CIRCOLO DELLA VELA BARI: PRESENTAZIONE CAMPIONATI ITALIANI GIOVANILI IN DOPPIO, 5-9 SETTEMBRE 2019

Domani, martedì 23 luglio – ore 11.30 CV Bari, sede Teatro Margherita

Domani, martedì 23 luglio alle ore 11.30 il Circolo della Vela Bari presenterà in conferenza stampa nella sua sede del Teatro Margherita i Campionati italiani giovanili in doppio.

La manifestazione sportiva, che radunerà a Bari circa 700 tra atleti ed accompagnatori, si svolgerà dal 5 al 9 settembre. Sarà organizzata dal Circolo Vela Bari su delega della Federazione Italiana Vela in collaborazione con il Comitato dell’VIII zona FIV.

Parteciperanno gli atleti delle Classi 29er, 420, Hobie Cat 16′ SPI, Hobie Dragoon, L’Equipe Evolution e 555 FIV. La cerimonia di apertura si terrà giovedì 5 settembre alle ore 18.00 sui pontili del Circolo della Vela Bari. Le regate si svolgeranno sullo specchio d’acqua antistante il lungomare Sud da venerdì 6 a lunedì 9 settembre. Il Campionato si concluderà con la cerimonia di premiazione prevista per le ore 17.30 del 9 settembre sulla terrazza del Fortino Sant’Antonio.

Alla conferenza interverranno:

Simonetta Lorusso, presidente Circolo della Vela Bari
Francesco Ettorre, presidente Federazione Italiana Vela
Angelo Giliberto, presidente Coni Puglia
Alberto La Tegola, presidente VIII Zona FIV
Michele Emiliano, presidente Regione Puglia
Antonio Decaro, sindaco di Bari
Pietro Petruzzelli, assessore allo Sport Comune di Bari
Titta De Tommasi, vice presidente affari generali Circolo della Vela Bari
Peppo Russo, vice presidente nautico Circolo della Vela Bari
Gigi Bergamasco, direttore sportivo Circolo della Vela Bari
Vincenzo Sassanelli, consigliere nautico Circolo della Vela Bari

AQUABIKE: SEI PODI PER IL THOMS NICOLL FLY MOTOR SHOW A MILANO

Nella F1 Veteran vince Pontecorvo davanti a Ingarra, nella F2 Costagliola e Babo alle spalle del vincitore, successi anche nel Freestyle

Milano-Risultati prestigiosi per il team Thoms Nicoll Fly Motor Show nella tappa del Campionato Italiano di aquabike disputata nel week-end all’Idroscalo di Milano. Nella categoria F1 Veteran dominio per il team napoletano con Sabato Pontecorvo che ha vinto precedendo il compagno di squadra Richard Ingarra, mentre nella F2 Gaetano Costagliola e Salvatore Babo sono saliti rispettivamente sul secondo e terzo gradino del podio alle spalle di Fabrizio Pepe. In gara, per la prima volta, c’era anche Salvatore Ancora. Anche nel Freestyle sono arrivate soddisfazioni, con il piazzamento di  Massimiliano Pomponi ed Anthony Pontecorvo alle spalle del campione del Mondo Roberto Mariani.

“Siamo soddisfatti di come sia andata questa tappa, anche se sappiamo di poter crescere ulteriormente e conquistare risultati sempre di maggior prestigio – spiega Salvatore Babo -. Il nostro è un team nuovo e ambizioso che punta a diventare un punto di riferimento per gli appassionati di questo sport e già ora sul territorio flegreo siamo molto attivi e riusciamo a coinvolgere tanti ragazzi con le nostre iniziative. Saremo anche presenti con tutto il team, infatti, anche il 18 agosto al Boat Party in programma all’isolotto di San Martino a Monte di Procida”.

MONDIALE X-CAT, BUON ESORDIO PER IL TEAM HI-PERFORMANCE ITALIA

Giuseppe e Rosario Schiano al sesto posto nella prima gara a Stresa con sorpasso su Abu Dhabi 5

 

Napoli-Parte bene il Campionato del Mondo della classe X-Cat per il team Hi-Performance Italia. La barca con a bordo i fratelli Giuseppe e Rosario Schiano ha ottenuto un buon sesto posto nella prima gara disputata sabato a Stresa, dopo il settimo posto nella pole della mattina e uno spettacolare sorpasso ai campioni di Abu Dhabi 5 compiuto all’ultimo giro. Un risultato che, purtroppo, non è stato possibile bissare domenica perché un problema tecnico al timone ha costretto lo scafo, battente bandiera del Circolo Canottieri Napoli, al ritiro durante il quarto giro. Una difficoltà tecnica che, però, non frena le ambizioni del team, che ha visto a terra il coordinamento del campione del Mondo Antonio Schiano con l’esperta Emanuela Procaccini al ponte radio e il supporto tecnico di Vincenzo Alessio e Vincenzo Guidone.

“La prima gara ha confermato gli enormi progressi compiuti con la messa a punto della barca – spiega Antonio Schiano -. I nostri tempi erano di pochi decimi soltanto inferiori a quelli degli scafi che ci hanno preceduto, siamo riusciti a essere competitivi con il gruppo di testa compiendo anche un sorpasso all’ultimo giro sui campioni di Abu Dhabi 5. Il tutto in un circuito sul lago, una condizione completamente diversa da quella in mare alla quale siamo abituati e che ci è molto più congeniale. Purtroppo domenica abbiamo avuto un problema tecnico che ci ha impedito di portare a termine la gara ma possiamo dirci soddisfatti di questa prima tappa e lavoreremo per crescere ancora in vista delle gare in programma a settembre in Cina”.

Il team Hi-Performance Italia, supportato anche dalle aziende locali Supermercati Piccolo, McDonald Salerno e Sunrise, è attualmente all’ottavo posto in classifica generale alla pari con gli spagnoli di Consulbrokers ed è il primo scafo in classifica con due piloti italiani a bordo. Tornerà a correre dal 13 settembre a Taizhou, in Cina, nella seconda tappa del Mondiale X-Cat.

Motonautica: Diego e Max Testa dominano in Calabria

A Cariati, in provincia di Cosenza, appuntamento lo scorso fine settimana con i potenti bolidi di motonautica per la tappa del Campionato Italiano 2019. Nell’Endurance, subito protagonisti Diego e Massimiliano Testa, padre e figlio, che a bordo dell’imbarcazione Sorbino Team (Circolo Canottieri Napoli) hanno dominato la gara della domenica dopo aver ben figurato anche in prova. I 15 equipaggi partecipanti hanno infatti avuto a disposizione un’ora e mezza per le prove libere sabato; mentre domenica pomeriggio, a partire dalle ore 17, hanno affrontato le gare delle rispettive categorie.

Per i Testa un ottimo esordio in vista di una stagione che li vedrà impegnati nelle prossime tappe del Campionato Italiano (si riparte, dopo lo stop estivo, il 22 settembre a Como) e al Campionato Europeo in programma in Sicilia ad ottobre.

“Siamo soddisfatti, avevamo bisogno di verificare le condizioni generali dell’imbarcazione dopo il lunghissimo stop per i danni causati da un incidente che ci vide coinvolti in prima persona la scorsa stagione”, spiega Diego. “Adesso facciamo un passo per volta, vogliamo essere prontissimi soprattutto sui campi di gara internazionali”. Ricordiamo che Diego, pilota napoletano classe 1959, in carriera ha conquistato 7 titoli italiani, un Europeo e numerosi podi mondiali; Max, 19 anni, ha vinto in tutte le categorie giovanili prima di iniziare l’avventura tra i grandi insieme al padre.

Motonautica: successo anche in Gara 2 per Abu Dhabi 4 che vince lo Stresa Grand Prix of Italy – UIM XCAT World Championship 2019

Abu Dhabi 4 (UAE) vince lo Stresa Grand Prix of Italy – UIM XCAT World Championship 2019. L’imbarcazione di Shaun Torrente e Faleh Al Mansoori ha bissato il successo di Gara 1, imponendosi anche in Gara 2 – che è stata preceduta dal saluto dei piloti UIM XCAT alla città di Stresa con un allineamento davanti alla costa – precedendo Dubai Police (UAE) del duo Arif Al Zaffain-Nadir Bin Hendi e Blue Roo (AUS) di Pål-Virik Nilsen e Jan Trygve Braaten.

La classifica finale dello Stresa Grand Prix of Italy – UIM XCAT World Championship 2019 vede al primo posto Abu Dhabi 4 (UAE) con 70 punti, Dubai Police (UAE) 56, Blue Roo (AUS) e Maritimo (AUS) 48, Abu Dhabi 5 (UAE) 34, 222 Offshore (ITA-AUS) 33, Swecat Racing (SWE) 22, Consulbrokers (ESP) e HPI Racing Team (ITA) 15, New Star Racing (RUS) e De Mitri (ITA) 12, Videx (ITA) 8 e Kuwait (KUW) 0.

Prima di Gara 2 è stato presentato, in anteprima per i team, il documentario realizzato lo scorso anno a Stresa sul mondo dell’XCAT e sul legame con la città.
La prossima tappa dell’UIM XCAT World Championship 2019 è in programma in Cina dal 13 al 15 settembre 2019.

Campionato Italiano Moto d’Acqua 2019: all’Idroscalo di Milano, disputate tutte le gare delle categorie Ski, Runabout, Freestyle ed Endurance

Si è appena conclusa presso l’Idroscalo di Milano la 3^ tappa del Campionato Italiano Moto d’Acqua, denominata “3° Gran Premio Città di Milano – Trofeo Cesare Vismara” e valida per le categorie del circuito classico (Ski, Runabout e Freestyle) e dell’Endurance (categoria Unica).

Lotta accesa nella Ski F1, dove la vittoria è andata a Nicola Piscaglia grazie all’ottima prestazione in gara2. Il romagolo dell’H2O Racing Team ha dovuto però faticare parecchio, avendo chiuso a pari punti con un agguerritissimo Ugo Guidi, il torinese dell’ASD Lago Aquabike 2° classificato di giornata. Alle loro spalle, 3° arrivato con di sei punti di distacco, il giovane forlivese Matteo Benini (classe 2003, portacolori dell’H2O Racing Team).

Appena fuori podio Andrea Guidi, che ha invece letteralmente dominato la gara della Ski F2; il torinese del Jet Revolution nella gara milanese ha regolato Fabrizio Calzi (il triestino del Club del Gommone TS) e Matteo Benini, rispettivamente 2° e 3° classificati.

Nella classe Ski F1 Veterans, unico partecipante Giuseppe Donà, il veneto del Radical Raiders.

Nelle classi Runabout, conquista punti Giuseppe Greco. Il bolognese del Jet Moto Sport ha vinto la tappa milanese della Runabout F1, imponendosi rispettivamente su Stefano Castronovo (agrigentino dello Scai Team) e su  Mattia Fracasso (vicentino del Circolo Nautico Marina 4).

Nella Runabout F2 ad aggiudicarsi la gara è stato invece Fabrizio Pepe, bolognese di Bentivoglio e portacolori del Jet Motor Sport; secondo posto per Gaetano Costagliola (1.5 Racing ASD), mentre ha chiuso terzo classificato Salvatore Babo (Fly Motor Show).

La classe Runabout F4 ha visto invece l’affermazione di Paolo Paesani che si è imposto rispettivamente su Roberto Mariani (Jet Revolution) e su Paolo Noris (Ass. Mot. Ligure).

Nella Runabout F4 Spark Femminile, a salire sul gradino più alto del podio è stata Gaia Costacurta, la giovane veneta del Circolo Nautico Marina 4; Sonia Carrara (del Jet Fly Aquabike) ha ottenuto il 2° piazzamento; 3^ classificata Cristina Malucelli (H2O Racing Team).

Nella classe Runabout F1 Veterans, vittoria di Sabato Pontecorvo (Fly Motor Show), che si è imposto su Richard Ingarra.

Nel Campionato Italiano Freestyle, Roberto Mariani, il romano del Jet Revolution, continua a macinare punti, salendo sul primo gradino del podio in entrambe le manches; secondo posto per il romano della Motonautica Partenopea, Massimiliano Pomponi; terzo classificato il napoletano Antonio Pontecorvo (Fly Motor Show).

Nell’Endurance cat. Unica, vittoria netta per il leader di classifica provvisoria Antonio Tadiello (Circolo Nautico Marina 4), che ha lasciato i gradini più bassi del podio a Michele Cadei (bergamasco del Jet-Fly Aquabike) e a Luca Vecchiori (Yacht Club Como MILA – CVC), rispettivamente 2° e 3° classificati.

All’Idroscalo di Milano, si è disputata anche la gara dei giovani piloti della Spark Giovanile; a imporsi nella classe 12-14 anni è stato il vicentino Alessandro Fracasso (Circolo Nautico Marina 4), seguito sul podio dalle due romane Carolina Vernata (Jet Revolution) e Stella De Luca (CSR Promotion), rispettivamente 2° e 3° classificate.

Nella Spark 15-18 anni, vittoria di Gaia Costacourta, la veneziana portacolori del C.N. Marina 4 che ha regolato Manuel Rosario Sciuto (Ass. Speedwave) e Jacopo Tomasini (Radical Raiders).

La successiva e penultima tappa del Campionato italiano Moto d’Acqua (Circuito ed Endurance) sarà quella romana di Anzio, dal 6 all’8 settembre.

(foto di apertura Milano Idroscalo 20-21 luglio 2019 Start SKI – ©MauroRossi2019)


Day 3 del Mondiale femminile nelle acque giapponesi di Sakaiminato. Tre prove in acqua per le nostre

Il 2019 ILCA Laser Radial Women’s World Championship è cominciato con una partecipazione di tutte le atlete più forti del mondo: 111 iscritti (a fronte di un numero chiuso di 120) in rappresentanza di 49 bandiere diverse. L’importanza di questo Campionato è dato dalla possibilità di staccare il ticket per le Olimpiadi di Tokyo 2020, qualificazione che l’Italia ha già conquistato lo scorso anno con Carolina Albano ad Aahrus in occasione del Mondiale 2018.

La squadra italiana, guidata dal Coach Egon Vigna, vede la partecipazione di Carolina Albano (CV Muggia) – Joyce Floridia (SV Guardia di Finanza), Francesca Frazza (FV Peschiera) e Silvia Zennaro (SV Guardia di Finanza) è scesa in acqua questa mattina per le 3 prove previste.

“Condizioni davvero impegnative – ha commentato al rientro Egon Vigna – soprattutto per le variazioni di intensità del vento, che saltava frequentemente da 15 a 5 nodi. Il tutto, unito alla corrente piuttosto sostenuta, ha reso le regate di oggi davvero difficili.”

Al rientro a terra, la classifica generale dopo 5 prove vede comunque 3 su 4 atlete italiane che si qualificano in Gold Fleet.

Queste le posizioni in dettaglio:
Joyce Floridia (SV Guardia di Finanza) si piazza in 15ma posizione (6,15,21 i suoi parziali di oggi). Silvia Zennaro (con 26,14,17 di giornata) chiude la giornata in 21ma, Carolina Albano è 31ma (13,26,11) e un po’ più distaccata Francesca Frazza (37,29,32) che entra in Silver Fleet dalla 63ma posizione generale.

Le regate proseguono dunque domani, con le flotte divise in Gold e Silver.

Melges 24 European Sailing Series: Arkanoè by Montura sale sul podio Corinthian a Scarlino

Scarlino- Nove prove all’attivo, tutte disputate in condizioni di brezza leggerissima, e un unico leader sin dalla prima regata della serie, che risponde al nome di Maidollis: con una scoreline sempre entro la top-ten, l’equipaggio di Gian Luca Perego si laurea Campione Italiano Melges 24 2019, centrando il terzo successo consecutivo nella stagione.

Il bilancio della quarta frazione del circuito di regate Melges 24 European Sailing Series, valida anche come Campionato Italiano Melges 24, è positivo anche per Arkanoè by Montura di Sergio Caramel: con piazzamenti constanti, sempre entro la prima metà della classifica, ed un prezioso bullet centrato nella seconda regata della serie, il giovanissimo equipaggio chiude la manifestazione all’ottavo posto nella classifica generale, salendo sul terzo gradino del podio Corinthian.

La vittoria, nella divisione riservata a velisti non professionisti, è andata ai pluri-iridati a bordo di Taki 4 di Marco Zammarchi (quarti overall), seguiti sul podio da Seven-Five-Nine di Akos Csolto (quinto overall).

La flotta Melges 24, dopo un break estivo di due mesi, si riunirà a Villasimius, dove tra settembre e ottobre si disputeranno i Pre-Worlds e il Campionato del Mondo: si stima saranno presenti oltre cinquanta imbarcazioni, con tutti i top team della Classe che si riuniranno, anche da oltreoceano, per competere in uno dei campi di regata più spettacolari del mondo e stabilire chi succederà ad Altea, che ha conquistato il titolo iridato in Canada nel 2018, nell’albo d’oro dei Campioni del Mondo Melges 24.

Classifica completa di Scarlino a questo link.

Tutti gli aggiornamenti sono disponibili sul sito www.arkanoe.net e sulle relative pagine Facebook e Instagram.

Foto: Zerogradinord


Melges 24 Tour 2019: Maidollis fa sua anche Scarlino e si laurea Campione Italiano Melges 24

Marina di Scarlino- Si conclude con nove prove in attivo, il massimo previsto dal bando di regata, la terza frazione del circuito di regate Melges 24 Tour 2019, organizzata dalla Classe Italiana Melges 24 e valida anche come Campionato Italiano Open di questo monotipo che, a oltre vent’anni dal lancio, continua a confermarsi una delle imbarcazioni più competitive e avvincenti del panorama velico internazionale.

Sin dal primo giorno di regate a Scarlino, i Campioni Europei in carica a bordo di Maidollis (Fracassoli-Fonda) dettano il proprio ritmo e, con risultati parziali di 1-3-3-2-1-6-2-1-DNC, si aggiudicano la vittoria della tappa con una prova d’anticipo, lasciandosi alle spalle sul podio Melgina di Paolo Brescia, che nel corso del weekend ha sempre gravitato all’interno della top-3, e Bombarda di Andrea Pozzi, medaglia di bronzo a un solo punto dai secondi classificati.

Per Maidollis, quella di Scarlino rappresenta la terza vittoria consecutiva nella stagione 2019: gli uomini di Gian Luca Perego hanno infatti fino ad oggi messo il sigillo su tutti gli eventi a cui hanno partecipato, dimostrando una costanza e velocità sull’acqua difficilmente attaccabile dagli avversari.

Carlo Fracassoli, timoniere di Maidollis, ha commentato: “Felicissimi di come sia andata questa tappa, anche perché le condizioni di vento leggerissimo che abbiamo trovato qui a Scarlino ci hanno messo a dura prova. Con brezza così leggera, ogni movimento in barca poteva fare la differenza, ma l’equipaggio si è sempre mosso in sincronia, dimostrando nel complesso un buon boat handling. La costanza nei piazzamenti è però ciò che ci ha permesso di fare risultato in vetta alla classifica. Il bello della stagione deve ancora arrivare: per il Mondiale scenderanno in acqua, arrivando anche da oltreoceano, equipaggi molto competitivi, con cui siamo certi si accenderà una bella sfida”.

La classifica Corinthian di Scarlino vede trionfare i pluricampioni a bordo di Taki 4 di Marco Zammarchi, che si aggiudicano anche il titolo di Campioni Italiani Corinthian 2019. L’equipaggio di Zammarchi è seguito sul podio dagli Ungheresi di Seven-Five-Nine e da Arkanoè by Montura di Sergio Caramel.

Lasciata la Toscana e dopo la pausa estiva, la flotta Melges 24 si prepara all’evento clou di stagione, il Campionato del Mondo di Villasimius: si scenderà in acqua dal 20 al 22 settembre per i Pre-Worlds, mentre dal 5 al 12 ottobre si regaterà per scoprire chi succederà ad Altea di Andrea Racchelli nell’albo d’oro dei Campioni del Mondo Melges 24.

Foto: Zerogradinord

Melges 24 European Sailing Series: A Scarlino arriva il terzo podio di stagione per Bombarda

Scarlino- Tre eventi disputati finora nella stagione 2019 e tre piazzamenti sul podio: è questo il bilancio positivo con cui l’equipaggio di Bombarda lascia Scarlino, dove oggi ha chiuso la quarta frazione del circuito internazionale di regate Melges 24 European Sailing Series al terzo posto.

Andrea Pozzi e i suoi uomini hanno dimostrato costanza e solidità nella serie di regate toscane, tutte caratterizzate da vento leggero mai sopra i dieci nodi: con risultati parziali di 5-6-5-9-6-2-(16)-2-6, Bombarda ha chiuso l’evento in terza posizione, staccato di un solo punto da Melgina di Paolo Brescia, medaglia d’argento.

La vittoria è andata, per la terza volta consecutiva in questa stagione, a Maidollis di Gian Luca Perego, che con il tandem Fracassoli-Fonda al timone e alla tattica, ha dettato il proprio ritmo a tutta la flotta sin dalla prima giornata di regate, mettendo il sigillo sul successo e guadagnando il titolo di Campione Italiano Melges 24 2019 con una prova d’anticipo.

Archiviato l’evento di Scarlino, la flotta Melges 24 si prepara a fare rotta sulla Sardegna, dove dopo due mesi di pausa estiva si preparerà ai Campionati del Mondo con i Pre-Worlds (20-22 settembre) a Villasimius, per poi competere nello stesso campo di regata ad ottobre, dove si incoronerà il Campione del Mondo Melges 24 2019.

A bordo di Bombarda Racing, per la stagione 2019, regatano Andrea Pozzi, Matteo Ivaldi, Stefano Ciampalini, Carlo Zermini e Nicholas Dal Ferro. L’attività del team è coordinata dal coach Giulio Desiderato.

Foto: Zerogradinord


IL NAUTILUS Anno 14 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato ai porti con un focus sulla Via della Seta e sulla via Traiana, il concetto dello IoT-Internet of Things, il contratto di ormeggio e il nuovo concetto di New-Port. Poi una riflessione sul principio di passaggio inoffensivo(riprendendo vicende come quella dell'Aquarius, Open Arms e Sea Watch 3). E ancora, approfondimenti sul potere amministrativo delle AdSP, Mare 2.0 e sulla navigazione delle navi e non delle merci.
poseidone danese

© 2019 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab