VELA OLIMPICA: EUROPEO WINDSURF RS:X A VILAMOURA (POR) – DAY 5/FINALE

Concluso in Portogallo l’Europeo del windsurf olimpico.
Il titolo maschile all’israeliano Cohen, quello femminile alla fracese Picon.
Le azzurre: Giorgia Speciale chiude quinta (prima U21), Marta Maggetti ottava.
Gli azzurri: Mattia Camboni chiude al nono posto, Daniele Benedetti al decimo.
I commenti dei protagonisti

Si è concluso il Campionato Europeo del windsurf olimpico RS:X maschile e femminile 2020, con un’ultima giornata di vento forte e onda formata, nella quale sono state disputate le due finali Medal Race tra i migliori 10 delle due categorie, e una prova conclusiva per il resto della flotta.

I due nuovi campioni europei sono l’israeliano Yoav Cohen nella categoria maschile e la francese Charline Picon in quella femminile, già in testa prima della Medal.

Il bilancio dei cinque atleti azzurri è da considerare positivo, con quattro qualificati in finale nelle Medal Race e piazzamenti comunque nella parte alta della classifica tra le prime cinque nazioni in campo femminile e sei in quello maschile.

RS:X FEMMINILE – L’anconetana Giorgia Speciale (CC Aniene) con il quinto nella Medal Race risale due posizioni e chiude al 5° posto assoluto, largamente prima tra le atlete Under 21. La cagliaritana Marta Maggetti (Fiamme Gialle) dal canto suo conferma l’ottavo posto in generale, con un 8° anche nella Medal, finendo davanti alla fuoriclasse olandese Lilian De Geus, europea 2019 e mondiale in carica, vincitrice della Medal.

RS:X MASCHILE – Il civitavecchiese Mattia Camboni (Fiamme Azzurre), campione europeo 2018, manda in archivio questa edizione con l’8° nella Medal, che conferma il nono posto in generale, sesto per nazione (ci sono ben quattro atleti di Israele nei primi dieci). Daniele Benedetti (Fiamme Gialle) porta a casa un ottimo 4° posto nella Medal finale, ed è decimo assoluto.

Dopo un periodo di scarico, gli azzurri del windsurf olimpico torneranno a Vilamoura (POR) come base per alcune sessioni di allenamenti, in vista dell’Europeo 2021, che sarà a marzo nella stessa località.

I COMMENTI DEI PROTAGONISTI

Giorgia Speciale: “Sono molto soddisfatta, anche se durante il campionato mi è capitato di fare degli errori e ho lasciato qualche punto di troppo, sono riuscita a tenere, anche con il vento planante, considerando che di tutte le prove disputate solamente tre sono state con vento leggero. Quindi sono contenta della classifica. Ho visto degli spunti su cui lavorare negli allenamenti invernali. Nel complesso un buon campionato, mi interessava fare un risultato a conferma di tutti gli allenamenti fatti in questo periodo, il titolo Under 21 fa piacere ma conta relativamente. Ringrazio tutto lo staff della FIV per l’aiuto.”

Marta Maggetti: “Una Medal Race deludente per me, sono partita bene ed ero terza, ma il vento era perturbato, il primo giro lunghissimo e non sono riuscita a leggere bene i salti di vento… Concludo il campionato con un po’ di rammarico, ho avuto la possibilità fino all’ultimo di scalare la classifica, senza riuscirci. Ho fatto tanti errori stupidi e partenze poco brillanti… si vede che sono ancora arrugginita. Sarà un motivo in più per fare meglio l’Europeo di marzo.”

Mattia Camboni: “Il risultato finale non è quello che mi aspettavo, ma viste le condizioni di vento forte a me non congeniali mi sono difeso, e nonostante tutto sono riuscito a entrare nella Medal Race. Oggi nella finale le mie possibilità di recuperare posizioni erano poche, soprattutto con le condizioni che abbiamo trovato anche oggi vento forte e onda, che non sono le mie preferite mentre gli avversari diretti sono degli specialisti. Il feeling della settimana non è stato il massimo, con l’attrezzatura ma non solo. Peccato solo per l’ultima prova delle qualifiche, che dal 5° posto mi ha fatto scivolare al 9° perdendo la possibilità di giocarmi le prime posizioni, ma il nostro sport è così, una singola prova puo’ cambiare tutto, a me ha cambiato in negativo. Ora ci riposiamo un attimo e poi ricominceremo a lavorare in vista del prossimo europeo. La prossima arriveremo più forti con queste condizioni e sperando di trovare anche le mie!”

Daniele Benedetti (Fiamme Gialle): “Bellissima gara, soprattutto oggi la Medal Race me la sono giocata con i primi fino all’ultimo, chiudendo con un 4° posto, stavo bene ed è stato bello, anche se purtroppo non è cambiato il risultato finale in classifica generale, dove sono rimasto 10° a 3 punti da Mattia che era davanti a me. Sinceramente non mi aspettavo questo risultato all’Europeo e di regatare tra i primi, con così poco allenamento per l’infortunio di agosto alla mano, sono salito in tavola solo tre settimane fa. Quindi soddisfatto e adesso appena arrivo a casa ricomincio ad allenarmi.”

https://www.rsxclass.org/europeans2020/

GLI AZZURRI IN GARA
Mattia Camboni (Fiamme Azzurre)
Daniele Benedetti (Fiamme Gialle)
Carlo Ciabatti (Windsurfing Club Cagliari)

LE AZZURRE IN GARA
Marta Maggetti (Fiamme Gialle)
Giorgia Speciale (CC Aniene)

La squadra azzurra è completata dalla presenza dei tecnici Riccardo Belli Dell’Isca e Luca De Pedrini.

La squadra azzurra della vela olimpica è supportata da: FALCONERI, U-SAIL, CETILAR SPORT, GARMIN MARINE ITALY, YAMAHA MARINE, BIMAR ITALY, MEDISANA

VELA OLIMPICA: EUROPEO WINDSURF RSX A VILAMOURA (POR) – DAY 4

Penultimo giorno senza regate in Portogallo per l’Europeo del windsurf olimpico.
Niente vento, classifiche invariate. Sabato Medal Race con quattro azzurri.
Mattia Camboni (9), Daniele Benedetti (10), Giorgia Speciale (7), e Marta Maggetti (8)

No wind no race a Vilamoura in Portogallo nel penultimo giorno dell’Europeo del windsurf olimpico RSX maschile e femminile, una lunga giornata di attesa conclusa con un nulla di fatto. Sabato in programma l’ultimo atto di questo Europeo, le due Medal Race tra i top-10 delle classifiche maschile e femminile.

L’Italia porta in finale due atleti e due atlete, un record superato solo dalla squadra israeliana che ne ha cinque nelle due Medal.

RSX MASCHILE – Mattia Camboni (Fiamme Azzurre) partirà dal 9° posto, staccato di 22 punti dal terzo gradino del podio, quindi senza possibilità aritmetica di conquistarlo, ma con la speranza di chiudere al meglio il campionato e risalire posizioni. Daniele Benedetti (Fiamme Gialle) lo segue più staccato al 10° posto. Per l’altro azzurro Carlo Ciabatti (Windsurfing Club Cagliari) l’Europeo si chiude con il 19° in generale.
In testa prosegue ampio vantaggio per l’israeliano Yoav Cohen, davanti al greco Byron Kokkalanis e al connazionale Sharar Zubari. Al 4° posto solo il fuoriclasse olandese Kiran Badloe ha possibilità di inserirsi per un posto sul podio.

RSX FEMMINILE – Giorgia Speciale (CC Aniene) settima e Marta Maggetti (Fiamme Gialle) ottava, rispettivamente a 17 e 23 punti dal podio, dove è imprendibile la francese Charline Picon, davanti all’inglese Emma Wilson, mentre la polacca Zofia Klepacka deve guardarsi le spalle dall’altra israeliana Katy Spychakov. Giorgia Speciale ha matematicamente vinto il titolo continentale nella categoria Under 21.

https://www.rsxclass.org/europeans2020/

GLI AZZURRI IN GARA
Mattia Camboni (Fiamme Azzurre)
Daniele Benedetti (Fiamme Gialle)
Carlo Ciabatti (Windsurfing Club Cagliari)

LE AZZURRE IN GARA
Marta Maggetti (Fiamme Gialle)
Giorgia Speciale (CC Aniene)

La squadra azzurra è completata dalla presenza dei tecnici Riccardo Belli Dell’Isca e Luca De Pedrini.

La squadra azzurra della vela olimpica è supportata da: FALCONERI, U-SAIL, CETILAR SPORT, GARMIN MARINE ITALY, YAMAHA MARINE, BIMAR ITALY, MEDISANA

VELA OLIMPICA: EUROPEO WINDSURF RS A VILAMOURA (POR) – DAY 3

Terzultimo giorno in Portogallo per l’Europeo del windsurf olimpico.
Non decollano gli azzurri: Mattia Camboni 9°, Daniele Benedetti 10°.
Giorgia Speciale 7°, Marta Maggetti 8°

Terzo giorno a Vilamoura in Portogallo per l’Europeo del windsurf olimpico RS maschile e femminile, una lunga giornata di pioggia, fresco e vento medio-leggero piuttosto irregolare. Non una giornata positiva per gli atleti azzurri.

RS MASCHILE – Mattia Camboni (Fiamme Azzurre) scende in classifica dal quarto al 9° posto dopo altre tre manche senza brillare (10-23-16). Meglio è andato Daniele Benedetti (Fiamme Gialle), che ha agguantato la top-10, al 10° posto, con altre tre prove volitive (4-7-11). L’altro azzurro Carlo Ciabatti (Windsurfing Club Cagliari) scivola al 19° in generale (37-36-37).
In testa prosegue lo show dell’israeliano Yoav Cohen, davanti al greco Byron Kokkalanis e al connazionale Sharar Zubari.

RS FEMMINILE – Lottano e sono sempre nel gruppo delle migliori 10 della classifica le due atlete azzurre. Giorgia Speciale (CC Aniene) è settima assoluta (4-8-11), sempre nettamente al comando tra le Under 21, mentre Marta Maggetti (Fiamme Gialle) la segue da vicino all’8° (9-10-3).

Al comando sempre la francese Charline Picon, davanti all’inglese Emma Wilson in grande recupero, e alla polacca Zofia Klepacka.

All’appuntamento partecipano 41 atlete (9 delle quali Under 19) e 53 atleti (9 Under 19). Il programma prevede regate fino a sabato 28, giornata conclusiva nella quale si disputeranno anche le Medal Race tra i primi 10 delle due classifiche.

https://www.rsxclass.org/europeans2020/

GLI AZZURRI IN GARA
Mattia Camboni (Fiamme Azzurre)
Daniele Benedetti (Fiamme Gialle)
Carlo Ciabatti (Windsurfing Club Cagliari)

LE AZZURRE IN GARA
Marta Maggetti (Fiamme Gialle)
Giorgia Speciale (CC Aniene)

La squadra azzurra è completata dalla presenza dei tecnici Riccardo Belli Dell’Isca e Luca De Pedrini.

La squadra azzurra della vela olimpica è supportata da: FALCONERI, U-SAIL, CETILAR SPORT, GARMIN MARINE ITALY, YAMAHA MARINE, BIMAR ITALY, MEDISANA

Il Covid non ferma la vela, ad Alghero 100 studenti hanno debuttato in barca

Altro che noia, la vela entusiasma i giovani. Sicuramente gli oltre 100 studenti dell’Istituto Roth di Alghero che hanno debuttato in barca e iniziato a veleggiare grazie alla Sailing for Living.

Un successo per la scuola di vela di Alghero condotta da Dario Delogu e Giulio Falchi che quest’anno hanno lavoro tanto con le scuole e i giovani.

“Siamo partiti lo scorso anno scolastico con 40 studenti del corso Amministrazione Finanza e Marketing sportivo, quest’anno ne abbiamo coinvolto 110 – sottolinea il dirigente scolastico del Roth Angelo Parodi — La scelta di ampliare l’offerta formativa della scuola è nata dalla necessità di trovare valide alternative agli sport di contatto vietati dalle recenti restrizioni sanitarie; la vela si è rivelato essere una delle discipline più sicure”. Come si legge in un documento del CONI. “La collaborazione tra l’Istituto Roth e la Sailing for Living dimostra – sostengono Dario e Giulio – che è possibile coinvolgere gli studenti nella pratica di discipline alternative agli sport comunemente praticati in ambito scolastico”.

Un’ottima opportunità per estendere la pratica della vela: “Abbiamo proposto – prosegue Dario – lezioni teoriche e pratiche e, alla fine del corso, gli studenti hanno acquisito e rafforzato le nozioni relative ai venti, alle andature, ai nodi, la capacità di armare e disarmare un’imbarcazione, di condurre in maniera autonoma una deriva ma, sopratutto, hanno imparato a collaborare e a lavorare in team”.

Si punta a coinvolgere anche scuole di altre regioni

Questa esperienza positiva incoraggia i Sailing for Living ad ampliare i confini: “La conferma dei punti di forza della vela e ci invoglia a proseguire in questa direzione e a coinvolgere non solo gli studenti di Alghero ma anche quelli di altre città”.

Anche al di fuori dell’isola come sottolineano Dario e Giulio : “Vorremo collaborare anche con altre scuole d’Italia proponendo stage di tre giorni o anche di una settimana; un’opportunità per recuperare, valorizzare e diffondere la cultura marinaresca che si sta perdendo. Questo ci permetterebbe, inoltre, di creare ulteriori opportunità di lavoro anche in bassa stagione e far conoscere la nostra città. La scuola può essere un volano per raggiungere questi obiettivi”.

VELA OLIMPICA: EUROPEO WINDSURF RS A VILAMOURA (POR) – DAY 2

Altre tre prove in Portogallo per l’Europeo del windsurf olimpico.
Giornata opaca per Mattia Camboni (10-8-10) che comunque è 4° in generale.
13° Carlo Ciabatti (5-22-21) e 16° Daniele Benedetti (7-9-5).
6° Giorgia Speciale (8-12-6), 8° Marta Maggetti in ripresa (3-6-4).
Il commento alla giornata del tecnico Riccardo Belli Dell’Isca e di Marta Maggetti.

Secondo giorno a Vilamoura in Portogallo per l’Europeo del windsurf olimpico RS maschile e femminile, con meteo più intensa, con piovaschi e vento tra 10 e 20 nodi, altre tre manche per entrambe le flotte.

RS MASCHILE – Giornata opaca per Mattia Camboni (Fiamme Azzurre) che non è riuscito a entrare nei piazzamenti di testa (10-8-10), e ha perso una posizione scendendo dal terzo e al quarto posto della classifica generale, preceduto da ben due atleti israeliani, Yoav Cohen e Yoav Omer, e dal greco Byron Kokkalanis.

Fasi alterne per Carlo Ciabatti (Windsurfing Club Cagliari) che scende al 13° in generale con una sola manche di rilievo (5-22-21). In forte ripresa invece Daniele Benedetti (Fiamme Gialle), con tre prove autorevoli (7-9-5) che lo fanno risalire al 16° in generale.

RS FEMMINILE – Sempre ben inserite nella top-10 della classifica dopo sei prove le due atlete azzurre: Giorgia Speciale (CC Aniene) è sesta assoluta (8-12-6), sempre abbondantemente prima tra le Under 21. Giornata positiva per Marta Maggetti (Fiamme Gialle) con tre manche in netta ripresa (3-6-4) che la fanno risalire fino all’8° posto.

Il terzetto di testa vede prima la francese Charline Picon (10-1-1) seguita dall’israeliana Katy Spichackov (2-2-5) e dall’inglese Emma Wilson (1-3-7).
Oggi meteo incerta e vento previsto solo nel pomeriggio.

Il commento alla giornata del tecnico federale Riccardo Belli Dell’Isca: “Partenza presto questa mattina (9:30), vento da mare direzione 220 in rotazione fino 300 con intensità tra 13 e 18 kt con onda formata, quindi cambia completamente lo scenario rispetto al primo giorno con sole e vento leggero. I nostri ragazzi sono riusciti a tenere botta con buoni piazzamenti. É un campionato che si corre dall’inizio in un’unica flotta e con cambi significativi di condizioni meteo anche nella stessa giornata, pertanto la regolarità nelle prestazioni é fondamentale. Bisogna mantenere la concentrazione.”

Il commento dell’atleta Marta Maggetti: “Oggi tre prove con un bel vento, arrivato anche oltre 20 nodi e una onda notevole. Nella prima prova anche 30 nodi in un groppo di pioggia durante il quale non si vedevano le boe, ho concluso terza. Nella seconda vento calato un po’, ma è salita l’onda. Il vento poi ha girato ancora a destra con onda sempre lunga. Sensazioni buone, partenze molto meglio di ieri, mi sento in buona condizione.”

All’appuntamento partecipano 41 atlete (9 delle quali Under 19) e 53 atleti (9 Under 19). Il programma prevede regate fino a sabato 28, giornata conclusiva nella quale si disputeranno anche le Medal Race tra i primi 10 delle due classifiche.

https://www.rsxclass.org/europeans2020/

GLI AZZURRI IN GARA
Mattia Camboni (Fiamme Azzurre)
Daniele Benedetti (Fiamme Gialle)
Carlo Ciabatti (Windsurfing Club Cagliari)

LE AZZURRE IN GARA
Marta Maggetti (Fiamme Gialle)
Giorgia Speciale (CC Aniene)

La squadra azzurra è completata dalla presenza dei tecnici Riccardo Belli Dell’Isca e Luca De Pedrini.

La squadra azzurra della vela olimpica è supportata da: FALCONERI, U-SAIL, CETILAR SPORT, GARMIN MARINE ITALY, YAMAHA MARINE, BIMAR ITALY, MEDISANA

VELA OLIMPICA: EUROPEO WINDSURF RS A VILAMOURA (POR) – DAY 1

Tre regate sia per la flotta maschile che per quella femminile.
Grande avvio per Mattia Camboni (8-1-6), terzo in classifica generale.
Tra i maschi 11° Carlo Ciabatti (1-27-4) e 20° Daniele Benedetti (19-24-18).
In top-10 sia Giorgia Speciale (4-5-6), quinta che Marta Maggetti (12-10-14), decima.
Il commento al day 1 di Mattia Camboni: “E’ bello tornare in regata”

Primo giorno per l’Europeo del windsurf olimpico RS maschile e femminile, le condizioni meteo ideali a largo di Vilamoura sulla costa atlantica portoghese hanno consentito lo svolgimento di tre prove per le due flotte maschile e femminile.

RS MASCHILE – Ottimo avvio per quasi tutti gli atleti azzurri presenti in Portogallo. Nella classifica maschile, dopo la prima giornata, Mattia Camboni (Fiamme Azzurre) è subito al terzo posto assoluto grazie a due buone manche inframmezzate da una prova vinta (8-1-6). In testa l’israeliano Yoav Cohen (7-2-2), secondo lo svizzero Mateo Sanz Lanz (5-4-3), con Mattia che è a soli 4 punti dal vertice.

Grande giornata anche per il giovane Carlo Ciabatti (WC Cagliari) che ha vinto la prima prova e fatto bene nella terza (1-27-4 i suoi piazzamenti) e occupa l’undicesima posizione nella classifica. Al 20° posto invece Daniele Benedetti (Fiamme Gialle), al rientro dopo un lungo infortunio (19-24-18) e ancora alla ricerca della forma migliore.

Le dichiarazioni di Mattia Camboni sulla prima giornata: “Innanzitutto è bello, tornare in acqua e regatare con tutti i nostri avversari da tutto il mondo. Abbiamo aspettato questo momento moltissimo, ma soprattutto non ci siamo fermati mai, anzi abbiamo spinto veramente tanto durante il lockdown. I risultati lo dimostrano: anche Carlo Ciabatti ha dimostrato di poter fare molto bene quando non sbaglia. Io purtroppo ho sbagliato due regate su tre, errori in partenza e bordeggio, ma ho fatto dei miracoli, grandi rimonte grazie a una ottima velocità e alla forma fisica, ho salvato la giornata, mi trovo un ottimo terzo in classifica, posso ritenermi soddisfatto, bene così, speriamo che domani vada meglio!”

RS FEMMINILE – Partono bene anche le due atlete azzurre, entrambe nella top-10 della classifica dopo tre prove: Giorgia Speciale è ottima quinta assoluta con piazzamenti regolari e di vertice (4-5-6), ed è inoltre nettamente prima tra le Under 21. Marta Maggetti è decima (12-10-14).

In testa la francese Charline Picon (1-3-4), davanti alla polacca Zofia Klepecka (7-2-2) e all’olandese Lilian De Geus (6-1-5).

All’appuntamento partecipano 41 atlete (9 delle quali Under 19) e 53 atleti (9 Under 19). Il programma prevede regate da martedi 24 novembre a sabato 28, giornata finale nella quale si disputeranno anche le Medal Race tra i primi 10 delle classifiche.

https://www.rsxclass.org/europeans2020/

GLI AZZURRI IN GARA
Mattia Camboni (Fiamme Azzurre)
Daniele Benedetti (Fiamme Gialle)
Carlo Ciabatti (Windsurfing Club Cagliari)

LE AZZURRE IN GARA
Marta Maggetti (Fiamme Gialle)
Giorgia Speciale (CC Aniene)

La squadra azzurra è completata dalla presenza dei tecnici Riccardo Belli Dell’Isca e Luca De Pedrini.

La squadra azzurra della vela olimpica è supportata da: FALCONERI, U-SAIL, CETILAR SPORT, GARMIN MARINE ITALY, YAMAHA MARINE, BIMAR ITALY, MEDISANA

VELA OLIMPICA: EUROPEO WINDSURF RS A VILAMOURA (POR)

Cinque azzurri presenti, tre uomini e due donne.
Mattia Camboni, Daniele Benedetti e Carlo Ciabatti nella flotta maschile.
Marta Maggetti e Giorgia Speciale in quella femminile.
Il significato di un campionato che riporta gli atleti in regata dopo lunga attesa.
Regate da martedi 24, Medal Race sabato 28

Torna la vela olimpica con un campionato continentale, segno di speranza in una progressiva uscita dall’emergenza. Dopo tanto lavoro in palestra e in acqua, negli allenamenti e nei raduni collegiali della squadra olimpica della vela, finalmente si torna in regata.

Questo Europeo del windsurf olimpico RS giunge in un momento delicato a livello mondiale per la pandemia che continua a rendere difficili gli eventi sportivi, ma è stato reso possibile su decisione della federazione internazionale World Sailing e in collaborazione tra la Classe RS e il club organizzatore, il Capable Planet Clube Nautico, ovviamente seguendo i più stretti protocolli sanitari.

All’appuntamento partecipano 41 atlete (9 delle quali Under 19) e 53 atleti (9 Under 19). Il programma prevede regate da martedi 24 novembre a sabato 28, giornata finale nella quale si disputeranno anche le Medal Race tra i primi 10 delle classifiche.

L’Europeo RS 2020 è atteso anche perchè è tappa di qualifica olimpica per i paesi europei, per i quali è rimasto un solo posto-nazione a disposizione del continente. La tradizione italiana nel windsurf ci pone tra le migliori nazioni al mondo, e in entrambe le tavole a vela, maschile e femminile, abbiamo già qualificato la nazione per i Giochi di Tokyo 2020.

RSX FEMMINILE - Nella categoria femminile sono presenti numerosi grandi nomi, medaglie olimpiche e atlete in evidenza più di recente: l’olandese Lilian De Geus, campionessa europea 2019 e mondiale 2020, la francese Charline Picon, oro a Rio 2016 e bronzo all’ultimo mondiale, le due israeliane Noy Drihan e Katy Spychakov, l’inglese Emma Wilson, la polacca Zofia Klepacka.

Le azzurre in gara sono Marta Maggetti (Fiamme Gialle), quarta al Mondiale 2019 di Torbole e quinta a quello 2020 in Australia, e Giorgia Speciale (CC Aniene), sesta al Mondiale 2019 e undicesima nel 2020.

RSX MASCHILE - Sono in gara il francese Thomas Goyard, bronzo Mondiale 2020 in Australia, il polacco Piotr Myszka, lo spagnolo Ivan Pastor, l’inglese Tom Squires (9° all’ultimo Mondiale), mentre è assente l’olandese Kira Badloe, campione europeo e iridato in carica.

Tre gli azzurri: Mattia Camboni (Fiamme Azzurre), campione europeo nel 2018 in Polonia, 11° all’Europeo 2019, 12° all’ultimo Mondiale nel 2020 in Australia; quindi Daniele Benedetti (Fiamme Gialle), 9° all’Europeo e 7° al Mondiale nel 2019, 16° al Mondiale 2020, torna in gara dopo il recupero da un lungo infortunio; e Carlo Ciabatti (WC Cagliari), 44° all’Europeo 2018 e 41° al Mondiale 2020.

La squadra azzurra è completata dalla presenza dei tecnici Riccardo Belli Dell’Isca e Luca De Pedrini.

https://www.rsxclass.org/europeans2020/

Nel 2021 il Meeting del Garda Optimist torna a Pasqua

Riva del Garda- Chiusa una stagione 2020 fortemente segnata dall’emergenza Covid-19, il management della Fraglia Vela Riva guarda con serena determinazione al 2021 e alla ripresa di tutte quelle attività che la ben nota situazione sanitaria ha ostacolato e continua ostacolare.

Tra le prime decisioni assunte in chiave 2021 dal consiglio del sodalizio rivano c’è quella relativa alla collocazione temporale del Meeting del Garda Optimist, evento di riferimento tra quelli organizzati dalla Fraglia Vela Riva che, il prossimo anno, festeggerà l’edizione numero trentanove.

Disputato lo scorso agosto al fronte della presenza di circa quattrocento iscritti e vinto dal local Lorenzo Ghirotti (Juniores) e dallo svizzero Edward Hirsch (Cadetti), il Meeting del Garda tornerà a infiammare il cuore degli appassionati dall’1 al 4 aprile ovvero proprio nel corso del week end pasquale, come vuole la tradizione di questo evento che, per numero di iscritti, merita una citazione nel Guinnes dei Primati.

“Pur tra gli immancabili distinguo, è opinione diffusa di medici e addetti ai lavori che nel corso del 2021 la situazione sanitaria dovrebbe evolvere al meglio, permettendo un graduale ritorno alla normalità. Facendo affidamento su ciò abbiamo deciso di riportare il Meeting del Garda nel contesto temporale che gli è proprio, ovvero quello Pasquale – spiega Alfredo Vivaldelli, presidente della Fraglia Vela Riva – Il Meeting del Garda Optimist è per noi l’evento di riferimento e mai quest’anno abbiamo dubitato sulla possibilità di svolgere la trentottesima edizione: se da un lato la scelta del mese di agosto ci ha penalizzato in fatto di iscrizioni, dall’altro è stata una soddisfazione registrare la risposta più che entusiasta di circoli e famiglie che, nonostante il virus, non hanno voluto mancare a quella che riteniamo una vera e propria festa riservata ai più giovani. Confidiamo quindi che l’edizione 2021, in programma all’inizio di aprile, possa essere tra le prime a svolgersi in un contesto sanitario rassicurante al punto da riportare lo sport, e le dinamiche ad esso relative, al centro dell’attenzione”.

La mancanza di vento ferma la quinta e ultima Regata Nazionale J24 ad Alghero

Si chiude con un nulla di fatto l’appuntamento sardo previsto o scorso fine settimana

Alghero-Purtroppo, a causa dell’assenza del vento, l’ultima Regata Nazionale J24 in programma nelle acque del Golfo di Alghero lo scorso fine settimana si è risolta con un nulla di fatto.

“Non è bastata la puntuale organizzazione della sezione locale della Lega Navale, non è bastato il Comitato di Regata presieduto da Marco Clivio (con Elisabetta Lai, Claudio Razzuoli e Fabrizio Monaldi), non è bastato il supporto di Consorzio Porto di Alghero, Assistenza Nautica Paddeu e First Bunker Centro Alghemar. A farla da padrone, infatti, sono state le condizioni meteo che, causa assenza di vento, non hanno permesso lo svolgimento neanche di una prova.- ha spiegato il Capo Flotta J24 della Sardegna, Marco Frulio, timoniere di Ita 443 Aria Fondazione di Sardegna e consigliere federale della III Zona FIV -

E’ stato un vero peccato perché, a seguito delle recenti restrizioni all’attività sportiva scaturite dall’ultimo DPCM anti covid, questa, oltre ad essere la quinta e ultima Regata Nazionale J24, sarebbe stata anche l’ultima regata della stagione velica Sarda  e avrebbe permesso di assegnare i titoli di campioni della III Zona Fiv in quanto manche conclusiva della terza tappa del Circuito Zonale della Flotta sarda J24.

Tanta è stata l’attenzione nel seguire l’evento da parte di tutti i velisti Sardi e tanto è stato l’impegno (e la pazienza nell’aspettare il vento) da parte di tutti i soggetti coinvolti.

Ma i velisti sanno che le regate sono fatte anche di attesa e a volte di delusione.
Non rimane che la tristezza per il trascorso anno dello sport velico in Sardegna che si è chiuso in modo analogo di come si è svolto tutto il 2020: con i velisti che vorrebbero regatare senza però poterci riuscire.

Appuntamento al prossimo anno sperando che sia meglio di quello passato.”

Il RYCC Savoia rinvia il Trofeo Campobasso 2021

NAPOLI- La XXVIII edizione del Trofeo Campobasso in programma a gennaio 2021 con l’organizzazione del Reale Yacht Club Canottieri Savoia è stata rinviata. A causa dell’emergenza sanitaria che ha colpito tutto il mondo, il Consiglio direttivo del sodalizio bianco blu, suo malgrado, ha stabilito di posticipare la prossima edizione della regata velica destinata agli atleti della Classe Optimist, che dal 1993 va in scena con successo nel golfo di Napoli.

“L’appuntamento è solo rimandato”, afferma il presidente del Circolo Savoia, Fabrizio Cattaneo della Volta. “Lo scorso gennaio avevamo lasciato con una grande festa gli oltre 200 partecipanti, al grido di “Napoli è mille culure”. Purtroppo, da quel giorno tutto il mondo è diventato più grigio e adesso, ascoltati anche i pareri del responsabile sanitario e di alcuni tecnici delle nazioni che tradizionalmente si iscrivono al Trofeo Campobasso, abbiamo preso quella che riteniamo la decisione più responsabile”.

Il consigliere alla Vela del Circolo Savoia, Penni Oliviero, ricorda: “Avevamo già avviato il lavoro per la prossima edizione, contavamo di strabiliare la classe Optimist con effetti speciali, una grande festa della vela e dei ragazzi, ma le attuali condizioni sanitarie non ci consentono di rischiare. Tutto rinviato e siamo sicuri che torneremo ad accogliere nei nostri saloni le centinaia di ragazzi e genitori che fanno dell’amore per la vela uno stile di vita”.

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone danese

© 2020 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab