile Nazario Sauro, Canottieri Ausonia, Canoa San Giorgio, Canottieri Timavo, Kayak Canoa Monfalcone, Gs Vigili del Fuoco Ravalico Trieste; Emilia Romagna – Canottieri Mutina, Canoa Club Comacchio, Centro Canoa Beppe Mazza; Toscana – Canottieri Arno, Canottieri Comunali Firenze, Canoa Club Livorno, Canoa San Miniato, Unione Canoisti Livornesi, Circolo Canottieri Tirrenia Todaro; Lazio – Gs Polizia di Stato Fiamme Oro, Gruppo Nautico Fiamme Gialle, Circolo Canottieri Aniene, Marina Militare Cs Remiero, Canottieri Eur, Gs Fiamme Azzurre, Dragolago, The Core Canottaggio Sabaudia; Puglia – Circolo Canottieri Barion Sc; Calabria – Living The Sea Canoa Trek./Fitness; Trentino Alto Adige – Circolo Nautico Caldonazzo, Canoa Kayak Ledro.

Adriatic Cup a Brindisi dal 29 giugno al 2 luglio. Si parte domani con il Trofeo Coni

BRINDISI – L’Adriatic Cup si terrà. Confermato l’appuntamento degli eventi motonautici di scena a Brindisi, dal 29 giugno al 2 luglio. L’iniziativa si terrà non solo sul Lungomare Regina Margherita e nel porto interno, come inizialmente previsto e come accaduto negli anni passati, ma interesserà anche il porto esterno nel quale si svolgeranno alcune competizioni.

L’evento è organizzato dal Circolo Nautico Porta D’Oriente della Famiglia Danese,  in collaborazione con la FIM, Federazione Italiana Motonautica, il  Comune di Brindisi, la Camera di Commercio, l’Autorità Portuale, la Capitaneria di Porto e gode del Patrocinio morale dell’Amministrazione Provinciale.
Sarà uno spettacolo diverso rispetto alle passate edizioni per effetto dell’entrata in vigore della Circolare Gabrielli che impone l’applicazione di regole più severe sotto il profilo della sicurezza.

Al termine della quarta riunione delle Commissioni Provinciale e Pubblico Spettacolo, che si è tenuta alle ore 12.00 in Prefettura, è stato deciso di spostare le competizioni del Campionato Europeo di Off- Shore e del Campionato Internazionale di Endurance nel porto esterno. Queste due gare si terranno sabato e domenica, in orario ancora da definire. I piloti delle due discipline gareggeranno contemporaneamente.
Trofeo Coni, Gt15, Moto D’Acqua e Hydrofly si svolgeranno, invece, regolarmente nel porto interno come da programma che, per queste discipline resta, invariato non solo come location ma anche come orario.

Sul Lungomare Regina Margherita sono state applicate severe misure di sicurezza per disciplinare la presenza del pubblico e garantire efficienti vie di fuga in caso di necessità. La zona sarà divisa in quattro settori separati gli uni dagli altri mediante apposite transenne, come disposto dalle Commissioni interessate al termini dei lavori. Inoltre il pubblico sarà tenuto ad 8 metri di distanza dalla banchina sempre per motivi di sicurezza.

Il TROFEO CONI. E’ un Progetto “Multisport” al quale aderisce anche la FIM. Si tratta di una competizione tradizionalmente suddivisa in due fasi, regionale e nazionale, dedicata ai ragazzi nati tra il 2003/2007. Si svolgerà regolarmente domani, giornata di apertura ufficiale dell’evento. I ragazzi, ai quali sono stati consegnati appositi kit contenenti cappellini e magliette dopo la consegna della necessaria documentazione e la formalizzazione dell’iscrizione, domani, a partire dal mattino, acquisiranno nozioni teoriche prima della competizione in mare che si svolgerà nel porto interno alla presenza di istruttori di alta velocità.

CAMPIONATO EUROPEO OFF SHORE. Per volere delle Commissioni Provinciale e Pubblico spettacolo i catamarani classe 5000 (Off Shore) e le imbarcazioni monocarena  con motore entrobordo o fuoribordo (Endurance) gareggeranno nel porto esterno e lo faranno sabato e domenica.

MOTO D’ACQUA. Ogni anno la FIM “sperimenta” nel campo di gara pugliese diverse discipline. Se nella passata edizione è toccato all’Off Shore, quest’anno toccherà alle MOTO D’ACQUA, certamente una disciplina che entusiasmerà il pubblico pugliese. Tre le categorie in gara: Runabout, Freestyle, Ski. Circa 100 piloti si alterneranno in batterie di 15/20 unità, garantendo nel porto interno uno spettacolo da non perdere.

HYDROFLY. In questa categoria si sfideranno, nel porto interno e in notturna per rendere più suggestivo lo spettacolo, atleti dotati di un’attrezzatura che permette di compiere incredibili evoluzioni in acqua. E’ una pratica che ha suscitato un interesse talmente elevato da meritare l’organizzazione di vere e proprie competizioni professionali.

GT15.  Il Campionato Italiano di GT15 è la vetrina dedicata alle giovani promesse della Motonautica Mondiale, molto spesso “figli d’arte”, ma non solo. I vertici della FIM pongono grande attenzione a questa competizione e alla crescita dei giovani piloti che rappresentano il futuro della motonautica italiana. Anche questa competizione si terrà, come da programma, nel porto interno.
Sul fronte dei partecipanti, cioè dei piloti in gara per ogni disciplina, i numeri sono i seguenti:
Trofeo Coni: 30 iscritti 10/14;
Moto D’Acqua/Hydrofly: 70 iscritti;
Off Shore/Endurance : 15;

Complessivamente, fra piloti e team e staff del comitato organizzatore, si prevede la presenza a Brindisi di circa oltre 800 persone.

IL NAUTILUS Anno 12 N°2

BRINDISI - Lo speciale di questo nuovo numero de Il Nautilus è dedicato al porto di Trieste che, tra cambiamenti già effettuati e progetti con finanziamenti in arrivo, sta mutando la sua fisionomia e crescendo come scalo in Adriatico. Accanto a queste novità sullo scalo ci sono anche quelle che riguardano i porti di Livorno, Porto Torres, Savona, Cagliari, Ancona e Bari. In questo numero troverete anche un’intera pagina dedicata alla fiscalità legata al mondo del diportismo con gli aggiornamenti sulle ultime modifiche alle leggi.
poseidone danese

© 2017 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab