peyrani

Presentato ufficialmente lo Star Eastern Hemisphere Championship 2017

VIAREGGIO – Lo Star Eastern Hemisphere Championship 2017, il prestigioso appuntamento riservato alla International Star Class che il Club Nautico Versilia e la Società Velica Viareggina organizzeranno dal 30 maggio al 4 giugno nel tratto di mare davanti alla cornice delle alpi Apuane, è stato presentato ufficialmente questa mattina presso le sale del Club Nautico Versilia.

Presenti alla conferenza stampa, oltre ai Presidenti dei due sodalizi Roberto Brunetti (CNV) e Paolo Insom (SVV), il presidente onorario del CNV Roberto Righi, l’International Vice-President of the ISCYRA (International Star Class Yacht Racing Association) Rainer Roellenbleg, l’assessore del Comune di Viareggio Sandra Mei, il Consigliere Segretario del Comitato II Zona FIV Dario Caroti, il presidente del Consorzio di Promozione turistica della Versilia Roberta Palmerini, l’assessore al turismo di Camaiore Carlo Alberto Carrai, il Presidente della Federalberghi di Viareggio Elisabetta Bellotti e il Comandante della Capitaneria di Porto di Viareggio Davide Oddone (che ha confermato la piena collaborazione e il supporto che verrà offerto dalla Capitaneria Porto in tutte le fasi dell’evento), e un pubblico numeroso fatto non solo di regatanti.

L’EHC che non sarà solo un momento di grande Sport ma anche un volano per sensibilizzare, valorizzare e dare impulso allo sviluppo del territorio, potrà, infatti, contare sulla collaborazione della Capitaneria di Porto di Viareggio, dell’Autorità Portuale, del Comune di Viareggio, della Viareggio Porto, delle Associazioni Albergatori e Balneari di Viareggio, della LNI, del CV Torre del Lago Puccini e del Consorzio di Promozione Turistico della Versilia.

Al Campionato dell’Emisfero Orientale Star che sarà articolato su una regata di allenamento e sette prove valide per l’assegnazione del titolo, sono attesi i più famosi equipaggi di questa intramontabile deriva che, pur essendo molto tecnica e difficile, permette di regatare in massima sicurezza ad ogni età e di confrontarsi con i miti della Vela mondiale: oltre ai fuoriclasse che hanno già confermato la loro presenza, nel corso della conferenza stampa è stata annunciata anche la partecipazione dei pluricampioni Diego Negri con Sergio Lambertenghi (III nella Ranking mondiale), dell’americano Augie Diaz (attualmente IV nella Rankin mondiale), di Peter Vesselle, di Andrew Mac Donald, di Jack Jennings e dell’ucraino Vasyl Gureyev.

Ancora una volta l’affascinante Classe Star ha scelto Viareggio e i suoi Circoli velici per organizzare un Campionato di grande rilievo confermando la Versilia un punto di riferimento per ospitalità e organizzazione e questo tratto di mare –considerato anche dai grandi campioni un campo di regata difficile ma entusiasmante- il più interessante per competizioni internazionali con un’elavata partecipazione.

Molteplici anche gli eventi collaterali che sapranno catalizzare l’interesse e l’attenzione non solo dei numerosi regatanti e dei loro accompagnatori ma anche dei residenti e dei turisti che in quelle giornate affolleranno la Città di Viareggio. Grazie al Live Tracking e alla tecnologia U-Track, sarà inoltre possibile seguire in diretta o in replay tutte le regate: il pubblico avrà, infatti, la possibilità di seguire le prove rimanendo in contatto costante con i protagonisti in mare mentre i regatanti, una volta rientrati a terra, potranno guardare i momenti decisivi delle singole gare, discutere delle scelte tattiche, studiare le strategie e analizzare i risultati utili.

Nelle iniziative in acqua e a terra verranno anche coinvolti i giovani protagonisti della “Scuola Vela Valentin Mankin”, la scuola vela che, nata lo scorso anno dalla sinergia fra il Club Nautico Versilia, il CVTL Puccini e la SVV per rilanciare la vela giovanile e il turismo, ha raggiunto già in pochi mesi 700 iscritti.

Torna La Duecento: la XXIII edizione dal 5 al 7 maggio

SANTA MARGHERITA – Torna una delle regate più amate dell’Adriatico, La Duecento Trofeo Paulaner, X2 e XTutti, organizzata dal Circolo Nautico Porto Santa Margherita in collaborazione con Marina 4 e il sostegno del Comune di Caorle, terza tappa del Campionato Italiano Offshore, valida per l’assegnazione del Trofeo Masserotti.

L’edizione 2017 partirà venerdì 5 maggio alle ore 09.00 dal tratto di mare antistante la passeggiata del litorale, le imbarcazioni partecipanti, dopo aver passato il cancello posto di fronte alla chiesa della Madonna dell’Angelo, faranno rotta verso la boa foranea di Grado per dirigere poi su Sansego in Croazia.

A due settimane dal via superata quota cinquanta iscritti provenienti da tutta Italia e dall’estero, con una netta prevalenza degli iscritti nella categoria XTutti.

La classe si presenta agguerrita e tra quanti potranno ambire al Trofeo Paulaner  Line Honour o magari a stabilire il nuovo record, che resiste imbattuto dal 2010, il nuovo Swan 42 Selene Alifax di Massimo De Campo con Alberto Leghissa alla tattica, il Solaris 50 di Maurizio Merenda,Margherita, Vismara 45 di Piero Burello e Maya, GS52 di Federico Tognetti.
Molto agguerriti anche gli sloveni del First 44.7 4Quatra di Andrej Jereb e Moxie, X35 dall’importante palmares acquistato da Paolo Bonsignore, pluri-vincitore della classe Crociera, con numerosi iscritti anche in questa edizione.

Nella categoria X2, la battaglia si annuncia interessante, sia tra gli habituè come Andrebora di Mattiuzzo/De Cassan, Black Angel di Paolo Striuli, i romagnoli Setti/Salotti sul Farr 40 Shear Terror, i fratelli Verardo sul Class 40 Kika Green Challenge, sia tra le new entry, come l’inedita coppia Federico D’Amico con la minista Francesca Komatar sul Pogo 30 Angelo e gli armatori di DemonX Daniele Lombardo e Nicola Borgatello, al loro debutto in una lunga senza l’equipaggio al completo.

Come ogni anno, non mancheranno i Trimarani, presenza fissa a La Duecento, che giungeranno dall’Europa del Nord per correre lungo i nostri caldi mari in cerca della vittoria con i tempi compensati MOCRA.

“La stagione 2017 si è aperta con una bellissima edizione de La Ottanta, che ha visto la partecipazione di molti nuovi equipaggi, che in parte ritroveremo a La Duecento.” dichiara il Presidente del Circolo Nautico Porto Santa Margherita Gian Alberto Marcorin “Una regata d’altura porta emozioni sia per chi cerca la vittoria o l’affermazione al Campionato Italiano Offshore, sia per chi l’affronta per la prima volta. Tagliare il traguardo, primi o ultimi, dopo aver vissuto tante miglia in condizioni diverse, è sempre una soddisfazione, a prescindere dal risultato.”

La Duecento si correrà con i sistemi compensati ORC, IRC, Mocra e sarà possibile monitorare in tempo reale l’andamento della regata, grazie ai sistemi di rilevamento satellitari SGS installati a bordo di ciascuna imbarcazione partecipante.
Le previsioni meteo saranno affidate al team di Meteo Sport e curate da Andrea Boscolo, esperto di meteo strategia per le regate.

La Duecento 2017 è organizzata dal Circolo Nautico Porto Santa Margherita in collaborazione con Marina 4, Birra Paulaner, Dial Bevande, Cantina Sociale Colli del Soligo, Robe di Kappa.

Il bando di regata è on-line nel sito www.cnsm.org, per aggiornamenti, foto e video la pagina Facebook Circolo Nautico Porto Santa Margherita.

FOTO: Andrea Carloni

Coppa Adriatico: meno di un mese al via

CHIOGGIA – A meno di un mese dal via della prima edizione della Coppa Adriatico ferve l’attività presso la sede de Il Portodimare, circolo velico padovano organizzatore della kermesse.

La Coppa Adriatico, che fin dalla sua prima edizione si appresta a diventare uno degli appuntamenti fissi nel calendario delle regate nazionali, si svolgerà a Chioggia dal 12 al 14 maggio 2017.

Ad oggi sono già numerosi gli equipaggi che hanno fatto pervenire la propria iscrizione alla segreteria del sodalizio padovano e tra questi spicca il nome di Be Wild, lo Swan 42 di Renzo Grottesi del CV Portocivitanova, già Campione italiano Vela d’Altura 2016 e vincitore assoluto del Campionato Italiano Offshore nella passata stagione.

A partire dal 7 maggio e fino al giorno 17 compreso – compatibilmente con le disponibilità – armatori ed equipaggi saranno ospitati presso le banchine di Darsena Le Saline, il moderno ed elegante Marina situato a due passi dal centro storico, da sempre al fianco di Il Portodimare nell’organizzazione di importanti eventi nazionali ed internazionali.

Alla Coppa Adriatico è consentita l’iscrizione a tutte le imbarcazioni in possesso di un valido certificato di stazza ORC Standard o ORC Club. Le imbarcazioni del Gruppo “M-Minialtura” potranno essere ammesse ed avere una classifica separata qualora siano in numero superiore a tre.
La Federazione Italiana Vela riconoscerà ai vincitori di classe un contributo che consisterà nell’iscrizione gratuita al Campionato Italiano Assoluto d’Altura che si svolgerà a Giugno a Monfalcone.

Le iscrizioni alla Coppa Adriatico dovranno pervenire all’Associazione Il Portodimare (tel/fax 049713290 e-mail ilportodimare@libero.it) entro le 19.00 del 10 Maggio 2017, le stesse dovranno essere redatte sull’apposito modulo ed accompagnate da copia del certificato di stazza; lista equipaggio integralmente compilata e fotocopia delle tessere FIV, copia del certificato di Assicurazione RC in corso di validità; licenza per la pubblicità ove ricorra, assegno o copia di bonifico per la tassa di iscrizione.

La Coppa Adriatico è organizzata da Il Portodimare con la collaborazione di Darsena le Saline e Vela Veneta, sotto l’autorità della Federazione Italiana Vela e dell’UVAI. Parter della manifestazione sono: Conselve – Vigneti e Cantine, Banca Patavina e Nanoprom.

Rolex Capri Sailing Week: 100 barche al via

NAPOLI – A pochi giorni dalla Rolex Capri Sailing Week, l’evento registra quasi 100 imbarcazioni al via segnando un record di partecipanti. La manifestazione patrocinata da Rolex – come ormai tutte le più importanti regate del mondo, dal Fastnet alla Sydney/Hobart – si svolgerà dal 4 al 13 maggio tra Napoli e Capri ed è organizzata da Yatch Club Italiano, Circolo del Remo e della Vela Italia, Circolo Canottieri Aniene e Yacht Club Capri.

Ad aprire la settimana velica sarà la storica Regata della Tre Golfi, alla sua 63.ma edizione, che partirà alla mezzanotte del 5 maggio dopo il tradizionale pranzo sulle terrazze del Circolo, diventato ormai un irrinunciabile evento mondano-sportivo. Dalla rada di Santa Lucia illuminata dalle fotoelettriche, le barche percorreranno circa 150 miglia, attraversando il golfo di Napoli per proseguire in quello di Gaeta e, dopo aver effettuato il periplo dell’isola di Ponza, doppieranno l’arcipelago dei Li Galli nel golfo di Salerno, prima di tagliare il traguardo a Capri tra sabato 6 e domenica 7 maggio.

Per la vittoria finale, in tempo reale, quattro le imbarcazioni da tenere d’occhio. La barca più grande iscritta è Farewell, il Southern Wind 100 con guidone del Circolo Canottieri Aniene di 30,48 metri di lunghezza; Rosalba, di Riccardo Pavoncelli con i colori del C.R.V. Italia, un Imoca 60 di 18,30 metri costruito in carbonio, nato nel 2002 come Hexagon per il giro del mondo in solitario e che punta a battere il record di regata grazie al suo leggerissimo peso. Ma anche Oscar 3, il Mylius 65 di 19,81 metri dello YC Punta Ala, appena costruito su progetto dell’architetto napoletano Alberto Simeone al suo debutto in mare ed infine, con i suoi 18,60 metri, Itacentodue, il velocissimo 61 piedi disegnato da Felci che batte il guidone dello Yacht Club Italiano. Da tenere d’occhio anche Vahinè, il First 45 dell’armatore Francesco Rapone con i colori del guidone dello Yacht Club Capri e della società Porto Turistico di Capri, che sarà in acqua grazie alla collaborazione con il Marina di Capri per difendere il titolo conseguito al CN del Tirreno lo scorso anno.

Dopo due giorni di riposo la Rolex Capri Sailing Week riprenderà a Capri con il Campionato Nazionale del Tirreno 2017, la Mylius Cup e la Farr 40 Class Regatta, riservata alla flotta di imbarcazioni monotipo disegnate da Bruce Farr. Sull’isola di Tiberio i concorrenti saranno ospiti dello Yacht Club Capri nel Villaggio Regate allestito per l’occasione al Porto Turistico dove, al termine di ogni regata, potranno rifocillarsi con la tradizionale “pasta in banchina” e rivedere i filmati delle fasi di regata più avvincenti.

Sostenuto dallo storico partner Ferrarelle, il programma “social”prevede giovedì 4 maggio, sulle terrazze del Circolo Italia, il “Cocktail Fideuram”di benvenuto ai partecipanti, con la musica della Raoul & Swing Orchestra. A Capri invece martedì 9 il Sindaco Giovanni De Martino incontrerà in Comune gli armatori per un brindisi beneaugurante, mentre mercoledì 10 si terrà, ai Giardini di Augusto, il cocktail di benvenuto ospiti lo Yacht Club Capri e il Cantiere Mylius. Venerdì 12 l’evento più esclusivo: il Rolex Owners Gala Dinner all’Hotel Quisisana, riservato agli armatori e ad una selezionata lista di invitati. In piazzetta infine, sabato 13 maggio alle 17.00, si svolgerà la premiazione finale con tutti i protagonisti della Rolex Capri Sailing Week che si ritroveranno poi la sera, ospiti Fideuram, alla taverna “Anema e Core” di Guido Lembo.

Circuito Europeo Team Race 2k: nel week end la vela 2.0 sbarca a Marina di Ravenna

MARINA DI RAVENNA – Continua a pieno ritmo la stagione velica promossa dal Circolo Velico Ravennate che, nel weekend dal 21 al 23 aprile, ospiterà una tappa del Circuito Europeo di Team Race 2k.

Saranno sei i team impegnati in acqua, che si alterneranno in regate con quattro TOM 28, per disputare sfide due contro due: una formula di vela innovativa, quella del Team Race, che sta attirando un pubblico sempre più ampio, come dimostra anche la composizione dell’equipaggio ravennate, costituito da un numero pari di uomini e donne.

L’attività dei team partecipanti, due dei quali italiani, in rappresentanza del Circolo Velico Ravennate e dello Yacht Club Costa Smeralda, con gli altri provenienti da Regno Unito, Olanda e Germania, sarà monitorata da umpire internazionali, ovvero da veri e propri arbitri pronti a intervenire per sanzionare in tempo reale eventuali infrazioni regolamentari.

Nuovo anche il format e la location delle regate promosse dal circolo di Via Molo Dalmazia, che la prossima settimana vedrà le imbarcazioni incrociare all’interno delle dighe.

Il Circolo Velico Ravennate ospiterà poi, più avanti nella stagione, a settembre, un evento internazionale di simile portata: equipaggi da tutta europa si sfideranno in duelli uno contro uno, in puro stile match race.

Tutti i vincitori della Roma per 1/2/Tutti

ROMA – E’ Alberto Bona a vincere questa 4a edizione della “Roma per 1″ e potrà portarsi a casa il Trofeo Challenge messo in palio da Cino Ricci, Luigi Aldini e Giulio Guazzini. Passerà dalle mani di Andrea Mura a quelle di Alberto Bona, quasi un passaggio di consegne tra due generazione di velisti. Seguono il Class 40, YFFAR Viva Mozart di Angelo Ciciriello e il Class 9.50 di Maurizio Vettorato Extremelife.

Nella Roma per 2 Line Honours per Giancarlo Simeoli e Michele Vaccari su Aeronautica Militare, ma vittoria Overall in IRC degli austriaci Harald Wolf e Martin Harlt sul J109 2Hard, che hanno preceduto il Sunfast 3600 Bora Fast di 47′e 11″ e il Gran Soleil 37B Zigo Zago di 3h19′ 47″. In ORC, classifica che conta per il Campionato Italiano Offshore, vincono Stefano Chiarotti e Ambrogio Beccaria su Lunatika-NTT Data, primi davanti a Bora Fast con un vantaggio di 39’15″, e a 2Hard di 1h35’22″.

Nella Roma per Tutti Line Honours per Junoplano, ma vittoria schiacciante, in IRC e ORC, di Leonardo Servi e del suo Comet 38S Scricca, con a bordo anche Ciccio Manzoli. In IRC ha preceduto Shirlaf, Swan 65 di Giuseppe Puttini, di 1h36’56″ e Super Atax di Marco Bertozzi di 2h42’35″. In ORC, cambiano i distacchi, ma la classifica è sempre la stessa: 1° Scricca, 2°Shirlaf, 3°Super Atax.Tutte le classifiche sul sito www.romaper2.com

Foto: James Robinson Taylor

Dinghy: a Chioggia per il 50esimo del Trofeo dell’Adriatico

CHIOGGIA – A poco più di due mesi dall’inizio della manifestazione fervono in queste ore, presso la sede del Circolo Nautico Chioggia, i preparativi per la cinquantesima edizione del Trofeo dell’Adriatico della Classe Dinghy.

Ad oggi sono già numerosi gli armatori che hanno confermato presso le segreteria del comitato organizzatore la propria partecipazione alla regata, che è in calendario per sabato 24 e domenica 25 giungo e che sarà valida anche come tappa nazionale per il circuito della Coppa Italia.
Il programma della manifestazione prevede la disputa di cinque prove che verranno corse nel campo di regata permanente situato antistante la spiaggia di Sottomarina.

Per la flotta della classe dinghy si tratterà di un ritorno a casa, come spiega il direttore sportivo del CNC Corrado Perini:”Il Trofeo dell’Adriatico Dinghy è uno dei primi trofei challenge istituiti dal CNC e sicuramente una delle più antiche regate della Classe in tutto il territorio nazionale. Il Trofeo dell’Adriatico è nato nel 1968, neanche 20 anni dopo la nascita del Circolo stesso, ed è stato puntualmente organizzato e corso ogni anno, solo nel 2009 non fu disputato per le avverse condizioni meteo”.

“A questa regata – confida il presidente del Circolo Nautico Chioggia Stefano Umberto Penzo – stiamo lavorando con Roberto Ballarin già dallo scorso anno, soprattutto per quanto riguarda la situazione logistica a causa dei vincoli paesaggistici e ambientali che preservano giustamente il centro storico della città dove trova sede il nostro sodalizio e che potevano rendere difficoltoso l’arrivo dei carrelli e l’ingresso al circolo delle imbarcazioni. Siamo comunque riusciti a trovare una ottima soluzione che permetterà a fine regata delle operazioni di carico veloci ed agevoli. Vogliamo e speriamo che sia una festa, per il CNC, per Chioggia e per la Classe tutta, la celebrazione di un “amore” che dura da 50 anni, benvenuti a Chioggia!”.

Per velocizzare le operazioni di segreteria è gradita la preiscrizione così come indicato nel bando di regata. In ogni caso le iscrizioni dovranno essere perfezionate presso la Segreteria del Circolo, entro le ore 11.00 del 24/06/2017, con la consegna dei documenti e il pagamento della quota di iscrizione.

La manifestazione è inserita all’interno del calendario di eventi di ChioggiaVela, la rassegna nata grazie alla volontà ed alla collaborazione tra il Circolo Nautico Chioggia ed il Comune di Chioggia, con lo scopo di riproporre la centralità della vita di mare in una città tradizionalmente, culturalmente ed economicamente votata al mare.
È possibile seguire ChioggiaVela anche attraverso la pagina Facebook, visibile all’indirizzo www.facebook.com/ChioggiAvela, dove verranno pubblicate news, curiosità, reportage fotografici e video della manifestazione o attraverso il profilo Instagram, all’interno del quale verranno postate le istantanee più belle della manifestazione.

ChioggiaVela è organizzata dal Circolo Nautico Chioggia e dal Comune di Chioggia, con la collaborazione ed il support di Adriatic LNG e della Pro Loco Chioggia Sottomarina. Media partner della manifestazione è il portale online Velaveneta.it, mentre collaborano per la miglior riuscita della kermesse la Lega Navale Italiana – Sez. Chioggia, la Lega Navale Italiana – Sez. Padova, Il Portodimare, lo Yacht Club Vicenza, Yacht Club Padova e I Venturieri. Parter della manifestazione sono: Darsena Le Saline, Porto Turistico San Felice, Darsena Mosella,Meteorsharing, Best Western Hotel Bristol, Sottomarina di Chioggia, Venezia, Panathlon Chioggia, l’associazione ONDA. La manifestazione gode del patrocinio del comune di Chioggia, dell’Università di Padova e del dipartimento MAPS dell’Università di Padova.

Line Honours per Aeronautica Militare (x2), poi Alberto Bona (X1) e Junoplano (XTutti)

ROMA – Una regata perfetta, una volata condotta in testa quasi dall’inizio alla fine. Può sintetizzarsi così la regata di Giancarlo Simeoli e Michele Vaccari sul Vismara 46 Aeronautica Militare, arrivato al traguardo di Riva di Traiano primo di tutta la flotta alle 6:02:30 del mattino.

“Abbiamo fatto sempre le scelte che ritenevamo giuste – ha commentato in banchina Michele Vaccari – ed in effetti si sono rivelate azzeccate”. “Erano 4 anni che ci preparavamo a questa regata in doppio – ha aggiunto Giancarlo SImeoli – e siamo contenti che il nostro lavoro sia stato ripagato. La nostra barca poi, con le arie leggere da il massimo, ed è questa una delle ragioni della nostra vittoria”. Un’altra ragione, leggermente più prosaica, c’è. Alla fine estorciamo un…  ”si è rotto il frigo – detto all’unisono – ed abbiamo dovuto buttare via tutto. Avevamo solo un po’ di frutta e la fame si è fatta sentire”. Quindi più che il vento potè il digiuno!

Dopo di loro i due Sunfast 3600, Lunatika e Bora First. Stefano Chiarotti e Ambrogio Beccaria hanno tagliato il traguardo alle 12:09:18, mentre Piercarlo Antonelli e Giovanni Bonzio alle 12:46:45.

Altra storia da raccontare, dopo la fame di Giancarlo e Michele, è il viaggio nel tempo di Alberto Bona. “Ma davvero è venerdì?”, ripeteva all’arrivo con lo sguardo un po’ smarrito. Dopo le conferme di chi gli stava intorno, incominciava a contare sulle dita…”son partito domenica…” e finite le dita della mano al giovedì continuava a guardarsi intorno incredulo. Non è stato convinto fino in fondo per un po’.

E mentre si andava in processione a prendere un caffé ripeteva: “Vabbe’, se mi dite che è venerdì, vuol dire che ripartirò da qui domenica”. Tornato al presente, Alberto Bona ha esaminato la regata: “Durissima, molto tecnica, con un percorso di una bellezza mozzafiato ma con tante cose cui fare attenzione. Il meteo è stato terribile, pensavo di impazzire nella bonaccia. Il fatto, poi, di vedere altre barche in equipaggio che manovravano per prendere qualche arietta mi faceva impazzire. Alla fine cedevi ed incominciavi anche tu a manovrare. Ma sei da solo e la fatica è pazzesca. Comunque regatare in Mediterraneo è bello, ma troppo faticoso. Voglio l’Oceano”.

La notte della Roma per 1 si era aperta, però, con un grande coup de theatre. A 30 miglia dall’arrivo, quando era in testa alla flotta, Carlo Potestà gettava la spugna ed avvisava la Direzione di Corsa del suo ritiro. “Ho la testa un po’ bollita – scriveva Potestà – e tagliare quel cavo d’acciaio (il sigillo al motore ndr.) con poco spazio è stata dura. Sto arrivando a motore”. Viste le condizioni dichiarate, il Comitato di regata è uscito per assisterlo nell’ormeggio verso l’una di notte.

Nella Roma per Tutti, infine, a prevalere in tempo reale è stato Junoplano (06:16:37), seguito da Shirlaf (07:19:53) e da Scricca (11:13:32). Ma per conoscere il nome del vincitore overall bosognerà ancora attendere parecchio. Gli arrivi si susseguiranno incessanti per tutta la giornata di oggi e di sabato.

Il J24 Mollicona è Campione di Primavera a Carrara

MARINA DI CARRARA – Con le ultime sei prove disputate sabato e domenica, si è concluso il secondo ed ultimo week end di regate valide per il Campionato di Primavera di Marina di Carrara al quale hanno preso parte dieci equipaggi della Flotta J24 del Golfo dei Poeti. Le acque antistanti la diga foranea del porto di Marina di Carrara sono state nuovamente protagoniste del tradizionale appuntamento ben organizzato dal Club Nautico Marina di Carrara in collaborazione con l’Associazione Nazionale Classe J/24, e sotto l’egida della Federazione Italiana Vela.

Questa volta, il detentore del titolo di Campione di Primavera 2016, Ita 215 Mollicona armato da Vincenzo Mercuri e timonato da Giacomo Del Nero si è aggiudicato ben quattro vittorie di giornata che, aggiunte alle tre del primo fine settimana e a parziali regolarissimi, gli hanno permesso di chiudere in prima posizione la classifica finale del Campionato (CNMC 16 punti; 2,1,1,5,2,1,1,6,1,1,6,1).

Al secondo posto Ita 212 Jamaica armato e timonato dal Presidente della Classe Italiana J24, Pietro Diamanti (CNMC 21 punti; 1,2,4,1,3,2,3,1,3,4,2,1) protagonista complessivamente di tre vittorie di giornata. Segue in terza posizione il vincitore della quinta prova della manifestazione, Ita 202 Tally Ho di Roberta Banfo e timonato da Luca Macchiarini (30 punti; 3,4,6,4,1,3,2,8,2,2,5,4). Quarto Ita 449 Razorbill di Giuseppe Simonelli (CNMC 40 punti) e quinto Ita 173 Violenta (CNMC 49 punti) vincitore della penultima prova.

“Sono stati due divertenti week end di vela con prove combattute e tecnicamente valide – ha commentato il carrarino Pietro Diamanti – Tutti gli equipaggi sono rimasti molto soddisfatti. Ringrazio  ancora una volta tutti coloro i quali hanno lavorato a terra e in acqua ed in modo particolare al Comitato di Regata per l’ottimo lavoro svolto.”

Riva per 2: Line Honours per Dudi Coletti

ROMA – Non poteva essere che Dudi Coletti il primo a rientrare (da vincitore) nel porto di Riva di Traiano che, per lui, è quello di casa.  Strano, anzi, che non abbia direttamente attraccato davanti al salotto della sua splendida casa affacciata sul mare a circa un miglio a sud di Riva.

Mr. Hyde ha costretto il Comitato di Regata alla prima levataccia. Ma d’altronde come far mancare lo spumante a Dudi! Il tailer del Moro di Venezia, in doppio con Enzo Cittadini, ha tagliato il traguardo alle 04:30 di questa mattina.  Per lui la Line Honours della regata e della Riva per 2. Seguono Baralla di Gherardo e Mattia Maviglia, e Elea con Emanuel  Sabene e Tommaso Comelli. Nella Riva per Tutti, Toni Tulli su Villamar si è aggiudigato il primo posto in reale tagliando la linea di arrivo alle 11:06. Dopo tre ore circa, ha passato il traguardo anche Giovanni Maglionico, skipper di Jean Jack The Dreamer. Per il terzo posto Fintotonto, Elan 40 di Stefano Nicolò, è in vantaggio sul 9.50 Zia Franca di Giacomo Mele.

Roma per 1 –  Carlo Potestà, sul suo Elan 40 Phantomas, è passato in testa superando Alberto Bona e il suo class 40 Magalé, che ora accusa 6 miglia di ritardo. Angelo Ciciriello (YFFAR Viva Mozart) è buon terzo, staccato di 34 miglia. L’Eta stimata per Phantomas sono le 23:37 di questa notte.

Roma per 2 – Aeronautica Militare (Giancarlo Simeoli/Michele Vaccari) sta facendo davvero la sua regata perfetta. A resistergli, si fa per dire, sono solo i due Sunfast 3600 Lunatika (Stefano Chiarotti/Ambrogio Beccaria) e Bora Fast (Piercarlo Antonelli/Giovanni Bonzio), che seguono staccati di oltre 30 miglia.

Roma per Tutti – Vola Junoplano-TuttaCalabria, di Alex Ricci e Andrea Buzzi, che ha staccato di 15 miglia lo Swan 65 Shirlaf di Giuseppe Puttini e Stefano Pellizza, e di 28 miglia Scricca di Leonardo Servi.  Quarta è la barca di Marco Bertozzi  Super Atax, con a bordo il giovane fenomeno Manuel Polo e l’esperto Silvio Sambo, che però deve difendersi dalla barca reatina Costellation, di Fabrizio Caprioli, che nelle ultime ore sta viaggiando più veloce ed ha ridotto il suo distacco a 7 miglia.

IL NAUTILUS Anno 12 N°1

BRINDISI - In questo numero lo speciale è destinato alle crociere con i dati di Rsiposte Turismo e le previsioni per il 2017 di un settore ormai fondamentale per l’economia del Paese. Ma anche le importanti novità sulla safety portuale e sui regolamenti dell’Unione Europea sui servizi portali e la trasparenza finanziaria dei porti. Poi i porti di Napoli. Ancona, Trieste, Piombino e Olbia con gli investimenti e le nuove infrastrutture previste nei diversi scali italiani.
www.brindisi-corfu.it telebrindisi.tv poseidone danese

© 2017 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab