Meeting del Garda Optimist

Pronostici rispettati: Gradoni e Schedit sono i vincitori della 37° edizione

Riva del Garda- I pronostici della vigilia del gran finale del 37° Meeting del Garda Optimist sono stati pienamente rispettati: Marco Gradoni e Erik Scheidt, scesi in acqua per l’ultima giornata di regate come leader delle classifiche Juniores e Cadetti rispettivamente, sono i vincitori della 37° edizione della manifestazione da record organizzata dalla Fraglia Vela Riva.

L’ultima giornata di regate ha visto i giovanissimi Cadetti (classe 2009 e 2010) completare altre due regate, portando ad otto il totale della serie gardesana: Erik Scheidt, con parziali di 1-2, ha lasciato alle sue spalle, con un margine di 4 punti, l’atleta tedesca Amelie Ropke (16-4), con la quale il testa a testa era iniziato già nelle primissime regate della serie. Medaglia di bronzo per la gardesana Sofia Bommartini (2-1), protagonista di  un’eccellente giornata e vincitrice dell’ultima regata della serie a Riva del Garda.

Nella categoria Juniores, Marco Gradoni e Richard Schultheis iniziano la giornata a pari punti in vetta alla classifica. La prima prova è un duello tra i due, quasi un match race, con Gradoni che stacca Schultheis di un paio di lunghezze negli ultimi metri e si aggiudica la vittoria, lasciando l’atleta Maltese al terzo posto. Nella seconda ed ultima regata della serie, Gradoni porta a casa un altro “bullet” e Schultheis scivola in quattordicesima posizione. Ne beneficia l’atleta fragliotto Alex Demurtas che riesce a risalire al secondo posto della classifica generale, scavalcando l’atleta Maltese.

Il podio della 37° edizione del Meeting del Garda Optimist vede quindi Marco Gradoni al primo posto con 10 punti, seguito da Alex Demurtas con 22 e Robert Schultheis con 25. Completano la top five lo svedese Lukas Lindstrom e il Tedesco Caspar Ilgenstein. Prima femminile è Yanne Broers, ventunesima in classifica generale.

Giancarlo Mirandola, Presidente della Fraglia Vela Riva: “Con grande orgoglio e soddisfazione, abbiamo portato a casa anche questa 37° edizione del Meeting del Garda Optimist. La grande affluenza di bambini e ragazzi da tutto il mondo è per noi un grande stimolo e motivo di continuo miglioramento. Quest’anno, siamo stati particolarmente fortunati anche con le condizioni meteorologiche, che ci hanno regalato una settimana quasi estiva, soleggiata e con Ora che non si è mai fatta attendere, stabile e tesa, mai sotto i 7 nodi.

E’ già tempo di guardare al futuro, speriamo che la 38° edizione sia, se possibile, ancor più un successo, anche in vista del Mondiale Optimist che ospiteremo a luglio 2020. Grazie a tutti i partecipanti e ai loro accompagnatori, allo staff della Fraglia Vela Riva, a tutti i collaboratori e ai volontari,  e non da ultimo ai nostri partner: senza di loro, questa grande organizzazione non sarebbe possibile”.

Ulteriori informazioni sull’evento, il bando di regata e l’elenco iscritti sono reperibili a questo link.

I risultati del 37° Meeting del Garda Optimist sono disponibili a questo link.

HEMPEL WORLD CUP SERIES: TERMINA LA SETTIMANA DI VELA INTERNAZIONALE DI GENOVA

BRONZO PER BENEDETTA DI SALLE E ALESSANDRA DUBBINI NEI 470 FEMMINILI

 

Ultima giornata di Hempel World Cup Series a Genova, tutte e cinque le Medal Race in programma sono state concluse oggi con una tramontana leggera, tra i 5 e gli 8 nodi. La squadra italiana chiude con la conquista della seconda medaglia della settimana, il bronzo della genovese Benedetta Di Salle con Alessandra Dubbini (Marina Militare/SV Guardia di Finanza) nel 470 femminile.

La loro era la prima Medal Race della giornata, partita con cielo coperto davanti alla foce del Bisagno, sulla linea di partenza anche le compagne di squadra Elena Berta e Bianca Caruso (CS Aeronautica Militare/Marina Militare); le italiane partivano da seconde e terze in classifica. Il quinto posto nella prova finale a punteggio doppio di Di Salle/Dubbini è stato sufficiente per salire sul podio genovese di World Cup Series, insieme alle vincitrici Fernanda Oliveira e Ana Luiz Barbachan (BRA) e le cinesi Mengxi Wei con Hayan Gao, medaglie d’argento.

“Abbiamo replicato il successo della World Cup di Enoshima, anche lì abbiamo vinto la medaglia di bronzo – raccontano le ragazze al rientro – abbiamo perso una posizione rispetto a ieri sera, ma l’obiettivo era salire sul podio e ci siamo riuscite, va bene un terzo! Una medal race con pochissimo vento, due lati con pompaggio in cui ci siamo impegnate anche fisicamente, e poi è stata per lo più una prova tattica. Siamo contente e felici di aver vinto a Genova che è la città dove siamo cresciute velisticamente”.

Anche nei Finn c’era una bandiera tricolore, quella del diciottenne Federico Colaninno (YC Gaeta) che ha chiuso quinto la manifestazione internazionale genovese. A vincere nei Finn il brasiliano Jorge Zarif, secondo e terzo gli spagnoli Alex Muscat e Joan Cardona Mendez.

“Siamo contenti, ci aspettavamo segnali prestativi e li abbiamo avuti – dichiara il Direttore Tecnico FIV Michele Marchesini – anche qualcosa in più delle aspettative, soprattutto nel 49er FX. Bene per le due medaglie, ma anche Berta e Caruso, nonostante non siano finite sul podio, sono state molto brave. La settimana è stata complicata dal punto di vista meteo, con i primi tre giorni in cui ci siamo trovati in regime di alta pressione e abbiamo regatato con brezze leggere e con direzioni insolite. E’ stato tutto molto tecnico, l’abbiamo pagato all’inizio, in alcune classi eravamo in notevole difficoltà, ma poi siamo usciti dall’empasse e questo non può che essere valutato in maniera positiva. Quest’anno la stagione sarà lunga e con un calendario difficile  soprattutto per alcune classi, e infatti quelle verranno trattate come fossero due stagioni.”

La Hempel World Cup Series di Genova volge quindi al termine, dopo una settimana di grande impegno sia a terra che in mare da parte degli organizzatori, World Sailing in collaborazione con Federazione Italiana Vela, Yacht Club Italiano, Regione Liguria e Comune di Genova, che per la prima volta sono riusciti a portare una tappa di World Cup Series in Italia. Quasi 800 velisti, 350 equipaggi provenienti da ogni parte del mondo, si sono dati appuntamento qui sul percorso che porterà alcuni di loro alle Olimpiadi di Tokyo 2020, ed il prossimo anno, torneranno a Genova per un’altra settimana di grande vela.

“Abbiamo chiuso con una bellissima Medal Race da parte delle ragazze del 470 – dichiara Francesco Ettorre, Presidente FIV – eravamo gli unici con due barche sulla linea di partenza. Tra ieri e oggi il numero di equipaggi impegnati nelle prove riservate ai migliori dieci è davvero soddisfacente, anche la sorpresa di Federico Colaninno quinto nei Finn. Alla conclusione di questa prima tappa di World Cup Series a Genova, un evento davvero impegnativo, posso dire che siamo felici di vedere gli atleti soddisfatti, il vento è stato leggero, ma si sono sempre disputate regate regolari e già da adesso cominciamo a pensare al prossimo anno, alla seconda edizione di HWCS Genova. Ma ora l’impegno degli atleti e dei tecnici deve essere rivolto ai prossimi Campionati Europei delle classi olimpiche, per poi andare tutti in Giappone, sul campo olimpico, per il test event e le World Cup Series.”

Sul sito SAP Sailing Analythics le classifiche complete e definitive di Hempel World Cup Series Genova http://sapsailing.com/

Foto: Martina Orsini

37° Meeting del Garda Optimist: Gradoni e Schedit entrano da leader nelle rispettive Gold Fleet

Riva del Garda – Si scende in acqua alle 12.00 di questa domenica di Pasqua per il gran finale della 37° edizione del Meeting del Garda Optimist, evento organizzato dalla Fraglia Vela Riva e che quest’anno ha saputo richiamare nelle acque dell’alto Benaco ben 1164 atleti da 40 paesi del mondo.

Le sei prove disputate finora, sia per la categoria Juniores che per i Cadetti, hanno permesso di dividere le flotte in due raggruppamenti, Gold e Silver. Saranno proprio i piccoli velisti della flotta Gold a sfidarsi per provare a mettere il sigillo su una delle manifestazioni  internazionali più importanti della Classe Optimist.

Il pluricampione iridato Optimist Marco Gradoni guida la classifica Juniores a pari punti con il Maltese Richard Schultheis, mentre l’atleta della Fraglia Vela Riva Alex Demurtas è terzo con 10 punti e un’ottima scoreline (scarta un quarto come peggior risultato).

Nella flotta dei giovanissimi Cadetti, il ritmo è dettato dal Brasiliano Erik Scheidt (4-1-1-1-7-1), seguito da Amelie Ropke, prima atleta femminile, e dall’Italiana Sofia Bommartini.

Ulteriori informazioni sull’evento, il bando di regata, l’elenco iscritti e le classifiche sono reperibili a questo link.

I risultati del 37° Meeting del Garda Optimist sono disponibili a questo link.

HEMPEL WORLD CUP SERIES: MEDAGLIA D’ARGENTO ITALIANA NEI 49ER FX PER CARLOTTA OMARI E MATILDA DISTEFANO

DOMANI CINQUE MEDAL RACE CON QUATTRO AZZURRI IN GARA

 

Le azzurre Carlotta Omari e Matilda Distefano (Sirena CN Triestino/Soc.Triestina Vela) conquistano la loro prima medaglia nelle World Cup Series: un argento nella classe 49er FX. Si erano presentate sulla linea di partenza della prima Medal Race delle tre in programma per oggi all’Hempel World Cup Series di Genova, da prime in classifica dopo una bella settimana di regate molto consistenti.

“E’ stata una Medal Race dura, difficile e con davvero poco vento – raccontano subito dopo aver tagliato il traguardo Omari e Distefano – fortunatamente delle nostre dirette avversarie siamo riuscite a tenerne dietro una, mentre le altre sono state brave e hanno vinto. Siamo felicissime del secondo posto è la nostra prima medaglia in World Cup Series.”

Davanti alle ragazze italiane ci sono le olandesi Odile van Aanholt e Marieke Jongens e dietro, in terza posizione, Stephanie Roble e Margaret Shea, allenate dall’olimpionica azzurra Giulia Conti.

Meno bene l’altra Medal Race in cui erano impegnati ben due equipaggi italiani, Lorenzo Bressani con Cecilia Zorzi (CC Aniene/Marina Militare) e Ruggero Tita con Caterina Banti (SV Guardia di Finanza/CC Aniene). Il vento molto leggero e piuttosto ballerino ha costretto il Comitato ad annullare il primo tentativo di partenza, e appena dopo la seconda partenza il giudice in acqua ha dato una penalità a Tita/Banti per ‘ooching’, quando il prodiere cerca di far accelerare la barca con il peso del proprio corpo, costringendoli ad un giro su stessi.

Ma non è stato questo il solo ‘360°’ della squadra italiana, al cancello di poppa, Bressani/Zorzi sono stati chiamati a svolgere una penalità per non aver lasciato spazio ad un equipaggio che stava terminando un giro di penalità a sua volta. Il campione olimpico Santiago Lange (ARG) ha poi svolto un eccellente ultimo lato di poppa letteralmente volando sulla linea dell’arrivo e verso il terzo gradino del podio, fino a quel momento occupato da Bressani/Zorzi, che invece chiudono in quarta posizione. Ruggero Tita e Caterina Banti chiudono la settimana genovese ottavi, dopo una difficile Medal Race. Salgono sul podio con Lange e Cecilia Carranza Saroli, terzi, i britannici Ben Saxton e Nicola Boniface, secondi, e i vincitori, gli spagnoli Iker Martinez e Olga Maslivets.

Mentre sul campo a ovest si assegnavano le medaglie, su quelli più a est continuavano le regate di qualifica per le Medal Race di domani e la squadra italiana potrà contare domani su ben quattro equipaggi nei top 10: Benedetta Di Salle e Alessandra Dubbini (Marina Militare/SV Guardia di Finanza) e Elena Berta e Bianca Caruso (CS Aeronautica Militare/Marina Militare) sono rispettivamente seconde e terze nei 470 femminili; Marco Gallo (SV Guardia di Finanza) è quinto dopo il terzo nella prova odierna nei Laser Standard, a breve distanza dal podio; e Federico Colaninno (YC Gaeta) vince l’ultima prova della serie che sommata al quarto di oggi lo porta in quinta posizione.

Chiudono 13esimi nei 470 maschili e non entrano in Medal Race per un solo punto, i genovesi Matteo Capurro e Matteo Puppo (YC Italiano); anche Carolina Albano (Real YCC Savoia) e Joyce Floridia (SV Guardia di Finanza) non riescono ad entrare nelle dieci migliori atlete del Laser Radial, sono rispettivamente 15esima e 26esima.

La prima partenza di domani sarà, come oggi, alle 10, con i 470 femminili, seguirà il doppio olimpico maschile, quindi i Finn e poi Laser e Laser Radial.

Oggi è andata in onda su RaiSport+HD la prima delle due dirette dedicate all’Hempel World Cup Series di Genova, in studio con Giulio Guazzini il presidente della Federazione Italiana Vela Francesco Ettorre e si sono alternati il laserista delle Fiamme Gialle Francesco Marrai, il campione brasiliano Torben Grael, il presidente dello Yacht Club Italiano Nicolò Reggio, le medaglie d’argento Carlotta Omari e Matilda Distefano e Lorenzo Bressani con la prodiera Cecilia Zorzi. Domani la seconda diretta andrà in onda dalle 17,30 alle 18,30 sempre su RaiSport+HD.

Ogni giorno SAP Sailing Analythics offre il tracking, il meteo e le informazioni tecniche live sul loro sito http://sapsailing.com/

Foto: Martina Orsini

37° Meeting del Garda Optimist: Oggi in acqua per determinare Gold e Silver fleet

Riva del Garda- Quella di venerdì è stata una lunga e intensa giornata di regate sul Lago di Garda per gli oltre mille piccoli velisti da tutto il mondo che stanno prendendo parte alla 37° edizione del Meeting del Garda Optimist.

Le regate competitive e gli arrivi congestionati hanno reso necessari numerosi controlli alle classifiche, rendendone possibile la pubblicazione solo nella tarda serata di venerdì.

Il ranking dei giovanissimi Cadetti, nati nel 2009 e 2010, è guidato anche nella seconda giornata dal Brasiliano Erik Scheidt (1-1-3-1), seguito da Sofia Bommartini della Fraglia Vela Malcesine (5-1-1-3) e dalla Tedesca Amelie Ropke (1-3-2-2).

Il Maltese Richard Schultheis, con parziali di 1-2-1-1, è in testa alla classifica Juniores, a pari punti con il pluricampione iridato Marco Gradoni (4-1-1-1). Terzo posto provvisorio per il Tedesco Caspar Ilgenstein (5-2-1-1), mentre l’atleta fragliotto, Campione Europeo 2018, Alex Demurtas, occupa la quarta posizione (1-2-3-2) con 5 punti.

Oggi, gli atleti scenderanno in acqua alle ore 13.00 per disputare fino a tre prove che determineranno chi dei giovani velisti si qualificherà nella flotta Gold e chi nella flotta Silver, per la manche finale prevista per domani.

Ulteriori informazioni sull’evento, il bando di regata, l’elenco iscritti e le classifiche sono reperibili a questo link.

I risultati del 37° Meeting del Garda Optimist sono disponibili a questo link.

HEMPEL WORLD CUP GENOVA:DOMANI LE PRIME MEDAL RACE

TRE EQUIPAGGI ITALIANI
TRA I MIGLIORI DIECI IN REGATA:

CARLOTTA OMARI E MATILDA DISTEFANO – 49ER FX
LORENZO BRESSANI / CECILIA ZORZI – NACRA 17
RUGGERO TITA / CATERINA BANTI – NACRA 17

Un bel sole primaverile con una brezza tesa di ponente tra i 6 e gli 8 nodi ha regalato oggi un assaggio di ciò che Genova può offrire agli appassionati di vela e concesso agli oltre 700 velisti giunti qui da ogni parte del mondo di concludere belle regate utili a scrivere le classifiche che, nelle tre classi ‘veloci’, stabiliscono quali saranno gli equipaggi ad entrare nella Medal Race: la regata finale a punteggio doppio riservata ai migliori 10 di ogni classe.

L’Italia sarà domani ben rappresentata, con tre equipaggi nei top 10. Nei Nacra 17 non è raro trovare i Campioni del Mondo in carica Ruggero Tita e Caterina Banti (SV Guardia di Finanza/CC Aniene), quinti in generale grazie ai tre terzi ed un secondo posto odierno, e Lorenzo Bressani con Cecilia Zorzi (CC Aniene/Marina Militare), quarti con ben due primi posti nella serie – le arie leggere sono una specialità del timoniere triestino. Per la prima volta, invece, accedono alla Medal Race di una tappa di World Cup Series nella classe 49er FX Carlotta Omari e Matilda Distefano (Sirena CN Triestino/Soc.Triestina Vela), rispettivamente di 23 e 21 anni, e lo fanno da prime in classifica.

“Siamo piuttosto emozionate di essere qui per la prima volta – dichiarano a terra Omari/Distefano – non ce lo aspettavamo nemmeno noi, però domani scendiamo in acqua per difendere il primo posto, anche se sappiamo che sarà difficile. Queste sono condizioni simili a quelle del golfo di Trieste a cui siamo abituate, anzi, oggi con 8 nodi eravamo oltre la media di 5 nodi instabili con cui ci alleniamo di solito, noi eravamo veloci e meglio di così non poteva andare. Già a Palma la regata era andata bene, e adesso abbiamo la conferma che con aria leggera possiamo fare bene.”

Dietro le triestine ci sono le danesi Ida Marie Baad Nielsen e Marie Thusgaard Olsen, e terze le olandesi Odile van Aanholt e Marieke Jongens. Alexandra Stalder e Silvia Speri (CN Bardolino/FV Peschiera) hanno partecipato proprio qui alla loro prima regata internazionale nella flotta degli FX, e chiudono dignitosamente nella flotta Gold in 22esima posizione lasciandosi alle spalle atlete con ben più esperienza di loro.
Negli skiff maschili, Uberto Crivelli Visconti e Gianmarco Togni (Marina Militare) terminano la settimana da 25esimi in classifica, mentre ai primi tre posti sono occupati dagli australiani David e Lachy Gilmour, seguiti dai neozelandesi Peter Burling e Blair Tuke e dai britannici James Peters e Flynn Sterrit.

Nella flotta Nacra 17 continua il buon momento per l’equipaggio romano composto da Gianluigi Ugolini e Maria Giubilei (Compagnia della Vela Roma) che sono 14esimi overall, davanti ai compagni di squadra, Vittorio Bissaro e Maelle Frascari (GS Fiamme Azzurre/CC Aniene), che chiudono in 17esima posizione. In testa alla classifica ad oggi ci sono i britannici Ben Saxton e Nicola Boniface, secondi Iker Marinez con Olga Maslivets (ESP) e terzi gli austriaci Thomas Zajac e Barbara Matz.

Domani continuano le regate finali per 470 maschili e femminili, Laser, Laser Radial e Finn, con diversi atleti italiani che scendono in acqua in zona Medal Race.
Nei 470 F troviamo l’equipaggio timonato dalla genovese Benedetta Di Salle con Alessandra Dubbini (Marina Militare/SV Guardia di Finanza) in terza posizione con un secondo, un nono ed un terzo posto; ed Elena Berta con Bianca Caruso (CS Aeronautica Militare/Marina Militare) ottave con i parziali 9, 19, 7.

Sono in ottava posizione anche i ragazzi genovesi dello Yacht Club Italiano, Matteo Capurro e Matteo Puppo, con i parziali odierni 13, 8, 9; mentre si trovano più distanti, in 35esima posizione Giacomo Ferrari e Giulio Calabrò (Marina Militare) con 31, 21, 13.

Giornata di successo per i Laser Standard italiani, che – dopo la vittoria di ieri di Giovanni Coccoluto (SV Guardia di Finanza) – continuano a conquistare prove: una va a Matteo Guardigli (Circolo Velico Ravennate) e un’altra a Gianmarco Planchestainer (SV Guardia di Finanza). Al 12esimo posto in generale, a soli 3 punti dal decimo, si trova Marco Gallo (SV Guardia di Finanza) con una buona serie di risultati che comprendono anche un primo ed un secondo posto, oggi registra invece un settimo e scarta un 57esimo; Coccoluto è poco distante, 18esimo.

Tra le ragazze del Laser Radial, con la classifica dominata dalla cinese Dongshuang Zhang, Joyce Floridia (SV Guardia di Finanza) è 15esima con 8, 8 e 9 come risultati di oggi, a nove punti dal decimo qualificato; Carolina Albano (Reale YCC Savoia) è 21esima con i parziali di 14, 15 e 13.

Altre tre prove anche oggi per i Finn, con Federico Colaninno (YC Gaeta) in settima posizione con i parziali 13, 4, 10, mentre Matteo Iovenitti (CC Aniene) è 14esimo con 15, 6, 12. In testa alla classifica troviamo ancora il giovane finlandese Oskari Muhonen, seguito dallo spagnolo Alex Muscat e dal brasiliano Jorge Zarif.

Domani la prima Medal Race è  quella dei 49er FX programmata per le 10,10, seguirà quella dei 49er alle 10,52 ed infine i Nacra 17 alle 11,35. Tutte e tre le prove finali a punteggio doppio saranno trasmesse live sulla pagina Facebook o sul canale YouTube di World Sailing. Al termine di ogni regata i primi tre classificati verranno premiati appena usciti dall’acqua nelle “Wet Cerimonies”, una caratteristica delle World Cup Series.
Le altre classi regateranno secondo programma con partenza alle 10.

Da non perdere le due dirette di RaiSport+HD condotte da Giulio Guazzini che racconterà i momenti migliori delle due giornate finali, domani, sabato 20 aprile dalle 16,45 alle 17,55 e domenica dalle 17,30 alle 18,30. In studio da Genova con Guazzini, il presidente della Federazione Italiana Vela Francesco Ettorre, il presidente dello Yacht Club Italiano Nicolò Reggio e l’atleta delle Fiamme Gialle Francesco Marrai.

Ogni giorno SAP Sailing Analythics offre il tracking, il meteo e le informazioni tecniche live sul loro sito http://sapsailing.com/

Foto: Martina Orsini

SPORT E SANO DIVERTIMENTO AGLI EVENTI BENETEAU FIRST IN TUTTA EUROPA

BENVENUTA STAGIONE DELLA VELA!

Parallelamente all’organizzazione in Francia della First Cup e del suo apice rappresentato dalla Beneteau Cup, Beneteau riunirà in diversi paesi europei gli armatori che desiderano superare i loro limiti e spingere la loro barca a vela First ad esprimere tutto il suo potenziale in gara. Coniugando la competizione e la gioia di far parte di una comunità calorosa, gli eventi First si svolgeranno durante tutta la stagione in luoghi dove la vela è una vera passione e per diffondere i valori della barca a vela First come performance, divertimento e spirito di gruppo.

LA FIRST CUP RINNOVA LO SPIRITO SPORTIVO DI BENETEAU

Rinnovando lo spirito sportivo delle sue origini, Beneteau da inizio proprio in questi giorni alla First Cup, il primo campionato pensato per riunire i velisti a bordo del First 24. Come parte di questa nuova competizione, c’è anche il tanto atteso ritorno della Beneteau Cup, riservata a tutti gli armatori di Beneteau. Dedicata esclusivamente alla barca a vela Beneteau First 24, la nuovissima First Cup è stata pensata per promuovere sport e momenti conviviali tra armatori ed equipaggi della flotta Beneteau.

L’obiettivo è quello di creare una comunità di appassionati intorno a questa barca, l’ultima novità della gamma First. Una tribù sportiva e di amici allo stesso tempo, che ama sfidare se stessa, con un spirito positivo! Si tratta di una competizione che comprende tre avvincenti appuntamenti: lo Spi Ouest France dal 18 al 22 aprile a Trinité sur Mer dal 18 al 22 aprile, il Grand Prix Ecole Navale dal 26 maggio al primo giugno a Brest e la Beneteau Cup alle Sables d’Olonne dal 28 al 30 giugno.

Elegante in regata così come in crociera, il Beneteau First 24, scafo di enorme successo, è il perfetto compromesso tra le barche a vela performanti, carrellabili ed abitabili; eccezionale per regate da quattro persone, può accogliere fino a sei persone in crociera e fino a otto per uscite giornaliere.

E’ INIZATA LA FIRST CUP, UNA COMPETIZIONE IN 3 ATTI

SPI Ouest France dal 18 al 22 Aprile 2019 dal 18 a La Trinité sur Mer

Prima tappa di questo nuovo campionato in grado di sedurre velisti esperti e novizi, la SPI Ouest France sta riunendo più di 400 barche a vela durante questo atteso fine settimana di Pasqua, nella magica cornice del Golfo del Morbihan. La flotta dei First 24 è partita nella categoria monodesign; i First 27 possono gareggiare in HN Osiris, al di fuori della First Cup.

Seguirà poi il Grand Prix Ecole Navale dal 26 maggio al 1 giugno 2019 a Morgat

I First 24 si schiereranno alla partenza del Gran Priz Ecole Navale, secondo atto della First Cup, in coppia con il Campionato Francese One Design Racer/Cruiser Championship. Organizzato dalla Scuola Navale di Brest, l’evento riunisce quasi 1000 membri su più di 200 imbarcazioni e permette ai concorrenti di tutte le età e livelli di competere in condizioni di parità in ciascuna delle 16 classi rappresentate. A terra, un sistema di ospitalità unico nel suo genere conferirà a questo Gran Premio una dimensione eccezionalmente generosa, molto apprezzata da tutti i concorrenti. A Morgat è prevista anche una flotta dei First 27, come è successo ogni anno nelle ultime sei stagioni.

Beneteau Cup dal 28 al 30 Giugno 2019 a Sabels d’Olonne

Per chiudere in grande stile la competizione, l’ultima prova della First Cup si terrà nel porto iconico di Les Sables d’Olonne, durante la Beneteau Cup.
Oltre alla comunità degli armatori First 24, tutti gli armatori di barche a vela delle varie gamme Beneteau – First, Oceanis e Sense – sono attesi durante l’ultimo fine settimana di giugno per un’esperienza indimenticabile al largo della costa della Vandea, preparata con passione dai team e dai concessionari Beneteau.

Con il sostegno di molti partner tra cui Suzuki, Raymarine, For Water e AltéAd Augizeau, la First Cup promette di essere un grande evento nel mondo della vela sportiva.
Il fortunato vincitore sarà premiato alla cerimonia di premiazione che si terrà il prossimo dicembre al Nautic Boat Show di Parigi.

Attraverso la First Cup, la finale della Beneteau Cup in Francia e gli eventi First in Europa, Beneteau restituisce tutta la sua vitalità alla leggendaria gamma First, guidata dai suoi valori di condivisione e sportività, in totale sintonia con il nuovo acronimo della gamma: divertimento, facilità d utilizzo, robustezza, semplicità, tecnologia.

Calendario degli appuntamenti in Europa

CROAZIA_ LA SFIDA | First 18 – 24 – 24 – 27
da 9 al 12 Maggio Jezera-Murter

Storicamente organizzato dal team Seascape, questa esclusiva regata di lunga distanza è rivolta a tutti i possessori di First pronti a flirtare con e superare i limiti della loro zona di comfort. Nell’incantevole paesaggio dell’arcipelago delle Incoronate in Croazia, i concorrenti possono scegliere tra diversi percorsi: ognuno ha la propria sfida sui turchesi mari dell’Adriatico!

SVIZZERA_ RUND UM | FIRST 24 – 27
dal 21 al 23 Giugno a Lindau

Lunga 60 miglia nautiche, Rund Um è una delle regate più antiche d’Europa: ogni anno riunisce circa 400 squadre sul magico Lago di Costanza, tra Germania, Svizzera e Svizzera Austriaca e circondato da cime alpine.

DANIMARCA _ VEGVISIR First 18 – 24 – 27
dal 15 al 17 Agosto a NYKØBING

Questa regata prende il nome da un antichissimo simbolo nordico, su cui i velisti vichinghi si affidavano per ritrovare la via del ritorno in caso di maltempo o tempeste. Un programma completo per questa impegnativa competizione, in doppio o in solitaria, sulle acque danesi.

DANIMARCA _ SILVERRUDDER | First 18 – 24 – 27
dal 20 al 22 Settembre a Svendborg

Quest’anno, più di 400 partecipanti saranno presenti alla partenza della più grande regata al mondo, per un corso di 134 miglia nautiche intorno la Fyn Island, nel sud della Danimarca.

ITALIA_THE CUP | First 18 – 24
dal 9 al 12 Ottobre, Torbole

Un altro evento organizzato dai team di Seascape, interamente riservato ai proprietari dei First che vogliono placare la loro sete di prestazioni e sensazioni. Tutto tranne che una regata tradizionale: così potremmo definire questa gara dedicata soprattutto al piacere del veleggiare e del divertimento, sul famoso spot della vela per eccellenza: il Lago di Garda.

CROAZIA _ ABUKA | First 27
dall’8 al 10 Novembre a Vodice

Dal porto croato di Vodice, il percorso della regata d’altura conduce a sud verso la piccola isola vulcanica di Jabuka, famosa per i suoi effetti magnetici e la sua capacità di “confondere le bussole”. Senza dubbio questo non smorzerà l’entusiasmo dei velisti First!

QUARTA GIORNATA ALL’HEMPEL WORLD CUP SERIES DI GENOVA

HEMPEL – Contro ogni carta meteo, oggi a Genova, per la quarta giornata di Hempel World Cup Series, una leggera brezza ha fatto la sua comparsa sui campi di regata consentendo di regatare a tutte le classi tranne che ai Laser Radial che restano a quota una regata.

Con 5-7 nodi da ponente il Comitato di Regata ha fatto lentamente uscire tutti in acqua e i Laser Standard sono stati i primi a partire intorno alle 11,30 con la flotta blu che ha potuto concludere tre prove, mentre la gialla solo due. Ai fini della classifica provvisoria quindi si deve tener conto di due prove solamente, e in testa troviamo il croato Tonci Stipanovic, seguito dall’olandese Duko Bos e dall’irlandese Finn Lynch. Giornata di alti e bassi per l’azzurro Marco Gallo (SV Guardia di Finanza) nella flotta gialla che con un primo ed un 27esimo posto, che scarta subito, è in 15esima posizione provvisoria; in 20esima posizione c’è Giovanni Coccoluto (SV Guardia di Finanza), ma il suo posto in classifica potrebbe migliorare quando calcoleranno anche la quarta prova da lui vinta nella flotta blu, registra invece un settimo nella terza e scarta un DNF nella seconda prova generale e prima di oggi.

Poco dopo i Laser sono partiti i 49er che con oggi arrivano a quota cinque prove disputate per entrambe le flotte. Anche nella classe degli skiff maschili troviamo in testa un equipaggio croato, Šime Fantela con il fratello Mihovil, seguiti dagli spagnoli Diego Botìn con Iago Lopez Marra ed in terza posizione dagli australiani David e Lachy Gilmour. Uberto Crivelli Visconti con Gianmarco Togni (Marina Militare) possono oggi scartare l’UFD di ieri e grazie ad un quarto ed un 16esimo posto sono 16esimi nella classifica provvisoria.

Quota cinque prove concluse anche per gli FX, con il team olandese composto da Odile van Aanholt e Marieke Jongens che vola in prima posizione grazie a tre primi di giornata, dietro di loro due equipaggi svedesi: seconde Klara Wester con Rebecca Netzler e terze Julia Gross con Hanna Klinga. Carlotta Omari con Matilda Distefano (Sirena CN Triestino/Soc.Triestina Vela) sono provvisoriamente in 14esima posizione e oggi registrano un settimo ed un 13esimo; buona giornata per Alexandra Stalder e Silvia Speri (CN Bardolino/FV Peschiera) 21esime in generale, che, nella flotta gialla dove si sono disputate tre prove, registrano un secondo ed un decimo posto e scartano un 18esimo.

Nei Nacra 17, dopo tre prove totali, sono in testa i britannici Ben Saxton con Nicola Boniface con due ottimi primi posti ed un secondo, dietro di loro i neozelandesi Gemma Jones e Jason Saunders seguiti dagli spagnoli Iker Martinez con Olga Maslivets che oggi vincono l’ultima prova. Lorenzo Bressani e Cecilia Zorzi (CC Aniene/Marina Militare) con un nono, subito scartato, ed un ottavo unito al primo posto della prima prova, sono noni in generale; Vittorio Bissaro e Maelle Frascari (GS Fiamme Azzurre/CC Aniene) sono 19esimi (11, 9) e Ruggero Tita e Caterina Banti (SV Guardia di Finanza/CC Aniene) sono ventesimi con il nono di oggi.

“Siamo orgogliosi di avere questa importante regata internazionale qui in Italia – ci racconta a terra il triestino Lorenzo Bressani – noi abbiamo uno splendido primo giorno, interpretiamo bene l’aria leggera. Mi sono anche ricordato che nel 1997 ho vinto proprio qui una regata che si chiamava Eurolymp al timone del 470, sono contento che a distanza di 22 anni sono ancora qui tra i migliori velisti del mondo.” Prima prova della serie portata a termine per i 470 maschili e femminili, nei ragazzi hanno vinto gli austriaci Nikolaus Kampelmühler e Thomas Czajka, seguiti dai giapponesi Naoki Ichino con Takashi Hasegawa e dai greci Panagiotis Mantis e Pavlos Kagialis, con Matteo Capurro e Matteo Puppo 29esimi. Nelle ragazze vincono oggi le israeliane Gil Cohen con Noa Lasry, seconde le brasiliane Fernanda Oliveira con Ana Luiza Barbachan e terze Amy Seabright e Anna Carpenter. Elena Berta e Bianca Caruso (CS Aeronautica Militare/Marina Militare) sono tredicesime e Benedetta Di Salle e Alessandra Dubbini (Marina Militare/SV Guardia di Finanza) sono 24esime.

Tre prove in una giornata per la ristretta flotta di 20 Finn, con il giovane finlandese Campione del Mondo juniores Oskari Muhonen, seguito dal brasiliano Jorge Zarif e dallo spagnolo Alex Muscat; con i parziali di giornata 9, 9, 6 è in ottava posizione Federico Colaninno (YC Gaeta), mentre è 15esimo Matteo Iovenitti (CC Aniene) con 12, 19, 14. Il Comitato di Regata ha deciso di anticipare la partenza di domani, il primo avviso suonerà alle 10 per cercare di sfruttare il vento che dovrebbe essere più intenso nella mattina. Sabato avranno luogo ufficialmente le Medal Race delle classi veloci (Nacra 17, 49er e 49er FX) perché hanno raggiunto le tre prove necessarie, le altre classi continueranno le prove di qualificazione e svolgeranno le prove finali a punteggio doppio domenica.

Le Medal Race ed il racconto della settimana di World Cup Series a Genova saranno oggetto della diretta che andrà in onda su RaiSport sabato 20 aprile dalle 16,45 alle 17,55 e domenica 21 dalle 17,30 alle 18,30, entrambe condotte dal giornalista Giulio Guazzini.
Ogni giorno SAP Sailing Analythics offre il tracking, il meteo e le informazioni tecniche live sul loro sito http://sapsailing.com/

Il 27 e 28 aprile la Settimana Velica Internazionale Accademia Navale e Città di Livorno torna sul litorale di Castiglioncello e Rosignano

In programma la regata delle Vele Latine e quella delle Vele d’Epoca. Previsto anche un raduno di auto storiche e sportive

 

Rosignano Solvay– Anche quest’anno, la Settimana Velica Internazionale Accademia Navale e Città di Livorno (SVIANCL), nel weekend del 27 e 28 Aprile tornerà ad animare il litorale di Castiglioncello e Rosignano. Grazie, infatti, alla sinergia e alla collaborazione messa in campo dai Circoli, Club e strutture nautiche della zona, questo tratto di costa sarà la location di due importanti eventi velici: la regata delle Vele Latine (Trofeo Baia del Porticciolo 70° CNC) e la regata delle Vele d’Epoca, organizzate rispettivamente dal Circolo Nautico Castiglioncello e dalla Lega Navale Italiana, Sezione di Livorno, con la collaborazione dello Yacht Club Cala de’ Medici. Per entrambe le manifestazioni il Porto turistico di Rosignano Marina Cala de’ Medici metterà a disposizione ausili ed ormeggi e sponsorizzerà il crew party per gli equipaggi che si terrà la sera di Sabato 27 Aprile, sempre presso il Porto.

La Settimana Velica Internazionale, giunta alla sua III edizione, è l’erede della “Regata del centenario”, svoltasi nel 1981, quando l’Accademia ha compiuto il suo primo secolo di vita. La prima edizione, nata dalla collaborazione tra l’Accademia Navale e tre circoli della città di Livorno (Circolo Nautico Livorno, Circolo Velico Antignano e Yacht Club Livorno) è stata limitata a sole tre classi e ha visto la partecipazione di sole 20 imbarcazioni. Anno dopo anno l’evento è cresciuto, arrivando a coinvolgere otto circoli velici livornesi e circoli e strutture nautiche della costa a sud di Livorno.

La SVIANCL ha l’intento di riunire “sotto un’unica vela” il territorio ed il prestigioso Istituto Nautico, la Città con i suoi abitanti, le Marinerie Internazionali, il variopinto mondo dei regatanti, con un’attenzione particolare ai giovani ed ai diversamente abili, insieme nello e con lo sport. Questa edizione si aprirà il 23 Aprile e si concluderà il 1° Maggio e coinvolgerà 1.000 regatanti e 600 imbarcazioni, suddivise in 12 diverse classi, da quelle giovanili a livello nazionale a quella d’altura per eccellenza, per oltre 600 miglia nautiche di percorrenza. Non mancherà, inoltre, la tradizionale Naval Academies Regatta (NAR), alla quale parteciperanno i cadetti di oltre 20 accademie provenienti da tutto il mondo.

Il Trofeo Baia del Porticciolo 70° CNC è nato ormai sette anni fa per celebrare l’importanza delle Vele Latine nel Mar Tirreno; in particolare il raduno ricorda la presenza di queste antiche imbarcazioni nella baia del Porticciolo di Castiglioncello, sede del Circolo Nautico Castiglioncello sin dalla sua fondazione, avvenuta nel 1949.  Quest’anno l’intreccio tra presente e passato assume un significato particolare, dovuto alla felice ricorrenza del 70° dalla fondazione del Circolo.

L’evento, non più ristretto alle sole Vele Latine, ma aperto anche alle derive in legno e agli scafi con armo tradizionale, è organizzato dal C.N. Castiglioncello con la collaborazione dello Yacht Club Cala de’ Medici, sotto l’egida della FIV e della UNIVET., ed ha ricevuto il patrocinio del Comune di Rosignano Marittimo. Sponsor dell’evento velico Tecno S.r.l. di Rosignano, Bagni Italia, Hotel Costa Verde, Tre Scogli Beach Services e Marina Cala de’ Medici.

Due giorni di prove su campi e percorsi differenti, dal classico bastone allo scenografico percorso costiero: la regata sarà valida, per le Vele Latine, come prima tappa per l’assegnazione del Trofeo Challenge Dodero, giunto alla 16ª edizione.

Per quanto riguarda la regata delle Vele d’Epoca, la competizione, valida come prima prova del Trofeo Artiglio, si svolgerà su due prove (la prima sabato 27 Aprile e la seconda Domenica 28 aprile) nelle acque antistanti il Cala de’ Medici e sarà corredata da un raduno di auto storiche e sportive.

Prenderanno parte alla regata le imbarcazioni in legno o metallo di costruzione anteriore al 1950 (Yachts d’Epoca) e al 1976 (Yachts Classici), nonché le loro repliche individuabili secondo quanto disposto dal “Regolamento per la stazza e le regate degli Yachts d’Epoca e Classici – C.I.M.”, ma anche gli Spirit of Tradition, le Vele Storiche e gli Swan Classic.

La regata è organizzata dalla Lega Navale Italiana, Sezione di Livorno, con la collaborazione dello Yacht Club Cala de’ Medici. Sponsor dell’evento velico Marina Cala de’ Medici e l’Officina Profumo Farmaceutica Santa Maria Novella di Firenze.

Il raduno di vetture storiche e supercar sarà, invece, organizzato dal Presidente del Club Volkswagen Italia Marzio Cavazzuti, Membro del Consiglio Direttivo del Circolo della Biella Autostoriche Modena, in collaborazione con il Garage del Tempo di Cecina.

In particolare, Sabato 27 Aprile, intorno alle ore 18.00, le auto giungeranno presso il Porto Cala de’ Medici e saranno visibili lungo la banchina di riva, per poi dirigersi, il giorno successivo, Domenica 28 aprile, verso Livorno, dove potranno essere ammirate nel prestigioso piazzale dell’Accademia Navale in mattinata e presso la Terrazza Mascagni nel pomeriggio.

Aspettando la seconda tappa del Circuito Nazionale J24, la Regata Nazionale Trofeo J24 L.N.I. Livorno

Prosegue la seconda tappa del Circuito Zonale della Flotta sarda J24:Vigne Surrau sempre al comando.
Concluso il Campionato Primaverile J2 della Flotta J24 del Garda: la vittoria a Dario Cattarozzi

Livorno- Archiviata la tappa d’apertura -il Trofeo Marina di Nettuno vinto con sei primi sulle otto prove nelle tre giornate di gara dal J24 del Centro Vela Altura della Marina Militare ITA 416 La Superba timonato da Ignazio Bonanno- il Circuito Nazionale J24 sta per coinvolgere gli agguerriti equipaggi nel secondo appuntamento in programma nelle acque labroniche dal 24 e 25 aprile.

La Regata Nazionale- Trofeo J24 L.N.I. Livorno sarà, infatti, organizzata dalla Lega Navale Italiana sez. di Livorno nell’ambito della Settimana Velica Internazionale Accademia Navale e Città di Livorno 2019.

Anche quest’anno, infatti, la Classe J24 sarà grande protagonista dell’evento che coinvolge complessivamente oltre 600 imbarcazioni e 1000 regatanti. “Organizzata dall’Istituto di formazione degli Ufficiali della Marina Militare, con il sostegno del Comune della città labronica e dei circoli nautici del litorale (ben dieci), la SVI (sintetizzata in un acronimo) trae origine dalla “Regata del Centenario” che si svolse nel 1981, quando l’Accademia Navale compì il suo primo secolo di vita ed è tra gli eventi di spessore internazionale nel calendario della Federazione Italiana Velica.

- ha spiegato della conferenza di presentazione il Comandante dell’Accademia, Ammiraglio Pierpaolo Ribuffo -La Settimana Velica Internazionale è una manifestazione oramai consolidata in questi tre anni e reinterpreta il rapporto storico fra la città di Livorno, l’Accademia e il mare, puntando sulla qualità al netto delle attività commerciali, con specifico riferimento al sociale e ai giovani e all’ambiente. In occasione dell’evento velico che richiamerà come ogni anno in città migliaia di visitatori e regatanti, Livorno offre un ventaglio di iniziative culturali ed opportunità turistiche per rendere più piacevole e vario il soggiorno di chi si trova a trascorrere alcune giornate primaverili nella città labronica.”

Ecco il programma di massima della Regata Nazionale- Trofeo J24 L.N.I. Livorno: martedì 23 sarà dedicato al varo delle imbarcazioni e al perfezionamento delle iscrizioni, stazze e peso equipaggi che proseguiranno anche mercoledì mattina. Mercoledì alle ore 10 ci sarà lo Skipper Meeting e subito dopo si uscirà in mare per le prime regate (primo segnale d’avviso ore 12) che proseguiranno nella giornata seguente. Nella serata (ore 20,30) presso il ristorante “Andana degli Anelli” è prevista la cena per i concorrenti.

Giovedì 25, al termine delle prove (ne sono previste sei complessivamente e non sarà dato nessun altro segnale d’avviso dopo le ore 15) si svolgerà la premiazione presso il ristorante “Andana degli Anelli” nel Porto Mediceo. Saranno premiate i primi tre J24 classificati e il primo classificato condotto da un equipaggio formato da componenti delle FF.AA.

Quest’anno il Circuito Nazionale J24 sarà articolato su nove manche da aprile a novembre e assegnerà il Trofeo J24 al miglior Timoniere-Armatore e il Trofeo Challenge Perpetuo Francesco Ciccolo al primo classificato del Circuito Nazionale senza considerare gli scarti,.

In attesa della Regata nazionale a Livorno, le Flotte stanno proseguendo i loro Circuiti e Campionati …
Alghero. Nelle acque antistanti Fertilia, infatti, si è svolta regolarmente la terza giornata valida per la seconda tappa del Trofeo Acque Minerali Santa Lucia – Circuito Zonale della Flotta sarda J24, ben organizzato dalla locale Sezione della Lega Navale Italiana, con la collaborazione del Consorzio Porto di Alghero, l’Associazione Nazionale Classe J24 e sotto l’egida della FIV.

I nove J24 hanno portato a termine altre tre prove disputate in un campo di regata che, a causa dei continui cambi del vento, ha richiesto l’adattamento del percorso di prova in prova da parte del Comitato diretto dall’ottimo U.di R. Alberto Roggero.
Circa tre ore la durata complessiva delle regate caratterizzate da un vento difficile da interpretare (tra i 240° e i 270° e una velocità di 10 – 15 nodi) e in particolare boline lunghe e impegnative per gli equipaggi in gara.

La classifica provvisoria stilata dopo le prime nove prove e due scarti, vede sempre al comando Ita 405 Vigne Surrau timonato da Aurelio Bini con 9 punti (CN Arzachena, 2,1,1,1,2,1, 1,3,4in equipaggio anche Evero Niccolini, Pietro Alvisa, Roberta Piras, Danilo Deiana, Mauro Pisanu). Grazie ai piazzamenti di questa terza giornata, Ita 443 Aria E-Cos Costruzioni, il J24 della LNI Olbia timonato da Marco Frulio (in equipaggio con Mattia Meloni, Fabrizio Masia, Gianni Mura, Gianvito Distefano) risale la classifica generale dalla terza alla seconda posizione (7,3,3,6,8,2,5,1,5) a pari punti (25) con Ita 497 Boomerang di Angelo Usai (4,8,4,5,5,3,4,2,3)

Valcanover (Pergine Valsugana). Le condimeteo, complessivamente non proprio primaverili, hanno tentato di dissuadere gli equipaggi scesi in acqua nel secondo ed ultimo week end del Campionato Primaverile J24 ben organizzato dalla Associazione Velica Trentina, ma nulla è stato possibile a fronte della loro determinazione.

La manifestazione che ha aperto ufficialmente la stagione 2019 della Flotta J24 del Garda si è conclusa con otto belle regate all’attivo. Dopo un avvincente duello in famiglia tra Dario Cattarozzi e il fratello Giuliano, la vittoria è andata a Dario e al suo Ita 182 J-JAM (8 punti; 1,1,1,3,2,1,1,1) che si è imposto su Ita 30 Kaster del fratello Giuliano (12 punti; 3,2,2,1,1,2,2,2), e su Ita 484 Tutta nostra di Ettore Savino (24 punti; 4,4,4,4,3,3,3,3).

IL NAUTILUS Anno 14 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato ai porti con un focus sulla Via della Seta e sulla via Traiana, il concetto dello IoT-Internet of Things, il contratto di ormeggio e il nuovo concetto di New-Port. Poi una riflessione sul principio di passaggio inoffensivo(riprendendo vicende come quella dell'Aquarius, Open Arms e Sea Watch 3). E ancora, approfondimenti sul potere amministrativo delle AdSP, Mare 2.0 e sulla navigazione delle navi e non delle merci.
poseidone danese

© 2019 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab